Play2, Sony non balla più da sola

Il colosso giapponese ha in progetto di integrare la PS2 in un network videoludico senza precedenti, fatto di fibre ottiche e server multiplayer. Nel frattempo non trascura la produzione e promette 20 milioni di unità nei prossimi 12 mesi


Tokyo (Giappone) – Sony, Sega e Namco hanno rivelato un progetto che, a loro dire, nei prossimi anni rivoluzionerà il mondo dei videogiochi. I tre colossi giapponesi sono in procinto di mettere in piedi un network a larga banda per il gioco on-line destinato agli utenti di Playstation 2.

Questa rete, che dapprima verrà testata in Giappone per essere poi estesa al resto del mondo, consisterà in una serie di server collegati attraverso fibre ottiche: ogni server, attraverso cui verrà gestito il gioco multiplayer, sarà dotato di un hard disk da 80 GB e una connessione Ethernet da 100 MBit.

“La larga banda non è anni avanti”, ha detto un portavoce di Sony. “Si sta avverando e si sta avverando adesso”.

Ma per giocare in rete occorrerà per forza di cose un hard disk: secondo alcune voci, Sony ne starebbe per rilasciare uno da 40 GB che potrebbe uscire in coincidenza con il lancio dell’attesissimo gioco Final Fantasy X. Il produttore dei dischi fissi per PS2 sarà, com’era stato annunciato qualche tempo addietro, Seagate.

I tre big dei videogame sembra non vogliano correre rischi per quel che riguarda la pirateria, e mettono fin d’ora le mani avanti. “Non possiamo proporre un servizio a larga banda finché non avremo la sicurezza che non si ripetano anche in questo settore i problemi legati al diritto di copia che hanno afflitto l’industria della musica”, ha affermato Ken Kutaragi, presidente di Sony Computer Entertainment Inc..

Sony ha così rivelato che il copyright dei giochi on-line sarà tutelato da un robusto meccanismo di protezione basato da un lato sull’identificativo univoco che ogni PS2 porta “impresso” nel suo chipset, e dall’altro lato sulla tecnologia MagicGate implementata nelle memory card. Agli utenti potranno così essere addebitati con sicurezza tutti i servizi utilizzati, dal gioco on-line al download di musica e film.

Sony sostiene che questo nuovo meccanismo di protezione verrà inizialmente applicato al network di PS2, ma in futuro potrebbe venir esteso ovunque. Un avvertimento?


Per il prossimo anno fiscale, che avrà inizio il primo di aprile, Sony prevede di rilasciare 20 milioni di unità. Questa volta il gigante non ha più scuse: deve mantenere la promessa. Lo scorso anno, per problemi produttivi, Sony ha infatti rilasciato solo 8,2 milioni di console, contro i 10 milioni previsti inizialmente .

Sony ha assicurato che la produzione del Graphic Synthesizer (GS), il chip grafico della PS2 che in passato era stato causa di problemi di produzione, sta per essere incrementata così da garantire un maggior afflusso di unità sul mercato.

“Guardando alle capacità attuali, noi confidiamo nel fatto di riuscire a produrre molte più unità”, ha affermato Kutaragi. “Stiamo fabbricando un milione di GS per Playstation 2 al mese, ma siamo ancora in difficoltà nell’approvvigionare sia il mercato nord americano che quello europeo”.

Per mantenere le stime di 20 milioni di unità per il prossimo anno fiscale, Sony conta di elevare la produzione di GS dal milione al mese a 1,4 milioni in febbraio e 1,6 milioni di marzo: di questo passo l’azienda riuscirà a sfornare 1,5 milioni di PS2 al mese nella prima metà del prossimo anno fiscale e 2 milioni di unità nella seconda metà.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' ora di finirla!
    E' ora di finirla con questa Microsoft che fa sti programmi pieni di bug che mettono in pericolo la sicurezza della mio pc e della mia privacy... Come? ICQ e AIM non li fa la Microsoft...? Ah, scusate...
    • Anonimo scrive:
      E' ora di finirla!ICQ e AIM non sono Microsoft!
      - Scritto da: xakl
      E' ora di finirla con questa Microsoft che
      fa sti programmi pieni di bug che mettono in
      pericolo la sicurezza della mio pc e della
      mia privacy... Come? ICQ e AIM non li fa la
      Microsoft...? Ah, scusate...ICQ e AIM li usano l'utenza di massa.Microsoft fornisce il supporto per creareintrusioni indesiderate.Prova a fare un virus sotto Linux (OS di massa);prima di quel momento non rompere i buglioni,incompetente.Pino Silvestre
      • Anonimo scrive:
        Re: E' ora di finirla!ICQ e AIM non sono Microsoft!
        - Scritto da: Pino Silvestre
        - Scritto da: xakl

