Playboy firma il suo primo videogioco

L'impero del coniglietto estende la sua mano verso il mondo videoludico e annuncia la futura uscita del primo videogioco a portare la sua firma. Scopo del gioco, vestire i panni del fondatore di Playboy e dar vita ad un colosso del porno


New York (USA) – Creare dal nulla un impero del porno in chiave soft. Questa la meta da raggiungere in quello che sarà il primo videogioco firmato da Playboy Enterprises , controparte di quell’impero dell’intrattenimento per soli adulti che dovrà essere costruito nella nuova “simulazione interattiva”.

Il gioco, che dovrebbe uscire nel 2004 per PC, PlayStation 2 e Xbox, sarà sviluppato congiuntamente da Groove Games e Arush Entertainment (creatrice del recente “Duke Nukem: Manhattan Project”), e dovrebbe seguire le classiche linee guida dei giochi che hanno per capostipite SimCity: costruire un mondo virtuale attraverso l’attenta pianificazione di risorse e investimenti. In questo caso il giocatore dovrà ripercorrere le imprese di Hugh Hefner, fondatore di Playboy, e dar vita alla più grande azienda del porno mai apparsa nel mondo digitale.

Per il momento non si conoscono altri dettagli sul gioco in via di sviluppo, né è possibile sapere se questo conterrà foto o scene “osé”. In ogni caso, visto il tema trattato e il target di utenti a cui si rivolge, il titolo sarà quasi sicuramente vietato ai minori.

“Siamo molto contenti di lavorare con Arush e Groove per sviluppare questo gioco e fornire al bacino di utenti di Playboy un nuovo ed eccitante modo per interagire con il nostro brand”, ha affermato Alex Vaickus, presidente della global licensing di Playboy Entertainment. “Questo accordo segna l’ingresso di Playboy nella categoria dei videogiochi ed è una mossa significativa per espandere il nostro marchio nell’arena dell’entertainment”.

Playboy sostiene che sono 3,1 milioni i lettori della sua omonima e ben nota rivista vietata ai minori a possedere un PC o una console per il gioco: gli stessi che, lo scorso anno, avrebbero speso in videogiochi oltre 300 milioni di dollari. Cifre che, a quanto pare, hanno fatto intravedere a Playboy un nuovo filone d’oro per i propri affari.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: E mac os x???
    - Scritto da: Anonimo
    MICROSOFT Windows XP Home CD Ital. OEM
    Euro 121,20
    IVATO.

    MICROSOFT Windows XP Professional CD Ital.
    OEM Euro 183.60 sempre ivato.

    Prezzi di ESSEDISono prezzi OEM. Il prezzo ufficiale di windowsXP "Profescional" è sopra i 400 ?uro...Jaguar ne costa 168 di ?uro.
  • Maxesse scrive:
    Re: E mac os x???

    MICROSOFT Windows XP Home CD Ital. OEM
    Euro 121,20
    IVATO.

    MICROSOFT Windows XP Professional CD Ital.
    OEM Euro 183.60 sempre ivato.

    Prezzi di ESSEDI

    Ed hai detto cmq una balla.
    Infatti mi sono sbagliato quello era il prezzo in promozione appena uscito (con in regalo la maglietta). Ora sull'apple store costa 166,80 ?.Che è comunque meno di xp professional.E se lo compri da www.personal-system.com ti danno pure in regalo 128 mb di ram allo stesso prezzo.Cmq io mi tengo osx, voi tenetevi windows.
  • Anonimo scrive:
    Re: E mac os x???
    - Scritto da: Maxesse
    Vorrei ricordare che in macos in generale si
    fa molto più uso delle scorciatoie di
    tastiera che sotto windows o linux. C'è un
    mela+qualche tasto per qualsiasi cosa. Ogni
    mac user ne conosce a menadito almeno una
    trentina di ste scorciatoie.Te credo... con un solo tasto e' fondamentale conoscere a memoria almeno una trentina di scorciatoie :))
  • Anonimo scrive:
    porc! e il pinguin col capp da cowboy??!
    Mannaggia'.. E l'immaggine di linuxo ritoccata dov'e' ?!?!anarchico
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: porc! e il pinguin col capp da cowboy??!
      - Scritto da: Anonimo
      Mannaggia'.. E l'immaggine di linuxo
      ritoccata dov'e' ?!?!ovviamente qui!http://linuxcowboy.net/ciao ! ;)LucaS
  • Altf4 scrive:
    Re: E mac os x???
    Io iinvece non parlo di mac perchè ci ho lavorato per mesi e adesso più ne sono lontano più sono felice.
    • Anonimo scrive:
      Re: E mac os x???
      - Scritto da: Altf4
      Io iinvece non parlo di mac perchè ci ho
      lavorato per mesi e adesso più ne sono
      lontano più sono felice.Boooom!!!Eccone un altro...visto che ci hai "lavorato per mesi" mi dici come ti trovavi con le cartelle a impulso e se, secondo te, era meglio la scelta risorse di appleshare o rendezvous?
      • Anonimo scrive:
        Re: E mac os x???
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Altf4

        Io iinvece non parlo di mac perchè ci ho

        lavorato per mesi e adesso più ne sono

        lontano più sono felice.

        Boooom!!!
        Eccone un altro...visto che ci hai "lavorato
        per mesi" mi dici come ti trovavi con le
        cartelle a impulso e se, secondo te, era
        meglio la scelta risorse di appleshare o
        rendezvous?Ti sembra così incredibile sentire gente che si trova male sugli Apple?? Anche io mi sono sempre trovato male da MacOS a OSX.Non siamo tutti innamorati di Steve Jobs.
        • Anonimo scrive:
          Re: E mac os x???
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Altf4


          Io iinvece non parlo di mac perchè ci
          ho


          lavorato per mesi e adesso più ne sono


          lontano più sono felice.



          Boooom!!!

          Eccone un altro...visto che ci hai
          "lavorato

          per mesi" mi dici come regolavi la velocità delle

          cartelle a impulso e se, secondo te, era

          meglio la scelta risorse di appleshare o

          rendezvous?

          Ti sembra così incredibile sentire gente che
          si trova male sugli Apple?? Anche io mi sono
          sempre trovato male da MacOS a OSX.Si, è incredibile. Però mi sembra normalissimo trovare chi non ha MAI usato un mac e ne parla male...se tu "veramente" ti sei trovato male sarai anche in grado di rispondere a quella semplice domanda di cui sopra;))) Dubito che tu sappia di cosa si tratti...
          Non siamo tutti innamorati di Steve Jobs.Steve chi? Svegliatevi
  • Anonimo scrive:
    Re: E mac os x???
    - Scritto da: Anonimo
    Nelle solite polemiche che fate tra Linux e
    Windows nessuno tira mai in ballo apple.
    Qualche flame su questo, niente???Mac OS è per quegli utonti che farebbero guai anche pigiando sul tasto di espulsione del floppy disk ;))
    • Maxesse scrive:
      Re: E mac os x???
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Nelle solite polemiche che fate tra Linux
      e

      Windows nessuno tira mai in ballo apple.

      Qualche flame su questo, niente???

