Parigi, pronta la mannaia sul citizen journalism

Solo i professionisti potranno riprendere immagini e video di atti di violenza. Tutti gli altri rischieranno la prigione. In allarme i sostenitori dei diritti civili

Parigi – C’è aria di maretta in Francia dove il Consiglio Costituzionale ha dato il proprio via libera ad una controversa proposta di legge sul controllo dell’informazione che prevede, tra l’altro, il divieto per i reporter non professionisti di scattare foto o riprendere video di atti di violenza . Una legge che, se passerà, costituirà una mazzata per il cosiddetto citizen journalism , esploso anche grazie ad Internet.

Lo riporta InfoWorld che specifica come la misura sia compresa in una più ampia proposta di legge sulla prevenzione del crimine . Il Consiglio si è espresso perché il Parlamento aveva richiesto il suo parere su una serie di articoli del progetto, e ha dato il suo benestare su tutti i punti più controversi.

Tra questi, il fatto che se un blogger o webmaster pubblicasse in rete una propria testimonianza video di un qualche atto di violenza, sarebbe passibile di carcere e guai potrebbe subirne anche chi ospita il suo sito.

L’associazione francese per la libertà di espressione su Internet Ligue Odebi propone un link alla decisione del Consiglio e fa sarcasticamente notare come il parere del Consiglio sia datato 3 marzo 2007. Bene, proprio il 3 marzo, ma del 1991, un cittadino americano videoriprese a Los Angeles il drammatico pestaggio dell’uomo di colore Rodney King da parte di un gruppo di poliziotti bianchi, sicuramente il più celebre caso di questo genere: una volta approvata la nuova legge, se in Francia qualcuno videoriprenderà una violenza del genere rischierà la galera.

In un lungo post , la Ligue spiega che queste misure sono state inserite nella nuova legge, come è emerso durante il dibattito parlamentare, per tentare di porre fine alla pratica dell’ happy slapping che, come sanno i lettori di Punto Informatico , consiste nella deprecabile pratica di schiaffeggiare qualcuno in pubblico per poterne videoriprendere le reazioni.

Ma, osservano blogger e commentatori, il dettato della legge è troppo ampio e si presta ad interpretazioni ambigue , finendo per comprendere in un divieto che vorrebbe essere “chirurgico” una quantità di attività non solo del tutto lecite, ma anche foriere di maggiori garanzie e tutele per il cittadino. Non sono rari i casi in cui videotestimonianze ed immagini scattate da semplici cittadini abbiano consentito di individuare responsabili di violenze. Ed è quindi comprensibile che qualche blogger si chieda : “Quanto manca a che la Francia si dichiari sconfitta dalla violenza? Certo non possono nasconderla tutta per sempre”.

Come se non bastasse, il Governo ha anche proposto una sorta di registrazione dei siti internet e dei blog basata su una certificazione governativa dedicata anche a carrier e fornitori di connettività, un “bollino blu” che dovrebbe garantire il rispetto di certi comportamenti da parte degli imbollinati. Una iniziativa già stigmatizzata da Reporters sans frontières , secondo cui un bollino del genere spingerà all’autocensura tutti coloro che, se pubblicassero certe notizie o immagini, rischierebbero di perderlo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Diplomati sempre più dementi
    Fate una ricerca voi stessi fra parenti e amici...Non mi pare che ste connessioni a internet abbiamo cambiato la scuola negli ultimi 5-6 anni.Internet può far crescere esponenzialmente la cultura e la personalità di un individuo, ma resta pur sempre una esperienza personale che va vissuta a casa o in base al lavoro che si svolge.A scuola internet diventa occasione per cazzeggiare e rimbecillirsi, a meno che non si limiti l'accesso ad un limitato numero di portali, il che non avrebbe più senso chiamarlo Internet.
  • bdm scrive:
    mhm .. ho capito xè il vino senz'alcol
    ho finalmente capito perchè hanno creato un vino quasi analcolico .. SI per questi individui qui! :)inziaimo ad analizzare la cosa:far in modo che le scuole contrattino singolarmente i controtti di connettività per avere l'offerta migliore e mirata....Bhe, adesso non credo che le scuole abbiano il loro esperto interno, da che mi ricrdo il teNNico scolastico sapeva giusto fare diskcopy a: a: ( si avevamo solo 1 floppy da 3" 1/2. Per cui chi è effettivamente capcae di scindere un'offerta da Economicamente accettabile ( costa poco ) da una efficiente ( costa poco e soddisfaciente dal punto di vista connettività ) ?Certamente lui!!! il fattore A .. Amicizia , Ammanicamento :) Certo è troppo poco conveniente stipulare un grande contratto , centralizzato , meglio farne mille piccini e disseminati su tutto il territorio , si gestiscono meglio :D 40 euro ? per fare un contratto singolo ? bhe Assurdo.Dove lavoro io abbiamo circa 170 nodi ADSL ed 1 nodo HDSL ( 171 contro 11000 ) e paghiamo ( linea - servizio supporto ) circa 20 per punto .. cose che se lo facesse un ufficio dovrebbe pagare 200 euro mensili .. ma il nostro MIni-Strò sa come funziona l'economia? Sa che esistino le "Offerte Comitiva" ? Non c'è che dire, come vanno al governo il cervello sfuma :) E l'economia la mandano avanti a testa o crocie!BHA! .. chi vivrà vedra'
    • Anonimo scrive:
      Re: mhm .. ho capito xè il vino senz'alc
      - Scritto da: bdm
      Bhe, adesso non credo che le scuole abbiano il
      loro esperto interno, da che mi ricrdo il teNNico
      scolastico sapeva giusto fare diskcopy a: a: ( si
      avevamo solo 1 floppy da 3" 1/2. Per cui chi è
      effettivamente capcae di scindere un'offerta da
      Economicamente accettabile ( costa poco ) da una
      efficiente ( costa poco e soddisfaciente dal
      punto di vista connettività )
      ?
      Certamente lui!!! il fattore A .. Amicizia ,
      Ammanicamento :)
      Con 40 euro mensile non puoi fare danno, se costretto a trovare un'offerta decente. E a confrontare due numeri per stabilire l'offerta migliore in quel range di prezzo non ci vuole una laurea.