        E' ora di finirla con questa Microsoft che

        fa sti programmi pieni di bug che mettono
        in

        pericolo la sicurezza della mio pc e della

        mia privacy... Come? ICQ e AIM non li fa
        la

        Microsoft...? Ah, scusate...
        ICQ e AIM li usano l'utenza di massa.
        Microsoft fornisce il supporto per creare
        intrusioni indesiderate.
        Prova a fare un virus sotto Linux (OS di
        massa);
        prima di quel momento non rompere i buglioni,
        incompetente.

        Pino Silvestre
        Caro signor Pino Silvestre, prima di dare dell'incompetente agli altri guardati allo specchio (NB io non conosco assolutamente questo xakl ma ODIO le persone sbruffone e sparasentenze come te). Saluti pojke
    • Anonimo scrive:
      Re: E' ora di finirla!
      - Scritto da: xakl
      E' ora di finirla con questa Microsoft che
      fa sti programmi pieni di bug che mettono in
      pericolo la sicurezza della mio pc e della
      mia privacy... Come? ICQ e AIM non li fa la
      Microsoft...? Ah, scusate...(ROTFL)Dai.. M$ non è mica l'unica a saper fare programmi bacati.....
  • Anonimo scrive:
    ICQ e C6
    ICQ ha una miriade di bug che forse nemmeno lo sanno i programmatoriHo notato che sul sito www.tsponline.net per esempio sono descritti altri 4 bug agghiaccianti.Sono desolato.Io vorrei sapere derl c6 invece.
  • Anonimo scrive:
    ed il yahoo! messenger???
    Salve son un un utente di yahoo! messenger...volevo sapere se ci sian gli stessi problemi sull'istant messenger di yahoo.Grazie in anticipo e distinti saluti.limp_bizkit_style
    • Anonimo scrive:
      Re: ed il yahoo! messenger???
      - Scritto da: limp_bizkit_style
      Salve son un un utente di yahoo!
      messenger...volevo sapere se ci sian gli
      stessi problemi sull'istant messenger di
      yahoo.Anche io vorrei sapere sta cosa...graziePino Silvestre
      • Anonimo scrive:
        Re: ed il yahoo! messenger???
        Non vi preoccupate, tanto ormai il vostro account ve l'ho rubato...- Scritto da: Pino Silvestre
        - Scritto da: limp_bizkit_style

        Salve son un un utente di yahoo!

        messenger...volevo sapere se ci sian gli

        stessi problemi sull'istant messenger di

        yahoo.
        Anche io vorrei sapere sta cosa...

