P2P, MPAA pone nuove condizioni ai siti

Le major prendono di mira un sito che indicizzava contenuti reperibili su BitTorrent ma, spiegano i gestori del sito stesso, pretendono che il risarcimento avvenga senza richieste pubbliche di donazione


Los Angeles (USA) – Si evolve l’offensiva delle major di Hollywood riunite nella MPAA contro i siti che pubblicano link che consentono di scaricare file protetti dal diritto d’autore: nella sua ultima iniziativa MPAA chiede infatti ai gestori di un sito di pagare una cifra per chiudere il caso e non procedere in tribunale, imponendo però che tale cifra non sia frutto delle donazioni raccolte attraverso il sito stesso.

Il caso è quello di uno spazio web poco noto, Nithshdw.com , sito specializzato nell’organizzare e rendere pubblici link a film e serie televisive di natura “fantascientifica”. Che i gestori vogliano trovare un’intesa con MPAA e pagare i 10mila dollari che vengono loro richiesti è chiarito dagli stessi in uno statement in cui spiegano di “non avere i soldi per una lunga battaglia legale”.

Ma le cose, come si può leggere sulla home page, “non vanno per il meglio”.

MPAA ha infatti aggiunto alla richiesta di accordo una nuova clausola: i 10mila dollari non devono essere frutto di donazioni pubbliche . Ricordando evidentemente casi precedenti nel mondo P2P, MPAA vuole evitare che il sito considerato illegale faccia troppa pubblicità al caso, magari raggranellando tra i suoi visitatori quel che serve per chiudere il caso e aumentando così il livello di animosità contro gli studios stessi da parte dell’utenza.

“Stando alla proposta di accordo – scrive il webmaster – qualsiasi donazione che io ricevessi attraverso NiteShdw.com verrebbe confiscata da MPAA e non conterebbe per il totale dei danni monetari che dovrei pagare”. “L’unico modo che ho per accettare un accordo del genere – continua – sarebbe di smettere di mangiare, o vendere mia figlia al miglior offerente (cosa che non accadrà)”.

Le reazioni degli utenti non si sono fatte aspettare. Sul forum del sito si leggono opinioni molto pesanti su MPAA, cose come “vogliono farvi del male. Questo non significa per loro recuperare guadagni perduti. Vogliono causarvi tutto il dolore e la sofferenza che riescono ad infliggervi”.

Va detto che MPAA in queste settimane ha fortemente accelerato nella sua battaglia al P2P, ottenendo la chiusura di siti e la chiusura di server di riferimento per gli utenti dei sistemi di scambio. Tra le ragioni di questo inasprimento della crociata anche i sempre maggiori interessi delle major verso l’uso legale delle tecnologie della società BitTorrent di Bram Cohen, che da tempo ha stretto accordi con Hollywood.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft: i sistemi di cui fidarsi.
    - Scritto da: Marckuzio

    - Scritto da: Anonimo

    ...se si è membri di RIAA oppure MPAA;
    dopotutto,

    la M$ è loro complice e per gli utenti finali,

    winzozz è solo una spina nel fianco. Dopotutto,

    la "capacità di proteggere i contenuti protetti"

    è uno dei cavalli di battaglia di Troia che il

    colosso di Redmond sbandiera nelle sue campagne

    pubblicitarie comparative.

    penso ti sia sfuggito questo pezzo

    "infatti, le tecnologie di protezione anticopia
    installate (DRM) impediscono l'ascolto dei dischi
    stessi su Linux e Mac OS e ostacolano il
    trasferimento della musica su player portatili
    multimediali."No, non mi è sfuggito. Quello che intendevo dire -ammetto di essermi espresso un pò male- è che winzozz è molto più vicino alle major piuttosto che agli utenti che se ne servono, altrimenti la EMI non avrebbe reso quei CD incompatibili con i sistemi operativi alternativi e nello stesso tempo con i lettori portatili. Mi pare che:1) il colosso di Redmond sia uno dei capisaldi del TCG;2) la pedofiRIAA e la non meno perversa MPAA siano tra i principali sostenitori del "trusted computing".
  • Anonimo scrive:
    Re: Parole, parole, parole...


    Non esistono prove tangibili di quello che stai

    dicendo e parli per sentito dire, quindi la tua

    parola vale 0.

