P2P, Grokster ora è portavoce delle major

La home page dell'azienda, colpita duramente dalla Corte Suprema americana, ora avverte i navigatori: chi scarica è monitorato, l'IP è sotto controllo. Parole da major


Roma – Avvicinare gli utenti che sfruttano i sistemi di scambio peer-to-peer per dar loro l’idea che ogni mossa venga monitorata, ogni scambio controllato e che una denuncia possa partire in qualsiasi momento: questo il senso della “nuova” home page di Grokster, celebre servizio di settore ridotto al silenzio da un lungo procedimento voluto dalle major e conclusosi dinanzi alla Corte Suprema .

Su quella pagina ora viene indicato all’utente che vi si rechi l’IP del proprio computer, quel numero che identifica in modo univoco il PC che ha accesso alla rete, una indicazione accompagnata da una frase esplicita: “Il tuo IP è….. ed è stato registrato. Non credere di non poter essere individuato. Non sei anonimo”.

Si tratta evidentemente di una ovvietà: con l’eccezione di chi fa uso di sofisticati sistemi di anonimizzazione , infatti, l’IP di chi utilizza pressoché qualsiasi servizio di rete è facilmente reperibile, tanto più che viene spesso conservato anche per lunghi periodi, un fatto che ne consente un rapido reperimento in caso di inchiesta. Il ribadirlo su quella home page, però, assume i contorni di una sorta di ultimatum contro chi utilizza il P2P in modo illegale, vale a dire decine di milioni di utenti in tutto il Mondo.

Oltre a quella frase appare anche un testo che la contestualizza:

“La Corte Suprema degli Stati Uniti ha confermato all’unanimità che utilizzare questo servizio per scambiare materiale protetto da diritto d’autore è illegale.
Copiare film protetti o musica utilizzando servizi peer-to-peer non autorizzati è illegale ed è un’azione perseguita dai detentori dei diritti d’autore.
Ci sono servizi legali per scaricare musica e film.
Questo servizio non è uno di quelli”.

