Oslo: filtri bloccano i siti pedoporno

Dal mese prossimo il provider di stato norvegese porrà un filtro per bloccare in automatico l'accesso dei propri utenti a siti considerati illegali


Oslo (Norvegia) – Telenor, l’operatore norvegese controllato dallo Stato, dal mese prossimo bloccherà in automatico l’accesso a una quantità di siti considerati illegali: in questo modo i propri utenti troveranno un avviso al posto della pagina ricercata.

Non si tratta di censura, spiegano le autorità, ma di una mossa necessaria ad evitare che gli utenti norvegesi si connettano a siti pedopornografici e in un modo o nell’altro contribuiscano ad alimentare lo squallido business che quei siti rappresentano.

La lista dei siti bloccati, promettono quelli di Telenor, sarà continuamente aggiornata e verrà fornita da Kripos, la polizia criminale.

Chi raggiungerà una “pagina proibita” troverà un annuncio della polizia e un link al sito della stessa. La differenza con altri filtri, come quelli attivati da British Telecom nel Regno Unito , secondo Telenor, sta nel fatto che su richiesta degli utenti le singole URL potranno essere riaperte, qualora si ritenga che il blocco coinvolga siti “innocenti”.

“Questa – ha affermato il capo della Kripos, Arne Huuse – è prevenzione al massimo livello. Il filtro fermerà molti potenziali utenti, che riteniamo si trovino tra quelli Telenor, che ne comprende quasi un milione”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma ancora scaricate?
    vorrei sapere se c'è anncora tanta gente che scarica o meno?conoscete anche tizii che sono stati beccati?
  • Anonimo scrive:
    Ehi Molleggiato
  • Anonimo scrive:
    pirateria con tv ke registra?controsenso
    in televisione una delle solite multinazionali publicizzala televisione con hard disk su cui è possibile registrare e poi si lamentano del p2p2? ma come funziona?magari poi la multinazionale è la philips o la sony che guarda caso sono anche case discografiche?Come funziona? lanciano il prodotto e poi fanno un passo indietro?conclusione:sono solo interessi!registrare in film che non è una prima visione allora non è pirateria?mah....ho perso anche il filo del discorso come di solito fanno anche le multinazionali interessate a fare soldi, vendere masterizzatori, cd vergini ecc...e poi combattere la pirateria!ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria con tv ke registra?contros

      registrare in film che non è una
      prima visione allora non è pirateria?
      mah....ho perso anche il filo del discorso
      come di solito fanno anche le multinazionali
      interessate a fare soldi, vendere
      masterizzatori, cd vergini ecc...e poi
      combattere la pirateria!
      ciaoA parte qualche film ogni tanto non ho capito cosa dovrei registrarmi. Le schifezze che ci propone questa tv spazzatura? Un giochino con le letterine coi culi fuori? O la de filippi che ci propone costantino e i suoi ragazzetti aspiranti ballerini?? Che Dio me ne scampi....
  • Anonimo scrive:
    Io scarico quello che NON mi interessa.
    Il paradosso, nel mio caso, è che scarico quello che non mi interessa, o meglio quello che comunque non comprerei.Il discorso è semplicissimo, se un CD mi piace lo compro e ho i miei sudati 20 euro (li mortacci loro) lo compro, non c'è P2P che tenga. Se un CD non mi interessa non lo compro. Punto. In alternativa me lo scarico giusto per dargli un ascolto per sentire com'è, e magari (ma proprio magari) poi lo compro.Ma non è mai capitato fino ad ora che mi sia scaricato un CD che mi interessava invece che andare a comprarlo (o se l'ho scaricato era solo per favorirne la diffusione).Nel mio caso mai un euro è stato sottratto alle tasche dei nostri amati panettieri musicisti, tranquilli.L'alternativo allo scarico per me sarebbe stato NON ascoltare del tutto il CD in questione. Punto.Altro discorso i ragazzi che non hanno i famigerati 20 euro per comprarsi tutti i CD che vorrebbero. Quelli neanche volendo potrebbero accontentare il nostro Celentano, cosa vogliamo fare? Nessuno obbliga ad ascoltare musica, ma se è il pane dell'anima, come la mettiamo? Vogliamo lasciarli a digiuno? O vogliamo che ascoltino solo la radio? Ma fatemi il piacere. Volete più soldi? Iniziate a spiegarmi perchè pago una tassa SIAE cui CD-R che compro per salvare i miei lavori e le mie foto.Volete che la gente compri i vostri CD? Dovete convincerli che valga la pena, è inutile accanirsi con chi pensa che non valgano 20 euro.
  • Anonimo scrive:
    CELENTANO E LA MORI... DORMIRO' ?!?!
    Dopo aver saputo i dissapori tra i due... la mestizia mi prende, l'angoscia mi attanaglia...DORMIRO' STANOTTE !?!?!
  • Anonimo scrive:
    Sono malato?
    Dall'alba del P2P ho scaricato a palla, tanta c*cca che poi non ho nemmeno ascoltato, poi però qualcosa è scattato, *clic*, nella mia testolina ed è come se nulla valesse più la pena di essere scaricato... ora il 99% di quello che scarico è per amici/colleghi, tanto per giustificare l'abbonamento a fastweb.Qualcosa in me si è rotto, forse è la qualità della musica prodotta oggi, ma non riesco più ad appassionarmici; semplicemente la ascolto l'autoradio in macchina, ma difficilmente mi viene voglia di scaricare o tantomeno comprare la musica che sento.L'ultima mia speranza sono i R.E.M., l'unico gruppo musicale che mi rimane... il 4 ottobre uscirà l'album nuovo e speriamo che meriti, continuo a COMPRARE la loro musica perchè ancora non mi hanno tradito con album fuffa con 1 singolo buono e 9 brani di solo rumore statico.Sono malato?Cxar
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono malato?
      - Scritto da: Anonimo
      Dall'alba del P2P ho scaricato a palla,
      tanta c*cca che poi non ho nemmeno
      ascoltato, poi però qualcosa è
      scattato, *clic*, nella mia testolina ed
      è come se nulla valesse più la
      pena di essere scaricato... ora il 99% di
      quello che scarico è per
      amici/colleghi, tanto per giustificare
      l'abbonamento a fastweb.
      Qualcosa in me si è rotto, forse
      è la qualità della musica
      prodotta oggi, ma non riesco più ad
      appassionarmici; semplicemente la ascolto
      l'autoradio in macchina, ma difficilmente mi
      viene voglia di scaricare o tantomeno
      comprare la musica che sento.
      L'ultima mia speranza sono i R.E.M., l'unico
      gruppo musicale che mi rimane... il 4
      ottobre uscirà l'album nuovo e
      speriamo che meriti, continuo a COMPRARE la
      loro musica perchè ancora non mi
      hanno tradito con album fuffa con 1 singolo
      buono e 9 brani di solo rumore statico.
      Sono malato?

      CxarNo non sei malato, sei solo passato dalla fase: Download A Palla, alla fase: Ufff... Ma si, scarichiamo un po`...Secondo me dovresti sentire qualcosa di nuovo o di molto vecchio, per appassionarti ad altri generi.Di sicuro quello che senti in radio non ti aiuta a cercare roba di qualita`, tutte chiacchiere, pubblicita` e martellamento con i soliti pezzi momentaneamente in voga.Anche a me piacciono i REM fin dai primi album, fra cui i classici Green, Ducument, Out of Time, ma la loro musica, non e` che sia molto variata negli ultimi lavori.Ti ci vuole un po` di pepe.Cambia genere ogni tanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono malato?
        ma se up e reveal sono due album totalmente diversi dal resto della produzione dei rem...mah :) ricordatevi cmq che passano in italia a gennaio (milano e bolzano). andate che meritano, e davvero tanto!! ciao :)
  • Anonimo scrive:
    ...ma Celentano si vende ancora?
    ...scherzi a parte, perchè non istituire un costo a scaricamento, tipo 5 Euro per un cd in formato MP3 e 50 cent per un solo brano?E perchè, dopo 3 mesi dall'uscita di un CD, non dimezzarne il costo?Spesso la soluzione + semplice e + ovvia non piace a molti....
    • Anonimo scrive:
      Re: ...ma Celentano si vende ancora?
      - Scritto da: Anonimo
      ...scherzi a parte, perchè non
      istituire un costo a scaricamento, tipo 5
      Euro per un cd in formato MP3 e 50 cent per
      un solo brano?
      E perchè, dopo 3 mesi dall'uscita di
      un CD, non dimezzarne il costo?
      Spesso la soluzione + semplice e + ovvia non
      piace a molti....Ma infatti la vendita online esiste!!!Solo che...- Pretendono di ricavare per i file (costo di trasporto, distribuzione, immagazzinaggio, imballaggio, produzione del supporto fisico quasi pari a zero) praticamente la stessa cifra che ricavano per i cd.- Pretendono di venderti a quel prezzo file pieni di DRM per cui tu non sarai mai sicuro di poter ascoltare quei file su un altro computer, dispositivo portatile, sistema operativo ecc.E' ovvio che a tali condizioni la vendita online non può decollare...
      • Anonimo scrive:
        Re: ...ma Celentano si vende ancora?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...scherzi a parte, perchè non

        istituire un costo a scaricamento, tipo
        5

        Euro per un cd in formato MP3 e 50 cent
        per

        un solo brano?

        E perchè, dopo 3 mesi
        dall'uscita di

        un CD, non dimezzarne il costo?

        Spesso la soluzione + semplice e +
        ovvia non

        piace a molti....

        Ma infatti la vendita online esiste!!!

        Solo che...

        - Pretendono di ricavare per i file (costo
        di trasporto, distribuzione,
        immagazzinaggio, imballaggio, produzione del
        supporto fisico quasi pari a zero)
        praticamente la stessa cifra che ricavano
        per i cd.
        Eh, magari!!!! Vogiono ricavarci TROPPO di più!!!!
        - Pretendono di venderti a quel prezzo file
        pieni di DRM per cui tu non sarai mai sicuro
        di poter ascoltare quei file su un altro
        computer, dispositivo portatile, sistema
        operativo ecc.

        E' ovvio che a tali condizioni la vendita
        online non può decollare...
        • Anonimo scrive:
          Re: ...ma Celentano si vende ancora?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          ...scherzi a parte, perchè
          non


          istituire un costo a scaricamento,
          tipo

          5


          Euro per un cd in formato MP3 e 50
          cent

          per


          un solo brano?


          E perchè, dopo 3 mesi

          dall'uscita di


          un CD, non dimezzarne il costo?


          Spesso la soluzione + semplice e +

          ovvia non


          piace a molti....



          Ma infatti la vendita online esiste!!!



          Solo che...



          - Pretendono di ricavare per i file
          (costo

          di trasporto, distribuzione,

          immagazzinaggio, imballaggio,
          produzione del

          supporto fisico quasi pari a zero)

          praticamente la stessa cifra che
          ricavano

          per i cd.



          Eh, magari!!!! Vogiono ricavarci TROPPO di
          più!!!!

          Occhio che ho detto ricavare (prezzo di vendita), non guadagnare (ricavo - costi)!
  • Anonimo scrive:
    Ma chi se ne frega di Celentano?
    Certo la morale non può farla un'ipocrita pieno zeppo di soldi, figuriamoci poi le sue patetiche conclusioni sull'economia... se voleva far ridere ci è riuscito
  • Anonimo scrive:


    ti consiglio un buon analista...


    ti consiglio un buon analista...E a te auguro una buonissima canzone rubata.Che t'insegni a vivere... Con tanto di carcere.
  • Anonimo scrive:
    Ma vuoi mettere la comodita'?
    Per lavoro e per studio sono spesso davanti al pcse mi dovessi ascoltare la musica con i cd dovrei scegliere un cd dal mobiletto, andare a metterlo nello stereo(il lettore del pc solitamente e' impegnato)farlo partire e dopo mezzora (perche' tanto durano le recenti uscite)andare a prendere un altro e sostituirlo al precedenteE invece che faccio?click winampclick add file/add dirplaySiamo al solitoabbiamo la tecnologia che ci rende la vita piu' comodama la nostra societa' bacata ci impedisce di usarla perche' DOBBIAMO COMPRARE IL CDma andate a quel paese
    • Anonimo scrive:
      Ma vuoi mettere la tua IPOCRISIA?

