Più vicino il BitTorrent di Microsoft

Avalanche sarebbe ormai quasi pronto: un sistemino di distribuzione condivisa che ricorda molto da vicino i celeberrimi .torrent ma che è immerso in sistemi di protezione dei contenuti. Spyware, intanto, attaccano BitTorrent


Roma – Sarebbe ormai a buon punto lo sviluppo della tecnologia nota con il nome in codice di Avalanche , un software che Microsoft sta mettendo a punto per dar vita ad un sistema di distribuzione di contenuti basato sul download condiviso, la stessa metodologia che ispira il celeberrimo BitTorrent e che permette la distribuzione veloce di file di grandi dimensioni.

Il nuovo progetto, presentato ad un manipolo di ricercatori a Cambridge, nel Regno Unito, si discosta però in modo importante da BitTorrent in quanto prevede l’utilizzo di sistemi di digital right management per impedire che venga utilizzato per la condivisione non autorizzata del download di materiale protetto da diritto d’autore. “Include – ha spiegato un portavoce di Microsoft – un importante apparato di sicurezza che assicura la possibilità di identificare chi dispone il download dei materiali e di impedire che utenti non autorizzati pongano materiali protetti in condivisione”.

In realtà questa non è l’unica differenza tra Avalanche e BitTorrent.

Microsoft ha infatti lavorato per cercare di aggirare un problema tipico della distribuzione torrentizia, ovvero l’aumento esponenziale della complessità della ricerca delle singole porzioni di ogni file condiviso mano a mano che queste si espandono tra i vari client attivi sui computer degli utenti. L’idea è quella di dotare l’applicativo di una capacità di re-encoding : utilizzando le porzioni di file già scaricate si può crearne di nuove, per combinarle alle altre già in circolazione: questo significa, mano a mano che si scaricano porzioni, di poter generare nuove combinazioni da distribuire in rete. Stando ad una paper di Microsoft sull’argomento, è possibile ricostruire un file nella sua interezza pur non disponendo di tutte le singole porzioni inizialmente poste in download dal condivisore originale.

Tutto questo, assicura Microsoft, porta ad una riduzione drastica dei tempi di download rispetto agli applicativi di questo tipo già utilizzati in quanto, come accennato, si riducono i tempi di ricerca delle porzioni mancanti nonché il numero dei trasferimenti complessivi necessari alla ricostruzione di un dato file. Secondo l’azienda, il fatto che un utente si possa ritrovare a scaricare anche più di quanto necessario per ricostruire il file è un “onere” che viene azzerato dalla maggiore velocità del download.

Al momento Microsoft afferma che non vi sono strategie per la diffusione della nuova tecnologia sebbene ammetta che “al momento stiamo simulando in vari test i benefici dell’usare il coding di rete per distribuire file molto grandi ad un numero elevato di utenti”.

Proprio in queste ore, intanto, su BitTorrent si è scatenata una piccola tempesta. Un bug hunter di Vitalsecurity.org , Chris Boyd, ha infatti denunciato la presenza in file torrentizi di spyware “allegato” a contenuti molto popolari, come i file che contengono serie televisive. L’adware utilizzato è il già celebre Aurora di “Direct Revenue”, produttore che – come riporta The Register – ha però messo le mani avanti spiegando che è stato un proprio partner, “180 solutions”, ad aver utilizzato questa strategia di diffusione senza autorizzazione. La preoccupazione degli esperti è che i file “infestati” da programmini di questo tipo siano numerosissimi. In questo caso, comunque, a mitigare la presenza dell’adware è il fatto che si può evitarne l’installazione: quando si apre il file, infatti, è sufficiente non accettare la licenza d’uso.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • cody_go78 scrive:
    deal!
    quoto, quoto e straquoto!!!
  • Anonimo scrive:
    Talenti
    Qualcosa mi dice che l'attuale politica sul diritto d'autore serva più ai Faletti che agli Hemingway.
  • Anonimo scrive:
    nuove PUBBLICITà PROGRESSO
    Faletti si scusa e fà nuove pubblicità a favore dell'open source :Dhttp://assente.altervista.org/?q=pubblicita_progresso_su_informazione_brevetti_software_accessibilita
  • Anonimo scrive:
    Opinione di un LUG su Faletti
    Ho trovato il commento di Marco Pennelli del LugBari su linuxvalley.it e ziobudda.net. Leggete cosa ne pensa un LUG.http://lugbari.org/modules/news/article.php?storyid=121
  • Anonimo scrive:
    A quando Sbirulino?
    Eh si, tanto qui ormai fanno parlare chiunque su cose di cui non ha alcuna competenza, quindi facciamo parlare pure Sbirulino, magari di stupri o pena di morte. Tanto in italia di pagliacci ne ho visti e sentiti tanti, uno più, uno meno...
  • Faus74 scrive:
    E' solo un comico...
    ...e infatti lo spot ci fa ridere :D Credete forse che io non masterizzerò più cd perchè me lo ha detto un comico con un pozzo di soldini?O non scaricherò da internet per protegegre i diritti d'autore?Allora,girano sempre attorno al solito problema:fate pagare di meno le vostre "opere d'arte",e non come un bene di lusso!Un cd musicale appena uscito lo pago 20 euro,ma caspita,molte volte anche cd vecchi di anni costano ancora come quelli nuovi!!E poi parlano loro,che hanno un conticino in banca da spavento! Bleah,che schifo :
  • Anonimo scrive:
    No copyright: gli editori ci guadagnano
    Un punto di vista interessante:http://www.wumingfoundation.com/italiano/Giap/giap2_IV.html#copyright1
  • Anonimo scrive:
    Copyleft & Fair Use
    Leggete questo articolo di Wu Minghttp://www.wumingfoundation.com/italiano/outtakes/nota_copyleft.htmlSoprattutto lei, Sig. Faletti.
  • Anonimo scrive:
    ma perchè...
    ... non torna a fare il comico ?
  • Anonimo scrive:
    produttori di masterizzatori?
    sony?ma lol...botte piena e moglie ubriaca.....
  • Anonimo scrive:
    Voglio proprio sapere ....
    voglio proprio sapere chi era che tirava i cd-rom a faletti nello spot televisivo.un pò più di mira e ci evitavamo sto sermone trito e ritrito
  • carbonio scrive:
    Non mi sbagliavo!
    scusate l'autocitazione :$http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=984068&tid=984068&p=1&r=PI
  • FDG scrive:
    Ma li scrive lui?
    Ora, dopo tali dimostrazioni di conoscenza e acume, mi sorge un dubbio: ma siamo sicuri che sia lui l'autore dei gialli e non si limiti a fare il prestanome? Magari qualcuno ha pensato di far della storia del comico che diventa scrittore di gialli un caso letterario!
  • Anonimo scrive:
    Faletti informati
    essere ignoranti in qualche materia non è grave , non sipuo sapere tutto , ma pretendere di accusare ( volevo scrivere informare ma lo spot è solo un mezzo di accusa e minaccia non di informazione) dal pulpito riguardo un argomento che non si conosce è proprio da mentecatto .
  • Anonimo scrive:
    dir.autore troppo lungo, ma sacrosanto.
    Chi la pensa diversamente è solo un opportunista, bisogna ammetterlo. Và accorciato, equiparato + o - alla durata delle invenzioni, dei modelli industriali etc., ma questo non può giustificare chi si appropria dei sacrifici altrui arrogandosi il diritto di non dargli in cambio nulla. Quelli di noi che lavorano come la prendono se qualcuno gli fà fare un c..o così e poi gli dice che il compenso per il lavoro fatto se lo può anche scordare...
    • Anonimo scrive:
      Re: dir.autore troppo lungo, ma sacrosan
      - Scritto da: Anonimo
      Chi la pensa diversamente è solo un opportunista,
      bisogna ammetterlo.
      Và accorciato, equiparato + o - alla durata delle
      invenzioni, dei modelli industriali etc., ma
      questo non può giustificare chi si appropria dei
      sacrifici altrui arrogandosi il diritto di non
      dargli in cambio nulla. Quelli di noi che
      lavorano come la prendono se qualcuno gli fà fare
      un c..o così e poi gli dice che il compenso per
      il lavoro fatto se lo può anche scordare...Il problema non è solo quello. Pensa a tutti quei sistemi di protezione che impediscono a chi acquista regolarmente di fruire a pieno di quel che ha pagato. Ti sembra giusto?
  • bluspray scrive:
    Faletti un libro non venduto
    Qualche mese addietro un amico mi prestò "Io uccido" dell' esordiente giallista Faletti. L'ho trovai talmente appassionante da pensare di acquistare il successivo giallo non appena fosse giunto in libreria. Adesso dopo averlo visto in tv testimonial dello spot antipirateria ho capito che in fondo aver letto il suo libro senza averlo acquistato ma avendolo avuto solo in prestito potrebbe aver configurato il reato di pirateria. Nel dubbio ho deciso di non acquistarlo il suo libro successivo, potrei a mia volta darlo in lettura a qualcuno e reiterare il reato. Cordiali saluti alla redazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Faletti un libro non venduto
      Mio padre lo ha comprato, invogliato dal primo, ma è rimasto più che deluso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Faletti un libro non venduto
        - Scritto da: Anonimo
        Mio padre lo ha comprato, invogliato dal primo,
        ma è rimasto più che deluso.Forse è il destino di Faletti: vivere la sua carriera a sprazzi.Ultimamente gli vengono degli sprazzi di Alzheimer.
  • Anonimo scrive:
    industria produce senza ritorno economi?
    industria che le produce e investe senza un ritorno economico?????????ma oltre a sparare vaccate sull'open source penso che la persona in questione abbia gravi deficit culturali!secondo lui l'industria produce e investe quindi per il "bene" di tutta la comunità e non per un rendiconto economico???ma per favore!...una persona con un briciolo di cultura non penso sprechi soldi o tempo per leggere un libro scritto da faletti!e se voi siete dei lettori di faletti, beh mi dispiace tanto per voi ,ma fareste meglio a selezionare con cura quello che leggete!p)
  • Anonimo scrive:
    Ha ragione Faletti
    Innanzi tutto vi invito a leggere l'intervista se già non l'avete fatto:http://www.lastampa.it/_web/_INTERNET/meglio_del_web/internet/archivio/internet050510.aspLa prima frecciata la lancia quando dice "...Il pensiero dominante è che il nostro non sia un lavoro vero che merita un compenso, solo perchè è creativo e sembra divertente..." e qua iniziate a riflettere: siete tutti capaci di scrivere un libro o una canzone?Poi il fulcro del discorso:"«E? un lavoro che ci permette di guadagnarci da vivere solo grazie al diritto d?autore»." Più chiaro di così si muore.Poi, innegabilmente, ci sono delle imprecisioni e dell'incopetenza da parte di Faletti come del resto della giornalista: "Oggi ci sono i siti Web per pubblicare gratis quello che si vuole", forse anche lei è una di quella che crede al gratis quando non può toccare con mano.Tuttavia bisogna vedere le cose anche dal suo punto di vista (parlo di Faletti) che non è certo un estremista quando capisce e si rende conto che i CD costano troppo e le leggi si possono cambiare (leggete il finale), chiave però la penultima risposta: "Finchè le leggi sono queste, l?illegalità è sbagliata", che io interpreto come "le leggi saranno da perfezionare ma intanto piratare è sbagliato".Non fermatevi solo alla parola open-source (tra l'altro inserita in un contesto specifico) o alla storia dei masterizzatori (che comunque vengono usati in buona parte per fini non legali).Io non capisco cosa si pretende da un artista che impiega del tempo per produrre qualcosa: lo deve regalare? vendere a basso prezzo? mi dispiace dire che la colpa di questo sistema è di noi consumatori che abbocchiamo a decine di offerte da dementi e poi ci sentiamo moralmente autorizzati a scaricare di tutto perchè "tanto al cinema non l'avrei visto" o "ma le canzoni di Britney fanno schifo" (e intanto le scarico!!).Io personalmente gli ultimi due CD li ho comprati a circa 15 euro l'uno in un arco di 2 anni circa, cosa voglio dire? che falliscano tutti finchè l'offerta non è migliore, ma intanto non ho bisogno di scaricare.Pensate al supermercato: le offerte le fanno sui prodotti che non vendono, non su quelli che vengono rubati di più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione Faletti
      Mi sta bene tutto, ma stiamo parlando di un sistema discografico dove poche persone fanno milioni di dollari e le case discografiche controllano tv, radio e mercato di massa, mettendo i bastoni tra le ruote alle alternative facendo finta di far lotta alla pirateria.Faletti vuole vendere i suoi libri e i suoi dischi tramite questi canali? Ok, è una sua scelta, ne ha diritto e nessuno dovrebbe copiare indebitamente le sue opere. Ma se è davvero integro e coerente con quel che dice oltre a prestare la sua faccia per quella str*****a di pubblicità che faccia qualcosa anche per migliorare le regole del gioco e tutelare i diritti dei consumatori.
  • Anonimo scrive:
    il problema sono le radio private!
    su quello non ho dubbi con tutta la musica brutta che danno.....e ci credo io che poi la gente usa il p2p...se ci fosse una radio con bell a musica non ci sarebbe bisogno del p2p
  • Anonimo scrive:
    Minchia signor tenente!
    Faletti diceva:
    Forse possiamo cambiarla ma è l'unica che c'è
    Questa vita di stracci e sorrisi e di mezze parole
    Forse cent'anni o duecento è un attimo che va
    Fosse di un attimo appena
    Sarebbe con me tutti vestiti di vento ad inseguirci nel
    sole
    Tutti aggrappati ad un filo e non sappiamo doveBelle parole, ma...
    Minchia signor tenente che siamo usciti dalla centrale
    Ed in costante contatto radio
    Abbiamo preso la provinciale
    Ed al chilometro 41 presso la casa cantoniera
    Nascosto bene la nostra auto c'asse vedesse che non
    c'era
    E abbiam montato l'autovelox e fatto multe senza
    pietà
    A chi passava sopra i 50 fossero pure i 50 di età
    E preso uno senza patenteE qui si vede gia' la lunga mano del sistema che se la prende senza pieta' coi poveracci.Non controllo e sicurezza, ma repressione.Macchina nascosta e giu' multe.Un po' come adesso, galera per gli MP3.
    Minchia signor tenente faceva un caldo che se
    bruciava
    La provinciale sembrava un forno
    C'era l'asfalto che tremolava e che sbiadivo tutto lo
    sfondo
    Ed è così tutti sudati che abbiam saputo di quel
    fattaccio
    Di quei ragazzi morti ammazzati
    Gettati in aria come uno straccio caduti a terra come
    persone
    Che han fatto a pezzi con l'esplosivo
    Che se non serve per cose buone
    Può diventar così cattivo che dopo quasi non resta
    nienteEcco. La lotta al crimine, quello vero, costa lacrime e sangue.La lotta al crimine falso, ai ragazzini che scaricano canzonette invece, quella arricchisce chi non ne ha bisogno e fa piangere chi fa fatica a campare e prova pure lui a divertirsi come puo' con quel niente che ha.
    Minchia signor tenente e siamo qui con queste divise
    Che tante volte ci vanno strette
    Specie da quando sono derise da un umorismo di
    barzellette
    E siamo stanchi di sopportare quel che succede in
    questo paeseSapessi noi, sapessi...
    Dove ci tocca farci ammazzare per poco più di un
    milione al mesePer difendere chi invece nuota nell'oro e vorrebbe la piscina ancora piu' profonda.Chi guadagna poco piu' di un milione al mese, non solo deve farsi ammazzare per vivere, ma pure in galera per un MP3 di faletti...
    E c'è una cosa qui nella gola, una che proprio non ci
    va giù
    E farla scendere è una parola, se chi ci ammazza
    prende di piùMa va. Pure chi ci vuole mandare in galera a noi, prende di piu'...E' proprio passato un secolo da quel Sanremo...
    Di quel che prende la brava gente
    Minchia signor tenente lo so che parlo col
    comandante
    Ma quanto tempo dovrà passare per star seduto su
    una volante
    La voce in radio ci fa tremare, che di coraggio ne
    abbiamo tanto
    Ma qui diventa sempre più dura quanto ci tocca fare i
    conti
    Con il coraggio della paura, e questo è quel che
    succede adesso
    Che poi se c'è una chiamata urgente se prende su e
    ci si va lo stesso
    E scusi tanto se non è nienteE allora meglio andare a reprimere i ragazzini, che almeno quelli non sparano...
    Minchia signor tenente per cui se pensa che c'ho
    vent'anni
    Credo che proprio non mi dà torto
    Se riesce a mettersi nei miei panni magari non mi
    farà rapporto
    E glielo dico sinceramente
    Minchia signor tenenteE minchia, e non ci possa avere 20 anni pure io?E perche' devo avere la vita rovinata da un processo penale per colpa di un MP3 con tante belle parole che una volta mi piacevano e adesso invece vedo la faccia di quello che le cantava, asservito al sistema, presa di mira da un lanciatore di dischi con la mira scarsa?
    Canzone seconda classificata al 44° Festival della
    Canzone Italiana, Sanremo 1994.Ecco, guardate come possono bastare 10 anni per cambiare un uomo.Minchia signor tenente... ...io per lo sdegno mi.... ribalto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Minchia signor tenente!
      - Scritto da: Anonimo
      Faletti diceva:

