Oracle: 8 core al prezzo di 2

Tentando di riallineare i propri prezzi con quelli di rivali come IBM e Microsoft, Oracle ha ulteriormente limato i costi delle licenze riservate ai server multi-core. Gli 8 core dell'UltraSPARC T1 costano ora quanto due CPU single-core


Redwood Shores (USA) – Tra i colossi del software, Oracle è tra i più riluttanti nell’abbracciare quel principio, fortemente caldeggiato dai chipmaker, secondo cui i processori multi-core andrebbero considerati alla stessa stregua di una singola CPU. Ma se il “prendi 2 paghi 1” ad Oracle proprio non va a genio, tuttavia il gigante dei database ha dovuto piegarsi alle pressioni di partner e clienti ritoccando i prezzi delle proprie licenze multi-core .

La nuova politica dei prezzi di Oracle aggiorna quella varata lo scorso luglio : questa stabiliva che il costo totale di una licenza venisse conteggiato considerando ogni core il 75% di una CPU. Il nuovo modello di licensing introduce ora alcune differenziazioni che vanno a particolare beneficio dei sistemi basati sui processori di AMD, Intel e Sun: ciascun core dei processori UltraSPARC T1 di Sun viene ora considerato come il 25% di una CPU , mentre i core firmati Intel e AMD vengono conteggiati come mezza CPU (50%). Per tutti gli altri processori multi-core, come i Power di IBM, resta valida la regola del 75%.

Nell’ipotesi che un’azienda faccia girare il software di Oracle su di un server con 8 core, si possono presentare i tre seguenti casi:

a) se il server utilizza processori IBM multi-core richiede 6 licenze (8 x 0,75 = 6);
b) se il server utilizza processori Intel o AMD multi-core richiede 4 licenze (8 x 0,50 = 4);
c) se il server utilizza processori UltraSPARC T1 di Sun richiede 2 licenze (8 x 0,25 = 2).

Nonostante questi cambiamenti, e a differenza di rivali come Microsoft , Oracle continua a considerare ciascun core come un processore a sé stante .

“Abbiamo adattato i nostri modelli di licensing ai cambiamenti apportati dall’evoluzione tecnologica”, ha affermato Jacqueline Woods, vice president Global Pricing and Licensing Strategy di Oracle. “Questo è necessario ogni qual volta l’industria si muove verso nuove architetture: in passato questo è avvenuto, ad esempio, con il passaggio dai mainframe ai sistemi client/server e da questi ultimi alle architetture multi-tiered”.

Va detto che Oracle offre ai propri clienti anche altri tipi di licenza, tra cui quelle per utente e postazione di lavoro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco de Salvo scrive:
    recensione su iLiad 2
    Desidero segnlare una recensione completa sul lettore iLiad 2nd edition, apparsa su Technology Inside, al seguente link:http://www.marcodesalvo.it/iliad-2-ebook-reader.htmlGrazie per l'attenzione
  • avvelenato scrive:
    Sul colore
    Ragionando mi è parso di intuire perché applicare il colore sarà difficoltoso su queste periferiche.Dunque: i monitor tradizionali emettono luce da ogni pixel. Quindi si dice che i colori vengano composti tramite una sintesi addittiva http://it.wikipedia.org/wiki/Sintesi_additivaPer avere il maggior gamut http://it.wikipedia.org/wiki/Gamut possibile, si prendono come colori primari http://it.wikipedia.org/wiki/Colori_primari il rosso, il verde e il blu, che possono tra di loro comporre quasi tutti i colori dello spettro visibile.Ne consegue che uno schermo da 17" a 1280x1024, (supponendo un rapporto 5:4 largo 13,2" x 10,6" ) dovrà avere, orizzontalmente o verticalmente, tre subpixel per ogni pixel: quindi, orizzontalmente potrebbe dover raggiungere un dpi di (1280*3)/13,2=290dpi. La risoluzione finale però, quella che si vede, è sempre 96dpiSe questo aggegio funziona, come si vocia in giro, con la luce riflessa, stiamo parlando di Sintesi Sottrattiva.Per la sintesi sottrattiva http://it.wikipedia.org/wiki/Sintesi_sottrattiva le cose si fanno meno semplici. Non bastano 3 colori primari per avere un gamut decente. Nella stampa se ne usano 4 per qualità media (cmyb), quindi il ciano, il magenta, il giallo e il nero, e 6 per le stampe fotografiche.Quindi ogni pixel è diviso più finemente, e ciò rende difficoltoso raggiungere una risoluzione di 160dpi. Se 160dpi è il massimo dell'impaccamento ottenibile su questa tecnologia, attualmente, possiamo calcolare che, utilizzando subpixel per ottenere i colori tramite sint. sottr., sarà di 160/4=40 dpi. Insufficienti persino per scrivere caratteri decentemente.
  • Anonimo scrive:
    Non vorrei il wireless...
    Sinceramente una cosa del genere io la vorrei anche senza wireless... del resto quello che conta per me è la semplicità ed il prezzo... anzi, il successo di questo affarino sarà proporzionale al prezzo! E con porta usb/porta x schedina di memoria hai tutto quello che ti serve per mettere i libri e scambiarteli con affarini simili!Un'altra cosa che riterrei molto importante sarebbe quella di poter scrivere a mano libera e salvare appunti e sottolineature proprie all'interno del libro che si sta leggendo!E poi... volete mettere la comodità di poter usare la funzione search di alcune parole in una testo!?!?! tutto diventa molto + veloce rispetto allo studio di testi "cartacei".... non vedo l'ora che questo produttino venga prodotto commercialmente!!!!
  • Anonimo scrive:
    in attesa...
    bello, spero di essere ancora vivo quando vedrò la versione con:- schermo 24bit- cam 5 mpixel per webcam/foto/filmati- microfono- cuffie- 802.11i- skype- thunderbird- firefox- "flash" + tradutore morse- traduttore vocale universale- funzionalità specchio per unzippare i brufoli/sistemarmi il trucco- gps + mappe + dove sei + geo-pubblicità + guarda la gnocca a 15m a ore 14- prenotazione warner village con scelta grafica del posto a sedere- menu della pizzeria direttamente sul mio epeiper- ricevitore SKY calcio integrato- ocr istantaneo da cam- traduttore universale- ologramma 3D in piedi sul display "ciao amore, ti aspetto... nuda"- funzione risucchio per teletrasporto- funzione risucchio... ehm- funzione spy per il controllo dei bambini a casa/della moglie a casa mentre sono "altrove" ehm...- stampante di banconote integrata- analizzatore chimico- orologio atomico e sensore distorsioni spazio temporali con aggiornamento continuo- funzione ombrello per la pioggia- schermo protettivo- funzione fornelletto per il caffè e per sciogliere la neve del vialetto- funzione cerbottana- funzione "irraggiamento con..." -
    microonde/onde sonore/onde gravitazionali- windows 95
  • Anonimo scrive:
    il D-Pad
    Ci si sta avvicinando al D-Pad (si chiama cosi'?) della serie Star Trek, bello!!!
  • Anonimo scrive:
    Se il costo
    Se il costo sarà inferiore ai 200 euro, e nasceranno versioni gratuite dei quotidiani e la compatibilità con gli ebook,che si trovano sui vari software p2p....potrebbe essere un successo altrimenti sarà la solita buona idea che non vende....
    • Anonimo scrive:
      Re: Se il costo
      - Scritto da: Anonimo
      Se il costo sarà inferiore ai 200 euro, e
      nasceranno versioni gratuite dei quotidiani e la
      compatibilità con gli ebook,che si trovano sui
      vari software p2p....potrebbe essere un successo
      altrimenti sarà la solita buona idea che non
      vende....Se lo regalano e allegano in omaggio una serie di DVD con enciclopedie, tutti i classici e tutti i libri usciti negli ultimi 25 anni, avrà un successone.Tanto chissenfrega di chi scrive articoli sui quotidiani... lo faranno gratis per distribuire quotidiani gratis...Come dici? i giornalisti sono pagati dalla pubblicità e non dal prezzo del quotidiano? E dove pensi che arrivino i soldi della pubblicità?Brutta abitudine quella di volere tutto gratis e "rubare" le creazioni altrui... ti auguro di avere un futuro come programmatore, scrittore, cantante o artista in genere, così avrai a che fare personalmente con la protezione delle tue creazioni
      • ciko scrive:
        Re: Se il costo

