Piace il voto elettronico, ma non da casa

Lo sostiene uno studio sponsorizzato dalla National Science Foundation americana che vede molto bene seggi Internet per votare elettronicamente. Ma esclude che lo si possa fare, almeno per il momento, seduti alla scrivania di casa


New York (USA) – Votare via Internet è il sogno di alcune aziende specializzate, lo slogan di una manciata di politici e l’incubo di molti altri. Ora la National Science Foundation, uno dei massimi organismi scientifici americani, sostiene che il voto elettronico può essere fatto e può essere vantaggioso.

L’affermazione è contenuta in uno studio che la Foundation ha sponsorizzato e che è stato condotto dall’Università del Maryland in collaborazione con il Freedom Forum ed è finito tra le pubblicazioni dell’Internet Policy Institute. Un “pedigree” di tutto rispetto, dunque, per una ricerca secondo cui il voto digitale può risolvere molti degli attuali problemi delle elezioni made in USA. E allo stesso tempo afferma che il voto via Internet direttamente dalla scrivania di casa va considerato, allo stato attuale, una mèta lontana.

Votare via Internet, spiegano gli studiosi, può avvenire in tre modi: votazioni presso il seggio, votazioni presso chioschi presidiati, o voto remoto, cioè da casa. Quest’ultima possibilità offre la prospettiva di un accesso comodo e universale al voto, ma pone anche tali problemi di sicurezza che non se ne può consigliare l’implementazione.

Il vantaggio dei seggi Internet o dei chioschi autorizzati per il voto via Internet sarebbe quello di velocizzare il processo elettorale e soprattutto minimizzare il rischio errore che, come noto, nel sistema statunitense ha creato enormi problemi in occasione delle ultime elezioni presidenziali. Proprio per questo i ricercatori si augurano che gli esperimenti intrapresi in questa direzione proseguano speditamente.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti