Parla.it, si apre il SIPario sulle nuove offerte

Con l'introduzione del protocollo SIP e della nuova offerta Dual-Play, l'operatore intende riproporsi tra i player del mercato della telefonia su internet

Milano – Dopo l’ acquisizione da parte dell’italiana Digital Television e la successiva integrazione tra le due Società, Parla.it SpA annuncia oggi le novità tecnologiche del proprio servizio di fonia e le future proposte commerciali.

La prima consiste nell’imminente affiancamento, con l’obiettivo della totale sostituzione, del protocollo VoIP attualmente utilizzato (H323) con il protocollo SIP, ritenuto dall’azienda più “aperto” e garanzia di una maggiore fruibilità dei servizi voce ed accessori. SIP viene utilizzato, peraltro, da quasi tutti i maggiori servizi VoIP, con la non secondaria eccezione di Skype, che usa un protocollo proprietario.

Il vantaggio non è trascurabile: questo consentirà infatti a tutti i nuovi utenti di utilizzare qualunque router VoIP disponibile in commercio per accedere ai servizi offerti da Parla.it, eliminando il vincolo dell’utilizzo esclusivo del v-Box precedentemente offerto dalla società. I due protocolli potranno convivere, riferisce l’azienda, grazie all’utilizzo della piattaforma NetCentrex che, oltre a fornire la necessaria interconnessione fra i numeri dei clienti Parla.it e i numeri fissi e cellulari di tutto il mondo, permette il corretto addebito delle chiamate, tramite una specifica piattaforma di billing.

Sul fronte delle offerte commerciali, il mese di settembre vedrà il lancio della nuova offerta Dual-Play, con servizi di fonia e connettività ADSL. Parla.it promette che si tratterà, una volta attiva, della soluzione più vantaggiosa sul mercato. L’offerta disporrà una connessione con ampiezza di banda “su misura” per effettuare le telefonate Parla.it, consultare la posta elettronica e navigare sul web. Per espressa ammissione dell’operatore, non sarà però idonea per il download e la condivisione di file.

Parla.it informa infine che è possibile avere informazioni dettagliate sul funzionamento del servizio e sui requisiti necessari per aderire alle offerte tramite l’Help Center del sito ed il sito stesso, anche chiamando il numero 199 88 88 88 (chiamare da rete fissa questo numero costa 9,91 centesimi di euro al minuto, Iva inclusa). Sarà inoltre possibile richiedere il supporto di un agente durante tutte le fasi della sottoscrizione.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Telecoma è da rifare!
    ...stop a Telecom(A) now, stoppiamo il tronchetto!liberalizzazione reale del mercato!siamo ancora all'età del modem di pietra in italia!
  • Anonimo scrive:
    Meno male che c'è Calabrò
    Un altro di quelli intercettati che si spartiva la torta con i soliti noti.Siamo messi bene...J.J.:'(
  • Anonimo scrive:
    Spese di ricarica
    Ci metteranno le spese di ricarica anche per il telefono fisso???
  • Anonimo scrive:
    Perder tempo
    Ecco un altro modo per ritardare lo sviluppo in Italia: perdere tempo.Volete che Telecom non sapesse che l'agcom avrebbe bloccato la cosa??Ma ci fanno o ci sono???
    • Anonimo scrive:
      Re: Perder tempo
      - Scritto da:
      Ma ci fanno o ci sono???Ci sono, ci fanno e si fanno ;)
    • CoreDump scrive:
      Re: Perder tempo
      - Scritto da:
      Ecco un altro modo per ritardare lo sviluppo in
      Italia: perdere
      tempo.

      Volete che Telecom non sapesse che l'agcom
      avrebbe bloccato la
      cosa??

      Ma ci fanno o ci sono???Non so se lo sapessero, ma non riesco a capireuna cosa, in italia l'antitrust fa ridere, cèil cartello delle tariffe, del costo degli smsdel costo fisso della ricarica e invece diimpegnarsi per risolvere questi problemipreferiscono bloccare nuove soluzioni appellandosialla non "replicabilità" dell'offerta ??? secondome cè qualche cosa che non quadra :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Perder tempo
      Si ma sta associazione dei provider (dei miei stivali)...romper e frigna sempre...Azz vogliono???La rete è di telecom e giustamente lei fa quel che vuole...se lancia offerte..subito a bloccare..ma che si vergognino!!Se una persona ha la malaaugurata idea di farsi abbindolare da infostrada e altre compagnie...come si dice dalle mie parti se la vede pietre pietre!!Infostrada per quel che mi riguarda me la stava per mettere in quel posto...fortuna che ho bloccato tutto!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Perder tempo
        Non e' cosi' ... qui in ballo c'e' una cosa molto piu' importante !!L'operatore mobile virtuale .......Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Perder tempo
        Ma stai scherzando?? Il mercato e' ridicolmente monopolizzato da Telecom. Se altri operatori si comportano male e' perche' non esiste una vera concorrenza in Italia. Ha ragione chi ha scritto il post iniziale, qui si perde tempo. Anno dopo anno la situazione e' sempre la stessa. Ci vogliono misure drastiche, come propone Beppe Grillo nel suo blog : lo stato deve ricomprare a prezzo di costo la rete che ha svenduto a Telecom, ed iniziare a proporre agli operatori tariffe sensate. O fare qualunque altra cosa che permetta una vera concorrenza.
Chiudi i commenti