        Brutta abitudine quella di volere tutto gratis e
        "rubare" le creazioni altrui...condivido in pieno...anche se a mio avviso un prezzo troppo alto e l'incompatibilita' con i formati precedenti ne causerebbe il prematuro decesso...esistono tante opere ormai di pubblico dominio che potrei avere gratis senza ledere i diritti di alcuno, e potrei ACQUISTARE libri e riviste a prezzi molto bassi in quanto gli autori avrebbero bassi costi di distribuzione... questo sempre in teoria, visto che le lobby cercano in tutti i modi di spremere quanti piu' soldi possibile all'utente, anche a costo di bloccare il mercato( un wma ad 1 euro a canzone... non e' meglio venderne 10 a 10 cent ?!?)
        • Anonimo scrive:
          Re: Se il costo
          eheheh mi spiace ma senza contenuti gratuiti/piratati nessun oggetto di consumo avrebbe fortuna...vedi- Playstation- PSP - X86- OSX- Ipod e lettori in genereperchè via...500.000.000 di canzoni vendute da itunes sono una piccolezza rispetto ai 10.000.000 di ipod (stima al ribasso) con tagli fino a 60 gb...veramente credete che tutti questi ipod siamo pieni di musica legale???e gli altri milioni di lettori mp3 anche li fino a 60 - 80 gb con cosa sono riempiti? Aria? Pasta all'uovo? NO mp3 illegali...e pace e bene degl' "artisti"
        • Anonimo scrive:
          Re: Se il costo
          - Scritto da: ciko



          Brutta abitudine quella di volere tutto gratis e

          "rubare" le creazioni altrui...

          condivido in pieno...

          anche se a mio avviso un prezzo troppo alto e
          l'incompatibilita' con i formati precedenti ne
          causerebbe il prematuro decesso...Sicuramente, ma questo significa che:-o l'aggeggio è stato progettato male-o questo tipo di tecnologia non è ancora matura per un utilizzo "consumistico"
          esistono tante opere ormai di pubblico dominio
          che potrei avere gratis senza ledere i diritti di
          alcuno, e potrei ACQUISTARE libri e riviste a
          prezzi molto bassi in quanto gli autori avrebbero
          bassi costi di distribuzione... questo è un problema "a monte"
          questo sempre in teoria, visto che le lobby
          cercano in tutti i modi di spremere quanti piu'
          soldi possibile all'utente, anche a costo di
          bloccare il mercato( un wma ad 1 euro a
          canzone... non e' meglio venderne 10 a 10 cent
          ?!?)In generale no, o, meglio, non sempre...Banalizzando, se i "costi fissi" per gestire una canzone fossero di 20 cent, vendendone una a 1 Euro guadagno 80 cent, mentre vendendone 10 a 10 cent, vado in perdita di 1 EuroChe poi le major ci mangino sopra è assodato, ma non semplifichiamo troppo il discorso...ciao
  • avvelenato scrive:
    Formati
    se non sarà compatibile almeno con txt, rtf, pdf, prevedo un fallimento colossale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Formati
      Per ora dicono txt, xhtml e pdf.... e gia' e' ottimo....Speriamo nel prezzo.... ho da leggere diversi gigabyte di pdf e sul portatile o sul fisso proprio non ce la faccio.http://www.irextechnologies.com/downloads/Productleaflet-Iliad.pdf
      • avvelenato scrive:
        Re: Formati
        - Scritto da: Anonimo
        Per ora dicono txt, xhtml e pdf.... e gia' e'
        ottimo....