      Certo è troppo poco conveniente stipulare un
      grande contratto , centralizzato , meglio farne
      mille piccini e disseminati su tutto il
      territorio , si gestiscono meglio :D 40 euro ?
      per fare un contratto singolo ? bhe
      Assurdo.
      Parli perchè non conosci la situazione della connettività scolastica. E' vero quanto scritto nella lettera: spesso le scuole hanno esigenze molto diverse le une dalle altre, e offrono delle configurazioni standard che non sempre vanno bene, anche per tipologia di contratto. Con i contratti attuali, ad esempio, sono bandite le VPN, che magari possono essere utili a istituti multiplesso. Oppure non puoi uscire sulla tot porta, oppure hai bisogno di più banda, o hai necessità di un IP statico.
  • lalla63 scrive:
    i 45 milioni di euro di Italia.it
    Ecco dove dovrebbero finire quei 45 milioni di euro buttati al vento ed a ingrassare gli amici degli amici.Nelle scuole ci sono PC vecchi di 10 anni, con windows 95, senza la MINIMA sicurezza di utilizzo da parte di minori (personalmente ho vissuto l'esperienza di una classe di quarta elementare finita su un sito pornografico navigando su internet).Quasi tutto è lasciato al volontariato ed alla disponibilità di pochi insegnanti appassionati e disponibili, che sovente ci spendono di tasca loro o con i fondi raccolti dai genitori.Il ministero della istruzione dovrebbe creare un provider-portale di accesso per le scuole, con opportuni filtri e protezioni (sullo schema di Davide) e fornendo servizi in tema con l'istruzione e la scuola, che sia gratuito per le scuole pubbliche ed a pagamento minimo per eventuali privati (ma solo famiglie di alunni) o scuole non pubbliche.
    • longinous scrive:
      Re: i 45 milioni di euro di Italia.it
      - Scritto da: lalla63
      Nelle scuole ci sono PC vecchi di 10 anni, con
      windows 95, senza la MINIMA sicurezza di utilizzo
      da parte di minori (personalmente ho vissuto
      l'esperienza di una classe di quarta elementare
      finita su un sito pornografico navigando su
      internet).Occhio, che in america la tipa che si è trovata nella stessa posizione rischia grosso!http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1847950
      Quasi tutto è lasciato al volontariato ed alla
      disponibilità di pochi insegnanti appassionati e
      disponibili, che sovente ci spendono di tasca
      loro o con i fondi raccolti dai
      genitori.Che mai si ringrazieranno abbastanza!
      Il ministero della istruzione dovrebbe creare un
      provider-portale di accesso per le scuole, con
      opportuni filtri e protezioni (sullo schema di
      Davide) e fornendo servizi in tema con
      l'istruzione e la scuola, che sia gratuito per le
      scuole pubbliche ed a pagamento minimo per
      eventuali privati (ma solo famiglie di alunni) o
      scuole non
      pubbliche.Capisco, tipo le università o le banche.Si, non sarebbe male.Anzi sarebbe proprio una buona idea.Sarà per questo che non è venuta in mente a chi di dovere?
  • Anonimo scrive:
    E' tutto un magna magna
    40 euro sono sufficienti.200 euro al mese per un collegamento adsl sarebbero soldi buttati via (vedi italia.it). soldi di chi paga le tasse, non soldi caduti dal cielo!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tutto un magna magna
      come le inutili licenze di office
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tutto un magna magna
      - Scritto da:
      40 euro sono sufficienti.

      200 euro al mese per un collegamento adsl
      sarebbero soldi buttati via (vedi italia.it).
      soldi di chi paga le tasse, non soldi caduti dal
      cielo!
      quoto
  • Anonimo scrive:
    Fioroni dimettiti!!
    O almeno smettila di intervenire su questioni che riguardano internet!!Come si fa a sparare certe cose?! 40 euro al mese?! significa non avere assolutamente idea di ciò che si dice...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fioroni dimettiti!!
      Alice Business 2 Mbit/256k: 31 eur/mese.Per navigare su internet a leggere 4 circolari ministeriali e leggere i giornali online basta e avanza.Ci sono ben 9 euro di avanzo!!! :P
    • Anonimo scrive:
      Re: Fioroni dimettiti!!
      repost...Credo che ,,,o non sei a conoscenza dell'attuale situazione delle scuola... oppure stai parlando a vanvera.Ti aggiorno un attimo della situazione scolastica ai giorni d'oggi:- La connettività normalmente è ancora a 640k.- Normalmente non è la scuola che paga direttamente la connettività ,ma sono le provincie.- Molte scuole hanno ancora si delle 640 ma a consumo!!!!! hai capito bene ..ciò significa che arrivano delle boillette da 5000....8000 a quadrimestre !!!!!!! quadrimeste non decennale.Questo è spesso causato dalla scuola che se ne frega allegramente di cambiare una virgola dei suoi contratti perche non figurano nei propi bilanci...e da telecom che se ne guardava bene da informare il rinnovo di eventuali convenzioni fatte con lo stato ((al ministero sono arrivate molte comunicazioni di cose del genere e quindi il ministero si è incavolato costringendo le scuole a guardarci un po meglio).- 40 oggi come oggi ci compri un'adsl flat da 20Mb (640 < di 20000 ) e domani ci comprerai probabilmente una Flat a 40 Mb. Ora preferisci una scuola che spenda 40 al mese per una 20 Mb Flat o 2000 al mese per una 640 ???? fai un po tu ...la risposta dovrebbe essere scontata a meno che tu sia un commerciale telecom che gestisce questi contratti
  • Anonimo scrive:
    Lettera aperta agli studenti
    Cari ragazzi,studiate e siate diligenti, ascoltate i vostri professori e costruite il vostro futuro.E piantatela di rompere le palle col vostro internet del ca##o o vi prendo a calci nel sedere fino a rompervi l'osso sacro, pelandroni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettera aperta agli studenti
      noi abbiamo HDSL in Alto adige nella nostra scuola (informatica = P) be ok ché anche un vue test center e special training per IT PROFS o altri www.bozen.berufsschule.it/ hihi powneage
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettera aperta agli studenti
      Aggiornati carissimo; non sai parlare senza usare certe parole?
  • Lanf scrive:
    Ma la sicurezza?
    Sempre nei 40 euro/mese?O si tengono un accesso base completamente aperto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma la sicurezza?
      Cosa intendi per sicurezza? Un firewall?Firewall, recuperi dalla discarica un vecchio P2@300 e ci metti una distro linux. Costo dell'operazione: un paio d'ore fra installe configurazione e 0 per il PC.
      • DarkSchneider scrive:
        Re: Ma la sicurezza?
        - Scritto da:
        Cosa intendi per sicurezza? Un firewall?

