PI Hardware/ AMD Phenom X3 8750

PcTuner - La prima cpu tri-core al mondo vista da vicino e messa alla prova. Ecco il quadro, cosa AMD si attende e soprattutto cosa possono attendersi gli utenti che vogliono averci a che fare

Roma – Dopo aver finalmente introdotto le nuove cpu con stepping B3 , AMD non si è persa d’animo, cercando di rinnovare la propria offerta con un modello che potrebbe essere particolarmente interessante: si tratta dei nuovi Phenom X3 della serie 8×50.

Phenom X3 8750

Le caratteristiche per ciascun core sono rimaste invariate: è presente una cache L1 da 128K, divisa in 64K per dati e 64K per istruzioni, mentre la cache di secondo livello è pari a 512K. Rimane invariato anche il quantitativo complessivo della cache L3: sono disponibili 2MBytes in condivisione fra i tre core, esattamente come per i processori Phenom quad-core.

Phenom X3 8750

Del resto, si tratta con tutta probabilità di cpu Phenom X4 a cui è stato disabilitato uno dei quattro core per ragioni di mercato o di funzionamento, analogamente a quanto è avvenuto a suo tempo con i primi Celeron.

In questo modo AMD ha realizzato la cpu multi-core più economica sul mercato, escludendo ovviamente Athlon64 X2 e Core 2 Duo : mentre per i modelli con clock più elevati c’è una certa sovrapposizione fra differenti soluzioni, il Phenom 8450 funzionante a 2.1GHz è disponibile negli shop per circa 125€, rappresentando in alcuni casi una buona scelta.

Come alcuni avranno già immaginato, si tratta di processori adatti ad essere usati in HTPC compatti, garantendo una resa sicuramente superiore ai rispettivi Athlon64 X2 per prezzi interessanti nel segmento entry-level: in accoppiata al chipset 780G , ad esempio, permetteranno di ottenere i benefici del bus HT 3.0 senza spendere grosse somme di denaro.

la CPU

Il Phenom 8750 è il modello di punta della proposta a tre core di AMD e lavora ad una frequenza di 2,4GHz.

La nuova cpu è stata testata su una scheda madre Gigabyte GA790X-DS4 basata sul performante AMD 790X con il bios aggiornato all’ultima release per garantire la piena compatibilità fra chipset e architettura a tre core.

Volendo verificare i limiti in frequenza della serie 8×50, l’FSB è stato portato a 240MHz, per un core clock risultante di 2880MHz: con tutta probabilità sarebbe stato possibile ottenere un incremento maggiore alzando il moltiplicatore, tuttavia il sample in nostro possesso non permetteva modifiche verso l’alto.

Per rendere un paragone tra cpu quad e tri core, tutte le cpu sono state testate alla frequenza di 2400MHz.

Configurazione

CPU AMD Phenom X3 8750-BE AMD Phenom X4 9600-BE
Freq. / vCore 2400MHz 200×12,5 / 1,250v
OC 2880MHz 240×12 / 1,344v
Mainboard Gigabyte GA790X-DS4
Ram 2x1GB OCZ Reaper HPC
Freq. / Timings 800MHz / 5.0-5-5-18-23-2T
OC 960MHz / 5.0-5-5-15-23-2T
VGA Jetway Radeon HD3870X2
HDD Seagate Barracuda 7200.9 250GBytes
PSU Antec TP3-650
Drivers Ati Catalyst 8.3
Sistema Operativo Windows Vista Ultimate 32-Bit

Futuremark PcMark Vantage La nuova versione del benchmark Futuremark analizza le prestazioni globali del computer in 7 campi d’utilizzo basando la valutazione su processi reali, come editing video, fotoritocco, gaming, tab-browsing e word processing.

PcWizard 2008 Giunto alla sua nuova release, PcWizard effettua un benchmark complessivo del sistema che restituisce diversi indici di prestazioni. Come tutti i bench sintetici, va considerato un riferimento generico e non assoluto.

CineBENCH 10 È l’ultimissima versione del fortunato benchmark di rendering basato sullo stesso motore del potente software Cinema4D, giunto ormai alla decima versione. Restituisce due risultati: un punteggio in CB-CPU e il tempo necessario all’elaborazione.