    Allora vuol dire che quei CD possono essere letti
    tranquillamente anche dai Mac e che il TCG non
    esiste.effettivamente...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1395903&tid=1395903&p=1&r=PI
  • Marckuzio scrive:
    Re: Microsoft: i sistemi di cui fidarsi.
    - Scritto da: Anonimo
    ...se si è membri di RIAA oppure MPAA; dopotutto,
    la M$ è loro complice e per gli utenti finali,
    winzozz è solo una spina nel fianco. Dopotutto,
    la "capacità di proteggere i contenuti protetti"
    è uno dei cavalli di battaglia di Troia che il
    colosso di Redmond sbandiera nelle sue campagne
    pubblicitarie comparative.penso ti sia sfuggito questo pezzo "infatti, le tecnologie di protezione anticopia installate (DRM) impediscono l'ascolto dei dischi stessi su Linux e Mac OS e ostacolano il trasferimento della musica su player portatili multimediali."
  • Anonimo scrive:
    Voglio il nome del programmatore...
    ... E lo voglio morto.La sua famiglia, morta.I suoi amici, morti.Chi gli ha dato l'incarico, stessa cosa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM non blocca MacOS X
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    l'ho provato di persona duplicando sull'iPod

    della morosa il CD di (sob) Renato Zero.



    Di sicuro c'era scritto che era protetto con il

    DRM e sul Windows della mia ragazza infatti si

    rifiutava di copiarsi dentro l'iPod. Con il Mac

    ho fatto in meno di 2 minuti, su Linux non

    saprei.



    (apple)

    Ma era un CD brasiliano? Forse non hai letto beneForse non hai capito bene, forse hai problemi nel capire ciò che la gente dice, magari hai solo problemi nel relazionarti, oppure sei pagato da M$... non mi vengono in mente altri motivi per cui "tu" debba dubitare di quanto ti ho riportato "io".Non mi credi? stica**, il CD di Renato Zero lo trovi in un qualunque negozio, te lo compri, vai in un Apple center e chiedi di fare un prova, a me non me ne può fregar di meno...per chi invece non ha realmente capito, la cosa è semplice; Mac OSX vede solo la partizione audio (come un lettore CD) e se ne sbatte dei DRM Windoze!Amen(apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: blocca Linux ?
    Ascoltare no, ma rippare? Un amico mi diceva che gli era capitato un cd (non ricordo quale però) che con Linux non riusciva ad ascoltare, però si riusciva a rippare...
  • Anonimo scrive:
    Re: Per me hai le manie di persecuzione.
    Con tutto quello che si sente...
  • Anonimo scrive:
    Re: Parole, parole, parole...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ...se si è membri di RIAA oppure MPAA;
    dopotutto,

    la M$ è loro complice e per gli utenti finali,

    winzozz è solo una spina nel fianco. Dopotutto,

    la "capacità di proteggere i contenuti protetti"

    è uno dei cavalli di battaglia di Troia che il

    colosso di Redmond sbandiera nelle sue campagne

    pubblicitarie comparative.

    Non esistono prove tangibili di quello che stai
    dicendo e parli per sentito dire, quindi la tua
    parola vale 0.Allora vuol dire che quei CD possono essere letti tranquillamente anche dai Mac e che il TCG non esiste.
  • Anonimo scrive:
    Parole, parole, parole...
    - Scritto da: Anonimo
    ...se si è membri di RIAA oppure MPAA; dopotutto,
    la M$ è loro complice e per gli utenti finali,
    winzozz è solo una spina nel fianco. Dopotutto,
    la "capacità di proteggere i contenuti protetti"
    è uno dei cavalli di battaglia di Troia che il
    colosso di Redmond sbandiera nelle sue campagne
    pubblicitarie comparative.Non esistono prove tangibili di quello che stai dicendo e parli per sentito dire, quindi la tua parola vale 0.
  • Anonimo scrive:
    Per me hai le manie di persecuzione...
    - Scritto da: Anonimo
    ...se si è membri di RIAA oppure MPAA; dopotutto,
    la M$ è loro complice e per gli utenti finali,
    winzozz è solo una spina nel fianco. Dopotutto,
    la "capacità di proteggere i contenuti protetti"
    è uno dei cavalli di battaglia di Troia che il
    colosso di Redmond sbandiera nelle sue campagne
    pubblicitarie comparative.Come da topic
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM non blocca MacOS X
    - Scritto da: Anonimo
    l'ho provato di persona duplicando sull'iPod
    della morosa il CD di (sob) Renato Zero.

    Di sicuro c'era scritto che era protetto con il
    DRM e sul Windows della mia ragazza infatti si
    rifiutava di copiarsi dentro l'iPod. Con il Mac
    ho fatto in meno di 2 minuti, su Linux non
    saprei.

