Pisa: honoris causa per Cerf e Kahn

Riconoscimento

Pisa – Si è svolta una importante cerimonia nei giorni scorsi all’Università di Pisa, un’occasione per celebrare gli autori delle tecnologie che hanno reso possibile Internet e la sua trasformazione in una rivoluzionaria rete di comunicazione globale: l’ateneo ha infatti insignito di una Laurea Specialistica Honoris Causa Vinton G. Cerf e Robert E. Kahn, considerati i padri del protocollo TCP/IP alla base del funzionamento della rete.

“Con il conferimento della laurea honoris causa – spiega una nota diffusa dall’ateneo – l’Università di Pisa rimarca il suo ruolo di avanguardia a livello nazionale nel settore informatico: fu proprio a Pisa che agli inizi degli anni Ottanta, grazie ai contatti di Cerf e Kahn con ricercatori pisani, primo fra tutti il prof. Luciano Lenzini, si crearono le condizioni favorevoli per installare il primo nodo italiano della rete Arpanet (progenitrice di Internet), che fu il terzo in assoluto in Europa”.

All’evento, nel quale si è fatto il punto su “vent’anni di Internet”, hanno partecipato tra gli altri anche Marco Comastri, Amministratore Delegato Microsoft Italia e Alessandro Sordi, Amministratore Delegato Dada.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandrox scrive:
    Importante precisazione del MIX
    "...sempre tenendo presente che la neutralità della rete, ora messa in discussione, è uno degli abilitatori principali di questo sviluppo".Infatti la neutralita' e' stata la spinta principale allo sviluppo e all' evoluzione della rete perche' ha attratto l' interesse della gente, soprattutto (se non altro per l'ordine di tempo) di quella massa critica di utenti che la rete l' ha sempre apprezzata anche tecnicamente: i tecnici, gli utenti esperti che hanno fatto da apripista e che poi magari ci hanno pure trovato un lavoro;poi pian piano e' arrivta la gran massa della gente , attratta dalle opportunita' offerte da questo nuovo strumento e dalle condizioni eque e democrariche del suo utilizzo.Tra l' altro in uno scenario in cui le TelCo e gli ISP sono sempre piu', oltre che fornitori di servizi anche fornitori di contenuti, cadendo la neutralita', si arriverebbe ad un pericoloso scenario in cui le industrie monopolizzerebbero completamente internet penalizzando in maniera molto pesante la gran massa degli utenti, quelli che dopotutto hanno permesso alla rete di crescere e diventare qualcosa di interessante e anche commercialmente appetibile. La rete perderebbe completamente ogni connotato democratico e in definitiva molte di quelle caratteristiche che la hanno resa cosi' popolare.Poi bisogna vedere quale peso avranno le decisioni dei politici, purtroppo sempre piu' proni ai desideri di una piccola e potente parte della popolazione....
    • Anonimo scrive:
      Re: Importante precisazione del MIX
      - Scritto da: Alessandrox
      Poi bisogna vedere quale peso avranno le
      decisioni dei politici, purtroppo sempre piu'
      proni ai desideri di una piccola e potente parte
      della
      popolazione....questa cosa quando mai è stata diversa?
Chiudi i commenti