Xmpeg 5.0.3 / DivX PRO 6.7 Xmpeg è un software di editing video estremamente facile da usare. Il test prevede la conversione di una traccia video da circa 280 MBytes in formato Mpeg2 usando il codec DivX PRO con profilo 720HD, SSE4 (usa SSE2 se il supporto hw è assente) ed Enhance Multithreading enabled.

7zip 4.57 – Benchmark Tool di compressione in formato.7zip, integra un test hardware che calcola la velocità con cui il sistema riesce a comprimere/decomprimere i file esprimendosi in MIPS. La versione 4.57, inoltre, introduce ampi miglioramenti nella gestione di cpu multi-core.

3DMark06 Non ha bisogno di presentazioni, è il benchmark di riferimento per le schede video di ultima generazione e restituisce anche un punteggio per la cpu. Tuttavia, è da considerarsi più un valore di riferimento generico che un indice assoluto di prestazioni.

Crysis CPU Benchmark È il titolo del momento: il primo a sfruttare un motore grafico basato principalmente sulle DirectX10 su scenari molto ampi e perciò risulta incredibilmente complesso da gestire anche per le schede video più potenti. Il CPU Benchmark integrato propone un timedemo ricco di fisica e geometria.

Test – PcMark Vantage, PcWizard
Con il benchmark di sistema targato Futuremark il Phenom X3 non mostra segni di cedimento, difendendosi degnamente anche rispetto al corrispettivo a quattro core: addirittura, attivando il TLB Fix sul Phenom X4 9600, le prestazioni della cpu tri-core risultano superiori in molti cambi, fuorchè in quelli dove si sfrutta in modo intensivo l’elaborazione parallela e l’uso o meno del TLB non influisce più di tanto.

Dopo aver lanciato SiSoft Sandra XII 2008.12.34, invece, nascono alcune incertezze: il software non lancia affatto i test sintetici della suite limitandosi a non restituire alcun risultato. Cambiando la cpu con un Phenom X4, invece, Sandra ha ripreso a funzionare, come se ci fosse bisogno di qualche particolare ottimizzazione per lanciare un programma su di una cpu a tre core. Nessun problema, invece, per PcWizard 2008.

In questo caso si rileva come nemmeno lo speed-up ottenibile overcloccando il processore a 2880MHz possa competere con il quad-core a 2400MHz. Trattandosi di un test sintetico, però, questa situazione potrebbe non rispecchiare le prestazioni nell’uso comune. I seguenti test riassumono in modo più fedele le reali differenze tra cpu e cpu nell’uso pratico: contrariamente ai benchmark precedenti, infatti, si riferiscono a software realmente fruibili dall’utente e quindi simulano un lavoro reale, restituendo un punteggio più verosimile. Questa considerazione vale anche per PcMark: pur eseguendo una serie di test basati sull’utilizzo del sistema, rimangono comunque interni al motore del benchmark e non basati su software esistenti.

Cinebench restituisce risultati piuttosto ovvi essendo il rendering un’operazione particolarmente votata all’elaborazione parallela, ma quanto segnato in overclock dal Phenom X3 8750 rimane comunque un risultato interessante, superando per prestazioni un Core 2 Duo E6850. Rimane comunque la differenza nel costo: bisogna vedere se il più piccolo 8450 sarà capace dei numeri di questo sample.

Xmpeg conferma il trend registrato in precedenza con Cinebench, segno che l’idea di AMD può ritenersi valida in alcuni campi d’utilizzo: la differenza verso un Intel Core 2 Duo E6850 è evidente, anche quando quest’ultimo è overcloccato a 3,2GHz.

L’ultimo test, 7-Zip, ha risvegliato gli stessi dubbi iniziati con Sandra. Lanciando il benchmark dell’applicazione, infatti, questa lanciava solamente due threads differenti, restituendo risultati paragonabili a quelli di un Athlon64 X2. Per sfruttare anche le capacità di calcolo del terzo core è stato necessario selezionare l’avvio di 4 threads manualmente, segno che probabilmente alcune applicazioni avranno bisogno di aggiornamenti per sfruttare appieno le potenzialità dei nuovi Phenom X3.