Una frase che non deve stupire: si tratta infatti del diretto risultato delle sanzioni imposte a Grokster dopo che la Corte Suprema ha stabilito una responsabilità diretta delle società produttrici di software P2P sulle azioni compiute dai propri utenti. E’ allo stesso tempo anche la dichiarazione ufficiale di chiusura del servizio, già defunto da tempo , tanto più che è condita da due link che portano a siti legati alle major della musica e del cinema in cui si spiega cosa è il diritto d’autore e in che modo, secondo l’industria, il P2P danneggia il settore e gli artisti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il futuro del paese
    Siamo ormai indietro, tecnologicamente, rispetto al resto del mondo occidentale e anche qualche paese in via di sviluppo. E rimaniamoci!D'altronde l'italiano medio, ancorchè apparentemente urbanizzato, proviene non da una cultura industriale ma da una cultura provinciale di paese e, andando poco indietro nel tempo, da un mondo agropastorale: si interessa alla tecnologia intesa come gadget ultimo grido da sfoggiare, non alle possibilità di espansione degli orizzonti che essa offre, sia in termini socio economici che, ancora meno!, in termini culturali.Perciò schermi da 1 pollice sul telefonino e schermi al plasma da 42 pollici in salotto, a 4 metri di distanza, fanno parte della stessa fenomenologia, servono alla stessa cosa: stupire gli amici e vedere il pallone e il grande fratello. Pazienza se esiste una rete che interconnette il mondo intero, dove posso comprare una camicia dai Navajos dell'Arizona o seguire un forum di neurologi in Svezia, sul wap del cellulare 'sta roba non c'è, ci sono le chat, le previsioni del tempo ma, sopratutto, i loghi e le suonerie!. Servizi indispensabili, per i quali vale senz'altro la pena di spendere complessivamente 30 o 40 milioni di euro all'anno.D'altronde la navigazione in internet prevede che io interagisca, ed interagire significa avere imparato un substrato minimale di nozioni di informatica e di elettronica ed uno scambio bi-direzionale con il mezzo. Molto meglio stare lì davanti, e fare da contenitore senza fondo in cui riversare qualunque cosa, senza mai arrivare a saturazione. La mia previsione, da non-esperto quale sono, pertanto è che la tv sul telefonino sarà un SUCCESSONE.
  • Xnusa scrive:
    Troppi servizi sulle frequenze UHF
    Le frequenze televisive VHF e UHF alla fin dei conti non sono poi tante (100 al massimo).Su queste devono starci in primis i canali tv analogici (dove ogni canale occupa un'intera frequenza). Prima o poi dovranno essere spenti per far spazio al digitale terrestre, ma sui tempi reali (non teorici) regna ancora molta incertezza.Ci sono poi frequenze già occupate dal DTT, in cui ogni singola frequenza può "trasportare" un numero variabile di canali, anche se si sa già che per ottenere una qualità decente non conviene metterne troppi insieme (La7 ad esempio, al momento fa schifo, è una tovaglia a quadretti :-) Ergo, anche il digitale terrestre richiederà svariate frequenze.Voci di corridoio dicono che si vorrebbe far partire la Pay tv sul DTT, quindi a chi paga dovrà essere fornita una buona qualità audio e video, quindi non si potrà comprimere troppo.Le Regioni vorrebbero far partire canali esclusivamente di servizio (anche se essendo solo dati potranno però starcene tanti in una sola frequenza).Ce ne sarebbe già abbastanza per saturare le frequenze...Ora anche i gestori di telefonia mobile vorrebbero avere le loro frequenze per trasportare la tv sul cellulare. Certamente anche qui non è richiesta molta banda per singolo canale, Wind vorrà un suo multiplex, Tim il suo e Vodafone anche. E altre tre frequenze se ne vanno...Tra l'altro ci si sta accorgendo che in alcune situazioni le frequenze adiacenti si disturbano a vicenda e sul digitale questo si rivela un problema insidioso.Secondo voi chi tra tutti questi attori dovrà rinunciare a qualcosa? Io non vorrei che alla fine ci trovassimo solo con servizi scadenti e a pagamento...A mio parere il Ministero per le tlc dovrebbe liberalizzare frequenze dello spettro radio attualmente inutilizzate in modo da far spazio a tutti questi nuovi servizi, non si può pretendere di far stare tutto nelle sole frequenze tv.
    • Anonimo scrive:
      Re: Troppi servizi sulle frequenze UHF
      - Scritto da: Xnusa
      A mio parere il Ministero per le tlc dovrebbe
      liberalizzare frequenze dello spettro radio
      attualmente inutilizzate in modo da far spazio a
      tutti questi nuovi servizi, non si può pretendere
      di far stare tutto nelle sole frequenze tv.Giusto, purtroppo di frequenze libere ce ne sono poche e quelle poche sono a condivisione di spettro.
  • Anonimo scrive:
    Il futuro del telefonino...
    Secondo me il futuro del telefonino sara' questo qui:(1) A breve uscira' il telefonino con la TV real-time.(2) Poi uscirà il telefonino con la TV e l'uscita Video.(3) Poi uscirà il telefonino con la TV e l'uscita Video e gli occhiali LCD per vedere la TV in full immersion.Cosa permetteranno di vedere gli Occhiali LCD?Permetteranno di vedere uno schermo da 43" pollici a una distanza di tre metri.Immaginate di essere sul treno e annoiati accendete il vostro telefonino, vi mettete gli occhiali e vi guardate la TV da 43 pollici!! una figata!.Queste cose tecnicamente sono gia' possibili, e secondo me ci stanno gia' pensando.Questi aggeggi non vanno a sostituire la TV ma servono per la visione personale.Non vedo l'ora di comprarlo.Ciao a tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro del telefonino...
      Ma in treno approfittarne per leggere un libro o un giornale, no eh? Troppa cultura fa male...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro del telefonino...
      Brrr! 1) Cosa ci guardi? L'ennesima idiozia per cerebrolesi? Immagino già la qualità del servizio. Già la mattina se sei a casa con l'influenza e accendi la TV tenti subito dopo il suicidio.2) Molto meglio scambiare quattro chiacchere con gli amici che bruciarsi gli ultimi neuroni con la TV3) Vediamo quanto durano le batterie con video, reitroilluminazione e audio che funzionanto tutto il tempo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro del telefonino...