      Siamo al solito
      abbiamo la tecnologia che ci rende la vita
      piu' comoda
      ma la nostra societa' bacata ci impedisce di
      usarla
      perche' DOBBIAMO COMPRARE IL CD
      ma andate a quel paesesiamo alle soliteabbiamo la tecnologia che ci rende la vita più comodama la tua ipocrisia ti impedisce di usarlaperchè NON VUOI SBORSARE UN CENTESIMOma vai a comprare su ITunes o simili !
  • Anonimo scrive:
    Campare coi concerti
    Gli storici cantanti italiani come celentano,dalla,zucchero,etc...penso siano gli ultimi a doversi preoccupare di non poter piu'campare con la vendita dei loro dischiA parte che anche col p2p continuano a vendere milioni di dischiio a questi apocalittici scenari che illustrano un mondo dove tutti scaricano e nessuno compra non ci credoE' come dire che nessuno compra piu' il giornale perche' lo leggonotutti via internet o meglio ancoranessuno legge il giornale perche' tutti vedono i tiggi in tvE' una cavolataL'unico danno che puo' fare il p2p e' sostituirsi alla radio semmaiE nenche mi dispiace poi tanto vista la monnezza che trasmettonoAd ogni modo i cantanti dovrebbero smettere di lamentarsi della venditadei loro dischi sperando invece che ci sia tanta gente chescarica la loro musica, se la sente, gli piace e poicorre in massa a riempire i botteghini ai concertiSONO I CONCERTI CHE DOVREBBERO FAR CAMPARE UN ARTISTAsu quello bisognerebbe puntarepiu' spazi x suonarepiu' serata e manifestazioni in tutta italiaMa e' davvero cosi' arduo campare solo con le proprie performance live???
    • Anonimo scrive:
      Re: Campare coi concerti
      Quoto in Pieno!!Ma la (remota) possibilità che alcune radio possano ridimensionarsi fa paura in quanto potrebbe comportare una perdita del "cerebral - control" che i media (non player) esercitano sull'utenza.Si facesserero piu concerti in tutta la penisola e non solo in alcune città...Si riaprissero i locali in cui esiste un bar ed un palco per esibizioni...si facesse pure pagare un biglietto equo per l'ingresso e la consumazione....:..Gli artisti guadagnerebbero lo stesso (eccome!) e la gente sarebbe "veramente libera" di decretare il successo (ed il guadagno) di chiunque artista degno di esserlo.Il P2P tornerebbe ad essere quellò che sostanzialemnte è: un modo per scambiarsi informazioni, un sistema per comunicare e per accrescere la cultura delle persone. Con buona pace per i miliardari (Celentano e co.) italiani. per quelli che pur non pagare le tasse si sono trasferiti in Svizzera (Mina) e per i titolari di case discografiche più volte andate vicine al fallimento (la CgD della Sig.ra Caselli) anche quando gli unici computer disponibilie erano i commodore64
      • Anonimo scrive:
        bah

        Il P2P tornerebbe ad essere quellò
        che sostanzialemnte è: un modo per
        scambiarsi informazioni, un sistema per
        comunicare e per accrescere la cultura delle
        persone. "tornerebbe ad essere quello che è".... ossimoro.Sarebbe divertente vedere che percentuale del materiale scambiato è "cultura". Certo, i confini di quello che è considerabile cultura sono opinabili, però...Fate un semplice esperimento: nella finestrella di ricerca di un programma p2p digitate i seguenti nomi:Bach (il più grande musicista di tutti i tempi credo :-)Britney Spears (il più grande bluff di tutti i tempi)guardate quanti risultati avete, per l'uno e per l'altra. Io non lo posso fare perchè ho smesso di p2ppare molto tempo fa e non ho programmi installati.sappiatemi dire
    • Anonimo scrive:
      ma per favore...

      SONO I CONCERTI CHE DOVREBBERO FAR CAMPARE
      UN ARTISTA
      su quello bisognerebbe puntare
      piu' spazi x suonare
      piu' serata e manifestazioni in tutta italia
      Ma e' davvero cosi' arduo campare solo con
      le proprie performance live???prima di tutto: ma cosa credete, che scrivere in maiuscolo rafforzi i vostri imperativi categorici?se un artista volesse vivere solo di concerti, quella dovrebbe essere una sua scelta, e non tua.poi: se non sei un vero big (Vasco/Eros) credo che sia veramente difficile vivere di soli concerti; e comunque anche se lo fosse, stare on the road 365 giorni all'anno, ammesso che si possa sempre trovare pubblico per un periodo così lungo, è una cosa che farebbe impazzire chiunque:Che ne diresti tu di stare 11 mesi all'anno a dormire in stanze d'albergo, lontano dalla tua famiglia, vivendo di giorno sugli aerei/autobus/treni? senza mai sapere se potrai contare su biancheria pulita/stirata domani? mangiando sempre al ristorante? per non contare sul fatto che se sei un cantante, uno schedule di 11 mesi con 3/4 concerti a sera farebbe a pezzi la tua voce dopo poco tempo. Mai sentito parlare di tour promoter che sono finiti con il sedere per terra perchè non hanno venduto abbastanza biglietti? mai sentito parlare di artisti che non vengono pagati a fine concerto per questo motivo? Secondo te anche un Vasco Rossi riuscirebbe a riempire stadi tutto l'anno? ammesso anche che girasse per locali da 2-300 posti, non credi che dopo un pò si sputtanerebbe? sicuramente non potrebbe portarsi dietro il sound/light system che ha se dovesse girare l'italia per pub e locali, e pagare tutti quei musicisti facendo quadrare i conti sarebbe dura.Lo sapete che negli u.s.a. se sei un gruppo non famoso, per suonare in un locale devi PAGARE... sissignore, l'offerta è così ampia che devi garantire al gestore del locale un numero minimo di biglietti venduti... se non ce la fai, il gestore si trattiene parte degli strumenti come pegno, fino a ripianamento del debito!Provateci voi a vivere di soli concerti... oppure informatevi un pò.leggetevi questo ad esempio:http://www.soundlite.it/articoli/2000/set00/caputo_3.html
  • Anonimo scrive:
    Piero Peluuuuuu
    Ho sentito dalla viva voce di Piero Pelù durante un concerto su MTV i seguenti commenti sul p2p. Praticamente Pelù dice che mentre alcune forme di spettacolo, lirica, teatro, ecc. hanno spesso sovvenzioni da parte dello Stato, la "musica per i giovani" non ha alcuna sovvenzione e quindi non è giusto copiarla ma va acquistata regolarmente e si auspica che i prezzi possano essere ridimensionati. Io mi chiedo quanto deve guadagnare un cantante col suo gruppo per poter continuare la sua attività senza problemi. Possibile che non vi sia un modo per contenere le spese e quindi anche i prezzi dei cd? In effetti bisogna considerare che ci sono musicisti più "economici" e musicisti costosi. Se consideriamo ad esempio tutto quello che debbono allestire i Pink Floyd per una tournée..Ad ogni modo non sono affatto convinto che il p2p riduca i guadagni degli artisti. Se sei appassionato di Pelù molto probabilmente non ti accontenti degli mp3, ma vuoi il cd originale col suo libretto, ecc. Personalmente uso il p2p per conoscere nuovi artisti e quando vedo che un artista merita un ascolto di qualità vado a comprarmi i cd originali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Piero Peluuuuuu
      beh se uno è fan di pelu' e' giusto allora che si faccia turlupinare 20 euri per qualsiasi cd come si dice dalle mie parti....."pe bischeri un c'e' paradiso"...ah gia' dimenticavo.....povero pelu'......ma perche' prima di parlare non collega il cervello?? (sempre che lo abbia..) e dire che e' un mio "compaesano"......mah.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Piero Peluuuuuu
      ebbasta con sta storia che se mi piace dopo lo vado a comprare !!!!io NON LI HO 20 euro da spendere !!!!!e quindi scarico ! non rinuncio alla musica ! è una delle poche cose che mi da sollievo in sta vita !
      • Anonimo scrive:
        ipocrita
        - Scritto da: Anonimo
        ebbasta con sta storia che se mi piace dopo
        lo vado a comprare !!!!
        io NON LI HO 20 euro da spendere !!!!!
        e quindi scarico ! non rinuncio alla musica
        ! è una delle poche cose che mi da
        sollievo in sta vita !Però i soldi per la banda larga li hai.prova un po' a fare l'onesto almeno con te stesso va.
        • Anonimo scrive:
          Re: ipocrita
          la banda larga mi serve per lavorare e non ci posso rinunciare.sei come gli ospiti della defilippi: basta una parola e senza sapere nulla di più giù giudizi e insuli a palate.bravo
        • Anonimo scrive:
          Re: ipocrita
          ipocrita è chi dice che dopo va a prendersi l'originale....lo faranno un 10% di quelli che dicono di farlo
        • Anonimo scrive:
          Re: ipocrita
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          ebbasta con sta storia che se mi piace
          dopo

          lo vado a comprare !!!!

          io NON LI HO 20 euro da spendere !!!!!

          e quindi scarico ! non rinuncio alla
          musica

          ! è una delle poche cose che mi
          da

          sollievo in sta vita !


          Però i soldi per la banda larga li
          hai.
          prova un po' a fare l'onesto almeno con te
          stesso va.Beh un mese di banda larga (sia pure ai prezzi gonfiati che ci sono in Italia) vale sicuramente più di due CD di fuffa (sempre ai prezzi gonfiati che ci sono in Italia)... e non è detto che se uno abbia i soldi per l'una li abbia per forza anche per gli altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            -

            Beh un mese di banda larga (sia pure ai
            prezzi gonfiati che ci sono in Italia) vale
            sicuramente più di due CD di fuffa
            (sempre ai prezzi gonfiati che ci sono in
            Italia)... e non è detto che se uno
            abbia i soldi per l'una li abbia per forza
            anche per gli altri.Si vabbè, però sarebbe il caso di fare gli onesti almeno con se stessi.Io non guadagno tanto e mia moglie facendo l'insegnante non di ruolo lavora oggi sì e domani no, in più abbiamo 2 figli.Questo onestamente non mi impedisce ne di comperarmi un paio di dvd o cd, ne tantomeno di togliermi qualche sfizio ogni tanto.Ma vi rendete conto che siete tutti qui a piangere miseria come se domani non aveste i soldi per comperare da mangiare???Questo non è reale dai.Anche perchè di gente che si lamenta e dice allora io scarico gratis ne conosco tantissima.Salvo poi fargli notare che una serata in pizzeria costa ben più di un cd, senza parlare di discoteca o altro.Certo bisogna fare delle scelte, e comunque non nego che i prezzi siano alti.Questo però non significa che per fare i comodacci miei in qualche maniera devo andare a ledere qualcun'altro ( e io sono uno assolutamente contrario a canoni RAI e tasse SIAE ).Però è veramente ora di piantarla di raccontare che non si hanno i soldi per musica e film.
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo

            -


            Beh un mese di banda larga (sia pure ai

            prezzi gonfiati che ci sono in Italia)
            vale

            sicuramente più di due CD di
            fuffa

            (sempre ai prezzi gonfiati che ci sono
            in

            Italia)... e non è detto che se
            uno

            abbia i soldi per l'una li abbia per
            forza

            anche per gli altri.

            Si vabbè, però sarebbe il caso
            di fare gli onesti almeno con se stessi.
            Io non guadagno tanto e mia moglie facendo
            l'insegnante non di ruolo lavora oggi
            sì e domani no, in più abbiamo
            2 figli.
            Questo onestamente non mi impedisce ne di
            comperarmi un paio di dvd o cd, ne tantomeno
            di togliermi qualche sfizio ogni tanto.
            Ma vi rendete conto che siete tutti qui a
            piangere miseria come se domani non aveste i
            soldi per comperare da mangiare???
            Questo non è reale dai.
            Anche perchè di gente che si lamenta
            e dice allora io scarico gratis ne conosco
            tantissima.
            Salvo poi fargli notare che una serata in
            pizzeria costa ben più di un cd,
            senza parlare di discoteca o altro.
            Certo bisogna fare delle scelte, e comunque
            non nego che i prezzi siano alti.
            Questo però non significa che per
            fare i comodacci miei in qualche maniera
            devo andare a ledere qualcun'altro ( e io
            sono uno assolutamente contrario a canoni
            RAI e tasse SIAE ).
            Però è veramente ora di
            piantarla di raccontare che non si hanno i
            soldi per musica e film.E' però un dato di fatto che di soldi per il 'non strettamente indispensabile' la gente ne abbia sempre meno. E quindi molti devono fare delle scelte. E sento molta gente rinunciare sempre più anche alle pizzerie ed ai ristoranti comunque.Un compromesso fra il 'a scrocco' e il 'a prezzi folli' avrebbe grandissimi benefici, se i cd costassero 8-9 euro la gente si potrebbe permettere, ad esempio di rischiare l'acquisto di opere di artisti che non conosce, ampliando così la propria cultura musicale. Se invece un cd costa 20 euro nessuno ne 'rischierà' l'acquisto, e magari si limiterà a comprare solo ciò che viene pompato dalla pubblicità. Ma forse è proprio questo ciò che vogliono le major...Comunque io vorrei che si risolvesse una volta per tutte questo equivoco: musica e film sono 'arte e cultura' o prodotti commerciali? Nel secondo caso li mettano pure al prezzo che vogliono ma io NON VOGLIO CHE NEMMENO UN EURO dei soldi che pago di tasse vada a finanziare queste 'opere'. Nel primo caso, se sono arte e cultura voglio che vengano eliminati i monopoli di fatto che ci sono ora e che la fruizione venga resa più economica per i 'meno abbienti'.
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            -



            Beh un mese di banda larga (sia
            pure ai


            prezzi gonfiati che ci sono in
            Italia)

            vale


            sicuramente più di due CD di

            fuffa


            (sempre ai prezzi gonfiati che ci
            sono

            in


            Italia)... e non è detto
            che se

            uno


            abbia i soldi per l'una li abbia
            per

            forza


            anche per gli altri.



            Si vabbè, però sarebbe il
            caso

            di fare gli onesti almeno con se stessi.

            Io non guadagno tanto e mia moglie
            facendo

            l'insegnante non di ruolo lavora oggi

            sì e domani no, in più
            abbiamo

            2 figli.

            Questo onestamente non mi impedisce ne
            di

            comperarmi un paio di dvd o cd, ne
            tantomeno

            di togliermi qualche sfizio ogni tanto.

            Ma vi rendete conto che siete tutti qui
            a

            piangere miseria come se domani non
            aveste i

            soldi per comperare da mangiare???

            Questo non è reale dai.

            Anche perchè di gente che si
            lamenta

            e dice allora io scarico gratis ne
            conosco

            tantissima.

            Salvo poi fargli notare che una serata
            in

            pizzeria costa ben più di un cd,

            senza parlare di discoteca o altro.

            Certo bisogna fare delle scelte, e
            comunque

            non nego che i prezzi siano alti.

            Questo però non significa che per

            fare i comodacci miei in qualche maniera

            devo andare a ledere qualcun'altro ( e
            io

            sono uno assolutamente contrario a
            canoni

            RAI e tasse SIAE ).

            Però è veramente ora di

            piantarla di raccontare che non si
            hanno i

            soldi per musica e film.

            E' però un dato di fatto che di soldi
            per il 'non strettamente indispensabile' la
            gente ne abbia sempre meno. E quindi molti
            devono fare delle scelte. E sento molta
            gente rinunciare sempre più anche
            alle pizzerie ed ai ristoranti comunque.
            Un compromesso fra il 'a scrocco' e il 'a
            prezzi folli' avrebbe grandissimi benefici,
            se i cd costassero 8-9 euro la gente si
            potrebbe permettere, ad esempio di rischiare
            l'acquisto di opere di artisti che non
            conosce, ampliando così la propria
            cultura musicale. Se invece un cd costa 20
            euro nessuno ne 'rischierà'
            l'acquisto, e magari si limiterà a
            comprare solo ciò che viene pompato
            dalla pubblicità. Ma forse è
            proprio questo ciò che vogliono le
            major...

