Pedoweb, i numeri di Telefono Arcobaleno

Arrivano puntuali i dati dell'osservatorio
Arrivano puntuali i dati dell'osservatorio

Aumentano le segnalazioni della presenza di siti e materiali di pornografia infantile in rete, almeno quelle prodotte dai volontari di Telefono Arcobaleno , associazione che da anni va a caccia di questo genere di materiali nel tentativo di contribuire alla riduzione del mercato delle immagini degli abusi.

L’Associazione in una nota parla di un “orgoglio pedofilo” che si snoda in molti diversi paesi, con Olanda, Svezia e Italia in prima fila, e in 21.600 siti segnalati negli ultimi 6 mesi. “Ci si aspetta – si legge nel comunicato – un incremento del 35% delle attività pedofile in rete per la fine dell’anno”.

Secondo Giovanni Arena, presidente di Telefono Arcobaleno, “non c’è nessun orgoglio nella pedofilia e non ci deve essere nessuna giornata commemorativa che non sia dedicata a combattere questo triste fenomeno con tutti gli strumenti che oggi abbiamo a disposizione. I movimenti di pensiero in favore della diffusione delle giustificazioni teoriche della pedofilia preesistono ad internet, alcuni di questi siti sono attivi dal decennio scorso e si rilevano anche non marginali presenze italiane per lingua ed espressione”.

“Altro aspetto da rilevare – continua Arena – è la connection , il reciproco supporto e la rispettiva promozione che esistono tra i diversi siti pedofili. La rete ne ha amplificato l’operato consentendo ai loro accoliti, sparsi in tutto il mondo, di diffondere su vasta scala gli aberranti proclami”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 06 2008
Link copiato negli appunti