      Non vedo l'ora di comprarlo.Bella per te.
  • The_GEZ scrive:
    Thanks God is Italy !
    Ciao a Tutti ! Ci sono novità tecnologiche che suscitano un curioso fenomeno. Ricevono ampio spazio sui grandi quotidiani, che se le rimbalzano come palline di un flipper, mentre sono guardate di sottecchi, con tiepido interesse, da parte della stampa specializzata. Ecco, adesso il solito malpensante comunista potrebbe pensare che certe "novità" tecnologiche vengono opportunamente pubblicizzate, incoraggiate e perchè no, sovvenzionate ... mentre altre (più meritevoli) ignorate. Molta Tv, molti cellulari, pochi computer e poca Internet, rispetto al resto d'Europa: è la fotografia dell'italiano medio. Ed è per questo che le compagnie telefoniche ringraziano l' Italia di esistere, un paese che consuma sempre la stessa merce basta ogni tanto fornirla in "salsa piccante", che non si interssa minimamente quella che potrebbe essere vera innovazione, anzi la considera una diavoleria da sfigati, di cui diffidare ! questo accanimento sul DVB-h è notevole soprattutto in Italia- nel resto d'Europa e negli Stati Uniti vi stanno investendo, ma solo da noi si registra un entusiasmo così grande. Mi ricorda qualcosa ... ma sicoramente mi sbaglio ... è possibile che il DVB-h abbia successo. Un intellettuale, uno smaliziato esperto di hi-tech, adesso, leggendo, sorriderà all'ipotesi. Ma è la stessa categoria di persone che si sorprende al successo di trasmissioni trash come il Grande Fratello Io non la penso così. Che il Grande Fratello possa piacere o non piacere è una questione di gusti, mentre per la Tv sul cel, è una questione tecnica, l' autore dice che la dimensione dello schermo non c'entra ... qualcuno ha provato a guardare un film sulla PSP (tanto per citare un "bel" portatile e un "bello" schermo), dai dopo un pò scassa, e credo che sia una questione oggettiva. Certo siamo sempre in Italia, quindi quando butternanno nel calderone il calcio ... tutto è possibile ! con il DVB-h potremo trasmettere in aria i canali a 500 KB/s servendo infiniti utenti e con un'ottima fluidità del video; invece l'attuale Tv su cellulare è basata sulla rete dati UMTS, punto-punto, e ha una capacità limitata: può servire massimo cinque utenti contemporanei in una cella, dando a ciascuno 100 KB/s" Che pena ...Fare la stessa cosa per portare la coprtura internet in tutta Italia, (su cui, POI ci puoi anche mettere la IPTV ... che va anche sul cel, se si vuole) no, non sia mai, iternet non è, o meglio NON DEVE essere accessibile, qui i soldi non li buttiamo !!! NOI !OPS ! Socusare se riposto il messaggio ma la prima volta non ho fatto il login !
    • rem scrive:
      Re: Thanks God is Italy !
      secondp me il successo sara' altissimo,proprio perche' in definitiva si lascerebbe allo schermo televisivo la trasmissine dei contenuti che necessitano di una maggior definizione e proporzione visiva e si affiderebbero tutte le trasmissioni di gossip e supporto ai reality sui canali destinati ai cellulari.E' una questione di contenuti non solo di tecnologia,di gente che spende barcate di soldi in puttanate c'e' n'e' una marea,basta dare un occhiata alle statistiche
      • otacu scrive:
        Re: Thanks God is Italy !

