Password, le cattive abitudini

Analisi effettuate sulle password rubate a Sony e Gawker confermano la noncuranza degli utenti nello scegliere le proprie credenziali. Troppo semplici da indovinare

Roma – Dopo gli attacchi subiti dal circuito Sony, più di un milione di password dei suoi utenti sono state diffuse. A queste si possono poi sommare le 250mila rubate al gruppo Gawker Media e insieme fanno un bel bottino per i malintenzionati e una buona base statistica per studiare le abitudini degli utenti in materia di sicurezza.

Uno degli analisti che le ha studiate è Troy Hunt : ed è giunto alla solita conclusione che, in fondo, gli utenti non sono poi così previdenti. Nel 67 per cento dei casi di account comuni ai due circuiti ha per esempio rilevato che gli utenti avevano la stessa password per entrambi e sui siti Sony nel 92 per cento dei casi gli utenti usavano la medesima password .

Per quanto riguarda poi la scelta della parola che rappresenta lo scudo tra i propri dati personali ed uno sconosciuto, nel 50 per cento dei casi viene usato solo un tipo di carattere e nel 90 per cento dei casi si utilizzano caratteri minuscoli, mentre solo l’1 per cento delle password utilizza segni non alfanumerici . E appena il 4 per cento ha adottato password contenti tre o più tipi di caratteri.

Si scopre poi che tra le password più usate ci sono ancora “password”, “123456” e “abc123”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Universal Declaration of Human Rights
    Office of the United Nations High Commissioner for Human Rights http://www.ohchr.org Universal Declaration of Human Rights Article 19 Everyone has the right to freedom of opinion and expression; this right includes freedom to hold opinions without interference and to seek, receive and impart information and ideas through any media and regardless of frontiers.http://www.ohchr.org/en/udhr/pages/language.aspx?langid=eng International Covenant on Civil and Political Rights Article 19 1) Everyone shall have the right to hold opinions without interference. 2) Everyone shall have the right to freedom of expression; this right shall include freedom to seek, receive and impart information and ideas of all kinds, regardless of frontiers, either orally, in writing or in print, in the form of art, or through any other media of his choice. 3) The exercise of the rights provided for in paragraph 2 of this article carries with it special duties and responsibilities. It may therefore be subject to certain restrictions, but these shall only be such as are provided by law and are necessary: a) For respect of the rights or reputations of others; b) For the protection of national security or of public order (ordre public), or of public health or morals.http://www2.ohchr.org/english/law/ccpr.htm
  • spacevideo scrive:
    Le disconnessioni non sono la soluzione
    In italia si è parlato tanto del problema in effetti la disconnessione non è la soluzione ottimale, i provvedimenti che AGCOM sta per prendere sono non solo più efficaci in quanto non ledono diritti, ma si interviene sull'oscuramento dei siti illegali e successivametne su atti sanzionatori, ma non disconnessioni, e questa è la strada giusta, se sbagli paghi ma non ti limito l'acXXXXX ad internet.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
      È inutile che tu cerchi di far credere di non essere contro gli utenti.Tu dici "no alle disconnessioni" per far vedere che vuoi essere amico di chi naviga, e guadagnare consenso. Ma sei in conflitto di interessi con noi, l'hai ammesso tu stesso.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
        Non tenta di apparire amico dei naviganti ... considerando che alcuni di loro si stanno organizzando per il noleggio tramite web, non conviene che le connessioni diminuiscano.Un videonoleggiatore è amico per prima cosa delle sue tasche: mi sembra ovvio, non trattandosi di un ente benefico !
      • spacevideo scrive:
        Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
        non abbiamo niente contro chi naviga, ma contro chi scarica, ecco perchè la connessione non la ritengo un pericolo, anzi ha ragione Joe Tornado, nell'on-line ci sono investimenti, e quindi tagliare potenziali clienti non è certo una genialata, gli atti sanzionatori sono più che sufficenti e garantiscono il diritto alla connessione, in effetti oggi internet è una risorsa fondamentale.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Le disconnessioni non sono la soluzione

