P2P assaltato con il Social Engineering

di Rosario Marcianò - Come accade che nelle reti dello sharing vengano fatti circolare file e applicativi frutto sì di pirateria ma anche di felloneria informatica. Una provocatoria radiografia del malware P2P


Roma – Il fenomeno del file sharing (P2P), così tanto dibattuto in questo periodo, non ha bisogno di ulteriori discernimenti da parte mia. In questo articolo, mi preme invece affrontare il problema dal lato della sicurezza , senza addentrarmi più di tanto nell’ambito più a cuore ai produttori di opere coperte da copyright. È mia intenzione invece mettere in rilievo quelli che sono gli aspetti potenzialmente negativi nell’uso di programmi peer to peer, dal lato utente. Quest’ultimo è spesso convinto di avere la situazione sotto controllo, ma al contrario, essendo egli alla ricerca di software “a scrocco” e facendo uso disinvolto di tali strumenti, cade vittima del suo stesso male.

Gli italiani, inutile dirlo, sono tra i maggiori utilizzatori al mondo di software illegale, a cominciare dal sistema operativo . Questo loro ormai consolidato modus vivendi ha però, in migliaia di casi, un risvolto ironicamente distruttivo, visto che, sulle loro macchine girano worm e cavalli di troia di vario genere, attivati proprio tramite l’uso intensivo e sconsiderato di programmi quali Kazaa, Emule, ShareAza, LimeWire… soltanto per citarne alcuni. Quanti di questi utilizzatori ha la consapevolezza di avere il sistema infetto? Pochi, a giudicare dalla diffusione dei worm p2p.

Sfruttando il debole dell’utente che non vuole tirar fuori un solo euro per godersi il suo software preferito, un pugno di bontemponi (non potrei chiamarli altrimenti, visto che non è responsabilità loro se molti utenti cascano così facilmente nelle loro trappole) hanno realizzato un gran numero di eseguibili camuffati da distribuire nelle catene del file sharing. Questi files hanno al loro interno una sorta di attivatore che, una volta lanciato l’eseguibile, installa sulla macchina vittima, una serie componenti malevoli di vario tipo. Solitamente si tratta di programmi minuscoli, ma eccezionalmente ben congegnati, che fanno del sistema colpito una stazione di “comunicazione e attacco” , testa di ponte per aggressioni informatiche verso l’esterno, senza che l’ignaro utente (permettetemi di chiamarlo “utonto”) si accorga di nulla.

Il sistema, come si evince dal titolo di questo articolo, sfrutta il social enginering (ingegneria sociale) ovvero far leva sulle debolezze dell’utente. Cosa desidera ottenere, solitamente, colui che usa il programma di file sharing? Software, che di norma è a pagamento, GRATIS! Bene… allora diamoglielo! Ecco quindi che il trucco è di una semplicità disarmante ma gli effetti sono disastrosi, visto che sulle reti peer to peer girano oramai milioni di file esca, pronti per essere scaricati!

Ma c’è di più: molte copie degli stessi programmi adottati per il P2P, sono state ricompilate e redistribuite attraverso i canali P2P e contengono modifiche sostanziali, atte ad aumentare l’effetto propagazione dell’epidemia.

In che modo si estrinseca l’attacco?
Come accennavo, i metodi sono essenzialmente due:
– a) disseminare i canali P2P di programmi esca , dai nomi statisticamente molto ricercati (es. Steganos Internet Anonym Pro 7.1.1.zip, Mass Downloader 3.1 Build 599.zip, Norton WinDoctor 2005.zip, Acronis Disk Director Suite v9.0.537.zip, UltraISO 7.5.1.965.zip, My DVD Maker 1.0.zip, Nero Burning ROM 6.6.0.14 Reloaded.zip, Jasc Paint Shop Pro 9.01.zip ecc.);
– b) distribuire pacchetti ricompilati degli stessi programmi utilizzati per il file sharing.

Il primo passo consiste nell’installazione e nell’utilizzo del software di peer to peer. Allorquando l’utente farà una ricerca ed incapperà in uno dei falsi software regolari distribuiti sulla rete di sharing e, una volta scaricato uno di essi, lo eseguirà senza verificarne il peso in kb, che dovrebbe essere congruo al tipo di file “regolare” sottoposto a ricerca, scatterà la trappola. Una volta eseguito, infatti, il malware tenterà subito di instaurare una connessione con un indirizzo IP specifico (si faccia riferimento all’esempio riportato in fondo alla pagina). Nel caso si utilizzi il firewall di Windows XP, questo non avvertirà del tentativo di accesso dal PC alla rete Internet, in quanto il traffico in tale direzione non viene controllato. Inutile dire che, l’utilizzo di tale deficitario strumento non dà alcuna sicurezza, per cui… la prima difesa sarà subito superata dal worm o dal trojan, senza problemi.

Da questo momento, il computer dello sprovveduto utente è sotto il pieno controllo del writer che ha realizzato il worm. Il file di installazione genera un ermetico codice di errore e si autotermina, mentre l’utente, deluso, si avvede solo che il suo software preferito, che avrebbe voluto utilizzare senza tirar furi un centesimo, non è stato installato. “Che seccatura”, penserà… “Magari sarò più fortunato provando a fare un’altra ricerca”.

Il successivo passo, ad opera del piccolo installer, concerne nella registrazione delle chiavi di registro che attiveranno tutte le componenti del worm (o trojan horse che sia) ad ogni avvio del PC.

Attualmente gira una versione evoluta del worm ” W32.Alcra.A “, appositamente progettato per girare sulle reti di peer to peer. Il worm, ancora non identificato dalla maggior parte degli antivirus (al momento in cui scrivo), si chiama “WIN32.P2P-WORM.ALCAN.A”. Esso esegue una serie di operazioni.

– 1) Si collega all’indirizzo IP 66.250.110.206;
– 2) Scarica una serie di componenti aggiuntive, dopodiché scrive su disco un innumerevole quantitativo (più di 270 Mb) di files con estensione zip, in una cartella nascosta (nei casi esaminati la directory è: “C:Documents and SettingsWindows UserComplete”), ma la stessa cartella può essere anche nel percorso di sharing del programma di P2P (es: C:ProgrammiKazaaMySharedComplete”);
– 3) Crea una directory nascosta e relativi eseguibili in “C:Programmiwinupdateswinupdates.exe”, nonchè correlate chiavi di registro in “HKLMSoftwareMicrosoftWindowsRUN”.
– 4) Copia un certo numero di files con estensione.com, noché alcune librerie dll, nella cartella “System32”.

Il primo segnale che ci indica che qualche cosa non va, visto che per il resto il sistema continua apparentemente a funzionare regolarmente, è il mancato avvio del task manager, sia attraverso i comandi CTRL+ALT+CANC, sia se proviamo a lanciare direttamente l’eseguibile taskmgr.exe da Start / Esegui (in questo modo il programmatore tenta di impedire l’identificazione e la terminazione dei processi estranei al sistema). Infatti, se facciamo caso, tra gli altri, notiamo che nella directory “C:WindowsSystem32” fa la sua bella comparsa un eseguibile DOS dal nome chiarificatorio: taskkill.com. Inoltre, il software termina i processi relativi a Microsoft Antispyware beta, mentre l’ultima release di Lavasoft Ad-Aware, resta, almeno per ora, immune all’attacco.

