Perso il cellulare? Phonetracker lo ritrova

Esce in Germania il dispositivo che serve a rintracciare un telefonino ovunque si trova. Privacy a rischio?
Esce in Germania il dispositivo che serve a rintracciare un telefonino ovunque si trova. Privacy a rischio?


Berlino (Germania)- Costa 99 euro e per ora uscirà sul mercato tedesco e, in seguito, su quello austriaco e svizzero. Gli italiani distratti, usi a perdere con facilità il proprio cellulare, dovranno aspettare non si sa quanto: l’arrivo di Phonetracker, che permette di rintracciare il proprio telefonino, da noi non è ancora previsto.

Phonetracker riesce a captare tutti i movimenti effettuati dal cellulare che si vuole monitorare e manda poi le informazioni richieste a un altro telefonino (tramite SMS) o le visualizza su una console.

Gli usi di Phonetracker possono essere svariati: con un po’ di fantasia, infatti, è possibile trasformare questo dispositivo in una vera e propria “cimice” spia per controllare oggetti e persone. Dovunque sia il cellulare (nell’automobile del proprio collega, nella borsetta della propria moglie, nello zaino dei propri figli), l’utente di Phonetracker ne è informato. E così è possibile anche seguire a distanze persone e oggetti che viaggiano insieme al telefonino controllato.

Siamo al tramonto della privacy per figli disobbedienti e mariti infedeli? Il dubbio è legittimo. L’arrivo di dispositivi come Phonetracker solleva numerosi interrogativi di cui si parla sempre più spesso: il progresso tecnologico mette a disposizione prodotti che rendono forse la vita agli utenti più comoda, ma talvolta ne riducono gli spazi d’intimità, diradando i momenti e i luoghi davvero liberi dall’intrusione altrui.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 09 2001
Link copiato negli appunti