    (apple)Ma era un CD brasiliano? Forse non hai letto bene
  • Anonimo scrive:
    Re: Funziona con Windows!!
    - Scritto da: Anonimo

    Vai a votare Forza Italia.....Preferisco Alleanza Nazionale :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Funziona con Windows!!

    Vai a votare Forza Italia.....azz... devo dire che ci vai mica leggero con gli insulti... :D (apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: Funziona con Windows!!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    Come dire che i piu sfigati sono i winari :D :D

    :D



    (linux)

    Vai a trollare nella tua cantina :DVai a votare Forza Italia.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM blocca Linux e Mac OS
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Ti piacerebbe, povero ingenuo.

    Se ti permette di leggerlo e' perche ti ha

    installato il rootkit, altrimenti sarebbe

    leggibile con linux e mac !
    Povero ingenuo lo dici a tuo nonno.
    Potrei dirti come leggerlo lo stesso, ma non lo
    faccio. Cercati in rete notizie sulle protezioni
    "anticopia" dei CD audio, prova tu stesso quanto
    è facile, e poi torna a scusarti.Non mi interessa roba per windows... Povero ingenuo :D
  • Anonimo scrive:
    Funziona con Windows!!
    - Scritto da: Anonimo

    Come dire che i piu sfigati sono i winari :D :D
    :D

    (linux)Vai a trollare nella tua cantina :D
  • Anonimo scrive:
    lista? che cd?
    vorrei sapere che CD sono.
  • Anonimo scrive:
    Re: poveracci
    - Scritto da: tillo

    - Scritto da: Anonimo

    Ci costruiranno le case coi loro fottuti dvd

    invenduti. Le useranno come mattoni perchè tanto

    io non li compero nemmeno morto. Possono pure

    morire tutte ste major di mafiosi.

    Quoto e straquoto, la mia azienda ha ricevuto
    giusto settimana scorsa due denunce (due in meno
    di 3 ore, si passano la voce i b******i) perché
    qualcuno ha usato il nostro server Tor per
    bittorrent... e insistono nel dire che è colpa
    nostra quindi tor non vale una sega ... altro che anonimato...
  • Anonimo scrive:
    Re: poveracci
    - Scritto da: Anonimo
    Ci costruiranno le case coi loro fottuti dvd
    invenduti. Le useranno come mattoni perchè tanto
    io non li compero nemmeno morto. Possono pure
    morire tutte ste major di mafiosi.foste anche in 100.000 , ci sarebbero comunque 5.000.000 di persone che NON leggono né qui né altrove e che comprano la roba che viene propagandata in radio a spron battuto
  • Anonimo scrive:
    Re: poveracci
    - Scritto da: Anonimo
    Ormai chi li compra più i CD?io.mi accerto però che non siano protetti, se possibile.e se lo sono e non c'era scritto, li riporto indietro perchè non li posso leggere e quindi non posso usare il prodotto per lo scopo per il quale viene venduto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma se sono CD Musicali
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Allora possiedono anche la traccia audio

    tradizionale per lo stereo, di conseguenza non

    capisco come il DRM possa impedire la

    riproduzione su sistemi non m$...

    C'è un trucco: inserire i dati difettati apposta
    ma lasciare il codice di controllo giusto. In
    questo modo un lettore CD audio corregge i dati,
    facendoci sentire la musica giusta, ma un lettore
    per computer riporta i dati errati.
    Si può risolvere estraendo le tracce usando un
    programma per masterizzare attivando la
    correzione jitter. nonchè uscire dallo stereo con l'uscita ottica ed entrare con la stessa nella scheda del pcottico = perfezione.
  • soulista scrive:
    La strategia é evidente...
    Non sono stupidi: sanno benissimo che imbottendo i CD di schifezze non ne venderanno di più. Penso vogliano semplicemente scoraggiare più consumatori possibile, spingendoli verso la pirateria poi sparare sempre più denunce a caso tra gli utenti e incassare migliaia di euro con i patteggiamenti.Stanno morendo, lo sanno, e quindi vogliono succhiare più sangue possibile.
    • uguccione500 scrive:
      Re: La strategia é evidente...
      Ma sai che non c'avevo pensato??? Secondo me guadagnerebbero più dalle paure dei poveri denunciati che dalle vendite di quelle canzonacce incise su cd...insomma: ma siete veramente convinti voi major che un ragazzo si possa ancora permettere di spendere 15 euro per una deejay parade qualunque?????? BAH!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma se sono CD Musicali
    - Scritto da: Anonimo
    Allora possiedono anche la traccia audio
    tradizionale per lo stereo, di conseguenza non
    capisco come il DRM possa impedire la
    riproduzione su sistemi non m$...C'è un trucco: inserire i dati difettati apposta ma lasciare il codice di controllo giusto. In questo modo un lettore CD audio corregge i dati, facendoci sentire la musica giusta, ma un lettore per computer riporta i dati errati.Si può risolvere estraendo le tracce usando un programma per masterizzare attivando la correzione jitter. Ennesima prova di come queste "protezioni" siano assolutamente inutili e danneggino solo i legittimi acquirenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft: i sistemi di cui fidarsi.
    Chi? Michelangelo??
  • Anonimo scrive:
    Re: Razzismo
    E questo non esiste nel diritto.I consumatori sono tutelati e se si inca**no in massa sono guai per loro.Altrimenti c'è la resistenza passiva: non comprare cd con tali protezioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma se sono CD Musicali
    - Scritto da: Anonimo