Il worm “WIN32.P2P-WORM.ALCAN.A” ha due finalità:

a) Infestare la rete peer to peer (infatti i 270 mb di files.zip con i nomi dei programmi più diffusi appariranno, alla bisogna, nella lista di ricerca, sia nostra che di altri collegati in file sharing);

b) Comunicare a ignoti dati sensibili (passwords e login di accesso, numeri di carte di credito, indirizzi e.mail, preferenze di navigazione, screenshots del desktop ecc.), estrapolati dal computer zombie.

La cosa che salta subito all’occhio, e che quindi deve insospettire (ma quanti ci fanno caso, visti i risultati?), consiste nel fatto che i programmi esca hanno tutti lo stesso peso: 851 kb .

Nel caso del worm “WIN32.P2P-WORM.ALCAN.A”, l’attacco pare provenire dal Belgio, infatti all’indirizzo IP 62.179.105.8, fa capo un provider di quel paese. Si deduce che il virus writer possa essere un loro abbonato.

Rosario Marcianò
Fast Service Informatica

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Speroni (Lega) pro-brevetti
    http://wiki.ffii.org/Juri050620En
  • Guybrush scrive:
    I paletti da qualche parte ci vogliono:
    http://www.pouet.net/prod.php?which=1221chi dispone di una radeon 8500 o superiore, un processore abbastanza robusto (2ghz o piu') 256mb di ram e sufficiente spazio su disco (rotfl) potra' eseguire questo piccolo programmino di appena 64K.In 64K una volta c'entrava il mondo, sebbene qualche scarafaggio sostenesse che ne bastassero 48 per fare lo stesso lavoro.Citazioni che solo un vecchietto come me puo' capire, a parte, il programmino in questione non sarebbe mai potuto esistere se la normativa sui brevetti software fosse entrata gia' in vigore.Questo perche' tra algoritmi di compressione/decodifica, librerie grafiche, elementi decorativi e altro... alla fine sarebbe rimasto ben poco spazio di manovra al genio che ha realizzato questo gioiellino.
    • Anonimo scrive:
      Re: I paletti da qualche parte ci voglio
      Diciamo pure che non gli sarebbe rimasto spazio del tutto.Bello, molto!Certo che ne hanno fatta di strada i demo... ma lo stupore rimane lo stesso.Accodo questo qui, di 46Kb:http://0x44.com/postline/cd/zips/H9cjdykiixWeBvsexS4h6PYiGVVe7Sh0e71.zipQuesto non si appoggia a nessun hardware specifico, ma non vuol essere un record di compattezza: pero` compatto e` compatto. E` un programma che ha fatto un amico, uno dei primi fan di Linoleum. Mica male, pero`, eh?E` che e` un po' lento... piu` che altro perche` usa in troppi punti calcoli in virgola mobile (per l'antialiasing), ma niente proibisce che Cryo possa ottimizzarlo in futuro...==================================Modificato dall'autore il 21/06/2005 19.15.18
  • EffeElle scrive:
    E' questa l'Europa?
    Questi sono gli innovativi risultati dell'Europa? Ma allora se l'Europa significa fare passare le leggi che servono solo ai grandi magnati delle multinazionali per arricchirsi ancora di più (Microsoft ma anche Monsanto con il suo grano transgenico che causa gravi danni alla salute), se l'Europa vuole essere la patria del liberismo senza controllo e dei banchieri, allora hanno fatto bene Francesi e Olandesi a bocciarne la Costituzione. Ma avete provato a leggerla voi la costituzione europea? Io ci ho provato, è umanamente impossibile, ad un tratto sembra di leggere un fascicolo del Sole 24 Ore. Facciamola cadere subito questa Europa malnata prima che sia troppo tardi, prima che Cinesi e Americani ci mangino in un sol boccone.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questa l'Europa?
      - Scritto da: EffeElle
      Io ci ho provato, è
      umanamente impossibile, ad un tratto sembra di
      leggere un fascicolo del Sole 24 Ore. No. Quelli sono più comprensibili.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questa l'Europa?
      Sì è questa l'europa (di Prodi)!
      • Anonimo scrive:
        Re: E' questa l'Europa?
        - Scritto da: Anonimo

        Sì è questa l'europa (di Prodi)!Fosse anche di Gesu Cristonon andrebbe bene comunque.Comunque dubito che l'asservimento al denaro e alle multinazionali sia dovuto/voluto da una sola persona.
    • Garson Poole scrive:
      Re: E' questa l'Europa?
      Condividuo la tua netta repulsione. In realtà quello che vogliono è costruire una realtà a immagine e somiglianza della globalizzazione liberista, dei piani del WTO. Forse l'unico intoppo a questo piano è costituito dall'incognita cinese. La Cina sta entrando anch'essa nel "Grande Consorzio" ma dovrà crearsi un equilibrio fra famelici predatori/depredatori che non è detto sia facile che si possa realizzare. Ricordo di aver letto in articolo di N:Chomsky una citazione da uno scritto di Rumsfield che ipotizzava come inevitabile il ricorso allo scontro militare e per questo caldeggiva l'espansione massima della realizzazione dello "Scudo Spaziale"- Scritto da: EffeElle
      Questi sono gli innovativi risultati dell'Europa?
      Ma allora se l'Europa significa fare passare le
      leggi che servono solo ai grandi magnati delle
      multinazionali per arricchirsi ancora di più
      (Microsoft ma anche Monsanto con il suo grano
      transgenico che causa gravi danni alla salute),
      se l'Europa vuole essere la patria del liberismo
      senza controllo e dei banchieri, allora hanno
      fatto bene Francesi e Olandesi a bocciarne la
      Costituzione. Ma avete provato a leggerla voi la
      costituzione europea? Io ci ho provato, è
      umanamente impossibile, ad un tratto sembra di
      leggere un fascicolo del Sole 24 Ore. Facciamola
      cadere subito questa Europa malnata prima che sia
      troppo tardi, prima che Cinesi e Americani ci
      mangino in un sol boccone.Sono d'accordo anche con l'anonimo :
      Comunque dubito che l'asservimento al denaro e alle
      multinazionali sia dovuto/voluto da una sola persona.==================================Modificato dall'autore il 21/06/2005 17.46.07
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questa l'Europa?
      - Scritto da: EffeElle
      Questi sono gli innovativi risultati dell'Europa?
      Ma allora se l'Europa significa fare passare le
      leggi che servono solo ai grandi magnati delle
      multinazionali per arricchirsi ancora di più
      (Microsoft ma anche Monsanto con il suo grano
      transgenico che causa gravi danni alla salute),
      se l'Europa vuole essere la patria del liberismo
      senza controllo e dei banchieri, allora hanno
      fatto bene Francesi e Olandesi a bocciarne la
      Costituzione. Ma avete provato a leggerla voi la
      costituzione europea? Io ci ho provato, è
      umanamente impossibile, ad un tratto sembra di
      leggere un fascicolo del Sole 24 Ore. Facciamola
      cadere subito questa Europa malnata prima che sia
      troppo tardi, prima che Cinesi e Americani ci
      mangino in un sol boccone.questa è la stessa europa che acclamavi tanto quando multava ms per wmp!tante (troppe) volte ho cercato di far valere le mie ragioni su questo forum quando affermavo che un europa che decide per fattori economici (allora si parlava di pressioni suse,redhat,mandriva e di ostruzzionismo) non può essere un'europa giusta.questa è l'altra faccia della medeglia...come dire hai voluto la bicicletta?...
      • EffeElle scrive:
        Re: E' questa l'Europa?