        Speriamo nel prezzo.... ho da leggere diversi
        gigabyte di pdf e sul portatile o sul fisso
        proprio non ce la faccio.

        http://www.irextechnologies.com/downloads/Productl
        Se il prezzo sarà quello di un palmare andrà benone. Una pacchia per chi insegna o chi come tecnico abbisogna di molta documentazione sulla punta delle dita (non parlo solo di tecnici informatici; ad esempio gli avvocati e i giudici ne trarrebbero vantaggi incredibili).Per me sarebbe caro, e poi non rientro esattamente nel target, però magari un giorno potrebbe servirmi.==================================Modificato dall'autore il 21/12/2005 9.13.16
        • Anonimo scrive:
          Re: Formati
          Un affare del genere non dovrebbe costare più di 100 euro secondo me, o meglio, io sopra i 100 euro non lo comprerei. Anche perchè seguendo la logica commerciale delle digitalizzazioni un libro in edizione economica lo pago 6 euro un libro in edizione digitale (quindi senza carta) 10, perdon, 9,99...
          • ciko scrive:
            Re: Formati
            - Scritto da: Anonimo
            Un affare del genere non dovrebbe costare più di
            100 euro ne dubito... integra anche un touchscreen ed il wifi...secondo me raggiungera' tranquillamente i 300-400.Io lo comprerei anche a quel prezzo sinceramente, attualmente tutti i modelli che ho visto sono veri e propri portatili da 1200? :|
          • Anonimo scrive:
            Re: Formati
            Sinceramente penso non costerà 300-400 ma un po' di meno... penso sui 200-300... certo che se togliessaro wifi e interfaccia lan costerebbe anche meno e non se ne sentirebbe una gran mancanza (almeno potrebbero vendere due modelli con e senza)...
          • Anonimo scrive:
            Re: Formati
            - Scritto da: Anonimo
            Un affare del genere non dovrebbe costare più di
            100 euro secondo me, o meglio, io sopra i 100
            euro non lo comprerei.ognuno valuta in base a necessità
            Anche perchè seguendo la
            logica commerciale delle digitalizzazioni un
            libro in edizione economica lo pago 6 euro un
            libro in edizione digitale (quindi senza carta)
            10, perdon, 9,99...Ragionamento futile... dipende dall'uso che ne vuoi fare. Esempi:-in vacanza potrei portarmi 50 libri in un unico "aggeggio": ti sfido a metterli in valigia-ho centinia di libri in PDF provenienti da enciclopedia su CD/DVD: li posso buttare tutti lì e leggerli più agevolmente che non sul portatile (lasciamo perdere l'opzione "stampa" su carta...)-posso comprare online e scaricare al volo, comodamente da casa, in ogni momento (anche la domenica alle 3 di notte), senza andare in libreria.-a casa ho gli scaffali così stracolma che non compro più libri perché non saprei dove metterli. Con questo risolverei il problema (sai quanti liri ci stanno su un DVD?)-posso comprare online quei libri che in libreria non si trovano più (vecchi, poco diffusi, o libri stranieri non importati in Italia).-problema ecologico: risparmiamo carta-problema zaini pesanti per gli studenti (anche se potremmo andare incontro a problemi di vista se la qualità del display non è all'altezza... ma ci sono ampi margini di miglioramento in tal senso) -possibilità extra: un dizionario integrato potrebbe tirarmi fuori con un click il significato delle parole che non conosco; se leggo un libro in lingua potrebbe darmi la traduzione di alcune parole. Senza considerare la possibilità di hyperlink o focus che si aprono su certi concetti. Tutto questo senza considerare possibilità extra legate, per esempio, alla connettività Wireless...Certo, poi un libro di carta permette altre possibilità, non ha problemi di autonomia, ecc... ecc... tutto va valutato di caso in caso, e in molte situazioni un dispositivo di questi tipo sarebbe immensamente più comodo.Restringere il discorso ad una questione di puro costo è molto limitativo: a quel punto non ha neanche senso comprare un libro appena uscito... le edizioni con copertina rigida costano mediamente dai 16 ai 22 Euro, ovvero 3 o 4 volte le edizioni economiche di cui parli.ciao
  • Anonimo scrive:
    16 livelli di grigio!!!!???
    :| ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla TV in bianco e nero??!?!?!ma almeno qualche migliaio di colori non potevano ficcarceli dentro questi signori? avrebbero allargato la tipologia di utilizzo!(apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: 16 livelli di grigio!!!!???
      - Scritto da: Anonimo
      :|

      ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla TV in
      bianco e nero??!?!?!

      ma almeno qualche migliaio di colori non potevano
      ficcarceli dentro questi signori? avrebbero
      allargato la tipologia di utilizzo!

      (apple)16 livelli di grigio significa immagini a 4 bit (2 alla 4a)... Con immagini a 4 bit (mi ricorda le schede video CGA) non "vedo" come le immagini possano avere un alto contrasto e una buona qualità...La questione è che adesso uscirà il modello a 4 bit; una volta scemata la novità, per incentivare futuri acquisti metteranno la scheda a 8 bit, poi 1 colore, poi 2, infine RGB a 3 bit per colore (256 colori); poi a 65536 colori, infine uan scheda a 24 bit per colore.Insomma, la solita prassi di chi ricicla lo stesso prodotto (vedansi masterizzatori DVD e televisori piatti) per venderlo 100 volte.
      • avvelenato scrive:
        Re: 16 livelli di grigio!!!!???
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        :|



        ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla TV
        in

        bianco e nero??!?!?!



        ma almeno qualche migliaio di colori non
        potevano

        ficcarceli dentro questi signori? avrebbero

        allargato la tipologia di utilizzo!



        (apple)


        16 livelli di grigio significa immagini a 4 bit
        (2 alla 4a)... Con immagini a 4 bit (mi ricorda
        le schede video CGA) non "vedo" come le immagini
        possano avere un alto contrasto e una buona
        qualità...

        La questione è che adesso uscirà il modello a 4
        bit; una volta scemata la novità, per incentivare
        futuri acquisti metteranno la scheda a 8 bit, poi
        1 colore, poi 2, infine RGB a 3 bit per colore
        (256 colori); poi a 65536 colori, infine uan
        scheda a 24 bit per colore.

        Insomma, la solita prassi di chi ricicla lo
        stesso prodotto (vedansi masterizzatori DVD e
        televisori piatti) per venderlo 100 volte.questi aggegi sono fatti per chi deve leggere libri o documenti, non per leggere le storie di Topolino.
        • Anonimo scrive:
          Re: 16 livelli di grigio!!!!???
          - Scritto da: avvelenato

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          :|





          ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla TV

          in


          bianco e nero??!?!?!





          ma almeno qualche migliaio di colori non

          potevano


          ficcarceli dentro questi signori? avrebbero


          allargato la tipologia di utilizzo!