      Mac OS è per quegli utonti che farebbero
      guai anche pigiando sul tasto di espulsione
      del floppy disk ;))...ma che alla fine sono più produttivi di quelli che perdono mezza giornata a sistemare windows quando non gli va.E forse tu ti riferisci a classic, prova osx e forse cambi idea.
      • Anonimo scrive:
        Re: E mac os x???
        - Scritto da: Maxesse
        ...ma che alla fine sono più produttivi di
        quelli che perdono mezza giornata a
        sistemare windows quando non gli va.
        E forse tu ti riferisci a classic, prova osx
        e forse cambi idea.che palle.. dicevate le stesse cose anche prima di OSX.Proveremo OSX quando la apple lo vendera' per X86.. e da quanto ne so io, stanno finalmente pensado di mollare quel chiodo di superprocessore e quella poco interessata azienda buona a fare telefonini.Invece di giudicare win dal pc con win95 e 32 mega che avete in ufficio da 8 anni.. provatene uno vero.
  • Anonimo scrive:
    linux is not the best
    but windows I detest
  • Anonimo scrive:
    Re: E mac os x???
    Che ti devo dire, mac os X non vale nemmeno la spesa delle parole.
  • Anonimo scrive:
    Questo Linux che p...e
    Linux sarà bello, stupendo, efficente,il massimo per un SO ma non è standardizzato; usarlo non è immediato (Windows lo imparano tutti e subito), installarlo, configurare le periferiche è cosa complicata.E' roba da smanettoni, esperti di informatica o per gente che lavora professionalmente sui PC.La maggior parte degli esseri umani che usa un PC svolge un altro lavoro o professione, ha bisogno di un computer che gli faccia ciò che serve e non può perdere ore in masturbazioni informatiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo Linux che p...e
      Bello, hai raccolto insieme quasi tutte le FUD che Microsoft ti propina da un paio di anni.Manca solo "Linux non ha un'interfaccia grafica", "in Linux le periferiche hardware non vanno", "Linux non e' plug & play".Dimenticavo: il tuo commento non centra un figo con la notizia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo Linux che p...e
        - Scritto da: Anonimo
        Bello, hai raccolto insieme quasi tutte le
        FUD che Microsoft ti propina da un paio di
        anni.Sarà come dici tu, ma chiediti perchè si continua ad usare quasi solo WIndows; ah scusa, dimenticavo, siamo tutti "troll" e "utonti"
        Manca solo "Linux non ha un'interfaccia
        grafica", appunto, non l'ho detto "in Linux le periferiche hardware
        non vanno", non ho detto neanche questo"Linux non e' plug & play". questo si che l'ho detto. E ne ho avuto la conferma in più occasioni di amici "non utonti" che riuscivano, a prezzo di grande fatica, a far funzionare uno scanner, una stampante o altre periferiche.

        Dimenticavo: il tuo commento non centra un
        figo con la notizia.Allora sono in buona compagnia, leggiti tutti gli altri commenti.Senza rancore, ti amo così come sei anche se preferisci Linux.
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo Linux che p...e
          OT per OT ti rispondo ugualmente, visto che mi sei sembrato meno idiota di prima con questo post :)Per prima cosa non e' vero che "tutti continuano ad usare windows". Ogni giorno sono sempre di piu' le persone che staccano il cordone ombellicale da mamma Micros... poi io piu' che sostenere Linux sostengo l'open source (se vedessi che browser uso...), ad esempio come puoi leggere proprio oggi ci sono dipendenti Microsoft che usano vim!p.s. mai provato knoppix? La usano pure i lamer!
          • fancu scrive:
            Re: Questo Linux che p...e

            Per prima cosa non e' vero che "tutti
            continuano ad usare windows". Ogni giorno
            sono sempre di piu' le persone che staccano
            il cordone ombellicale da mamma Micros...Pare che ibm abbia dato un ultimatum: entro la finedel 2003 niente più desktop windows...
            p.s. mai provato knoppix? La usano pure i
            lamer!Knoppix è semplicemente stupendo. Io lo uso comedisco di "rescue"...
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo Linux che p...e

          "Linux non e' plug & play".
          questo si che l'ho detto. E ne ho avuto la
          conferma in più occasioni di amici "non
          utonti" che riuscivano, a prezzo di grande
          fatica, a far funzionare uno scanner, una
          stampante o altre periferiche. se ci sono i driver li prendi e li installi...tutto qua...se non ci sono, non ci sono...se uno ci mette tanto un po utonto lo e...by: blah
      • Kyr scrive:
        Re: Questo Linux che p...e
        Giusto per fare un esmpio:l'altro giorno ho buttato sui la Mandarke 9.0, molto carina una volta installata, peccato che non ne vuole sapere di riconoscere il mio MouseWare iFeel Logitech USB.Ho trovato un hint con tutti i passaggi per poter configurare da solo manualmente i vari file di testo di configurazione affinchè riuscissi a settare correttamente il mouse....Behcercando id caricare uno dei driver necessari (modprobe usb-uhci) mi da uino strano errore che mi indica il mancato caricamento del driver...??Il colmo è che lo stesso mouse sulla 8.0 non funziona e sulla 8.1 si...Per non parlare delle differenze tra le varie distro....Come partenza è peggio del Registry di Windows, ma a chi vogliamo darla a bere..???Che due p***e dover star sempre lì fare googling.....- Scritto da: Anonimo
        Bello, hai raccolto insieme quasi tutte le
        FUD che Microsoft ti propina da un paio di
        anni.
        Manca solo "Linux non ha un'interfaccia
        grafica", "in Linux le periferiche hardware
        non vanno", "Linux non e' plug & play".

        Dimenticavo: il tuo commento non centra un
        figo con la notizia.
    • KerNivore scrive:
      Re: Questo Linux che p...e
      - Scritto da: Anonimo
      Linux sarà bello, stupendo, efficente,il
      La maggior parte degli esseri umani che usa
      un PC svolge un altro lavoro o professione,
      ha bisogno di un computer che gli faccia ciò
      che serve e non può perdere ore in
      masturbazioni informatiche.Pero' sembra che possa perdere tempo in :1. Aspettare che l'antivirus (obbligatorio) scansioni tutto quello che si fa2. Interrompere il lavoro e riavviare ogni mezzora3. Aggiornare l'antivirus 2 volte al giorno4. Reinstallare i programmi una volta a settimana perche' improvvisamente hanno smesso di funzionare5. Chiamare qualcuno che rimetta a posto tutto perche' di punto in bianco non funziona piu' niente6. Formattare ogni 6 mesi perche' il sistema non ce la fa piu'Inoltre, lavorare almeno un mese all'anno SOLO per potersi permettere le licenze dai prezzi stratorferisci che ti propinano....Ognuno e' libero di investire il proprio tempo come meglio crede...
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo Linux che p...e
        - Scritto da: KerNivore
        Pero' sembra che possa perdere tempo in :

        1. Aspettare che l'antivirus (obbligatorio)
        scansioni tutto quello che si faballa n.1
        2. Interrompere il lavoro e riavviare ogni
        mezzoraAltra balle e sono 2.
        3. Aggiornare l'antivirus 2 volte al giornose lo usi lo fai in automatico con un click... balla 3.
        4. Reinstallare i programmi una volta a
        settimana perche' improvvisamente hanno
        smesso di funzionarema che esperienze hai avuto con win?? Balla n. 4
        5. Chiamare qualcuno che rimetta a posto
        tutto perche' di punto in bianco non
        funziona piu' nienteincredibbbile! Balla n. 5
        6. Formattare ogni 6 mesi perche' il sistema
        non ce la fa piu'se installi tonnellate di monnezza lo credo.. su linux non installi nulla e si deve reinstallare ogni nuova release di linux.
        Inoltre, lavorare almeno un mese all'anno
        SOLO per potersi permettere le licenze dai
        prezzi stratorferisci che ti propinano....caro mio, i prodotti si pagano.... le cazzate sono gratis.
        Ognuno e' libero di investire il proprio
        tempo come meglio crede...
        • Skaven scrive:
          Re: Questo Linux che p...e
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: KerNivore

          Pero' sembra che possa perdere tempo in :



          1. Aspettare che l'antivirus
          (obbligatorio)

          scansioni tutto quello che si fa

          balla n.1 Ottima argomentazione!


