Pechino, carcere preventivo per blogger

Hao Wu, già residente negli Stati Uniti, è sparito dalla circolazione durante le riprese di un documentario indipendente sulla cristianità in Cina. E' stato sbattuto in carcere e non si sa perché


Pechino – Un giorno molto triste per l’informazione indipendente che viaggia su Internet: il giovane blogger Hao Wu , documentarista ed appassionato di giornalismo d’inchiesta, si trova in carcere da un mese . Hao è stato arrestato senza motivo durante le riprese di un documentario sulla cristianità “abusiva” nella Repubblica Popolare Cinese, ovvero sulla galassia di chiese clandestine non approvate dal governo – tra cui figura anche la Chiesa Cattolica.

Hao Wu è letteralmente sparito dalla circolazione lo scorso febbraio. La polizia di Pechino ha confermato il suo arresto, ma non ha fornito ulteriori informazioni. I portavoce della rappresentanza diplomatica cinese in Italia non hanno saputo commentare il caso.

Collaboratore di Global Voices , Hao era tornato in Cina dopo 10 anni di soggiorno negli Stati Uniti, dove ha lavorato presso un ISP locale.

La sua famiglia d’origine, residente in Cina, ha rifiutato ogni contatto con la stampa per paura di ritorsioni da parte del governo cinese. Il blog del giovane, dedicato alla città di Pechino, non è più aggiornato dal 22 febbraio.

Molto attivo sul fronte politico, schierato in difesa delle libertà democratiche, il giovane laureato in biologia, improvvisatosi inviato speciale, s’occupava soprattutto di temi scottanti e sicuramente non graditi dal governo comunista.

I colleghi e gli amici di Wu hanno lanciato una campagna online per sostenere la sua liberazione. Gli autori del sito sostengono che “le autorità hanno catturato Hao per costringerlo ad usare tutte le sue conoscenze contro i vari movimenti cristiani abusivi che vivono nel sottobosco della società cinese”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    basta riuninoni su ultima online
    basta con i meeting clandestidini di rivoluzionari che parlando dentro a everquest con il loro avatar, sparlando del governo cinese
  • Anonimo scrive:
    Ovvio
    In un rpg è possibile incontrarsi con identità mascherate e scambiare idee o organizzare azioni nel mondo reale, ovviamente contro il regime attuale.si vede che risalire agli utenti reali tramite ip è troppo costoso o inaffidabile.
  • Anonimo scrive:
    Re: eh??
    - Scritto da: Anonimo
    propaganda antiregime giocando a quakeIII?Forse in CinaRPG = Rocket Propelled Grenade (arma)anzichéRPG = Role Playing Game (videogioco)dunquevideogioco = arma?
  • Anonimo scrive:
    Re: eh?? (joe'd)

    ma a che scopo? hanno paura che si possa fare
    propaganda antiregime giocando a quakeIII?Forse nei deathmatch è apparso qualche nome di ministro cinese....joe
  • Anonimo scrive:
    Tutti a WOW a farmare
    Tanto in prigione o a farmare oro a WoW er rivenderlo agli occidentali non fa molta differenza...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti a WOW a farmare
      - Scritto da: Anonimo

      Tanto in prigione o a farmare oro a WoW er
      rivenderlo agli occidentali non fa molta
      differenza...In prigione schiatti di difterite.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il nuovo ELLE PI GI
    Chissà quanto ci mette a salire di livello!
  • Anonimo scrive:
    Re: eh??
    - Scritto da: Anonimo
    ma a che scopo? hanno paura che si possa fare
    propaganda antiregime giocando a quakeIII?ma sono gli amanti della privacy ad essere paranoici oppure sono (cert)i governi a vedere nemici dappertutto?
  • Anonimo scrive:
    Re: eh??
    - Scritto da: Anonimo
    ma a che scopo?Catalogare la popolazione al meglio possibile.Sapere cosa fa, cosa pensa, come passa il tempo, chi fequenta, quanto spende, ecc.
  • Anonimo scrive:
    Il nuovo ELLE PI GI
    Nome: Lin ChinPG: Cucitole di ScalpeLv: 1Sesso: MPV: 10/10PL (Punti Lavolo): 500/500Gold: 1/xObiettivo del gioco:Fale le stesse cose che si fanno al lavolo:'( :'( :'( :'(
  • Anonimo scrive:
    eh??
    ma a che scopo? hanno paura che si possa fare propaganda antiregime giocando a quakeIII?
Chiudi i commenti