Opera 7, ecco un primo assaggio

La società norvegese che lo sviluppa svela finalmente tutte le novità del nuovo browserino super-speedy con la prima versione beta di Opera 7. Ecco i dettagli
La società norvegese che lo sviluppa svela finalmente tutte le novità del nuovo browserino super-speedy con la prima versione beta di Opera 7. Ecco i dettagli


Oslo (Norvegia) – Quello che molti già considerano il browser più scattante e leggero sulla piazza, arriva ora in una nuova versione, la 7, che promette ancor più velocità, efficienza e funzionalità. Per assaggiare in anteprima tutto ciò che la nuova versione del browserino porterà con sé, Opera Software ha messo a disposizione la prima versione beta per Windows.

“Nella nostra azienda cerchiamo di fare entrare molte cose in un piccolo pacchetto” dice Jon S. von Tetzchner, CEO di Opera Software ASA. “Siamo felici di affermare che Opera 7 è proprio in grado di fare tutto ciò. Abbiamo migliorato di gran lunga il nostro motore di rendering — ora più veloce — l’interfaccia utente, il client di e-mail e il supporto agli standard del Web”.

Il nuovo motore di rendering modulare di Opera incrementa il supporto a vari standard, fra cui il Document Object Model (DOM), una tecnologia promossa dal W3C e il cui supporto, in Opera 6, è soltanto parziale. DOM, il cui obiettivo è quello di rimpiazzare Dynamic HTML, è un modello per la rappresentazione degli oggetti di una pagina Web in modo indipendente dal browser, applicazione, piattaforma e linguaggio di programmazione. La versione 2 di DOM permette anche di modificare i CSS dinamicamente. Opera 7 supporta poi completamente DHTML, CSS2 esteso, ECMAScript, HTML 4.0, WML 1.3 e 2.0.

Opera 7 è anche la prima versione di questo browser ad integrare il Small-Screen Rendering (SSR), una recente tecnologia annunciata dalla società norvegese che è in grado di ottimizzare la quasi totalità delle pagine Web per renderle meglio leggibili su dispositivi con display di piccola dimensione, come PDA e telefoni cellulari. Nel caso di un browser desktop questa funzione può essere particolarmente utile per i Web designer, che possono in questo modo vedere in anteprima come apparirà una data pagina Web in un dispositivo mobile compatibile con la tecnologia SSR.

Il nuovo client di e-mail è ora in grado di organizzare automaticamente le e-mail in categorie e possiede un filtro integrato per lo spam. Le funzionalità QuickReply e QuickFind permettono poi di rispondere alle e-mail con più velocità.

La nuova versione di Opera migliora la barra di navigazione, la gestione dei bookmark, della history e delle finestre, il drag and drop e la possibilità di personalizzare l’interfaccia grafica. Quest’ultima ha ora un look and feel più accattivante grazie ai nuovi tasti 3D a agli effetti di trasparenza.

Il browser è disponibile gratuitamente qui in versione ad-ware: il banner viene visualizzato nella parte superiore destra dell’interfaccia utente. Gli utenti che desiderino rimuovere il banner pubblicitario possono registrare la loro versione presso il portale OperaItaly.it gestito dal distributore italiano Active.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 11 2002
Link copiato negli appunti