          2. Interrompere il lavoro e riavviare ogni

          mezzora

          Altra balle e sono 2.Anche qui le parole si sprecano!


          3. Aggiornare l'antivirus 2 volte al
          giorno

          se lo usi lo fai in automatico con un
          click... balla 3.scusa??? che intendi? anche la mia debian si aggiorna interamente da sola con un click! ed è un'intera distro, non un programmino come l'antivirus!


          4. Reinstallare i programmi una volta a

          settimana perche' improvvisamente hanno

          smesso di funzionare

          ma che esperienze hai avuto con win?? Balla
          n. 4Ottima argomentazione! vai cosi!


          5. Chiamare qualcuno che rimetta a posto

          tutto perche' di punto in bianco non

          funziona piu' niente

          incredibbbile! Balla n. 5
          anche qui ti sei sprecato, balla una fava! non sai quanta gente ho mandato a quel paese perche non mi finiva piu di suonare il cellulare! non faro' mai piu lo sbaglio di dire in giro che lavoro nel campo!!! troppi utonti windozzari col pc in pappa!!!

          6. Formattare ogni 6 mesi perche' il
          sistema

          non ce la fa piu'

          se installi tonnellate di monnezza lo
          credo.. su linux non installi nulla e si
          deve reinstallare ogni nuova release di
          linux.ma senti le vaccate che devo leggere..1) non essendoci quella porcheria del registro di windows, in linux puoi installare quanti cavolo di programmi vuoi, il sistema non ne risente affatto! Quello che conta è cio che stai facendo girare in memoria! Per windows invece vale la regola: + prog installi + il registro si ingrossa + l'os diventa pesante!2) suppongo che quando parli di "linux" ti riferisci al kernel vero? dove l'hai letto che va reinstallato ogni volta scusa?? In ogni modo niente di piu falso! Io ho aggiornato il kernel la settimana scorsa senza reinstallare nulla!


          Inoltre, lavorare almeno un mese all'anno

          SOLO per potersi permettere le licenze dai

          prezzi stratorferisci che ti propinano....

          caro mio, i prodotti si pagano.... le
          cazzate sono gratis.Che ti devo dire, è ormai un po che ho completamente abbandonato windows e con linux faccio quello che facevo prima, non ho sborsato un euro! un caso? puo' darsi..


          Ognuno e' libero di investire il proprio

          tempo come meglio crede...esatto, come puoi notare io il mio l'ho investito per risponderti e per _argomentare_ ogni mia risposta ad ogni tua ehm.. "vakkata"? :)))) Ma si sa, sparare a zero è una vostra specialita', Ballmer insegna! saluti!
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Skaven


            1. Aspettare che l'antivirus

            (obbligatorio)


            scansioni tutto quello che si fa



            balla n.1

            Ottima argomentazione!Mica le dico io le palle.


            2. Interrompere il lavoro e riavviare
            ogni


            mezzora



            Altra balle e sono 2.

            Anche qui le parole si sprecano!Se uno dice queste stupidaggini cosa dovrei argomentare?
            scusa??? che intendi?
            anche la mia debian si aggiorna interamente
            da sola con un click! ed è un'intera distro,
            non un programmino come l'antivirus!stessa cosa con winupdate.


            4. Reinstallare i programmi una volta a


            settimana perche' improvvisamente hanno


            smesso di funzionare



            ma che esperienze hai avuto con win??
            Balla

            n. 4

            Ottima argomentazione! vai cosi!Non ho mai reinstallato i programmi che uso.. figuriamoci una volta a settimana. C'e' poco da argomentare.Come se io dicessi che linux si resetta da solo ogni 20 secondi.. come argomenti? Dandomi del pallonaro.




            5. Chiamare qualcuno che rimetta a
            posto


            tutto perche' di punto in bianco non


            funziona piu' niente



            incredibbbile! Balla n. 5



            anche qui ti sei sprecato, balla una fava!
            non sai quanta gente ho mandato a quel paese
            perche non mi finiva piu di suonare il
            cellulare! non faro' mai piu lo sbaglio di
            dire in giro che lavoro nel campo!!! troppi
            utonti windozzari col pc in pappa!!!Coerenza.. Volete linux per lavorare di assistenza quando avete una quantita' enorme di clienti chiamanti gia' pronta.


            6. Formattare ogni 6 mesi perche' il

            sistema


            non ce la fa piu'



            se installi tonnellate di monnezza lo

            credo.. su linux non installi nulla e si

            deve reinstallare ogni nuova release di

            linux.

            ma senti le vaccate che devo leggere..
            1) non essendoci quella porcheria del
            registro di windows, in linux puoi
            installare quanti cavolo di programmi vuoi,
            il sistema non ne risente affatto! Quello
            che conta è cio che stai facendo girare in
            memoria! Per windows invece vale la regola:
            + prog installi + il registro si ingrossa +
            l'os diventa pesante!Ma sai quanti programmini free/share/GPL si installano sotto Windows senza installarli? Anche photoshop lo puoi non installare se lo hai in rete su un altra macchina o masterizzato l'installato sul CD. Diciamo che su linux spesso bisogna assegnare a mane le variabili di sistema, cosa che puoi fare anche sotto win se utilizzi qualcosa di installato da un altra parte. Il problema e' che sotto linux ci puoi installare ben poco di software... parlo del software vero non quello fatto da qualche ragazzetto mantenuto.
            2) suppongo che quando parli di "linux" ti
            riferisci al kernel vero? dove l'hai letto
            che va reinstallato ogni volta scusa?? In
            ogni modo niente di piu falso! Io ho
            aggiornato il kernel la settimana scorsa
            senza reinstallare nulla! l'ultima moda del momento e' reinstallare da zero l'ultima distro presa in edicola.. :) Io non aggiorno il mio 2000 da non so quando ....
            Che ti devo dire, è ormai un po che ho
            completamente abbandonato windows e con
            linux faccio quello che facevo prima, non ho
            sborsato un euro! un caso? puo' darsi..Peccato che molti professionisti non necessitano solo di scrivere mail, navigare e masterizzare CD audio, cosa tralaltro fattibile sotto win.