        questa è la stessa europa che acclamavi tanto
        quando multava ms per wmp!
        tante (troppe) volte ho cercato di far valere le
        mie ragioni su questo forum quando affermavo che
        un europa che decide per fattori economici
        (allora si parlava di pressioni
        suse,redhat,mandriva e di ostruzzionismo) non può
        essere un'europa giusta.
        questa è l'altra faccia della medeglia...come
        dire hai voluto la bicicletta?...Dubito fortemente che grazie alle pressioni di questi che tu citi siano andati a toccare il grande boss Bill Gates in persona comminandogli una tale multa. Magari il merito era invece proprio di Monti che era davvero una persona integra.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' questa l'Europa?
          - Scritto da: EffeElle

          questa è la stessa europa che acclamavi tanto

          quando multava ms per wmp!

          tante (troppe) volte ho cercato di far valere le

          mie ragioni su questo forum quando affermavo che

          un europa che decide per fattori economici

          (allora si parlava di pressioni

          suse,redhat,mandriva e di ostruzzionismo) non
          può

          essere un'europa giusta.

          questa è l'altra faccia della medeglia...come

          dire hai voluto la bicicletta?...

          Dubito fortemente che grazie alle pressioni di
          questi che tu citi siano andati a toccare il
          grande boss Bill Gates in persona comminandogli
          una tale multa.noooo. infatti le pressioni per una certa decisione arrivavano soprattutto da francia e germania fai tu.oltretutto sono notissime politiche e ragionamenti di ostruzionismo dell'ue....ma tutto questo non ha avuto peso seconde te.bel modo di vedere le cose l'ue è un covo di santarellini che lotta per il bene del mondo quando ti fa comodo e poi diventa un covo di serpi che protegge solo le multinazionali quanto ti è scomoda.purtroppo parliamo della stessa ue, e degli stessi interessi in gioco: raforzare le multinazionali europee. Magari il merito era invece
          proprio di Monti che era davvero una persona
          integra.si e io sono la fata turchina.
  • Anonimo scrive:
    Molto semplicemente...
    ... qualcuno con qualche peso, prima o poi, se tutto questo passa, si accorgerà che è illegale, farà un paio di grosse cause, le vincerà, e prenderà un sacco di soldi.Perchè un algoritmo è una espressione logica, matematica se vogliamo, e una espressione logica non è e non può essere oggetto di brevetto. Se così stabilirà qualche legge, io molto semplicemente la ignorerò, e sarò ben felice di essere un fuorilegge. Semplicemente perchè tutti lo siamo e non possiamo fare a meno di esserlo.Umberto Piva
    • EffeElle scrive:
      Re: Molto semplicemente...
      Secondo me più che altro si ricadrà in contraddizione con qualche articolo della Costituzione, non so quella Europea perchè è troppo incasinata da leggere, ma quelle dei singoli stati senz'altro.... Altrimenti sarò felice anchio di essere fuorilegge.
      • Mazinga@ scrive:
        Re: Molto semplicemente...
        - Scritto da: EffeElle
        Secondo me più che altro si ricadrà in
        contraddizione con qualche articolo della
        Costituzione, non so quella Europea perchè è
        troppo incasinata da leggere, ma quelle dei
        singoli stati senz'altro.... Altrimenti sarò
        felice anchio di essere fuorilegge.Io, a questo punto, visto lo sprofondare dell'Italia andrei in Costa Rica... Chi viene con me??? :D :D :D
      • Mazinga@ scrive:
        Re: Molto semplicemente...
        - Scritto da: EffeElle
        Secondo me più che altro si ricadrà in
        contraddizione con qualche articolo della
        Costituzione, non so quella Europea perchè è
        troppo incasinata da leggere, ma quelle dei
        singoli stati senz'altro.... Altrimenti sarò
        felice anchio di essere fuorilegge.Io, a questo punto, visto lo sprofondare dell'Italia andrei a vivere in Costa Rica... Chi viene con me??? :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Rischio di una terza guerra mondiale
    Attenzione! La legge sui brevetti software è un attentato alla conoscenza. Se passa la legge, potete starne certi, sarà l'inizio che porterà l'uomo alla terza guerra mondiale.Chi ha creato l'uomo non lo ha certo brevettato.Torno a ripeterlo: il rischio di avviarsi verso una terribile e spietata terza guerra mondiale per il controllo e il possesso dei brevetti software è reale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Rischio di una terza guerra mondiale
      - Scritto da: Anonimo
      Attenzione! La legge sui brevetti software è un
      attentato alla conoscenza. Se passa la legge,
      potete starne certi, sarà l'inizio che porterà
      l'uomo alla terza guerra mondiale.

      Chi ha creato l'uomo non lo ha certo brevettato.

      Torno a ripeterlo: il rischio di avviarsi verso
      una terribile e spietata terza guerra mondiale
      per il controllo e il possesso dei brevetti
      software è reale.
      Adesso non esageriamo: senza tirare in ballo i brevetti il rischio WWIII è quanto mai reale ai nostri giorni grazie al caro vecchio petrolio...
      • EffeElle scrive:
        Re: Rischio di una terza guerra mondiale

