Partenza a singhiozzo per i primi .gov.it

I siti attivati dal Governo con le nuove estensioni di dominio sono un salto in avanti per l'eGovernment ma per alcuni utenti hanno rappresentato uno stop


Roma – Un esordio complesso quello dei primi siti governativi italiani nati con le nuove estensioni di dominio.gov.it. In tanti, infatti, hanno segnalato a Punto Informatico diversi problemi di collegamento che sembrano essere perdurati fino alla mattina di ieri dal momento del lancio, domenica 2 giugno.

In particolare avrebbero avuto difficoltà di accesso i visitatori del “portale Italia” all’indirizzo www.italia.gov.it mentre si segnala qualche incertezza di meno nell’accesso al nuovo sito del Ministero all’Innovazione di Lucio Stanca, al centro delle nuove iniziative di eGovernment, a questo indirizzo www.innovazione.gov.it .

Va detto però che, accanto alle critiche per le difficoltà iniziali di accesso, che ora appaiono risolti, è giunto un sostanziale apprezzamento per lo sforzo di dare nuove e più ampie modalità di accesso all’informazione e ai servizi della PA attraverso internet.

Sebbene si tratti, per entrambi i siti, di quelle che potrebbero essere definite “prove tecniche di trasmissione”, dunque, l’accesso facilitato anche telefonico appare sostanzialmente gradito. Se è ancora presto per tirare bilanci c’è però qualcuno che pone l’indice sulle “news” offerte dal Portale Italia, quelle fornite dall’ANSA e quelle già presenti su una miriade di portali commerciali.

I domini.gov.it, come si ricorderà, erano stati introdotti per soddisfare la richiesta del Governo di rendere più facilmente identificabili i siti istituzionali che, per accedere a questo dominio, dovranno rispondere a certi requisiti di navigabilità e utilità.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    DLL
    Vorrei sottolineare il fatto cheil baco è in una DLL ...
    • Anonimo scrive:
      Re: DLL
      - Scritto da: Cafè
      Vorrei sottolineare il fatto che
      il baco è in una DLL ...E chi ha scritto la DLL? Sottolinea fino in fondo grazie.Se vuoi ti aiuto la DLL si trova qui:..../jrun/connectors/isapi/intel-win/jrun.dll
    • Anonimo scrive:
      Re: DLL
      - Scritto da: Cafè
      Vorrei sottolineare il fatto che
      il baco è in una DLL ...e quindi?la DLL non e' distribuita nell'installazione di default?Non la scrive la macromedia?o stai provando ad insinuare che siccome il bug e' in un filtro isapi di IIS, e' un bug da imputare a IIS?perche' allora anche i bug nel filtro isapi di php sono bug di iis e i bug in mod_perl lo sono di apache.Guadra che i software monolitici, linkati staticamente, non esistono piu' da anni.Ormai ogni software che dio ci manda e' composto da un core e decine, se non centinaia di DLL.Adesso esistono anche i bug per interposto software...che mi tocca leggere
    • Anonimo scrive:
      Re: DLL
      e allora???
Chiudi i commenti