          (apple)





          16 livelli di grigio significa immagini a 4 bit

          (2 alla 4a)... Con immagini a 4 bit (mi ricorda

          le schede video CGA) non "vedo" come le immagini

          possano avere un alto contrasto e una buona

          qualità...



          La questione è che adesso uscirà il modello a 4

          bit; una volta scemata la novità, per
          incentivare

          futuri acquisti metteranno la scheda a 8 bit,
          poi

          1 colore, poi 2, infine RGB a 3 bit per colore

          (256 colori); poi a 65536 colori, infine uan

          scheda a 24 bit per colore.



          Insomma, la solita prassi di chi ricicla lo

          stesso prodotto (vedansi masterizzatori DVD e

          televisori piatti) per venderlo 100 volte.


          questi aggegi sono fatti per chi deve leggere
          libri o documenti, non per leggere le storie di
          Topolino.Sono arrivati i geni.Allora, geniaccio, se su questi aggeggi (con due g) si devono leggere libri o documenti o quotidiani, perché spenderci soldi se poi si vedranno non alla stessa qualità di una stampa?Per garantire una buona vendita, un produttore dovrà fare un prodotto che si assomigli a qualcosa a cui è abituato l'acquirente, sennò l'aggeggio non vale la pena.E dato che le tecnologie attuali (vedasi OLED) permettono di ottenere miglior contrasti e più colori, perché allora fare un prodotto handicappato?Per venderlo a letterati come te, è ovvio!Poi, quando dopo 4 mesi usciranno i modelli a colori e tu avrai speso male i tuoi soldini, non andare a piangere da Archimede Pitagorico.
          • Anonimo scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            - Scritto da: Anonimo
            Sono arrivati i geni.ti presenti?
            Allora, geniaccio, se su questi aggeggi (con due
            g) si devono leggere libri o documenti o
            quotidiani, perché spenderci soldi se poi si
            vedranno non alla stessa qualità di una stampa?"Grazie alla tecnologia e-paper di E Ink, il display può vantare un contrasto e una definizione molto vicini a quelli di un vero foglio di carta stampata: secondo il produttore, il testo digitale rimane perfettamente leggibile anche sotto la luce del sole"
            Per garantire una buona vendita, un produttore
            dovrà fare un prodotto che si assomigli a
            qualcosa a cui è abituato l'acquirente, sennò
            l'aggeggio non vale la pena.cazzata: questo dispositivo sarà un'alternativa, e ognuno sceglierà in baso ai casi e alle proprie esigenze
            E dato che le tecnologie attuali (vedasi OLED)
            permettono di ottenere miglior contrasti e più
            colori, ...ne dubitoBye bye genio
          • avvelenato scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            :|







            ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla
            TV


            in



            bianco e nero??!?!?!







            ma almeno qualche migliaio di colori non


            potevano



            ficcarceli dentro questi signori? avrebbero



            allargato la tipologia di utilizzo!







            (apple)








            16 livelli di grigio significa immagini a 4
            bit


            (2 alla 4a)... Con immagini a 4 bit (mi
            ricorda


            le schede video CGA) non "vedo" come le
            immagini


            possano avere un alto contrasto e una buona


            qualità...





            La questione è che adesso uscirà il modello a
            4


            bit; una volta scemata la novità, per

            incentivare


            futuri acquisti metteranno la scheda a 8 bit,

            poi


            1 colore, poi 2, infine RGB a 3 bit per colore


            (256 colori); poi a 65536 colori, infine uan


            scheda a 24 bit per colore.





            Insomma, la solita prassi di chi ricicla lo


            stesso prodotto (vedansi masterizzatori DVD e


            televisori piatti) per venderlo 100 volte.





            questi aggegi sono fatti per chi deve leggere

            libri o documenti, non per leggere le storie di

            Topolino.

            Sono arrivati i geni.

            Allora, geniaccio, se su questi aggeggi (con due
            g) si devono leggere libri o documenti o
            quotidiani, perché spenderci soldi se poi si
            vedranno non alla stessa qualità di una stampa?

            Per garantire una buona vendita, un produttore
            dovrà fare un prodotto che si assomigli a
            qualcosa a cui è abituato l'acquirente, sennò
            l'aggeggio non vale la pena.

            E dato che le tecnologie attuali (vedasi OLED)
            permettono di ottenere miglior contrasti e più
            colori, perché allora fare un prodotto
            handicappato?

            Per venderlo a letterati come te, è ovvio!

            Poi, quando dopo 4 mesi usciranno i modelli a
            colori e tu avrai speso male i tuoi soldini, non
            andare a piangere da Archimede Pitagorico.Tu non sai cosa sia la qualità, fattene una ragione!
      • Anonimo scrive:
        Re: 16 livelli di grigio!!!!???
        per avere un buon contrasto basta 1 bitciao genio
        • Anonimo scrive:
          Re: 16 livelli di grigio!!!!???
          - Scritto da: Anonimo
          per avere un buon contrasto basta 1 bit
          ciao genioCiao, Scienza, se dici che basta 1 bit per avere contrasto, dici allora di avere uno schermo in bianco e nero, senza grigi.Buona idea, Scienza. Mi immagino le fotografie a 1 bit, stile china. E tu, Scienza, saresti disposto a spendere almeno 300 euro per un apparecchio che ti dà immagini a 1 bit...Geniale.Ciao Scienza.
          • Anonimo scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            per avere un buon contrasto basta 1 bit

            ciao genio

            Ciao, Scienza, se dici che basta 1 bit per avere
            contrasto, dici allora di avere uno schermo in
            bianco e nero, senza grigi.tu lo sai, vero, come si stampa un libro B/N o un quotidiano?
          • Anonimo scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            per avere un buon contrasto basta 1 bit


            ciao genio



            Ciao, Scienza, se dici che basta 1 bit per avere

            contrasto, dici allora di avere uno schermo in

            bianco e nero, senza grigi.

