Partito il testing di Fedora 5

Il celebre progetto open source sponsorizzato da Red Hat toglie i veli alla prima versione test di Fedora 5: per gli sviluppatori un primo assaggio delle tecnologie che potrebbero trovar posto in Red Hat Enterprise Linux 5
Il celebre progetto open source sponsorizzato da Red Hat toglie i veli alla prima versione test di Fedora 5: per gli sviluppatori un primo assaggio delle tecnologie che potrebbero trovar posto in Red Hat Enterprise Linux 5


Roma – Verso la fine della scorsa settimana il team di sviluppo di Fedora ha partorito la prima versione di test di Fedora Core 5, prossima major release di una delle distribuzioni Linux general purpose più apprezzate dalla comunità open source.

Per Red Hat il progetto Fedora è particolarmente importante come laboratorio per lo sviluppo e la sperimentazione di nuove funzionalità e tecnologie, molte delle quali destinate ad essere integrate delle future release delle proprie distribuzioni commerciali. Tra le novità più importanti di Fedora Core 5 test1 c’è la definitiva integrazione del software di virtualizzazione Xen e del pacchetto di gestione Yum, il pieno supporto alla sospensione del sistema, l’inclusione di nuove e più avanzate funzionalità di sicurezza, e l’utilizzo automatico degli header e delle librerie per il threading NPTL (Native POSIX Thread Library for Linux).

Le fondamenta della nuova distribuzione sono costituite dal kernel Linux 2.6.14, dai desktop environment GNOME 2.12 (con l’anteprima delle funzionalità Power Manager e Screensaver) e KDE 3.4, e il server grafico Xorg X11R7 RC2 (prima versione estensibile e aggiornabile tramite moduli). Tra le applicazioni si segnala invece la presenza della versione finale di OpenOffice 2.0.

Fedora Core 5 test1 utilizza OpenSSH 3.9 ed include controlli più stretti sui permessi e la proprietà per il file di configurazione utente ( ~/.ssh/config : se questo file non ha proprietà e permessi appropriati, il demone SSH (SecureSHell) cesserà l’esecuzione.

Tutte le nuove caratteristiche di Fedora Core 5 sono elencate nelle note di rilascio .

La tabellina di marcia del progetto Fedora prevede, per la Core 5, il rilascio di una seconda versione di test appena prima di Natale, una terza intorno a metà gennaio e la release finale verso la fine di febbraio. La prossima versione 5 di Red Hat Enterprise Linux, che erediterà parte delle novità viste in Fedora, dovrebbe invece fare capolino sul mercato durante la seconda metà del 2006.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 11 2005
Link copiato negli appunti