        Adesso non esageriamo: senza tirare in ballo i
        brevetti il rischio WWIII è quanto mai reale ai
        nostri giorni grazie al caro vecchio petrolio...Infatti il caro Bush rimane ancorato alle sue origini, insomma i brevetti non penso sappia neanche cosa siano preferisce avere la sicurezza di un pieno per il suo SUV per pochi dollari e fare vendere tante belle armi ai suoi amici che lo finanziano.
  • Anonimo scrive:
    Volete un caso reale ?
    Ho già citato questo caso ma è utile che lo riprenda.Anni fa l'azienda presso cui lavoro (una PMI) ha realizzato un prodotto hardware che ha posto sul mercato internazionale.Dopo che il prodotto si è diffuso, è arrivato un FAX dal rivenditore americano, in cui si diceva che il prodotto violava un brevetto, il riferimento era direttamente quello di uno studio legale che era altresì l'azienda che deteneva il brevetto.Notare che sto parlando di un prodotto hardware e il brevetto copriva la modalità di realizzazione di collegamento interno tra due parti della scheda (non posso essere più specifico per motivi di segretezza industriale) ed era completamente generico.È altrettanto ovvio che gli altri progettisti e io, siamo arrivati alla stessa conclusione di quelli che avevano registrato il brevetto (prima che fosse acquistato dallo studio) senza conoscerlo. Per altro la conclusione era l'unica possibile dal nostro punto di vista, senza aggiungere componenti molto più costosi. Il risultato è che il prezzo di questo prodotto negli Stati Uniti è più alto del 10% rispetto a quanto venduto in Europa e questo 10% (insieme al 10% di un centinaio di altri prodotti di altre aziende) va in tasca ad un avvocato di Boston che non sa nemmeno avvitare una lampadina.Ammetto che il problema sia anche politico, visto che l'avvocato pagherà qualcuno che avvita la lampadina al posto suo e questo è il capitalismo ma siamo sicuri che quello che è prodotto dal capitalismo sia sempre positivo, specialmente per un sistema sociale come quello che abbiamo in Europa ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete un caso reale ?
      - Scritto da: Anonimo
      Notare che sto parlando di un prodotto hardware e
      il brevetto copriva la modalità di realizzazione
      di collegamento interno tra due parti della
      scheda (non posso essere più specifico per motivi
      di segretezza industriale) ed era completamente
      generico.e tu li denunci per reverse engineering del tuo prodotto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Volete un caso reale ?
        -
        e tu li denunci per reverse engineering del tuo
        prodotto.Hai ragione, infatti è andata proprio così, attraverso lo studio di un avvocato americano, anche perché ci avevano chiesto i danni su quello che era stato già venduto.Alla fine siamo arrivati al patteggiamento, unico modo per evitare cause legali presso un tribunale del Massachusset che la nostra piccola azienda non poteva permettersi. Pensa un pò ....
  • Anonimo scrive:
    Verso la sconfitta ....
    http://news.ft.com/cms/s/329cb864-e1bb-11d9-9460-00000e2511c8.htmlnon vi preoccupate ...in piu' di un occasione ci hanno dimostrato che se ne fregano altamente della nostra posizione.era gia' stato deciso tutto da tempo
    • miomao scrive:
      Re: Verso la sconfitta ....

      http://news.ft.com/cms/s/329cb864-e1bb-11d9-9460-0

      non vi preoccupate ...
      in piu' di un occasione ci hanno dimostrato che
      se ne fregano altamente della nostra posizione.
      era gia' stato deciso tutto da tempoE' vero che la globalizzazione dei brevetti sul software è stata pianificata già da tempo.Mentre qui si creava l'illusione di un acceso dibattito negli USA ne parlavano come fosse già cosa fatta.La morale di questa storia è che per le multinazionali la democrazia è meno di un sassolino in una scarpa.
      • Garson Poole scrive:
        Re: Verso la sconfitta ....
        Purtroppo è così :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Verso la sconfitta ....
          - Scritto da: Garson Poole
          Purtroppo è così :@Non si accorgono che la gente sta convergendo su tesi leghiste o rifondarole, a seconda del background politico, se non ancora più estreme, riguardo all'Europa, proprio grazie al comportamento mafioso e arrogante dei commissari?Ci ritroveremo un europarlamento nazi-stalinista alle prossime elezioni, se continuano così.Li odio di cuore e mi accorgo che dopo essere passato da estremista a liberaldemocratico, sto rischiando di tornare estremista e inca§§ato nero.
          • EffeElle scrive:
            Re: Verso la sconfitta ....

            Li odio di cuore e mi accorgo che dopo essere
            passato da estremista a liberaldemocratico, sto
            rischiando di tornare estremista e inca§§ato
            nero.Esattamente come te, sono sempre stato moderato ma ora come ora sono inca$$ato nero. Ci faranno diventare degli estremisti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Verso la sconfitta ....
        Leggete e documentatevi sugli eventi passati e sulla storia della lotta contro i brevetti software in Europa...la storia insegna che se ci si unisce tutti senza rassegnarsi si può raggiungere un risultato:Rimando a http://swpat.ffii.org/ per ulteriori riferimenti a quanto sto dicendo.Non disperate.
        • Anonimo scrive:
          Re: Verso la sconfitta ....
          - Scritto da: Anonimo
          Leggete e documentatevi sugli eventi passati e
          sulla storia della lotta contro i brevetti
          software in Europa...la storia insegna che se ci
          si unisce tutti senza rassegnarsi si può
          raggiungere un risultato:

          Rimando a http://swpat.ffii.org/ per ulteriori
          riferimenti a quanto sto dicendo.

          Non disperate.Peccato solo il sito di ffii sia parecchio incasinato, già in passato ho aderito a loro petizioni e proposte di azione, ma ho trovato informazioni molto più facilmente su http://www.softwarelibero.it/, per esempio riguardo al comportamento passato dei nostri eurodeputati nelle votazioni sui SW patents.
          • Anonimo scrive:
            Re: Verso la sconfitta ....
            Ho cercato di raccogliere del materiale informativo suhttp://www.breccebianche.comspero possa esservi utile
          • znarf scrive:
            Re: Verso la sconfitta ....
            Informazioni dall'interno del PE e analisi le trovate qui:http://www.pdci-europa.org/campagne/fks/fks-intro.htmlNelle prossime 2 settimane si decide il futuro della direttiva, se nella seduta plenaria non passano almeno gli emendamenti Rochard (e a maggioranza dei MEP aventi diritto al voto) la battaglia e' persa. Altrimenti si va ad una negoziazione (conciliazione) con il Consiglio da una posizione piu' di forza.Teniamo conto che la posizione del relatore (Rochard) ieri e' stata sonoramente sconfitta nella commissione giuridica (16 a 10), appena abbiamo tutti i nomi pubblichiamo sul sito come hanno votato sugli emendamenti cruciali gli italiani. Sul sito la raccomandazione votata ieri dalla commissione giuridica ieri :'( Teniamo conto che in questi giorni sembra siano mobilitati 40 lobbisti pro-sw-pat a tempo pieno per raccattare voti di blocco per la plenaria.Unendo le forze, e con una straordinaria mobilitazione, pero' ce la si puo' ancora fare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Verso la sconfitta ....
            - Scritto da: znarf
            Teniamo conto che la posizione del relatore
            (Rochard) ieri e' stata sonoramente sconfitta
            nella commissione giuridica (16 a 10), appena
            abbiamo tutti i nomi pubblichiamo sul sito come
            hanno votato sugli emendamenti cruciali gli
            italiani. http://wiki.ffii.org/Juri050620Enpare che degli italiani in campo cisiastato solo uno ad aver votato contro gli emendamenti: Speroni della Lega LombardaBertinotti e Monica Frassoni hanno votato invece a favore, ma al conto non è bastatoMi chiedo quale sia il ruolo che vuol giocare la Lega affidandosi alle prese di posizione di Speroni
  • gianpietrone scrive:
    Brevetti software??????
    Brevettare il Software ma... chi ne parla tanto, è un TONTO (giro di parole!!). Certo che, è difficile esimersi dai SOLDI, sempre più soldi!!Tanti ragionamenti - tanti brevetti - tante cause - tanti avvocati e sempre i pochi che con i loro soldi, fanno piazza pulita di tutto!! Il brevetto serve come serbatoio di soldi e... sempre pochi, potranno permettersi di salvalsi dalle cause milionarie. Ad un certo punto, non sarà più il brevetto vero o proprio, legitimo o meno a fare la differenza, piuttosto, saranno le retoriche di scaltri avvocati a far pendere la bilancia dalla parte voluta. A questo punto tutto diventa virtuale e aleatorio.Milioni di programmi - milioni di algoritmi - milioni di funzioni e tutto orientato al medesimo scopo. I programmi fanno le stesse cose (magari con diversa grafica). Naturalmente sarebbe impossibile fare qualcosa di originale in assoluto.I problemi nascono in contemporanea in mille realtà e, in mille realtà si trovano le soluzioni. Bisognrebbe aggiungere ai sistemi di programmazione, un temporizzatore che segni esattamente il tempo in cui è stato sviluppato un sistema, piuttosto che un altro.La verità è che il settimo Potere è degli avvocato senza scrupoli e di giudici parziali.Io penso che ci stiamo avvicinando al CAOS!!!Vorrei tanto che, qualcuno si offendesse per ciò che scrivo.Io sono al mio posto!!!!!dr. ing. Gian Pietro Bomboi.bomboi45@hotmail.com
    • Rex1997 scrive:
      Re: Brevetti software??????
      - Scritto da: gianpietrone
      snip
      La verità è che il settimo Potere è degli
      avvocato senza scrupoli e di giudici parziali.