        Firewall, recuperi dalla discarica un vecchio
        P2@300 e ci metti una distro linux. Costo
        dell'operazione: un paio d'ore fra installe
        configurazione e 0 per il
        PC.Il problema è che il P2@300 è in uso! Cosa credi che abbiano le scuole?Cmq ho personalmente installato su 14 pc di un laboratorio in una scuola media Kubuntu e non ho avuto particolari problemi...Ma una 2 Mb per gli aggiornamenti di sicurezza necessari è un po' stretta... ho dovuto aggiornare 1 max 2 pc per volta (cmq i poveretti volevano installare il loro Win 98 sui dei bellissimi Athlon 64 x2)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma la sicurezza?
          - Scritto da: DarkSchneider

          - Scritto da:

          Cosa intendi per sicurezza? Un firewall?



          Firewall, recuperi dalla discarica un vecchio

          P2@300 e ci metti una distro linux. Costo

          dell'operazione: un paio d'ore fra installe

          configurazione e 0 per il

          PC.

          Il problema è che il P2@300 è in uso! Cosa credi
          che abbiano le
          scuole?

          Cmq ho personalmente installato su 14 pc di un
          laboratorio in una scuola media Kubuntu e non ho
          avuto particolari
          problemi...
          Ma una 2 Mb per gli aggiornamenti di sicurezza
          necessari è un po' stretta... ho dovuto
          aggiornare 1 max 2 pc per volta (cmq i poveretti
          volevano installare il loro Win 98 sui dei
          bellissimi Athlon 64
          x2)Con linux potevi farti il repository localeCon windows, hai tutti gli strumenti del caso per distribuire patch e aggiornamenti degli antivirus localmente (ovviamente se prendi un AV corporate) scaricandoli UNA volta soltanto.
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Ma la sicurezza?
            Lo so che potevo farmi un repository locale...Ma sinceramente avevano fretta di avere i pc e non mi sono documentato in merito... in ogni caso non hanno un server quindi avrei dovuto adibire uno dei pc a tale scopo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma la sicurezza?
            - Scritto da: DarkSchneider
            Lo so che potevo farmi un repository locale...
            Ma sinceramente avevano fretta di avere i pc e
            non mi sono documentato in merito... in ogni caso
            non hanno un server quindi avrei dovuto adibire
            uno dei pc a tale
            scopoNon hanno qualche computer che si preoccupi di gestire il dominio, fare regolarmente backup su nastro dei documenti, gestire l'eventuale DHCP interno, etc etc?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma la sicurezza?
        oppure nelle innumerevoli offerte del mercato con 40 nella linea ti danno in comodato d'uso un router con integrato un firewall (normalmente con l'interfaccia web li configura anche mia nonna)
  • Anonimo scrive:
    ridicolo.
    lavoro in un istituto che ha 7 sedi... il ministro dovrebbe spiegare come coprire con la banda larga 7 sedi con 480 euro... io ho cercato fra le varie offerte di mercato ma non ho trovato nulla che rientri nel budget...
    • DPY scrive:
      Re: ridicolo.

      lavoro in un istituto che ha 7 sedi... il
      ministro dovrebbe spiegare come coprire con la
      banda larga 7 sedi con 480 euro... Pssst.... la prossima volta vai a cercare la circolare inviata agli istituti, ove scoprirai che si parla di 480 euro a PLESSO (leggasi 'sede' per i non iniziati).
  • Anonimo scrive:
    dove sta il problema?
    Con 40 euro al mese ci sta una adsl alice 20mega. Ritengo che per una scuola sia più che sufficiente.Io sto in un ufficio con più di 100 pc in rete e usciamo con una 4 mbit/sec. Dove sta lo scandalo? Non capisco.
    • Anonimo scrive:
      Re: dove sta il problema?
      Forse e' riferito al fatto che ogni Istituto ha varie sedi.Quello di mia figlia sono tre!
  • aghost scrive:
    I soldi per il digitale terrestre però..
    continua lo sfascio della scuola italiana. Non ci sono mai soldi per le cose serie e utili al paese, come l'informatica nelle scuole (e l'informatica senza internet oggi è un'assurdità).Però che strano, per il digitale terrestre i soldi si trovano sempre... http://aghost.wordpress.com/
    • DPY scrive:
      Re: I soldi per il digitale terrestre pe
      Guarda, mi hai appena indicato un blog da NON guardare: il tuo è il classico commento appiattito sulla tesi generale senza un minimo di conteggi e/o di controlli su quanto viene scritto. Se il tuo blog è fatto anch'esso così, non conterrà alcunché di utile.P.S.: sto ancora aspettando qualcuno che mi dimostri che il contributo è 'ridicolo' cifre alla mano.
      • Anonimo scrive:
        Re: I soldi per il digitale terrestre pe