        E' una questione di contenuti non solo di
        tecnologia,di gente che spende barcate di soldi
        in puttanate c'e' n'e' una marea,basta dare un
        occhiata alle statisticheO semplicemente guardare la gente che ti sta intorno.
  • Anonimo scrive:
    Thanks God is Italy !
    Ciao a Tutti !Ci sono novità tecnologiche che suscitano un curioso fenomeno. Ricevono ampio spazio sui grandi quotidiani, che se le rimbalzano come palline di un flipper, mentre sono guardate di sottecchi, con tiepido interesse, da parte della stampa specializzata.Ecco, adesso il solito malpensante comunista potrebbe pensare che certe "novità" tecnologiche vengono opportunamente pubblicizzate, incoraggiate e perchè no, sovvenzionate ... mentre altre (più meritevoli) ignorate. Molta Tv, molti cellulari, pochi computer e poca Internet, rispetto al resto d'Europa: è la fotografia dell'italiano medio.Ed è per questo che le compagnie telefoniche ringraziano l' Italia di esistere, un paese che consuma sempre la stessa merce basta ogni tanto fornirla in "salsa piccante", che non si interssa minimamente quella che potrebbe essere vera innovazione, anzi la considera una diavoleria da sfigati, di cui diffidare ! questo accanimento sul DVB-h è notevole soprattutto in Italia- nel resto d'Europa e negli Stati Uniti vi stanno investendo, ma solo da noi si registra un entusiasmo così grande.Mi ricorda qualcosa ... ma sicoramente mi sbaglio ...è possibile che il DVB-h abbia successo. Un intellettuale, uno smaliziato esperto di hi-tech, adesso, leggendo, sorriderà all'ipotesi. Ma è la stessa categoria di persone che si sorprende al successo di trasmissioni trash come il Grande FratelloIo non la penso così. Che il Grande Fratello possa piacere o non piacere è una questione di gusti, mentre per la Tv sul cel, è una questione tecnica, l' autore dice che la dimensione dello schermo non c'entra ... qualcuno ha provato a guardare un film sulla PSP (tanto per citare un "bel" portatile e un "bello" schermo), dai dopo un pò scassa, e credo che sia una questione oggettiva. Certo siamo sempre in Italia, quindi quando butternanno nel calderone il calcio ... tutto è possibile !con il DVB-h potremo trasmettere in aria i canali a 500 KB/s servendo infiniti utenti e con un'ottima fluidità del video; invece l'attuale Tv su cellulare è basata sulla rete dati UMTS, punto-punto, e ha una capacità limitata: può servire massimo cinque utenti contemporanei in una cella, dando a ciascuno 100 KB/s"Che pena ...Fare la stessa cosa per portare la coprtura internet in tutta Italia, (su cui, POI ci puoi anche mettere la IPTV ... che va anche sul cel, se si vuole) no, non sia mai, iternet non è, o meglio NON DEVE essere accessibile, qui i soldi non li buttiamo !!! NOI !
  • Anonimo scrive:
    Perché non fare cel che ricevono la DTT?
    Ma dico io, sono veramente delle sanguisughe.Invece di spendere milioni, di inquinare il mondo con nuove onde elettromagnetiche, di far pagare 5-10 euro al mese, non potrebbero semplicemente fare dei cellulari che permettono di vedere la tele digitale terrestre?Ve possino......!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché non fare cel che ricevono la
      Semplicemente perchè così non pagheresti per vedere. Mentre così comunque vedi gli stessi programmi del DTT ma pagando di nuovo, ogni volta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché non fare cel che ricevono la
      - Scritto da: Anonimo
      Ma dico io, sono veramente delle sanguisughe.
      Invece di spendere milioni, di inquinare il mondo
      con nuove onde elettromagnetiche, di far pagare
      5-10 euro al mese, non potrebbero semplicemente
      fare dei cellulari che permettono di vedere la
      tele digitale terrestre?

      Ve possino......!!!!Ci sono dei limiti tecnologici...Il digitale terrestre, per sua natura, non può essere ricevuto in movimento. Inoltre un chip che esegue la decodifica del dvb-h consuma di meno, perchè il bitrate è minore.
    • lb2004 scrive:
      Re: Perché non fare cel che ricevono la
      Concordo. Il DTT permetterebbe di vedere i telegiornali esistenti (ad es. tramite Rainews24 che ne manda in continuazione) che sono una delle poche cose che avrebbe senso guardare su uno schermo di dimensioni ridotte... (si potrebbe aggiungere per cattiveria una delle poche cose che merita essere vista alla tv in genere).Certo che se invece del solito servizio succhiasoldi il DVB-h fosse un adattamento del DTT come anche ipotizzato nell'articolo (con una ripetizione dei canali della "normale" tv commerciale) allora non avrebbe particolari controindicazioni e sarebbe una simpatica aggiunta...
  • Anonimo scrive:
    A me, me pa' na strunzata
    Già ci hanno rincoglionito con messaggini suonerie e altre boiate.Ci manca solo che, fra un paio d'anni, le città si riempiano di zombi che guardano la TV mentre camminano.Mi auguro intensamene che sia un flop, un grande flop.
    • Anonimo scrive:
      Re: A me, me pa' na strunzata
      - Scritto da: Anonimo
      Già ci hanno rincoglionito con messaggini
      suonerie e altre boiate.
      Ci manca solo che, fra un paio d'anni, le città
      si riempiano di zombi che guardano la TV mentre
      camminano.parole sante!!!non oso immaginare l' "evoluzione" della gente che si guarda la tv in macchina mentre guida ...
      • Anonimo scrive:
        Re: A me, me pa' na strunzata

        parole sante!!!
        non oso immaginare l' "evoluzione" della gente
        che si guarda la tv in macchina mentre guida ...
        Questo mi pare siisolva da solo, non credi? Un bel incidente e via uno spettatore, come minimo...
        • Anonimo scrive:
          Re: A me, me pa' na strunzata