      Forse possiamo cambiarla ma è l'unica che c'è

      Questa vita di stracci e sorrisi e di mezze
      parole

      Forse cent'anni o duecento è un attimo che va

      Fosse di un attimo appena

      Sarebbe con me tutti vestiti di vento ad
      inseguirci nel
      sole

      Tutti aggrappati ad un filo e non sappiamo dove

      Belle parole, ma.....ma le ha scritte lui, tu non saresti capace. c'è già un buon motivo perchè tu paghi per ascoltarlo


      Minchia signor tenente che siamo usciti dalla
      centrale

      Ed in costante contatto radio

      Abbiamo preso la provinciale

      Ed al chilometro 41 presso la casa cantoniera

      Nascosto bene la nostra auto c'asse vedesse che
      non
      c'era

      E abbiam montato l'autovelox e fatto multe
      senza

      pietà

      A chi passava sopra i 50 fossero pure i 50 di
      età

      E preso uno senza patente

      E qui si vede gia' la lunga mano del sistema che
      se la prende senza pieta' coi poveracci.
      Non controllo e sicurezza, ma repressione.
      Macchina nascosta e giu' multe.
      Un po' come adesso, galera per gli MP3.
      mica tanto sbagliato il concetto: tu infrangi la legge, loro ti beccano, forse per te è un concetto sbagliato, per me no. Visto anche che fino ad adesso se la sono presa solo con i grossi piratoni a maggio ragione.

      Minchia signor tenente faceva un caldo che se

      bruciava

      La provinciale sembrava un forno

      C'era l'asfalto che tremolava e che sbiadivo
      tutto lo

      sfondo

      Ed è così tutti sudati che abbiam saputo di
      quel

      fattaccio

      Di quei ragazzi morti ammazzati

      Gettati in aria come uno straccio caduti a
      terra come
      persone

      Che han fatto a pezzi con l'esplosivo

      Che se non serve per cose buone

      Può diventar così cattivo che dopo quasi non
      resta

      niente

      Ecco. La lotta al crimine, quello vero, costa
      lacrime e sangue.
      La lotta al crimine falso, ai ragazzini che
      scaricano canzonette invece, quella arricchisce
      chi non ne ha bisogno e fa piangere chi fa fatica
      a campare e prova pure lui a divertirsi come puo'
      con quel niente che ha.
      Io ho la radio ed ascolto centinaia di canzoni quasi "a gratis". Chi ha computer, banda larga, masterizzatore, CD vergini, hard-disk capienti, voglia di tenere acceso il computer giorno e notte e tanta di quella roba che non hanno pure il tempo materiale di sentirla/visionarla mi sembra eccessivo definirlo come uno "con quel niente che ha"

      Minchia signor tenente e siamo qui con queste
      divise

      Che tante volte ci vanno strette

      Specie da quando sono derise da un umorismo di

      barzellette

      E siamo stanchi di sopportare quel che succede
      in

      questo paese

      Sapessi noi, sapessi...
      Eh già, cosa succede in questo paese, non vogliono farci scaricare la musica e vedere il calcio, quasi quasi mi trasferisco...

      Dove ci tocca farci ammazzare per poco più di
      un

      milione al mese

      Per difendere chi invece nuota nell'oro e
      vorrebbe la piscina ancora piu' profonda.
      Chi guadagna poco piu' di un milione al mese, non
      solo deve farsi ammazzare per vivere, ma pure in
      galera per un MP3 di faletti...
      Invidio anche io chi ha la piscina profonda, è per i poveri impiegati ed operai più tutto l'indotto dell'industria artistica che mi preoccupo però.

      E c'è una cosa qui nella gola, una che proprio
      non ci

      va giù

      E farla scendere è una parola, se chi ci
      ammazza

      prende di più

      Ma va. Pure chi ci vuole mandare in galera a noi,
      prende di piu'...
      E' proprio passato un secolo da quel Sanremo...


      Di quel che prende la brava gente

      Minchia signor tenente lo so che parlo col

      comandante

      Ma quanto tempo dovrà passare per star seduto
      su

      una volante

      La voce in radio ci fa tremare, che di coraggio
      ne

      abbiamo tanto

      Ma qui diventa sempre più dura quanto ci tocca
      fare i
      conti

      Con il coraggio della paura, e questo è quel
      che

      succede adesso

      Che poi se c'è una chiamata urgente se prende
      su e
      ci si va lo stesso

      E scusi tanto se non è niente

      E allora meglio andare a reprimere i ragazzini,
      che almeno quelli non sparano...
      Mamma che visione nera della vita.. facessero solo quello.. comunque abitua pure i tuoi figli a violare la legge, giusta o sbagliata che sia, quando gli farà comodo giudicherenno anche "non uccidere" come una sciocca imposizione dello Stato.

      Minchia signor tenente per cui se pensa che
      c'ho

      vent'anni

      Credo che proprio non mi dà torto

      Se riesce a mettersi nei miei panni magari non
      mi

      farà rapporto

      E glielo dico sinceramente

      Minchia signor tenente

      E minchia, e non ci possa avere 20 anni pure io?
      E perche' devo avere la vita rovinata da un
      processo penale per colpa di un MP3 con tante
      belle parole che una volta mi piacevano e adesso
      invece vedo la faccia di quello che le cantava,
      asservito al sistema, presa di mira da un
      lanciatore di dischi con la mira scarsa?
      E perchè devi scaricare musica? esci con la ragazza..

      Canzone seconda classificata al 44° Festival
      della

      Canzone Italiana, Sanremo 1994.

      Ecco, guardate come possono bastare 10 anni per
      cambiare un uomo.

