P2P, è sempre più anonimizzazione

Un'indagine rivela che una parte crescente di utenti condivisori fa uso di servizi VPN e proxy negli USA. Mentre in Francia l'anti-pirateria si preoccupa di smentire le infamanti accuse di pirateria che la riguardano

Roma – Una ricerca telefonica condotta da American Assembly negli USA rivela che l’uso dei servizi anonimizzatori fra gli utenti del file sharing è in crescita: i “pirati” del P2P (BitTorrent o altro) non vogliono essere perseguiti o denunciati penalmente, dunque scelgono con sempre maggiore partecipazione di mascherare il proprio indirizzo IP dietro un proxy o un servizio VPN anonimo.

Stando ai dati raccolti dallo studio, il 15 per cento dei p2ppari a stelle e strisce (uno su sette) fa regolarmente uso di servizi come BTGuard e similari. Nel caso specifico, BTGuard rivela di aver registrato una crescita sostenuta della base utenza (a pagamento), un incremento che nel 2011 si quantifica nel 200 per cento in più rispetto all’anno precedente.

E la crescita di utenti anonizzati non fa che aumentare, visto che sempre BTGuard dice di aver incrementato il business del 25 per cento nel solo mese di dicembre. Dovesse passare un regime draconiano e senza precedenti come quello previsto dal disegno di legge SOPA , ipotizza la società, i “pirati” condivisori forzatamente convertitisi alle darknet sarebbero una legione.

Sempre a proposito di P2P, c’è chi è interessato a smarcarsi dalle accuse di piratare contenuti protetti dal copyright in virtù della sua (discussa) funzione di autorità anti-pirata ufficiale. Accade in Francia, dove HADOPI e Ministero della Cultura smentiscono categoricamente che i loro PC siano stati impiegati per scaricare materiale “illegale” dai network di file sharing. Non è tecnicamente possibile, dicono, e comunque stiamo verificando con una indagine interna. Giusto per essere tranquilli.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • XaNaDou scrive:
    Anonimato ed internet
    L'anonimato su internet dovrebbe essere impossibile. Spero che in futuro, data la natura idiota dell'essere umano, ognuno sia tracciabile facilmente e responsabile per ciò che dice/fa dietro ad una tastiera.Libertà di espressione certo, ma entro dei limiti o va tutto a buttane.Troppi idioti, bambini e gente in malafede girano online, sarebbe bello se chi sbaglia, potesse pagare sempre come è giusto che sia o almeno rintracciato e chiamato a rispondere delle sue azioni.
    • Funz scrive:
      Re: Anonimato ed internet
      - Scritto da: XaNaDouEcco bravo, prima di dire certe cose inizia tu a scrivere il tuo vero nome e cognome, indirizzo e codice fiscale. Sarai mica uno di quelli con qualcosa da nascondere§?
    • tucumcari scrive:
      Re: Anonimato ed internet
      - Scritto da: XaNaDou
      L'anonimato su internet dovrebbe essere
      impossibile. Spero che in futuro, data la natura
      idiota dell'essere umano, ognuno sia tracciabile
      facilmente e responsabile per ciò che dice/fa
      dietro ad una
      tastiera.
      Libertà di espressione certo, ma entro dei limiti
      o va tutto a
      buttane.