      Io penso che ci stiamo avvicinando al CAOS!!!
      Beh, la famosa storiella sulla professione più vecchia del mondo raccontata da Asimov, pare abbia finalmente una dimostrazione...:(
      Vorrei tanto che, qualcuno si offendesse per ciò
      che scrivo.
      Io sono al mio posto!!!!!

      dr. ing. Gian Pietro Bomboi.

      bomboi45@hotmail.com
      Io non sono laureato, ma lo sfogo dello studente lo capisco eccome...il triste giorno che tutte le idee saranno brevettate, cosa auspicata dai "grandi", si fermerà il progresso e con esso il mondo: complimenti!:@@^@^@^P.S. Gli avvocati però non si arrabbino se "dopo" non potranno più guadagnare soldi, nel caos da loro (ri)creato, ma dovranno piegare la schiena e zappare l'orto se vorranno mangiare e sopravvivere...Ah dimenticavo, nel caso sono disponibile a fornir loro lezioni su come si coltivano gli ortaggi, naturalmente dietro congruo $$$$ pagamento...:D==================================Modificato dall'autore il 21/06/2005 13.21.06
  • AlessioC scrive:
    Il sito dell'Ufficio Brevetti
    Giusto per la precisione, l'autore scrive:"si veda in proposito cosa riporta il sito dell'ufficio brevetti", linkando a http://www.ufficiobrevetti.it/software/software_home.htmIn realtà il dominio ufficiobrevetti.it è assegnato alla illustre collega Laura Turini, stimato avvocato industrialista ed editorialista de IlSole24Ore.Magari l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi avesse un sito così chiaro!Alessio Canovawww.cano.it
  • Anonimo scrive:
    Rimangono pochi giorni...
    Partecipate alla campagna di sensibilizzazione ne iconfronti degli EuroParlamentari Italiani al seguente indirizzo:http://www.breccebianche.comnella sezione "Attivismo/Lettere".Tra meno di 11 giorni lavorativi, il 6 Luglio, si voterà al Parlamento ed ogni assente conterà a favore dei brevetti software. Richiamiamo i nostri rappresentati... Una lettera costa appena 0.60 centesimi in Italia e 0.62 per il Belgio.Sul sito troverete gli indirizzi ed eventualmente se volete scrivere una mail i riferimenti opportuni.Ad oggi sono state spedite più di 70 lettere e una scarsa decina hanno risposto... facciamoci sentire preoccupati. A presto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Rimangono pochi giorni...
      Rassegnatevi, li hanno gia' foraggiati per bene.Vedrete che si presenteranno solo i pro e gli altri faranno mancare il numero minimo.Avete letto quello che e' successo ieri alle votazioni degli emendamenti ri Rocard, no?Passera', e poi tocchera' ai vari governi nel recepimento della direttiva porre dei limiti ma ricordatevi che il nostro preferisce la via suicidaSono anni che stiamo perdendo tutte le battaglie e stavolta non andra' diversamente, finche' la gente non si sveglia non c'e' modo di cambiare le cose.pensate ai cazzi vostri e mandate a cagare i vostri figli che non meritano niente tranne che di farsi inculare dall'operatore di telefonia di turno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rimangono pochi giorni...
        - Scritto da: Anonimo

        Pensate ai cazzi vostri e mandate a cagare i
        vostri figli che non meritano niente tranne che
        di farsi inculare dall'operatore di telefonia di
        turno.Rotfl, non so perchè, ma sono daccordo.PS=mi domando se ci sarà un limite dove finiremo a sbattere, oppure se ci troveremo veramente come un paese del 3° mondo, d'altra parte la ricchezza non si crea e l' italia non ne importa.
    • Rex1997 scrive:
      Re: Rimangono pochi giorni...
      - Scritto da: Anonimo
      Partecipate alla campagna di sensibilizzazione ne
      iconfronti degli EuroParlamentari Italiani al
      seguente indirizzo:

      http://www.breccebianche.com

      nella sezione "Attivismo/Lettere".
      Tra meno di 11 giorni lavorativi, il 6 Luglio, si
      voterà al Parlamento ed ogni assente conterà a
      favore dei brevetti software. Richiamiamo i
      nostri rappresentati... Una lettera costa appena
      0.60 centesimi in Italia e 0.62 per il Belgio.

      Sul sito troverete gli indirizzi ed eventualmente
      se volete scrivere una mail i riferimenti
      opportuni.

      Ad oggi sono state spedite più di 70 lettere e
      una scarsa decina hanno risposto... facciamoci
      sentire preoccupati.

      A presto.Tempo fa avevo postato questo messaggio:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1011262&tid=1011262&p=1&r=PIPuò servire?
      • Anonimo scrive:
        Re: Rimangono pochi giorni...
        Sicuramente, tuttavia le lettere cartacee e fax hanno più peso di una email. Scrivete, facciamoci sentire tutti preoccupati. Sul sito di cui prima o su FSF potrete trovare modelli di lettere da utilizzare se non volete scrivere di vostro pugno.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Brevetti software e lo stra-ripeto....
    Brevetti software = dare il sedere alle software house americane! 8)
    • Guybrush scrive:
      Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
      ...per ora.Poi saranno cinesi e poi chissa' a chi altro.Oltretutto mica e' detto che se l'aspirante progammatore di cui sopra va a lavorare per una multinazionale del software, puo' ritenersi al sicuro:egli potrebbe infatti ritrovarsi a scrivere programmi altamente inefficenti perche' la multinazionale di cui sopra non puo' o non vuole procurarsi i brevetti necessari alla realizzazione del software.E come conseguenza ultima i programmi, venduti come "il miglior ritrovato della tecnologia" sono in realta' delle ciofeghe terrificanti, divoratrici di risorse e stabili come la faglia di S. Andrea in California.
      GT
      • Anonimo scrive:
        Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
        - Scritto da: Guybrush
        ...per ora.
        Poi saranno cinesi e poi chissa' a chi altro.

        Oltretutto mica e' detto che se l'aspirante
        progammatore di cui sopra va a lavorare per una
        multinazionale del software, puo' ritenersi al
        sicuro:

        egli potrebbe infatti ritrovarsi a scrivere
        programmi altamente inefficenti perche' la
        multinazionale di cui sopra non puo' o non vuole
        procurarsi i brevetti necessari alla
        realizzazione del software.

