Pedofilia web, gli ISP nel mirino

Ancora una volta le normative che intendono reprimere atti e misfatti compiuti in rete prendono in mezzo i provider, togliendo quindi libertà alla grande rete. Questa volta succede in Australia


Sydney (Australia) – Una legge contro l’uso di internet come veicolo per la diffusione di materiale pedopornografico, contro l’adescamento di minori e il commercio di immagini tratte da abusi e violenze: questo il profilo di una normativa che, come succede in mezzo mondo, è al centro dell’ attenzione dei legislatori australiani. E, proprio come succede in molti altri paesi, Italia compresa, i fornitori di servizi internet sono messi in mezzo .

I provider, operatori che offrono gli strumenti per accedere ad internet e la connettività necessaria per fruirne secondo le proprie capacità di spesa, secondo gli emendamenti presentati alla nuova legge sui crimini telematici australiani devono rimuovere tutti i materiali sopra descritti qualora abbiano effettiva conoscenza della loro esistenza.

In effetti, al contrario di quanto accaduto con molte altre normative pensate per reprimere il crimine informatico , nella bozza legislativa si parla di irresponsabilità dei provider . Allo stesso tempo, però, si chiede al provider di rimuovere i contenuti a seguito della segnalazione della loro presenza. In altre parole si dispone che l’ISP sia giudice ed arbitro dei materiali che qualcuno, non necessariamente l’autorità giudiziaria, ha trovato in rete. Multe e sanzioni per i provider scattano ancora una volta qualora i materiali stessi non siano rimossi.

Quali sono le conseguenze? Quelle di sempre. Da un lato ci sono gli ISP tra incudine e martello, desiderosi di servire i propri clienti ed abbonati ma impossibilitati a farlo serenamente perché sono a rischio multe; dall’altro ci sono i gruppi di pressione che ritengono la responsabilizzazione dei provider l’unica via ad una internet sicura .

Proprio come in Italia, dove il recente dibattito sul decreto legge Urbani contro la pirateria cinematografica ha riportato la questione al centro , anche in Australia c’è chi tenta di aggiornare i legislatori. Nel paese dei canguri, infatti, ora i provider si devono trasformare in “sceriffi”, adottando misure censorie che non sono gestite dalla magistratura ma che sono dovute esclusivamente al timore di finire nei guai per non aver rimosso materiali discutibili.

Volendo entrare nel caso specifico, come fanno alcuni esponenti della divisione locale della Electronic Frontier Foundation , sebbene vi siano casi eclatanti di pornopedofilia su web vi sono molti più casi di immagini o video in cui il confine tra lecito ed illecito è labile e dove entra in gioco dunque la necessità di un’autorità giudiziaria che sappia valutare dove comincia l’illegalità e dove finisce la libertà di espressione.

“Siamo tornati – hanno dichiarato quelli della EFF – al 1997, quando il Governo voleva che i provider fossero penalmente responsabili, cioè che fossero terrorizzati”. Una situazione che, certo, non riguarda solo l’Australia.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • yuuyyuuy scrive:
    yuuyyuuy
    vogliamo essere liberi o "volete" essere controllati, manipolati, gestiti, comandati, obbligati a qualsiasi cosa con questo affare in testa ?...... NON CREDO !!!il corpo rimane e deve restare come dio ha creato, libero di pensare e di agire individualmente sempre nel buon senso sia in salute che in malattia e spero questo per tutti noi ciao ; )
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci siamo :)-