            tu lo sai, vero, come si stampa un libro B/N o un
            quotidiano?
            I libri si stampano a 2540 punti per pollice quadrato con una frequenza di 150 linee (o 175 linee nel caso di stampe con immagini artistiche), mentre per i quotidiani sono sufficienti 2400 ppi/100 linee.Non credere che sia sufficiente considerare che si stampano a 1 colore (anche se molte pagine sono stampati in quadricromia CMYK o CMYK + Pantone), senza considerare il fattore risoluzione.Se credi che uno schermo LCD abbia tali risoluzioni, beh, allora credo che sei un po' fuori strada.Ecco perché, caro Scienza, siccome uno schermo LCD a buon mercato può avere una risoluzione di 72 dpi, sarebbe opportuno che tali aggeggi possano avere il miglior contrasto e la miglior cromia possibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            Sono sempre io,dimenticavo:Le risoluzioni nella stampa servono a creare retinature, che permettono, con punti di grandezza variabile, di dare gli effetti di sfumatura e quindi di creare i vari passaggi (nel caso della stampa a 1 colore K) dal bianco verso il nero.Nell'elettronica, non è così.Per ogni sfumatura serve che si calcolino i valori acceso/spento, per cui, più bit si hanno a disposizione, più sfumature si possono dare a un'immagine.Un immagine a 1 bit ha solo bianco e nero (2 elevato 1). Non ha grigi. Un'immagine monocromatica a 2 bit (2 elevato 2) ne ha quattro di valori: bianco, nero e 2 grigi; e così via.Quando si parla di una scheda in grado di dare 16.777.216 colori, è perché si hanno a disposizione 8 bit per ogni colore RGB del monitor, cioè:2 elevato 8 = 256 tonalità per un colore;256 elevato 3 (colori) = 16.777.256 tonalità.Per avere immagini monocromatiche decenti, dovrebbero metterci una scheda da 8 bit (254 tonalità di grigi + bianco e nero).Solo così le immagini fotografiche dei quotidiani e delle copertine dei libri potranno vedersi in modo decente.Capito adesso, Scienza?
          • Anonimo scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            - Scritto da: Anonimo
            Sono sempre io,

            dimenticavo:

            [bla bla bla]Stai dicendo un sacco di cose che conoscono già tutti, ma il discorso fondamentale non cambia: quell'aggeggio, per lo scopo a cui è pensato, va benissimo anche così. Ovvio che ci saranno miglioramenti, ma anche con queste caratteristiche è decisamente interessantealtrimenti diciamo anche che la fotografia digitale è attualmente inutile, visto che le massime risoluzioni raggiungibili (escludendo dorsi digitali dai prezzi improponibili) sono 1/10 di quanto si riesce a fare con una pellicola 35mm di una qualsiasi macchinetta di cartone usa&getta...anch'io poi preferisco infinitamente usare la mia reflex 35mm nikon, ma ciò non toglie che la fotografia digitale sia migliore e più comoda in determinate circostanze, e che se non si fosse partiti con le macchinette da 320x240 non si sarebbe arrivati nemmeno ai 7Mpixel attuali.Addio, scienziato
          • Anonimo scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            - Scritto da: Anonimo

            tu lo sai, vero, come si stampa un libro B/N o

            un quotidiano?

            I libri si stampano a 2540 punti per pollice
            quadrato con una frequenza di 150 linee (o 175
            linee nel caso di stampe con immagini
            artistiche), mentre per i quotidiani sono
            sufficienti 2400 ppi/100 linee.Risposta errata, e comunque sviante.Che questo aggeggio abbia una bassa risoluzione non ci piove, ma che un bit (=un colore) potrebbe essere sufficiente è un altro
    • Anonimo scrive:
      Re: 16 livelli di grigio!!!!???
      forse lo fanno x tagliare i costi e aumentare la durata delle batterie!certo è che almeno un set di colori minimale sarebbe comodo (penso al giallo - evidenziatore!)cmq io lo prenderei al volo... mi sono rotto di stampare quintali di articoli per poterli leggere!
    • Anonimo scrive:
      Re: 16 livelli di grigio!!!!???
      - Scritto da: Anonimo
      :|

      ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla TV in
      bianco e nero??!?!?!Serve per leggere libri, quindi anche così va più che bene, almeno per me.Piuttosto, che non facciano come la Sony, che ha sfornato lettori capaci di leggere solo il SUO formato e nient'altro.
    • Enzo4510 scrive:
      Re: 16 livelli di grigio!!!!???
      - Scritto da: Anonimo
      :|

      ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla TV in
      bianco e nero??!?!?!

      ma almeno qualche migliaio di colori non potevano
      ficcarceli dentro questi signori? avrebbero
      allargato la tipologia di utilizzo!Ha una risoluzione di 1024*768 su uno schermo di 8 pollici. Non è niente male per leggere libri. Io pagherei parecchio per averlo adesso...Per altre applicazioni bisognerebbe considerare anche la velocità di refresh che non sono riuscito a trovare. Temo che che sia bassina e non vada bene ancora per i filmati.
      • Anonimo scrive:
        Re: 16 livelli di grigio!!!!???
        Se si deve sostituire il libro anche il semplice bianco e nero va bene; i 16 livelli di grigio servono probabilmente a visualizzare foto in qualità da giornale o poco più.Semmai ho qualche perplessità sui 1024x768; tuttavia su uno schemo da 8" equivalgono a 160 dpi che, anche se non è tantissimo, dovrebbe bastare anche per lunghi periodi di lettura.Va però detto che come parametro di confronto abbiamo solo l'LCD, mentre questa è un'altra tecnologia, quindi bisogna vederlo prima di giudicare.bye
        • avvelenato scrive:
          Re: 16 livelli di grigio!!!!???
          - Scritto da: Anonimo
          Se si deve sostituire il libro anche il semplice
          bianco e nero va bene; i 16 livelli di grigio
          servono probabilmente a visualizzare foto in
          qualità da giornale o poco più.

          Semmai ho qualche perplessità sui 1024x768;
          tuttavia su uno schemo da 8" equivalgono a 160
          dpi che, anche se non è tantissimo, dovrebbe
          bastare anche per lunghi periodi di lettura.
          Va però detto che come parametro di confronto
          abbiamo solo l'LCD, mentre questa è un'altra
          tecnologia, quindi bisogna vederlo prima di
          giudicare.

          bye

          i 16 livelli di grigio servono soprattutto per l'antialiasing dei font.160 dpi sono "pochini" per la stampa, anche se comunque superiori a molti schermi lcd e crt. L'antialias dei font è indispensabile per ricavarne ottima leggibilità.
    • Anonimo scrive:
      Re: 16 livelli di grigio!!!!???
      - Scritto da: Anonimo
      :|

      ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla TV in
      bianco e nero??!?!?!

      ma almeno qualche migliaio di colori non potevano
      ficcarceli dentro questi signori? avrebbero
      allargato la tipologia di utilizzo!