Test – Games
3DMark 2006 non rileva variazioni particolarmente sensibili fra un processore e l’altro. Generalmente, le differenze tra l’architettura K10 di AMD e l’ICM di Intel sono evidenti nei punteggi di questo test: si tratta di una situazione fortemente CPU-limited.

In Crysis si parla di circa 1fps in meno usando il nuovo Phenom X3, valore che conferma lo scarso sfruttamento delle cpu multi-core nei titoli odierni. Buoni i valori registrati con frequenze più elevate rispetto ad un Phenom X4.

Con i nuovi Phenom X3 AMD voleva raggiungere diversi risultati. Anzitutto, c’era la necessità di essere competitivi in un terreno dove ha tuttora poche alternative, riducendo quel baratro di prezzo che divide il più performante Athlon64 X2 dal più piccolo Phenom X4.

Il secondo risultato diretto è secondo solo per convenienza: così facendo, AMD ha ridotto drasticamente le perdite di cpu mal funzionanti poichè tutte le cpu Agena con un core o una cache difettosa sono potenzialmente convertibili in Toliman. Questo è forse il vantaggio più evidente lato azienda: recuperare quanto più possibile dal progetto K10, infatti, è per AMD uno dei punti cardine. Del resto, la scarsa diffusione dei processori della casa di Sunnyvale rispetto ai temibili Core 2 nelle varianti Dual e Quad è un dato innegabile.

Phenom X3 8750

Il Phenom X3 mira dunque ad essere un’allettante alternativa per quei pc destinati all’utilizzo di applicazioni multi-core oriented con compromessi sul costo finale, segnando risultati interessanti in rendering e compressione video rispetto alla controparte di Intel per fascia di prezzo: stiamo parlando delle cpu E4700 ed E6850.

Un altro campo d’utilizzo dove può essere vantaggioso l’acquisto di un Phenom X3 è quello dove AMD punta a riscuotere il maggior successo: il mondo dell’home entertainment, che sempre più spesso ruota attorno ad un piccolo e potente HTPC. Il recente AMD 780G , infatti, sembra guadagnare molto dall’attivazione del bus HT 3.0, come l’azienda stessa ha dichiarato: l’uso di una CPU Athlon64 X2 comporta di fatto una riduzione delle prestazioni del core grafico Radeon HD3200 integrato, soprattutto per quanto riguarda le applicazioni 3D e la decodifica hardware di flussi video.

Il Phenom X3 rappresenta quindi una possibilità in più: va detto, tuttavia, che le considerazioni finora espresse valgono più per il piccolo 8450 che per i modelli successivi, penalizzati da un prezzo troppo vicino ai Quad Core di fascia bassa di Intel.

Un confronto improponibile, quindi, ma è ancora presto per stendere conclusioni definitive su questi prezzi: meglio aspettare una diffusione più capillare della nuova cpu che, per il momento, è disponibile ancora in pochissimi shop.

Si ringraziano It-Point.it e Tiburcc.it per aver fornito rispettivamente la cpu AMD Phenom 9600 Black Edition e la scheda madre Gigabyte GA-790X-DS4.

PcTuner

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fkvPTgTtJGi RfwLRCKu scrive:
    hTDKAxrBPGL
    http://www.joshstricklandonline.com/auto.html auto insurance
    :OOO http://www.joshstricklandonline.com/health-insurance.html health insurance yhhnmx
  • UAOUqDUBNYj xTKevgHH scrive:
    QoFWvYGkI
    http://www.joshstricklandonline.com/health-insurance.html adova health insurance 507406
  • dFgSOAXvToO JrbR scrive:
    mfhLuzVLwQ
    http://www.cheapinsurancemate.com/ cheap insurance hvrebc http://www.free-home-insurance-quotes.net/ homeowners insurance frdiqv http://www.homeinsurance4u.net/ american home insurance olzxwf http://www.getcheaphealthinsurance.net/ cheap health insurance 304
  • Cristiano Carli scrive:
    riviste maschili
    Concordo con le osservazioni sulle riviste maschili.Quelle femminili alternano argomenti leggeri ad altri ben più sostanziosi come lavoro, analisi della società, lifestile, salute, vita di coppia, ecc. Insomma, mi sembrano più calate nella realtà.Le riviste maschili sono per lo più un alternarsi di esercizi per gli addominali e pubblicità di orologi, macchine e vestiti che 99 lettori su 100 non si possono permettere.Secondo me gli editori dovrebbero anche cominciare a porsi un'altra questione: oggigiorno, e domani lo sarà ancora di più, il target maschile compreso fra i 30 e i 40 anni non è più composto prevalentemente da yuppie e manager rampanti, ma da giovani uomini che cercano soluzioni creative e funzionali per vivere dignitosamente, consumare e divertirsi senza indebitarsi troppo, traghettarsi fuori dalla crisi senza farsi troppo male.Sbaglio?Cristianotamtamcom.blogspot.com
  • Nexso scrive:
    Bel modo...
    per fottersi il cervello.
  • minsalt scrive:
    riviste per uomini
    io quando le leggo mi imbarazzo di far parte della categoria.rispetto alle riviste per donne sono ... imbarazzanti, non trovo altre parole.ti sembra di sentir parlare te stesso quando facevi le medie e parlavi di donne...cose che vorresti cancellare... li le trovi scritte da "machos" vari...brrrrrrrrrrrrrrrrr
    • pippo scrive:
      Re: riviste per uomini