    per quanto mi risulta la tua ipotesi è già stata
    realizzata.
    hai presente quella scatola con le immagini
    dentro chimata televisione
    ?Quoto in pieno! Menomale che c'è almeno qualcuno che ha aperto gli occhi...
  • Anonimo scrive:
    Timothy Leary ne sarebbe felice
    Magari di questo passo arriveremo a riprodurci solo per clonazione, come auspicato dal defunto guru hippie.
  • Anonimo scrive:
    Re: Con porta USB?
    LOL- Scritto da: Anonimo
    Hehe, sinceramente non mi dispiacerebbe
    avere una porta usb cerebrale ;)
    Pensate che comodità: niente
    più tastiera, niente più
    mouse, niente più telecomando, solo
    contatto telepatico :D
    Sarebbe interessante, poi fare una distro
    linux apposita, che ne so, Cervellinux?
    (linux) Io ci sto ;)
  • Anonimo scrive:
    Con porta USB?
    Hehe, sinceramente non mi dispiacerebbe avere una porta usb cerebrale ;) Pensate che comodità: niente più tastiera, niente più mouse, niente più telecomando, solo contatto telepatico :DSarebbe interessante, poi fare una distro linux apposita, che ne so, Cervellinux? (linux) Io ci sto ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci siamo :)-
  • Anonimo scrive:
    [OT] piante e chip
    Cosa dire, la notizia in se' potrebbe anche non essere malvagia, in fin dei conti se la tecnologia fosse utilizzata a fin di bene....Quello che invece mi preoccupa e' il contesto. Tempo fa' venni a conoscenza di una pianta originaria del Paraguay chiamata stevia rebaudiana (il nome gli deriva dal suo *scopritore* l'Italiano Bertoni, mentre gli indiani Guarany la chiamano Kaa he he), questa pianta produce delle foglie dolcissime da cui e' possibile estrarre un dolcificante molto potente a basso contenuto calorico e adatto ai malati di diabete.Bene, la FDA e l'EU hanno deciso di vietarne l'uso come dolcificante preferendogli i dolcificanti di sintesi.(per chi fosse interessato a questa storia Internet e' piena di materiale a riguardo)Ora, io rimango un po' sconcertato di fronte a comportamenti di questo tipo: da una parte si vieta l'uso di un prodotto naturale come la stevia e dall'altra si autorizzano sperimentazioni di impianti elettronici nel cervello.Forse sono io ad essere troppo prevenuto.
  • Anonimo scrive:
    E se il chip si surriscalda?
    Si mette un dissipatore nel cervello?Ad ogni modo questa non è nient'altro che l'illusione degli ignoranti che sperano di trasformare un uomo in un cyborg sperando che resti ancora uomo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci siamo :)-
    mi correggo: un nuovo medioevo
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci siamo :)-
    per quanto mi risulta la tua ipotesi è già stata realizzata.hai presente quella scatola con le immagini dentro chimata televisione ?è ora che cominciate a scindere il mezzo dal fine altrimenti vivremo un nuovo mediovo
  • Anonimo scrive:
    Re: Sapeste che altro ... :-)
    sta andando incontro alla sua naturale evoluzione entropica.fattene una ragione e godinei dei frutt.i
  • Anonimo scrive:
    Re: Sapeste che altro ... :-)

    nessuna magia ... bene ora tocca alla mente
    ... informazione, reti neurali, nessuna magia.... ma solo copyright e brevetti sulla conoscenza.Pagare per sapere, chi non paga resta ignorante (o studia usando i vecchi sistemi, ammesso che esisteranno ancora i libri, ma travasare un libro da supporto informatico a carta e' gia' reato).
  • Anonimo scrive:
    finalmente
  • Anonimo scrive:
    Re: si fa anche in Italia
    Giusto per rispondere al furbacchione del 14/04/04 10:16, Steven Hawking, fisico e astronomo di chiara fama mondiale (e' talmente stimato da essere a volte paragonato ad Einstein), ha partecipato ad una puntata di Star Trek TNG, per un cameo di pochi minuti. Lawrence Krauss, professore di fisica e astronomia alla Case Western Reserve University, ha scritto un paio di libri sulla scienza dei film e telfilm di fantascienza.Amen. Adesso, furbacchione del 14/04/04 10:16, puoi tirare fuori di nuovo dalla borsa il libro di Daniele Steel che stavi leggendo che non ti disturbiamo piu'...
  • Anonimo scrive:
    Re: e' arrivato "sotuttoio"
    ...ogni volta che provo a leggere qualche cosa s uquesto forum, mi accorgo che viene sempre utilizzato da persone che non sanno proprio che cosa scrivere se non fare i fenomeni con l'arma piu' stupida del mondo!...l'offesa o la resa in ridicolo delle persone che scrivono qlc!...sicuramente i forum di PI non possono essere piu' presi in considerazione!!(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Speranza x dementi
  • Anonimo scrive:
    Re: Speranza x dementi
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci siamo :)-
    infatti ci mancava solo questo, con tutto il rispetto per la conquista ma in futuro si corre il rischio di vedere eserciti di umani robottizzati al comando di pochi coglioni
  • Anonimo scrive:
    Re: Sapeste che altro ... :-)
    a dimostrazione dei fatti la rivoluzione di Copernico si e' dimostrata una rivoluzione del c...si sara' molto bello il mondo in cui vivranno i nostri pronipoti..proprio bellonemmeno ti rendi conto a cosa va incontro la razza umana con questa scoperta!
  • Anonimo scrive:
    e' arrivato "sotuttoio"
    Scritto da: ioan