        E come conseguenza ultima i programmi, venduti
        come "il miglior ritrovato della tecnologia" sono
        in realta' delle ciofeghe terrificanti,
        divoratrici di risorse e stabili come la faglia
        di S. Andrea in California.


        GT
        • Anonimo scrive:
          Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..

          Falce e Martello (troll1)Cosa vuol dire? cos'e' un Haiku? o sei fuori come un balcone?Riguardo all'articolo:"Per carità, non voglio assolutamente sembrare il solito maniaco del software Open Source o ancor peggio un sovversivo anarchico." C'e' qualcosa di male in questo? Ma perche' le persone leggermente intelligenti devono sempre far finta di essere leggermente idiote? ok, ok ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
            - Scritto da: Anonimo

            Falce e Martello (troll1)

            Cosa vuol dire? cos'e' un Haiku? o sei fuori come
            un balcone?

            Riguardo all'articolo:
            "Per carità, non voglio assolutamente sembrare il
            solito maniaco del software Open Source o ancor
            peggio un sovversivo anarchico."
            C'e' qualcosa di male in questo? Ma perche' le
            persone leggermente intelligenti devono sempre
            far finta di essere leggermente idiote? ok, ok
            ...essere maniaco del sw oss o sovversivo anarchico non fa di te anche una persona intelligente!anzi molto spesso sovversivi anarchici lo si è da giovani quando più che avere vere idee ed esperienze (e la maturità per valutarle) si ha voglia di ribellarsi a tutto e tutti contro un mondo che non piace....insomma si è ancora molto acerbi.poi si cresce, si matura e ci si rende conto che il sovversivo anarchico non lo si può fare a vita un pò perchè si è tra i prima a consumare quei prodotti che detestiamo (per i prodotti stessi, per ciò che rappresentano o per le politiche delle aziende che li producono) un pò perchè la via del 'sovversivo anarchico' è solo un mezzo infantile che non produce nessun risultato e nessun beneficio.per analogia si può pensare al trattamanto sul posto di lavoro: se qualcosa non va puoi benissimo provare la via del 'sovversivo anarchico' e provare a occupare l'azienda come facevi a scuola quando eri adolescente, se poi vuoi veramente avere risultati e sei un pò più maturo ti rendi conto che 'tirare calci a destra e manca' per protestare è infantile e ti rivolgi alle associazioni di categoria e ai sindacati.insomma da ragazzini si incrociano le braccia e si occupa, poi si cresce e si capisce che è meglio il dialogo.per l'oss il discorso è più o meno lo stesso; lo è perchè molto spesso l'oss è un modo per 'ribellarsi' e quindi rientra negli schemi di cui sopra.molto spesso i maniaci dell'oss sono semplicemente dei 'sovversivo anarchico' del sw.poi però anche qui bisogna crescere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Falce e Martello (troll1)



            Cosa vuol dire? cos'e' un Haiku? o sei fuori
            come

            un balcone?



            Riguardo all'articolo:

            "Per carità, non voglio assolutamente sembrare
            il

            solito maniaco del software Open Source o ancor

            peggio un sovversivo anarchico."

            C'e' qualcosa di male in questo? Ma perche' le

            persone leggermente intelligenti devono sempre

            far finta di essere leggermente idiote? ok, ok

            ...

            essere maniaco del sw oss o sovversivo anarchico
            non fa di te anche una persona intelligente!Mentre invece acquistare acriticamente qualsiasi cosa ti propinino le multinazionali del software quando la rete ti offre di meglio (provato sul campo!) è da veri furbi, come no!
            anzi molto spesso sovversivi anarchici lo si è da
            giovani quando più che avere vere idee ed
            esperienze (e la maturità per valutarle) si ha
            voglia di ribellarsi a tutto e tutti contro un
            mondo che non piace....insomma si è ancora molto
            acerbi.
            poi si cresce, si matura e ci si rende conto che
            il sovversivo anarchico non lo si può fare a vita
            un pò perchè si è tra i prima a consumare quei
            prodotti che detestiamo (per i prodotti stessi,
            per ciò che rappresentano o per le politiche
            delle aziende che li producono)C'è del vero in quello che dici... sai, a 16 anni avrei sostenuto quella multinazionale che sappiamo a spada tratta perché ci sono i videogiochi più belli, ma a 30 anni...
            un pò perchè la
            via del 'sovversivo anarchico' è solo un mezzo
            infantile che non produce nessun risultato e
            nessun beneficio.Sta storia del 'sovversivo anarchico' non mi convince. Secondo te quindi o ti bevi giù tutto quello che lorsignori dicono o sei un 'sovversivo anarchico' = 'destabilizzatore dell'ordine' = DELINQUENTE. Per non aver usato i prodotti di lorsignori e di averne trovati (o meglio, creati) di più adatti alle tue esigenze. Mah!
            per analogia si può pensare al trattamanto sul
            posto di lavoro: se qualcosa non va puoi
            benissimo provare la via del 'sovversivo
            anarchico' e provare a occupare l'azienda come
            facevi a scuola quando eri adolescente, se poi
            vuoi veramente avere risultati e sei un pò più
            maturo ti rendi conto che 'tirare calci a destra
            e manca' per protestare è infantile e ti rivolgi
            alle associazioni di categoria e ai sindacati.Ok, ma cosa succederebbe se l'associazione di categoria DICESSERO SOLO di fare i tuoi interessi e invece poi di fatto facessero quelli di coloro contro i quali vorresti protestare (ma non lo fai perché sei 'cresciuto')? E' solo un'ipotesi, ma guarda cosa è successo in bolivia... (e avete notato quanto poco se ne è parlato sui mass media?)
            per l'oss il discorso è più o meno lo stesso; lo
            è perchè molto spesso l'oss è un modo per
            'ribellarsi' e quindi rientra negli schemi di cui
            sopra.
            molto spesso i maniaci dell'oss sono
            semplicemente dei 'sovversivo anarchico' del sw.
            poi però anche qui bisogna crescere.Ah davvero? quindi, per esempio, una persona adulta non dovrebbe mai usare Mozilla Firefox, specialmente sul posto di lavoro perché è open, quindi da ragazzini immaturi o peggio da 'sovversivi anarchici = contrari all'ordine pubblico = DELINQUENTI'...Scusa io ho 30 anni, mai stato a una manifestazione di piazza, mai occupato la scuola (se c'era sciopero o occupazione giravo i tacchi e tornavo a casa e se lo sapevo il giorno prima restavo a letto), ma dimmi tu perché mai non dovrei usare un software che ha ampiamente dimostrato di servirmi meglio di quello della multinazionale, c***o, un prodotto migliore offerto a condizioni migliori.... che dovrei fare, continuare ad usare l'altro perché ha un'aria più ufficiale? QUESTO è da immaturi, fare il TIFO per un'azienda....
          • Anonimo scrive:
            Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo



            Falce e Martello (troll1)





            Cosa vuol dire? cos'e' un Haiku? o sei fuori

            come


            un balcone?