      Minchia signor tenente...
      ...io per lo sdegno mi.... ribalto.cambiare che cosa? ha scritto una canzone e guadagnato grazie ai diritti d'autore anche 10 anni fa.
  • Anonimo scrive:
    manca la sgnacchera
    Credo che questa volta gli esperti di marketing/comunicazione abbiano fatto un flop clamoroso, come sempre quando le istituzioni ci mettono lo zampino.Come pensate che Faletti possa fare breccia nelle (sub)coscienze dei telespettatori??Ci voleva quantomeno una sgnaccherona come quella della TIM (adrianaaaa!) ....Certamente qualche copia in meno si masterizzava (masterizzi??? Si?? Non te la do!!!!)Governo, hai molto da imparare!
  • Anonimo scrive:
    essere IGNORANTI e' una brutta cosa
    "Io invece penso che l'open source sia il sistema migliore per precipitare nella barbarie. Certe cose vengono fatte perchè esiste un'industria che le produce e investe senza un ritorno economico. Senza un editore, Hemingway non sarebbe stato scoperto"Il fuoco e la musica di beetowen esistono grazie all'industria, cosi' come la pillola, la liberta' , i testi di Volter, la ruota, la scuola, la fusione nucleare, etc etcMA SEI SCESO CON LA PIENA DALLA MONTAGNA?Certe cose esistono perche' l'industria le produce senza un ritorno economico : MA DA QUANDO CAZZARO.HAI STUDIATO PER CORRISPONDENZA? Beh eri distratto.MA che VERGOGNA, MA CHE VERGOGNALe cose gratutite che esistono grazie all'industria in italia sono un debito di MILIARDI dello stato Italiano grazie a tutti I LADRI che hanno scucito soldi al governo per le aziende in crisi e li hanno usati per I LORO COMODI; poi ci sono AIDS ed EPATITE, forniti gratuitamente per anni a chi aveva bisogno di sangue quando tutti quelli che maneggiavano il sange dichiaravano che fare dei controlli sul sangue donato ERA UNA SPESA INUTILE.Poi di gratuito c'e' la GUERRA IN CONGO, FATTA DI STUPRI di massa, grazie alle industrie che finanziano i gruppi di terroristi (chiamati ribelli ), pur di mettere mano alle risorse naturali. C'e' la gratuita idea che si possa far mangiare ad una mucca una mucca: cioe' le farine vegetali, che SONO STRASICURE, tranne per i problemi legati alla diffusione delle matattie, ed il danno all'economia per MILIARDI di EURO, per qualche personaggio che voleva SOLDI FACILI, facendo ingrassare le MUCCHE DANDOGLI DA MANGIARE ALTRE MUCCHE in polvere.Poi ci sono intere palazzine fatte usando l'amiando in ogni dove, AMIANTO PERFETTAMENTE SICURO, come per 40 anni l'industria del tabacco ha assicurato che IL FUMO NON NUOCE ALLA SALUTO.Pero' per questo PERSONAGGIO, lo scambio libero di informazioni, e' una minaccia : si nei regimi comunisti, fascisti e quando un'industria causa morti di leucemia a tutto spiano; ma per i cittadini non e' mai un pericolo.CIAO ORONZO, come scrittore sei un attore comico.
  • Spiff scrive:
    Io masterizzo
    Prima o poi vedrete che scriverà di questo crimine ben peggiore dell'omicidio...Faletti è uno che simula expertise e pure male. E' nella sua natura di attore. Ma io, da piemontese di campagna, rilevo di più, rilevo quel qualunquismo tipico delle discussioni ai pranzi di nozze, dove c'è sempre quello che pesca qua e là nel suo mediocre bagaglio culturale per intavolare discorsi sui massimi sistemi.L'ho visto anche a Enigma, ora condotta da Corrado Augias, e ha detto tante di quelle ovvietà, insieme a qualche fesseria, che ti chiedi come abbia potuto veramente scrivere dei gialli. Laddove non "sa", lui parla simulando uno che "sa". E questo è proprio quello che serviva per fare lo spot.spaceman spiff
    • Anonimo scrive:
      Re: Io masterizzo
      - Scritto da: Spiff
      L'ho visto anche a Enigma, ora condotta da
      Corrado Augias, e ha detto tante di quelle
      ovvietà, insieme a qualche fesseria, che ti
      chiedi come abbia potuto veramente scrivere dei
      gialli.Scrivere?!?! I libri di Faletti sono pieni zeppi di errori di grammatica e sintassi. Il fatto che abbia avuto successo non meraviglia, siamo in un paese dove il GF fà 10 milioni di ascoltatori....
      • Anonimo scrive:
        Re: Io masterizzo

        Scrivere?!?! I libri di Faletti sono pieni zeppi
        di errori di grammatica e sintassi. Il fatto che
        abbia avuto successo non meraviglia, siamo in un
        paese dove il GF fà 10 milioni di ascoltatori....No, non confondiamo il fatto che abbia detto una solenne stronzata con il fatto che scriva male.Puo' non piacere e su questo non discuto, ma la struttura dei due libri che ho letto non mi sembra da buttare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Io masterizzo
          - Scritto da: Anonimo


          Scrivere?!?! I libri di Faletti sono pieni zeppi

          di errori di grammatica e sintassi. Il fatto che

          abbia avuto successo non meraviglia, siamo in un

          paese dove il GF fà 10 milioni di
          ascoltatori....

          No, non confondiamo il fatto che abbia detto una
          solenne stronzata con il fatto che scriva male.
          Puo' non piacere e su questo non discuto, ma la
          struttura dei due libri che ho letto non mi
          sembra da buttare.Sempre ammesso che li scriva lui, ovviamente.
  • Numero28 scrive:
    disgustato...
    ...a tal punto che non mi basta postare la mia su PI, ma vorrei parlarci a quattrocchi con questo "faletti" e spiegarli cosa è l'opensource... magari, un ignorante in meno...è preoccupante quanto peso abbia la disinformazione di questa gente.bleah....
    • awerellwv scrive:
      Re: disgustato...
      - Scritto da: Numero28
      ...a tal punto che non mi basta postare la mia su
      PI, ma vorrei parlarci a quattrocchi con questo
      "faletti" e spiegarli cosa è l'opensource...
      magari, un ignorante in meno...ricorda pero' che non c'e' peggior sordo di chi non vuole sentire....

      è preoccupante quanto peso abbia la
      disinformazione di questa gente.
      non e' la disinformazione ma l'ignoranza combinata a braccetto all'indifferenza... quanti amici nostri sparano un bel "non lo so, non mi frega nulla" ???
      bleah....bleah si, ma non e' colpa di Faletti, e' solo un'altra pedina per sviare la mente comune...
      • The_GEZ scrive:
        Re: disgustato...
        Ciao awerellwv !
        quanti amici nostri sparano un bel "non lo so,
        non mi frega nulla" ???Se ti dico 25,9% tu cosa dici ?:(
        • Anonimo scrive:
          Re: disgustato...
          - Scritto da: The_GEZ
          Ciao awerellwv !


          quanti amici nostri sparano un bel "non lo so,

          non mi frega nulla" ???

          Se ti dico 25,9% tu cosa dici ?
          :(Che il 74,1% sono menefr... ehm! :$ moderati :(
          • Anonimo scrive:
            Re: disgustato...
            no... meglio: "senza spina dorsale, tiepidi"Anche Gesù cristo, se non erro disse di non volerne sapere dei "tiepidi/astensionisti".
      • Numero28 scrive:
        Re: disgustato...
        - Scritto da: awerellwv
        bleah si, ma non e' colpa di Faletti, e' solo
        un'altra pedina per sviare la mente comune...beh, se senti gli spot che ogni tanto passano in radio (di faletti) ti rendi conto che ne dice altre ;)
  • Anonimo scrive:
    mamma mia...
    "Io invece penso che l'open source sia il sistema migliore per precipitare nella barbarie. Certe cose vengono fatte perchè esiste un'industria che le produce e investe senza un ritorno economico. Senza un editore, Hemingway non sarebbe stato scoperto".ebbravo faletti, sei un commerciale del capslock, criticare l'OS con una frase del genere significa non aver capito cosa e come è l'opensource quindi potevi startene anche zitto.AH ! l'antica arte di credere d'avere l'onniscienza.Nella barbarie ci finiamo se sta gente continua a fare profezie su cose che non gli competono.IMHO
    • Anonimo scrive:
      Re: mamma mia...
      ...ancora peggio e che c'è chi legifera su materie nelle quali sono totalmente incompetenti, e cosi' saltano fuori opinionisti "di dubbia provenienza" prezzolati a parlare appunto di cio' che non conosco per pilotare le masse che non conosco a seguire le idee di politici che legiferano su quello che non conoscono!!!ehehehee....questa è la vera barbaria!(geek)
  • size scrive:
    La pirateria uccide l'Open Source!
    Ho da tempo un acceso dibatttito con i miei colleghi a proposito di pirateria e di Open Source.Le mie ragioni sono queste:la pirateria crea un danno relativo ai produttori di software commerciale, ma un danno enorme alla comunità Open Source e affini; e il motivo di ciò è sotto gli occhi di tutti: se copiare software commerciali fosse seriamente perseguito nessuno (a livello personale e anche in molte aziende) pagherebbe le cifre richieste dai produttori e si rivolgerebbe a prodotti di tipo Open Source oppure si "gratterebbe il prurito" producendo personalmente ciò che gli serve. Risultato è che quanto risparmiato potrebbe essere invstito in formazione su questi programmi a vantaggio di chi la formazione la riceve e di chi la fornisce (ergo distribuzione di ricchezza a livello locale).Le grosse aziende tipo Microsoft, Adobe e Macromedia sanno benissimo tutto ciò e quindi cosa fanno? Chiudono un occhi sulla pirateria di modo che i loro prodotti si diffondano a macchia d'olio e si impongano come standard De Facto; poi, quando sanno di aver aggiunto l'apice di diffusione, cambiano politica e richiedono il pagamento di quanto spetta loro (vedi la politica di MS con WinXP).Se tutti avessero dovuto pagare le copie di Windows, Office e Photoshop che utilizzando sicuramente il loro market share sarebbe stato molto ridimensionato da GNU/Linux, Open Office, Gimp e compagnia bella.L'unica cosa che voglio aggiungere è che, va bene fare una campagnia contro la pirateria, ma che mi debba sorbire dei messaggi intimidatori al cinema prima di un film che ho pagato profumatamente è sinceramente troppo...
    • Anonimo scrive:
      Re: La pirateria uccide l'Open Source!
      - Scritto da: size
      Ho da tempo un acceso dibatttito con i miei
      colleghi a proposito di pirateria e di Open
      Source.
      Le mie ragioni sono queste:
      la pirateria crea un danno relativo ai produttori
      di software commerciale, ma un danno enorme alla
      comunità Open Source e affini; e il motivo di ciò
      è sotto gli occhi di tutti: se copiare software
      commerciali fosse seriamente perseguito nessuno
      (a livello personale e anche in molte aziende)
      pagherebbe le cifre richieste dai produttori e si
      rivolgerebbe a prodotti di tipo Open Source
      oppure si "gratterebbe il prurito" producendo
      personalmente ciò che gli serve. Risultato è che
      quanto risparmiato potrebbe essere invstito in
      formazione su questi programmi a vantaggio di chi
      la formazione la riceve e di chi la fornisce
      (ergo distribuzione di ricchezza a livello
      locale).
      Le grosse aziende tipo Microsoft, Adobe e
      Macromedia sanno benissimo tutto ciò e quindi
      cosa fanno? Chiudono un occhi sulla pirateria di
      modo che i loro prodotti si diffondano a macchia
      d'olio e si impongano come standard De Facto;
      poi, quando sanno di aver aggiunto l'apice di
      diffusione, cambiano politica e richiedono il
      pagamento di quanto spetta loro (vedi la politica
      di MS con WinXP).
      Se tutti avessero dovuto pagare le copie di
      Windows, Office e Photoshop che utilizzando
      sicuramente il loro market share sarebbe stato
      molto ridimensionato da GNU/Linux, Open Office,
      Gimp e compagnia bella.
      E' una cosa che sanno tutti. D'altro canto non si può nemmeno instaurare uno stato di polizia per controllare tutti i pc del paese.
      • Anonimo scrive:
        Re: La pirateria uccide l'Open Source!