      io quando le leggo mi imbarazzo di far parte
      della
      categoria.
      rispetto alle riviste per donne sono ...
      imbarazzanti, non trovo altre
      parole.

      ti sembra di sentir parlare te stesso quando
      facevi le medie e parlavi di
      donne...

      cose che vorresti cancellare... li le trovi
      scritte da "machos"
      vari...


      brrrrrrrrrrrrrrrrrGià meglio il vecchio playboy ;)P.S. su quelle pagine patinate cosa offriranno in cambio della foto...
    • uomini e donne scrive:
      Re: riviste per uomini

      rispetto alle riviste per donne sono ...
      imbarazzanti, non trovo altre
      parole.rivista per donne- combattere la cellulite- amorazzi di vipps- questa notte fallo innamorarerivista per uomini- sviluppare gli addominali- amorazzi di vippes- questa notte falla urlare
    • MAR scrive:
      Re: riviste per uomini
      - Scritto da: minsalt
      io quando le leggo mi imbarazzo di far parte
      della
      categoria.
      rispetto alle riviste per donne sono ...
      imbarazzanti, non trovo altre
      parole.Rolling Stones è una rivista storica anche se negli ultimi anni è diventata un po' uno schifo. Forse ti riferisci a quelle italiane.
  • ammatwain scrive:
    Il Valore Aggiunto E' Un Pacco Semantico
    Mi spiego meglio:Se chiedo un mattone e mi viene dato un mattone, allora ricevo un valoreche corrisponde al valore di un mattone.Ma se mi offrono un autoradio e mi viene dato un mattone, allora ricevo un valoreaggiunto, che al cambio corrisponde sempreal valore di un mattone, ma col "Pacco".
    • iva scrive:
      Re: Il Valore Aggiunto E' Un Pacco Semantico
      - Scritto da: ammatwain
      Mi spiego meglio:

      Se chiedo un mattone e mi viene
      dato un mattone, allora ricevo un valore
      che corrisponde al valore di un mattone.dipende se lo chiedi al produttore del mattone o al rivenditore.il valore aggiunto è il servizio, questo se parliamo di IVA.se parliamo di markettaro, il valore aggiunto del mattone è se si sono inventati qualcosa.... se profuma al sandalo, se è in materiale polygenico a catadiottri variabili di sbiriguanda , se assorbe le radiazioni e le flatulenze di cervo, se respinge la vernice e il cemento...;)
      • ammatwain scrive:
        Re: Il Valore Aggiunto E' Un Pacco Semantico

        dipende se lo chiedi al produttore del mattone o
        al
        rivenditore.
        il valore aggiunto è il servizio, questo se
        parliamo di
        IVA.
        se parliamo di markettaro, il valore aggiunto del
        mattone è se si sono inventati qualcosa.... se
        profuma al sandalo, se è in materiale polygenico
        a catadiottri variabili di sbiriguanda , se
        assorbe le radiazioni e le flatulenze di cervo,
        se respinge la vernice e il
        cemento...
        ;)Siamo in sintonia!
Chiudi i commenti