            Ognuno e' libero di investire il
            proprio


            tempo come meglio crede...

            esatto, come puoi notare io il mio l'ho
            investito per risponderti e per
            _argomentare_ ogni mia risposta ad ogni tua
            ehm.. "vakkata"? :))))

            Ma si sa, sparare a zero è una vostra
            specialita', Ballmer insegna!

            saluti!Io sparo a zero, e le falsita' numerate del messaggio precedente cosa sono? Mancava solo plug and pray, dead blue screen e poi avevi completato la lista delle stronzate.Continua a lavorare e produrre sotto linux... visto che ti accontenti della bassa qualita' delle applicazioni e della carenza di applicazioni.La qualita' del software che c'e' sotto linux oggi, per quanto mi riguarda, e' pari a quella che c'era hai tempi di win3.1... e non sto esagerando.Non vedo perche' dovrei tagliarmi le gambe da solo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Anonimo
            installato da un altra parte. Il problema e'
            che sotto linux ci puoi installare ben poco
            di software... parlo del software vero non
            quello fatto da qualche ragazzetto
            mantenuto.gia.. openmosix e'fatto da un ragazzetto mantenuto...
            l'ultima moda del momento e' reinstallare da
            zero l'ultima distro presa in edicola.. :)
            Io non aggiorno il mio 2000 da non so quandoho aggiornato la mia mandrake da 8.0 a 9.0 dopo quasi 2 anni di installazione.
            Continua a lavorare e produrre sotto
            linux... visto che ti accontenti della bassa
            qualita' delle applicazioni e della carenza
            di applicazioni.bassa qualita' delle applicazioni...carenza...[munehiro@quela rpmforge]$ rpm -qa |wc -l 822questa per te e'carenza?sul fatto che alcuni software non sono perfetti posso anche essere d'accordo, ma sul fatto che siano di bassa qualita' mi dispiace ma non ci siamo.
            La qualita' del software che c'e' sotto
            linux oggi, per quanto mi riguarda, e' pari
            a quella che c'era hai tempi di win3.1... e
            non sto esagerando.tralasciando la qualita' del tuo italiano, visto che spari a zero, forse ritieni utilizzabile solo software che costa diverse milionate? per fare la paginetta web ti serve per forza photoshop? per fare il sito ti serve per forza frontpage? per scrivere una lettera ti serve per forza office?
            Non vedo perche' dovrei tagliarmi le gambe
            da solo.contento te... io mi trovo bene cosi', non vedo perche' dovrei abbassarmi ad usare un sistema insulso e stupid-oriented. mi ritengo ancora in grado di poter usare un computer, non di farmi usare da lui e dal sistema operativo che c'e' sopra.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: munehiro

            - Scritto da: Anonimo

            installato da un altra parte. Il problema
            e'

            che sotto linux ci puoi installare ben
            poco

            di software... parlo del software vero non

            quello fatto da qualche ragazzetto

            mantenuto.

            gia.. openmosix e'fatto da un ragazzetto
            mantenuto...Cosa e' sto OpenMosix? Roba aliena?
            tralasciando la qualita' del tuo italiano,
            visto che spari a zero, forse ritieni
            utilizzabile solo software che costa diverse
            milionate? per fare la paginetta web ti
            serve per forza photoshop? per fare il sito
            ti serve per forza frontpage? per scrivere
            una lettera ti serve per forza office?Per gestire un'immagine di 500 mega e poter utilizzare dei particolari plugin ho bisogno di photoshop eccome.Per scrivere una lettere mi basta wordpad. E per fare 3D devo spendere milioni anche sotto linux perche' tutto quello che e' free.... fa schifo ed e' 8 anni indietro rispetto alle apps. commerciali.
            contento te... io mi trovo bene cosi', non
            vedo perche' dovrei abbassarmi ad usare un
            sistema insulso e stupid-oriented. mi
            ritengo ancora in grado di poter usare un
            computer, non di farmi usare da lui e dal
            sistema operativo che c'e' sopra.Non vedo perche' dovrei perdere tempo ad usare un sistema operativo quando devo gia' passare il mio tempo a lavorare sulle applicazioni.
          • Skaven scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Skaven




            1. Aspettare che l'antivirus


            (obbligatorio)



            scansioni tutto quello che si fa





            balla n.1



            Ottima argomentazione!

            Mica le dico io le palle.
            potresti replicare facendo un esempio che dimostra che il tizio racconta balle no? troppo difficile?





            2. Interrompere il lavoro e
            riavviare

            ogni



            mezzora





            Altra balle e sono 2.



            Anche qui le parole si sprecano!
            Se uno dice queste stupidaggini cosa dovrei
            argomentare?
            dimostra con i fatti che le dice...

            scusa??? che intendi?

            anche la mia debian si aggiorna
            interamente

            da sola con un click! ed è un'intera
            distro,

            non un programmino come l'antivirus!

            stessa cosa con winupdate. eh no! questa è una vaccata! datti una guardata a come funziona apt-get di debian! non è proprio come winupdate, quello che fa (male) winupdate lo fa (bene) security.debian.org!




            4. Reinstallare i programmi una
            volta a



            settimana perche' improvvisamente
            hanno



            smesso di funzionare





            ma che esperienze hai avuto con win??

            Balla


            n. 4



            Ottima argomentazione! vai cosi!

            Non ho mai reinstallato i programmi che
            uso.. figuriamoci una volta a settimana.
            C'e' poco da argomentare.
            Come se io dicessi che linux si resetta da
            solo ogni 20 secondi.. come argomenti?
            Dandomi del pallonaro.skaven@debian3:~$ uptime 00:36:01 up 3 days, 5:36, 1 user, load average: 0.19, 0.19, 0.08dai era facile! :)






            5. Chiamare qualcuno che rimetta a

            posto



            tutto perche' di punto in bianco non



            funziona piu' niente





            incredibbbile! Balla n. 5






            anche qui ti sei sprecato, balla una fava!

            non sai quanta gente ho mandato a quel
            paese

            perche non mi finiva piu di suonare il

            cellulare! non faro' mai piu lo sbaglio di

            dire in giro che lavoro nel campo!!!
            troppi

            utonti windozzari col pc in pappa!!!

            Coerenza.. Volete linux per lavorare di
            assistenza quando avete una quantita' enorme
            di clienti chiamanti gia' pronta.Non è il mio lavoro dare assistenza agli amici! ma loro questo non l'hanno capito! Se mi chiama un amico che ha la linuxbox a pu77ane.. mi precipito! ma guarda a caso tutti i miei amici linuxari si risolvono tutti i problemi da soli.. che caso eh?




            6. Formattare ogni 6 mesi perche' il


            sistema



            non ce la fa piu'





            se installi tonnellate di monnezza lo


            credo.. su linux non installi nulla e
            si


            deve reinstallare ogni nuova release di


            linux.



            ma senti le vaccate che devo leggere..

            1) non essendoci quella porcheria del

            registro di windows, in linux puoi

            installare quanti cavolo di programmi
            vuoi,

            il sistema non ne risente affatto! Quello

            che conta è cio che stai facendo girare in

            memoria! Per windows invece vale la
            regola:

            + prog installi + il registro si ingrossa
            +

            l'os diventa pesante!