            Comunque io vorrei che si risolvesse una
            volta per tutte questo equivoco: musica e
            film sono 'arte e cultura' o prodotti
            commerciali? Nel secondo caso li mettano
            pure al prezzo che vogliono ma io NON VOGLIO
            CHE NEMMENO UN EURO dei soldi che pago di
            tasse vada a finanziare queste 'opere'. Nel
            primo caso, se sono arte e cultura voglio
            che vengano eliminati i monopoli di fatto
            che ci sono ora e che la fruizione venga
            resa più economica per i 'meno
            abbienti'.Sono assolutamente d'accordo con te , i prezzi possono e devono essere abbassati.Anche perchè è assurdo che lo stesso DVD lo si trovi in edicola a 10-15? e in negozio a 25-30.Condivido anche la tua opinione su prodotti commerciali e cultura.Questo però non toglie che una marea di gente urli ai 4 venti di non avere soldi solo per autogiustificarsi del fatto che compie un atto illegale.Anche il pane costa troppo, ma mica andiamo tutti a rubare dal panettiere no???E mi sembra che il pane sia un genere ben più importante di un CD o DVD.
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            -




            Beh un mese di banda larga
            (sia

            pure ai



            prezzi gonfiati che ci sono in

            Italia)


            vale



            sicuramente più di due
            CD di


            fuffa



            (sempre ai prezzi gonfiati
            che ci

            sono


            in



            Italia)... e non è
            detto

            che se


            uno



            abbia i soldi per l'una li
            abbia

            per


            forza



            anche per gli altri.





            Si vabbè, però
            sarebbe il

            caso


            di fare gli onesti almeno con se
            stessi.


            Io non guadagno tanto e mia moglie

            facendo


            l'insegnante non di ruolo lavora
            oggi


            sì e domani no, in
            più

            abbiamo


            2 figli.


            Questo onestamente non mi
            impedisce ne

            di


            comperarmi un paio di dvd o cd, ne

            tantomeno


            di togliermi qualche sfizio ogni
            tanto.


            Ma vi rendete conto che siete
            tutti qui

            a


            piangere miseria come se domani non

            aveste i


            soldi per comperare da mangiare???


            Questo non è reale dai.


            Anche perchè di gente che si

            lamenta


            e dice allora io scarico gratis ne

            conosco


            tantissima.


            Salvo poi fargli notare che una
            serata

            in


            pizzeria costa ben più di
            un cd,


            senza parlare di discoteca o altro.


            Certo bisogna fare delle scelte, e

            comunque


            non nego che i prezzi siano alti.


            Questo però non significa
            che per


            fare i comodacci miei in qualche
            maniera


            devo andare a ledere qualcun'altro
            ( e

            io


            sono uno assolutamente contrario a

            canoni


            RAI e tasse SIAE ).


            Però è veramente ora
            di


            piantarla di raccontare che non si

            hanno i


            soldi per musica e film.



            E' però un dato di fatto che di
            soldi

            per il 'non strettamente
            indispensabile' la

            gente ne abbia sempre meno. E quindi
            molti

            devono fare delle scelte. E sento molta

            gente rinunciare sempre più anche

            alle pizzerie ed ai ristoranti comunque.

            Un compromesso fra il 'a scrocco' e il
            'a

            prezzi folli' avrebbe grandissimi
            benefici,

            se i cd costassero 8-9 euro la gente si

            potrebbe permettere, ad esempio di
            rischiare

            l'acquisto di opere di artisti che non

            conosce, ampliando così la
            propria

            cultura musicale. Se invece un cd costa
            20

            euro nessuno ne 'rischierà'

            l'acquisto, e magari si limiterà
            a

            comprare solo ciò che viene
            pompato

            dalla pubblicità. Ma forse
            è

            proprio questo ciò che vogliono
            le

            major...



            Comunque io vorrei che si risolvesse una

            volta per tutte questo equivoco: musica
            e

            film sono 'arte e cultura' o prodotti

            commerciali? Nel secondo caso li mettano

            pure al prezzo che vogliono ma io NON
            VOGLIO

            CHE NEMMENO UN EURO dei soldi che pago
            di

            tasse vada a finanziare queste 'opere'.
            Nel

            primo caso, se sono arte e cultura
            voglio

            che vengano eliminati i monopoli di
            fatto

            che ci sono ora e che la fruizione venga

            resa più economica per i 'meno

            abbienti'.


            Sono assolutamente d'accordo con te , i
            prezzi possono e devono essere abbassati.
            Anche perchè è assurdo che lo
            stesso DVD lo si trovi in edicola a 10-15? e
            in negozio a 25-30.
            Condivido anche la tua opinione su prodotti
            commerciali e cultura.
            Questo però non toglie che una marea
            di gente urli ai 4 venti di non avere soldi
            solo per autogiustificarsi del fatto che
            compie un atto illegale.
            Anche il pane costa troppo, ma mica andiamo
            tutti a rubare dal panettiere no???Perchè la gente che certe cose non se le può permettere non le ruba nei negozi???
            E mi sembra che il pane sia un genere ben
            più importante di un CD o DVD.Che non vengono RUBATI perchè nessuno spossessa l'autore o il proprietario del BENE!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita

            Perchè la gente che certe cose non se
            le può permettere non le ruba nei
            negozi???


            E mi sembra che il pane sia un genere
            ben

            più importante di un CD o DVD.

            Che non vengono RUBATI perchè nessuno
            spossessa l'autore o il proprietario del
            BENE!!!!
            Beh, intanto uno che ruba per mangiare è un conto e uno che ruba per vedere un film è ben altro ( mi sembra ).E poi comunque chi ruba nei negozi è un ladro, e lo sa.Mica dice di non esserlo, al massimo se ha rubato da mangiare si giustifica...... ma non cerca di far passare il principio che rubare è giusto.E poi è una scelta di correttezza morale anche quella.Guarda che in Italia di fame non muore nessuno, se non hai i soldi per mangiare ci sono centinaia di mense per i poveri.Se non hai i soldi per i vestiti puoi andare presso tutte le associazioni preposte ( o le parrocchie che hanno u servizio apposta).E anche se non hai un posto dove dormire è una tua scelta quella di dormire all'aperto perchè di posti ce ne sono.Certo prova ad andare ala Caritas ( o chi altro) e dire: " guarda io mangio, mi vesto e ho un letto dove dormire....però mi manca tanto la musica e vorrei anche vedere dei bei film, non è che mi organizzate una cosa del genere così non devo rubarli via internet ??? Ah sì , perchè naturalmente ho anche pc e banda larga."
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo
            Guarda che in Italia di fame non muore
            nessuno, se non hai i soldi per mangiare ci
            sono centinaia di mense per i poveri.
            Se non hai i soldi per i vestiti puoi andare
            presso tutte le associazioni preposte ( o le
            parrocchie che hanno u servizio apposta).
            E anche se non hai un posto dove dormire
            è una tua scelta quella di dormire
            all'aperto perchè di posti ce ne
            sono.Per sopravvivere immagino che si possa, ma coltivare un po' di cultura, farsi delle idee (leggendo, vedendo film non scemi, ecc.), quello gratis non te lo da' nessuno, per cui il tuo discorso e' molto riduttivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo
            Per sopravvivere immagino che si possa, ma
            coltivare un po' di cultura, farsi delle
            idee (leggendo, vedendo film non scemi,
            ecc.), quello gratis non te lo da' nessuno,
            per cui il tuo discorso e' molto riduttivo.
            Mai sentito parlare delle biblioteche? Sì lo so qualcuno dirà che hanno proposto di far pagare il prestito dei libri, però adesso il loro accesso è gratuito quindi anche i poveri volendo possono leggere e farsi una cultura
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita


            Sono assolutamente d'accordo con te , i
            prezzi possono e devono essere abbassati.
            Anche perchè è assurdo che lo
            stesso DVD lo si trovi in edicola a 10-15? e
            in negozio a 25-30.
            Condivido anche la tua opinione su prodotti
            commerciali e cultura.
            Questo però non toglie che una marea
            di gente urli ai 4 venti di non avere soldi
            solo per autogiustificarsi del fatto che
            compie un atto illegale.
            Anche il pane costa troppo, ma mica andiamo
            tutti a rubare dal panettiere no???
            E mi sembra che il pane sia un genere ben
            più importante di un CD o DVD.Ma il pane non costa 'così' troppo. Immagina se per il pane ci fosse un 'cartello' come quello che c'è per la musica, cosa succederebbe? Inoltre mi pare che il prezzo del pane sia calmierato per legge...Il fatto è che c'è chi esagera sia da un lato che dall'altro, e al giusto equilibrio non si arriverà mai.
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita


            Ma il pane non costa 'così' troppo.
            Immagina se per il pane ci fosse un
            'cartello' come quello che c'è per la
            musica, cosa succederebbe? Inoltre mi pare
            che il prezzo del pane sia calmierato per
            legge...
            Il fatto è che c'è chi esagera
            sia da un lato che dall'altro, e al giusto
            equilibrio non si arriverà mai.
            Ehilà Beppe !!!!Ma come li fai i conti.Ma ci vai a comperare il pane o lo dici per sentito dire? A parte che il calmiere prezzo per il pane è una burla in quanto la maggior parte dei panettieri non lo mette nemmeno in forno quello che costa poco.Il prezzo poi non è così basso come dici tu, forse ti basi sulle 4 michette al giorno che comperi.Prova però a moltiplicare per 30 ( numero medio di giorni in un mese in cui ti mangi il pane).Forse forse ti ravvedi.Comunque concordo con te, il giusto sta nel mezzo.E per raggiungerlo bisognerebbe far dialogare sul serio i fruitori di musica e film con le major.Finchè ognuni vede e coltiva solo il proprio orticello la cosa non cambierà mai. Però missà che visto che loro hanno la forza di farsi fare leggi ad Ok nel lisca lo prendiamo noi utenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo




            Ma il pane non costa 'così'
            troppo.

            Immagina se per il pane ci fosse un

            'cartello' come quello che c'è
            per la

            musica, cosa succederebbe? Inoltre mi
            pare

            che il prezzo del pane sia calmierato
            per

            legge...

            Il fatto è che c'è chi
            esagera

            sia da un lato che dall'altro, e al
            giusto

            equilibrio non si arriverà mai.



            Ehilà Beppe !!!!
            Ma come li fai i conti.
            Ma ci vai a comperare il pane o lo dici per
            sentito dire?
            A parte che il calmiere prezzo per il pane
            è una burla in quanto la maggior
            parte dei panettieri non lo mette nemmeno in
            forno quello che costa poco.
            Il prezzo poi non è così basso
            come dici tu, forse ti basi sulle 4 michette
            al giorno che comperi.
            Prova però a moltiplicare per 30 (
            numero medio di giorni in un mese in cui ti
            mangi il pane).
            Forse forse ti ravvedi.
            Comunque concordo con te, il giusto sta nel
            mezzo.
            E per raggiungerlo bisognerebbe far
            dialogare sul serio i fruitori di musica e
            film con le major.
            Finchè ognuni vede e coltiva solo il
            proprio orticello la cosa non
            cambierà mai.
            Però missà che visto che loro
            hanno la forza di farsi fare leggi ad Ok nel
            lisca lo prendiamo noi utenti.Effettivamente a casa il pane non lo vade a comprare io, lo ammetto :D . Però non vedo nemmeno (non nella mia zona almeno) panettieri andare in giro in Ferrari o organizzare feste di matrimonio da milioni di dollari, e mi pare che il loro lavoro sia tutt'altro che facile e comodo. Insomma il gap tra valore del prodotto/servizio percepito e prezzo pagato mi pare molto ma molto inferiore nel caso del pane piuttosto che nel caso dei cd/dvd, dove ci sono delle storture evidenti (tipo dvd che costano il triplo dello stesso film in vhs).E' questa diversa 'percezione' uno dei motivi per cui anche chi non si sognerebbe mai di rubare il pane dal panettiere non si fa nessuno scrupolo a copiare (che comunque è diverso da rubare, sia linguisticamente che come effetto) un'opera senza pagarla.
          • rumenta scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo

            -


            Beh un mese di banda larga (sia pure ai

            prezzi gonfiati che ci sono in Italia)
            vale

            sicuramente più di due CD di
            fuffa

            (sempre ai prezzi gonfiati che ci sono
            in

            Italia)... e non è detto che se
            uno

            abbia i soldi per l'una li abbia per
            forza

            anche per gli altri.

            Si vabbè, però sarebbe il caso
            di fare gli onesti almeno con se stessi.
            Io non guadagno tanto e mia moglie facendo
            l'insegnante non di ruolo lavora oggi
            sì e domani no, in più abbiamo
            2 figli.
            Questo onestamente non mi impedisce ne di
            comperarmi un paio di dvd o cd, ne tantomeno
            di togliermi qualche sfizio ogni tanto."ogni tanto" cosa vuol dire??che risparmi tutto l'anno e poi riesci a permetterteli?
            Ma vi rendete conto che siete tutti qui a
            piangere miseria come se domani non aveste i
            soldi per comperare da mangiare???
            Questo non è reale dai.sulla base di quali osservazioni tu affermi questo??un giro di battute tra gli amici al bar??
            Anche perchè di gente che si lamenta
            e dice allora io scarico gratis ne conosco
            tantissima.
            Salvo poi fargli notare che una serata in
            pizzeria costa ben più di un cd,
            senza parlare di discoteca o altro.appunto..... 3 cd = 1 cena fuori (quando va bene).preferisco la seconda, e lo faccio da circa 10 anni, ben da prima che esistesse il P2P.
            Certo bisogna fare delle scelte, e comunque
            non nego che i prezzi siano alti.quale generosità......
            Questo però non significa che per
            fare i comodacci miei in qualche maniera
            devo andare a ledere qualcun'altro ( e io
            sono uno assolutamente contrario a canoni
            RAI e tasse SIAE ).
            Però è veramente ora di
            piantarla di raccontare che non si hanno i
            soldi per musica e film.allora diciamo che NON HO I SOLDI PER PERMETTERMI DI FARMI PRENDERE PER I FONDELLI DA QUESTI S(BIIIIIPPP). ti suona meglio così??
          • Anonimo scrive:
            Re: cafone


            "ogni tanto" cosa vuol dire??
            che risparmi tutto l'anno e poi riesci a
            permetterteli?No anche di più , ma non sono così paranoico da sclerare se non ho l'ultimo film appena uscito o l'ultimo CD del cantante vattelapesca.
            sulla base di quali osservazioni tu affermi
            questo??
            un giro di battute tra gli amici al bar??
            No, esperienza diretta di uno che si alza tutti i giorni per tirare avanti la baracca, e tu ???
            appunto..... 3 cd = 1 cena fuori (quando va
            bene).
            preferisco la seconda, e lo faccio da circa
            10 anni, ben da prima che esistesse il P2P.
            E allora cos'hai da berciare????