        grazie
        Pino Silvestre
        • Anonimo scrive:
          Re: ed il yahoo! messenger???
          AAAAHHH siii??? Voglio vedere se riesci a rubare anche il mio, ti lancio la sfida!!!!!!Beccami se sei capace!!!!!!- Scritto da: Rombi.B
          Non vi preoccupate, tanto ormai il vostro
          account ve l'ho rubato...
  • Anonimo scrive:
    Ma per favore...
    Ma chi li scrive sti articoli? Nonna papera?Anche l'articolo "Bucare ICQ è davvero troppo facile" contiene frasi che suscitano 1 ilarità generale..."(siti) densi di elenchi di programmi con cui inviare migliaia di messaggi contemporaneamente ad un account ICQ, con cui individuare il numero IP del computer che usa il sistema scambiamessaggini, con cui mandare in tilt e far chiudere ICQ all'utente-vittima."...Proprio imprese di cui andare fieri, tecniche da 'acher' eheh...Inoltre è perfettamente inutile l'hide ip e manco servono i famosi 'programmini' per 'sniffare'...Basta un comune netstat poichè, in generale, l'ip di chi hai in lista è pubblicato dal server e il tuo client li conosce benissimo (poichè spesso instaura una connessione diretta e non 'via server'). Allora in questa ottica usare licq è da cracker?In effetti si aggiunge chiunque nella propria lista senza richiedere l'autorizzazione..Chiunque cerca gli ip delle 'vittime' utilizzando robe tipo icq-sniffer è assolutamente innocuo altro che "senza volerlo si fornisce una via d'accesso al proprio computer facile facile".."conoscere l'indirizzo IP dell'utente ICQ, al punto da potergli sottrarre l'account, visionare i messaggi e la lista dei contatti e, in certe condizioni, persino entrargli nel computer "via ICQ"", entrargli nel computer..vabbè..Comunque gran parte dei problemi di icq & C. sono i protocolli da albanesi utilizzati, ridicoli e insicuri; giustamente ora si subiscono le conseguenze (vedi "spoof uin" del vecchio licq eheh).Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma per favore...
      - Scritto da: _Ioria_
      Ma chi li scrive sti articoli? Nonna
      papera?Ueh, superman... personalmente mi son trovato uno a passeggiare nel pc proprio grazie a Icq e nonostante alcune non superficiali precauzioni. Da allora Icq è sparito dalla mia macchina. Insieme con il .exe che mi aveva tranquillamente veicolato. Ciao Ciao.Mauro
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma per favore...
        huhuahuahuricordo la versione di licq con spoofing =)attention: use of this is immoral ...bwhah2 scherzetti li ho fatti =)
  • Anonimo scrive:
    il problema...
    Il problema secondo me è che questi programmi sono fatti per essere largamente diffusie e per fare ciò si devono rivogere ad un pubblico vasto. Si sa che la media degli utilizzatori di internet non conosce neanche la differenza tra un .exe e .txt da qui il problema! E proteggere ICQ o AIM in maniera massiccia (a prova di ignorante cioè) significherebbe appesantire il programma e quindi nuocerebbe alla sua distribuizione.
    • Anonimo scrive:
      Re: il problema...
      Il problema reale è che sia il client ICQ che il sistema operativo più usato dall'utente medio (non voglio far nomi...) sono pieni di falle dal punto di vista della sicurezza perchè programmati male. Aggiungere codice che renda sicuro un programma non crea problemi di velocità a meno che non sia il resto del programma stesso scritto con i piedi (parola di lupetto). Quanto all'ignoranza degli utenti non è solo colpa delle case che producono software, non credete? ;) Certo un utente dovrebbe re quanto è sicuro il software che compra/utsapeilizza, ma se l'utente non si è mai posto questo problema è inutile che poi si lamenti. Del resto anche nel mondo "reale" le porte di ferro si montano prima... ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: il problema...
        Il problema è un'altro, non si fa altro che criticare un programma, io credo che se non ci fossero stronzi che si divertono a entrare nei pc di gente comune, non ci sarebbero di questi problemi, ma già, visto che queste menti bacate non riescono a far sfoggio della loro bravura entrando in pc di grosse compagnie, si accontentano per farsi belli di entrare magari in un pc, di una casalinga.Ma fatemi ridere, diventate adulti, non è entrando nel pc di un ragazzino che lo usa con i giochini!!!!!!!!!!!Usate i forum in maniera piu costruttiva!!!!Uno spallato....- Scritto da: Domenico Di Donna
        Il problema reale è che sia il client ICQ
        che il sistema operativo più usato
        dall'utente medio (non voglio far nomi...)
        sono pieni di falle dal punto di vista della
        sicurezza perchè programmati male.
        Aggiungere codice che renda sicuro un
        programma non crea problemi di velocità a
        meno che non sia il resto del programma
        stesso scritto con i piedi (parola di
        lupetto). Quanto all'ignoranza degli utenti
        non è solo colpa delle case che producono
        software, non credete? ;) Certo un utente
        dovrebbe re quanto è sicuro il software che
        compra/utsapeilizza, ma se l'utente non si è
        mai posto questo problema è inutile che poi
        si lamenti. Del resto anche nel mondo
        "reale" le porte di ferro si montano
        prima... ;)
Chiudi i commenti