P2P, le major alla guerra d'Australia

IFPI prepara il terreno alle prossime campagne contro gli utenti e cerca la complicità dei provider per buttare fuori dalla rete chi sgarra. Altrimenti - avverte - farà cambiare le leggi del paese

Canberra – Suona come un ultimatum quello che IFPI ha rivolto agli utenti australiani: chi userà Internet per condividere o scaricare musica illegalmente verrà buttato fuori dalla rete dal proprio provider. Una posizione illustrata dalla stampa locale secondo cui la Federazione internazionale dei fonografici sta preparando una nuova offensiva contro il file sharing, per la prima volta indirizzata al paese dei canguri.

Raccontano le cronache che nei giorni scorsi il CEO e chairman di IFPI, John Kennedy, sia giunto in Australia allo scopo di incontrare i provider del paese e cercare la loro collaborazione . Il progetto di IFPI è far sì che qualora l’industria segnali ad un fornitore di accesso che un proprio cliente è impegnato in attività di downloading illegale, allora l’ISP cancelli il suo account e lo sbatta fuori da Internet.

Kennedy sostiene che tutti i maggiori operatori, nei contratti che propongono ai propri clienti, prevedono che l’uso illegale della rete comporti la cessazione del servizio e spera quindi di riuscire a convincere i provider che non serve un tribunale in quanto sarebbe sufficiente la segnalazione dell’industria. Questo è un approccio già collaudato in altri paesi con esiti alterni: sono in realtà ben pochi i fornitori di connettività disposti a perdere un cliente su sollecitazione dell’industria, in assenza di una denuncia e del pronunciamento di un tribunale.

Ma Kennedy ha già messo le mani avanti: se i provider non collaboreranno l’industria discografica si muoverà per ottenere nuove e più restrittive leggi , come accaduto già in molti paesi, Italia compresa . “Questo – dice Kennedy – stiamo chiedendo ai governi: se i provider non sono disposti a farlo volontariamente, siete pronti a regolamentare voi la materia?”.

Il chairman dei fonografici A margine di queste iniziative, Kennedy (nella foto) ha ripercorso questi anni di guerra senza quartiere alla pirateria online , concretizzatasi in decine di migliaia di denunce contro singoli utenti. “Quando abbiamo iniziato la nostra lotta contro la pirateria online – ha dichiarato alla stampa il vertice IFPI – ci trovavamo in un mercato ostile. Media e politici sembravano preoccupati del nostro approccio draconiano. Poi ci siamo seduti attorno ad un tavolo e ne abbiamo discusso.. C’è stato un cambiamento epocale perché hanno capito che se non avessimo fatto queste azioni allora questo settore industriale, che fornisce occupazione, coltiva talenti, stimola la cultura locale e fornisce straordinario intrattenimento ai consumatori, era destinato a crollare”.

E mentre IFPI si avvia a dar la caccia ai canguri, The Pirate Bay , il maggiore tra i siti di riferimento per gli utenti del download condiviso di BitTorrent, annuncia che il proprio database continua a crescere esponenzialmente, diventando sempre più centrale per milioni di utenti. La notizia l’ha ripresa Slyck.com e i numeri in campo fanno riflettere: il sito torrentizio è da tempo nel mirino delle major che però non sembrano riuscire a fermarlo. Avevano ottenuto un intervento delle forze dell’ordine che lo ha tenuto off line per tre giorni : quando è riapparso in rete , con una nuova struttura e una dislocazione internazionale dei suoi server, The Pirate Bay è sembrato più saldo che mai.

