Perché clonare (male) un sito?

Pur di mettere su alcune pagine web c'è chi le copia integralmente dai siti altrui. Quando il clone fa concorrenza all'originale


Roma – In riferimento al problema della clonazione di siti altrui, vorrei segnalare un caso di “copia” che ha dell’incredibile per la sfrontatezza e l’approssimazione degli autori. Mi sembra doveroso precisare che conosco e seguo da tempo il sito originale e posso senza dubbio affermare che è on-line – nella veste grafica attuale da parecchio tempo.

Il sito originale (quello cioè vittima di clonazione) è canghysweb.com . Il sito clonato (quello cioè che ha compiuto l’abuso) è fmautomation.it .

Basta guardare i due siti per rendersi comunque conto della gravità del fatto e della “paternità” legittima di grafica e soluzioni: il “clonatore” di FMAutomation, infatti, non si è neppure dato pena di completare l’opera! Sono sì stati aggiornati i riferimenti all’Autore, telefonici e gli indirizzi, ma tutto il resto, con incredibile leggerezza, è conservato: così troviamo nel titolo della pagina riferimenti all’Autore legittimo (Canghysweb) e a Padova (la città dove opera Canghysweb, mentre FMAutomation è di Grottaglie, provincia di Taranto)… Se poi ci vogliamo proprio fare del male, basta digitare l’indirizzo http://www.fmautomation/home.htm e si sconfina nel tragicomico! La modifica dei riferimenti, infatti, qui non è stata neppure avviata e ci si trova di fronte ad un “clone” integrale; persino i link continuano a “puntare” alle pagine interne di Canghysweb!!

L’operazione, inoltre, al di là dell’aspetto grafico e formale, può provocare significativi danni diretti e di immagine: infatti andando in www.google.com e cercando “costruzione siti internet Padova” FMAutomation – grazie al codice ottimizzato da Canghysweb – appare ai primissimi posti, immediatamente alle spalle di quest’ultima… Cosa potrà mai pensare un potenziale Cliente che – come ovvio – visita tutti i primi siti, trovandone due identici? Quantomeno si domanderà quale è l’originale e quale, invece, la copia, no?

Alla clonazione in quanto tale, inoltre, mi pare vada aggiunta l’aggravante che si tratta non di “hobbisti”, ma di “professionisti internet”: “professionisti” che, a mio parere, rischiano – con simili operazioni – non solo di danneggiare direttamente altri Colleghi (con cui sarebbe forse meglio collaborare, no?), ma anche di gettare ulteriori ombre sull’intero settore…

Qualcuno potrà forse obiettare che potrebbe trattarsi di ragazzini che si avviano alla professione e che in fondo in Internet copiare un po’ è del tutto normale (qualche idea, in fondo, l’abbiamo scopiazzata un po’ tutti…). Purtroppo non è esattamente così: i signori di FMAutomation sanno benissimo quello che dovrebbero fare, da un punto di vista legale, e basta dare un’occhiata all’arcigno messaggio di copyright inserito all’interno della “Rete Civica di Grottaglie” (www.grottaglie.net/copyright/default.htm – realizzata appunto da FMAutomation) per rendersene conto. E se è vero che l’ignoranza della Normativa non li avrebbe comunque giustificati, è però altrettanto evidente che invocarla solo a proprio uso e consumo è quantomeno fastidioso.

Che tristezza….

Lettera Firmata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    non si riesce a portarle sulla stampa queste cose?
    porca paletta!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: non si riesce a portarle sulla stampa queste cose?
      la stampa e interessata a fatti REALItipo l'ultimo che ha cornificato la moglie o che altro e successo in provincia...di certo non e una notizia di rilevanza da dare alla popolazione...;-0)- Scritto da: scaricatore
      porca paletta!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: non si riesce a portarle sulla stampa queste cose?
      a cuba c'è la censura castristain cina quella comunistain italia c'è l'albo dei giornalisti(solo in italia)albo = censura
Chiudi i commenti