          non abbiamo niente contro chi naviga, ma contro
          chi scarica,Eccoci al punto: tu hai un esercizio commerciale. Lo scopo di tale esercizio dovrebbe essere di offrire un servizio al pubblico.Tu, invece, vuoi far fermare gli scaricamenti; questo non è un servizio, ma un disservizio.E chi offre un disservizio non viene sostenuto. Noi (come pubblico), non abbiamo interesse a sostenere la tua attività.... ma abbiamo tutto l'interesse ad affossarla.
          • spacevideo scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            il download illegale (ladrocinio) non è un servizio ma un qualcosa che va contro la legge dello stato e contro le regole di mercato ....
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            il download illegale (ladrocinio) non è un
            servizioPer noi utenti, lo è.
            ma un qualcosa che va contro la legge
            dello stato e contro le regole di mercatoLe regole di mercato sono che un bene duplicabile all'infinito, che ha quindi offerta infinita, abbia come prezzo zero.Siete voi che le stravolgete, mettendo con il copyright un limite volto a creare una "scarsità artificiale". Perciò, siete voi che andate contro le regole di mercato. Il mercato vi deve cancellare (come ha già cancellato blockbusters)
    • Dilling scrive:
      Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
      Dato che il 12 aprile sono stato, insieme ad altri rappresentanti del Movimento ScambioEtico, all'audizione di AGCom (per approfondire le osservazioni http://blog.tntvillage.scambioetico.org/wp-content/uploads/2011/02/Movimento-ScambioEtico-Osservazioni.pdf che abbiamo presentato nel merito della consultazione pubblica di quel regolamento che vorrebbero approvare) ti devo dire che quando hanno capito che le nostre obiezioni erano focalizzate sulla questione del P2P ci hanno chiaramento detto che questo regolamento non avrà impatto sulla questione del filesharing ma riguarderebbe solo per i siti che direttamente hanno sui loro server (per far scaricare o per lo streaming) le opere coperte da copyright.
      • spacevideo scrive:
        Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
        infatti il regolamento non tocca il P2P in maniera diretta, nè tantomeno gli utenti, semplicemente andrà non a tappeto ma su richiesta del detentore a tutelare le opere chiedendo la rimozione delle stesse dai siti, ecco perchè la trovo l'idea migliore ad oggi, nessuna rivolta degli utenti, si interviene solo sui siti ma così facendo si riesce a marcare una linea definita fra legale e illegale, cosa oggi assenete.Le vidoteche ma gran parte dell'industria H.E. non ha interesse a cause o tagli di connessione, perchè quei soldi non entrano nelle nostre tasche, quello che ci preme in questo momento è delineare e quindi regolamentare il diritto d'autore su internet.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
          contenuto non disponibile
          • spacevideo scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            manca chi fa rispettare le regole, e agisce in maniera rapida, ad oggi solo pochi casi di pirateria vengono puniti perchè devi passare dalla magistratura, lo stesso vale per i siti è un proXXXXX talmente macchinoso ceh solo pochi casi arrivano a conclusione e dopo anni, anche se ultimamente le cose si sono un po' sveltite, ma un organo come AGCOM interviene più efficacemente e celermente dell'attuale procedura.
          • krane scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            manca chi fa rispettare le regole, e agisce in
            maniera rapida, ad oggi solo pochi casi di
            pirateria vengono puniti perchè devi passare
            dalla magistratura, lo stesso vale per i siti è
            un proXXXXX talmente macchinoso ceh solo pochi
            casi arrivano a conclusione e dopo anni, anche se
            ultimamente le cose si sono un po' sveltite, ma
            un organo come AGCOM interviene più efficacemente
            e celermente dell'attuale procedura.Anche per le accuse di furto e omicidio il meccanismo e' macchinoso, serve a non far andare in galera gli innocendi quando a qualcuno pare; si chiama "presunzione di innocenza".
          • spacevideo scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            una regola che non viene fatta rispettare non è una regola, oggi manca quest'organo, in verità sarebbe la postale ... , oggi abbiamo la situazione critica perchè i pirati sfruttano questo meccanismo lento e contorto, giocando sul fatto che pochi vengono presi, quei pochi vengono rovinati, ma non serve perchè si continua, ecco che un organo veloce e puntuale può risolvere il problema senza rovinare nessuno.
          • krane scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            una regola che non viene fatta rispettare non è
            una regola, oggi manca quest'organo, in verità
            sarebbe la postale ... , oggi abbiamo la
            situazione critica perchè i pirati sfruttano
            questo meccanismo lento e contorto, giocando sul
            fatto che pochi vengono presi, quei pochi vengono
            rovinati, ma non serve perchè si continua, ecco
            che un organo veloce e puntuale può risolvere il
            problema senza rovinare nessuno.La stessa lentezza e' comune a tutti gli ambiti, guarda i processi per consumo di droga o l'enorme numero di cause civili riguardanti le liti tra vicini di casa o ex cognugi.
          • spacevideo scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            Quella lentezza è inadeguata.
          • panda rossa scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            Quella lentezza è inadeguata.Per questo il governo e' intervenuto accorciando i tempi della prescrizione.Quindi il giorno che ci beccano a scaricare, bastera' solo trovare un avvocato bravo ad allungare il brodo... p)
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            Vallo a dire a chi ha lascia che esponenti del crimine organizzato (quello vero !) tornino a piede libero per vizi di rito e decorrenze dei termini !
