Pedoporno, chiusi quattro siti italiani

La denuncia era stata presentata dall'associazione Meter: i siti offrivano materiale illegale che riproduceva abusi su bambini di ogni età. Intervento della PolPost di Catania


Roma – Sono quattro i siti che nelle scorse ore sono stati oscurati e posti sotto sequestro dagli agenti della Polizia Postale del capoluogo siciliano per ordine della Procura della Repubblica di Catania.

Si tratta di quattro spazi web che, stando a quanto rivelato dagli investigatori, offrivano ai propri visitatori paganti l’accesso a contenuti pedopornografici, foto e video di abusi commessi su bambini di ogni età.

A quanto pare i quattro siti erano tutti residenti su un server milanese e sfruttavano per farsi individuare dagli interessati la parola chiave Chill , variante di Child (bambino). Un “trucchetto” non molto efficace che secondo gli investigatori era però pensato per tentare di sviare i controlli. Il provider che ospitava i siti era all’oscuro delle attività criminose portate avanti attraverso quegli spazi web.

La denuncia per la presenza di questi siti è stata presentata nei mesi scorsi dall’ Associazione Meter voluta da don Fortunato di Noto, che in questi mesi ha collaborato al monitoraggio delle attività illegali dei quattro siti. L’Associazione ha anche predisposto una email a cui inviare eventuali segnalazioni di materiale a contenuto pedopornografico eventualmente individuato in rete.

“Non abbasseremo mai la guardia e la vigilanza – ha dichiarato don Fortunato – per i nostri figli e per i figli che non hanno genitori e tutori, abbandonati a se stessi. Anche in estate tanti bambini, molti bambini, saranno abbandonati e sfruttati. I pedofili non vanno in vacanza, e devono sapere che neanche coloro che lottano contro il loro turpe crimine nei confronti dei bambini”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: concorsi e IT mah....
    - Scritto da: Elwood_

    E' inutile che la Moratti e il Governo si
    "affannino" a voler fare ricerca seria in
    Italia.

    3) Non si fa sviluppo tirando fuori il buono
    per il computer al ragazzino di 16 anni
    (Stanca Docet) ad ogni pie' sospinto per far
    contenti i papa' e le mamme che votano. Non mi risulta che i governi passati, abbiano fatto granché per migliorare questa situazione.Ah gia, piove governo ladro.
  • Elwood_ scrive:
    concorsi e IT mah....
    Daltronde non ci si può lamentare, Questa e' l'italia.Controllando comunque sul bando sembra aperto a tutte le aziende.Indipendentemente dal concorso, questo tipo di atteggiamenti sono comuni in qualsiasi settore, non escluso il nostro.Che in Italia non esiste uno sviluppo e una ricerca informatica idonea proprio per i motivi che ci distinguono, e l'amico di zi peppino PREDOMINA INCONTRASTATO.E' inutile che la Moratti e il Governo si "affannino" a voler fare ricerca seria in Italia.1) la ricerca all'estero e' finanziata con fondi privati e non a caso accade questo, Perche' il privato dalla ricerca vuole risultati.2) La ricerca universitaria viene mantenuta da fondi decenti, e non si toglie ai ricercatori le riviste estere di ricerca per risparmiare e i meritevoli vengono premiati.3) Non si fa sviluppo tirando fuori il buono per il computer al ragazzino di 16 anni (Stanca Docet) ad ogni pie' sospinto per far contenti i papa' e le mamme che votano.La ricerca la si fa seriamente.Se questo non fosse un paese del terzo mondo in quanto ricerca e innovazione, probabilmente la Olivetti sarebbe stata un colosso, e probabilmente faggin i processori li avrebbe fatti qui in Italia. l'Elea 9003, primo calcolatore elettronico interamente sviluppato in Italia presentato da Olivetti nel 1959. Si tratta di una macchina completamente transistorizzata che sul piano tecnologico pone l?Olivetti all?avanguardia rispetto agli altri produttori mondiali di computer. L?elettronica sembra offrire nuove e straordinarie prospettive di sviluppo. e li' ci siamo fermati, ricapitalizzazione, verdesche nei dintorni, e poi ci inca##iamo se gli stranieri ci prendono in giro "spagetti pissa mandolino"... ma dai una così elevata inettitudine per gestire i nostri talenti italiani, e' addirittura comico.Ma noi di cose "buone" ne abbiamo inventate... il CO.CO.CO che e' l'unico contratto esistente al mondo, sostituito da quello a Progetto, che poi nessuno applica leggendolo... Il compenso corrisposto ai collaboratori a progetto deve essere proporzionato alla quantità e qualità del lavoro eseguito e deve tenere conto dei compensi normalmente corrisposti per analoghe prestazioni di lavoro autonomo nel luogo di esecuzione del rapporto. Nel caso di invenzione realizzata nello svolgimento del rapporto lavorativo, il lavoratore a progetto ha il diritto di essere riconosciuto autore (con rinvio alle leggi speciali in materia per la regolamentazione dei diritti e degli obblighi delle parti). Ma ROTFL compenso adeguato? Adeguato a cosa? Al CO.CO.CO?Sempre piu' delusamente vostro Elwood
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono solo delle truffe
    Probabile.....andrò a vedere chi vince, caro il mio sig. DS
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono solo delle truffe
    - Scritto da: Anonimo
    No non solo alle altre regioni.....nemmeno
    alle altre società informatiche:
    datasiel è mantenuta da enti
    pubblici, ha praticamente il monopolio, e
    poi usa i soldi per queste belle
    iniziative!!!!!! Facile quando paghi con
    soldi REGALATI!!!!Che consorso e' allora? Premio il piu' bravo fra di noi?Buffoni
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono solo delle truffe
    No non solo alle altre regioni.....nemmeno alle altre società informatiche: datasiel è mantenuta da enti pubblici, ha praticamente il monopolio, e poi usa i soldi per queste belle iniziative!!!!!! Facile quando paghi con soldi REGALATI!!!!
  • Anonimo scrive:
    Sono solo delle truffe
    Come il concorso "opensourcecontest" .. da 2 mesi che doveva iniziare e il sito chiede ancora di iscriversi per partecipare ... la guiria di "esperti" doveva scegliere i prodotti entro fine giugno .. insomma .. siamo ad agosto e nulla e successoQuesti concorsi sono solo truffe .. qui si chiede di essere liguri ... e bravi .. braccini corti .. non diamo nulla alle altre regioni ..
Chiudi i commenti