            Riguardo all'articolo:


            "Per carità, non voglio assolutamente sembrare

            il


            solito maniaco del software Open Source o
            ancor


            peggio un sovversivo anarchico."


            C'e' qualcosa di male in questo? Ma perche' le


            persone leggermente intelligenti devono sempre


            far finta di essere leggermente idiote? ok, ok


            ...



            essere maniaco del sw oss o sovversivo anarchico

            non fa di te anche una persona intelligente!

            Mentre invece acquistare acriticamente qualsiasi
            cosa ti propinino le multinazionali del software
            quando la rete ti offre di meglio (provato sul
            campo!) è da veri furbi, come no!ragioni a senso unico?quanti anni hai 5? 6?almeno le basi della logica le conisci?la mia affermazione NON comporta nessuna delle seguenti due cose:1) essere maniaco dell'oss significa essere stupido2) acquistare acriticamente sw purchè non oss significa essere intelligente.ma significa che pur essendo pro-oss puoi non essere intelligente e tu ne sei il chiaro esempio


            anzi molto spesso sovversivi anarchici lo si è
            da

            giovani quando più che avere vere idee ed

            esperienze (e la maturità per valutarle) si ha

            voglia di ribellarsi a tutto e tutti contro un

            mondo che non piace....insomma si è ancora molto

            acerbi.

            poi si cresce, si matura e ci si rende conto che

            il sovversivo anarchico non lo si può fare a
            vita

            un pò perchè si è tra i prima a consumare quei

            prodotti che detestiamo (per i prodotti stessi,

            per ciò che rappresentano o per le politiche

            delle aziende che li producono)

            C'è del vero in quello che dici... sai, a 16 anni
            avrei sostenuto quella multinazionale che
            sappiamo a spada tratta perché ci sono i
            videogiochi più belli, ma a 30 anni...non ha capito una fava ma ormai mi sono già fatto un'idea del tipo di persona con qui sto tentando di interagire


            un pò perchè la

            via del 'sovversivo anarchico' è solo un mezzo

            infantile che non produce nessun risultato e

            nessun beneficio.

            Sta storia del 'sovversivo anarchico' non mi
            convince. Secondo te quindi o ti bevi giù tutto
            quello che lorsignori dicono o sei un 'sovversivo
            anarchico' = 'destabilizzatore dell'ordine' =
            DELINQUENTE. Per non aver usato i prodotti di
            lorsignori e di averne trovati (o meglio, creati)
            di più adatti alle tue esigenze. Mah!leggi almeno...non hai capito una fava!


            per analogia si può pensare al trattamanto sul

            posto di lavoro: se qualcosa non va puoi

            benissimo provare la via del 'sovversivo

            anarchico' e provare a occupare l'azienda come

            facevi a scuola quando eri adolescente, se poi

            vuoi veramente avere risultati e sei un pò più

            maturo ti rendi conto che 'tirare calci a destra

            e manca' per protestare è infantile e ti rivolgi

            alle associazioni di categoria e ai sindacati.

            Ok, ma cosa succederebbe se l'associazione di
            categoria DICESSERO SOLO di fare i tuoi interessi
            e invece poi di fatto facessero quelli di coloro
            contro i quali vorresti protestare (ma non lo fai
            perché sei 'cresciuto')? E' solo un'ipotesi, ma
            guarda cosa è successo in bolivia... (e avete
            notato quanto poco se ne è parlato sui mass
            media?)non fai certo il 'sovversivo anarchico' alla copyriotcafè...esistono tante forme democratiche e mature per opporsi ai soprusi gli scioperi ad esempio che producono più risultati del 'sovversivismo anarchico'


            per l'oss il discorso è più o meno lo stesso; lo

            è perchè molto spesso l'oss è un modo per

            'ribellarsi' e quindi rientra negli schemi di
            cui

            sopra.

            molto spesso i maniaci dell'oss sono

            semplicemente dei 'sovversivo anarchico' del sw.

            poi però anche qui bisogna crescere.

            Ah davvero? quindi, per esempio, una persona
            adulta non dovrebbe mai usare Mozilla Firefox,no!ma proprio non ha capito un axxio!rispondo ad un post in cui si da a credere che se usi sw oss sei intelligente e se sei 'sovversivo anarchico' sei ancora più intelligente.QUESTO non è vero!l'intelligenza non è vincolata in alcun modo ne all'oss ne al 'sovversivismo anarchico' per i motivi che ho spiegato benissimo ma che tu non hai capito!
            specialmente sul posto di lavoro perché è open,
            quindi da ragazzini immaturi o peggio da
            'sovversivi anarchici = contrari all'ordine
            pubblico = DELINQUENTI'...si dai vola con la fantasia tu....non ho mai detto questo ma siccome ho nominato il nome di oss invano a te sono partite le rotelline dopo le prime 3 righe

            Scusa io ho 30 anni, mai stato a una
            manifestazione di piazza, mai occupato la scuola
            (se c'era sciopero o occupazione giravo i tacchi
            e tornavo a casa e se lo sapevo il giorno prima
            restavo a letto), ma dimmi tu perché mai non
            dovrei usare un software che ha ampiamente
            dimostrato di servirmi meglio di quello della
            multinazionale, c***o, un prodotto migliore
            offerto a condizioni migliori.... che dovrei
            fare, continuare ad usare l'altro perché ha
            un'aria più ufficiale? QUESTO è da immaturi, fare
            il TIFO per un'azienda....poverino mi fai pena di tutto un discorso non hai capito una fava
          • Mechano scrive:
            Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
            - Scritto da: Anonimo
            per l'oss il discorso è più o meno lo stesso; lo
            è perchè molto spesso l'oss è un modo per
            'ribellarsi' e quindi rientra negli schemi di cui
            sopra.
            molto spesso i maniaci dell'oss sono
            semplicemente dei 'sovversivo anarchico' del sw.
            poi però anche qui bisogna crescere.Ma che ca%%o scrivi?Ma come ti permetti di fare analogie talmente idiote e per giunta forzate!L'opensource è la rilettura in chiave informatica dell'accademia platonica.E internet o meglio alcuni luoghi su internet (sourceforge e simili) sono la rappresentazione virtuale dell'accademia, ossia quel luogo presumibilmente all'ombra di un grande albero fuori dalla città e dai suoi tiranni, in cui incontrarsi e scambiarsi idee, intuizioni, conoscenza e informazioni.Dagli anni '70 ad inizio '80 del secolo scorso, l'informatica si sviluppava in maniera identica al concetto platonico, e il luogo dove scambiarcisi informazioni e listati erano principalmente gli atenei accademici (ti dice nulla il perchè le università si chiamano enti accademici?) o le sedi di club di informatici e appassionati di questi settori.Quando qualche scellerato iniziò a individuare possibili speculazioni nel mondo del software, iniziò anche lo studio dei modi per impedire questo spreco di nozioni e diffusione di conoscenza. E l'aiuto è arrivato dalla caratteristica stessa del codice binario, che non permette la piena leggibilità di quelli che sono i sorgenti da cui proviene. Le leggi sul copyright e sui brevetti hanno fatto il resto.In quel momento inizia un periodo di oscurantismo, in cui ogni riga di codice invece che condivisione e crescita culturale della comunità informatica diventa un motivo di speculazione.Ora l'opensource vuole far tornare il codice quella forma di conoscenza condivisa che aiuti la comunità degli informatici a crescere soprattutto culturalmente e creare anche innovazione oltre a migliorare gli strumenti informatici e renderli accessibili a tutti quelli che hanno voglia di imparare.Cosa c'è di anarchico e sovversivo in questo?Dato che il software non viene venduto ma ha comunque un alto valore culturale che tipo di sovversione c'è al di fuori della riduzione delle speculazioni di chi lo ha chiuso e lo sfrutta economicamente da oltre 20 anni?Se ci sono dei ladri, delinquenti, sovversivi e speculatori questi sono coloro che hanno chiuso i sorgenti e la conoscenza e riuscito nell'aberrazione mentale di dare un prezzo ad ogni copia di un concetto astratto come il software.__Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: Anonimo