        P.S.: sto ancora aspettando qualcuno che mi
        dimostri che il contributo è 'ridicolo' cifre
        alla
        mano.Tu puoi dimostrare che non lo sia?
        • Anonimo scrive:
          Re: I soldi per il digitale terrestre pe
          - Scritto da:
          Tu puoi dimostrare che non lo sia?
          Leggi i miei commenti precedenti.DPY
      • aghost scrive:
        Re: I soldi per il digitale terrestre pe
        - Scritto da: DPY
        Guarda, mi hai appena indicato un blog da NON
        guardare: il tuo è il classico commento
        appiattito sulla tesi generale senza un minimo di
        conteggi e/o di controlli su quanto viene
        scritto. si bravo, e le tue contro-aregomentazioni dove sono? Zerovirgolazero. E' curioso ti lamenti degli altri che non fanno esempi ma anche tu non ne fai nessuno. Beata coerenza... :)
        • DPY scrive:
          Re: I soldi per il digitale terrestre pe
          Due cose:1) Le mie argomentazioni sono state esaurientemente spiegate in altri interventi, tutti adeguatamente riconoscibili perché firmati con lo stesso pseudonimo. Visto che apparentemente non sei stato in grado di trovarli da solo, prova a guardare:http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1916232&id=1915994&r=PIhttp://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1916311&id=1915994&r=PIhttp://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1916248&id=1915994&r=PIEra immaginabile una cosa del genere? Uno sprovveduto qualsiasi forse non ci sarebbe arrivato, ma se torniamo al problema del blog da guardare/non guardare e considerare autorevole o meno, non è che questa mancanza di acume deponga bene.2) Come avrai notato, se i miei conti soo attendibili il contributo è adeuguato al bisogno in moltissimi casi, ma anche se non lo fosse stato il tuo commento sarebbe stato comunque da buttare, perché sei tu che hai fatto un'affermazione perentoria senza giustificarla, esattamente come l'ha fatta chi ha scritto l'articolo originale, quindi sta sicuramente a chi ha scritto l'articolo originale, ma sta anche a te che ti ci sei allineato supinamente trovare delle pezze di appoggio. E' molto comodo sparare affermazioni qualsiasi e lasciare agli altri dimostrare che sono false, è CHI FA le affermazioni che deve dimostrarle.
          • aghost scrive:
            Re: I soldi per il digitale terrestre pe

            E' molto comodo sparare
            affermazioni qualsiasi e lasciare agli altri
            dimostrare che sono false, è CHI FA le
            affermazioni che deve
            dimostrarle.ed è esattamente quello che NON hai fatto :)Uè bello, non penserai mica che io debba cercarmi tutti i tuoi precedenti interventi vero? Essù.Se intervieni in un post sei pregato di argomentare, altrimenti la tua critica la dovresti rivolgere anzitutto a te stesso :D
          • DPY scrive:
            Re: I soldi per il digitale terrestre pe
            Ora le argomentazioni (mie) le hai, ma da te non si è ancora visto nulla, hai solo travisato quello che ho scritto. Ci metto una pietra sopra, considero la cosa come 'irrecuperabile' e non se ne parla più.
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi per il digitale terrestre pe


      Però che strano, per il digitale terrestre i
      soldi si trovano sempre...
      Ma li c'era da far contento il frà del nano, importatore dei decoder terrestri amstrad (la marca che non da assistenza in garanzia).Il nano ha già il monopolio dei libri di scuola con la Mondadori, sai che gliene fregava di internet a scuola, non aveva interessi in ballo.
      • aghost scrive:
        Re: I soldi per il digitale terrestre pe

        Ma li c'era da far contento il frà del nano,
        importatore dei decoder terrestri amstrad (la
        marca che non da assistenza in
        garanzia).non è esatto, anche Prodi ha rinnovato il finanziamento per i prossimi 3 anni, sono altri 210 milioni di euro se non ricordo male, mica bruscolini...
  • Anonimo scrive:
    miliardi per un sito web del cazzo .it
    ...e manco una lira per internet nelle scuoleChe bel paese!
  • DPY scrive:
    Ma il commento di Mantellini?
    Tenendo però conto di quanto ho scritto su altri commenti (ossia che reputo il contributo di 40E mensili per assicurare alle singole scuole una connettività pari o superiore a quella fornita alle linee ministeriali), non posso fare a meno di considerare il commento di Mantellini superficiale e basato su una parte incompleta della notizia. In altre parole... se per una volta stava zitto era meglio.Ovviamente, se volesse esporre le sue ragioni in maniera un po' più discorsiva di un semplice "il Ministro Fioroni taglia i fondi per il collegamento ad Internet delle scuole italiane"... forse ci capiremmo qualcosa di più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il commento di Mantellini?
      - Scritto da: DPY
      Tenendo però conto di quanto ho scritto su altri
      commenti (ossia che reputo il contributo di 40E
      mensili per assicurare alle singole scuole una
      connettività pari o superiore a quella fornita
      alle linee ministeriali), non posso fare a meno
      di considerare il commento di Mantellini
      superficiale e basato su una parte incompleta
      della notizia. In altre parole... se per una
      volta stava zitto era
      meglio.