            Certo bisogna fare delle scelte, e
            comunque

            non nego che i prezzi siano alti.

            quale generosità......
            Prego ducaconte.
            allora diciamo che NON HO I SOLDI PER
            PERMETTERMI DI FARMI PRENDERE PER I FONDELLI
            DA QUESTI S(BIIIIIPPP).

            ti suona meglio così??Urlare non ti fa avere ragione sai, fa solo capire agli altri che sei uno zotico, cafone , ignorante che non avendo nulla di concreto da dire preferisce aggredire per nascondersi dietro alla vacuità della sua materia grigia.
          • rumenta scrive:
            Re: ma LOL :)
            - Scritto da: Anonimo



            "ogni tanto" cosa vuol dire??

            che risparmi tutto l'anno e poi riesci a

            permetterteli?

            No anche di più , ma non sono
            così paranoico da sclerare se non ho
            l'ultimo film appena uscito o l'ultimo CD
            del cantante vattelapesca.bene, sono contento per te :)


            sulla base di quali osservazioni tu
            affermi

            questo??

            un giro di battute tra gli amici al
            bar??


            No, esperienza diretta di uno che si alza
            tutti i giorni per tirare avanti la baracca,
            e tu ???allora, essendo una TUA esperienza personale, NON è una statistica significativa.... CVD :)


            appunto..... 3 cd = 1 cena fuori
            (quando va

            bene).

            preferisco la seconda, e lo faccio da
            circa

            10 anni, ben da prima che esistesse il
            P2P.


            E allora cos'hai da berciare????dal DE MAURO:berciare ber|cià|rev.intr. (io bèrcio; avere)1 parlare a voce eccessivamente alta e in modo sguaiato2 estens., cantare in modo stonato; rar. anche tr.: b. canzoniio nulla, tu invece??



            Certo bisogna fare delle scelte, e

            comunque


            non nego che i prezzi siano alti.



            quale generosità......


            Prego ducaconte.


            allora diciamo che NON HO I SOLDI PER

            PERMETTERMI DI FARMI PRENDERE PER I
            FONDELLI

            DA QUESTI S(BIIIIIPPP).



            ti suona meglio così??

            Urlare non ti fa avere ragione sai, fa solo
            capire agli altri che sei uno zotico, cafone
            , ignorante ma prego, detti da te sono senz'altro i migliori complimenti che io abbia mai ricevuto in tutta la mia vita.... ne sono veramente lusingato :Dche non avendo nulla di concreto
            da dire questa è solo una tua opinione, ovviamente..... e altrettanto ovviamente NON fa testo :Dpreferisce aggredire per nascondersi
            dietro alla vacuità della sua materia
            grigia.ma LOL.... se ti avessi aggredito dubito che saresti in grado di scrivere alcunchè.... comunque, a prescindere da chi sia o meno l'aggredito, sono semplicemente stufo di sentire persone (se così ti si può definire) che persistono nel giustificare una presa per i fondelli di questo calibro.se a te piace farti prendere in giro bene, scommetto che ad oggi non avrai nemmeno più la necessità di ungerti abbondantemente di vasellina.a me NON piace quindi , come più sopra ti ho chiarito, da anni non acquisto più prodotti della cosiddetta industria dell'entertainment.quindi sii gentile, vai a giustificare questi ladri con qualcun altro, che a me fate (tu e loro) solo un gran ribrezzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma LOL :)
          • Anonimo scrive:
            Moderatore scorretto
          • Straha scrive:
            Re: Moderatore scorretto
          • Anonimo scrive:
            Re: Moderatore scorretto
            - Scritto da: Straha

            - Scritto da: Anonimo

            Ehi capo, comè che quello urla ,
            dice

            parolacce , minaccia e tu niente mentre

            quando gli rispondo io mi censuri ????

            Non è che sei un pochino

            partigiano?????

            chi è che ha iniziato a conferire
            epiteti??
            a me pare sia stato tu.
            a rileggere i post precedenti il primo
            "cafone" ecc... mi pare sia partito da te, e
            non è detto che scrivere maiuscolo
            debba essere per forza come "urlare".

            secondo me stai sbagliando tutto......Spiacente caro, nelle chat come nelle comunicazioni tramite internet scrivere maiuscolo equivale ad urlare in mala maniera.Magari non ne siete al corrente, ma allora dovete informarvi sulle regole da seguire durante le conversazioni.
          • Straha scrive:
            Re: Moderatore scorretto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Straha



            - Scritto da: Anonimo


            Ehi capo, comè che quello
            urla ,

            dice


            parolacce , minaccia e tu niente
            mentre


            quando gli rispondo io mi censuri
            ????


            Non è che sei un pochino


            partigiano?????



            chi è che ha iniziato a conferire

            epiteti??

            a me pare sia stato tu.

            a rileggere i post precedenti il primo

            "cafone" ecc... mi pare sia partito da
            te, e

            non è detto che scrivere
            maiuscolo

            debba essere per forza come "urlare".



            secondo me stai sbagliando tutto......

            Spiacente caro, nelle chat come nelle
            comunicazioni tramite internet scrivere
            maiuscolo equivale ad urlare in mala
            maniera.urlare forse si (e non in tutti i forum), in mala maniera non saprei.
            Magari non ne siete al corrente, ma allora
            dovete informarvi sulle regole da seguire
            durante le conversazioni.certo, allora però tu segui quelle della comune educazione, se non vuoi essere censurato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Moderatore scorretto
            Vabbè ognuno la vede alla sua maniera , comunque finiamola che siamo completamente OT.
          • rumenta scrive:
            Anonimo, sei finito nelle X rosse... LOL
          • Anonimo scrive:
            Re: Anonimo, sei finito nelle X rosse... LOL
          • rumenta scrive:
            Re: Anonimo, sei finito nelle X rosse...
            - Scritto da: Anonimo
            Si vede che tanto imparziale non è.
            Comunque così mi piaci, cordiale e
            gentile ( magari prima o poi midiventi pure
            simpatico).
            Allora parlare diventa utile.ma LOL..... parlare è SEMPRE utile!!sennò perchè frequenteremmo i forum?? si imparano un'infinità di cose :)e se proprio vuoi ci si può vedere in palestra, che appianiamo (o spianiamo? ;) ) le divergenze :Dcmq insisto, non te la prendere, il tipo ha censurato/spostato anche parecchi dei miei interventi :|roba da matti..... ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Anonimo, sei finito nelle X rosse...
            - Scritto da: rumenta

            - Scritto da: Anonimo

            Si vede che tanto imparziale non
            è.

            Comunque così mi piaci, cordiale
            e

            gentile ( magari prima o poi midiventi
            pure

            simpatico).

            Allora parlare diventa utile.

            ma LOL..... parlare è SEMPRE utile!!
            sennò perchè frequenteremmo i
            forum?? si imparano un'infinità di
            cose :)

            e se proprio vuoi ci si può vedere in
            palestra, che appianiamo (o spianiamo? ;) )
            le divergenze :D

            cmq insisto, non te la prendere, il tipo ha
            censurato/spostato anche parecchi dei miei
            interventi :|
            roba da matti..... ;)Mah ... le divergenze mi sembrano spianate ma se vuoi ( e se non sei troppo lontano ) in palestra per divertirci ci si può comunque trovare, come ti ho detto per me è un invito a nozzeNon lo dico ne con cattiveria ne con sarcasmo è che mi diverto effettivamente.Basta non ci sia la manifesta volontà di disintegrarsi con cattiveria poi per il resto a ruota libera che è bellissimo.E poi dopo una birra.
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo
            Si vabbè, però sarebbe il caso
            di fare gli onesti almeno con se stessi.
            Io non guadagno tanto e mia moglie facendo
            l'insegnante non di ruolo lavora oggi
            sì e domani no, in più abbiamo
            2 figli.Ho 23 anni e percepisco uno stipendio di 900 euro al mese.Con questi soldi pago meta' affitto (corrisponde circa a meta' stipendio.dimenticavo:vivo con i miei e partecipo alle spese di casa) pago l'abbonamento internet, i vestiti e le uscite oltre che togliermi qualche sfizio: quindi i cd li compro, attenzione, dopo attenta valutazione (quindi previo scaricamento).Tutto questo per dire: si, uso il p2p e non rubo niente a chicchessia.Sfido chiunque a dire il contrario.Non potro' mai andarmene di casa con uno stipendio del genere... magari guardare anche il contorno ogni tanto non farebbe male.
            Questo onestamente non mi impedisce ne di
            comperarmi un paio di dvd o cd, ne tantomeno
            di togliermi qualche sfizio ogni tanto.
            Ma vi rendete conto che siete tutti qui a
            piangere miseria come se domani non aveste i
            soldi per comperare da mangiare???Perche'? lo fa la FIAT, lo fa l'Alitalia... lo fanno addirittura le Major...loro ricevono aiuti, io no.Eppure loro economicamente stanno molto meglio di me.Perche' io non posso?Sono servo della gleba?sono diverso da loro?Se vuoi parlare, vedi di dire cose sensate senza sparare panzane a raffica, grazie.
            Questo non è reale dai.
            Anche perchè di gente che si lamenta
            e dice allora io scarico gratis ne conosco
            tantissima.Io conosco altrettanta gente che parla come te, poi in casa ha le muraglie di cd masterizzati alte sino al soffitto.
            Salvo poi fargli notare che una serata in
            pizzeria costa ben più di un cd,
            senza parlare di discoteca o altro.Questo e' un altro discorso, sono spese che per natura intrinseca non hanno surrogati: stiamo parlando di beni di diverso tipo insomma.
            Certo bisogna fare delle scelte, e comunque
            non nego che i prezzi siano alti.Complimenti, e dire che era lapalissiano.
            Questo però non significa che per
            fare i comodacci miei in qualche maniera
            devo andare a ledere qualcun'altro ( e io
            sono uno assolutamente contrario a canoni
            RAI e tasse SIAE ).Una gabella stupida, non fa altro che far venire voglia di piratare.Se non altro per rientrare nelle spese.
            Però è veramente ora di
            piantarla di raccontare che non si hanno i
            soldi per musica e film.Vediamo prima di aumentare gli stipendi e piantarla con contratti capestro del cazzo (cfr. contratto a progetto, mi si passi il "francesismo") poi magari possiamo evitare i blocchi dei prezzi e pubblicita' stupide ed inutili come quella del "grazie per aver comprato".Collericamente (e polemicamente) vostro,UlixAmiga lover since 1985
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita

            Ho 23 anni e percepisco uno stipendio di 900
            euro al mese.
            Con questi soldi pago meta' affitto
            (corrisponde circa a meta'
            stipendio.dimenticavo:vivo con i miei e
            partecipo alle spese di casa) pago
            l'abbonamento internet, i vestiti e le
            uscite oltre che togliermi qualche sfizio:
            quindi i cd li compro, attenzione, dopo
            attenta valutazione (quindi previo
            scaricamento).Tutto questo per dire: si, uso
            il p2p e non rubo niente a chicchessia.Sfido
            chiunque a dire il contrario.
            Non potro' mai andarmene di casa con uno
            stipendio del genere... magari guardare
            anche il contorno ogni tanto non farebbe
            male.
            Bene , bisognerebbe fare tutti come te ( anche io faccio così).

            Perche'? lo fa la FIAT, lo fa l'Alitalia...
            lo fanno addirittura le Major...loro
            ricevono aiuti, io no.Eppure loro
            economicamente stanno molto meglio di me.
            Perche' io non posso?Sono servo della gleba?
            sono diverso da loro?Se vuoi parlare, vedi
            di dire cose sensate senza sparare panzane a
            raffica, grazie.
            E ate chi dice che sono panzane, mi conosci ? sai quanto prendo di stipendio? sai se per caso non scoccia anche a me mantenere con il mio lavoro i cassaintegrati all'80% senza fare un tubo??? E adesso che mi è finito il contratto io contro chi protesto ?? pensi forse di essere l'unico a lavorare a progetto ????

