Pentium D si lancia sui server

Lo fa accompagnato da un nuovo chipset indirizzato ai server x86 a singolo processore. Il Pentium D, orientato primariamente ai PC desktop e alle workstation, è così il primo chip dual-core di Intel a mettere piede su un server
Lo fa accompagnato da un nuovo chipset indirizzato ai server x86 a singolo processore. Il Pentium D, orientato primariamente ai PC desktop e alle workstation, è così il primo chip dual-core di Intel a mettere piede su un server


Santa Clara (USA) – Le vecchie classificazioni “mobile”, “desktop” e “server” assumono ormai contorni sempre più vaghi quando applicate ai processori. Lo dimostrano le ultime generazioni di CPU a basso consumo, come il Pentium M, capaci di adattarsi sia ai notebook che ai server ultradensi. E lo dimostra oggi il Pentium D , pronto ad uscire dal suo abituale mercato, quello desktop, per avventurarsi nel settore dei server x86 di fascia bassa.

Intel ha rilasciato un chipset, l’E7230, che insieme al giovane Pentium dual-core può essere utilizzato dai produttori di computer come piattaforma per la costruzione di economici server entry-level. La piattaforma, che secondo Intel ha “un prezzo altamente competitivo”, supporta tecnologie adatte al settore enterprise come PCI Express, indirizzamento della memoria a 64 bit, memorie DDR2 e software per l’emulazione dei sistemi RAID.

Anche conosciuto con il nome in codice Mukilteo , l’E7230 è diretto discendente del chipset Copper River indirizzato alle workstation. Il nuovo chipset viene venduto per ordini di 1.000 unità al prezzo di 36 dollari al pezzo, mentre il Pentium D costa, a seconda del modello, tra i 241 e i 530 dollari.

Tra i primi produttori ad aver annunciato sistemi basati sulla nuova piattaforma di Intel vi sono Dell e HP : entrambe utilizzeranno il Pentium D su alcuni modelli di server indirizzati alle piccole e medie aziende e dedicati a far girare servizi di rete come siti web e piccoli database.

Insieme al Pentium Extreme Edition , il Pentium D è il solo processore dual-core di Intel attualmente disponibile sul mercato. Le versioni dual-core dei suoi tradizionali chip server, Itanium e Xeon , arriveranno soltanto tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 07 2005
Link copiato negli appunti