Per la prima volta PC in calo

Sarebbe in assoluto la prima contrazione del settore. La previsione è contenuta in uno studio dei consulenti di U.S. Bancorp, secondo cui questo trimestre e il prossimo porteranno una storica prima contrazione
Sarebbe in assoluto la prima contrazione del settore. La previsione è contenuta in uno studio dei consulenti di U.S. Bancorp, secondo cui questo trimestre e il prossimo porteranno una storica prima contrazione

New York (USA) – Il mercato dei personal computer non ha mai smesso di espandersi e nonostante l’assalto di telefonini, palmari ed info-appliance, in questi anni ha continuato, pur tra le difficoltà, la propria crescita. Ora questa tendenza si è conclusa e alla fine di quest’anno il mercato avrà subito una contrazione, vi saranno cioè state meno vendite dell’anno scorso.

A sostenere questa previsione dai toni clamorosi è Ashok Kumar, autore di un rapporto dei consulenti di U.S. Bancorp Piper Jaffray , un gruppo di analisti di primo livello secondo cui questo trimestre si chiuderà con lacrime e sangue per l’industria dei PC. Il prossimo trimestre, prevedono, si chiuderà ancor peggio. “Per risalire – spiega Kumar – l’ultimo trimestre dovrebbe segnare una crescita del 20 per cento, un dato alquanto improbabile”.

Le previsioni di Kumar riguardano l’industria americana, quella che esporta personal computer praticamente in tutto il mondo. Americani sono anche i maggiori produttori di personal computer e le conseguenze della contrazione non si faranno attendere. Secondo Kumar a risentirne entro la fine dell’anno saranno i produttori di processori, prima tra tutti Intel, che vedranno scendere i propri titoli non appena la “storica contrazione” sul mercato dei PC diventerà palese.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 03 2001
Link copiato negli appunti