            Io conosco altrettanta gente che parla come
            te, poi in casa ha le muraglie di cd
            masterizzati alte sino al soffitto.
            Certo li ho anche io, però non lo giustifico dicendo che lo faccio perchè non ho i soldi.Sto zitto e basta.Al limite quando ho i soldi se il DVD o il CD mi piacciono sul serio faccio come te e me li compero; anche perchè la qualità di ciò che gira in internet basta appena per una valutazione.
            Questo e' un altro discorso, sono spese che
            per natura intrinseca non hanno surrogati:
            stiamo parlando di beni di diverso tipo
            insomma.
            Si sono prodotti diversi, intendevo dire che uno che si lamenta perchè non ha i soldi per un CD e poi si spara 13? per una pizza e una birra è un pochino ipocrita.O perlomeno è uno che non sa fare delle scelte e cerca di autogiustificarsi.
            Una gabella stupida, non fa altro che far
            venire voglia di piratare.Se non altro per
            rientrare nelle spese.
            Sono d'accordo, ma allora perchè non rubiamo la benzina???Quella è piena di gabelle
            Vediamo prima di aumentare gli stipendi e
            piantarla con contratti capestro del cazzo
            (cfr. contratto a progetto, mi si passi il
            "francesismo") poi magari possiamo evitare i
            blocchi dei prezzi e pubblicita' stupide ed
            inutili come quella del "grazie per aver
            comprato".
            Rileggiti il commento sopra, non sei l'unico che lavora con contratti capestro.Se non si può avere una cosa sarebbe più saggio rinunciarvi piuttosto che rubarla giustificandosi no???Senza pane si muore di fame ma senza musica o film si può vivere tranquillamente
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita

            Ho 23 anni e percepisco uno stipendio di 900
            euro al mese.
            Collericamente (e polemicamente) vostro,
            Ulix
            Amiga lover since 1985Azz che precocità, usavi l'amiga anche quando eri nel pancione della mamma?????
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            ebbasta con sta storia che se mi
            piace

            dopo


            lo vado a comprare !!!!


            io NON LI HO 20 euro da spendere
            !!!!!


            e quindi scarico ! non rinuncio
            alla

            musica


            ! è una delle poche cose
            che mi

            da


            sollievo in sta vita !





            Però i soldi per la banda larga
            li

            hai.

            prova un po' a fare l'onesto almeno con
            te

            stesso va.

            Beh un mese di banda larga (sia pure ai
            prezzi gonfiati che ci sono in Italia) vale
            sicuramente più di due CD di fuffa
            (sempre ai prezzi gonfiati che ci sono in
            Italia)... e non è detto che se uno
            abbia i soldi per l'una li abbia per forza
            anche per gli altri.Sì, ma con 20 euro ci compri 1 cd, con 20 euro di banda larga ne scarichi 100!!!Quindi.....
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            io con il p2p ho comprato quello che meritava dal mio punto di vista.
          • Anonimo scrive:
            Re: ipocrita
            - Scritto da: Anonimo
            io con il p2p ho comprato quello che
            meritava dal mio punto di vista.

            Quindi quello che ritenevi valido l'hai poi comprato e quello che non ritenevi valido lo hai cancellato?
  • Anonimo scrive:
    Il re degli ignoranti....
    mi sembra che il povero celentano abbia gia' esposto in passato la sua condizione (vedi titolo) ....e adesso ancor di piu' la rabadisce......
    • Anonimo scrive:
      Re: Il re degli ignoranti....

      titolo) ....e adesso ancor di piu' la
      rabadisce......Rabadisce?? mi sa che quì l'ignorante sei tu. Lascia stare Adriano, almeno lui ha sfondato, tu sai solo fare errori di ortografia e perdere tempo :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Il re degli ignoranti....
        beh ignorante nn lo sono........il "LA" era riferito alla "condizione" visto che era il soggetto della frase......mi sa' che il tempo lo sprechi soltanto tu! ciao ciao saputello...
        • Anonimo scrive:
          Re: Il re degli ignoranti....
          - Scritto da: Anonimo
          beh ignorante nn lo sono........il "LA" era
          riferito alla "condizione" visto che era il
          soggetto della frase......mi sa' che il
          tempo lo sprechi soltanto tu! ciao ciao
          saputello... E allora spiegami cosa significa RABADIRE.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il re degli ignoranti....
            uhm......che scrivo troppo veloce sulla tastiera?? o che mi sono scordato di reimpostarla in italiano?..Per il primo motivo nn ci posso fare nulla......se son troppo veloce.....per il secondo caso invece....daro' un occhio alle impostazioni di linux.......
  • Anonimo scrive:
    CHI SCARICA FILE PIRATA SARA' TERMINATO
    Scende in campo Terminator per colpire chi condivide file in reteArnold Schwarzenegger, e chi se non lui? Il governatore della California ha siglato nei giorni scorsi una nuova legge che vieta ai dipendenti pubblici di scaricare da Internet, qualsiasi materiale protetto da copyright. Così lo stato meridionale statunitense diventa il primo dove sarà vietato il file-sharing, la condivisione in rete delle proprie cartelle. Le università subito si schierano: non diventeremo i poliziotti di Internet. L'Electronic Frontier Foundation di San Francisco: il provvedimento di Schwarzenegger è un "puro esercizio simbolico".
    • Anonimo scrive:
      Re: CHI SCARICA FILE PIRATA SARA' TERMINATO
      e pensa te...che per il ns caro t-1000 negli stati uniti vogliono cambiare pure la costituzione (che in merito dice che un cittadino nato in altri paesi nn puo' essere eletto presidente) proprio per poterlo presentare alle elezioni......speriamo in skynet......
      • Anonimo scrive:
        Re: CHI SCARICA FILE PIRATA SARA' TERMINATO
        - Scritto da: Anonimo
        e pensa te...che per il ns caro t-1000 negli
        stati uniti vogliono cambiare pure la
        costituzione (che in merito dice che un
        cittadino nato in altri paesi nn puo' essere
        eletto presidente) proprio per poterlo
        presentare alle elezioni......speriamo in
        skynet...... Ma che T1000! È solo un misero T800...
        • Anonimo scrive:
          Re: CHI SCARICA FILE PIRATA SARA' TERMINATO
          mauauua t800....con 4 bypass pero'......a forza di prendere ormoni "a"steroidi e porcherie simili........o forse....gia'....forse nn gli hanno cambiato l'olio......e s'e' incriccato.....
  • Anonimo scrive:
    Sono un pirata: le mie confessioni
    Io scarico giornalmente via p2p musica, film, programmi, al solo fine di fruire di tali opere senza sborsare denaro e magari di passarle poi a qualche amico che na sua volta le diffonderà.Mi sembrava giusto intervenire visti gli svariati interventi di persone che in questi forum sostengono di usare il p2p solo al fine di testare e poi acquistare l'opera, così aumentando di fatto la diffusione della stessa.Scrivo queste righe per riequilibrare (solo in minima parte visti i moltissimi interventi in senso opposto presenti su PI) il rapporto fra chi usa il p2p senza voler pirateggiare e chi invece lo fa.Mi sono sentito in dovere di dare voce alla nutritissima categoria della quale faccio parte, visto che fin'ora non aveva avuto voce (o coraggio). Dato che siamo il 99% degli utilizzatori del p2p mi sembrava giusto far sentire il nostro peso, poichè, essendo in pratica la quasi totalità, si dia un lettura più veritiera del fenomeno.Purtroppo sono da solo a rivendicare la nostra maggioranza. Spero che i restanti milioni di pirati del p2p si facciano avanti per dare la possibilità a chi vuole a tutti i costi colorare il p2p come un fenomeno (ho detto fenomeno, NON strumento) lecito di prendere atto che le sue intenzioni, seppur ammirevoli, non sono sostenute dalla reale fenomenologia del mondo p2p. Quest'ultimo, pur offrendo ai ben intenzionati legittimi strumenti per testare dei prodotti, di convesso offre ai malintenzionati come me, e ai miei milioni di colleghi, il modo per perseguire con facilità ed estrema efficacia i nostri subdoli scopiA presto
    • Anonimo scrive:
      finalmente...
      ....qualcuno che con un pò di sarcasmo dice la verità.- Scritto da: Anonimo
      Io scarico giornalmente via p2p musica,
      film, programmi, al solo fine di fruire di
      tali opere senza sborsare denaro e magari di
      passarle poi a qualche amico che na sua
      volta le diffonderà.

      Mi sembrava giusto intervenire visti gli
      svariati interventi di persone che in
      questi forum sostengono di usare il p2p solo
      al fine di testare e poi acquistare
      l'opera, così aumentando di fatto la
      diffusione della stessa.

      Scrivo queste righe per riequilibrare (solo
      in minima parte visti i moltissimi
      interventi in senso opposto presenti su PI)
      il rapporto fra chi usa il p2p senza voler
      pirateggiare e chi invece lo fa.

      Mi sono sentito in dovere di dare voce alla
      nutritissima categoria della quale faccio
      parte, visto che fin'ora non aveva avuto
      voce (o coraggio). Dato che siamo il 99%
      degli utilizzatori del p2p mi sembrava
      giusto far sentire il nostro peso,
      poichè, essendo in pratica la quasi
      totalità, si dia un lettura
      più veritiera del fenomeno.

      Purtroppo sono da solo a rivendicare la
      nostra maggioranza. Spero che i restanti
      milioni di pirati del p2p si facciano avanti
      per dare la possibilità a chi vuole a
      tutti i costi colorare il p2p come un
      fenomeno (ho detto fenomeno, NON strumento)
      lecito di prendere atto che le sue
      intenzioni, seppur ammirevoli, non sono
      sostenute dalla reale fenomenologia del
      mondo p2p. Quest'ultimo, pur offrendo ai ben
      intenzionati legittimi strumenti per testare
      dei prodotti, di convesso offre ai
      malintenzionati come me, e ai miei milioni
      di colleghi, il modo per perseguire con
      facilità ed estrema efficacia i
      nostri subdoli scopi

      A presto
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono un pirata: le mie confessioni
      sei un pirata o un buffone?
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono un pirata: le mie confessioni
        - Scritto da: Anonimo
        sei un pirata o un buffone?La tua dialettica mi annichilisce. Mi hai proprio colpito con la tua acutissima domanda. Sinceramente non ti so rispondere, magari dopo telefomno al mio consulente di filologia e poi, se lui riesce ad aiutarmi, ti rispondo.
        • rumenta scrive:
          Re: Sono un pirata: le mie confessioni
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          sei un pirata o un buffone?

          La tua dialettica mi annichilisce. Mi hai
          proprio colpito con la tua acutissima
          domanda. Sinceramente non ti so rispondere,
          magari dopo telefomno al mio consulente di
          filologia e poi, se lui riesce ad aiutarmi,
          ti rispondo.non credo fosse dialettica, era una semplice domanda alla quale tu, ovviamente, non VUOI rispondere :Dcomunque se veramente non sai rispondere, prova a telefonare al tuo analista, forse riesce a chiarirti le idee ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono un pirata: le mie confessioni
      SEI UN GRANDE !!!!
    • Anonimo scrive:
      SEI UN GRANDE !!!
      GRANDISSIMO !!!
      • FAM scrive:
        Re: SEI UN GRANDE !!!
        - Scritto da: Anonimo
        GRANDISSIMO !!!Si, è grandissimo soprattutto ad aver le palle a scrivere ste' cose.Nessuno gli ha detto che PI tiene l'ip e risalendo ai log la gdf và subito a casa sua a prendere il tè? (e non solo)cmq non ho capito dove voleva andare a parare, un pò fumoso, un pò inconcludente (se il significato non è: rubo e continuo)
        • Anonimo scrive:
          Re: SEI UN GRANDE !!!
          - Scritto da: FAM

          - Scritto da: Anonimo

          GRANDISSIMO !!!

          Si, è grandissimo soprattutto ad aver
          le palle a scrivere ste' cose.
          Nessuno gli ha detto che PI tiene l'ip e
          risalendo ai log la gdf và subito a
          casa sua a prendere il tè? (e non
          solo)

          cmq non ho capito dove voleva andare a
          parare, un pò fumoso, un pò
          inconcludente (se il significato non
          è: rubo e continuo)W la censura!!!
        • Anonimo scrive:
          Che PxxLLE co sta storia!!
          Che palle co sta storia dell'IP e della GDF , a parte che nessuno andrà a casa di nessuno solo per semplici parole buttate là sul web e poi si sà che la maggior parte di quelli che scrivono lo fanno da dietro una lan aziendale (Come me) e quindi l'indirizzo ip che appare a PI è quello del proxy dell'azienda (Che nel mio caso è anche pubblica quindi non rischia niente !!)!!Ciaoo
          • Anonimo scrive:
            Re: Che PxxLLE co sta storia!!
            - Scritto da: Anonimo
            Che palle co sta storia dell'IP e della GDF
            , a parte che nessuno andrà a casa di
            nessuno solo per semplici parole buttate
            là sul web e poi si sà che la
            maggior parte di quelli che scrivono lo
            fanno da dietro una lan aziendale (Come me)
            e quindi l'indirizzo ip che appare a PI
            è quello del proxy dell'azienda (Che
            nel mio caso è anche pubblica quindi
            non rischia niente !!)!!


            Ciaooe se quel proxy ha i log dei siti visitati? :D
          • FAM scrive:
            Re: Che PxxLLE co sta storia!!
            - Scritto da: Anonimo
            Che palle co sta storia dell'IP e della GDF
            , a parte che nessuno andrà a casa di
            nessuno solo per semplici parole buttate
            là sul web e poi si sà che la
            maggior parte di quelli che scrivono lo
            fanno da dietro una lan aziendale (Come me)
            e quindi l'indirizzo ip che appare a PI
            è quello del proxy dell'azienda (Che
            nel mio caso è anche pubblica quindi
            non rischia niente !!)!!


            Ciaoonon è che l'azienda pubblica è il ministero dei beni culturali eh?;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Beh allora
      allora - molte aziende dovrebbero confessare di aver venduto prodotti scadenti a prezzi elevati- molti artisti dovrebbero confessare di aver prodotto film o musica di scarsa qualità a soli scopi di guadagno- molti supermercati dovrebbero confessare di nascondere sistematicamente i prodotti più economici negli scaffali più bassi e irraggiungibili- alcune case automobilistiche dovrebbero confessare di vendere auto piene di difetti per poi sistemarli alla buona al primo tagliando, per risparmiare sui costi- molti artigiani e autonomi dovrebbero confessare di non emettere le fatture o ricevute- molte imprese dovrebbero confessare di costruire con materiali si scarsa qualità per aumentare i margini- ecc. ecc.
      • Anonimo scrive:
        Re: Beh allora
        Ragazzi, questo è vangelo !!! - Scritto da: Anonimo
        allora
        - molte aziende dovrebbero confessare di
        aver venduto prodotti scadenti a prezzi
        elevati
        - molti artisti dovrebbero confessare di
        aver prodotto film o musica di scarsa
        qualità a soli scopi di guadagno
        - molti supermercati dovrebbero confessare
        di nascondere sistematicamente i prodotti
        più economici negli scaffali
        più bassi e irraggiungibili
        - alcune case automobilistiche dovrebbero
        confessare di vendere auto piene di difetti
        per poi sistemarli alla buona al primo
        tagliando, per risparmiare sui costi
        - molti artigiani e autonomi dovrebbero
        confessare di non emettere le fatture o
        ricevute
        - molte imprese dovrebbero confessare di
        costruire con materiali si scarsa
        qualità per aumentare i margini
        - ecc. ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono un pirata: le mie confessioni
      - Scritto da: Anonimo
      Io scarico giornalmente via p2p musica,
      film, programmi, al solo fine di fruire di
      tali opere senza sborsare denaro e magari di
      passarle poi a qualche amico che na sua
      volta le diffonderà.

