Outlook Express e Hotmail, divorzio rimandato

Su pressione dei propri utenti, Microsoft ha deciso di posticipare la modifica a Hotmail che chiuderà fuori dal celebre servizio gratuito tutti coloro che ancora utilizzano Outlook Express

Redmond (USA) – Poche settimane fa Microsoft aveva comunicato che, a partire dal 30 giugno, gli utenti di Outlook Express non sarebbero più stati in grado di accedere agli account email gratuiti di Hotmail. Con un inatteso dietrofront, BigM ha ora deciso di posticipare questo passo a data da destinarsi .

“Dai feedback che abbiamo ricevuto risulta chiaro che avete bisogno di più tempo per vagliare soluzioni alternative”, si legge in questo post del Windows Live Hotmail Support Team. “Consci di ciò, abbiamo deciso di rimandare il termine di scadenza precedentemente annunciato per questa transizione”. Il nuovo termine, tuttavia, non è ancora stato rivelato.

Ciò che dovrebbe chiudere le porte di Hotmail in faccia agli utenti di OE è la disattivazione, dal celebre servizio di posta elettronica online, del protocollo DAV (Distributed Authoring and Versioning). Questo è l’unico protocollo supportato da OE per accedere agli account gratuiti di Hotmail: l’accesso via POP, infatti, è riservato agli abbonati del servizio a pagamento Hotmail Plus.

Microsoft raccomanda agli utenti di OE di rimpiazzare quest’ultimo con il suo naturale erede, Windows Live Mail, un software gratuito capace di accedere ad Hotmail per mezzo del nuovo protocollo proprietario DeltaSync . Attualmente è possibile gestire account gratuiti di Hotmail anche utilizzando tool gratuiti non ufficiali o estensioni per Thunderbird, ma in futuro, con la disattivazione di DAV, questi software potrebbero smettere di funzionare.

BigM ha giustificato la decisione di pensionare il protocollo DAV con la volontà di fornire ai propri utenti la capacità di gestire più account simultaneamente e inbox più grandi . L’altro motivo, secondo gli esperti, potrebbe essere legato alla sicurezza : negli scorsi anni, infatti, DAV è stato uno dei protocolli più bersagliati dai cracker. Ma non tutti sono disposti ad accettare di buon grado queste giustificazioni.

“Un certo numero di utenti utilizza ancora Windows 98, Windows 2000 o altri sistemi operativi che non gli consentono di valutare soluzioni alternative capaci di supportare DeltaSync”, ha commentato un utente sul blog del Windows Live Hotmail Support Team. “Altri possiedono versioni di Outlook precedenti alla 2003 incompatibili con Outlook Connector. Credo che si possa assumere che questi utenti non passeranno a Vista o XP tanto presto. Queste sono persone che non possono o non desiderano aggiornare i loro sistemi, perché non ne hanno una reale necessità”.

Altri utenti vorrebbero che Microsoft aprisse la specifica di DeltaSync , così che questo protocollo possa essere incluso anche in prodotti e piattaforme di terze parti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • skyler83 scrive:
    registrazioni in batteria
    voglio proporre una questione trasversale.immaginate che dobbiate effettuare la procedura di registrazione (non importa come) in OGNI SINGOLO SITO cui partecipate, o abbiate lasciato un post, anche il più intelligente dei post, e magari un post solamente, per aiutare il povero utente linux che non riesce a vedere la stampante. La procedura più basica prevede perlomeno il click su registra (aspettare), l'inserimento dei dati e l'agreement (aspettare), la scelta dello username (aspettare), l'invio di una email (aspettare), l'invio del codice di conferma (aspettare), il login (aspettare), e ora finalmente posso inserire il mio post... sempre che non me lo sono dimenticato... Chi è registrato su centinaia di siti lo sa quanto sia frustrate, e sa anche che questa procedura "riduce" flames, spammer e criticoni non-costruttivi.D'accordo, il Washington Post è solo un sito in più, una scelta in questa direzione la dovrebbero ponderare meglio, perchè il posting anonimo non è il male assoluto e, come giustamente altri hanno già scritto qui, ci sarebbe un bel calo dei post e di interesse.Francamente io più di tanto non mi curo dei commenti idioti, ma guardo e passo...
  • strarompi scrive:
    diventera' un forum per pochi intimi
    se pensano di schedarli con carta di credito o passaporto...se hanno paura dei commenti osceni moderino il forum e filtrino i post inappropriati, altrimenti si ritroveranno a discutere tra quattro gatti
  • MeMedesimo scrive:
    nessuna differenza
    non e' che mi casca il mondo o mi si oscura il sole se mi devo registrare (ovviamente come pippo+1) non lo faccio solo perche so sfaticato mica per altrocambia solo che con una queri sui miei ip sanno quando sto scrivendo dall'ufficio e quando dal cesso di casa ma chi se ne frega
  • luminor scrive:
    Scandalo !!!!
    No, per bacco !!!!Tutto anonimo ; abbiamo diritto alla privacy e a nascondere tutto !!!!Anzi, va eliminata qualsiasi cosa che leda minimamente la privacy !!!!..........o no ? ...........
  • Nilok scrive:
    Sorge il sole...
    Ave.Comincia a sorgere il sole....coloro che vogliono restare anonimi potranno avere un loro spazio dedicato...per il resto, è meglio essere sotto la luce del sole che vivere nell'ombra....ci si abbronza meglio!;-)A prestoNilok
  • Gesu scrive:
    Come punto-informatico
    che per un periodo se non sbaglio aveva chiuso i commenti anonimi.risultato: nemmeno la metà dei commentino flame, no party
    • Gigi scrive:
      Re: Come punto-informatico
      - Scritto da: Gesu
      che per un periodo se non sbaglio aveva chiuso i
      commenti
      anonimi.

      risultato: nemmeno la metà dei commentiAggiungi che abbiamo dovuto cominciare a scrivere coi nick degli utenti registrati per far capire a PI che come minimo doveva distinguere fra le due cose.Si parte sempre col dire che internet deve essere libera. Poi all'atto pratico chi ha un cervello e lo fa funzionare capisce che alcuni vincoli, alcune regole sono necessarie per una buona convivenza. Nella realtà, come sulla Rete.Tutto il percorso seguito da PI nel suo forum ne è una palese dimostrazione.Le regole e le limitazioni servono. Garantiscono tutti.
    • Gianni scrive:
      Re: Come punto-informatico
      - Scritto da: Gesu
      che per un periodo se non sbaglio aveva chiuso i
      commenti
      anonimi.Non mi risulta che abbiano mai chiesto i documenti :D
    • Akiro scrive:
      Re: Come punto-informatico
      I flame non li combatti con le registrazioni degli account.Si commenta meno perchè la registrazione porta via tempo utile che si potrebbe spendere per dei flami su altri siti ;o)
Chiudi i commenti