Pedoporno, arresti in 10 paesi

Conferme
Conferme


Bruxelles – Europol ha confermato di aver condotto a termine una operazione di polizia denominata “Odysseus” contro lo smercio via internet di immagini pedopornografiche che è stata coordinata in dieci paesi: Olanda, Germania, Belgio, Spagna, Norvegia, Svezia, Gran Bretagna, Australia, Canada e Perù.

La polizia europea, con base a L’Aia, in Olanda, ha spiegato che sono più di 40 le città in cui sono state condotte le operazioni coordinate in massima parte della polizia tedesca di Wiesbaden. Perquisizioni che hanno condotto all’arresto di 50 persone, tutti ritenuti parte di un network pedopornografico che avrebbe ramificazioni anche in alcuni paesi dove ancora non è stato possibile agire.

“L’operazione odierna – ha comunicato l’Europol – ha portato alla luce una struttura gerarchica complessa ed organizzata che reti Internet di pedofili e molestatori di bambini usa per proteggersi nascondendo la propria identità e le proprie atroci attività”.

I blitz hanno portato anche al sequestro di moltissimi computer e supporti audio-visivi che contenevano moltissime immagini con abusi su minori.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 02 2004
Link copiato negli appunti