    In ogni caso tutto questo fa pensare al
    libro di Crichton, il terminale uomo,
    scritto parecchi anni fa ormai.Invece di leggere certe str...ate, leggiti Topolino che è più utile. E non lo dico con sarcasmo, ma per davvero.Fermi, Born, Heisenberg, Dirac, Feynman, Pauli, Schroedinger.... mai nessuno di loro ha mai indugiato in letture di quel genere letterario.Se le maggiori menti della scienza non hanno mai guardato neanche di striscio fantascienza/fiction/simili, evidentemente certi argomenti sono fatti per altre persone, per altre menti, non per loro, non per chi si vuole elevare...Vai, torna a vederti il signore degli anelli, la sequela di str...ate più clamorosa della storia del cinema. E se fa tanto successo, non meravigliatevi che il mondo sia messo in queste condizioni.mentre tu le stronzate non le dici giusto? a me sembra che ne hai dette non poche e per giunta a raffica!!!! meriti il Nobel
  • Anonimo scrive:
    Re: Sapeste che altro ... :-)
    - Scritto da: Anonimo
    E questo e' niente ... c'e' chi sta
    sostituendo nelle scimmie un pazzo di
    ippocampo con un chip che dopo anni di studi
    e' in grado di replicarne le funzioni ... e
    non sono semplici funzioni motorie ... ma la
    memoria!
    Potremmo sperimentarle sugli esseri umani anzichè sulle scimmie. A meno di non essere integralisti della bibbia (interpretandola come 1000 anni fa) non c'è alcuna ragione per torturare le scimmie al posto dell'uomo, tranne quella che la scimmia non si può opporre perchè le leggi attuali la considerano un oggetto di proprietà di chi la possiede.
    I nostri nipoti avranno a disposizione
    tecnologie che nemmeno ci sognamo, si
    comincia ad entrare nei segreti della mente
    ... e sara' una rivoluzione almeno quanto
    Copernico ... mettera' la parola fine a
    tante speculazioni fantasiose. Viene da
    sorridere quando si pensa che ad inizio '900
    si parlava di chimica organica ipotizzando
    un misterioso principio vitale, e poi tutto
    e' venuto alla luce, nessun mistero,
    meccanica molecolare, sistemi complessi,
    nessuna magia ... bene ora tocca alla mente
    ... informazione, reti neurali, nessuna
    magia.
  • Anonimo scrive:
    Sapeste che altro ... :-)
    E questo e' niente ... c'e' chi sta sostituendo nelle scimmie un pazzo di ippocampo con un chip che dopo anni di studi e' in grado di replicarne le funzioni ... e non sono semplici funzioni motorie ... ma la memoria!I nostri nipoti avranno a disposizione tecnologie che nemmeno ci sognamo, si comincia ad entrare nei segreti della mente ... e sara' una rivoluzione almeno quanto Copernico ... mettera' la parola fine a tante speculazioni fantasiose. Viene da sorridere quando si pensa che ad inizio '900 si parlava di chimica organica ipotizzando un misterioso principio vitale, e poi tutto e' venuto alla luce, nessun mistero, meccanica molecolare, sistemi complessi, nessuna magia ... bene ora tocca alla mente ... informazione, reti neurali, nessuna magia.
  • Anonimo scrive:
    Re: si fa anche in Italia
    - Scritto da: ioan

    In ogni caso tutto questo fa pensare al
    libro di Crichton, il terminale uomo,
    scritto parecchi anni fa ormai.Invece di leggere certe str...ate, leggiti Topolino che è più utile. E non lo dico con sarcasmo, ma per davvero.Fermi, Born, Heisenberg, Dirac, Feynman, Pauli, Schroedinger.... mai nessuno di loro ha mai indugiato in letture di quel genere letterario.Se le maggiori menti della scienza non hanno mai guardato neanche di striscio fantascienza/fiction/simili, evidentemente certi argomenti sono fatti per altre persone, per altre menti, non per loro, non per chi si vuole elevare...Vai, torna a vederti il signore degli anelli, la sequela di str...ate più clamorosa della storia del cinema. E se fa tanto successo, non meravigliatevi che il mondo sia messo in queste condizioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Speranza x dementi
    meglio essere dementi e sperare che avere gli occhi chiusi sul futuro....
  • Anonimo scrive:
    Ci siamo :)-
    mancava l'accesso al cervello :-D
  • ioan scrive:
    si fa anche in Italia
    Anche in Italia si fa neurochirurgia di tipo fantascientifico. Riguarda più che altro i pazienti con Parkinson. Gli si impiantano degli elettrodi per stimolare un tipo di movimenti. Anche se l'effetto è molto poco armonico, c'è...Non so di più...In ogni caso tutto questo fa pensare al libro di Crichton, il terminale uomo, scritto parecchi anni fa ormai.
  • Anonimo scrive:
    Re: Speranza x dementi
    ^^^^^^^^^^- Scritto da: Anonimo
    Forse un giorno avremo tutti un'intelligenza
    accettabile e la madre dei cretini
    creperà.mmm, credo che tu sia un caso inguaribile....
  • Anonimo scrive:
    Speranza x dementi
    Forse un giorno avremo tutti un'intelligenza accettabile e la madre dei cretini creperà.
Chiudi i commenti