        E' una cosa che sanno tutti. D'altro canto non si
        può nemmeno instaurare uno stato di polizia per
        controllare tutti i pc del paese.Se lo sanno tutti allora tutti predicano bene e razzolano male.Sullo stato di polizia hai pienamente ragione.Ma quando sento grandi disquisizioni filosofiche sulla possibilità di copia personale ecc... mi vengono in mente in mente altri escamotage come la marijuana per scopo terapeutico: cioè si persegue una causa (giusta e politicamente corretta) ma il vero obiettivo è un altro.La maggior parte della gente che posta con toni aggressivi a riguardo del copyright ha come unico interesse quello di poter non pagare il software che utilizza e questo, per me, è allo stesso livello del furto, con l'aggravante poi che ci sono intere comunità che sono ben contente se scarichi e utilizzi il loro software e non richiedono alcun compenso.Parlano con un mio amico che invesce continuamente contro MS e altri sostenitori di un sistema legato al copyright gli ho chiesto perchè, invece che usare Photoshop copiato non usava The Gimp e la sua risposta è stata che il primo era più potente del secondo; insomma la solita storia della botte piena e la moglie ubriaca.Faletti sicuramente ha sbagliato a pontificare su di un argomento di cui non ha abbastanza conoscenza, ma sicuramente sa che grazie alle leggi attualmente vigenti la sua bravura di scritttore l'ha reso ricco e potrebbe essere andata diversamente se non fosse stato tutelato.
        • Anonimo scrive:
          Re: La pirateria uccide l'Open Source!
          - Scritto da: Anonimo
          Se lo sanno tutti allora tutti predicano bene e
          razzolano male.Appunto.
          Ma quando sento grandi disquisizioni filosofiche
          sulla possibilità di copia personale ecc... mi
          vengono in mente in mente altri escamotage come
          la marijuana per scopo terapeutico: cioè si
          persegue una causa (giusta e politicamente
          corretta) ma il vero obiettivo è un altro.Si c'è molta ipocrisia.
          Parlano con un mio amico che invesce
          continuamente contro MS e altri sostenitori di un
          sistema legato al copyright gli ho chiesto
          perchè, invece che usare Photoshop copiato non
          usava The Gimp e la sua risposta è stata che il
          primo era più potente del secondo; insomma la
          solita storia della botte piena e la moglie
          ubriaca.Se leggesse il manuale di Gimp probabilmente potrebbe evitare di usare photoshop. Gimp comunque non credo sia meno potente, per certe cose è meglio photoshop per altre è meglio Gimp. Forse alla fine una cosa come palladium farà il bene del software opensource.
    • Anonimo scrive:
      Re: La pirateria uccide l'Open Source!
      Davvero la pirateria uccide l'opens source ?ma questo è fantastico :Dora scusami ma vado ad ammazzare una debiancon windows Xp corporate pirate edition (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: La pirateria uccide l'Open Source!


      la pirateria crea un danno relativo ai produttori

      di software commerciale, ma un danno enorme alla

      comunità Open Source e affini; e il motivo di ciò

      è sotto gli occhi di tutti: se copiare software

      commerciali fosse seriamente perseguito nessuno

      (a livello personale e anche in molte aziende)

      pagherebbe le cifre richieste dai produttori e si

      rivolgerebbe a prodotti di tipo Open SourceIo ad esempio ho ridotto drasticamente l'acquisto di videogiochi "major" da quanto ci sono valide alternative freeware (e non parlo di abandonware o varie, parlo di vero freeware). Ove l'autore lo desideri sono ben felice di fare una donazione di qualche dollaro se il gioco mi è piaciuto.
      Parlavo con un mio amico che invesce
      continuamente contro MS e altri sostenitori di un
      sistema legato al copyright gli ho chiesto
      perchè, invece che usare Photoshop copiato non
      usava The Gimp e la sua risposta è stata che il
      primo era più potente del secondo; insomma la
      solita storia della botte piena e la moglie
      ubriaca.Non tutti sono come il tuo amico per fortuna. Io, se utilizzo un software commerciale, lo acquisto. Stai pur sicuro che a casa non uso Microsoft Office.Comunque il copyright è una cosa, rompere le balle alla gente con DRM, campagne di terrore e balle varie (dando per scontato che siano tutti pirati) è un'altra.Io per quanto riguarda la musica grazie al cielo amo la quella indipendente, dove un CD lo paghi al massimo 15 euro incluse le spese postali. Spesso meno. E niente protezioni stronze che mi impediscano di ascoltare il CD in autoradio o di farmi gli MP3 per ascoltarli sul mio Palm.
  • Sparrow scrive:
    a proposito di comici prezzolati
    ... lui è solo un attore ... è pagato per dire certe cose in tv e lo fa.Il problema nasce quando qualcuno (come il giornalista del Cor-sera) scambia un semplice attore (comico per giunta) per un ESPERTO della materia.E' come se per saperne di più sul potere detergente del Dixsan facessimo un'intervista NON ad un chimico ma a Susy Blady (testimonial del Dixsan in tv).Per sapere tutti i segreti dello yogurt chiediamolo alla Marcuzzi, non ad un nutrizionista !!!E' veramente grave che, a forza di reality show e tv verità (= falsità), non solo la massaia, ma persino gente acculturata come i giornalisti professionisti arrivino a confondere la fiction con la realtà.Quanto a Faletti, secondo me lui ha ucciso l'informazione, facendosi portavoce di disinformazione pura e semplice.
    • Anonimo scrive:
      Re: a proposito di comici prezzolati

      Per sapere tutti i segreti dello yogurt
      chiediamolo alla Marcuzzi, non ad un
      nutrizionista !!!Veramente mi pare che nello spot la Sig.na Marcuzzi testimoni una certa sofferenza di carattere intestinale, come se un tratto del suo tubo digerente si rifiutasse di funzionare nel modo preposto. Ora: non vi viene il sospetto che detta inadempienza si manifesti per un utilizzo improprio del medesimo? In tale senso la Sig.na Marcuzzi ci pare un soggetto esperto della materia quanto e più di altri.Air Frigid
      • Anonimo scrive:
        Re: a proposito di comici prezzolati
        I giornalisti obbediscono agli ordini.....
        • Garson Poole scrive:
          Re: a proposito di comici prezzolati
          Esatto. I giornalisti, gli esperti, gli opinionisti...tutta gente che ha la sua ragion d'essere nel difendere il potere, i suoi uomini e le sue leggi. Gente che deve dimostrare che le cose sono giuste cosù come sono. E perchè ? Perchè loro sono gli esperti e noi ignoriamo. Si tratta di cose complessem non adatte al grande pubblico, ignaro dei segreti e dei risvolti.Fumo ideologico. Fabbrica del consenso.Una grandiosa unica presa per il culo!- Scritto da: Anonimo
          I giornalisti obbediscono agli ordini.....
      • Anonimo scrive:
        Re: a proposito di comici prezzolati
        Come maschietto sei decisamente non erudito in materia. Quell'uso improprio ( ma ti piacciono le donne... ) a cui tu accenni che proprio improprio non è, perlomeno dal punto vista ludico,...ANZI...migliora e risolve DEFINITIVAMENTE eventuali problematiche a cui tu accennavi...provare per credere..OOPPSSS...scusa,dimenticavo...sei un maschietto !.S.- Scritto da: Anonimo

        Per sapere tutti i segreti dello yogurt

        chiediamolo alla Marcuzzi, non ad un

        nutrizionista !!!

        Veramente mi pare che nello spot la Sig.na
        Marcuzzi testimoni una certa sofferenza di
        carattere intestinale, come se un tratto del suo
        tubo digerente si rifiutasse di funzionare nel
        modo preposto. Ora: non vi viene il sospetto che
        detta inadempienza si manifesti per un utilizzo
        improprio del medesimo? In tale senso la Sig.na
        Marcuzzi ci pare un soggetto esperto della
        materia quanto e più di altri.

        Air Frigid
        • Anonimo scrive:
          Re: a proposito di comici prezzolati
          - Scritto da: Anonimo
          Come maschietto sei decisamente non erudito in
          materia. Quell'uso improprio ( ma ti piacciono le
          donne... ) a cui tu accenni che proprio improprio
          non è, perlomeno dal punto vista
          ludico,...ANZI...migliora e risolve
          DEFINITIVAMENTE eventuali problematiche a cui tu
          accennavi...provare per
          credere..OOPPSSS...scusa,dimenticavo...sei un
          maschietto !.

          S.


          - Scritto da: Anonimo


          Per sapere tutti i segreti dello yogurt


          chiediamolo alla Marcuzzi, non ad un


          nutrizionista !!!



          Veramente mi pare che nello spot la Sig.na

          Marcuzzi testimoni una certa sofferenza di

          carattere intestinale, come se un tratto del suo

          tubo digerente si rifiutasse di funzionare nel

          modo preposto. Ora: non vi viene il sospetto che

          detta inadempienza si manifesti per un utilizzo

          improprio del medesimo? In tale senso la Sig.na

          Marcuzzi ci pare un soggetto esperto della

          materia quanto e più di altri.



          Air FrigidAh, ah, anche le mie ex confermerebbero il giovamento!Una mia amica sostiene che al riguardo tutti gli uomini ne sono maniaci, ma non mi è sembrata molto dispiaciuta :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: a proposito di comici prezzolati
            - Scritto da: Anonimo
            Ah, ah, anche le mie ex confermerebbero il
            giovamento!Pisellino.
    • Anonimo scrive:
      Re: a proposito di comici prezzolati

      persino gente acculturata come i giornalisti
      professionisti arrivino a confondere la fiction
      con la realtà.Ricorda... il 50% -o forse più- dello stipendio del giornalista professionista del Corriere viene pagato dagli inserzionisti pubblicitari.
    • Anonimo scrive:
      Re: a proposito di comici prezzolati
      - Scritto da: Sparrow
      ... lui è solo un attore ... è pagato per dire
      certe cose in tv e lo fa.
      Il problema nasce quando qualcuno (come il
      giornalista del Cor-sera) scambia un semplice
      attore (comico per giunta) per un ESPERTO della
      materia.di che ti lamenti... quando c'è stato l'undicisettembre e il problema arabo, al Corriere intervistavano afef....Afef... cazzo!!!il Coorrierino dovrebbero chiamarlo...
      • Faus74 scrive:
        Re: a proposito di comici prezzolati
        - Scritto da: Anonimo
        di che ti lamenti... quando c'è stato
        l'undicisettembre e il problema arabo, al
        Corriere intervistavano afef....

        Afef... cazzo!!!

        il Coorrierino dovrebbero chiamarlo... (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) Questa è da Oscar (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Droga
    "Un po' come se la lotta alla droga si concentrasse sui produttori di siringhe. "Infatti per combattere la droga, si sta pensando di mettere una tassa del dieci per cento sulle siringhe... ;)
  • rootINO scrive:
    Faletti ha una sola colpa
    Secondo me' l' unica colpa di Faletti e' di aver preso per buono quello che gli hanno spiegato.Quando eravate piccoli vi hanno fatto andare a catechismo??? A me si, e poi mi sono fatto piu' avanti una mia opinione.Quando andavo a catechismo ci trovavo praticamente tutti i miei compagni di scuola, quindi per me' era logico cosi'.Credo che in questo caso sia la stessa cosa, questo signore e' abituato ad avere a che fare con persone che in malafede proteggono i loro interessi e sicuramente non e' mai venuto in contatto con altre realta' di pensiero.Forse e' in malafede e forse no, io preferisco pensare di no' perche' gli ho sentito dire delle cose piuttosto sensata (quando e' stato premiato a Torino).Semplicemente le persone che ruotano intorno al suo mondo gli hanno "spiegato" come funziona.E lui ci ha creduto.Questo secondo me' e' stato un errore
    • Anonimo scrive:
      Re: Faletti ha una sola colpa
      Sono d'accordo.Qui si spara sulla croce rossa. E secondo me anche l'autore poteva essere forse un filino più gentile invece di rubare leccalecca ad un neonato.
  • markovaldo scrive:
    Rimuovete Linux dai vostri PC...
    ...o torneremo all'età della pietra (linux)
  • Anonimo scrive:
    beata ignoranza
    Qualcuno scrisse che esistono due cose infinite lo spazio e la stupidita' umana, e la certezza era solo sulla prima. Io ci aggiungerei anche l'ignoranza, Faletti ne e' un esempio. Mi piacerebbe sapere poi quanto ha incassato, visto che nell'ntervista dice di non aver preso tutti i 131mila euro ... ma quanti ne ha presi? L'ha fatto gratuitamente? Se e' vero che quello che pensa e' vero .. allora non dovrebbe prendere una lira, o forse per il suo stesso concetto di idea giusta .. qualsiasi sua espressione verbale va pagata? Vade Retro faletti! Io non comprero' mai un tuo libro, non perche' hai determinate idee, ma perche' mi sono azzardato a sfogliare in libreria un paio di tuoi libri ... e' mia personalissima opinione che sono penosi e non valgono 1 centesimo! Ripassati l'Italiano .. anzi comprati un paio di librini sulla grammatica italiana!La trama non la conosco .. ma di certo uno che scrive male come te ( e ripeto e' mia personalissima opinione) ... andrebbe rimandato alla scuole elementari.Se devo dare i soldi a qualcuno preferisco darli ai volontari della conoscenza umana ( vedasi liberliber).Se magari il faletti leggesse qualcuno di quelli pubblicati on line magari migliorerebbe!aaa dimenticavo .. li puo leggere gratuitamente .. senza pagare una lira di diritti.PERCHE' L'IGNORANZA SI PAGA, LA CONOSCENZA SAREBBE MEGLIO DI NO!ma il faletti questo .. forse .. non lo sa ... sta bene nel suo brodino d'ignoranza!
    • AndreaMilano scrive:
      Re: beata ignoranza
      Albert Einstein se la mia mente non vacilla sull'orlo dell'oblio di formule e formulette matematiche... maledetto esame...[UPGRADE] http://it.wikiquote.org/wiki/Albert_Einstein- Scritto da: Anonimo
      Qualcuno scrisse che esistono due cose infinite
      lo spazio e la stupidita' umana, e la certezza
      era solo sulla prima. Io ci aggiungerei anche
      l'ignoranza,==================================Modificato dall'autore il 20/06/2005 11.13.58
    • Anonimo scrive:
      Re: beata ignoranza

      Vade Retro faletti! Io non comprero' mai un tuo
      libro, non perche' hai determinate idee, ma
      perche' mi sono azzardato a sfogliare in libreria
      un paio di tuoi libri ... e' mia personalissima
      opinione che sono penosi e non valgono 1
      centesimo!

