P2P, Italia a scuola in Francia

La Dottrina Sarkozy cattura l'interesse della politica italiana. Iniziano gli incontri

Roma – La controversa e dibattuta Dottrina Sarkozy , come questo giornale ha battezzato la svolta francese sul diritto d’autore nell’era digitale, è al centro di un dialogo bilaterale italo-francese.

Come si apprende dalle agenzie, il primo meeting si è tenuto a fine novembre, a ridosso degli annunci di Parigi. Un vertice che ha visto impegnato il segretario di stato transalpino Hevé Novelli e il viceministro dello sviluppo economico italiano Sergio d’Antoni.

Scopo di questo meeting è stata, appunto, la strategia per contrastare la pirateria telematica, difendere la proprietà intellettuale e agire con i vari attori, e non sono pochi, dell’era digitale. Come noto, la Dottrina Sarkozy prevede la costituzione di un’Autorità dedicata, destinata ad agire direttamente sui provider per conto dei detentori dei diritti.

Ci vorrà comunque del tempo per definire la via italiana alla Dottrina: il prossimo incontro è previsto per fine 2008. Una data non casuale, visti i lavori già in corso per la riforma delle normative italiane sul diritto d’autore, riforma che giocherà un ruolo fondamentale nel disegnare il futuro della crociata contro la contraffazione digitale .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco Marcoaldi scrive:
    COVERITY
    Eccone uno che funziona !E ovviamente non è open source :Dwww.coverity.com
  • Olmo scrive:
    Amount
    Amount =
    quantitàAmmontare di tempo è orripilante
    • japanese robot scrive:
      Re: Amount
      Ammontare è italiano perfettamente corretto, indica un valore numerico ottenuto dalla somma di numerosi altri valori. È quindi più specifico e preciso di "quantità".
  • zippa scrive:
    Perchè non funzionano
    tipicamente sono tools studiati da università... cioè da chi non ha mai lavorato un giorno nella vita.chi ci lavora day by day sa che sono solo chimere!
    • japanese robot scrive:
      Re: Perchè non funzionano
      - Scritto da: zippa
      tipicamente sono tools studiati da università...
      cioè da chi non ha mai lavorato un giorno nella
      vita.
      chi ci lavora day by day sa che sono solo chimere!Chi fa un lavoro alienante che richiede poco intelletto ha sempre paura di essere sostituito da una macchina, a quanto pare ci sono anche informatici che fanno lavori di questo tipo.
      • xxx scrive:
        Re: Perchè non funzionano
        ahahahaahahscovare bug nei software richiede poco intelletto?
      • Luke scrive:
        Re: Perchè non funzionano
        Quindi per parallelismi uno che verifica il software che guida la sonda chirurgica che andrà in sala operatoria può essere un emerito cretino!Non lo sapevo!Ora chiederò a qualcuno nel paese dei balocchi.
        • japanese robot scrive:
          Re: Perchè non funzionano
          vedi ad esempio: http://en.wikipedia.org/wiki/Therac-25 Comunque non intendevo che tutti i lavori informatici si possono fare senza cervello, ma che anche in informatica esistono lavori di questo tipo.La resistenza "a priori" a strumenti che permettono di velocizzare un lavoro semplice e noiso, ma richiedono maggiore abilità, è un classico sintomo da lavoratore senza intelletto.
    • Olmo scrive:
      Re: Perchè non funzionano

      cioè da chi non ha mai lavorato un giorno nella
      vita.Don't feed the troll.
    • FDG scrive:
      Re: Perchè non funzionano
      - Scritto da: zippa
      tipicamente sono tools studiati da università...
      cioè da chi non ha mai lavorato un giorno nella
      vita.
      chi ci lavora day by day sa che sono solo chimere!Tutto dipende dalle tue aspettative. Cioè, se pretendi che ti correggano da soli il codice oppure se ti aspetti solo un tool che ti permetta di scoprire più rapidamente i problemi che, tranne casi banali, poi tu devi risolvere.E a proposito dei casi banali, se una buona percentuale dei bug sono dovuti ad errori banali, è chiaro che intervenire su queste banalità che pure dello stupido codice riesce a comprendere vuol dire risparmiare tempo che si può dedicare alle faccende più serie. Faccio un esempio concreto: nel nostro build system abbiamo installato un plug-in che ci segnala errori del tipo:Record r = ......faiQualcosa(r.getField());...if (r != null) { faiAltro(r.getField());}
    • bho scrive:
      Re: Perchè non funzionano