            Ma sai quanti programmini free/share/GPL si
            installano sotto Windows senza installarli?si, non si installano ma alla prima esecuzione (la maggior parte) vanno bravi bravi a scriversi la loro inutile chiave di registro, sono veramente pochi i soft che usano ancora il sano file ini nella loro dir senza infangare la dir di win.
            Anche photoshop lo puoi non installare se lo
            hai in rete su un altra macchina o
            masterizzato l'installato sul CD. Diciamo
            che su linux spesso bisogna assegnare a mane
            le variabili di sistema, cosa che puoi fare
            anche sotto win se utilizzi qualcosa di
            installato da un altra parte. Il problema e'
            che sotto linux ci puoi installare ben poco
            di software... parlo del software vero non
            quello fatto da qualche ragazzetto
            mantenuto.humpf.. non mi è chiarissimo sto pezzo.. siamo d'accordo che il software molto complesso che richiede anni di sviluppo e di studi è giusto che sia pagato. Pero' ci sono un infinita' di programmi poco o molto utili che sono disponibili anche sotto linux e free. Dove sta il problema? ah gia.. sotto win si trova sempre il crack! wow...


            2) suppongo che quando parli di "linux" ti

            riferisci al kernel vero? dove l'hai letto

            che va reinstallato ogni volta scusa?? In

            ogni modo niente di piu falso! Io ho

            aggiornato il kernel la settimana scorsa

            senza reinstallare nulla!

            l'ultima moda del momento e' reinstallare da
            zero l'ultima distro presa in edicola.. :)
            Io non aggiorno il mio 2000 da non so quando
            .... le mode le lascio agli altri.. la mia debian "unstable" è in piedi da ormai diversi mesi e girera' credo per anni, non vedo il motivo per cui disinstallarla, le altre distro tutte colorate non mi acchiappano! :) a quel punto torno a XP :P


            Che ti devo dire, è ormai un po che ho

            completamente abbandonato windows e con

            linux faccio quello che facevo prima, non
            ho

            sborsato un euro! un caso? puo' darsi..

            Peccato che molti professionisti non
            necessitano solo di scrivere mail, navigare
            e masterizzare CD audio, cosa tralaltro
            fattibile sotto win.certo! hai ragione! infatti io parlavo del mio caso personale! l'ho anche scritto! "un caso? puo' darsi" ovvio che il grafico professionista rimane su win o apple + photoshop (che possono permetterselo)... ma io che la grafica la tratto 1 volta ogni tanto mi tengo il buon vecchio e free Gimp. Capito cosa intendo?







            Ognuno e' libero di investire il

            proprio



            tempo come meglio crede...



            esatto, come puoi notare io il mio l'ho

            investito per risponderti e per

            _argomentare_ ogni mia risposta ad ogni
            tua

            ehm.. "vakkata"? :))))



            Ma si sa, sparare a zero è una vostra

            specialita', Ballmer insegna!



            saluti!

            Io sparo a zero, e le falsita' numerate del
            messaggio precedente cosa sono? Mancava solo
            plug and pray, dead blue screen e poi avevi
            completato la lista delle stronzate.il messaggio precedente al tuo era esagerato e certe cose erano palle! pero', per una volta tanto mi sarebbe piaciuto vedere un windosaro che controbatte un linuxaro mettendo sul tavolo delle argomentazioni in modo da zittirlo.. tutto qui!

            Continua a lavorare e produrre sotto
            linux... visto che ti accontenti della bassa
            qualita' delle applicazioni e della carenza
            di applicazioni.bassa qualita'.. .puo' darsi! pero è bassa qualità free! e senza monopoli diet
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Skaven
            potresti replicare facendo un esempio che
            dimostra che il tizio racconta balle no?
            troppo difficile?un esempio? ok.Il mio computer parte senza scansionarsi per mezz'ora tutti i 140Gb di dischi.. contento?


            Anche qui le parole si sprecano!

            Se uno dice queste stupidaggini cosa
            dovrei

            argomentare?



            dimostra con i fatti che le dice...E io dovrei credere ad uno che dice che sotto windows ogni mezzora bisogna far ripartire un programma?



            scusa??? che intendi?


            anche la mia debian si aggiorna

            interamente


            da sola con un click! ed è un'intera

            distro,


            non un programmino come l'antivirus!



            stessa cosa con winupdate.

            eh no! questa è una vaccata! datti una
            guardata a come funziona apt-get di debian!
            non è proprio come winupdate, quello che fa
            (male) winupdate lo fa (bene)
            security.debian.org!certo :) vuoi mettere security.debian.org.. mica quelle vaccate della MS.






            4. Reinstallare i programmi una

            volta a




            settimana perche' improvvisamente

            hanno




            smesso di funzionare







            ma che esperienze hai avuto con
            win??


            Balla



            n. 4





            Ottima argomentazione! vai cosi!



            Non ho mai reinstallato i programmi che

            uso.. figuriamoci una volta a settimana.

            C'e' poco da argomentare.

            Come se io dicessi che linux si resetta da

            solo ogni 20 secondi.. come argomenti?

            Dandomi del pallonaro.