      Ovviamente, se volesse esporre le sue ragioni in
      maniera un po' più discorsiva di un semplice "il
      Ministro Fioroni taglia i fondi per il
      collegamento ad Internet delle scuole
      italiane"... forse ci capiremmo qualcosa di
      più.Fosse l'unica volta che perde l'occasione per stare zitto. Mantellini parla spesso senza sapere di cosa sta parlando. In questo caso parla senza sapere qual'è la situazione base della connettività scolastica italiana, pensando poi che la scuola elementare di tor vergata per non sfigurare dovrebbe avere la stessa banda disponibile al MIT
  • Anonimo scrive:
    I "Commerciali" a scuola
    Facendo così, secondo me inizieremo a vedere i classici "commerciali" (questa strana figura creatasi nel nuovo millennio) dei vari gestori tutti i giorni uno diverso in giro per la scuola a cercare di piazzare l'ADSL propria cercando di convincere la segretaria che con lui costa meno e va di piu...Oddio non oso immaginare le conseguenze...già mi capita di vedere situazioni simili in aziende di miei clienti che rimangono mesi senza ADSL, oppure continuano a pagare 2 ADSL senza saperlo...non oso immaginare nel pubblico dove regna il caos piu totale...
  • Anonimo scrive:
    Un contratto ADSL business base
    Costa circa 30 euro mensili. Anche meno. La banda fornita dal precedente contratto era paragonabile, se non inferiore, a quella offerta da tali contratti. Resta da capire perchè non bastano i 40 euro mensili offerti dal ministero se prima usavano tali connessioni adsl.
    • livio.morina scrive:
      Re: Un contratto ADSL business base
      Nelle zone dove non è possibile attivare ADSL, con 40 euro ci si paga giusto il canone ISDN o poco +...
      • Anonimo scrive:
        Re: Un contratto ADSL business base
        pechè ora che hanno?
        • livio.morina scrive:
          Re: Un contratto ADSL business base
          ora hanno ISDN, ma lo stato si fa carico dei costi senza porre un tetto di 40 euro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un contratto ADSL business base
            appunto, se avranno la stessa cosa, che cambia?
          • livio.morina scrive:
            Re: Un contratto ADSL business base
            ehm...Cambia che ora devono far quadrate il tutto con 40 euro, prima non esistevano vincoli economici e quindi potevano navigare liberamente, ora con 40 euro, tolto il fisso, quanto credito resta per pagare le TAT?Una flat è fuori discussione a sta cifra, l'istituto per poter usare umanamente il servizio dovrà stanziare un fondo supplementare e possibilmente trovarsi qualcosa che somigli ad una FLAT o SEMIFLAT
          • Anonimo scrive:
            Re: Un contratto ADSL business base
            - Scritto da: livio.morina
            ehm...
            Cambia che ora devono far quadrate il tutto con
            40 euro, prima non esistevano vincoli economici e
            quindi potevano navigare liberamente, ora con 40
            euro, tolto il fisso, quanto credito resta per
            pagare le
            TAT?
            Una flat è fuori discussione a sta cifra,
            l'istituto per poter usare umanamente il servizio
            dovrà stanziare un fondo supplementare e
            possibilmente trovarsi qualcosa che somigli ad
            una FLAT o
            SEMIFLATC'è da dire che prima se ne approfittavano sulle ISDN gli istituti. Che ci sia un tetto, non 40 euro, di spesa è solo che un bene
          • livio.morina scrive:
            Re: Un contratto ADSL business base

            C'è da dire che prima se ne approfittavano sulle
            ISDN gli istituti. Che ci sia un tetto, non 40
            euro, di spesa è solo che un
            beneSon pienamente daccordo, un tetto è giusto per evitare i soliti approfittatori, quello che non mi pare corretto è dimensionarlo in 40 euro senza tener conto della stazza dell'istituto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un contratto ADSL business base
            io pago 40 per una flat isdn...
          • DPY scrive:
            Re: Un contratto ADSL business base
            Diciamo che il contributo non copre tutto, ma ci si avvicina, c'è solo da fare un minimo di taglia e cuci: una linea ISDN costa sui 31E/mese, ma ha due canali, uno dei quali può essere usato per la connessione dati e uno per la fonia, e quindi nei conteggi occorre considerare solo metà canone. Esiste una flat, che è la Opzione OnLine Business di Telecom, a 20E/Mese per una linea ISDN, quindi la teoria vorrebbe che con 36 euro/mese si ha una flat su un canale singolo, che diventano 51 se si vuole che la linea dedicata ad internet e quindi una connessione in doppio canale. In effetti per l'uso della fonia potrebbe servirebbe anche, l'opzione plus, che sono altro 4,31 euro mensili, e a quel punto si rientra nel contributo con uno scarto minimo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un contratto ADSL business base
        - Scritto da: livio.morina
        Nelle zone dove non è possibile attivare ADSL,
        con 40 euro ci si paga giusto il canone ISDN o
        poco
        +...Questo effettivamente è un problema. Dovevano dare due contributi differenziati, uno per adsl e uno per isdn.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un contratto ADSL business base
      perchè bisogna andare sempre contro qualcosa desiso dal governo
      • livio.morina scrive:
        Re: Un contratto ADSL business base
        Il punto non è di "voler andar contro", essendo un forum di discussione, si commenta la notizia con valutazioni personali su ciò che è stato fatto. Non credo che si voglia scendere in piazza o fare petizioni, semplicemente si fanno considerazioni dettate dal buon senso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 marzo 2007 00.49-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    In Svizzera é gratis
    In Svizzera le Swisscom offrono l'accesso ADSL gratuito a tutte le scuole pubbliche, le Telecom non possono fare altrettanto?
    • Anonimo scrive:
      Re: In Svizzera é gratis
      - Scritto da:
      In Svizzera le Swisscom offrono l'accesso ADSL
      gratuito a tutte le scuole pubbliche, le Telecom
      non possono fare
      altrettanto?Nein
    • Anonimo scrive:
      Re: In Svizzera é gratis
      - Scritto da:
      In Svizzera le Swisscom offrono l'accesso ADSL
      gratuito a tutte le scuole pubbliche, le Telecom
      non possono fare
      altrettantoAh ah ah ah... al limite le Telecom italiote cercheranno di fornire i "programmini di connessione gratuita" (meglio noti come dialer)...
    • Anonimo scrive:
      Re: In Svizzera é gratis
      in Svizzera con quattro cavi cabli una nazione,in Italia no.
    • Anonimo scrive:
      Re: In Svizzera é gratis
      - Scritto da:
      In Svizzera le Swisscom offrono l'accesso ADSL
      gratuito a tutte le scuole pubbliche, le Telecom
      non possono fare
      altrettanto?guarda che internet non è mica di vitale importanza...semmai si dovrebbero regalare altre cose prima della connessioneinoltre permettimi di dire che in italia (non so all'estero) l'uso che si fa del web è particolarmente demenziale: chat idiote, porno a go go, pubblicazione video sul tubo e cazzate varie...
  • Anonimo scrive:
    Tappetini per il mouse !!!
    con 40 cosa vuoi la luna?
  • Anonimo scrive:
    Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
    Con 40 al mese che cosa sperano possano acquistare?Fra una tantum, una semper, canone di qua, opzioncina occulta non richiesta di la, affitto presa, presa per il cu#o, ecc., ecc., 40 al mese non bastano nemmeno per la più sfigata ADSL (ne a consumo ne flat) presente in Italia.Certo che sono proprio ridicoli!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
      - Scritto da:
      Con 40€ al mese che cosa sperano possano
      acquistare?
      Fra una tantum, una semper, canone di qua,
      opzioncina occulta non richiesta di la, affitto
      presa, presa per il cu#o, ecc., ecc., 40€ al mese
      non bastano nemmeno per la più sfigata ADSL (ne a
      consumo ne flat) presente in
      Italia.