      Visto che bello? Hai sfogliato, hai confrontato ed hai scelto! incredibile, non hai violato nessuna legge!!A me il primo dei suoi libri lo hanno regalato e mi è piaciuto molto, penso di acquistare anche il secondo, incredibile, non violerò neppure io nessuna legge!!!A cosa serve scaricare libri musica o film? a niente, ha ragione Faletti
  • Anonimo scrive:
    mah
    Lo preferivo come Vito Cattozzo!(anonimo)
  • Anonimo scrive:
    Confusione tra contenuto libero e pirata
    La confusione tra contenuto libero e pirata è voluta.Se si cerca un po' in rete è facile trovare musica, libri e giochi LIBERAMENTE scaricabili per volontà degli autori. I signori difensori dei diritti d'autore hanno tutto l'interesse a generare confusione nel normale cittadino. Se troppe persone scoprono l'alternativa gratuita, allora son dolori.Caro Faletti: "Q", uno dei più grandi successi editoriali italiani degli ultimi anni, è scaricabile gratuitamente dal sito degli autori. Eppure ha venduto benissimo. Io l'ho letto sul mio Palm e poi, visto che mi era tanto piaciuto, l'ho anche acquistato per rileggermelo su carta e godermi la veste editoriale.I tuoi libri non li leggo neanche se me li regali.
    • yusaku scrive:
      Re: Confusione tra contenuto libero e pi

      Caro Faletti: "Q", uno dei più grandi successi
      editoriali italiani degli ultimi anni, è
      scaricabile gratuitamente dal sito degli autori.mi dai l'indirizzo del sito? Ho fatto una ricerca ma l'unico libro "Q" trovato è quello di Luther Blissetaggiungo: in effetti ho trovato il sito di Luther Blisset "http://www.wumingfoundation.com" ma non ho trovato il libro... e poi non sono neanche sicuro che parlavi di qusti... :)==================================Modificato dall'autore il 20/06/2005 10.38.12
      • Anonimo scrive:
        Re: Confusione tra contenuto libero e pi
        Si, intendo proprio Q di Luther Blissett (ora Wu Ming).I loro libri sono scaricabili gratuitamente da qui:http://www.wumingfoundation.com/italiano/downloads.shtml- Scritto da: yusaku

        Caro Faletti: "Q", uno dei più grandi successi

        editoriali italiani degli ultimi anni, è

        scaricabile gratuitamente dal sito degli autori.

        mi dai l'indirizzo del sito? Ho fatto una ricerca
        ma l'unico libro "Q" trovato è quello di Luther
        Blisset

        aggiungo: in effetti ho trovato il sito di Luther
        Blisset "http://www.wumingfoundation.com" ma non
        ho trovato il libro... e poi non sono neanche
        sicuro che parlavi di qusti... :)

        ==================================
        Modificato dall'autore il 20/06/2005 10.38.12
        • Anonimo scrive:
          Re: Confusione tra contenuto libero e pi
          o meno male che esiste gente che non legge libri di faletti!sono con voi ho letto Q lo ho comperato e tanti altri libri ma mai leggerei un libro scritto da un fesso del genere, ma neanche prima di sentire dirgli fesserie del genere.(cylon)
  • Anonimo scrive:
    Minchia, signor Faletti...
    Avete presente quei CD che gli scagliano contro? Glieli ho lanciati io. Purtroppo non l'ho beccato!!! :-)))Cosa ci vuole chissàper far successo con la gentesi prende un filo logico.....importantela casa discografica adiacenteveste il cantante come un deficientelo lancia sul mercato ....sottostante....iatta ta ta...iatta ta ta.........iatta ta ta...ta ta ta ta.........
    • Anonimo scrive:
      Re: Minchia, signor Faletti...
      - Scritto da: Anonimo
      Avete presente quei CD che gli scagliano contro?
      Glieli ho lanciati io. Purtroppo non l'ho
      beccato!!! :-)))prova a sparargli contro un paio di masterizzatori o due tre dischi rigidi di qualche anno fa, magari lo prendi :)

      Cosa ci vuole chissà
      per far successo con la gente
      si prende un filo logico.....importante
      la casa discografica adiacente
      veste il cantante come un deficiente
      lo lancia sul mercato ....sottostante....

      iatta ta ta...iatta ta ta.........
      iatta ta ta...ta ta ta ta.........
  • Anonimo scrive:
    vi sbagliate...
    ... per me Faletti e' la persona + indicata a fare uno spot pro-copyright/SIAE/RIAA...Faletti e' un comico (*). Quale personaggio + adatto per uno spot e un sistema demenziale come quello dei copyright italiani?(*) ok e' anche uno scrittore... ma a noi ci piace di + catozzo di io uccido :P
    • The_GEZ scrive:
      Re: vi sbagliate...
      Ciao Anonimo !
      ... per me Faletti e' la persona + indicata a
      fare uno spot pro-copyright/SIAE/RIAA...Questo è vero.E non solo per scherzo, è veramente il personaggio ideral per mandare questo messaggio al target che si sono perfissati.Ovvero quale migliore testimonial di uno molto popolar e molto simpatico e ultimamente di è anche "elevato" al rango si scrittore, di successo per giunta, per dire alla gente quanto siamo cattivoni a ascricare gli MP3 ?Il messaggio che manda mentre seduto davanti al computer schiva i CD (e questo una cosa ce la insegna ... quelli che scaricano HANNO UNA MIRA DI MERDA !), non è certo indirizzato a gente come noi che scriviamo sul forum di PI ... ma a tutti i benpensanto o sempolicemente ignoranti in materia che domani potrebbero, inconsapevolmente (?!), potrebbero diventare loro sostenitori.
      Faletti e' un comico (*). Quale personaggio +
      adatto per uno spot e un sistema demenziale come
      quello dei copyright italiani?:'(
      • Anonimo scrive:
        Re: vi sbagliate...
        mi ricordo questo faletti qualche anno fa che raccontava, scandalizzato, come un tipo per strada avesse avuto l'indelicatezza di chiedergli , a lui grande artista, di rifargli vito catozzo. " A che titolo?" gli rispose il grande artista...ha scritto un romanzo giallo.."minchia signor mazza"
  • Anonimo scrive:
    E bravo faletti
    Ammette per ben due volte nell' intervista che non sa una fava dell' argomento, risponde a vanvera alle domande dell' intervistatore e poi magari pretende di rappresentare una specie di autorità morale di che cosa?Forse dell' ignoranza applicata alla comunicazione multimediale?
    • Anonimo scrive:
      Re: E bravo faletti
      - Scritto da: Matthew Reed
      Ammette per ben due volte nell' intervista che
      non sa una fava dell' argomento, risponde a
      vanvera alle domande dell' intervistatore e poi
      magari pretende di rappresentare una specie di
      autorità morale di che cosa?E cosa ti aspettavi da uno che ha fatto fortuna facendo il bimbetto spastico a Drive-In e ora si è riciclato come "scrittore di successo"? Era meglio "il paninaro".
      • Anonimo scrive:
        Re: E bravo faletti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Matthew Reed

        Ammette per ben due volte nell' intervista che

        non sa una fava dell' argomento, risponde a

        vanvera alle domande dell' intervistatore e poi

        magari pretende di rappresentare una specie di

        autorità morale di che cosa?

        E cosa ti aspettavi da uno che ha fatto fortuna
        facendo il bimbetto spastico a Drive-In e ora si
        è riciclato come "scrittore di successo"? Era
        meglio "il paninaro".'il paninaro' era di Enzo Braschi. Di Faletti erano il testimone di bagnacavallo, vito catozzo, suor dalisa, quello del giumbotto che non ricordo più come si chiama... poi chi c'era...
    • Anonimo scrive:
      Re: E bravo faletti
      sisi bravo.....bravo a dire ca...te!di certo è però popolare....è un comico popolare, uno scrittore popolare, un cantante (?) popolare....che non vuol dire bravo.anche Costantino e i grandi fratelli sono popolari, ma la bravura è un'altra cosa.
    • TurboWilly scrive:
      Re: E bravo faletti
      Sai com'è, l'ignoranza è il bene dell'uomo:|E anche di Faletti: ma quanti soldi gli han dato per dire ste cavolate? Certi industriali non hanno proprio ritegno:)
      • Anonimo scrive:
        Re: E bravo faletti
        Scusate, ma per sensibilizzare sul problema della pirateria era proprio necessario fare uno spot pagato dalla presidenza del consiglio? (... o meglio pagato dai contribuenti).Chi scarica da internet, non credo abbia avuto paura o rimorso dopo aver visto lo spot di Faletti.... anzi secondo me si è messo a ridere. :D
        • Anonimo scrive:
          Re: E bravo faletti
          131.000 euro di spot.. e faletti dice che non ha preso nulla di quei soldi(ne avra presi da altri?)quindi 131000euro per l'animazione di due cd che volano?
        • Anonimo scrive:
          Re: E bravo faletti
          - Scritto da: Anonimo
          Scusate, ma per sensibilizzare sul problema della
          pirateria era proprio necessario fare uno spot
          pagato dalla presidenza del consiglio? (... o
          meglio pagato dai contribuenti).
          Chi scarica da internet, non credo abbia avuto
          paura o rimorso dopo aver visto lo spot di
          Faletti.... anzi secondo me si è messo a ridere.
          :DSemmai gli e' anche passata la voglia di pagare le tasse visto che si sono spesi soldi del contribuente (cioe' anche i suoi) per fare un favore a chi le tasse non le ha mai pagate.
        • Anonimo scrive:
          Re: E bravo faletti
          SCARICA ANCORA DI PIU...- Scritto da: Anonimo
          Scusate, ma per sensibilizzare sul problema della
          pirateria era proprio necessario fare uno spot
          pagato dalla presidenza del consiglio? (... o
          meglio pagato dai contribuenti).
          Chi scarica da internet, non credo abbia avuto
          paura o rimorso dopo aver visto lo spot di
          Faletti.... anzi secondo me si è messo a ridere.
          :D
          • Anonimo scrive:
            Re: E bravo faletti
            quando vado al cinema con gli amici (eh si, incredibile, nonostante i DivX andiamo al cinema, propio vero che il p2p uccide il cinema) scatta SEMPRE la risata fragorosa allo spot "anti-pirateria" :D
          • Anonimo scrive:
            Re: E bravo faletti
            - Scritto da: Anonimo
            quando vado al cinema con gli amici (eh si,
            incredibile, nonostante i DivX andiamo al cinema,
            propio vero che il p2p uccide il cinema) scatta
            SEMPRE la risata fragorosa allo spot
            "anti-pirateria" :DCon i diti medi sù!!!!! :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: E bravo faletti
      lui è come i suoi mandanti, sono tutti paninari.
  • bdm scrive:
    parole parole ...
    ho sentito venti soffiare e creare frasi più sensate.non ho parole
  • Anonimo scrive:
    Una domanda
    Scusate ma che gli può fregare a Faletti (che avrà preso qualche centinaio di migliaia di euro per fare da testimonial alla campagna) di schierarsi a favore dell'open source e della redifinizione delle norme sul copyright? Sarebbe come chiedere ad un attore di parlare da schifo del suo prossimo film in cartello nelle sale.Chi lo scritturerebbe più?.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda
      Non penso l'abbiano pagato così tanto, penso però che perda un pò di lettori e un pò di autorevolezza (se rilasci un'intervista, santo cielo, prima almeno informati o rischi la figura dimmerda).Basta non comprare i suoi libri per dimostrare di non essere d'accordo con lui... poi al massimo, se vuoi leggerlo, il libro te la fai prestare!Comunque se avesse letto "Cultura Libera" di Lawrence Lessig quantomeno non si sarebbe sbilanciato così tanto.
      • TomSawyer scrive:
        Re: Una domanda
        - Scritto da: Anonimo
        Non penso l'abbiano pagato così tanto, penso però
        che perda un pò di lettori e un pò di
        autorevolezza (se rilasci un'intervista, santo
        cielo, prima almeno informati o rischi la figura
        dimmerda).