            skaven@debian3:~$ uptime
            00:36:01 up 3 days, 5:36, 1 user, load
            average: 0.19, 0.19, 0.08ahaha.. ho avuto uptime di 35 giorni.. che dimostra che hai il pc acceso da 3 giorni? Che la ventola della CPU funziona?
            dai era facile! :)potevi anche mettere
            skaven@debian3:~$ uptime
            00:36:01 up 103 days, 5:36, 1 user, load
            average: 0.19, 0.19, 0.08che era lo stesso.
            Non è il mio lavoro dare assistenza agli
            amici! ma loro questo non l'hanno capito! Se
            mi chiama un amico che ha la linuxbox a
            pu77ane.. mi precipito! ho capito... sei razzista. Anche queste sono forme di razzismo.
            ma guarda a caso
            tutti i miei amici linuxari si risolvono
            tutti i problemi da soli.. che caso eh?se uno resiste piu' di 3gg. su linux vuol dire che ha tempo da perderci.
            si, non si installano ma alla prima
            esecuzione (la maggior parte) vanno bravi
            bravi a scriversi la loro inutile chiave di
            registro, sono veramente pochi i soft che
            usano ancora il sano file ini nella loro dir
            senza infangare la dir di win.sono veramente pochi i programmi appena decenti che si trovano sotto linux piuttosto.
            humpf.. non mi è chiarissimo sto pezzo..
            siamo d'accordo che il software molto
            complesso che richiede anni di sviluppo e di
            studi è giusto che sia pagato. Pero' ci sono
            un infinita' di programmi poco o molto utili
            che sono disponibili anche sotto linux e
            free. Dove sta il problema? il problema non esiste. Se esistono per linux esistono anche per win.
            ah gia.. sotto
            win si trova sempre il crack! wow... vedi sopra.
            le mode le lascio agli altri.. la mia debian
            "unstable" è in piedi da ormai diversi mesi
            e girera' credo per anni, non vedo il motivo
            per cui disinstallarla, le altre distro
            tutte colorate non mi acchiappano! :) a quel
            punto torno a XP :Pse ti basta, sono felice per te.
            certo! hai ragione! infatti io parlavo del
            mio caso personale! l'ho anche scritto! "un
            caso? puo' darsi" ovvio che il grafico
            professionista rimane su win o apple +
            photoshop (che possono permetterselo)... ma
            io che la grafica la tratto 1 volta ogni
            tanto mi tengo il buon vecchio e free Gimp.
            Capito cosa intendo? certo, che facciamo un lavoro diverso. Come dici tu i professionisti della grafica, ma credo anche quelli del suono, non possono permettersi di lavorare su Linux e credimi, sono molti di piu' di tutti gli utenti linux messi insieme.
            il messaggio precedente al tuo era esagerato
            e certe cose erano palle! pero', per una
            volta tanto mi sarebbe piaciuto vedere un
            windosaro che controbatte un linuxaro
            mettendo sul tavolo delle argomentazioni in
            modo da zittirlo.. tutto qui!argomenta queste. Linux si pianta ogni 15 secondi. Non funziona nessuna perfierica ed e' solo testuale.
            bassa qualita'.. .puo' darsi! pero è bassa
            qualità free! e senza monopoli dietro.. cmq
            in alcuni casi troviamo anche alta qualita'
            free!su win.. c'e' il free e c'e' la roba seria.Visto che la qualita' del mio lavoro e del mio modo di lavorare dipende dal software del free non me ne faccio nulla.
            si che stai esagerando.. se no non sarebbe
            possibile usare linux nelle aziende come
            invece succede (per es dove lavoro). non sto parlando di openoffice...
            ah ma io sono per la liberta' di OS, ognuno
            usi il suo preferito, anzi per certi versi
            preferisco che noi linuxari rimaniamo l'1%.e io sono per la liberta' di poter scegliere le applicazioni che voglio. Usare linux vuol dire non poter scegliere.E' gia' .. io lavoro con le applicazioni e non con il sistema operativo ma per te e' un qualcosa di inconcepibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            Hai completamente ragione!Linux e' una schifezza, sono contento che sia usato dalla nasa e dalle multinazionali di petrolio... anzi, mi sa che e' colpa di Linux pure l'effetto serra!Windows invece si che funziona! I prodotti open source poi sono una tale ciofeca (e non venite a dirmi di vim che viene usato alla Microsoft, perche' non fa testo! Non fa testo neanche i BSD che tengono in piedi hotmail! Sono tutte eccezioni, la regola e' un'altra!). p.s. la prossima volta aggiungi altra FUD lamerone!
          • TeX scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Anonimo.....
            open source poi sono una tale ciofeca (e non
            venite a dirmi di vim che viene usato alla
            Microsoft, perche' non fa testo! Non fa.......Vim non fa testo ?!?!? E allora che fa ? Un editor è fatto apposta per fare testo..... :-)
          • illegalinstruct scrive:
            la pirateria software diminuisce..
            che battuta .. meglio di un calcio in bocca !
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Anonimo
            Hai completamente ragione!
            Linux e' una schifezza, sono contento che
            sia usato dalla nasa e dalle multinazionali
            di petrolio... anzi, mi sa che e' colpa di
            Linux pure l'effetto serra!non e' una schifezza.. e' solo un sistema operativo usato da pochi, e quei pochi che lo usano ne fanno un uso poco rappresentante in quanto limitato dalle poche applicazioni commerciali utilizzate. Quindi linux per ora non fa testo. Fara' testo nel momento in cui ci saranno milioni di utilizzatori che lo useranno per le piu' svariate applicazioni.A quel punto vedremo se e' realmente stabile, sicuro e performante.Adesso non bastano 4 gatti che usano la shell e setuppano un paio di serverini per dimostrare che vale.
          • TeX scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Hai completamente ragione!


            Linux e' una schifezza, sono contento che

            sia usato dalla nasa e dalle
            multinazionali

            di petrolio... anzi, mi sa che e' colpa di

            Linux pure l'effetto serra!

            non e' una schifezza.. e' solo un sistema
            operativo usato da pochi, e quei pochi che
            lo usano ne fanno un uso poco rappresentante
            in quanto limitato dalle poche applicazioni
            commerciali utilizzate. Quindi linux per ora
            non fa testo. Fara' testo nel momento in cui
            ci saranno milioni di utilizzatori che lo
            useranno per le piu' svariate applicazioni.
            A quel punto vedremo se e' realmente
            stabile, sicuro e performante.
            Adesso non bastano 4 gatti che usano la
            shell e setuppano un paio di serverini per
            dimostrare che vale.FUD o semplice ignoranza ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Anonimo
            certo, che facciamo un lavoro diverso. Come
            dici tu i professionisti della grafica, ma
            credo anche quelli del suono, non possono
            permettersi di lavorare su Linux e credimi,
            sono molti di piu' di tutti gli utenti linux
            messi insieme.sicuro ?http://www.linuxjournal.com/article.php?sid=6339
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Anonimo
            e io sono per la liberta' di poter scegliere
            le applicazioni che voglio. Usare linux vuol
            dire non poter scegliere.
            E' gia' .. io lavoro con le applicazioni e
            non con il sistema operativo ma per te e' un
            qualcosa di inconcepibile.Alt. Prendi fiato. Allora, tu fai un lavoro per il quale, al momento, Linux è totalmente inutile, ho capito bene? Non esistono driver per le periferiche che usi, il software migliore per quel tipo di lavoro gira su Win o Mac, e tu vuoi un sistema utilizzabile Out-of-the-Box. Posso sapere perché, allora, ce l'hai così tanto con Linux (Attenzione, il discorso vale anche al contrario)?Liberissimo di dire che PER TE Linux non va bene, che A TE non piaccia... Altrimenti è solo FUD: non si discute, si flammaSalutiCo.Bra.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo Linux che p...e
            - Scritto da: Anonimo
            Alt. Prendi fiato.
            Allora, tu fai un lavoro per il quale, al
            momento, Linux è totalmente inutile, ho
            capito bene? Non esistono driver per le
            periferiche che usi, il software migliore
            per quel tipo di lavoro gira su Win o Mac, e
            tu vuoi un sistema utilizzabile
            Out-of-the-Box.
            Posso sapere perché, allora, ce l'hai così
            tanto con Linux (Attenzione, il discorso
            vale anche al contrario)?
            Liberissimo di dire che PER TE Linux non va
            bene, che A TE non piaccia... Altrimenti è
            solo FUD: non si discute, si flammaLa prima installazione di linux e' stata la slackware 2.34. Provo periodicamente linux e sono apertissimo a questo os ma quando leggo di utenti estremisti che parlano di schermate blue, programmi che crashano e stupidaggini simili mi incazzo... specialmente se questa gente che usa linux per navigare e duplicare CD Audio.Questi pivelli vanno ripagati con la stessa moneta, con l'unica differenza che loro dicono fesserie e io non ho bisogno di contare palle per controbattere.Se non sei un utente linux solo perche' il conto in banca di Bill non ti fa dormire concorderai con me che le chiacchere di questi stupidi utenti fanno piu' male che bene a Linux.Quindi non sono qui a sostenere Win2k o Xp che comunque reputo essere un bel gran sistema operativo ma sono qui a boicottare questi piccoli stupidi che piu' che danni non riescono a fare.Io per primo spero in un linux fatto come dio comanda con il porting di tutte le applicazioni, un Linux basato su uno standard comune a tutte le distribuzioni. Funzionale e semplice da usare. E spero che spariranno tutti quegli utenti che scelgono di usare linux solo per motivi politici visto che si parla di sistemi operativi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo Linux che p...e