      (apple)ma non e' mica uno schermo a cristalli liquidihttp://www.fogliolapis.it/giugno2004-3.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: 16 livelli di grigio!!!!???

      ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla TV in
      bianco e nero??!?!?!
      ma almeno qualche migliaio di colori non potevano
      ficcarceli dentro questi signori? avrebbero
      allargato la tipologia di utilizzo!Vai a comprarli in edicola i fumetti, che ti costano meno. Anzi, la prossima volta che vai a prendere un libro in biblioteca, ammesso che tu lo faccia, lamentati perchè i caratteri sono tutti neri su fondo bianco, eccheccazz in fondo siamo nel 2006 e Gutenberg è morto da tempo... Geehhh....
      • avvelenato scrive:
        Re: 16 livelli di grigio!!!!???
        - Scritto da: Anonimo
        lamentati perchè i caratteri sono
        tutti neri su fondo bianco, eccheccazz in fondo
        siamo nel 2006 e Gutenberg è morto da tempo... ahahhah geniale, inventiamo un metodo di scrittura che attribuisca valori semantici o fonetici al colore (es: l'intonazione, che è una caratteristica che vien persa nella scrittura), cosa ne pensi? Potrebbe esser davvero un'evoluzione....!
    • Anonimo scrive:
      Re: 16 livelli di grigio!!!!???
      E CHI SE NE FOTTE..IL PROBLEMA VERO E' IL PREZZO.....(PER LEGGERE MICA HO BISOGNO DEI COLORI?!?!?)
    • Anonimo scrive:
      Re: 16 livelli di grigio!!!!???
      - Scritto da: Anonimo
      :|

      ...ma porca pu77@na, nel 2006 torniamo alla TV in
      bianco e nero??!?!?!

      ma almeno qualche migliaio di colori non potevano
      ficcarceli dentro questi signori? avrebbero
      allargato la tipologia di utilizzo!Certo, il colore sarebbe più bello, ma 16 livelli di grigio sono più che sufficienti per lo scopo previsto da questo lettore. O forse tu sfogli quotidiani stampati su carta fotografica o libri con tante figure (tipo le fiabe per bambini)? Inoltre la tecnologia che sta dietro a display di questo tipo è relativamente nuova, e realizzare un display a colori così grande sarebbe molto costoso. Ultimo, ma non meno importante, la durata della batteria, che con 16 livelli di grigio immagino possa assicurare un'autonomia maggiore. Ovvio che in futuro usciranno display migliori, accade in tuttii settori, non vedo perché non dovrebbe accadere qui...ciao (apple)
      • Anonimo scrive:
        Re: 16 livelli di grigio!!!!???
        Che gara a cazziare il post padre! Sono commosso.Tipico stile "io sono più avanti" dei lettori di questo forum... c'è da chiedersi come mai l'Italia sia ancora indietro con tutti questi intelligentoni in giro.
        • Anonimo scrive:
          Re: 16 livelli di grigio!!!!???
          - Scritto da: Anonimo
          Che gara a cazziare il post padre! Sono commosso.
          Tipico stile "io sono più avanti" dei lettori di
          questo forum... c'è da chiedersi come mai
          l'Italia sia ancora indietro con tutti questi
          intelligentoni in giro.Manie di persecuzione?
          • Anonimo scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            bhe per leggere libri nel senso stertto del termine , parole su pagine...questo prodotto è perfetto..poi se lo vogliamo adottare sui banchi delle elementari allora un pò di colore sarebbe meglio..che dire...questo dimostra che la strada è molto lunga e per ora viene data priorità alle funzioni fondamentali di fruiilità come il contrasto e la batteria....mi sembra una scelta saggia da parte dell'azienda..
        • Anonimo scrive:
          Re: 16 livelli di grigio!!!!???
          - Scritto da: Anonimo
          Che gara a cazziare il post padre! Sono commosso.Se sei l'autore del *post padre* potevi fare a meno di renderti ulteriormente ridicolo.Se sei un'altro, ti stai comportando nello stesso identico modo, cazziando chi ti ha risposto
          Tipico stile "io sono più avanti" dei lettori di
          questo forum...Quindi se uno dice una cazzata non gli si può obiettare niente perché altrimenti si fa passa per sbruffoni? Mapperpiacere!!!
          c'è da chiedersi come mai
          l'Italia sia ancora indietro con tutti questi
          intelligentoni in giro.C'è da chiedersi come mai non vada peggio visto ce c'è gente come te che non riesce a ragionare con un minimo di buonsenso...byez
        • Anonimo scrive:
          Re: 16 livelli di grigio!!!!???
          - Scritto da: Anonimo
          Che gara a cazziare il post padre! Sono commosso.
          Tipico stile "io sono più avanti" dei lettori di
          questo forum... c'è da chiedersi come mai
          l'Italia sia ancora indietro con tutti questi
          intelligentoni in giro.sono l'autore del post padre, lasciali perdere il forum di PI è un'accozzaglia di nevrotici depressi, se avessi detto che era un'idea geniale probabilmente mi avrebbero urlato tutti contro che volevano il colore!...colpa forse della firma utilizzata...?secondo me l'utilizzo di uno schermo monocromatico ne inibisce la fruibilità... vedi l'esempio giusto delle scuole ma anche un'utilizzo aziendale... e se devo sottolineare un errore come faccio? uso la penna rossa sopra il display?mah!..., solo una ulteriore dimostrazione che una discussione, tranquilla pacata e 'ragionata' su questo forum è impossibile...(apple)
          • avvelenato scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Che gara a cazziare il post padre! Sono
            commosso.

