Pianeta Amiga 2002

Si avvicina l'evento annuale. L'annuncio

Roma – Pianeta Amiga 2002, l’evento italiano dell’informatica alternativa è orami vicino. La due giorni si svolgerà ad Empoli (FI) i prossimi 21 e 22 settembre 2002.

La lista degli espositori e degli interventi previsti sta crescendo di giorno in giorno elevando lo show ad evento di caratura internazionale non solo per la comunità Amiga a cui principalmente si rivolge, ma anche per tutti coloro che si interessano di informatica alternativa.

La principale attrazione sarà la presentazione di Amiga One. La piastra madre Power PC che rilancia ufficialmente la piattaforma Amiga come primo concorrente alla corona di sistema alternativo per eccellenza anche grazie alle decine di migliaia di utenti sparsi per il mondo pronti a seguire l’evoluzione tecnologica della propria piattaforma preferita. Amiga One è oltretutto in grado di far girare Linux oltre all’attesissimo Amiga OS 4.0 di cui sarà presentata una versione preliminare durante la fiera.

E’ prevista anche la presentazione di Pegasos, una piastra madre Power PC prodotta dalla tedesca b-plan, in grado di far girare Linux e MorphOS, un nuovo sistema operativo Power PC compatibile con Amiga OS 3.x.

Altre novità sono attese dagli espositori presenti, tra i quali si contano importanti rivenditori e produttori di hardware e software italiani e stranieri.

Durante la manifestazione sarà possibile naturalmente visionare ed acquistare prodotti in esclusiva, discutere con i principali esponenti della scena Amiga italiana ed internazionale, conoscere personalità di spicco del mondo Amiga, esporre le proprie realizzazioni, scambiarsi idee.

“Vi aspettiamo – si legge in una nota – ad Empoli il 21 e 22 settembre per scoprire quello che si muove nel mondo Amiga. Tutti coloro, Amighisti e non, che vorranno esporre scopo non commerciale i propri lavori, potranno usufruire gratuitamente di uno spazio espositivo.
Chiunque voglia esporre le sue produzioni, siano esse animazioni, immagini, utility, soluzioni hardware, ecc., può contattare l’organizzazione all’indirizzo info@jasa.it per l’assegnazione della propria postazione”.

Le adesioni per gli spazi espositivi gratuiti possono pervenire anche tramite il form di adesione presente sul sito www.pianetaamiga.it e saranno accettate sino ad esaurimento degli spazi stessi.

Per ulteriori informazioni ed aggiornamenti:
Sito ufficiale
Sito non ufficiale

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Torre di Pisa
    Ho sentito dire che in una città nel mondo esiste una torrecome quella di Pisa. In che città si trova?Graziegi57an59@inwind.it
  • Anonimo scrive:
    La torre di Pisa....
    E se avesse ragione lei?
  • Anonimo scrive:
    programma crasha e la torre cade...
    sarebbe divertente...;-)
  • Anonimo scrive:
    15 euro
    per salirci...chissa' quanto costera' vederla in 3d...
    • Anonimo scrive:
      Re: 15 euro

      per salirci...
      chissa' quanto costera' vederla in 3d...Sì infatti mi sembra un balzello ingiustificatamewnte esagerato... come i 2 euro per tutti gli altri monumenti...E non dimentichiamoci la prenotazione differita della visita!!...
  • Anonimo scrive:
    Dovremo forse inclinare il monitor?
    Per un effetto realistico... :)))
  • Anonimo scrive:
    Errore
    "Torre di pisa a 3D".A?Avrei capito nel caso di "a tre dimensioni", ma visto che si usa l'acronimo sarebbe meglio "in 3D".Sono un rompiballe, lo so. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Errore
      un pochino si. però forse loro partono dal presupposto che chi legge l'acronimo 3D pronunci per esteso "tre dimensioni".senza contare che dire: "in tre dimensioni" penso sia corretto quanto dire "a tre dimensioni".per il resto forse "in" è più appropriato quando si pronuncia "treddì".ciao/a- Scritto da: Fedr0
      "Torre di pisa a 3D".
      A?
      Avrei capito nel caso di "a tre dimensioni",
      ma visto che si usa l'acronimo sarebbe
      meglio "in 3D".

      Sono un rompiballe, lo so. :)
  • Anonimo scrive:
    Bella.
    Molto interessante.. sia da un punto di vista tecnologico che culturale; spero che PI ci tenga informati sull'evoluzione di questa inizativa.Saluti, Ryo Takatsuki
Chiudi i commenti