Philips 760

Un modello di terminale mobile con macchina fotografica digitale integrata da 1.3 Megapixel; economico ma qualitativamente migliorabile

Il Philips 760 è un modello di cellulare GPRS GSM Dual band molto particolare, soprattutto perché è la copia esatta del Siemens SF65. Entrambi i modelli sono realizzati dalla Quanta, e ovviamente differiscono per poche caratteristiche implementate dai noti produttori .

Le dimensioni sono di 91.4 x 44 x2 4,8 mm, per un peso complessivo di 104 grammi. Lo chassis sfrutta un’apertura a clip, e dispone di un display capace di ruotare sul proprio asse. Questa soluzione permette di effettuare comodi scatti fotografici in ogni direzione. La camera integrata ha una risoluzione massima di 1280 x 1024 pixel, si tratta infatti di una versione da 1.3 Megapixel con zoom digitale 4x e Flash.

Il display TFT principale dispone di una risoluzione di 128×160 pixel (28×36 mm) a 65 mila colori. La memoria interna è di 20 MB, e permette l’archiviazione di 500 contatti nella rubrica, nonché MMS e l’utilizzo di applicazioni J2ME.

Le funzioni disponibili rientrano nella media dei prodotti disponibili in commercio. Non manca però il vivavoce, il voice recorder e l’applicazione per multi-conferenza. Per quanto riguarda le esigenze business si possono utilizzare le connessioni USB, IRDA e Bluetoth per la trasmissione dei dati verso un PC. Da ricordare la presenza del modem integrato.

La batteria in bundle è una Ioni di Litio da 720 mAh, certificata per 420 ore di standby e 4 ore di conversazione.

Test e conclusioni

Philips 760 La recensione più approfondita sul Philips 760 è stata realizzata dal sito russo Mobile review , aggiornato come sempre su ogni prodotto disponibile in commercio. Sebbene la qualità delle plastiche del cellulare non sia stata particolarmente apprezzata, complessivamente il design non è dispiaciuto ai tester.

La caratteristica più importante di questo modello è sicuramente la macchina fotografica digitale integrata da 1.3 megapixel, quindi i recensori si sono concentrati su questo aspetto. Ebbene il responso finale non sembra essere troppo positivo. Non è bastata l’alta risoluzione per ottenere immagini di qualità. O meglio da questo standard bisognerebbe aspettarsi di più. Delusi, quindi, da questo risultato hanno comunque trovato conforto nell’ottimo pacchetto di applicazioni per la gestione delle immagini, rigorosamente in formato JPEG. Manca totalmente il video-recording.

Bocciata decisamente l’interfaccia grafica per accedere a tutte le funzioni: ben 6 click per spedire un messaggio. Il vibracall è parso un po’ fiacco, così come il volume delle suonerie, che però possono avvantaggiarsi di una qualità a 64 toni.

Insomma Philips 760 ha mancato il suo obiettivo di diventare un camera phone di riferimento. Tanti pixel non sono sufficienti per una degna qualità finale. Unico pregio: il prezzo di listino.

Nella confezione…
– batteria
– carica batteria
– CD-ROM con sofware di gestione
– manuale d’uso
– cavo USB

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Joris Vanelli scrive:
    Internet key 3 italia = truffa
    3 Italia velocità 7,2 Mbps (appare nell'icona quando sei connesso): ma quando mai ? L'hanno scritto come una parola fissa (tecnicamente una stringa costante : '7,2 Mbps' ).E' una truffa : la pubblicità dice che ha questa velocità : ma forse solo se sei l'unica persona al mondo collegata in quel momento: ma questo non lo dicono. Ho fatto le misure ed i paragoni con qualsiasi altra ADSL a 2Mbps (non 7,2 come la 3 itala) : ebbene a 2 Mbps in download e' 400 volte piu' veloce : 3 italia era a 20-28kbps (altro che 7,2 Mbps). E' chiaro che darò la disdetta appena possibile : mi hanno truffato per i due anni di durata del contratto : in negozio dove ho firmato l'abbonamento : mi hanno detto che loro vendono solo il contratto ma non sanno niente di disdette e velocità (in poche parole : non sanno cosa vendono). Truffatori . Prima o poi nascerà qualche magistrato un po' sveglio che metterà fine a queste furbate da sciacalli.
Chiudi i commenti