            Tipico stile "io sono più avanti" dei lettori di

            questo forum... c'è da chiedersi come mai

            l'Italia sia ancora indietro con tutti questi

            intelligentoni in giro.

            sono l'autore del post padre, lasciali perdere il
            forum di PI è un'accozzaglia di nevrotici
            depressi, se avessi detto che era un'idea geniale
            probabilmente mi avrebbero urlato tutti contro
            che volevano il colore!
            ...colpa forse della firma utilizzata...?
            guarda, se uno dice boiate è giusto che la cosa venga rimarcata, in modo che ignoranti non lo seguano dappresso:hai fatto una confusione incredibile tra dinamica (risoluzione del colore) e contrasto (il quoziente tra il valore massimo e il minimo del colore visualizzabile). La prima dipende dal numero di bits, il secondo no.Non ce l'ho con te, è il tuo post che era assurdo.
            secondo me l'utilizzo di uno schermo
            monocromatico ne inibisce la fruibilità... vedi
            l'esempio giusto delle scuole ma anche
            un'utilizzo aziendale...
            massì, non sto dicendo che col colore non sarebbe stato figo. Però, cazzarola fino a ieri le stampanti laser stampavano solo in b/n, eppure hanno avuto una diffusione incredibile, perché?
            e se devo sottolineare un errore come faccio? uso
            la penna rossa sopra il display?
            sottolinei con lo stiletto, la periferica ha un touch screen e a quanto ho letto può memorizzare note e appunti in un layer trasparente sovrapposto al testo visualizzato.
            mah!..., solo una ulteriore dimostrazione che una
            discussione, tranquilla pacata e 'ragionata' su
            questo forum è impossibile...

            (apple)Cerco di argomentare meglio: la qualità della periferica dovrebbe essere sufficiente per l'uso che se ne dovrà fare, ovvero la lettura, prevedibilmente e prevalentemente di documenti tecnici di mole onerosa, dove la lettura sarà circoscritta a poche pagine ma ci si potrà avvantaggiare delle funzionalità di ricerca.Poi per me, la risoluzione a 160dpi, unitamente ad un buon antialiasing dei font, personalmente sarebbe più che sufficiente per leggere un libro senza stancarmi; ma non è questo il target d'indirizzo (poi sono l'unico lettore che rinnega il fascino della carta del quale blaterano tutti i lettori... possibile che nessuno si stanchi mai di tenere un mattone -nel senso del peso- in mano e non trovare una cristosanto di posizione comoda per leggerlo senza ingobbirsi?!? )
          • Anonimo scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???

            guarda, se uno dice boiate è giusto che la cosa
            venga rimarcata, in modo che ignoranti non lo
            seguano dappresso:tipo? che boiate ho detto?
            hai fatto una confusione incredibile tra dinamica
            (risoluzione del colore) e contrasto (il
            quoziente tra il valore massimo e il minimo del
            colore visualizzabile). La prima dipende dal
            numero di bits, il secondo no.e secondo te in quale parte del mio "post padre":http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1238904&tid=1238904&p=1&r=PIio avrei fatto riferimenti a dinamica e contrasto?chi è che dice boiate?
            Non ce l'ho con te, è il tuo post che era assurdo.chi è che dice boiate?
            massì, non sto dicendo che col colore non sarebbe
            stato figo. Però, cazzarola fino a ieri le
            stampanti laser stampavano solo in b/n, eppure
            hanno avuto una diffusione incredibile, perché?non è la stessa cosa...


            e se devo sottolineare un errore come faccio?

            sottolinei con lo stiletto, la periferica ha un
            touch screen e a quanto ho letto può memorizzare
            note e appunti in un layer trasparente
            sovrapposto al testo visualizzato.blah!
            Cerco di argomentare meglio: la qualità della
            periferica dovrebbe essere sufficiente per l'uso
            che se ne dovrà fare, ovvero la lettura,allargare il tiro? no meglio vendere adesso in B/N e DOMANI con i colori.... giusto?...giusto...
            Poi per me, la risoluzione a 160dpi, unitamente
            ad un buon antialiasing dei font, personalmente
            sarebbe più che sufficiente per leggere un libro
            senza stancarmi; ma non è questo il target
            d'indirizzo (poi sono l'unico lettore che rinnega
            il fascino della carta del quale blaterano tutti
            i lettori... possibile che nessuno si stanchi mai
            di tenere un mattone -nel senso del peso- in mano
            e non trovare una cristosanto di posizione comoda
            per leggerlo senza ingobbirsi?!? )concordo, ma vuoi mettere l'odore ed il tatto che un buon libro nuovo ti trasmettono? vabbè sarò all'antica...(apple)
          • avvelenato scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            - Scritto da: Anonimo


            guarda, se uno dice boiate è giusto che la cosa

            venga rimarcata, in modo che ignoranti non lo

            seguano dappresso:

            tipo? che boiate ho detto?


            hai fatto una confusione incredibile tra
            dinamica

            (risoluzione del colore) e contrasto (il

            quoziente tra il valore massimo e il minimo del

            colore visualizzabile). La prima dipende dal

            numero di bits, il secondo no.

            e secondo te in quale parte del mio "post padre":
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1238

            io avrei fatto riferimenti a dinamica e contrasto?

            chi è che dice boiate?


            Non ce l'ho con te, è il tuo post che era
            assurdo.

            chi è che dice boiate?
            hai ragione. Ho fatto confusione con questo posthttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1238977&tid=1238904&p=1&r=PI#1238977Mea culpa, mea maxima culpa.(noterai che le battutaccie, da parte mia, si accaniscono soprattutto con quel post lì)

            massì, non sto dicendo che col colore non
            sarebbe

            stato figo. Però, cazzarola fino a ieri le

            stampanti laser stampavano solo in b/n, eppure

            hanno avuto una diffusione incredibile, perché?

            non è la stessa cosa...
            è la stessa cosa. Il concetto che voglio far passare è che intanto in bianco e nero la periferica rimane di un'utilità comunque indiscutibile. Il colore potrà essere una feature accessoria, quando diventerà tecnologicamente ed economicamente possibile applicarvelo. La stessa cosa delle stampanti laser a colori, che ci sono ma vengono usate in pochi ambiti. Per lo stesso motivo: prima era proibitivo svilupparle, adesso non lo è più ma rimangono comunque più costose delle b/n




            e se devo sottolineare un errore come faccio?



            sottolinei con lo stiletto, la periferica ha un

            touch screen e a quanto ho letto può memorizzare

            note e appunti in un layer trasparente

            sovrapposto al testo visualizzato.

            blah!
            Boh, io ho fatto così per 8 anni e mi è sempre andato bene. Non ho mai usato pastelli colorate o evidenziatori, solo la cara vecchia matita (al max un portamine). E direi che mi è bastato.Certo, non voglio sostenere che questo aggegio sia lo stesso che avere un libro sottomano. Piuttosto è complementare ad esso, e in molti casi sostitutivo e migliore.