        Basta non comprare i suoi libri per dimostrare di
        non essere d'accordo con lui... poi al massimo,
        se vuoi leggerlo, il libro te la fai prestare!

        Comunque se avesse letto "Cultura Libera" di
        Lawrence Lessig quantomeno non si sarebbe
        sbilanciato così tanto.forse non capisci il punto: con i giornalisti dimmerda che ci ritroviamo, lui ha fatto un'ottima figura e cia saranno ancora più babbaloni che gli comprano i libri...d'altronde l'intelligenza non è data a tutti.
      • The_GEZ scrive:
        Re: Una domanda
        Ciao !
        Comunque se avesse letto "Cultura Libera" di
        Lawrence Lessig quantomeno non si sarebbe
        sbilanciato così tanto.Ma non avrebbe capito una mazza ...vorrei fare notare un passaggio piuttosto agghiacciante (uno dei tanti) «No, ma ammetto che il controllo con Internet è scappato di mano e alla fonte qualcuno deve fare ?mea culpa?» Ovvero il "probema" di internet è che non si è riusciti ad imbrigliarlo alla fonte !!!C'è un thread simile sempre oggi su PI nella discussione sulle ADSL a "basso" costo di Telecom dove c'è uno che si preoccupa che l' eccessiva diffusione di internet possa rappresentare una "boba sociale"http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1036583&tid=1036583&p=1&r=PI
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda
          In fondo non si è così lontani dalla realtà, da che mondo è mondo, e da che uomo è uomo, chi comanda cerca di lasciare nell'ignoranza più totale il popolo, per meglio guidarlo verso i suoi personali scopi. Il paragone più calzante è quello del cavallo da carrozza con i suoi bei paraocchi... anche noi abbiamo i nostri bravi cocchieri. Ma Internet, e la facilità di interscambio di informazioni che essa porta, sta rompendo parecchie uova nel paniere a questi cocchieri del cacchio (e scusate il gioco di parole). =)Cxar- Scritto da: The_GEZ
          Ciao !


          Comunque se avesse letto "Cultura Libera" di

          Lawrence Lessig quantomeno non si sarebbe

          sbilanciato così tanto.

          Ma non avrebbe capito una mazza ...
          vorrei fare notare un passaggio piuttosto
          agghiacciante (uno dei tanti)
          «No, ma ammetto che il controllo con Internet
          è scappato di mano e alla fonte qualcuno deve
          fare ?mea culpa?»
          Ovvero il "probema" di internet è che non si è
          riusciti ad imbrigliarlo alla fonte !!!
          C'è un thread simile sempre oggi su PI nella
          discussione sulle ADSL a "basso" costo di Telecom
          dove c'è uno che si preoccupa che l' eccessiva
          diffusione di internet possa rappresentare una
          "boba sociale"
          http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1036
    • pikappa scrive:
      Re: Una domanda
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate ma che gli può fregare a Faletti (che
      avrà preso qualche centinaio di migliaia di euro
      per fare da testimonial alla campagna) di
      schierarsi a favore dell'open source e della
      redifinizione delle norme sul copyright? Sarebbe
      come chiedere ad un attore di parlare da schifo
      del suo prossimo film in cartello nelle sale.Chi
      lo scritturerebbe più?
      .Beh perlomeno dica che non conosce, oppure che non gliene importa nulla, non si metta a sparare cazzate
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda
      "Questo film e' orribile!"La pipa di Magritte al cinema! Lo facevano, ma sapendo quel che facevano, Cipri' e Maresco. :-)
  • Ottav(i)o Nano scrive:
    Faletti, stanne fuori...
    ...dalle cose che non capisci...E' un consiglio da amico, che i CD in fronte fanno male... @^
  • eymerich scrive:
    Aiutatemi!
    Aiutatemi a trovare "Noir" edizioni Solaria, ISBN 88-347-0717-6, regalarne una copia a Faletti potrebbe essere un investimento ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Aiutatemi!
      chi scrive i libri non li legge.. famosa legge del contrappasso.. è troppo importante colto e dotto in materie informatiche faletti (ricordiamoci vito catozzo e minchia signor tenente) per mettersi a leggere un libro..
    • carbonio scrive:
      Re: Aiutatemi!
      - Scritto da: eymerich
      Aiutatemi a trovare "Noir" edizioni Solaria, ISBN
      88-347-0717-6, regalarne una copia a Faletti
      potrebbe essere un investimento ...Io l'avrei, al limite potrei privarmene visto il caso umano disperato, ma sono molto restio. Visto come parla:Che se ne farebbe?Siamo sicuri che sappia leggere?Se ne fosse capace, non sono sicuro che riesca a capire quello che legge.
  • Anonimo scrive:
    faletti e la barbarie
    Lui ha fatto il successo grazie al marketing, giusto ? E quindi la siae gli da un percentuale, giusto?Allora, se uno scrive un software e lo rende disponibile o lo vende lui per pochi soldi , la siae non si pappa la sua bella fetta e faletti nemmeno.Questo è il suo concetto di barbarie , avete capito?barbarie è quando i padroni di faletti e faletti, non si pappano la loro bella fetta. Solo i miliardari hanno diritto a commerciare e a produrre.
  • Anonimo scrive:
    proposta per la redazione
    perche' non invita faletti ad un dialogo aperto sulla questione, magari raccogliendo domande dai lettori e ponendole all'intervistato?
    • Anonimo scrive:
      Re: proposta per la redazione
      - Scritto da: munehiro
      perche' non invita faletti ad un dialogo aperto
      sulla questione, magari raccogliendo domande dai
      lettori e ponendole all'intervistato?Possibile che non si capisce che il testimonial di una campagna é un esecutore e non un mandante? :s
      • Kama scrive:
        Re: proposta per la redazione

        - Scritto da: munehiro

        perche' non invita faletti ad un dialogo aperto

        sulla questione, magari raccogliendo domande dai

        lettori e ponendole all'intervistato?
        Possibile che non si capisce che il testimonial
        di una campagna é un esecutore e non un mandante?
        :sparafrasando Foucault, il dittatore ed il carnefice assolvono a funzioni volutamente separate ma appartenenti allo stesso sistema.chi decide e chi si presta, consapevolmente o inconsapevolmente, per scelta o comoda ignoranza, compartecipano moralmente all'atto.allo stesso tempo, a mio parere, Faletti non avrebbe nulla da dire se non: "che se io sapessi che mio figlio diventerebbe un pirtupir, vivo ce lo faccio mangiare il compiuter..."buonanotte.
        • soulista scrive:
          Re: proposta per la redazione
          - Scritto da: Kama
          allo stesso tempo, a mio parere, Faletti non
          avrebbe nulla da dire se non: "che se io sapessi
          che mio figlio diventerebbe un pirtupir, vivo ce
          lo faccio mangiare il compiuter..."

          buonanotte."se io saprei"...per favore! inpariamo l'itagliano!
          • Anonimo scrive:
            Re: proposta per la redazione
            E tu impara l'ironia! Secondo te uno che ha appena citato Foucault è un uno in grado di scrivere erroneamente "se io saprei"?Si trattava della citazione di Faletti ai tempi di Vito Catozzo...alla faccia dell'arroganza eh?
          • AndreaMilano scrive:
            Re: proposta per la redazione
            direi "touchè"- Scritto da: Anonimo
            E tu impara l'ironia! Secondo te uno che ha
            appena citato Foucault è un uno in grado di
            scrivere erroneamente "se io saprei"?
            Si trattava della citazione di Faletti ai tempi
            di Vito Catozzo...alla faccia dell'arroganza eh?
          • Kama scrive:
            Re: proposta per la redazione
            - Scritto da: Anonimo
            E tu impara l'ironia! Secondo te uno che ha
            appena citato Foucault è un uno in grado di
            scrivere erroneamente "se io saprei"?
            Si trattava della citazione di Faletti ai tempi
            di Vito Catozzo...alla faccia dell'arroganza eh?hahahahada 4 minuti non riesco a smettere di ridere...(rotfl)
        • Spiff scrive:
          Re: proposta per la redazione
          - Scritto da: Kama
          chi decide e chi si presta, consapevolmente o
          inconsapevolmente, per scelta o comoda ignoranza,
          compartecipano moralmente all'atto.La Maledizione del Fico (Matteo 21), ripresa anche da Pasolini in Amore e Rabbia.Io però obietto sulla comodità dell'ignoranza. Per alcuni soggetti ignorare è colpa grave, per (molti) altri, ignorare può essere una condizione imposta (da moltplici fattori) e sofferta.Faletti, comunque, rientra nel primo gruppo.spaceman spiff
      • sterlina scrive:
        Re: proposta per la redazione
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: munehiro

        perche' non invita faletti ad un dialogo aperto

        sulla questione, magari raccogliendo domande dai

        lettori e ponendole all'intervistato?
        Possibile che non si capisce che il testimonial
        di una campagna é un esecutore e non un mandante?
        :ssarebbe stato un esecutore se si fosse limitato a "prestare" il suo volto ad una campagna informativa, dal momento che rilascia una sua intervista lascia libere le *sue* idee e diventa in un certo senso "mandante" anche lui
      • Riot scrive:
        Re: proposta per la redazione

        Possibile che non si capisce che il testimonial
        di una campagna é un esecutore e non un mandante?
        :s"Seguivo solo degli ordini" (cit.)
    • Anonimo scrive:
      Re: proposta per la redazione
      - Scritto da: munehiro
      perche' non invita faletti ad un dialogo aperto
      sulla questione, magari raccogliendo domande dai
      lettori e ponendole all'intervistato?Faletti le sue opinioni le ha gia' espresse e non su internet, ma su "La Stampa": uno dei quotidiani piu' diffusi d'Italia. Cosa potrebbe venire ad aggiungere qui?
      • Anonimo scrive:
        Re: proposta per la redazione
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: munehiro

        perche' non invita faletti ad un dialogo aperto

        sulla questione, magari raccogliendo domande dai

        lettori e ponendole all'intervistato?

