Opera sposa WAP e HTML

Opera Software ha sviluppato in collaborazione con Motorola una versione del proprio browser in grado di combinare gli standard WAP e HTML e portare il supporto al Web anche ai dispositivi più piccoli
Opera Software ha sviluppato in collaborazione con Motorola una versione del proprio browser in grado di combinare gli standard WAP e HTML e portare il supporto al Web anche ai dispositivi più piccoli


Oslo (Norvegia) – La società norvegese che sviluppa il noto browser commerciale Opera ha avviato una partnership con il colosso Motorola per introdursi al meglio sul mercato dei telefoni cellulari in grado di supportare sia il WAP, uno standard particolarmente diffuso sui telefonini tradizionali, che l’HTML, una tecnologia per lo più accessibile sui telefoni 3G e sugli smartphone.

In base all’accordo, Opera integrerà la versione embedded del proprio browser con il layer software sviluppato da Motorola per la navigazione fra le pagine WAP. Le due aziende afermano che il supporto dei due standard da parte di un unico software abbassa i costi e permette di installare un vero browser Web anche sui dispositivi meno dotati in termini di hardware.

“Stiamo combinando i servizi del futuro con quelli già esistenti. Ci sono un bel po’ di servizi là fuori che sono basati sul WAP e non possono essere ignorati nemmeno nell’era del 3G”, ha dichiarato Jon Stephenson von Tetzchner, CEO di Opera Software .

La versione “ai minimi termini” di Opera supporta sia le pagine HTML standard che quelle scritte nel cosiddetto “street HTML”, una versione non standard utilizzata comunemente dai Web designer per ottimizzare la visualizzazione delle proprie pagine con Internet Explorer. Il browserino è anche in grado di digerire lo standard XHTML utilizzato in molti dispositivi mobili compatibili con il WAP e il cHTML, un altro dialetto dell’HTML alla base dei servizi i-mode.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 02 2004
Link copiato negli appunti