Più stretto l'abbraccio a distanza

Niente più scuse: stare lontano dai propri figli sarà più semplice con le nuove giacche elettroniche, che promettono coccole e abbracci da remoto. Per scaricarsi la coscienza
Niente più scuse: stare lontano dai propri figli sarà più semplice con le nuove giacche elettroniche, che promettono coccole e abbracci da remoto. Per scaricarsi la coscienza


Singapore – Un gruppo di ricercatori della Nanyang Technological University ( NTU ) ha realizzato delle speciali giacche dotate di un avanzato sistema di force-feedback. Una volta indossate trasmettono – assicurano gli scienziati – l’equivalente di una carezza , riproducendo comunque quel tipo di “sensazione”.

I primi modelli sono stati realizzati pensando al rapporto spesso non facile tra gli animali domestici e i loro padroni, magari assenti per molte ore della giornata. Con questo speciale “abbigliamento”, tramite un controllo via PC è possibile emulare le coccole del padrone . Secondo i ricercatori, quindi, i nuovi dispositivi permetterebbero a chi è distante da casa di continuare a far “sentire” la propria presenza.

Si tratta, sottolineano ad ogni modo gli scienzIati, di un progetto pilota che ha obiettivi assai più ambiziosi, come riuscire a fornire ai bambini un qualcosa che potrebbe essere definito “giacca elettronica di conforto”: via Internet i genitori “latitanti” potrebbero così abbracciare a distanza i propri figli . “Sempre più spesso i genitori sono obbligati ad assentarsi per questioni di lavoro. I bambini, però, hanno bisogno di coccole e abbracci. Questa potrebbe essere una soluzione”, ha dichiarato Adrian David Cheok, professore associato della NTU.

In una intervista rilasciata dai ricercatori a The Straits Times si legge di futuri pigiami che non solo potranno variare i “livelli di pressione” in alcune zone, ma anche le temperature: il tutto per emulare anche il calore umano .

In questo modo, anche a letto e prima di dormire, i genitori potrebbero abbracciare ed essere abbracciati dalla propria prole in un quadro pensato per fare della rete un veicolo di abbracci e carezze. Progetti che in qualcuno generano apprensione: ci sono esperti secondo cui, a prescindere dalla qualità del contatto, è la presenza del genitore l’elemento di gran lunga più rilevante per permettere ai bambini di crescere in armonia.

Dario d’Elia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 11 2005
Link copiato negli appunti