A dimostrare che il mondo del P2P legato a BitTorrent va aggregandosi e sviluppandosi rapidamente, arrivano anche le notizie relative a myBittorrent.com : il celebre sito ha varato un sistema di scambio-link con altri portali BitTorrent per avviare uno scambio di database dei link e moltiplicare le opportunità di download per gli utenti di tutti i siti coinvolti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    i complottisti tacciono
    Tutti sanno tutto quando si parla di complotti. Ascolti e ti spiegano tutto dell'!! settembre. Se chiedi loro chi sta spiando il traffico internet cala il silenzio. Sul finto sbarco sulla luna si stampano libri su libri. Sulla gente intercettata al massimo un articoletto di giornale. I veri complotti sono quelli che abbiamo sotto casa, quelli che vogliono far passare la soppressione dei diritti civili come normalità.
    • Anonimo scrive:
      Re: i complottisti tacciono
      - Scritto da:
      Tutti sanno tutto quando si parla di complotti.
      Ascolti e ti spiegano tutto dell'!! settembre. Se
      chiedi loro chi sta spiando il traffico internet
      cala il silenzio. Sul finto sbarco sulla luna si
      stampano libri su libri. Sulla gente intercettata
      al massimo un articoletto di giornale. I veri
      complotti sono quelli che abbiamo sotto casa,
      quelli che vogliono far passare la soppressione
      dei diritti civili come
      normalità.

      per forza tacciono, stanno complottando contro la libertà e la democrazia. sennò che complottisti sono?
    • Anonimo scrive:
      Re: i complottisti tacciono
      - Scritto da:
      Tutti sanno tutto quando si parla di complotti.
      Ascolti e ti spiegano tutto dell'!! settembre. Se
      chiedi loro chi sta spiando il traffico internet
      cala il silenzio. Sul finto sbarco sulla luna si
      stampano libri su libri. Sulla gente intercettata
      al massimo un articoletto di giornale. I veri
      complotti sono quelli che abbiamo sotto casa,
      quelli che vogliono far passare la soppressione
      dei diritti civili come
      normalità.

      per forza tacciono, stanno complottando contro la libertà e la democrazia. sennò che complottisti sono?
      • Anonimo scrive:
        Re: i complottisti tacciono
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Tutti sanno tutto quando si parla di complotti.

        Ascolti e ti spiegano tutto dell'!! settembre.
        Se

        chiedi loro chi sta spiando il traffico internet

        cala il silenzio. Sul finto sbarco sulla luna si

        stampano libri su libri. Sulla gente
        intercettata

        al massimo un articoletto di giornale. I veri

        complotti sono quelli che abbiamo sotto casa,

        quelli che vogliono far passare la soppressione

        dei diritti civili come

        normalità.








        per forza tacciono, stanno complottando contro la
        libertà e la democrazia. sennò che complottisti
        sono?(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    e di cosa ci si lamenta?
    in italia hanno eliminato il segreto bancario con un decreto.perchè guardare la pagliuzza degli altri e non le nostre travi?
  • Anonimo scrive:
    ...e poi si lamentano delle statistiche
    ...e poi si lamentano delle statistiche ...il problema è che c'è ancora un fratello che non ha fatto il presidente...
  • MisterEmme scrive:
    trapezio
    tangram:quattro triangoli, un quadrato e un trapezio(si direbbe vedendo il disegno :) )-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2006 13.01-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: trapezio
      no, il testo e' giusto, e' l'immagine sbagliata, il trapezio e' in realta' due pezzi, un triangolo e un parallelogramma appunto.
  • MIX scrive:
    JES COTROLLO TOTALE
    Spero che questo progetto si diffonda.Finalmente un ritorno alle radici dell'uomo sapiens sapiens: il controllo totale .Questa caratteristica sta degenerando e stiamo perdendo il vantaggio che ci separa dagli altri animali.Le troppe discrepanze hanno frammentato l'uomo e solo un ente come Total Information Awareness per gli amici Tangram potrà riunire L 'animale verso la vittoria .Spargete voce!(troll) 1009 (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: JES COTROLLO TOTALE
      abbiate pietà di questo troll..
    • Anonimo scrive:
      Re: JES COTROLLO TOTALE
      Bravo bravo: direi di iniziare dal controllo ortografico, comunque.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(anonimo)
      • MIX scrive:
        Re: JES COTROLLO TOTALE
        - Scritto da:
        Bravo bravo: direi di iniziare dal controllo
        ortografico,
        comunque.
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(anonimoSe si riferisce a JES, non è un errore ma il modo in esperanto per dire Sì. Mi scuso comunque per la è che potrebbe essere mal interpretata dalla sua macchina quindi cercherò di sostituirla in futuro con e' oppure e`.Se sono presenti altri errori gradirei esserne informato.Grazie.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2006 22.31----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2006 22.32-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti