Panasonic e la fotografia in Quattro Terzi

La fotocamera Lumix G1 ha due nuove eredi, la G1 e la G10. Ripropongono entrambe un sensore Micro QuattroTerzi da 12 megapixel. E un corpo a metà strada tra quello di una compatta e di una reflex
La fotocamera Lumix G1 ha due nuove eredi, la G1 e la G10. Ripropongono entrambe un sensore Micro QuattroTerzi da 12 megapixel. E un corpo a metà strada tra quello di una compatta e di una reflex

A un anno e mezzo di distanza dalla presentazione della Lumix G1, la prima fotocamera Micro Quattro Terzi ad aver messo piede sul mercato, Panasonic torna ad aggiornare la sua famiglia di fotocamere con ottiche intercambiabili. Lo fa lanciando due nuovi modelli, la G2 e la G10 , che conservano un corpo simile a quello della G1 e forniscono la medesima risoluzione, pari a 12,1 megapixel.

Panasonic Lumix G2 Sia la G2 che la G10 sono dotate di uno schermo LCD da 3 pollici e 460mila pixel di risoluzione, sono in grado di registrare video 720p e sono disponibili in kit con un obiettivo 14-42mm F3.5-5.6. La G2 fornisce in più il touch screen e la possibilità di ruotare lo schermo di 180 gradi in senso orizzontale e di 270 gradi in senso verticale.

Come si può intuire, la G10 è il modello più economico, indirizzato soprattutto a chi proviene dal mondo delle fotocamere compatte e desidera qualcosa più di una semplice punta&scatta . Il software utilizzato dalla G10 rispecchia questo target d’utenza, risultando semplificato rispetto a quello della sorella maggiore.

Le due fotocamere si distinguono anche per la risoluzione del mirino elettronico, pari a circa 1,4 milioni di punti nella G1 e a 202mila punti nella G10, e per l’assenza, in quest’ultima, del supporto alla modalità di registrazione video AVCHD Lite (è supportato esclusivamente il formato Motion JPEG).

Disponibilità e prezzi delle due nuove Lumix Micro Quattro Terzi non sono ancora stati annunciati.

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti