Pentium III addio, lunga vita al Celeron

Intel rilascia due nuovi modelli di Celeron e garantisce il futuro di questi chip con l'arrivo dei 0,13 micron. Il PIII invece saluta
Intel rilascia due nuovi modelli di Celeron e garantisce il futuro di questi chip con l'arrivo dei 0,13 micron. Il PIII invece saluta


Santa Clara (USA) – Con il rilascio dei nuovi modelli di Pentium 4 annunciati pochi giorni fa , Intel ha aggiornato anche la sua famiglia di CPU a basso costo con due nuovi Celeron a 900 MHz e 850 MHz.

I due nuovi processori, che andranno a tenere testa ai Duron di AMD, hanno 128 KB di cache L2 e costeranno, all’ingrosso, 103$ la versione a 850 MHz e 134$ la versione a 900 MHz.

Dalla nuova roadmap rilasciata dal colosso californiano, si rileva che il Pentium III, almeno per quanto riguarda il mercato desktop, è arrivato vicinissimo all’agognata pensione.

Per agosto Intel prevede infatti di rilasciare gli ultimi due modelli di PIII Tualatin a 1,13 e 1,26 GHz, dopodiché la famiglia di chip PIII a 0,13 micron sopravviverà ancora per un po ‘ di tempo soltanto nel segmento mobile.

Durante il terzo trimestre del 2001 dovrebbe poi uscire il Pentium 4 a 1,9 GHz, seguito a novembre dello stesso anno dai modelli a 2 e 2,2 GHz a 0,13 micron (nome in codice Northwood).

Verso la fine dell’anno, il Celeron spingerà la sua corsa fino a 950 MHz per poi raggiungere il GHz durante il primo trimestre del 2002. A partire dal secondo trimestre del prossimo anno, Intel garantirà al Celeron una nuova longevità grazie al passaggio verso il processo produttivo a 0,13 micron.

Per quanto riguarda il mercato dei dispositivi mobili, Intel si prepara a lanciare, a settembre, un nuovo processore basato sull’architettura XScale di cui si parlò qualche tempo fa .

Il chip, che dovrebbe finire anche sulle prossime generazioni di Palm, potrà spingersi a frequenze di clock di 1 GHz, anche se inizialmente uscirà nelle versioni a 300 e 400 MHz, riallacciandosi dunque ai 200-300 MHz dell’attuale famiglia di chip basati sull’architettura ARM. La lotta sarà con Motorola, produttore dei noti chip basati sul core ARM Dragonball.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 07 2001
Link copiato negli appunti