      Mi sembrava giusto intervenire visti gli
      svariati interventi di persone che in
      questi forum sostengono di usare il p2p solo
      al fine di testare e poi acquistare
      l'opera, così aumentando di fatto la
      diffusione della stessa.

      Scrivo queste righe per riequilibrare (solo
      in minima parte visti i moltissimi
      interventi in senso opposto presenti su PI)
      il rapporto fra chi usa il p2p senza voler
      pirateggiare e chi invece lo fa.

      Mi sono sentito in dovere di dare voce alla
      nutritissima categoria della quale faccio
      parte, visto che fin'ora non aveva avuto
      voce (o coraggio). Dato che siamo il 99%
      degli utilizzatori del p2p mi sembrava
      giusto far sentire il nostro peso,
      poichè, essendo in pratica la quasi
      totalità, si dia un lettura
      più veritiera del fenomeno.

      Purtroppo sono da solo a rivendicare la
      nostra maggioranza. Spero che i restanti
      milioni di pirati del p2p si facciano avanti
      per dare la possibilità a chi vuole a
      tutti i costi colorare il p2p come un
      fenomeno (ho detto fenomeno, NON strumento)
      lecito di prendere atto che le sue
      intenzioni, seppur ammirevoli, non sono
      sostenute dalla reale fenomenologia del
      mondo p2p. Quest'ultimo, pur offrendo ai ben
      intenzionati legittimi strumenti per testare
      dei prodotti, di convesso offre ai
      malintenzionati come me, e ai miei milioni
      di colleghi, il modo per perseguire con
      facilità ed estrema efficacia i
      nostri subdoli scopi

      A prestoE Forza Italiaaaaaaaaaa!!!! dai che siamo tantissimiiiiiiiii!!!Barone dello Zwanlandshire(linux)
  • Anonimo scrive:
    Ma lo volete capire che...
    ...l'unica soluzione è questa:http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?viewmode=flat&topic_id=12&forum=4Marco Radossevich
  • MaTTonE scrive:
    9.99 ? PER I CD E 15 ? PER I FILM
    Considerando i rispettivi prezzi di produzione io auspicherei un prezzo bloccato di 9.99 per i cd musicali e per i dvd video 15 euro. Mi sembrano prezzi onesti sia per le case discografiche che per noi consumatori. L'unica ragione che alimenta la pirateria è l'alto costo della musica e dei film. L'unico mezzo per diminuire il fenomeno criminoso (è parlo soprattutto di chi lucra dalla vendita di cd e dvd pirata) è la diminuzione dei prezzi, infatti la differenza qualitativa e di "look" tra un cd o dvd originale e quello pirata è tale da consentire, nel caso della diminuzione dei prezzi, una netta inversione di tendenza. Vendere un cd a 9.99 spingerebbe i professionisti della pirateria a diminuire il prezzo dei pezzi falsi sotto la soglia di guardagno (rapporto prezzo/guadagno). E' un discorso economico più che sociale, diminuendo il prezzo dei cd originali si aumentano sicuramente le vendite e quindi si compensano i diminuiti introiti derivati dalla diminuzione del prezzo. Possibili scenari? Le case discografiche vedono salire di poco i loro guadagni pur avendo aumentato le vendite, la pirateria verrebbe azzerata o quasi, resterebbe internet. Ma questo fenomeno, come dimostrato da recenti studi, è un fenomeno non degenerativo piuttosto è un fenomeno di diffusione della musica che nel breve e lungo periodo porta l'utente del file sharing al negozio di musica.COSA POSSIAMO FARE NOI CONSUMATORI DI MUSICA, FILM?????CHIEDERE FORTEMENTE E INSISTENTEMENTE 9.99 ? PER I CD E 15 ? PER I FILM Si potrebbe creare un sito dove raccogliere delle firme, dove simulare acquisti, si potrebbe chiedere un periodo di prova in alcune città per testare la bontà dell'esperimento.
    • Anonimo scrive:
      Re: 9.99 ? PER I CD E 15 ? PER I FILM
      - Scritto da: MaTTonE
      Considerando i rispettivi prezzi di
      produzione io auspicherei un prezzo bloccato
      di 9.99 per i cd musicali e per i dvd video
      15 euro.
      Mi sembrano prezzi onesti sia per le case
      discografiche che per noi consumatori.
      L'unica ragione che alimenta la pirateria
      è l'alto costo della musica e dei
      film. L'unico mezzo per diminuire il
      fenomeno criminoso (è parlo
      soprattutto di chi lucra dalla vendita di cd
      e dvd pirata) è la diminuzione dei
      prezzi, infatti la differenza qualitativa e
      di "look" tra un cd o dvd originale e quello
      pirata è tale da consentire, nel caso
      della diminuzione dei prezzi, una netta
      inversione di tendenza. Vendere un cd a 9.99
      spingerebbe i professionisti della pirateria
      a diminuire il prezzo dei pezzi falsi sotto
      la soglia di guardagno (rapporto
      prezzo/guadagno). E' un discorso economico
      più che sociale, diminuendo il prezzo
      dei cd originali si aumentano sicuramente le
      vendite e quindi si compensano i diminuiti
      introiti derivati dalla diminuzione del
      prezzo. Possibili scenari? Le case
      discografiche vedono salire di poco i loro
      guadagni pur avendo aumentato le vendite, la
      pirateria verrebbe azzerata o quasi,
      resterebbe internet. Ma questo fenomeno,
      come dimostrato da recenti studi, è
      un fenomeno non degenerativo piuttosto
      è un fenomeno di diffusione della
      musica che nel breve e lungo periodo porta
      l'utente del file sharing al negozio di
      musica.

      COSA POSSIAMO FARE NOI CONSUMATORI DI
      MUSICA, FILM?????

      CHIEDERE FORTEMENTE E INSISTENTEMENTE 9.99 ?
      PER I CD E 15 ? PER I FILM

      Si potrebbe creare un sito dove raccogliere
      delle firme, dove simulare acquisti, si
      potrebbe chiedere un periodo di prova in
      alcune città per testare la
      bontà dell'esperimento.come dideva il giornalaio vicino al mio ufficio , ma che vor di' 9.99 ? ? sembra che stai a prender in giro la gente ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: 9.99 € PER I CD E 15 € PER I FILM
        - Scritto da: Anonimo
        come dideva il giornalaio vicino al mio
        ufficio , ma che vor di' 9.99 € ? sembra che
        stai a prender in giro la gente ;)Giusto, propongo i cd a 10.01 € ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: 9.99 ? PER I CD E 15 ? PER I FILM
      Interessante ma non so se funzionerebbe.Una ricerca di non mi ricordo più chi diceva che il p2p porta sì il 10% dei suoi utenti a comprare più musica ma anche il 37% a comprarne meno......
      • Anonimo scrive:
        Re: 9.99 ? PER I CD E 15 ? PER I FILM
        i dvd costano 9.99 ad esempio in gran parte da blockbusyer, comprensivi di contenuti speciali, non essendo paragonabile al dvd quello che si scaricà ti posso dare al max 3 euro....e oggi mi sento generoso.15 euro......stai fuori.......:|
      • Anonimo scrive:
        Re: 9.99 ? PER I CD E 15 ? PER I FILM
        - Scritto da: Anonimo
        Interessante ma non so se funzionerebbe.
        Una ricerca di non mi ricordo più chi
        diceva che il p2p porta sì il 10% dei
        suoi utenti a comprare più musica ma
        anche il 37% a comprarne meno...... In effetti NON MI RICORDO PIÙ CHI aveva pubblicato NON MI RICORDO PIÙ DOVE una ricerca la quale diceva anche che entro l'anno 2005 tutti gli italiani avrebbero avuto una Porche Carrera in garage e un conto corrente milionario.
      • Anonimo scrive:
        Re: 9.99 € PER I CD E 15 € PER I FILM
        - Scritto da: Anonimo
        Una ricerca di non mi ricordo più chi
        diceva che il p2p porta sì il 10% dei
        suoi utenti a comprare più musica ma
        anche il 37% a comprarne meno......Dimmi la testi che vuoi dimostrare e ti porterò una ricerca indipendente che la conferma. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: 9.99 ? PER I CD E 15 ? PER I FILM
      - Scritto da: MaTTonE
      Considerando i rispettivi prezzi di
      produzione io auspicherei un prezzo bloccato
      di 9.99 per i cd musicali e per i dvd video
      15 euro.
      Mi sembrano prezzi onesti sia per le case
      discografiche che per noi consumatori.
      L'unica ragione che alimenta la pirateria
      è l'alto costo della musica e dei
      film. L'unico mezzo per diminuire il
      fenomeno criminoso (è parlo
      soprattutto di chi lucra dalla vendita di cd
      e dvd pirata) è la diminuzione dei
      prezzi, infatti la differenza qualitativa e
      di "look" tra un cd o dvd originale e quello
      pirata è tale da consentire, nel caso
      della diminuzione dei prezzi, una netta
      inversione di tendenza. Vendere un cd a 9.99
      spingerebbe i professionisti della pirateria
      a diminuire il prezzo dei pezzi falsi sotto
      la soglia di guardagno (rapporto
      prezzo/guadagno). E' un discorso economico
      più che sociale, diminuendo il prezzo
      dei cd originali si aumentano sicuramente le
      vendite e quindi si compensano i diminuiti
      introiti derivati dalla diminuzione del
      prezzo. Possibili scenari? Le case
      discografiche vedono salire di poco i loro
      guadagni pur avendo aumentato le vendite, la
      pirateria verrebbe azzerata o quasi,
      resterebbe internet. Ma questo fenomeno,
      come dimostrato da recenti studi, è
      un fenomeno non degenerativo piuttosto
      è un fenomeno di diffusione della
      musica che nel breve e lungo periodo porta
      l'utente del file sharing al negozio di
      musica.

      COSA POSSIAMO FARE NOI CONSUMATORI DI
      MUSICA, FILM?????

      CHIEDERE FORTEMENTE E INSISTENTEMENTE 9.99 ?
      PER I CD E 15 ? PER I FILM

      Si potrebbe creare un sito dove raccogliere
      delle firme, dove simulare acquisti, si
      potrebbe chiedere un periodo di prova in
      alcune città per testare la
      bontà dell'esperimento.Ma se spendono un pacco di soldi solo per le inutili PROTEZIONI ANTICOPIA come fanno ad abbassare i prezzi???Non li abbasseranno mai perchè sono INGORDI!!!!!
  • Anonimo scrive:
    fenomeni inspiegabili
    Esempio: persona che scambia soldi con musica di Celentano... mah! La scienza evidentemente non può spiegare tutto...
  • Anonimo scrive:
    prima i pooh...
    aedsso celentano... ma sono sempre gli ultracinquantenni che si preoccupano?forse sono quelli che hanno subito il cambio di direzione in maniera più traumatica...non mi pare che tra i "giovani" artisti ci sia una predominanza conservatrice, quindi forse si tratta proprio di prendere atto di una situazione che c'è (e c'era anche prima, solo che ci si metteva di più a registrare le cassette).ma magari mi sbaglio....
    • Anonimo scrive:
      Re: prima i pooh...
      - Scritto da: Anonimo
      aedsso celentano... ma sono sempre gli
      ultracinquantenni che si preoccupano?veramente ha 66 anni
    • Anonimo scrive:
      Re: prima i pooh...
      beh da una parte gli do ragione, ma solo per il fatto che almeno quelli della loro generazione hanno fatto musica, quella vera fatta con le note, mentre gli artisti odierni spacciano per musica suoni con la compiacenza delle Major
      • Anonimo scrive:
        Re: prima i pooh...
        ahah ma daibuona parte delle canzoni del clan celentano erano scopiazzature e cover non autorizzate di successi inglesi e d'oltreoceano...ovviamente senza nulla chiedere ai veri autori.svegliaaaaaaaaaaaaaa
    • Anonimo scrive:
      Re: prima i pooh...