      Certo che sono proprio ridicoli!La più "sfigata", come la chiami tu, ADSL flat in Italia non business sono 15 euro circa mensili. Quelle business partono dai 25 euro circa per una flat base. La maggioranza degli istituti con adsl è dotata di flat a 640k.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Con 40€ al mese che cosa sperano possano

        acquistare?

        Fra una tantum, una semper, canone di qua,

        opzioncina occulta non richiesta di la, affitto

        presa, presa per il cu#o, ecc., ecc., 40€
        al
        mese

        non bastano nemmeno per la più sfigata ADSL (ne
        a

        consumo ne flat) presente in

        Italia.



        Certo che sono proprio ridicoli!

        La più "sfigata", come la chiami tu, ADSL flat in
        Italia non business sono 15 euro circa mensili.
        Quelle business partono dai 25 euro circa per una
        flat base. La maggioranza degli istituti con adsl
        è dotata di flat a
        640k.Ma davverooo?Nuooooo, dai non dirmi?!E ci riesci tu a farti fare solo l'ADSL? Senza fonia? E magari vuoi mettere anche una sola linea per tutto un istituto. Ma si mettiamo la 640kb per tutti, così quando poi tornano a casa i ragazzi non avranno la sensazione che la loro linea a 56k sia più lenta di quella di scuola.Ripeto: ridicolo!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!


          Ma davverooo?
          Nuooooo, dai non dirmi?!
          E ci riesci tu a farti fare solo l'ADSL? Senza
          fonia? E magari vuoi mettere anche una sola linea
          per tutto un istituto. Ma si mettiamo la 640kb
          per tutti, così quando poi tornano a casa i
          ragazzi non avranno la sensazione che la loro
          linea a 56k sia più lenta di quella di
          scuola.
          Ripeto: ridicolo!invece di fare commenti idioti prova a ragionare, al momento la maggior parte delle scuole hanno delle misere ADSL che se raggiungono 640K è già tanto... con 40 euro al mese potrebbero prendere per esempio una flat 20Mega che, anche se non andrà ai massimi nominali, sarà cento volte meglio di quello che c'è ora!
        • shevathas scrive:
          Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!

          Ma davverooo?
          Nuooooo, dai non dirmi?!
          E ci riesci tu a farti fare solo l'ADSL? Senza
          fonia? E magari vuoi mettere anche una sola linea
          per tutto un istituto. Ma si mettiamo la 640kb
          per tutti, così quando poi tornano a casa i
          ragazzi non avranno la sensazione che la loro
          linea a 56k sia più lenta di quella di
          scuola.
          Ripeto: ridicolo!ma a cosa serve l'ADSL a scuola ? di sicuro non tutti gli studenti accederanno contemporaneamente ad internet, anzi la navigazione sia per motivi didattici, sia per motivi di sicurezza informatica dovrebbe essere consentita agli studenti in poche occasioni e solamente dietro la supervisione di un docente.Internet non è una babysitter elettronica e la sala di informatica non è il deposito dove portare a cazzeggiare gli studenti durante le ore buche per evitare che scassino le...Per quanto riguarda i docenti non credo che tutti lo stesso abbiano bisogno di accedere contemporaneamente alla rete dalla scuola.L'unico problema sarebbe la VPN con la rete ministeriale, ma credo che quella vada su un altro allaccio gestito solamente dal ministero.
          • DPY scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!

            L'unico problema sarebbe la VPN con la rete
            ministeriale, ma credo che quella vada su un
            altro allaccio gestito solamente dal
            ministero.Quale VPN? Una scuola che seguo ha abbandonato da tempo la linea ministeriale, ne sta usando un'altra, ma riesce a fare tutto quello che gli serve senza problemi, che io sappia il Sissi non ha bisogno di collegamento diretto, ci sono delle cose tipo il Simpi, al quale ci si può collegare da qualsiasi IP, stessa cosa dicasi per le altre aree riservate del sito istruzione.it e le relative caselle email.Mi sono perso qualcosa?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            - Scritto da: DPY


            L'unico problema sarebbe la VPN con la rete

            ministeriale, ma credo che quella vada su un

            altro allaccio gestito solamente dal

            ministero.

            Quale VPN? Una scuola che seguo ha abbandonato da
            tempo la linea ministeriale, ne sta usando
            un'altra, ma riesce a fare tutto quello che gli
            serve senza problemi, che io sappia il Sissi non
            ha bisogno di collegamento diretto, ci sono delle
            cose tipo il Simpi, al quale ci si può collegare
            da qualsiasi IP, stessa cosa dicasi per le altre
            aree riservate del sito istruzione.it e le
            relative caselle
            email.

            Mi sono perso qualcosa?No, non ti sei perso nulla. Funziona proprio così
      • jackoverfull scrive:
        Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
        comunque è verante assurdo.cioè io, privato, pago 30 euro al mese per un'adsl neanche tanto veloce (ok, sono fuori mano, ma comunque), una scuola dovrebbe cavarsela con 10 euro in più?? :o
        • Anonimo scrive:
          Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
          - Scritto da: jackoverfull
          comunque è verante assurdo.

