Pirateria, un nuovo film in India

Il tribunale della capitale indiana, su richiesta degli studios di Hollywood, concede più poteri alla polizia locale: più facile indagare e sequestrare
Il tribunale della capitale indiana, su richiesta degli studios di Hollywood, concede più poteri alla polizia locale: più facile indagare e sequestrare


Nuova Delhi (India) – C’è voluta la pressione dei potenti studi hollywoodiani per spingere i magistrati del tribunale della capitale indiana a dare nuovo impulso alle indagini e ai sequestri contro la pirateria sul cinema, in particolare quella che si concretizza nella rivendita massiva di supporti ottici illegali. La notizia l’ha data la stessa Motion Picture Association (MPA), braccio internazionale della Motion Picture Association of America (MPAA), l’organizzazione che cura gli interessi degli studios americani.

L’ordinanza del tribunale fornisce alla polizia la possibilità di agire in coordinamento con la stessa MPA in tutta l’area cittadina.

Su questo fronte, la strategia fin qui seguita dalla MPA è stata quella di non rendere nota questa novità perché, spiega un avvocato dell’Association, “non volevamo pubblicizzarla troppo inizialmente in quanto ci interessava il pieno successo dei blitz. Non volevamo che i pirati sapessero di questa ordinanza che abbiamo ottenuto”. MPA si è però ben guardata dal riferire se dei raid siano davvero stati compiuti in questo nuovo regime ed è probabile che l’annuncio di queste ore sia studiato per spingere chi non è stato ancora individuato a rinunciare alle proprie attività illegali.

Sulla cosa c’è evidentemente anche l’accordo della fiorente industria cinematografica indiana, cosiddetta Bollywood , che ritiene i propri profitti decurtati ogni anno in modo sensibile dalla circolazione di supporti pirata in tutto il paese. Secondo MPA, gli studios americani registrerebbero ogni anno mancati guadagni per 80 milioni di dollari a causa della pirateria indiana: MPA ritiene che il 60 per cento di tutti i film che circolano nel paese siano illegali.

Altre notizie sull’India qui

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 09 2005
Link copiato negli appunti