      Troppi idioti, bambini e gente in malafede girano
      online, sarebbe bello se chi sbaglia, potesse
      pagare sempre come è giusto che sia o almeno
      rintracciato e chiamato a rispondere delle sue
      azioni.Eccolo eccolo lo ho trovato![img]http://1.bp.blogspot.com/-kaP11pjsOC0/TpWNeAQeKGI/AAAAAAAAAGY/28e6E4enn70/s72-c/guy-fawkes.jpg[/img]Maledetto terrorista! ti ho beccato!(rotfl)(rotfl)
    • Ezechiele Rapaglia scrive:
      Re: Anonimato ed internet
      E tu perchè hai postato in anomino? Cmq non quoto con te al 100%. Sappilo.
      • tucumcari scrive:
        Re: Anonimato ed internet
        - Scritto da: Ezechiele Rapaglia
        E tu perchè hai postato in anomino? Cmq non quoto
        con te al 100%.
        Sappilo.Io riquoto l'unica parte in cui ha ragione e che è ri-confermata dal tuo oltre che dal tuo post.
        Troppi idioti, bambini e gente in malafede girano
        online :DSappilo.
    • tucumcari scrive:
      Re: Anonimato ed internet
      - Scritto da: XaNaDou
      Troppi idioti, bambini e gente in malafede girano
      onlineEggià è proprio vero! :DBasta leggere il tuo post per capirlo! ;)
    • assicurati che scrive:
      Re: Anonimato ed internet
      - Scritto da: XaNaDou
      L'anonimato su internet dovrebbe essere
      impossibile. Spero che in futuro, data la natura
      idiota dell'essere umano, ognuno sia tracciabile
      facilmente e responsabile per ciò che dice/fa
      dietro ad una
      tastiera.
      Libertà di espressione certo, ma entro dei limiti
      o va tutto a
      buttane.

      Troppi idioti, bambini e gente in malafede girano
      online, sarebbe bello se chi sbaglia, potesse
      pagare sempre come è giusto che sia o almeno
      rintracciato e chiamato a rispondere delle sue
      azioniSicuramente, infatti immagino che XaNaDou sia il tuo vero nome e cognome. :DSpero che tu sia solo un troll che lo fa per provocare e basta, altrimenti povero te. :(
    • CastigaTrol l scrive:
      Re: Anonimato ed internet
      - Scritto da: XaNaDou
      L'anonimato su internet dovrebbe essere
      impossibile. Spero che in futuro, data la natura
      idiota dell'essere umano, ognuno sia tracciabile
      facilmente e responsabile per ciò che dice/fa
      dietro ad una
      tastiera.
      Libertà di espressione certo, ma entro dei limiti
      o va tutto a
      buttane.

      Troppi idioti, bambini e gente in malafede girano
      online, sarebbe bello se chi sbaglia, potesse
      pagare sempre come è giusto che sia o almeno
      rintracciato e chiamato a rispondere delle sue
      azioni.Detto da uno che si firma "XaNaDou" mi pare risulti un filo patetico.Il resto del post è di pari livello, direi.La dimostrazione, se mancava, che c'è un sacco di gente che scrive, o parla, con i neuroni disattivati ....Bah..... che gente!
  • Davide Ppst scrive:
    abuso?
    perchè utlizzare termini come "abuso"?solo perché in USA qualcuno richiede dati, come si fa tutti i giorni nella repubblica italiana?io non ho commesso alcun reato eppure la procura e la gloriosa polposta si sono tenuti i miei tabulati nel cassetto per 4 anni (prima che io ne venissi a conoscenza) eppure non mi straccio mica le vesti, me ne faccio una ragione, siamo in italia...
  • Klut scrive:
    Frase su Guido Fawkes

    il nome Guido Fawkes su twitter corrisponde a decine di utenze
    diverse e l'IP a cui il Procuratore si riferisce riconduce a
    un blogger britannico destrorsoIl nome Guido Fawkes su twitter non corrisponde a decine di utenti, ma al blogger britannico destrorso, e il procuratore non si riferisce a nessun IP (detta così sembra ne citi uno) ma richiede l'IP di tutti gli utenti.Sto parlando di testo originale e relativo articolo da te stesso linkato.
    • uno nessuno scrive:
      Re: Frase su Guido Fawkes
      Non pretenderai che Mariuccia legga qualcosa su un argomento, prima di scriverci un articolo... sono 15 anni che non lo fa, e punto informatico gli da' da mangiare lo stesso...
Chiudi i commenti