Play2: più muscoli, niente pirateria

Arriva il lucchetto anche per la Playstation 2: un sistema di protezione impedirà l'utilizzo illegittimo di giochi scaricati dalla Rete o su CD/DVD. La Play 2 si prepara poi ad una cura vitaminica per affrontare l'arrivo di Xbox
Arriva il lucchetto anche per la Playstation 2: un sistema di protezione impedirà l'utilizzo illegittimo di giochi scaricati dalla Rete o su CD/DVD. La Play 2 si prepara poi ad una cura vitaminica per affrontare l'arrivo di Xbox


Tokyo (Giappone) – Pare che i sistemi di protezione ormai vadano di moda, e questo nonostante in passato si siano rivelati (volutamente?) degli autentici colabrodo. E ‘ ora il turno di Sony che, secondo il quotidiano elettronico Nikkei, per l’estate introdurrà un sistema di protezione per la Playstation 2 definito “ultra-sicuro”.

Gli ingredienti di questo nuovo sistema, conosciuto come DNA-S, si baseranno su uno schema di protezione del copyright basato sulle capacità di accesso alla rete della PS 2. Ogni CD e DVD in futuro sarà infatti stampato con un numero identificativo univoco che, abbinato a quello integrato nell’hardware di ogni PS2, verrà trasmesso on-line ad un server per l’identificazione: i giochi che non saranno autenticati non funzioneranno.

Lo schema di autenticazione contempla varie licenze d’utilizzo del software: è possibile che esso limiti il funzionamento del gioco solo sulla macchina del legittimo proprietario oppure, nel caso di titoli multi-utente o educativi, ne consenta la registrazione e/o l’utilizzo su più console in contemporanea.

Il lucchetto di Sony arriva in concomitanza con l’aprirsi di una nuova epoca per gli utenti Playstation: la possibilità di giocare e scaricare titoli dalla rete. Per l’occasione, Sony rilascerà anche un hard disk su cui gli utenti potranno scaricare i giochi acquistati.


Dopo l’annuncio di Sony del mese scorso circa il completamento del passaggio, per i suoi chip, dal processo produttivo a 0,25 micron verso quello a 0,18 micron, il colosso ha ora fatto sapere che spiccherà presto un altro salto in avanti abbracciando la tecnologia a 0,13 micron.

I chip coinvolti in questa transizione tecnologica saranno l’Emotion Engine, prodotto da Toshiba, ed il Graphics Synthesiser (GS), prodotto da Simplex Solutions.

Il passaggio agli 0,13 micron ridurrà il fattore di forma dei chip consentendo a Simplex di integrare sul nuovo GS altri 28 MB di video RAM, per un totale di 32 MB. Il nuovo processo produttivo consentirà invece a Toshiba di incrementare la frequenza di clock dell’Emotion Engine e dare così una spinta alle prestazioni generali della PS2.

Tutto ciò consentirà all’attuale Playstation di rimanere competitiva anche in vista dell’uscita, verso fine anno, di una più fresca e pimpante Xbox. Del resto Sony ha recentemente dichiarato come sia semplicemente ridicolo pensare che la Playstation 3 possa uscire entro i prossimi due anni.

Questo aggiornamento in corsa di una console rappresenta senza dubbio un fatto inedito, che pone da subito un interrogativo: i giochi che sfrutteranno le PS2 “pompate” resteranno compatibili anche con gli attuali modelli o d’ora in avanti anche gli utenti di Playstation dovranno fare i conti con i famigerati “requisiti minimi di sistema”?

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 03 2001
Link copiato negli appunti