P320, il nuovo GPS-phone di ASUS

Non offre connettività 3G, ma ha il WiFi, Windows Mobile e un modulo GPS integrato. Sembra orientato al business, ma non mancano soluzioni interessanti per la multimedialità

Milano – È pronto a sbarcare in Italia, anzi ha già abbassato calato l’ancora: si chiama P320 ed è il nuovo smartphone di casa ASUS che si preannuncia interessante dal punto di vista estetico, ma anche di quello della dotazione.

Asus P320 Con le sue dimensioni di 99×54, 5×13, 35 millimetri e il peso piuma di 105 grammi, è poco più grande di una carta di credito, ma pur nella sua compattezza riesce ad accogliere numerose caratteristiche e funzionalità appetibili, anche se qualcuno potrebbe storcere un po’ il naso per quanto riguarda la connettività. Il P320 offre infatti supporto alle reti EDGE/GPRS/GSM (850/900/1800/1900 MHz) di classe 10, non c’è traccia di 3G (l’UMTS non è supportato), ma c’è il WiFi. Un po’ come l’attuale iPhone , di cui appunto è attesa una nuova generazione che scavalchi questo limite. C’è però un ricevitore GPS SiRF III con antenna integrata che consente di utilizzare il nuovo ASUS come navigatore satellitare.

A bordo c’è il sistema operativo Microsoft Windows Mobile 6.1, che fa mostra di sé dal display TFT touch-screen da 2,6 pollici con risoluzione 240 x 320 pixel a 65mila colori. Tra le funzionalità integrate spicca ASUS Today che raccoglie in un’unica finestra il programma di messaggistica istantanea, il calendario, le previsioni del tempo, media player e le altre applicazioni più utilizzate, così da poterle controllare costantemente e averle sempre a portata di mano. Interessanti sono anche Ur Time , particolarmente dedicata al mondo business, che consente di semplificare la sincronizzazione di conference call tra diversi paesi, convertendo automaticamente l’orario degli appuntamenti in base al fuso orario, e ASUS Auto Cleaner , in grado di eliminare in automatico le informazioni che non servono al dispositivo per assicurare sempre le massime performance.

Queste le caratteristiche del nuovo P320:
– Display 2,6 pollici TFT, Touch Screen a 65mila colori, 240 x 320 pixel
– Processore TI OMAP 850 200 MHz
– Memoria 128 MB Flash ROM + 64 MB DDR RAM, espandibile con MicroSD
– Connettività WLAN 802.11b+g, USB v1.1, Bluetooth V2.0+EDR
– WAP Browser HTTP e WAP 2.0
– Messaggistica SMS, MMS 1.2, e Push E-mail
– Batteria 1100mAh Li-Ion
– SiRF StarIII con antenna interna

Per quanto riguarda le applicazioni si segnalano inoltre: PIM – Word (editor), Excel (editor), Power Point (viewer), IE, Windows Live, sveglia, calendario, calcolatrice, rubrica, blocco note, Newstation, ASUS Zip, Backup, Intelligent Voice Control, Theme Manager, Profile, GPS Catcher. Sul fronte della multimedialità, il P320 offre una fotocamera da 2 Megapixel AF, funzionalità video MPEG4/H.263/3gp Playback Audio e video streaming e supporto per MP3, WMA, AAC, e AAC+.

L’autonomia massima dichiarata è di 200 ore in standby e di 4 ore in conversazione. ASUS P320 sarà disponibile in Italia da giugno con prezzi al pubblico a partire da 299 Euro IVA inclusa, compresi gli accessori e il software di navigazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ricky scrive:
    OT,parlatene!!!!
    Scusate l'OT ma non credevo che il fenomeno fosse cosi' rilevante...ad una amica e' stato rubato sia l'account EBAY sia la corrispettiva email di riferimento su HOTMAIL.Con questo giochino hanno potuto mettere in vendita ogni sorta di sciarpame nel breve tempo,causandole un sacco di grattacapi.Pare sia un fenomeno in crescita notevole e sarebbe carino dedicargli un articoletto, tanto per dare una mano a tutte le persone che hanno subito certi attacchi o che vorrebbero mettersi in sicurezza prima di doverci piangere su' lacrime amare.Spero raccoglierete la mia richiesta di aiuto!
  • io sono io invece scrive:
    italia 6 mondo ormai
    http://buynow.shop.it/
  • io non tu scrive:
    muori alitalia :)
    http://www.tgaserver.eu
  • Undertaker scrive:
    Italia come Bangladesh
    Sembra proprio che gli stati con la mania repressivo/poliziesca della schedatura dei cellulari siano quelli retrogradi ed autoritari:Oltre all'italietta il Bangladesh.In Usa ed Uk vai, compri la sim e telefoni.
    • quasi anonimo scrive:
      Re: Italia come Bangladesh
      invece zio Sam non ha NSA, CIA, FBI, Echelon, una rete di satelliti spia da fantascienza e compagnia bella? (newbie)
  • trico scrive:
    ma serve?
    ho appena comprato un telefono con sim a Dublino, niente nome, niente codice fiscale, niente di niente.volo ryanair a 0,00 centesimi, telefono al prezzo che volete, quelli con brand sono scontati, negozio per unlook a 10 euro, la sera tornate a casa con telefono nuovo non registrato.a londra mi sembra sia la stessa cosa. tanto tutte le comunicazioni sono intercettate, a che servono queste registrazioni dei miei dati?
    • Undertaker scrive:
      Re: ma serve?
      - Scritto da: trico
      ho appena comprato un telefono con sim a Dublino,
      niente nome, niente codice fiscale, niente di :o) altra nazione !
      volo ryanair a 0,00 centesimi, telefono al prezzoVoli low cost?Ma vuoi mettere i vantaggi del vivere in Italia ?Oltre a dover dare tutti i dati ad un governo autoritario e piratesco che non fa che intercettarci ed abusare del suo potere tocca anche pagare il pizzo di stato sui cd e pagare tariffe extra high cost per mantenere in vita il cadavere di Alitalia.
      • Homer S. scrive:
        Re: ma serve?
        Tristemente quoto...
      • sylvaticus scrive:
        Re: ma serve?
        quoto entrambi i post & confermo che non serve nessun documento neanche in UK...ma porco .... quand'è che li cacciamo a pedate sul di dietro sti co..ni che ci governano ???? [OT] oggi è uscito che a crescita del PIL siamo in assoluto gli ultimi in Europa :-(((( [/OT]
    • Wolf01 scrive:
      Re: ma serve?
      Pensa te che il mio numero è intestato a mia madre, perchè ero ancora minorenne quando l'ho preso, non ci tengo a cambiarlo e non ho voglia di mandare in giro carte per cambiare il proprietario, che non so neanche se si possa fare, possono provare a costringermi a farlo, magari in quel caso posso vedere se mi conviene seguire la burocrazia o lasciare la sim inutilizzataE poi tutte quelle sim che regalano durante le promozioni tim e vodafone, un mio amico è tornato a casa con 5 sim della vodafone, mia sorella con 3 della tim.. e per nessuna sono stati chiesti datiIn Italia c'è su tutto una confusione da far paura, mancano regole (non leggi eh, regole dettate dagli organismi che dovrebbero fare qualcosa), i controlli si fanno quando fa comodo e le cose dove funzionano, funzionano male
Chiudi i commenti