Patente, libretto e dito indice

Questo è quanto chiederanno ai guidatori le pattuglie della polizia britannica del Northamptonshire, dotate di nuovi scanner portatili per rilevare le impronte digitali


Londra – La polizia britannica si prepara all’arrivo della carta d’identità biometrica ed abbraccia nuove tecnologie per l’identificazione digitalizzata. Nella contea di Northamptonshire, situata nei pressi di Birmingham, i poliziotti contano già sull’aiuto di uno scanner biometrico .

L’apparecchio verrà equipaggiato a bordo di tutte le volanti in servizio e servirà a velocizzare la prassi per l’identificazione dei cittadini fermati dalla stradale.

Il dispositivo è collegato ad un terminale GPRS che assicura mobilità pressoché totale. Il database nazionale biometrico in fieri sarà utilizzato come controprova per l’identificazione e i cittadini che non vi risultano verrà chiesto di registrare con lo scanner le proprie impronte. Per ora non c’è nulla di coercitivo : i cittadini fermati potranno rifiutare tanto la prova biometrica quanto la registrazione.

Sebbene per ora lo scanner miri alle dita di automobilisti e centauri dell’asfalto, i dirigenti della contea del Northamptonshire sperano che la loro sperimentazione costituisca un esempio per tutti i dipartimenti del paese. Gli inquierenti – dicono – potranno avvalersi di controlli biometrici sul territorio per condurre indagini con maggiore accuratezza.

L’uso degli scanner biometrici portatili fa da apripista della dottrina Blair in materia: la neoeletta amministrazione britannica prevede di introdurre la biometria obbligatoria entro il 2008.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • arch. del duca scrive:
    ELETTROMEDICALI
    salve,sono un designer e sto collaborando ad un proggetto su strumentazioni elettromedicali ad uso domestico, e navigando su internet ho notato l'argomento della vostra discussione e son interessato alle critiche da voi apportate, ma vorrei approfondire nello specifico e di instaurare un rapporto di collaborazione. arrivederci
    • Anonimo scrive:
      Re: ELETTROMEDICALI
      - Scritto da: arch. del duca
      salve,
      sono un designer e sto collaborando ad un
      proggetto su strumentazioni elettromedicali ad
      uso domestico, e navigando su internet ho notato
      l'argomento della vostra discussione e son
      interessato alle critiche da voi apportate, ma
      vorrei approfondire nello specifico e di
      instaurare un rapporto di collaborazione.