        1. Aspettare che l'antivirus (obbligatorio)
        scansioni tutto quello che si faReal time trasparente all'utente...a meno che non percepisci i millisecondi...
        2. Interrompere il lavoro e riavviare ogni
        mezzoraQuesta lo sai anche tu che è una leggenda ... specie con NT/2000/XP
        3. Aggiornare l'antivirus 2 volte al giornoUna volta a settimana(norton) automaticamente.....Ma se per star dietro agli aggiornamenti debian ha dovuto creare un software dedicato apt(tra l'altro bellissimo....)
        4. Reinstallare i programmi una volta a
        settimana perche' improvvisamente hanno
        smesso di funzionareAnche questa leggenda.... a meno che non installi tutte le porcate che trovi nei cd in edicola/internet...a quel punto sai a cosa puoi andare incontro....
        5. Chiamare qualcuno che rimetta a posto
        tutto perche' di punto in bianco non
        funziona piu' niente???
        6. Formattare ogni 6 mesi perche' il sistema
        non ce la fa piu'A fare che? siamo noi che non ce la facciamo più con queste idiozie....
        Inoltre, lavorare almeno un mese all'anno
        SOLO per potersi permettere le licenze dai
        prezzi stratorferisci che ti propinano....Licenza WinXp = 2 giochi Ps2 ...stratosferica?
        Ognuno e' libero di investire il proprio
        tempo come meglio crede...Magari avendo una vita normale anzichè vivere davanti al PC
    • DPY scrive:
      Re: Questo Linux che p...e
      - Scritto da: Anonimo
      Linux sarà bello, stupendo, efficente,il
      massimo per un SO ma non è standardizzato;
      usarlo non è immediato (Windows lo imparano
      tutti e subito), installarlo, configurare le
      periferiche è cosa complicata.Peccato che questo non c'entri nulla con il tono dell'articolo: si parla di una applicazione ove un cluster di macchine linux, utilizzando software scritto appositamentee in grado di sfruttare la quantità di processori paralleli , riesce a fare cose che un normale computer eseguirebbe in tempi biblici . Prima dei cluster come questo si usavano i supercomputer, come i conosciutissimi Cray , tuttavia nessuno consigliava di mettersi un Cray in casa solo perché l'MIT ne aveva uno (sto facendo un esempio, non so se all'MIT ne avessero). Stessa cosa per Linux: per impieghi come cluster dedicato al calcolo apparentemente Linux è un sistema particolarmente adatto, PUNTO. Da qui a dedurre che Linux sia la scelta ideale per uso casa o ufficio ce ne corre, e molto. Pertanto, meglio lasciare stare il discorso ed evitare i soliti concetti sempre uguali e sempre ripetuti, che ormai si conoscono a memoria meglio dell'Ave Maria.
  • Anonimo scrive:
    Non c'e` niente di cui vantarsi
    E cosi` Linux e` usato dalle lobbies petrolifere che inquinano il pianeta e mantengono alla fame i paesi in via di sviluppo, grazie ai loro degni compagni di merende del FMI.Wow, che bello, vantatevi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
      Sembra che tu mi abbia letto nel pensiero....Con tutto quello a cui può servire Linux, vanno a impiegarlo per cercare il prodotto più inquinante del pianeta....Basterebbe avere tutti una "Testatika" in casa....Anonimo
      • DPY scrive:
        Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
        - Scritto da: Anonimo
        Sembra che tu mi abbia letto nel pensiero....
        Con tutto quello a cui può servire Linux,
        vanno a impiegarlo per cercare il prodotto
        più inquinante del pianeta...."Se fosse per me abolirei tutti i mezzi di trasporto inquinanti e manderei tutti a piedi... Oddio, devo scappare altrimenti perdo l'autobus!!!" Visto che bene o male dipendiamo tutti da questi prodotti inquinanti sarebbe il caso di stare un po' zitti o perlomeno affrontare il discorso da un altro punto di vista: cosa si può fare per ridurre la dipendenza da questi prodotti inquinanti .
    • Vaira scrive:
      Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
      Come se gli altri produttori di sistemi aperativi negassero l'utilizzo dei loro prodotti all' industria petrolifera.Posso farti una domanda?Cosa usi per andare in giro al posto della macchina, e cosa usi a casa tua per il riscaldamento e l'illuminazione?Sai, queste cose sono tutti derivati dal petrolio e dal metano, per cui non mi sembra il caso di fare tanto i moralisti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
        - Scritto da: Vaira
        Come se gli altri produttori di sistemi
        aperativi negassero l'utilizzo dei loro
        prodotti all' industria petrolifera.Pare che la comprensione del testo non sia un vostro forte, ma posso capirvi, a forza di leggere delle man pages avete perso l'abitudine a comprendere costrutti del linguaggio piu` elaborati.Non e` ne` un discorso ipocrita ne` moralista. Tutti sappiamo quanto il petrolio sia indispensabile al mondo industrializzato, nostro malgrado (piu` o meno).Ciononostante, e` negativo che proprio per Linux (che riveste indubbiamente un ruolo di positivo "moralizzatore" nell'ambito dell'industria del software) si sbandieri un'applicazione del genere. Di solito quando si pubblicizza un prodotto si riporta un caso esemplare, non uno pressappoco spregevole, sebbene inevitabile.Se poi non ci arrivate, e fate i paladini della liberta` e gli intransigenti della cultura "free" soltanto i giorni dispari, beh, mi dispiace, ma gli ipocriti siete voi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
          - Scritto da: Anonimo
          Ciononostante, e` negativo che proprio per
          Linux (che riveste indubbiamente un ruolo di
          positivo "moralizzatore" nell'ambito
          dell'industria del software) si sbandieri
          un'applicazione del genere. Di solito quando
          si pubblicizza un prodotto si riporta un
          caso esemplare, non uno pressappoco
          spregevole, sebbene inevitabile.Questa mi fa proprio morire dal ridere! Linux "moralizzatore"? Ma quando mai! Linux è SO (anzi un kernel, per la precisione). E' solo un mezzo. Non prende decisioni. Non giudica. Poi parlando dell'applicazione in particolare, mi sembra un utilizzo molto lodevele: se invece di bucare qua e là per cercare petrolio prima fai un po' di simulazioni al calcolatore (che magari utilizza linux oppure no, non importa) che così risparmi soldi e ne trovi di più (il petrolio costa meno -
          anche per i paesi in via di sviluppo), inquini meno perchè non ci ritroviamo la terra un colabrodo, mi sembra tutto ciò "moralmente" accetabile.P.s. linux, come dice Linus, è JFF (just 4 fun)!
        • Anonimo scrive:
          Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Vaira


          Come se gli altri produttori di sistemi

          aperativi negassero l'utilizzo dei loro

          prodotti all' industria petrolifera.