          Questo mi pare siisolva da solo, non credi? Un
          bel incidente e via uno spettatore, come
          minimo...Si, finchè non te lo trovi davanti, o dietro, oppure lateralmente, come preferisci....
  • matcion scrive:
    Piccolo?
    "avrà un piccolo pubblico, circa il 20 per cento degli utenti totali di telefonia mobile. Il che limiterà anche le entrate pubblicitarie"Cioè, solo in Italia, circa 10 milioni di contratti.A 5 euro/mese sono 50 milioni di euro al mese, non mi pare una cifra così male. Si parla di miliardi di euro in pochi anni.A cui aggiungere gli introiti di eventi in diretta (partite di calcio, formula 1...) e pubblicità.Con le cifre date, i conti tornano, mi pare.
  • Anonimo scrive:
    Sì, è giustificato.
    Già alla tv danno schifezze, pensare anche di pagare e finirsi gli occhi su microschermi è ridicolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sì, è giustificato.
      - Scritto da: Anonimo
      Già alla tv danno schifezze, pensare anche di
      pagare e finirsi gli occhi su microschermi è
      ridicolo.se tutto va come prevedono gli operatori telefonici, ossia il successo in italia del dvb-h, mi apro un negozio di ottica entro fine anno!!!Garantito, soldi a palate ... :D
  • Anonimo scrive:
    Domanda?
    DVB-H per trasmettere gli stessi programmi televisivi, disponibili sul finto free. Se mi compro un piccolo elevisore lcd non faccio prima. Ed inoltre pago i programmi una sola volta (con la pubblicità ovviamente) invece di due volte come nel caso del DVB-H.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda?
      - Scritto da: Anonimo
      DVB-H per trasmettere gli stessi programmi
      televisivi, disponibili sul finto free. Se mi
      compro un piccolo elevisore lcd non faccio prima.
      Ed inoltre pago i programmi una sola volta (con
      la pubblicità ovviamente) invece di due volte
      come nel caso del DVB-H.In effetti pensavo la stessa cosa. Non esistono dei televisori portatili LCD? In quali casi un cellulare potrebbe essere meglio?
      • Anonimo scrive:
        Re: Domanda?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        DVB-H per trasmettere gli stessi programmi

        televisivi, disponibili sul finto free. Se mi

        compro un piccolo elevisore lcd non faccio
        prima.

        Ed inoltre pago i programmi una sola volta (con

        la pubblicità ovviamente) invece di due volte

        come nel caso del DVB-H.

        In effetti pensavo la stessa cosa. Non esistono
        dei televisori portatili LCD? In quali casi un
        cellulare potrebbe essere meglio?Gli Lcd portatili esistono, comunque secondo me se questa tecnologia avrà successo, purtroppo dimostrerà (come sottintende l'articolo) che gli italiani sono un popolo passivo e arretrato. Speriamo che applichino altre tecnologie cche permettono l'interattività, andiamo a progredire non ad arretrare.
        • wishyou scrive:
          Re: Domanda?
          Attualmente un lcd portatile da 7 pollici costa attorno agli 80 euro. I problemi sono la ricezione e l'alimentazione. Con le antenne incorporate praticamente si prende poco e male ovunque (e non parliamo in auto in corsa e di edifici chiusi come sale d'aspetto di aereoporti...) e con un'ora di visione ti ciucci una camionata di batterie.==================================Modificato dall'autore il 10/01/2006 9.15.38
      • Anonimo scrive:
        Re: Domanda?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        DVB-H per trasmettere gli stessi programmi

