P2P, applausi FIMI a Cuneo

P2P, applausi FIMI a Cuneo

L'industria musicale si congratula con la Guardia di Finanza per l'individuazione di un file sharer che condivideva grandi quantità di contenuti
L'industria musicale si congratula con la Guardia di Finanza per l'individuazione di un file sharer che condivideva grandi quantità di contenuti

Milano – FIMI ha voluto congratularsi in una nota con la Guardia di Finanza per un'operazione che ha portato alla denuncia di un utente che condivideva grandi quantità di materiali protetti da diritto d'autore su sistemi di file sharing.

Ci si riferisce, in particolare, alla denuncia del Comando Provinciale di Cuneo a carico di un utente sul cui personal computer i finanzieri hanno trovato più di 2 terabyte di materiali protetti. Nell'abitazione dell'utente, accusato di aver posto in condivisione film, videogiochi e musica, sono stati individuati molti CD e DVD masterizzati illegalmente oltre ad 8 hard disk sui quali si ritiene possano essere rinvenuti altri materiali protetti.

L'indagine che ha portato alla denuncia dell'uomo riguarda anche altre 6 persone: sono tutte collegate all'operazione svolta dalla Guardia di Finanza di Venezia che per reati analoghi aveva già denunciato altri 49 utenti.

FIMI approfitta dell'occasione anche per sottolineare come secondo le sue stime il mercato legale dello streaming video e del social networking sta contribuendo a stimolare una crescita nell'offerta di contenuti digitali, il cui valore è ormai al 10 per cento del mercato complessivo. Secondo FIMI azioni come quella compiuta dalle Fiamme Gialle sarebbero essenziali per garantire l'ulteriore sviluppo di questo mercato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 11 2008
Link copiato negli appunti