          cioè… io, privato, pago 30 euro al mese per
          un'adsl neanche tanto veloce (ok, sono fuori
          mano, ma comunque…), una scuola dovrebbe
          cavarsela con 10 euro in più??
          :oCon le offerte attuali: si
    • DPY scrive:
      Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
      Io non sarei così sicuro: è pacifico che con 40 euro al mese ci si prende solo una ADSL modello base, ma quella fornita fino ad ora dal ministero non era poi una gran cosa, ed era una per scuola, non era dimensionata sulle esigenze dell'Istituto, quindi si fa presto a fare i conti.C'è da tenere conto che mentre con gli anni la velocità media delle ADSL era aumentata (ora il taglio standard è 4Mbps, ai tempi era 640kbps), la velocità di quelle linee era rimasta sempre la stessa, il che le rendeva, alla fine, peggiori della linea più 'modello base' che esista al momento. Su questa base, 40 euro sono anche troppi, visto che ad esempio una Alice Business flat a 2Mbps, più veloce della vecchia linea ministeriale, costa 23 euro + Iva al mese, router compreso. Capisco che non sia una gran velocità e che il router non sia il massimo della velocità, ma è sempre meglio di quella vecchia, che non aveva neanche un IP statico, ma usciva dietro a un firewall centralizzato su IP variabile, in altre parole connessioni tcp diverse della stessa linea potevano uscire su ip diversi l'una dall'altra, con somma gioia dei servizi che oltre alle normali funzioni di autenticazione del browser controllavano anche che l'utente arrivasse sempre dallo stesso IP. Resta inteso che la linea ministeriale non brillava neanche per banda garantita.In altre parole, si fa presto a giudicare 'ridicolo' il contributo attuale, ma perché non sono state considerate 'ridicole' anche le linee ministeriali fornite fino ad ora? Su quelle non ho mai sentito (s)parlare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
        scusate ma ... io con 36 euro ivate al mese ho una adsl 1 Mbit con 20 Kbit/sec garantiti che non mi e' mai scesa sotto gli 800 Kbit/secsu linea solo dati.Ora ditemi che per una scuola non va bene ...
        • DPY scrive:
          Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
          Sì, va bene per un istituto medio piccolo. Una cosa con qualche migliaio di studenti oppure un istituto a indirizzo informatico potrebbe avere bisogno di qualcosa di più, dovendo considerare che non ci sono solo i laboratori di informatica, c'è la biblioteca, i locali dedicati ai docenti ove dovrebbe esserci almeno un pc disponibile e ci sono tutti gli uffici, che ormai fanno più traffico di tutta la didattica messa assieme. Su questa base è pacifico che la linea da 40E sia un passo avanti rispetto a quella ministeriale, ma non è detto che sia sufficiente per tutte le scuole. E' comunque pacifico che hi aveva esigenze maggiori, o le ha risolte per conto proprio oppure se le è tenute, il Ministero non lo ha aiutato di sicuro.Comunque, non ti preoccupare: dato l'annuncio di un finanziamento, c'è sempre quello che lo considera ridicolo, indipendentemente dalla cifra. Se www.italia.it non fosse stato il disastro che si è dimostrato, avresti trovato sicuramente chi avrebbe sostenuto che di fronte all'importanza del sito avrebbero dovuto investire di più.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            - Scritto da: DPY
            Sì, va bene per un istituto medio piccolo. Una
            cosa con qualche migliaio di studenti oppure un
            istituto a indirizzo informatico potrebbe avere
            bisogno di qualcosa di più, dovendo considerare
            che non ci sono solo i laboratori di informatica,
            c'è la biblioteca, i locali dedicati ai docenti
            ove dovrebbe esserci almeno un pc disponibile e
            ci sono tutti gli uffici, che ormai fanno più
            traffico di tutta la didattica messa assieme. Su
            questa base è pacifico che la linea da 40E sia un
            passo avanti rispetto a quella ministeriale, ma
            non è detto che sia sufficiente per tutte le
            scuole. E' comunque pacifico che hi aveva
            esigenze maggiori, o le ha risolte per conto
            proprio oppure se le è tenute, il Ministero non
            lo ha aiutato di
            sicuro.

            Comunque, non ti preoccupare: dato l'annuncio di
            un finanziamento, c'è sempre quello che lo
            considera ridicolo, indipendentemente dalla
            cifra. Se www.italia.it non fosse stato il
            disastro che si è dimostrato, avresti trovato
            sicuramente chi avrebbe sostenuto che di fronte
            all'importanza del sito avrebbero dovuto
            investire di
            più.Senti un po' (tu e un po' tutti gli altri che come te non riescono a vedere la situazione nella giusta ottica), il fatto che si sia in una situazione da terzo mondo nelle scuole italiane, non cambia certamente con questo finanziamento che ripeto è RIDICOLO, perché al massimo riesce a portare la situazione da terzo mondo a duevirgolacinquesimo mondo, e cioè se schifo fa adesso il fatto che dopo possa fare un po' meno schifo, non toglie che comunque sempre di schifo di tratta.Quindi, volete dirmi che siamo alla fine giunti alla situazione del "chi ci sputa ci rinfresca"? Oppure ancora c'è qualcuno che di fronte a queste elemosine riesce ad incazzarsi per l'inadeguatezza dell'intervento?Io sono tra i secondi.Il tutto a prescindere dal colore del Governo o del Ministero, dato che anche se alle ultime elezioni ho votato Comunisti Italiani (si si avete letto bene), ciò non mi preclude la possibilità di contestare queste ca@@ate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            - Scritto da: Mi sai dire a cosa servono attualmente più di 2Mbit/s ad una scuola elementare, media o superiore? Tanto per inquadrare nella giusta ottica la situazione

            Senti un po' (tu e un po' tutti gli altri che
            come te non riescono a vedere la situazione nella
            giusta ottica), il fatto che si sia in una
            situazione da terzo mondo nelle scuole italiane,
            non cambia certamente con questo finanziamento
            che ripeto è RIDICOLO, perché al massimo riesce a
            portare la situazione da terzo mondo a
            duevirgolacinquesimo mondo, e cioè se schifo fa
            adesso il fatto che dopo possa fare un po' meno
            schifo, non toglie che comunque sempre di schifo
            di
            tratta.
            Quindi, volete dirmi che siamo alla fine giunti
            alla situazione del "chi ci sputa ci rinfresca"?
            Oppure ancora c'è qualcuno che di fronte a queste
            elemosine riesce ad incazzarsi per
            l'inadeguatezza
            dell'intervento?
            Io sono tra i secondi.