        Faletti le sue opinioni le ha gia' espresse e non
        su internet, ma su "La Stampa": uno dei
        quotidiani piu' diffusi d'Italia. Cosa potrebbe
        venire ad aggiungere qui?Magari rettificare la sua posizione, vedere se sa di cosa parla, invitarlo a riflettere. E' un testimonial magari farà altre interviste con informazioni errate che però verranno lette da molte persone. Meglio informarlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: proposta per la redazione
        Immagina se dopo un pò di discorsi si accorgesse di non saperne abbastanza. Pensa se decidesse di informarsi. Pensa se cambiasse opinione. Pensa se sui giornali venisse fuori che il testimonial dello spot anti-pirateria avesse cambiato idea.Questo sarebbe uno spot per il libero pensiero, per la libera informazione. Meglio cercare la verità piuttosto che combattersi senza senso. Se dovesse succedere (e solo con un dibattito con qualcuno che la pensa diversamente può succedere) allora le cose potrebbero cominciare a cambiare.Ora come ora mi ricorda Urbani: parla con un paio di aziende e pensa di sapere tutto (perchè nell'intervista dice "penso", non "mi hanno fatto dire"). Strano, io sono un paio di anni che seguo i forum su questi temi e non ho ancora una verità assoluta (penso che ogni caso debba essere valutato con buon senso, nessuna regola precisa se non che l'interesse della cultura comune è superiore agli egoismi di parte, senza dimenticare però una giusta ricompensa). Lui invece ha già capito... ma non cosa vuol dire open source... o come funzionano le industrie...
    • Anonimo scrive:
      Re: proposta per la redazione
      - Scritto da: munehiro
      perche' non invita faletti ad un dialogo aperto
      sulla questione, magari raccogliendo domande dai
      lettori e ponendole all'intervistato?Questa è la proposta più sensata e intelligente che hai fatto da quando ti leggo (cioè da oggi).
      • Anonimo scrive:
        Re: proposta per la redazione
        e vedrete quando faranno le leggi per vietare l'open source.ma io lo manderei a zappare, altro che famoso autore..
        • Anonimo scrive:
          Re: proposta per la redazione
          massì.. proviamo a fargli capire che il suo pensiero è confuso e sbagliato.. forse si rendera conto ed andra da chi lo ha ingaggiato per chiedere altri soldi per non smentire cio che ha detto in quella pubblicità/farsa...
        • sterlina scrive:
          Re: proposta per la redazione
          - Scritto da: Anonimo
          e vedrete quando faranno le leggi per vietare
          l'open source.
          ma io lo manderei a zappare, altro che famoso
          autore..sei andato un po' off topic??
  • Anonimo scrive:
    gli spaccherei il DVD sulla testa
    Per fortuna è successo su un PC che uso solo per i giochi, ma un sistema di protezione cretino, Starforce di un gioco che avevo nello scaffale da almeno sei mesi mi ha spianato il masterizzatore DVD!La cosa che mi fa incazzare è che chi scarica i giochi piratati non si deve preoccupare di queste merdate, chi invece compra tutto originale si becca tutti queste copy protection che magari ti fanno saltare la masterizzazione di un backup.Gli spiegherei io un paio di cose a quell'ignorantone!
    • Anonimo scrive:
      Re: gli spaccherei il DVD sulla testa
      Faletti non c'entra, anche se fa pubblicita' per quelli che le protezioni criminali le mettono.Piuttosto vai dal negoziante e fatti ridare soldi e danni - e' un tuo diritto, e magari la prossima volta il negoziante evita di comprare merce difettosa ...
  • Anonimo scrive:
    Le uscite del Faletti sull' Open Source
    Le uscite del Faletti sull' Open Source sono semplicemente demenziali e denotano essere di uno che non sa nemmeno ciò di cui sta parlando e che la campagna contro la pirateria cui ha prestato la faccia l' ha fatto come x una qualsiasi altra campagna pubblicitaria; x la pagnotta!Si prenda la pagnotta, ma si risparmi le uscite demenziali su argometi che non sa nemmeno cosa sono se non x un sentito dire distorto e interessato.Non sembra molto intelligente sto Faletti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le uscite del Faletti sull' Open Source
      - Scritto da: Anonimo
      l' ha fatto come x una qualsiasi altra
      campagna pubblicitaria; x la pagnotta!Lui dice di no. Leggi l'intervista.
      • Anonimo scrive:
        Re: Le uscite del Faletti sull' Open Sou
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        l' ha fatto come x una qualsiasi altra

        campagna pubblicitaria; x la pagnotta!

        Lui dice di no. Leggi l'intervista.
        Tutti dicono così,......anche le veline dicono che la danno x la patria.
        • Anonimo scrive:
          Re: Le uscite del Faletti sull' Open Sou

          Tutti dicono così,......anche le veline dicono
          che la danno x la patria.Per la Nazionale, non per la patria,... per la nazionale (e/o i titolari). :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Le uscite del Faletti sull' Open Sou
            - Scritto da: Anonimo


            Tutti dicono così,......anche le veline dicono

            che la danno x la patria.

            Per la Nazionale, non per la patria,... per la
            nazionale (e/o i titolari). :p:$:p:D(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Le uscite del Faletti sull' Open Sou
            - Scritto da: Anonimo


            Tutti dicono così,......anche le veline dicono

            che la danno x la patria.

            Per la Nazionale, non per la patria,... per la
            nazionale (e/o i titolari). :pBeh, da qualche parte hanno letto che per la nazione bisogna dare il meglio di se... Solo che invece di 'nazione' hanno capito 'nazionale'. Invece sul meglio di loro non penserai per caso che sia il cervello...
      • Anonimo scrive:
        Re: Le uscite del Faletti sull' Open Sou
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        l' ha fatto come x una qualsiasi altra

        campagna pubblicitaria; x la pagnotta!
        Lui dice di no. Leggi l'intervista.Certo, a parte il pubblicizzare il suo volto proprio quando le librerie mettono in mostra il suo libro.Probabilmente non ha avuto il salario da Urbani ma il ritorno di immagine c'é stato eccome.
  • Anonimo scrive:
    Ah Faletti!
    Vedi d'anda' a incide' un 78 giri con Morandi!No, non Gianni, questa:http://punto-informatico.it/p.asp?i=53477&r=PI
  • Anonimo scrive:
    Aridatece Vito Catozzo
    Bei tempi quelli... :'(
    • Anonimo scrive:
      Faletti è Vito Catozzo
      niente di meglio.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Aridatece Vito Catozzo
      no, guarda che l'intervista l'ha rilasciata Vito Catozzo, mica Faletti ;)
      • soulista scrive:
        Re: Aridatece Vito Catozzo
        - Scritto da: Anonimo
        no, guarda che l'intervista l'ha rilasciata Vito
        Catozzo, mica Faletti ;)infatti ad un certo punto dice: "se ci becco mio figlio a scaricare emmepitrè.... VIVO ce lo faccio mangiare il masterizzatore!"ahahah... (post inutile)
  • Anonimo scrive:
    Io non ho capito
    Magari il discorso non è chiaro perchè si tratta di una sola frase estrapolata dal contesto, ma che diavolo significa:"Io invece penso che l'open source sia il sistema migliore per precipitare nella barbarie. Certe cose vengono fatte perchè esiste un'industria che le produce e investe senza un ritorno economico. Senza un editore, Hemingway non sarebbe stato scoperto".Quali sono le "certe cose" e quale è l' industria che investe senza un ritorno economico? (newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io non ho capito
      - Scritto da: Matthew Reed
      Magari il discorso non è chiaro perchè si tratta
      di una sola frase estrapolata dal contesto, ma
      che diavolo significa:
      "Io invece penso che l'open source sia il sistema
      migliore per precipitare nella barbarie. Certe
      cose vengono fatte perchè esiste un'industria che
      le produce e investe senza un ritorno economico.
      Senza un editore, Hemingway non sarebbe stato
      scoperto".

      Quali sono le "certe cose" e quale è l' industria
      che investe senza un ritorno economico? (newbie) Io la interpreto così: l'industria investe soldi per creare qualcosa, è giusto che dopo ci spennino per bene. La musica di Fuffa Spears probabilmente deve essere un investimento, è giusto quindi che quel ciarpame di cd fra 50 anni lo pagherò come una trombata con una battona a Las Vegas. E' giusto che la siae rincari le spese dei supporti magnetici e non, è giusto pigliarlo tra le chiappe al cittadino italiano.Pierooooooo... wue ma non c'è mai quello li! Tutti pensano che io sia matto matto matto matto... ma non è mica vero! Io uccido...
      • Anonimo scrive:
        Re: Io non ho capito
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Matthew Reed

        Magari il discorso non è chiaro perchè si tratta

        di una sola frase estrapolata dal contesto, ma

        che diavolo significa:

        "Io invece penso che l'open source sia il
        sistema

        migliore per precipitare nella barbarie. Certe

        cose vengono fatte perchè esiste un'industria
        che

        le produce e investe senza un ritorno economico.

        Senza un editore, Hemingway non sarebbe stato

        scoperto".



        Quali sono le "certe cose" e quale è l'
        industria

        che investe senza un ritorno economico?
        (newbie)


        Io la interpreto così: l'industria investe soldi
        per creare qualcosa, è giusto che dopo ci
        spennino per bene. La musica di Fuffa Spears
        probabilmente deve essere un investimento, è
        giusto quindi che quel ciarpame di cd fra 50 anni
        lo pagherò come una trombata con una battona a
        Las Vegas.

        E' giusto che la siae rincari le spese dei
        supporti magnetici e non, è giusto pigliarlo tra
        le chiappe al cittadino italiano.

        Pierooooooo... wue ma non c'è mai quello li!
        Tutti pensano che io sia matto matto matto
        matto... ma non è mica vero! Io uccido...E non è giusto che tu scriva il sofware e te lo renda pubblico, senno la siae non si può pappare la sua bella fetta, capito?
    • Anonimo scrive:
      Re: Io non ho capito
      - Scritto da: Matthew Reed
      Magari il discorso non è chiaro perchè si tratta
      di una sola frase estrapolata dal contesto, C'è il link dell'articolo originale.http://www.lastampa.it/_web/_INTERNET/meglio_del_web/internet/archivio/internet050510.aspDomanda:Oliviero Toscani dice che il copyright andrebbe abolito, che basterebbe farsi pagare bene la prima volta e poi la cultura va regalata al pubblico. E c?è tutta una comunità di intellettuali che crede nel modello di business del cosiddetto ?open source? per i contenuti digitali.«Io invece penso che l?open source sia il sistema migliore per precipitare nella barbarie... ecc...ecc....Come vedi lui riprende il termine open source solo peché è citato dall'intervistatrice, probabilmente non sa cosa sia ma lui lo associa al discorso precedente, cioè l'abolizione del copyright proposta da Oliviero Toscani.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io non ho capito
        Grazie per il link.Bah a leggere l' articolo si ha davvero l' impressione di ascoltare il solito psudo-intellettuale che non capisce un accidente dell' argomento su cui pretende di dibattere e si rende ridicolo per quattro soldi... ne ho visti tanti passare per la televisione e i giornali.D' altra parte non lo ammette pure lui nell' intervista?«Non sono un tecnico, ma so che Internet è una rivoluzione».«Lo conosce?»«No, ma ammetto che il controllo con Internet è scappato di mano e alla fonte qualcuno deve fare ?mea culpa?».Bah :|
        • Anonimo scrive:
          Re: Io non ho capito
          Morale della favola, hanno preso come testimonial una persona che non conosce nemmeno l'argomento dello spot in cui compare......
          • Anonimo scrive:
            Re: Io non ho capito
            - Scritto da: Anonimo