      tipicamente sono tools studiati da università... cioè da chi
      non ha mai lavorato un giorno nella vita.devi dire grazie ai ricercatori in tutti i campi scientifici se oggi abbiamo raggiunto questo livello tecnologico, curato malattie un tempo incurabili ecc. ecc.
      • Jacky scrive:
        Re: Perchè non funzionano
        - Scritto da: bho

        tipicamente sono tools studiati da università...
        cioè da chi
        non ha mai lavorato un giorno nella
        vita.


        devi dire grazie ai ricercatori in tutti i campi
        scientifici se oggi abbiamo raggiunto questo
        livello tecnologico, curato malattie un tempo
        incurabili ecc.
        ecc.Quoto (anche se è una cosa abbastanza elementare)Meno male che qualcuno ha la pazienza di spiegare cose che dovrebbero essere ovvie, ma per qualcuno evidentemente non lo sono...
    • logicaMente scrive:
      Re: Perchè non funzionano
      - Scritto da: zippa
      tipicamente sono tools studiati da università...
      cioè da chi non ha mai lavorato un giorno nella
      vita.
      chi ci lavora day by day sa che sono solo chimere!Chi lavora day by day nelle università per dare anche a te programmi con qualche bug in meno forse merita un po' più di rispetto.
    • Beccamorto scrive:
      Re: Perchè non funzionano
      - Scritto da: zippa
      tipicamente sono tools studiati da università...
      cioè da chi non ha mai lavorato un giorno nella
      vita.
      chi ci lavora day by day sa che sono solo chimere!Bravo, facciamo un esperimento, togliamo dal tuo PC tutto l'HW, il SW e i protocolli che sono stati almeno in parte sviluppati nelle università, poi vediamo se rimane qualcosa di utilizzabile: ammesso e non concesso che il PC funzioni ancora, comunque non avresti più accesso a internet, tanto per dirne una.
  • Effebi scrive:
    Ne avessi mai trovato uno che funziona
    Sinceramente ho provato ad usare alcuni di questi tool, ma non ci capisco mai nulla! Qual è la vostra esperienza? Avete dei riferimenti da consultare riguardo al testing?
    • Max3D scrive:
      Re: Ne avessi mai trovato uno che funziona
      spybot ?
    • Olmo scrive:
      Re: Ne avessi mai trovato uno che funziona
      Inizia da NUnit, per esempio (per .NET).Se la critica inizia con "non ci ho capito nulla" fatti venire il dubbio che forse potresti studiarli un po' prima di condannarli all'inutilità
      • e' notte fonda scrive:
        Re: Ne avessi mai trovato uno che funziona

        Se la critica inizia con "non ci ho capito nulla"
        fatti venire il dubbio che forse potresti
        studiarli un po' prima di condannarli
        all'inutilitàe tu fatti venire il dubbio, che forse dovresti leggere un più attentamente.Non ha condannato proprio niente all'inutilità, anzi sta chiedendo aiuto per un approfondimento
        • Jacky scrive:
          Re: Ne avessi mai trovato uno che funziona
          - Scritto da: e' notte fonda

          Se la critica inizia con "non ci ho capito
          nulla"

          fatti venire il dubbio che forse potresti

          studiarli un po' prima di condannarli

          all'inutilità

          e tu fatti venire il dubbio, che forse dovresti
          leggere un più
          attentamente.
          Non ha condannato proprio niente all'inutilità,
          anzi
          sta chiedendo aiuto per un approfondimentoSì, ma il titolo è "ne avessi mai trovato uno che funziona" (per la serie "dovresti leggere un po' più attentamente")
    • logicaMente scrive:
      Re: Ne avessi mai trovato uno che funziona
      Su java cerca un po' JUnit e/o Emma, rispettivamente per il design by contract e per controllare la copertura del codice.Vale la pena approfondire un po' l'argomento, tanti problemi banali vengono fuori quasi automaticamente.
      • Effebi scrive:
        Re: Ne avessi mai trovato uno che funziona
        Grazie per la risposta, il problema è che mi sembrano veramente complicati da utilizzare. Comunque ci provero' SalutiFB
Chiudi i commenti