      arrivederciPosso consigliarti di contattate l'unione cechi della tua citta', li' troverai collaborazione da parte di vedenti e non.C'e' gente molto in gamba.
  • Anonimo scrive:
    un'occasione...
    ... per gli ipovedenti di usare ANCHE i nuovi strumenti tecnologici o per le ditte di elettromedicali di succhiare altri soldi ad una sanità con èproblemi di bilancio con la scusa dell'accessibilità ?io temo che elettrostimolatore normale = 1000 euro, stesso elettrostimolatore con comandi braille = 5000 europoi la solita lobby che impone l'accessibilità come requisito per l'acquisto farà il resto
  • Anonimo scrive:
    Fisioterapisti non vedenti?!
    Sembrerò cinico ma.. perchè un disabile nonostante percepisca una sostanziosa pensione di invalidità, deve anche avere vantaggi nel riuscire a trovare lavoro?
    • Anonimo scrive:
      Re: Fisioterapisti non vedenti?!
      Mia madre è sordomuta e prende la pensione di invalidità. Ha lavorato per anni all' Istituto Poligrafico e Zecca dello stato. Nella facilitazione del proprio lavoro hanno deciso di aggiungere un segnale luminoso lampeggante, oltre all'assordante sirena, per avvertire quando un macchinario andava in blocco. Pensi che non avesse avuto diritto a questo tipo di ausilio sul lavoro? Idem per il fisioterapista ceco....Ora, tanto per chiarire, la tanto famosa pensione di invalidità non è una pensione vera e propria. Già con ci campi con quelle di anzianità, figurati con quelle di invalitità (nota: il nome corretto è indennita di accompagnamento). Sono pochi soldi con cui ci puoi pagare l'accompagnatore (se hai problematiche gravi) o ausili per migliorarti la vita. Ad esempio, fino a poco tempo fa io e mia madre comunicavamo con un DTS (Dispositivo Telefonico per Sordomuti). Il suo è stato acquistato con il contributo dell'Ente Nazionale Sordomuti, il mio (che sono udente) me lo sono dovuto comprare da solo, e visto che mia madre non poteva chiamare se stessa sul suo DTS ha deciso di aiutarmi nell'acquisto usando parte della sua "pensione di invalidità".Spero di aver chiarito un minimo le cose e aver dato un contributo.Ciao a tutti :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fisioterapisti non vedenti?!
      Quando sei disabile e puoi renderti però utile puoi dare un maggiore significato alla tua vita.Hai mai provato a passare una giornata senza poter fare nulla ?Ci sono persone validissime fra i disabili che si rendono utili e danno molto alla società, e non sono appesi alla greppia a succhiare il latte a sbafo.... come tu maliziosamente vorresti far capire...Non sono certamente loro il problema, anzi sono una risorsa, e stai tranquillo che la pensione è commisurata ad altri eventuali ricavi, come si vede che non hai mai fatto i conti nella tua vita.Se vuoi capire... altrimenti pazienza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fisioterapisti non vedenti?!
      - Scritto da: Anonimo
      Sembrerò cinico ma.. perchè un disabile
      nonostante percepisca una sostanziosa pensione di
      invalidità, deve anche avere vantaggi nel
      riuscire a trovare lavoro?L'articolo non parla di vantaggi nel trovare lavoro.Parla di accessibilità, una cosa ben diversa!
    • Anonimo scrive:
      Re: Fisioterapisti non vedenti?!
      - Scritto da: Anonimo
      Sembrerò cinico ma.. perchè un disabile
      nonostante percepisca una sostanziosa pensione di
      invalidità, deve anche avere vantaggi nel
      riuscire a trovare lavoro?La pensione non è sostanziosa. Comunque: perchè una buona parte dei soldi dello stipendio di un disabile va in tasca ai "MODERATI (nel lavorare non nel mangiare)".
    • ishitawa scrive:
      Re: Fisioterapisti non vedenti?!
      vorrei anche far notare che i migliori fisioterapisti sono non vendenti, penso per la maggior sensibilità al tatto che nella loro condizione si acquista
    • Anonimo scrive:
      Re: Fisioterapisti non vedenti?!
      Sostanziosa???? L'indennità è di 400 Euro al mese, come ci vivi con quella cifra??? Al massimo serve a pagare un minimo di assistenza privata o qualche piccolo apparecchio che le ASL non passano.Ma vah, vah, informarti prima di parlare............E i fisioterapisti ciechi sono i migliori, posso assicurartelo di persona.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fisioterapisti non vedenti?!
        - Scritto da: Anonimo
        Sostanziosa???? L'indennità è di 400 Euro al
        mese, come ci vivi con quella cifra??? Al massimo
        serve a pagare un minimo di assistenza privata o
        qualche piccolo apparecchio che le ASL non
        passano.

        Ma vah, vah, informarti prima di
        parlare............

        E i fisioterapisti ciechi sono i migliori, posso
        assicurartelo di persona....vorrai dire massaggiatori, mica puoi fare il fisioterapista se sei non vedente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fisioterapisti non vedenti?!
      - Scritto da: Anonimo
      Sembrerò cinico ma.. perchè un disabile
      nonostante percepisca una sostanziosa pensione di
      invalidità, deve anche avere vantaggi nel
      riuscire a trovare lavoro?Oh che tristezza leggere post di questo tipo :(
    • nimrhael scrive:
      Re: Fisioterapisti non vedenti?!
      - Scritto da: Anonimo
      Sembrerò cinico ma.. perchè un disabile
      nonostante percepisca una sostanziosa pensione di
      invalidità, deve anche avere vantaggi nel
      riuscire a trovare lavoro?Sostanziosa? Per cortesia mi puoi citare le tuo fonti o le tue esperienze che ti portano a definire "sostanziosa" la pensione di invalidità di un disabile?Non è una provocazione, sono davvero interessato alla cosa.Lavoro in una cooperativa sociale, in una comunità per persone con disabiltà, conosco centinaia di disabili e di pensioni di invalidità "sostanziose" non ne ho mai viste.Ciao.
Chiudi i commenti