            per l'oss il discorso è più o meno lo stesso; lo

            è perchè molto spesso l'oss è un modo per

            'ribellarsi' e quindi rientra negli schemi di
            cui

            sopra.

            molto spesso i maniaci dell'oss sono

            semplicemente dei 'sovversivo anarchico' del sw.

            poi però anche qui bisogna crescere.

            Ma che ca%%o scrivi?
            Ma come ti permetti mi permetto perche siamo in democrazia caro bambocciodi fare analogie talmente
            idiote e per giunta forzate!

            L'opensource è la rilettura in chiave informatica
            dell'accademia platonica.si daiii che ti sei fumato?
            E internet o meglio alcuni luoghi su internet
            (sourceforge e simili) sono la rappresentazione
            virtuale dell'accademia, ossia quel luogo
            presumibilmente all'ombra di un grande albero
            fuori dalla città e dai suoi tiranni, in cui
            incontrarsi e scambiarsi idee, intuizioni,
            conoscenza e informazioni.bravo adesso però leggilo veramente platone

            Dagli anni '70 ad inizio '80 del secolo scorso,
            l'informatica si sviluppava in maniera identica
            al concetto platonico,nei tuoi sogni bagnati magari..cmq tutto questo non c'entra nulla e mi da l'impressione che come il post sopra non sai neanche fare un'analisi logica di un costrutto.stai messo male e ti permetti pure di blaterare di informatica.ti aiuto...affermazione: non sono mica napoletano.replica: non vedo perchè una debba vergognarsi di essere intelligente.mio post: essere napoletano non significa essere intelligente.osservazioni:1) ma neanche essere stupido2) non essere napoletano non fornisce alcun informazione sullo stato dell'intelligenza3) mentre 'affermazione' è solo un'informazione di parteza 'replica' e una deduzione logica sbagliata per errori di metalinguaggio e 'mio post' sottolinea solo questo.chiunque abbia visto altro non ha capito una fava e non è neanche capace di seguire un discernimento logico.4) sei un maniaco oss e non sei intelligente quindi 3 è confermata sperimentalmente e il luogo dove
            scambiarcisi informazioni e listati erano
            principalmente gli atenei accademici (ti dice
            nulla il perchè le università si chiamano enti
            accademici?) o le sedi di club di informatici e
            appassionati di questi settori.
            da qui non ho neanche più letto perchè tanto non stai rispondendo a quello che ho scritto io ma a quello che passa per la tua testa...un pò come allo stadio dove ogni gesto viene travisato per poter dar sfogo alle 'azioni punitive' da tifosi ultrà
            Quando qualche scellerato iniziò a individuare
            possibili speculazioni nel mondo del software,
            iniziò anche lo studio dei modi per impedire
            questo spreco di nozioni e diffusione di
            conoscenza. E l'aiuto è arrivato dalla
            caratteristica stessa del codice binario, che non
            permette la piena leggibilità di quelli che sono
            i sorgenti da cui proviene. Le leggi sul
            copyright e sui brevetti hanno fatto il resto.

            In quel momento inizia un periodo di
            oscurantismo, in cui ogni riga di codice invece
            che condivisione e crescita culturale della
            comunità informatica diventa un motivo di
            speculazione.

            Ora l'opensource vuole far tornare il codice
            quella forma di conoscenza condivisa che aiuti la
            comunità degli informatici a crescere soprattutto
            culturalmente e creare anche innovazione oltre a
            migliorare gli strumenti informatici e renderli
            accessibili a tutti quelli che hanno voglia di
            imparare.

            Cosa c'è di anarchico e sovversivo in questo?

            Dato che il software non viene venduto ma ha
            comunque un alto valore culturale che tipo di
            sovversione c'è al di fuori della riduzione delle
            speculazioni di chi lo ha chiuso e lo sfrutta
            economicamente da oltre 20 anni?

            Se ci sono dei ladri, delinquenti, sovversivi e
            speculatori questi sono coloro che hanno chiuso i
            sorgenti e la conoscenza e riuscito
            nell'aberrazione mentale di dare un prezzo ad
            ogni copia di un concetto astratto come il
            software.

            __
            Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
            Non ho parole....1) Ca**o centra il comunismo staliniano?2) Ca**o centra l' anarchico con tutto quello che hai menzionato?3) Crescere? Intendi adeguarsi ai monopoli e alla concorrenza sleale, oltre ad abolire qualsiasi libertà?4) Secondo te dato che il "14enne" c'è l'ha col mondo (fosse vero), è un delinquente e tali sono tutti quelli che non sono daccordo con principi e idee altrui (multinazionali del software per es.)?
          • Anonimo scrive:
            Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
            - Scritto da: Anonimo
            Non ho parole....

            1) Ca**o centra il comunismo staliniano?
            2) Ca**o centra l' anarchico con tutto quello che
            hai menzionato?
            3) Crescere? Intendi adeguarsi ai monopoli e alla
            concorrenza sleale, oltre ad abolire qualsiasi
            libertà?
            4) Secondo te dato che il "14enne" c'è l'ha col
            mondo (fosse vero), è un delinquente e tali sono
            tutti quelli che non sono daccordo con principi e
            idee altrui (multinazionali del software per
            es.)?
            secondo me sei un idiota..e lascia pure che lo staff moderi il post.tu sempre idiota rimani.i|diò|taagg., s.m. e f.1a agg., s.m. e f. AU che, chi è molto poco intelligente: essere un perfetto, un povero i., una ragazza i., quell?i. ha rovinato tutto; anche come insulto: guarda cosa hai combinato, i.! 1b agg., s.m. e f. TS med., che, chi è affetto da idiozia 2 agg. AU di qcs., che rivela idiozia: risposta i.; sorriso, sguardo i.; scherzo i. 3 s.m. e f. OB persona rozzasei rozzo e così poco intelligente che non hai neanche capito quello che ho scritto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
            ma sai in cosa consistono i brevetti sul software all'americana?
          • Anonimo scrive:
            Re: Brevetti software e lo stra-ripeto..
            - Scritto da: Anonimo
            ma sai in cosa consistono i brevetti sul software
            all'americana?ma sai cosa ho scritto?sa com'è ho appena risposto a 3 ciarlatani che pensavano avessi scritto altro o che leggono il forum di un mondo parallelo...
Chiudi i commenti