    perche' non sono Compact Disc(r) sono altra roba
    e philips ha piu' volte diffidato dal porre il
    suo marchio compact disc su quei cosi.Infatti non c'è... c'è scritto solo "CD".
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM blocca Linux e Mac OS
    - Scritto da: Anonimo

    Ti piacerebbe, povero ingenuo.
    Se ti permette di leggerlo e' perche ti ha
    installato il rootkit, altrimenti sarebbe
    leggibile con linux e mac !Povero ingenuo lo dici a tuo nonno.Potrei dirti come leggerlo lo stesso, ma non lo faccio. Cercati in rete notizie sulle protezioni "anticopia" dei CD audio, prova tu stesso quanto è facile, e poi torna a scusarti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM blocca Linux e Mac OS
    - Scritto da: Anonimo
    Ma la frase in fondo al sottotitolo:
    "Il DRM blocca Linux e Mac OS" che cosa significa?Niente. Solo che non puoi ascoltare quel CD su un computer, indipendentemente dal sistema operativo, se non usi il suo schifo di programma (che funziona solo con Windows).Ma c'è una soluzione: estrarre le tracce con un programma di masterizzazione (tipo Nero) attivando la correzione jitter.In pratica, sono CD difettosi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM blocca Linux e Mac OS
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    ...a meno che tu non abbia Windoze... nel caso

    sei fregato...
    ... nel caso disabiliti l'autorun (come faccio io
    sin dal '95) e usi CD Player, et voilà.Ti piacerebbe, povero ingenuo.Se ti permette di leggerlo e' perche ti ha installato il rootkit, altrimenti sarebbe leggibile con linux e mac !
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM blocca Linux e Mac OS
    - Scritto da: Anonimo

    ...a meno che tu non abbia Windoze... nel caso
    sei fregato...... nel caso disabiliti l'autorun (come faccio io sin dal '95) e usi CD Player, et voilà.
  • Anonimo scrive:
    blocca Linux ?
    ... che brutta espressione; sembra che l'ascolto del CD blocchi il sistema; in realtà è il cd che non si può ascoltare, cosa della quale non me ne può fregare di meno...
  • Anonimo scrive:
    Re: Razzismo
    - Scritto da: shiba89
    Impedisce l'ascolto su Linux e su Mac?? con il diritto del: "questo prodotto te lo vendo cosi' com'e' senza garantirti niente, potrebbe funzionare o no, potrebbe essere innoquo o causare un incendio in casa tua, in ogni caso sono c***i tuoi e non venirti a lamentare da noi"
  • Anonimo scrive:
    EMI FDP
    STI FDP avevano detto che loro NO, loro non avevano nullaa che fare con i rootkit sony.! haha lo sapevo (troll4)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM non blocca MacOS X
    - Scritto da: Anonimo
    l'ho provato di persona duplicando sull'iPod
    della morosa il CD di (sob) Renato Zero.

    Di sicuro c'era scritto che era protetto con il
    DRM e sul Windows della mia ragazza infatti si
    rifiutava di copiarsi dentro l'iPod. Con il Mac
    ho fatto in meno di 2 minuti, su Linux non
    saprei.

    (apple)Come dire che i piu sfigati sono i winari :D :D :D (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM blocca Linux e Mac OS
    - Scritto da: Anonimo
    Mi sembra ridicola come cosa: se il CD gira su un
    comune stereo è scritto in una traccia che
    qualunque os dotato di cd player può leggere drm
    o non drm...a meno che tu non abbia Windoze... nel caso sei fregato...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM blocca Linux e Mac OS
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Ma la frase in fondo al sottotitolo:

    "Il DRM blocca Linux e Mac OS" che cosa
    significa?