            Il tutto a prescindere dal colore del Governo o
            del Ministero, dato che anche se alle ultime
            elezioni ho votato Comunisti Italiani (si si
            avete letto bene), ciò non mi preclude la
            possibilità di contestare queste
            ca@@ate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Mi sai dire a cosa servono attualmente più di
            2Mbit/s ad una scuola elementare, media o
            superiore? Tanto per inquadrare nella giusta
            ottica la
            situazione
            Per tappare le falle e aggiornare Windows e i vari antivirus, antimalaware, antispyware, anti...Si decidessero a mollarlo Windows...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:



            Mi sai dire a cosa servono attualmente più di

            2Mbit/s ad una scuola elementare, media o

            superiore? Tanto per inquadrare nella giusta

            ottica la

            situazione


            Per tappare le falle e aggiornare Windows e i
            vari antivirus, antimalaware, antispyware,
            anti...
            Si decidessero a mollarlo Windows...Quindi stai trollando, sia perchè è risibile, sia perchè ogni aggiornamento di windows o dell'antivirus viene scaricato UNA VOLTA SOLA, non una per postazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            Probabilmente non sa cosa sia wsus- Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:





            Mi sai dire a cosa servono attualmente più di


            2Mbit/s ad una scuola elementare, media o


            superiore? Tanto per inquadrare nella giusta


            ottica la


            situazione




            Per tappare le falle e aggiornare Windows e i

            vari antivirus, antimalaware, antispyware,

            anti...

            Si decidessero a mollarlo Windows...

            Quindi stai trollando, sia perchè è risibile, sia
            perchè ogni aggiornamento di windows o
            dell'antivirus viene scaricato UNA VOLTA SOLA,
            non una per
            postazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            - Scritto da:
            Probabilmente non sa cosa sia wsusCome non lo sa buona buona parte dei "tecnici" della scuola.
            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:







            Mi sai dire a cosa servono attualmente più
            di



            2Mbit/s ad una scuola elementare, media o



            superiore? Tanto per inquadrare nella giusta



            ottica la



            situazione






            Per tappare le falle e aggiornare Windows e i


            vari antivirus, antimalaware, antispyware,


            anti...


            Si decidessero a mollarlo Windows...



            Quindi stai trollando, sia perchè è risibile,
            sia

            perchè ogni aggiornamento di windows o

            dell'antivirus viene scaricato UNA VOLTA SOLA,

            non una per

            postazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Probabilmente non sa cosa sia wsus

            Come non lo sa buona buona parte dei "tecnici"
            della
            scuola.
            Rimane argomentazione risibile. Inoltre se vuoi criticare qualcosa, almeno cerca di dimostrare competenze a riguardo.
          • DPY scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            Se è ridicolo, dovresti spiegare il perché con degli esempi quantitativi: io delle cifre le ho portate, tu no. Ti ripeto alcuni punti:1) Il contributo è sufficiente per ottenere una linea paragonabile a quella precedentemente fornita dal ministero, e in molti casi (ADSL) superiore. Se non sei d'accordo con questa affermazione, confutala con delle cifre.2) Se la linea ministeriale non era sufficiente prima, la linea ottenuta con il contributo probabilmente non sarà sufficiente neanche adesso. Ciò non toglie che non potendo parlare di un peggioramento rispetto alla situazione precedente, nella peggiore delle ipotesi rimane tutto come prima. Nessuno si stracciava le vesti prima, chi se le straccia ora avrebbe fatto meglio a denunciare la situazione prima. Il contributo è sostitivo alla linea ministeriale, non è inteso come la risoluzione di qualsivoglia problematica di connettività di tutti gli istituti scolastici del Regno.3) In tutte le scuole che conosco una linea modello base è più che sufficiente sia per l'amministrazione che per la didattica, considerando che NON sono le sedi giuste per fare P2P, scaricare da Utube, tenere un laboratorio intero attaccato a MSN Messenger o connettere un server web sul quale attendersi centinaia di visite al giorno.A questo punto mi aspetto dei casi concreti in cui il 'contributo' è insufficiente rispetto alla connettività fornita in precedenza, in mancanza di questi le tue affermazioni sono paragonabili ad aria fritta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
            Credo che ,,,o non sei a conoscenza dell'attuale situazione delle scuola... oppure stai parlando a vanvera.Ti aggiorno un attimo della situazione scolastica ai giorni d'oggi:- La connettività normalmente è ancora a 640k.- Normalmente non è la scuola che paga direttamente la connettività ,ma sono le provincie.- Molte scuole hanno ancora si delle 640 ma a consumo!!!!! hai capito bene ..ciò significa che arrivano delle boillette da 5000....8000 a quadrimestre !!!!!!! quadrimeste non decennale.Questo è spesso causato dalla scuola che se ne frega allegramente di cambiare una virgola dei suoi contratti perche non figurano nei propi bilanci...e da telecom che se ne guardava bene da informare il rinnovo di eventuali convenzioni fatte con lo stato ((al ministero sono arrivate molte comunicazioni di cose del genere e quindi il ministero si è incavolato costringendo le scuole a guardarci un po meglio).- 40 oggi come oggi ci compri un'adsl flat da 20Mb (640 < di 20000 :-) ) e domani ci comprerai probabilmente una Flat a 40 Mb. Ora preferisci una scuola che spenda 40 al mese per una 20 Mb Flat o 2000 al mese per una 640 ???? fai un po tu ...la risposta dovrebbe essere scontata a meno che tu sia un commerciale telecom che gestisce questi contratti :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
      - Scritto da:
      Con 40 al mese che cosa sperano possano
      acquistare?
      Fra una tantum, una semper, canone di qua,
      opzioncina occulta non richiesta di la, affitto
      presa, presa per il cu#o, ecc., ecc., 40 al mese
      non bastano nemmeno per la più sfigata ADSL (ne a
      consumo ne flat) presente in
      Italia.

      Certo che sono proprio ridicoli!Bastano e avanzano. Io ne spendo 30 al mese e un router costa 35 euro.
    • gianca51 scrive:
      Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
      Ridicolo sei tu che non conosci cosa si sta andando a sostituire.Si tratta della connessione ad Internet delle segreterie delle scuole, non delle aule didattiche ed altro.Per queste esigenze è più che sufficiente una qualunque ADSL flat da 20 euro al mese, sempre meglio della pessima connessione ministeriale utilizzata attualmente, oggetto della sostituzione, e che da poco è stata portata dalla fantastica velocità di 640 kbps a 1280.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ah ah ah, 40€! Ridicolo!
      Boh, io ha una ADSL 1280/512 a banda garantita , IP statico e pago 40 euro iva compresa.In due anni non ha mai avuto un minuto di stop.
Chiudi i commenti