      non mi pare che tra i "giovani" artisti ci
      sia una predominanza conservatrice, http://www.fimi.it/documenti/PETIZIONE%20DEGLI%20ARTISTI12luglio2004.pdfLeggiti il penultimo punto..... vogliono rendere illegale il p2p.
      • Anonimo scrive:
        Re: prima i pooh...
        - Scritto da: Anonimo

        non mi pare che tra i "giovani" artisti
        ci

        sia una predominanza conservatrice,

        www.fimi.it/documenti/PETIZIONE%20DEGLI%20ART
        Leggiti il penultimo punto..... vogliono
        rendere illegale il p2p. senza riaprire le discussioni sulla legalità o meno del p2p, dico che mi sembra un documento redatto dalle major e fatto firmare ai propri artisti...
        • Anonimo scrive:
          Re: prima i pooh...
          E su questo non sono dubbi.Sarebbe come pensare che l'amministrazione USA non c'entra niente con Bin Laden e il terrorismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: prima i pooh...
      I Pooh sono gli artisti più ricchi in italia, mi pare, lo dicevano l'altro giorno alla Rai presentando l'ultimo CD.
  • Anonimo scrive:
    Costo ADSL e risarcimento artista
    Abbiamo già visto, grazie a P.I. , i costi di connessione praticati in Francia per la banda larga, e penso che il prezzo pagato qui in Italia sia così abbondante da poter risarcire con il sovraprezzo pagato artisti musicali e cine e persino lirico teatrali.Poichè, questo sovraprezzo lo paghiamo, perchè il governo non si adotta a livellare il costo di banda larga e presumendo che si scarichi materiale protetto da copyright, usi la somma in esubero per utente quale risarcimento dei cosidetti profitti perduti (???) .....E inoltre, non mi vengano a raccontare che un mp3 scaricato fa perdere dei soldoni.
    • FAM scrive:
      Re: Costo ADSL e risarcimento artista
      - Scritto da: Anonimo
      Abbiamo già visto, grazie a P.I. , i
      costi di connessione praticati in Francia
      per la banda larga, e penso che il prezzo
      pagato qui in Italia sia così
      abbondante da poter risarcire con il
      sovraprezzo pagato artisti musicali e cine e
      persino lirico teatrali.Si ma chi glielo và a dire a telecozz che devono rinunciare a parte del maltolto?
      Poichè, questo sovraprezzo lo
      paghiamo, perchè il governo non si
      adotta a livellare il costo di banda larga e
      presumendo che si scarichi materiale
      protetto da copyright, usi la somma in
      esubero per utente quale risarcimento dei
      cosidetti profitti perduti (???) .....
      E inoltre, non mi vengano a raccontare che
      un mp3 scaricato fa perdere dei soldoni.DOBLONI! adeguati! qua si dice DOBLONI!! :p==================================Modificato dall'autore il 23/09/2004 1.13.46
    • Anonimo scrive:
      Re: Costo ADSL e risarcimento artista
      - Scritto da: Anonimo
      Abbiamo già visto, grazie a P.I. , i
      costi di connessione praticati in Francia
      per la banda larga, e penso che il prezzo
      pagato qui in Italia sia così
      abbondante da poter risarcire con il
      sovraprezzo pagato artisti musicali e cine e
      persino lirico teatrali.
      Poichè, questo sovraprezzo lo
      paghiamo, perchè il governo non si
      adotta a livellare il costo di banda larga e
      presumendo che si scarichi materiale
      protetto da copyright, usi la somma in
      esubero per utente quale risarcimento dei
      cosidetti profitti perduti (???) .....
      E inoltre, non mi vengano a raccontare che
      un mp3 scaricato fa perdere dei soldoni.Non ho capito perché io che non scarico musica dovrei pagare quanto te....
      • Anonimo scrive:
        Re: Costo ADSL e risarcimento artista


        Non ho capito perché io che non
        scarico musica dovrei pagare quanto te....Forse ti è sfuggita la parola " presumendo", cmq il prezzo eccessivo della connessione lo paghi egualmente, anche senza "presumendo".
        • Anonimo scrive:
          Re: Costo ADSL e risarcimento artista
          La soluzione sarebbe semplicissima:un canale di share P2P appositamente costruito con canone di abbonamento "onesto" in cui gli utenti siano liberi di agire. Zero costi di distribuzione e di gestione per le major, che avrebbero incasso garantito. Inoltre sistema di statistica dei pezzi scaricati tale per cui ad ogni brano di ogni artista vada la giusta fetta della torta.Chi non si abbona non entra.Sarei entusiasta di un sistema del genere, poi ognuno la pensi come vuole.
          • Anonimo scrive:
            Re: Costo ADSL e risarcimento artista
            - Scritto da: Anonimo
            Chi non si abbona non entra.
            Sarei entusiasta di un sistema del genere,
            poi ognuno la pensi come vuole.Con emusic.com paghi 9,99 dollari al mese e puoi scaricare mp3 legali senza nessun DRM encodati a 192Kbit/s. Una volta iscritto puoi accedere a un database di 500'000 canzoni, di cui ne puoi scaricare 40 al mese, quindi verrebbe 0,25 centesimi a traccia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Costo ADSL e risarcimento artista
            interessante. ma ci si può fidare di emusic? non ti fa fare nulla se non gli metti la carta di credito, neanche vedere il database delle canzoni disponibili da scaricare. Qualcuno si è segnato?
          • Anonimo scrive:
            Re: Costo ADSL e risarcimento artista
            - Scritto da: Anonimo
            interessante. ma ci si può fidare di
            emusic? non ti fa fare nulla se non gli
            metti la carta di credito, neanche vedere il
            database delle canzoni disponibili da
            scaricare. Qualcuno si è segnato?Non lo so, io aspetterei a vedere se ingranano
          • Anonimo scrive:
            Re: Costo ADSL e risarcimento artista
            - Scritto da: Anonimo
            Non lo so, io aspetterei a vedere se
            ingrananoE come ingranano se tutti aspettano?Vista la (il)logica, sei per caso uno di quelli che, da imprenditpre, cercherebbe un "apprendista con esperienza"?
      • Anonimo scrive:
        Re: Costo ADSL e risarcimento artista
        sei come quei condomini che abitano al 1° piano e quindi se ne sbattono della riparazione dell'ascensore...poi se devono caricarci qualcosa o sono vecchietti e la usano non gliene fotte niente! ottimo direi ... hai focalizzato il problema!
      • Anonimo scrive:
        Re: Costo ADSL e risarcimento artista

        Non ho capito perché io che non
        scarico musica dovrei pagare quanto te...La "tassa" della siae non la paghi lo stesso sulle memorie che compri anche se non scarichi?E il canone della RAI? Lo pagnano anche chi la RAI non la guarda.Si tratta di piccole ingiustizie che non si possono evitare se non pensando a sungo sui problemi.Ma pensare fa venire il mal di testa a chi deve risolvere i problemi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Costo ADSL e risarcimento artista
      - Scritto da: Anonimo
      Abbiamo già visto, grazie a P.I. , i
      costi di connessione praticati in Francia
      per la banda larga, e penso che il prezzo
      pagato qui in Italia sia così
      abbondante da poter risarcire con il
      sovraprezzo pagato artisti musicali e cine e
      persino lirico teatrali.
      Poichè, questo sovraprezzo lo
      paghiamo, perchè il governo non si
      adotta a livellare il costo di banda larga e
      presumendo che si scarichi materiale
      protetto da copyright, usi la somma in
      esubero per utente quale risarcimento dei
      cosidetti profitti perduti (???) .....
      E inoltre, non mi vengano a raccontare che
      un mp3 scaricato fa perdere dei soldoni.Bisognerebbe che il GOVERNO faccia 2 cose:1) abbassare il prezzo dell'abbonamento! (perchè gli italiani non sono FESSI!)2) far sì che sia destinata una percentuale per gli artisti facendo mangiare meno telecozz e tronchetto (che di DOBLONI NE HA GIA' ABBASTANZA!)così sono contenti TUTTI e non rompono più con ste crociate anti p2p!Comunque la Mori ha dimostrato di essere una persona MOLTO intelligente al contrario di altri!
      • Anonimo scrive:
        Re: Meglio la MORI-CH (e la CASELLI...)

        Comunque la Mori ha dimostrato di essere una
        persona MOLTO intelligente al contrario di
        altri!Io la Mori l'ho sentita dal vivo a Verona e ti posso garantire che il suo intervento era di una approssimazione deprimente. Assomigliava molto al "lo so che mio marito ha insultato qualcuno ma siccome siete tutti nostri potenziali clienti, bè insomma, fate come vi pare, scaricate, ma io ai soldi non rinuncio qualcuno mi deve pagare..."Se qualcuno ne trova il testo era decisamente molto più interessante l'intervento della Caterina Caselli.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Meglio la MORI-CH (e la CASELLI...)
          - Scritto da: Anonimo


          Comunque la Mori ha dimostrato di
          essere una

          persona MOLTO intelligente al contrario
          di

          altri!

          Io la Mori l'ho sentita dal vivo a Verona e
          ti posso garantire che il suo intervento era
          di una approssimazione deprimente.
          Assomigliava molto al "lo so che mio marito
          ha insultato qualcuno ma siccome siete tutti
          nostri potenziali clienti, bè
          insomma, fate come vi pare, scaricate, ma io
          ai soldi non rinuncio qualcuno mi deve
          pagare..."

          Se qualcuno ne trova il testo era
          decisamente molto più interessante
          l'intervento della Caterina Caselli.....Be' almeno ha fatto questo:"Ma Mori ha anche insistito sull'inutilità di certe crociate. "È inutile - ha infatti dichiarato - accanirsi contro chi scarica musica. È evidente che lo scambio di un opera musicale è un fatto assolutamente positivo anche perchè la musica è non solo di chi la produce ma anche di chi l'ascolta. Ci vogliono però delle regole e bisogna applicarle su chi permette lo scambio chiudendo un occhio sulla possibilità di tutelare lo stesso""Ha capito che è inutile insistere con le crociate contro loro potenziali clienti!Certamente doveva anche dire che delle regole CI DEVONO ESSERE, non poteva mica dire: "non possiamo farci niente, anche se lo sappiamo, sul fatto che scaricate gratis", ma almeno cerca di non perdere punti inimicandosi i potenziali clienti come hanno fatto altri!Da qui il fatto che sia un po' più intelligente di altri!!!8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Costo ADSL e risarcimento artista
      io continuo a scaricare e a non pagare il meno possibile.Anzi condivido generosamente la mia lista di Mp3 per scambi gratuiti
      • Anonimo scrive:
        Re: Costo ADSL e risarcimento artista
        Non quoto affatto.Almeno quelli in offerta dovresti pagarli, o ti comporti alla stregua di quelli della siae.
    • Anonimo scrive:
      processo alle intenzioni??
      Premesso che sono contro l'uso spregiudicato del p2p,non credo che si possa devolvere una quota dei costi di connessione agli artisti/major... sarebbe una presunzione di colpevolezza/processo alle intenzioni. Perchè uno come me che usa il p2p solo per cose rare/introvabili dovrebbe pagare come uno che si scarica di tutto?L'hanno già fatto per i supporti, se lo facessero anche per la connettività mi seccherebbe molto. A quel punto allora mi sentirei autorizzato ad usare il p2p anche per scaricarmi le ultime novità.Al limite piuttosto vedrei bene allo scopo un pagamento per GigaBytes scaricati, in addizione al canone flat opportunamente ribassato.
      • Anonimo scrive:
        Re: processo alle intenzioni??

        Al limite piuttosto vedrei bene allo scopo
        un pagamento per GigaBytes scaricati, in
        addizione al canone flat opportunamente
        ribassato.

        non mi pare proprio giusto... vorrebbe dire che un film in divx vale 130 volte una canzone in mp3? (650MB contro 5MB).E perchè dovrei pagare un tot a GB allora per scaricarmi un software che magari ho pure pagato regolarmente per il download, oppure (esempio classico) una distro linux di 2GB?
      • Anonimo scrive:
        Re: processo alle intenzioni??
        - Scritto da: Anonimo
        Premesso che sono contro l'uso spregiudicato
        del p2p,

        non credo che si possa devolvere una quota
        dei costi di connessione agli
        artisti/major... sarebbe una presunzione di
        colpevolezza/processo alle intenzioni.
        Perchè uno come me che usa il p2p
        solo per cose rare/introvabili dovrebbe
        pagare come uno che si scarica di tutto?

        L'hanno già fatto per i supporti, se
        lo facessero anche per la
        connettività mi seccherebbe molto. A
        quel punto allora mi sentirei autorizzato ad
        usare il p2p anche per scaricarmi le ultime
        novità.

        Al limite piuttosto vedrei bene allo scopo
        un pagamento per GigaBytes scaricati, in
        addizione al canone flat opportunamente
        ribassato.

        NO, non devono mettere un'ulteriore tassa sulla connessione, è telecozz che deve destinare una percentuale sugli incassi, naturalmente deve anche abbassare il prezzo perchè fino ad ora ci ha MARCIATO anche troppo!!!!!
  • Anonimo scrive:
    panettiere o musicista?
    "Il pane" lo continueranno a fare i musicisti quelli "veri", quelli che vivono con la passione della musica e non con il lucrare per tutta la vita su 4 note (spesso banali e ripetitive su un testo blando)! Dal mio punto di vista (sono un musicista) chi molla perchè "non guadagna" non è un musicista e sopratutto non ha passione verso la vera musica!!!Alla banalissima e stupida domanda "ma come campo se non vendo i cd" la mia risposta è sempre la stessa, vivi di concerti serate live, vendita di gadget e il prodotto(il cd) serve per propaganda quindi pubblicità e da che mondo e mondo la pubblicità ha un costo (incisione e distribuzione del prodotto) .
    • Anonimo scrive:
      Re: panettiere o musicista?
      Ecco se stai facendo propanda ... ci sei riuscito, fammi sapere quando suoni che vengo a vederti :P
      • Anonimo scrive:
        Re: panettiere o musicista?
        - Scritto da: Anonimo
        Ecco se stai facendo propanda ... ci sei
        riuscito, fammi sapere quando suoni che
        vengo a vederti :pse fosse un musicista la penserebbe diversamente....
        • Anonimo scrive:
          Re: panettiere o musicista?
          Scopriamolo :P
        • Anonimo scrive:
          Re: panettiere o musicista?
          - Scritto da: Anonimo
          se fosse un musicista la penserebbe
          diversamente....Infatti, qui un sacco di gente scrive guardando solo il proprio punto di vista. Basta vedere come vengono votati i messaggi che non sono schierati con il pensiero p2puista, anche se uno è educato ed esprime solo il suo pensiero subito si becca un "uff" o "inutile". E se al suo messaggio qualcuno replica in modo incivile viene votato "interessante" "utile" "divertente"
        • Anonimo scrive:
          Re: panettiere o musicista?
          Menti sapendo di mentire.La passione non ha niente a che fare con i soldi, se la pensi diversamente mi spiace davvero per te.
    • Anonimo scrive:
      Complimenti sei un genio

