Plausibile relazione tra tumore e cellulare

Ma gli studiosi avvertono: non è ancora dimostrata nella pratica. Possibile l'interazione tra cellulari e certe proteine


Sidney (Australia) – Per la prima volta viene messa in luce dai ricercatori una relazione teorica possibile tra le frequenze utilizzate dai cellulari e l’insorgere dei tumori.

Ad annunciare la novità sono stati gli scienziati del Centro per la ricerca immunologica del St. Vincent Hospital di Sidney, in Australia, coordinati da Peter French, esperto in radiazioni e del loro impatto sull’organismo.

Il gruppo di ricerca, che ha pubblicato i propri risultati sul numero di giugno del Journal della “International Society of Differentiation”, spiega che nello studio è stato sviluppato un meccanismo teorico attraverso il quale la radiofrequenza emessa dai telefoni cellulari potrebbe portare all’insorgere di tumori attraverso l’attivazione continua e persistente della risposta al caldo delle proteine contenute nelle cellule.

Sebbene a fronte di certe sollecitazioni sia normale una risposta conseguente di quelle proteine, l’attivazione continuativa di questa risposta già si sa che può provocare la nascita di tumori, di metastasi e/o la resistenza a trattamenti antitumorali. “Noi sosteniamo – si legge nell’abstract di presentazione della tesi – che l’esposizione continua alle radiazioni dei cellulari rappresenti uno stress ripetitivo che porta all’attivazione continua della risposta delle cellule e dei tessuti esposti, che escono così dal loro normale funzionamento e portano al tumore”.

La tesi è tutt’altro che secondaria, secondo gli scienziati, perché “questa ipotesi mette in campo la possibilità che vi sia una relazione diretta tra l’uso del telefonino e i tumori e senz’altro fornisce una base importante per futuri esperimenti”.

French ha comunque voluto mettere in chiaro che ancora non c’è alcuna correlazione dimostrata tra il cancro e le emissioni dei cellulari perché quanto sviluppato è “solo” una “infrastruttura teorica”. Altri lavori realizzati da French avevano in passato dimostrato che con l’esposizione ai cellulari la produzione dell’istamina, un agente che si ritiene correlato all’emergere dell’asma, può essere quasi raddoppiata. Ma il livello delle emissioni dei cellulari necessari, secondo la teoria di French, a scatenare la reazione delle proteine è molto inferiore ai livelli di “sicurezza” finora stabiliti per i telefoni mobili nel mondo.

Lo studio, che crea un nuovo fronte di ricerca e che non è certo destinato a sopire i molti timori che da anni si nutrono relativamente all’uso del cellulare, arriva a poche settimane dall’annuncio dell’avvenuta registrazione di brevetti su tecnologie di schermatura e di sicurezza sui cellulari da parte di chi i telefonini costruisce, vale a dire Nokia, Motorola ed Ericsson.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    La vera utilità......
    .... non è quell adi banda larga, infatti mica si riferiva a questo l'articolo, mi sembra.Se i dispositivi elettrodomestici implementassero questa tecnologia, sarebbero tutti interfacciati, l'uno con l'altro.....dal PC, potrei vedere come periferiche il forno, il frigo, il contatore, insomma, tutti i dispositivi powerline che mettono a disposizione qualche funzionalità di controllo remoto.Sarebbe comodo, in certe occasioni, poter contare su una connettività così capillare all'interno della casa, e secondo me, i stà solo aspettando la diffusione dell'Ipv6 per rendere questa tecnologia veramente usabile.Ogni elettrodomestico powerline avrà il suo IP, e se il PC è connesso alla rete, Tutti gli elettrodomestici potrebbero essere host internet.C'è da sperare che i vantaggi non siano inferiori agli svantaggi.Qui, il problema della privacy, diventa enorme......Con spyware adeguati, chiunque potrebbe risalire a quanto e quando uso il forno, quando e cosa guardo alla TV, in tempo reale, per giunta....Qualcuno potrebbe avere la malsana idea di effettuare un DOS al mio frigo, facendomi scadere gli alimenti...... o accendere lo stereo a tutto volume la notte, mentre stò dormendo....O peggio.... conoscere le mie abitudini, quando esca di casa, quando torno.....La necessità di standard aperti, diventerà quantomai necessaria.La necessità che l'utente sappia cosa c'è dietro a questa tecnologia fondamentale, senza essere abbagliato dalla possibilità di accedere il riscaldamento dall'ufficio prima di rientrare a casa, ma tenuto all'oscuro che qualcuno potrebbe accendertelo durante i mesi di ferie, a tua insaputa.....L'utente, dovrà iniziare a diventare tale, e non essere tenuto all'oscuro che una visione di tale portata, non debba avere anche un'adeguata conoscenza dei vantaggi e dei rischi da parte dell'utilizzatore....Ma si sa.... finiranno per convincere che chiunque può schiacciare un bottone, e godersi queste tecnologie senza doversi informare.....tanto poi, quando ci si accorge di essere stati fregati, è sarà troppo tardi....
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera utilità......