          • p4bl0 scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            Quella lentezza è inadeguata.quindi il problema è della lentezza dei processi, non dei pirati. vedrai che quando questa lentezza non ci sarà, anche i pirati saranno sanzionati subito.ah no aspetta.. sospetto che non lo vedrai..
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            contenuto non disponibile
          • spacevideo scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            Quindi sul fronte copyright serve celerità.
          • krane scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            Quindi sul fronte copyright serve celerità.Io penserei agli omicidi...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            contenuto non disponibile
    • CHKDSK scrive:
      Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
      Io non so se tu non capisci o non vuoi capire, la censura non è la soluzione. E' solo un modo per far insassare ancora di più la maggioranza della gente che vede i privilegi macroscopici che i legislatori (ben oliati) concedono a lobby di dinosauri che non vogliono estinguersi..
      • spacevideo scrive:
        Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
        ma quale lobby, ma siete fissati con queste lobby e complotti, quì c'è gente che lavora, e che non vede i propri diritti rispettati, internet non PUO' essere al di sopra della legge, internet NON PUO' essere il luogo dove RUBARE si perchè di RUBARE stiamo parlando è lecito.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
          contenuto non disponibile
        • age scrive:
          Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
          - Scritto da: spacevideo
          ma quale lobby, ma siete fissati con queste lobby
          e complotti, quì c'è gente che lavora, e che non
          vede i propri diritti rispettati, internet non
          PUO' essere al di sopra della legge, internet NON
          PUO' essere il luogo dove RUBARE si perchè di
          RUBARE stiamo parlando è
          lecito.qui viene detto che copire non è rubarehttp://www.penale.it/page.asp?IDPag=24http://www.penale.it/page.asp?IDPag=903se non ti piace internet puoi sempre creartene una tu
          • spacevideo scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            per me l'importante è la direzione che prendono i governi, alla fine il punto è tutto lì.Il download illegale è contro la legge, anche quella vigente, quindi quello che interessa ora è che si trovi il modo di applicarla con nuove regole che siano veloci ed efficaci ed uscire dall'attuale lentezza e inefficenza.
          • krane scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            per me l'importante è la direzione che prendono i
            governi, alla fine il punto è tutto lì.
            Il download illegale è contro la legge, anche
            quella vigente, quindi quello che interessa ora è
            che si trovi il modo di applicarla con nuove
            regole che siano veloci ed efficaci ed uscire
            dall'attuale lentezza e inefficenza.Oppure cambiare la legge.
        • panda rossa scrive:
          Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
          - Scritto da: spacevideo
          ma quale lobby, ma siete fissati con queste lobby
          e complotti, quì c'è gente che lavora, e che non
          vede i propri diritti rispettati,Anche qua c'e' gente che lavora e che vede i propri diritti limitati, eliminati, e sottoposta a minacce di censura.
          internet non
          PUO' essere al di sopra della legge, internet NON
          PUO' essere il luogo dove RUBARE si perchè di
          RUBARE stiamo parlando è lecito.rubare che cosa?Stiamo parlando di chi vuole diffondere e di chi e' contrario alla diffusione.E poi ci sono calunniatori che si riempiono la bocca di "furto" in assenza di refurtiva.
          • spacevideo scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            ancora censura ... nessuno censura quello che si cerca di fare è eliminare il costante FURTO di opere a mezzo internet.
          • krane scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            ancora censura ... nessuno censura quello che si
            cerca di fare è eliminare il costante FURTO di
            opere a mezzo internet.E contro la diffamazione cosa vogliamo fare ?
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
          - Scritto da: spacevideo
          ma quale lobby, ma siete fissati con queste lobby
          e complotti, quì c'è gente che lavora,Il tuo lavoro non è più UTILE. Quindi, non devi continuarlo.
          e che non
          vede i propri diritti rispettati,Tu non hai diritti. internet non
          PUO' essere al di sopra della legge, internet NON
          PUO' essere il luogo dove RUBARE si perchè di
          RUBARE stiamo parlando è
          lecito.Scaricare non è rubare. Se non lo capisci, non devi occuparti di beni digitali. Mettiti a vendere qualcos'altro.
          • spacevideo scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            quando non sarà più utile non sei certo tu a dirlo, ma io e soprattutto il mercato, i clienti.
          • krane scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            quando non sarà più utile non sei certo tu a
            dirlo, ma io e soprattutto il mercato, i
            clienti.Ma sono proprio i tuoi clienti a dirlo passando allo streaming ed accquistando via rete.
        • Joe Tornado scrive:
          Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
          Perchè, qualcuno ti avrebbe rubato qualcosa ? E quale oggetto ti avrebbero sottratto ?
          • spacevideo scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            potete girare intorno a questo discorso quanto vi pare, il fatto resta ed è uno solo se violi il diritto d'autore commetti un illecito, chiamalo poi come ti pare .... per me rubi fatturato.
          • krane scrive:
            Re: Le disconnessioni non sono la soluzione
            - Scritto da: spacevideo
            potete girare intorno a questo discorso quanto vi
            pare, il fatto resta ed è uno solo se violi il
            diritto d'autore commetti un illecito, chiamalo
            poi come ti pare .... per me rubi fatturato.E chi dice niente !!!Infatti si vorrebbe cambiare la legge cosi' niente piu' illecito.
Chiudi i commenti