      Alla banalissima e stupida domanda "ma come
      campo se non vendo i cd" la mia risposta
      è sempre la stessa, vivi di concerti
      serate liveNon sono un appassionato di musica, ma siccome sul p2p passano anche prodotti a me cari, tipo film e videogames e programmi, secondo la tua logica dovremmo avere programmatori che fanno serate di programmazione live e case cinematografiche dopo aver lavorato tre anni ad un film spendendo miliardi recuperano le spese vendendo i gadget insieme alla patatine??A me pare piu' sensato far pagare il prodotto di base(il film/il videogames/il cd audio), ovviamente ad prezzo piu' onesto di quello attuale.Per il discorso culturale e/o di propaganda, i mezzi (legali) sono tanti e gia' esistenti, ed evito di postarli per l'ennesima volta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Complimenti sei un genio
        - Scritto da: Anonimo
        Non sono un appassionato di musica, ma
        siccome sul p2p passano anche prodotti a me
        cari, tipo film e videogames e programmi,
        secondo la tua logica dovremmo avere
        programmatori che fanno serate di
        programmazione live e case cinematografiche
        dopo aver lavorato tre anni ad un film
        spendendo miliardi recuperano le spese
        vendendo i gadget insieme alla patatine??Gli attori fanno anche teatro, e mi pare che i teatri non lamentino cali di ingressi, anzi, quando vado io trovo sempre la sala piena.Stesso discorso vale per il cinema.Pirateria o non pirateria, al cinema ogni tanto ci vai, perche' al cinema certi film rendono meglio, perche' il cinema ha anche una funzione aggregatrice, ci vai con gli amici, con la fidanzata, con i bambini.Per quanto riguarda il programmatore, mai sentito parlare di shareware?Evidentemente tu sei uno di quelli per cui shareware vuol dire gratis.Eppure al mondo c'e' chi non la pensa cosi' e quando un programma piace, spedisce quei 10$ o 20$.Ed evidentemente quei soldi arrivano a destinazione visto che la rete e' piena di shareware, e in oltre 20 anni il fenomeno non ha smesso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Complimenti sei un genio

          Gli attori fanno anche teatro, e mi pare che
          i teatri non lamentino cali di ingressi,
          anzi, quando vado io trovo sempre la sala
          piena. Certamente... ma io non voglio che facciano teatro, ma che facciano cinema! Un film come 'Intelligenza artificiale' (cito uno dei miei preferiti) non penso sia ripronibile in un teatro!
          Stesso discorso vale per il cinema.
          Pirateria o non pirateria, al cinema ogni
          tanto ci vai, perche' al cinema certi film
          rendono meglioSu questo sono d'accordissimo. Speriamo che la gente ci vada al cinema: nontutti la pensano come me e te. Molti si accontentanogià ora di vedersi un film su un 32 pollici. Mi domandoin futuro, quando avremo televisioni grandi come una parete. E, a parte questo, non tutti i film sono come"Natale in India", ovvero ca**te ma che riescono a ricoprirsi il budget solo con il cinema.
          Per quanto riguarda il programmatore, mai
          sentito parlare di shareware?
          Evidentemente tu sei uno di quelli per cui
          shareware vuol dire gratis.Ma stai bene? Da dove hai tirato fuori questaconclusione?? Io ho detto che dal p2p non vienescaricata solo la musica, ma anche software. E che gli autori del software non possono viveredi "serate live". Certo, lo so bene che esiste l'opensource, il freeware, il shareware, la creative commonse tutto il resto..
          Eppure al mondo c'e' chi non la pensa cosi'
          e quando un programma piace, spedisce quei
          10$ o 20$.APPUNTO!!!! Vedo che ci siamo arrivati...si pagail prodotto!!!
          Ed evidentemente quei soldi arrivano a
          destinazione visto che la rete e' piena di
          shareware, e in oltre 20 anni il fenomeno
          non ha smesso.Probabilmente se io oggi dovessi fare un softwarelo distribuirei gratis via internet per uso personale.Ci sono molti altri programmatori come me che siaccontentano di poco e/o che condividono il propriolavoro con altre persone. Questa è una scelta personalee non ho niente da ridire, anzi apprezzo!Ma c'è anche altra gente che lo fa per lavoro, e anzi, iopenso che a volte un finanziamento non può che far bene..tanto per fare un esempio anche Firefox, il mio prodottoopen e free preferito, ha ricevuto diversi finanziamenti etenta di raccimolare qualke soldo col suo shop...Non possiamo sempre sperare che il mondo lavori gratisper noi...
    • Anonimo scrive:
      Re: panettiere o musicista?
      In una società basata su una politica consumistica il tuo discorso difetta di un errore di fondo, tutto viene fatto per lucro, nulla per passione. Peccato che la società consumistica che conosciamo sia destinata a fallire, in quando una società che si dimentica delle persone per il vil denaro non ha un futuro degno di tale nome, è un circolo vizioso che tende a farci comportare come il classico giapponese che lavora tutta una vita e, alla prima difficoltà, si suicida.Spero che in un domani la società possa premiare più persone che fanno qualcosa per passione (l'esempio di Torvalds vi dice niente ???).
      • Anonimo scrive:
        Re: panettiere o musicista?
        sono perfettamente daccordo con te.purtroppo tutto ciò avverrà in un futuro lontano...e il mio non è pessimismo ma realismo.amiamoci di pazienza e pensiamo a chi dall'alto da l'esempio alla nazione.....
      • Anonimo scrive:
        OT: panettiere o musicista?
        -
        Spero che in un domani la società
        possa premiare più persone che fanno
        qualcosa per passione (l'esempio di Torvalds
        vi dice niente ???).Solo per curiosità... ma Torvalds come se lo compra il companatico?????Per chi lavora??? Chi gli dà uno stipendio????E' una domanda seria , vorrei capire.
        • Anonimo scrive:
          Re: OT: panettiere o musicista?
          Il companatico lo guadagna lavorando per una SW. Per contratto gli è garantito di poter lavorare sui sorgenti di Linux oltre al suo normale lavoro, ma non penso che il suo lavoro sia di programmare (avevo letto la biografica ma ora non la ricordo tutta ... ). Di certo guadagna anche da convegni, corsi et similar ;)
    • Anonimo scrive:
      Posso farti una domanda?

      Alla banalissima e stupida domanda "ma come
      campo se non vendo i cd" la mia risposta
      è sempre la stessa, vivi di concerti
      serate live, vendita di gadget allora mi sembra di capire che tu fai così.Permettimi di soddisfare alcune mie curiosità:- vivi da solo o con i tuoi genitori?- hai figli?- hai da pagare un affitto/un mutuo? ce la fai?
  • Anonimo scrive:
    Ma chi vorrebbe scaricare Celentano ?
    Turk 182
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi vorrebbe scaricare Celentano ?
      Difatti, fino ad oggi i più inveleniti che mi è capitato di leggere o sentire sono quelli di cui mai mi sarei sognato di comprare un disco e mai ho cercato un mp3. I miei soldi sta gente non li avrebbe mai visti comunque, per cui se facessero la cortesia di smetterla di percepire il pizzo sui miei CD-R
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi vorrebbe scaricare Celentano
        - Scritto da: Anonimo
        Difatti, fino ad oggi i più
        inveleniti che mi è capitato di
        leggere o sentire sono quelli di cui mai mi
        sarei sognato di comprare un disco e mai ho
        cercato un mp3. I miei soldi sta gente non
        li avrebbe mai visti comunque, per cui se
        facessero la cortesia di smetterla di
        percepire il pizzo sui miei CD-RMa Celentano non è affatto male, poi che a voi non piaccia è un altro discorso. Però è uno che vende ancora.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Ma chi vorrebbe scaricare Celentano
      Il problema non è la musica di Celentano, a me non dispiace (che io preferisco 100000 volte rispetto ad esempio a quel coso capellone chiamato Ligabue), il problema è che oggi ancora molti artisti hanno una visione troppo arretrata della distribuzione musicale, dovrebbero fare tutti come i grandi Elio e le storie tese...TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi vorrebbe scaricare Celentano
      bisogna essere obiettivi: dopo tanti CD assurdi, 2-3 anni fa ha fatto un disco che ha venduto parecchio ("Io non so parlar d'amore") non mi stupirebbe se qualcuno volesse scaricarlo.
  • Anonimo scrive:
    Celentano
    Quando leggo i commenti di gente della generazione di Celentano spesso vi intravedo la totale incapacità di comprendere, una chiusura irrimediabile verso una realtà da cui, forse, ormai, sono praticamente tagliati fuori. Forse certi commenti sono il sintomo piu' evidente di una certa inadeguatezza, di una mancanza di sintonia col presente, in altre parole - e non gli piacerebbe sentirselo dire - della loro anzianità.Per questo è sorprendente il commento della Mori, che invece ha compreso che lo scambio non è un male per la musica e che c'è un'intera industria che vive e prolifera sul file sharing, percui basterebbe applicare un piccolo canone per rivalersi di ogni eventuale perdita. Peccato che non siano tutti così lungimiranti.Alberto
    • Anonimo scrive:
      Re: Celentano
      - Scritto da: Anonimo
      Quando leggo i commenti di gente della
      generazione di Celentano spesso vi intravedo
      la totale incapacità di comprendere,
      una chiusura irrimediabile verso una
      realtà da cui, forse, ormai, sono
      praticamente tagliati fuori. Il problema non e' solo della generazione dei vecchiacci che, purtroppo, ancora oggi governano il mondo, ma in particolare degli ignoranti di cui Celentano si vanta di essere il re...
      • Anonimo scrive:
        Re: Celentano

        Il problema non e' solo della generazione
        dei vecchiacci che, purtroppo, ancora oggi
        governano il mondo, ma in particolare degli
        ignoranti di cui Celentano si vanta di
        essere il re...state, come si dice, "pi5ciando fuori dal vaso"vorrei ricordarvi che è proprio grazie alle generazioni precedenti che la condivisione della musica non è percepita dai giovani come reato, è grazie ai vostri padri che non si sono mai sognati (a ragione) di criminalizzare le cassettine che facevate ai compagni di scuola ed ancora oggi trovano ridicole queste leggiCelentano è solo un vecchio borioso, arrogante, narcisista che ha sempre pensato di essere chissà chi e gli ruga perdere i soldini per quelle quattro canzonette che stanno sempre più scivolando verso l'oblio
        • Anonimo scrive:
          Re: Celentano
          verissimopensate che gli ex componenti del rinomato "clan celenteno" si stanno tutt'oggi scannando per i diritti d'autore su certe canzonette che ormai pochi ricordano....sono solo retaggi del passato destinati all'oblio.....lasciamoli pure fare, non arrecheranno danno a nessuno (lo dico con un filo di malinconia dato che il cantante celentano giovane mi piace molto, ed ho solo 26 anni, non sono mica un "vecchietto" nostalgico).
    • Anonimo scrive:
      Re: Celentano
      - Scritto da: Anonimo
      Quando leggo i commenti di gente della
      generazione di Celentano spesso vi intravedo
      la totale incapacità di comprendere,
      una chiusura irrimediabile verso una
      realtà da cui, forse, ormai, sono
      praticamente tagliati fuori. Forse certi
      commenti sono il sintomo piu' evidente di
      una certa inadeguatezza, di una mancanza di
      sintonia col presente, in altre parole - e
      non gli piacerebbe sentirselo dire - della
      loro anzianità.

      Per questo è sorprendente il commento
      della Mori, che invece ha compreso che lo
      scambio non è un male per la musica e
      che c'è un'intera industria che vive
      e prolifera sul file sharing, percui
      basterebbe applicare un piccolo canone per
      rivalersi di ogni eventuale perdita. Peccato
      che non siano tutti così
      lungimiranti.

      AlbertoAppena lo trovo ti do l'elenco di tutti i cantanti giovani che hanno firmato una petizione contro la pirateria e che la pensano esattamente come Celentano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Celentano
        - Scritto da: Anonimo

        Appena lo trovo ti do l'elenco di tutti i
        cantanti giovani che hanno firmato una
        petizione contro la pirateria e che la
        pensano esattamente come Celentano.Il punto è che quei giovani devono ancora tirare la carretta per un pezzo, quindi, che lo pensino o no, devono firmarle per forza quelle petizioni e far finta di essere d'accordo, a parte alcuni casi clamorosi. Si rimane piu' interdetti quando invece certe affermazioni di totale chiusura provengono da gente che non ha niente da perdere come Celentano, che ormai è stramiliardario e, se avesse un'apertura mentale e una capacità di comprensione sufficiente potrebbe anche cercare di giudicare la questione riconoscendo i torti e le ragioni di ambo le parti. Come disse Grillo ad uno spettacolo, ormai a quell'età e in quella posizione dovresti sentirti libero di dire quello che ti pare, ammesso, aggiungo io, che si abbia la capacità di analizzare la realtà in modo imparziale, e non semplicemente di chiudersi a riccio contro tutto cio' che SEMBRA minacciare i privilegi e gli agi conseguiti. Alberto
  • Anonimo scrive:
    Celentano si tranquillizzi
    Io la sua musica non la scaricherei manco se mi pagassero :D
    • FAM scrive:
      Re: Celentano si tranquillizzi
      - Scritto da: Anonimo
      Io la sua musica non la scaricherei manco se
      mi pagassero :Dfà ancora musica?io mi ricordo solo dei suoi show su rai1 proprio in concomitanza con l'uscita del nuovo disco
      • Anonimo scrive:
        Re: Celentano si tranquillizzi
        - Scritto da: FAM

        fà ancora musica?
        io mi ricordo solo dei suoi show su rai1
        proprio in concomitanza con l'uscita del
        nuovo discoe delle campagne contro la donazione degli organi
        • Anonimo scrive:
          Re: Celentano si tranquillizzi

          e delle campagne contro la donazione degli
          organiStia tranquillo che i suoi organi non li vuole nessuno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Celentano si tranquillizzi
      mi associo in pienogià dal titolo avevo capito tutto :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Celentano si tranquillizzi
      - Scritto da: Anonimo
      Io la sua musica non la scaricherei manco se
      mi pagassero :De' per questo che rompe! Non suona piu e vorrebbe cmpare coi diritti siae! AhAhahahah, Celentano devi schiatta'
    • Anonimo scrive:
      Re: Celentano si tranquillizzi
      Andate a vedere il nuovo forum dedicato a Celentano:http://ilmolleggiato.blu.cc/
Chiudi i commenti