      La necessità di standard aperti, diventerà
      quantomai necessaria.
      La necessità che l'utente sappia cosa c'è
      dietro a questa tecnologia fondamentale,Ben detto! Finalmente un discorso sensato e oggettivo sugli "open". E senza tirare in ballo pretoriani...Speriamo che con la tecnologia migliorino anche la tutela della privacy (cosa che mi sembra impossibile) se no sarebbe la fine...E se fra qualche anno si candidasse al governo il proprietario di questa tecnologia? Mi sa che neanche Berlusca e la sua TV potrebbe competere con chi sa quante volte caghi!Saluti Tyler Durden
  • Anonimo scrive:
    purtroppo in italia ce la sognamo!
    La tecnologia delle powerline e' in giro da parecchio, almeno dal 99, mi ricordo che allo smau ero passato dallo stand della Nortel (che deteneva il brevetto della tecnologia) e chiedendo "quando arriveranno nelle nostre case?" mi hanno risposto "sicuramente entro la fine dell'anno"... ovviamente a distanza di due anni e passa non si e' visto niente... inoltre conosco anche un tecnico Enel, da quello che mi dice la sperimentazione di quella tecnologia e' passata da tempo in secondo piano perche' secondo loro "ci sono sempre troppi disturbi...", tutte le loro sperimentazioni sono focalizzate ora sui "contatori elettronici"... quindi di powerline non se ne parla per almeno qualche anno (4-5), cosi' ha detto il tecnico Enel... a quanto pare non capiscono la potenzialita' che avrebbero nelle mani! bah! (per la cronaca: in altri paesi, come gli stati uniti, le tecnologie powerline sono gia' usate da tempo!)
    • Anonimo scrive:
      Re: purtroppo in italia ce la sognamo!
      A dire il vero nel lontano '97 io lavoravo per un provider che si era interessato alla cosa.Risultato: tu hai una powerline a casa? Io neanche. 8-(- Scritto da: W
      La tecnologia delle powerline e' in giro da
      parecchio, almeno dal 99[...]
  • Anonimo scrive:
    Scatta il serverino domestico !
    ...E niente piu' problemi di mail grati o a pagamento, spazio web, ecc...
    • Anonimo scrive:
      Re: Scatta il serverino domestico !
      il serverino domestico te lo puoi fare anche se hai una flat o adsl....- Scritto da: Caine
      ...E niente piu' problemi di mail grati o a
      pagamento, spazio web, ecc...
      • Anonimo scrive:
        Re: Scatta il serverino domestico !
        - Scritto da: CaRpjGjaN
        il serverino domestico te lo puoi fare anche
        se hai una flat o adsl....
        - Scritto da: Caine

        ...E niente piu' problemi di mail grati o
        a

        pagamento, spazio web, ecc...Be si, naturally.
    • Anonimo scrive:
      e la pula che ti mette dentro per pedofilia
      così quando non ti accorgerai che stanno usando il tuo server per fare tutte le cagate del mondo ti arriverà la finanza, l'interpol, oppure vincerai un bel viaggio negli USA per vedere la topona di Britney Spears ... e ti metteranno in gattabuia.E tu manco saprai perché!- Scritto da: Caine
      ...E niente piu' problemi di mail grati o a
      pagamento, spazio web, ecc...
      • Anonimo scrive:
        Re: e la pula che ti mette dentro per pedofilia
        - Scritto da: Who's Mufhdo
        così quando non ti accorgerai che stanno
        usando il tuo server per fare tutte le
        cagate del mondo ti arriverà la finanza,
        l'interpol, oppure vincerai un bel viaggio
        negli USA per vedere la topona di Britney
        Spears ... e ti metteranno in gattabuia.
        E tu manco saprai perché!Guarda che mica uso winzoz per farmi il serverino.Se non sai leggere i log e' un problema tuo.
  • Anonimo scrive:
    WHOA !!!!!
    Musica per le mie orecchie !!Almeno così potrò avere una bella banda larga anke nel mio paesetto !! Se aspetto la Telecom e Fastweb ke portino le loro linee a banda larga nella mia zona, va a finire ke mi ritroverò con un branco di nipotini prima di poterle usare !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: WHOA !!!!!
      - Scritto da: L'Eremita
      Musica per le mie orecchie !!
      Almeno così potrò avere una bella banda
      larga anke nel mio paesetto !! Se aspetto la
      Telecom e Fastweb ke portino le loro linee a
      banda larga nella mia zona, va a finire ke
      mi ritroverò con un branco di nipotini prima
      di poterle usare !!!Si perche' invece le onde convogliate te le installano domani mattina... bah!
      • Anonimo scrive:
        Re: WHOA !!!!!
        Scordatelo..Enel è almeno due anni che lavora già al progetto power line e ancora nulla ..e poi questo è solo uno standard per la connessione all'interno della stessa cosa..non nel paese..Ciauz
    • Anonimo scrive:
      Re: WHOA !!!!!
      mi sa che non hai letto la notizia.- Scritto da: L'Eremita
      Musica per le mie orecchie !!
      Almeno così potrò avere una bella banda
      larga anke nel mio paesetto !! Se aspetto la
      Telecom e Fastweb ke portino le loro linee a
      banda larga nella mia zona, va a finire ke
      mi ritroverò con un branco di nipotini prima
      di poterle usare !!!
Chiudi i commenti