Opteron, tripletta al superbus

AMD ha aggiornato la propria famiglia di processori per server e workstation con tre nuovi e più veloci modelli di Opteron. Tutti e tre condividono un bus di sistema da 1 GHz
AMD ha aggiornato la propria famiglia di processori per server e workstation con tre nuovi e più veloci modelli di Opteron. Tutti e tre condividono un bus di sistema da 1 GHz


Sunnyvale (USA) – Nella famiglia di processori Opteron AMD ha annunciato l’ingresso di due nuovi figliocci: il modello 852, dedicato ai server con un numero di CPU compreso tra 4 e 8, e il modello 252, indirizzato ai server e alle workstation biprocessore. In aprile verrà poi lanciato l’Opteron 152, capace di supportare configurazioni ad un solo processore.

Rispetto ai predecessori, i tre nuovi chip condividono frequenze di clock più elevate sia per il core, che gira a 2,6 GHz, sia per il bus HyperTransport, che passa da 800 MHz a 1 GHz: quest’ultimo, basato sulla recente specifica 2.0 , ha il compito di trasferire i dati tra processore e periferiche.

Per permettere a OEM e system builder di sfruttare la nuova generazione della sua tecnologia di I/O, AMD ha inoltre annunciato il chipset 8132, che sarà disponibile nel corso del mese. Ultima aggiunta in ordine di tempo alla famiglia di chipset 8000, il nuovo 8132 sposa la connettività PCI-X 2.0 con la piattaforma Opteron fornendo una maggiore banda di trasferimento dati, un più veloce accesso alle memorie e funzioni di data management avanzate.

I tre nuovi Opteron supportano anche le istruzioni estese SSE3 e PowerNow con Optimized Power Management , un sistema per la gestione dei consumi che consente al sistema operativo di variare dinamicamente il clock della CPU in base al carico di lavoro. Questa tecnologia, già inclusa nei più recenti modelli di Opteron, potrà essere sfruttata con degli appositi aggiornamenti firmware e software che, secondo AMD, diverranno disponibili durante la prima metà dell’anno.

Il consumo dei nuovi processori di AMD è di 95 watt, all’incirca uguale a quello di uno Xeon di paragonabile potenza: rispetto a quest’ultimo, però, gli Opteron integrano un controller della memoria che, da solo, consuma una ventina di watt. Durante l’anno il chipmaker di Sunnyvale lancerà versioni a basso consumo in grado di ridurre l’energia consumata fino al 66%.

Nei server l’ottimizzazione dei consumi è divenuto un fattore particolarmente importante nella costruzione di sistemi sempre più densi e compatti, come i blade: sistemi attraverso cui le aziende possono risparmiare sia sui costi delle bollette (su cui incidono pesantemente i sistemi di condizionamento dei datacenter) sia sullo spazio.

Tra i primi colossi del settore ad aver annunciato computer basati sui nuovi Opteron vi sono HP (si veda notizia di ieri ) e Fujitsu Siemens.

I modelli 852 e 252 saranno disponibili sul mercato entra 30 giorni al prezzo rispettivamente di 1.514 e 851 dollari; il modello 152 sarà invece disponibile a partire dal 30 aprile ad un prezzo di 637 dollari. Tutti i prezzi si riferiscono a ordini di 1.000 unità.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 02 2005
Link copiato negli appunti