            Morale della favola, hanno preso come testimonial
            una persona che non conosce nemmeno l'argomento
            dello spot in cui compare......Beh, non è che l'attore che ha fatto l'uomo ragno abbia veramente i poteri del ragno...
          • Anonimo scrive:
            Re: Io non ho capito
            No, ma almeno si è letto la sceneggiatura e, volendo essere serio, un po' di fumetti per calarsi nel personaggio.
        • AndreaMilano scrive:
          Re: Io non ho capito
          Ha ragione! tutto nuovamente sotto il darpa! buhahahahahahaha coff coff...meglio rimanere in silenzio e apparire stupidi che parlare e darne conferma.Il problema è che faletti non avendo dimestichezza con questo mezzo informativo non leggerà mai questo forum. Non si accorgerà mai della valutazione non certo positiva che una certa nicchia di possibili acquirenti gli affibia.iOPS: Aridatece DARPANET hihihihi- Scritto da: Matthew Reed:cut:
          «No, ma ammetto che il controllo con Internet è
          scappato di mano e alla fonte qualcuno deve fare
          ?mea culpa?».
          • Anonimo scrive:
            Re: Io non ho capito
            - Scritto da: AndreaMilano
            Il problema è che faletti non avendo
            dimestichezza con questo mezzo informativo non
            leggerà mai questo forum. Non si accorgerà mai
            della valutazione non certo positiva che una
            certa nicchia di possibili acquirenti gli
            affibia.Beh gli si puo' sempre mandare una email con link a quest' articolo...Questa la la email del forum di "nientedivero tranne gli occhi": info@nientedivero.it. magari e' moderata.Ehi, mi raccomando niente flames.CiaoF.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io non ho capito
            - Scritto da: Anonimo
            Questa la la email del forum di "nientedivero
            tranne gli occhi": info@nientedivero.it. magari
            e' moderata.
            oh mamma che cesso di sito.....
    • The_GEZ scrive:
      Re: Io non ho capito
      Ciao Matthew Reed !
      Magari il discorso non è chiaro Per Faletti no di sicuro !
      "Io invece penso che l'open source sia il sistema
      migliore per precipitare nella barbarie. Certe
      cose vengono fatte perchè esiste un'industria che
      le produce e investe senza un ritorno economico.
      Senza un editore, Hemingway non sarebbe stato
      scoperto".Penso che la cosa sia andata più o meno così :Tizio con il mano il suo "Compenso simbolico" : Se ti chiedono cosa ne pensi dell' Open Surs devi dire : Io invece penso che l'open source sia il sistema migliore per precipitare nella barbarie. Certe cose vengono fatte perchè esiste un'industria che le produce e investe senza un ritorno economico. Senza un editore, Hemingway non sarebbe stato scoperto". Faletti, prendendo il compenso simbolico : OK ! ... tempo dopo ...Giornalista : "Oliviero Toscani dice che il copyright andrebbe abolito, che basterebbe farsi pagare bene la prima volta e poi la cultura va regalata al pubblico. E c?è tutta una comunità di intellettuali che crede nel modello di business del cosiddetto ?open source? per i contenuti digitali."Faletti : «Io invece penso che l?open source sia il sistema migliore per precipitare nella barbarie. Certe cose vengono fatte perchè esiste un?industria che le produce e investe senza un ritorno economico. Senza un editore, Hemingway non sarebbe stato scoperto».
      Quali sono le "certe cose" e quale è l' industria
      che investe senza un ritorno economico? (newbie) Cose ... punto e basta.
  • Anonimo scrive:
    Non avete capito allora
    Faletti non sa una cippa di cosa sia l'open source o la creative commons.Probabilmente pensa sia "quello con cui scaricano canzoni e film da internet" nel più becero discorso de "internet hackers pedofili pirati etc".Nel nostro paese a parlare di tecnologia e di proprieta' intellettuali, di possibilita' e liberta' di condivisione di informazioni e conoscenza chiamiamo Giorgio Faletti.C'è altro da aggiungere?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non avete capito allora
      - Scritto da: Anonimo
      Faletti non sa una cippa di cosa sia l'open
      source o la creative commons.

      Probabilmente pensa sia "quello con cui scaricano
      canzoni e film da internet" nel più becero
      discorso de "internet hackers pedofili pirati
      etc".

      Nel nostro paese a parlare di tecnologia e di
      proprieta' intellettuali, di possibilita' e
      liberta' di condivisione di informazioni e
      conoscenza chiamiamo Giorgio Faletti.

      C'è altro da aggiungere?Si, aggiungiamo che è meglio che si rimette il panzone finto e va a fare Vito Catozzo, che almeno faceva ridere. Parlare di cose che non si conoscono non fa ridere, lo rende solo ridicolo.
      • gian_d scrive:
        Re: Non avete capito allora
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Faletti non sa una cippa di cosa sia l'open

        source o la creative commons.



        Probabilmente pensa sia "quello con cui
        scaricano

        canzoni e film da internet" nel più becero

        discorso de "internet hackers pedofili pirati

        etc".



        Nel nostro paese a parlare di tecnologia e di

        proprieta' intellettuali, di possibilita' e

        liberta' di condivisione di informazioni e

        conoscenza chiamiamo Giorgio Faletti.



        C'è altro da aggiungere?

        Si, aggiungiamo che è meglio che si rimette il
        panzone finto e va a fare Vito Catozzo, che
        almeno faceva ridere. Parlare di cose che non si
        conoscono non fa ridere, lo rende solo ridicolo.Sarà ridicolo ma la situazione è seria: non si arriverà mai a dare una corretta informazione finché ha voce in capitolo chi parla a vanvera
    • Anonimo scrive:
      Re: Non avete capito allora
      io aggiungo un consiglio:Giorgetto smettila di farti le piste che sono illegali!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non avete capito allora
        - Scritto da: Anonimo
        io aggiungo un consiglio:
        Giorgetto smettila di farti le piste che sono
        illegali!LOL:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non avete capito allora
        - Scritto da: Anonimo
        io aggiungo un consiglio:
        Giorgetto smettila di farti le piste che sono
        illegali!Nooo, lui sniffa solo cose naturali, tipo i piedi di Urbani tenuti 12 ore negli stivali di gomma a luglio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non avete capito allora
          siete voi che non avete capito. Questi vogliono mettere fuori legge le creative commons e l'open source.Sono contro , sono nemici dei cittadini.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non avete capito allora
            - Scritto da: Anonimo
            siete voi che non avete capito. Questi vogliono
            mettere fuori legge le creative commons e l'open
            source.
            Sono contro , sono nemici dei cittadini.il problema più grande è che il cittadino medio queste cose nn le sa... penso che finora il "popolo dell' open source" ha un po dormito negli allori, tutti quanti coloro che sanno queste cose dovrebbero attivarsi di conseguenza e proporre subito delle valide alternative di contro-informazione, altrimenti rischiamo veramente di perdere quel poco che ci resta di salvabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non avete capito allora
            - Scritto da: Anonimo
            il problema più grande è che il cittadino medio
            queste cose nn le sa... penso che finora il
            "popolo dell' open source" ha un po dormito negli
            allori, tutti quanti coloro che sanno queste cose
            dovrebbero attivarsi di conseguenza e proporre
            subito delle valide alternative di
            contro-informazione, altrimenti rischiamo
            veramente di perdere quel poco che ci resta di
            salvabile. Condivido, ma il problema è che per far capire questi argomenti alla massaia servono testimonial conosciuti e non penso che nessuno della tv italiana sia disposto ad andare contro la mano che gli dà da mangiare.l'alternativa è una contro-informazione verso tutti i giovani sperando che le leggi non strinchino tutto prima che crescano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non avete capito allora
            - Scritto da: Anonimo
            siete voi che non avete capito. Questi vogliono
            mettere fuori legge le creative commons e l'open
            source.
            Sono contro , sono nemici dei cittadini.No, non dico che siano nemici dei cittadini, e tutti sappiamo che internet incide in realta' poco sui loro affari;il problema come evidenziato nell'articolo citando Disney e' come esista un mare di media ed informazione alternativi che di fatto sottraggono utenza, nel caso Disney infatti si va a nascondere quei prodotti di cui i diritti sono scaduti e quindi liberi a tutti affinche non possano fare concorrenza ai prodotti in commercio.nel caso della musica ad esempio abbiamo come alternativa al materiale imposto dalle etichette e venduto nei negozi l'archivio piu' grande del mondo contenente materiale di tutti i generi, da quello piu' vecchio alle registrazioni live, ai bootleg e sopratutto ai gruppi sconosciuti che non hanno alcun appoggio.Occorre quindi rendere inaccessibile quindi questo materiale e lo si fa sfruttanto la fregatura al diritto d'autore.Anche l'enstensione dei diritti a 100 anni non ha come priorita' lo sfruttamento degli stessi che ma impedire che tutto quel materiale possa diventare libero ed essere distribuito con facilita'.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non avete capito allora
            - Scritto da: Anonimo
            Sono contro , sono nemici dei cittadini.E lo erano anche prima.
          • HotEngine scrive:
            Re: Non avete capito allora
            - Scritto da: Anonimo
            siete voi che non avete capito. Questi vogliono
            mettere fuori legge le creative commons e l'open
            source.Non possono manco se lo volessero. E' la stessa legge sul diritto d'autore a farla vivere.
  • Anonimo scrive:
    Non mi pare
    "FIMI, RIAA e compagnia inseriscono in ogni comunicato stampa. Come se ogni copia pirata fosse a tutti gli effetti una copia non acquistata." Leggendo i vari interventi di Mazza non mi sembra che abbia mai detto che ogni mp3 scaricato corrisponda a un acquisto in meno.Mi pare dica sempre che una parte di quelli che scaricano così evitano di acquistare e ciò va a influire sui costi per la ricerca e lo sviluppo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi pare
      - Scritto da: Anonimo
      "FIMI, RIAA e compagnia inseriscono in ogni
      comunicato stampa. Come se ogni copia pirata
      fosse a tutti gli effetti una copia non
      acquistata."

      Leggendo i vari interventi di Mazza non mi sembra
      che abbia mai detto che ogni mp3 scaricato
      corrisponda a un acquisto in meno.
      Mi pare dica sempre che una parte di quelli che
      scaricano così evitano di acquistare e ciò va a
      influire sui costi per la ricerca e lo
      sviluppo...Azz è vero, povero Mazza, come siamo cattivi, riabilitiamolo, orsù! Ricerca, sviluppo? In italia? Si, la ricerca del denaro, lo sviluppo della truffa legalizzata tipo tasse siae eccetera, eccotela la ricerca. Ma vaff...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi pare
      Dj Francesco sarebbe "ricerca e sviluppo" ?:(
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi pare
        - Scritto da: Anonimo
        Dj Francesco sarebbe "ricerca e sviluppo" ?:(Penso siano la ricerca/promozione di gruppi emergenti e la sottoscrizione a contratto con loro. Però esattamente non lo so cosa sia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non mi pare
          - Scritto da: Anonimo
          Penso siano la ricerca/promozione di gruppi
          emergenti e la sottoscrizione a contratto con
          loro. Però esattamente non lo so cosa sia. Ho degli amici musicisti, conosco tramite loro la politica delle case discografiche: con la cifra che è stata spesa per realizzare lo spot con Faletti (131.000 Euro, secondo una notizia di qualche tempo fa), ci produci circa una decina di album (ed anche più, se ottimizzi le risorse)... certo, se miri ad un marketing del tipo "Top of the Spot" (e simili), allora le cifre cambiano, ma in quel caso è perchè devi convincere la gente a comprare prodotti dei quali non ha nessun bisogno... quello sì che è marketing costoso! Quanto alla "ricerca e sviluppo"... beh... non è che ci sia tanto da cercare, vista la mole di demo che ogni casa discografica riceve giornalmente :p! Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Non mi pare
            p.s. Le case discografiche (così come le case editrici e quelle di produzione cinematografica) investono solo sul "sicuro"... ed il sicuro è, manco a dirlo, quanto di più lontano da "ricerca e sviluppo" di nuovi gruppi, artisti e mezzi d'espressione originali... Molte delle cose più interessanti degli ultimi anni in campo musicale le ho conosciute tramite la rete ed il passaparola (non il quiz)... cose che in televisione ed in radio non verranno mai promosse... e invece, guarda che popo' di "investimenti" vengono fatti per Festivalbar, Sanremo ed altre baracconate simili... Penso che tra il livello espressivo ed artistico della scena musicale contemporanea e la proposta commerciale della musica, ci sia uno scarto di almeno una trentina di anni (a dire poco). Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Non mi pare
            - Scritto da: Anonimo
            ...
            ma in quel caso è perchè devi convincere la gente
            a comprare prodotti dei quali non ha nessun
            bisogno... quello sì che è marketing costoso!In realtà tutto quello che ora abbiamo esattamente prima di comprarlo non ne avevamo ancora bisogno.Ma forse sforiamo nella filosofia.E cmq hai ragione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi pare
      - Scritto da: Anonimo
      Leggendo i vari interventi di Mazza non mi sembra
      che abbia mai detto che ogni mp3 scaricato
      corrisponda a un acquisto in meno.
      Mi pare dica sempre che una parte di quelli che
      scaricano così evitano di acquistare e ciò va a
      influire sui costi per la ricerca e lo
      sviluppo...ah...eccoti quà.....mi chiedevo quando sarebbe spuntato fuori il primo troll...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi pare
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Leggendo i vari interventi di Mazza non mi
        sembra

        che abbia mai detto che ogni mp3 scaricato

        corrisponda a un acquisto in meno.

        Mi pare dica sempre che una parte di quelli che

        scaricano così evitano di acquistare e ciò va a

        influire sui costi per la ricerca e lo

        sviluppo...

        ah...eccoti quà.....
        mi chiedevo quando sarebbe spuntato fuori il
        primo troll...Ma la mia non è una trollata, era solo una rettifica. Chi ha letto diverse dichiarazioni di Mazza credo possa confermare.
Chiudi i commenti