    Significa che se usi quel CD su Linux non lo puoi
    usareBravo! So leggere l'italiano...Ma nell'articolo non se ne parla proprio
  • Anonimo scrive:
    Il DRM non blocca MacOS X
    l'ho provato di persona duplicando sull'iPod della morosa il CD di (sob) Renato Zero.Di sicuro c'era scritto che era protetto con il DRM e sul Windows della mia ragazza infatti si rifiutava di copiarsi dentro l'iPod. Con il Mac ho fatto in meno di 2 minuti, su Linux non saprei.(apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft: i sistemi di cui fidarsi.
    Ma fai veramente pietà
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma se sono CD Musicali
    - Scritto da: Anonimo
    Allora possiedono anche la traccia audio
    tradizionale per lo stereo, di conseguenza non
    capisco come il DRM possa impedire la
    riproduzione su sistemi non m$...perche' non sono Compact Disc(r) sono altra roba e philips ha piu' volte diffidato dal porre il suo marchio compact disc su quei cosi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM blocca Linux e Mac OS
    Mi sembra ridicola come cosa: se il CD gira su un comune stereo è scritto in una traccia che qualunque os dotato di cd player può leggere drm o non drm
  • Anonimo scrive:
    Re: Il DRM blocca Linux e Mac OS
    - Scritto da: Anonimo
    Ma la frase in fondo al sottotitolo:
    "Il DRM blocca Linux e Mac OS" che cosa significa?Significa che se usi quel CD su Linux non lo puoi usare
  • Anonimo scrive:
    Il DRM blocca Linux e Mac OS
    Ma la frase in fondo al sottotitolo:"Il DRM blocca Linux e Mac OS" che cosa significa?
  • tillo scrive:
    Re: poveracci
    - Scritto da: Anonimo
    Ci costruiranno le case coi loro fottuti dvd
    invenduti. Le useranno come mattoni perchè tanto
    io non li compero nemmeno morto. Possono pure
    morire tutte ste major di mafiosi.Quoto e straquoto, la mia azienda ha ricevuto giusto settimana scorsa due denunce (due in meno di 3 ore, si passano la voce i b******i) perché qualcuno ha usato il nostro server Tor per bittorrent... e insistono nel dire che è colpa nostra (la legge americana, dove si trovano i servers, ci difende perfettamente). D********i.Approfitto per dare un avviso: non usate Tor per pratiche illegali o per far scemate. Non è stato creato per questo, e comporterebbe solo la sua distruzione insieme alle libertà che crea. Piuttosto andate di proxy pubblici, che fan solo male. Tor è lento, e non è fatto per questo, ripeto.
  • Anonimo scrive:
    Re: poveracci
    Ci costruiranno le case coi loro fottuti dvd invenduti. Le useranno come mattoni perchè tanto io non li compero nemmeno morto. Possono pure morire tutte ste major di mafiosi.
  • Anonimo scrive:
    Re: poveracci
    - Scritto da: Anonimo
    Ormai chi li compra più i CD?io noal massimo ascolto la radio
  • Anonimo scrive:
    poveracci
    Ormai chi li compra più i CD?
  • Anonimo scrive:
    Ma se sono CD Musicali
    Allora possiedono anche la traccia audio tradizionale per lo stereo, di conseguenza non capisco come il DRM possa impedire la riproduzione su sistemi non m$...
  • shiba89 scrive:
    Razzismo
    "Ad essere presi di mira, come accennato, sarebbero i soli sistemi Windows: nei CD così distribuiti, infatti, le tecnologie di protezione anticopia installate (DRM) impediscono l'ascolto dei dischi stessi su Linux e Mac OS e ostacolano il trasferimento della musica su player portatili multimediali."Impedisce l'ascolto su Linux e su Mac?? E con quale diritto? Ma diamo i numeri? Ribellarsi gente, ribellarsi...
  • Anonimo scrive:
    Microsoft: i sistemi di cui fidarsi...
    ...se si è membri di RIAA oppure MPAA; dopotutto, la M$ è loro complice e per gli utenti finali, winzozz è solo una spina nel fianco. Dopotutto, la "capacità di proteggere i contenuti protetti" è uno dei cavalli di battaglia di Troia che il colosso di Redmond sbandiera nelle sue campagne pubblicitarie comparative.
Chiudi i commenti