            Cerco di argomentare meglio: la qualità della

            periferica dovrebbe essere sufficiente per l'uso

            che se ne dovrà fare, ovvero la lettura,

            allargare il tiro? no meglio vendere adesso in
            B/N e DOMANI con i colori.... giusto?

            ...giusto...
            cosa ti posso dire, sia io sia te, senza dati alla mano, possiamo credere nel complotto delle industrie contro l'utenza, che centellinano anche questa tecnologia in modo da mungerci meglio, oppure credere che davvero applicare 160dpi a colori possa essere tecnicamente tanto complesso da essere impossibile (visto che si tratta di un tipo di schermo nuovo che non funziona a luce emessa ma a luce riflessa. Come la carta).Cerchiamo di non farci prendere ogni volta dalla paranoia... per lo meno quando è ingiustificata.

            Poi per me, la risoluzione a 160dpi, unitamente

            ad un buon antialiasing dei font, personalmente

            sarebbe più che sufficiente per leggere un libro

            senza stancarmi; ma non è questo il target

            d'indirizzo (poi sono l'unico lettore che
            rinnega

            il fascino della carta del quale blaterano tutti

            i lettori... possibile che nessuno si stanchi
            mai

            di tenere un mattone -nel senso del peso- in
            mano

            e non trovare una cristosanto di posizione
            comoda

            per leggerlo senza ingobbirsi?!? )

            concordo, ma vuoi mettere l'odore ed il tatto che
            un buon libro nuovo ti trasmettono? vabbè sarò
            all'antica...

            (apple)Secondo me questa periferica non intende sostituire la lettura d'intrattenimento; anche se qualcuno potrà pensare di caricarci su i testi di liberliber e project gutenberg, la maggior parte degli utenti disposti a spendere 400 euro per una specie di palmare più grande, totalmente incapace di multimedialità video, senza colori, ecc ecc ecc è gente che finora si è arrangiata sviluppando muscoli delle braccia nel portare borse piene di scartoffie e una velocità nello sfogliare le pagine che ha dell'impressionante. Rende l'idea?ah, leggi anche su questo forum il mio intervento "sul colore". Cerco di ragionare sul perché la periferica è in b/n.==================================Modificato dall'autore il 22/12/2005 2.43.12
          • Anonimo scrive:
            Re: 16 livelli di grigio!!!!???
            - Scritto da: avvelenato

            (poi sono l'unico lettore che rinnega
            il fascino della carta del quale blaterano tutti
            i lettori... possibile che nessuno si stanchi mai
            di tenere un mattone -nel senso del peso- in mano
            e non trovare una cristosanto di posizione comoda
            per leggerlo senza ingobbirsi?!? )Non sei il solo.Appena riesco a mettere le mani su uno di questi gingilli compro i cd da liberliber e project gutenberg e me lo godo.
  • Anonimo scrive:
    Nelle scuole andrebbe usato
    Basta con libri pesanti una tonnellata (il più delle volte fatti comperare e portati a spasso senza sapere se li si utilizzerà o meno), attese esasperanti nelle librerie (che poi sono gli insegnanti a rompere le scatole: loro vogliono e basta...) senza dimenticare il continuo dispendio in termini di disboscamento
    • Anonimo scrive:
      Re: Nelle scuole andrebbe usato
      Sarebbe bello anche un bel dizionario o enciclopedia integrato...clikki con la penna su una parola e vien fuori un riquadrino con definizione e significato. E magari anche un vocabolario linguaA/linguaB...clikki su una parola e ti da' la traduzione...
      • deltree scrive:
        Re: Nelle scuole andrebbe usato
        - Scritto da: Anonimo
        Sarebbe bello anche un bel dizionario o
        enciclopedia integrato...clikki con la penna su
        una parola e vien fuori un riquadrino con
        definizione e significato. E magari anche un
        vocabolario linguaA/linguaB...clikki su una
        parola e ti da' la traduzione...I software di e-reading del mio palmare le fanno tutte queste cose, e il formato è veramente tascabile...
        • Anonimo scrive:
          Re: Nelle scuole andrebbe usato
          - Scritto da: deltree
          I software di e-reading del mio palmare le fanno
          tutte queste cose, e il formato è veramente
          tascabile...Si ma il palmare èpiù costosole batterie durano menodallo schermo è più piccolonon sempre con wirelessW l'ebook, se costerà veramente come l'ipod me lo compro anche io!
          • Anonimo scrive:
            Re: Nelle scuole andrebbe usato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: deltree

            I software di e-reading del mio palmare le fanno

            tutte queste cose, e il formato è veramente

            tascabile...

            Si ma il palmare è

            più costoso
            le batterie durano meno
            dallo schermo è più piccolo
            non sempre con wireless

            W l'ebook, se costerà veramente come l'ipod me lo
            compro anche io!un video ipod costa 450 euro.
    • Anonimo scrive:
      Editoria
      Chi lo và a dire alla mafia degli Editori? :D
      • Super_Treje scrive:
        Re: Editoria
        Glielo va' a dire l'open-source :D ghghhghghghg;)Casomai su piattaforme (win) (linux) (apple) (amiga) (atari) (c64) (rotfl) - Scritto da: Anonimo
        Chi lo và a dire alla mafia degli Editori? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Editoria
          glie va a dire il p2p...anni fa trovai 900 libri di narrativa mondiale dentro un .rar...non mle per cominciare a leggere...
      • avvelenato scrive:
        Re: Editoria
        - Scritto da: Anonimo
        Chi lo và a dire alla mafia degli Editori? :DNessuno, se ne accorgeranno loro allorché un preside lungimirante deciderà di incoraggiare (e magari finanziare) gli insegnanti a pdf-zzare le proprie dispense, magari su licenza creative commons, e a disporre di queste periferiche in comodato d'uso agli alunni che ne faranno richiesta.
Chiudi i commenti