        televisivi, disponibili sul finto free. Se mi

        compro un piccolo elevisore lcd non faccio
        prima.(...)
        In effetti pensavo la stessa cosa. Non esistono
        dei televisori portatili LCD? In quali casi un
        cellulare potrebbe essere meglio?sono dell'idea che non sia questo il punto della questione, voglio dire anche le macchine fotografiche esistono da tempo, ma il telefonino sta man mano rimpiazzando l'utilizzo anche dell'ennesima compatta digitale.Se esci hai sempre il cellulare dietro con te, no?!L'idea e' quella di fornirti NEL cellulare tutto quello che potresti dimenticare, tutto quello di cui potresti "avere bisogno" e richiederebbe che tu portassi con te anche un altro oggetto (mini-lcd, macchina foto, etc)La nota triste di questa evoluzione tecnologica e' che purtroppo non la controlliamo noi, gia' da mooooooolto tempo ci hanno addormentato il cervello (mediaset?!) e oggi qualcun'altro decide cosa devo fare, con la tv su cellulare ad esempio; non abbiamo davvero piu' la capacita' di riconoscere l'esagerazione, l'assurdo di essere sempre davanti alla tv, anche fuori all'aria aperta, non avremo davvero piu' il buon senso di capire che non abbiamo piu' tempo per noi stessi, che tutta la comunicazione che pubblicizzano e' invece isolamento che ci fara' esplodere?!
        • Anonimo scrive:
          Re: Domanda?


          In effetti pensavo la stessa cosa. Non esistono

          dei televisori portatili LCD? In quali casi un

          cellulare potrebbe essere meglio?

          sono dell'idea che non sia questo il punto della
          questione, voglio dire anche le macchine
          fotografiche esistono da tempo, ma il telefonino
          sta man mano rimpiazzando l'utilizzo anche
          dell'ennesima compatta digitale.
          La macchina fotografica in effetti è la classica cosa che ti dimentichi quando occorrerebbe, oppure può saltare fuori un soggetto interessante in maniera inaspettata...Ma la televisione? A pagamento poi.In quali casi fuori casa guarderei la televisione? Per un pendolare mi sembra più funzionale un televisore lcd portatile, magari anche con il DVD.
          La nota triste di questa evoluzione tecnologica
          e' che purtroppo non la controlliamo noi, gia' da
          mooooooolto tempo ci hanno addormentato il
          cervello (mediaset?!) e oggi qualcun'altro decide
          cosa devo fare, con la tv su cellulare ad
          esempio;
          La controlliamo noi, guarda gli MMS, un fiasco.
          non abbiamo davvero piu' la capacita' di
          riconoscere l'esagerazione, l'assurdo di essere
          sempre davanti alla tv, anche fuori all'aria
          aperta, non avremo davvero piu' il buon senso di
          capire che non abbiamo piu' tempo per noi stessi,
          che tutta la comunicazione che pubblicizzano e'
          invece isolamento che ci fara' esplodere?!Lo scopo di molta pubblicità è farti sentire inadeguato e suggerirti dei nuovi desideri, questo è lampante, ma non la metterei giù così dura.
        • Anonimo scrive:
          Re: Domanda?

          sta man mano rimpiazzando l'utilizzo anche
          dell'ennesima compatta digitale.Fino a un certo punto... nessuno si sogna di fare fotografia sul serio con il cellulare.
  • Anonimo scrive:
    Canone RAI niente?
    se non diventera' obbligatorio per i cellulari lo dovranno togliere anche dalle utenze domestiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: Canone RAI niente?
      Almeno ne viene qualcosa di buono....
    • Anonimo scrive:
      Re: Canone RAI niente?
      Sss! Vuoi che non vendano più i telefonini?Il canone Rai dovrà essere pagato e la Legge non lascia dubbi a riguardo, parlando di apparecchiature atte a ricevere le trasmissioni televisive, dunque anche le DVB-H.
  • Anonimo scrive:
    Ma figurati....
    Ma figurati se mi devo sorbire i programmi tv anche via telefonino ! :s
  • Anonimo scrive:
    Bisogna pagare?
    5 o 10 ? al mese per vedere gli stessi canali che vedo a casa? E' un'idiozia!
  • Anonimo scrive:
    Pura follia
    Mi chi pensano si metterà a vedere un minuscolo video sgranato su un cellulare?Comunque vediamo il lato positivo, quando vedranno il flop, si potrà convertire la tecnologia in qualcosa con più senso, come la banda larga sul cellulare.
    • otacu scrive:
      Re: Pura follia
      - Scritto da: Anonimo
      Mi chi pensano si metterà a vedere un minuscolo
      video sgranato su un cellulare?
      Comunque vediamo il lato positivo, quando
      vedranno il flop, si potrà convertire la
      tecnologia in qualcosa con più senso, come la
      banda larga sul cellulare.Io non ne sarei così sicuro... dopotutto si parla dell'Italia... un paese di tvdipendenti....
Chiudi i commenti