Pace-maker GSM avverte i chirurghi

Informa chi ha operato prima anche se il paziente non lo sa


Roma – E’ l’ultima novità in fatto di pace-maker, quei dispositivi che vengono impiantati nel muscolo cardiaco per consentirne il corretto funzionamento. Si tratta di un pace-maker che comprende anche un trasmettitore, capace di inviare all’unità medica del chirurgo, in qualsiasi momento, i dati sull’attività del cuore nel quale è installato.
Il device è stato appena approvato dalla “Food and Drug Administration” americana e arriverà dunque sul mercato USA nel giro di qualche mese.

Da quello che si sa utilizza i segnali tipici di un telefono cellulare per “sparare” le informazioni raccolte dal pace-maker direttamente nell’ufficio del chirurgo. In questo modo si evita ai pazienti di doversi recare frequentemente dal medico e si consente a quest’ultimo di tenere sott’occhio i pazienti costantemente, o ogni volta che questo venga ritenuto opportuno.

Per saperne di più su Biotronik, il produttore del pace-maker GSM clicca qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma non sappiamo più come buttare via i soldi !
    Non basta un mare di pubblicità televisiva, 100.000 persone impegnate in questo lavoro, ma a che serve intasarci di altri milioni di SMS.Si vede che spendere i soldi degli italiani, anche per questo governo è uno sport.Diamoli a poveri questi soldi, o ai pensionati, ma quelli che hanno pochi soldi, non hai ricconi che si pigliano 10.000.000 al mese di pensione.
Chiudi i commenti