          Pare che la comprensione del testo non sia
          un vostro forte, ma posso capirvi, a forza
          di leggere delle man pages avete perso
          l'abitudine a comprendere costrutti del
          linguaggio piu` elaborati.Prego accomodati :D
          Non e` ne` un discorso ipocrita ne`
          moralista. Tutti sappiamo quanto il petrolio
          sia indispensabile al mondo
          industrializzato, nostro malgrado (piu` o
          meno).Infatti.
          Ciononostante, e` negativo che proprio per
          Linux (che riveste indubbiamente un ruolo di
          positivo "moralizzatore" nell'ambito
          dell'industria del software) si sbandieri
          un'applicazione del genere. Di solito quando
          si pubblicizza un prodotto si riporta un
          caso esemplare, non uno pressappoco
          spregevole, sebbene inevitabile.ROTFL !Quindi non ti sta bene la notizia, non il fatto :DTipo: uno di noi consuma come 40 cinesi, ma se nessuno lo dice forse non è vero :DCarina la battuta dell'elemento moralizzatore, due risate ogni tanto non fanno male.
          Se poi non ci arrivate, e fate i paladini
          della liberta` e gli intransigenti della
          cultura "free" soltanto i giorni dispari,
          beh, mi dispiace, ma gli ipocriti siete voi.Già.Molto meglio lamentarsi delle implicazioni morali di un'articolo tecnico su un forum tecnico, atteggiamento intelligente, costruttivo e arguto a cui gli utenti Windows di questo forum ci hanno abituato a forza di commenti tecnici e argomentazioni vincenti :DUmorista !
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
            - Scritto da: Anonimo
            Quindi non ti sta bene la notizia, non il
            fatto :DEsatto. Entro il tuo orizzonte cerebrale ti sembrera` molto strano e divertente, ma posso senz'altro assicurarti che il potere simbolico di certe notizie conta anche nel mondo reale.Probabilmente non faresti una piega nemmeno se la community Linux diffondesse con fierezza la notizia che il governo francese usa Linux per eseguire le simulazioni delle esplosioni nucleari: dopotutto e` un gran risparmio di denaro, e non si devastano angoli di paradiso tropicali, giusto?Quanto poi all'inesistenza dell'elemento moralizzatore di Linux (che per inciso citavo in senso non dispregiativo), e del fatto che sia "for fun", non dovete ricordarlo a me ma a certi "guru" che su questi argomenti speculano quotidianamente.
            Molto meglio lamentarsi delle implicazioni
            morali di un'articolo tecnico su un forum
            tecnicoEh gia`, lo so, PI non fa mai politica.Che coda di paglia: io ho soltanto scritto che non c'e` da vantarsi, cosa che se considerata con un minimo di obiettivita` mi sembra che possa essere condivisibile o meno, ma di certo non "comica" o offensiva. Non avevo fatto alcuna considerazione di merito sulla vicenda. Ma evidentemente i famigli di Linux non tollerano il minimo discostamento rispetto a La Linea Ideologica (che pero` non esiste, perche` Linux e` for fun).
          • DPY scrive:
            Re: Non c'e` niente di cui vantarsi

            Probabilmente non faresti una piega nemmeno
            se la community Linux diffondesse con
            fierezza la notizia che il governo francese
            usa Linux per eseguire le simulazioni delle
            esplosioni nucleari: dopotutto e` un gran
            risparmio di denaro, e non si devastano
            angoli di paradiso tropicali, giusto?Giustissimo, se non fosse per un piccolo particolare: in questo caso non è stata la community Linux a diffondere la notizia, ma almeno a leggere l'articolo si tratta di dichiarazioni provenienti direttamente dalla casa petrolifera.Quindi, tornando al discorso precedente, se il governo francese (al pari della casa petrolifera) annunciasse che sta svolgendo simulazioni di esplosioni nucleari su un cluster basato su Linux, pur non essendo contentissimo potrei comunque plaudere a quello che tu hai scritto in tono ironico: meglio le simulazioni che le esplosioni reali. Se fosse un qualche esponente del mondo Linux ad annunciarlo soddisfatto, potrei anche storcere un po' il naso (verso quell'esponente), ma questo non modificherebbe l'opinione che ho di Linux e l'uso che ne faccio. Se dovessi lasciare influenzare le mie scelte dall'uso che gli altri fanno del sistema, allora dovrei rinunciare totalmente all'uso del computer, visti gli innumerevoli usi repressivi e/o negativi (raccolta indiscriminata di informazioni personali e aggregazione su database unici, intercettazione pervasiva e continua di tutte le comunicazioni, progettazione di armi e altre periferiche di distruzione/sterminio, tanto per fare qualche esempio eclatante) che se ne possono fare e che sicuramente qualcuno, in qualche parte del mondo, fa.
            Quanto poi all'inesistenza dell'elemento
            moralizzatore di Linux (che per inciso
            citavo in senso non dispregiativo), e del
            fatto che sia "for fun", non dovete
            ricordarlo a me ma a certi "guru" che su
            questi argomenti speculano quotidianamente.L'elemento moralizzatore si può applicare a chi sviluppa, ma non è una caratteristica obbligata, è solo un effetto collaterale che si nota spesso. Ciò non significa che un prodotto rilasciato con il codice sorgente non possa essere utilizzato negativamente: è una caratteristica delle licenze d'uso, che quando sono aperte non mettono limitazioni all'uso che si può fare del programma, ma solo alla sua redistribuzione e rivendita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
            - Scritto da: DPYFinalmente qualcuno in grado di discutere civilmente, ti ringrazio. Dopotutto in quest'epoca di dominio decadente dei forum c'e` ancora qualcuno che e` in grado di non ringhiare quando qualcuno osa toccare il suo osso.(faccio questa puntualizzazione un po' fuori luogo perche` proprio di recente ho letto con tristezza alcuni vecchi articoli di PI, dove gente di un'ignoranza infinita sosteneva cose facete come la superiorita` dei forum su Usenet, Fidonet e tutte le reti amatoriali nelle quali sono nati quelli che oggi tengono in piedi Internet).
            Giustissimo, se non fosse per un piccolo
            particolare: in questo caso non è stata la
            community Linux a diffondere la
            notizia, ma almeno a leggere l'articolo si
            tratta di dichiarazioni provenienti
            direttamente dalla casa petrolifera.La notizia e` stata "veicolata" da IBM, che ha senza dubbio dei grossi meriti per quanto riguarda la diffusione di Linux nel settore delle grandi infrastrutture server. IBM e` un grosso supporter di Linux e spesso utilizza come cavallo di battaglia proprio la sua "bonta` morale" di fondo. Inoltre partecipa attivamente allo sviluppo di parecchi progetti che consentono e consentiranno di dare piu` visibilita` a Linux. IBM e` un'azienda che fa soldi, e sicuramente fa tutto questo a fini di puro profitto (come e` naturale e giusto che sia); ciononostante, visto il suo ruolo fondamentale sta diventando uno dei grandi "rappresentanti" di Linux per il grosso pubblico, e quindi credo che abbia alcune responsabilita` da rispettare.
            Quindi, tornando al discorso precedente, se
            il governo francese (al pari della casa
            petrolifera) annunciasse che sta svolgendo
            simulazioni di esplosioni nucleari su un
            cluster basato su Linux, pur non essendo
            contentissimo potrei comunque plaudere a
            quello che tu hai scritto in tono ironico:D'accordissimo. Intel e AMD fanno CPU che saranno senza dubbio utilizzate anche per gli impieghi piu` biechi che si possano pensare, ma di certo non biasimo AMD e Intel per questo.
            reali. Se fosse un qualche esponente del
            mondo Linux ad annunciarlo soddisfatto,
            potrei anche storcere un po' il naso (verso
            quell'esponente), ma questo non
            modificherebbe l'opinione che ho di Linux e
            l'uso che ne faccio. [cut]Sono d'accordo su tutto cio` che segue, ma come sai bene parlare dei singoli casi e` molto diverso che parlare di una "massa". Mi potresti anche dire che se vedi in TV una pubblicita` di formaggini non ti precipiti il giorno dopo a comprarli, ciononostante una pubblicita` di formaggini puo` *triplicare* come niente le sue vendite e in breve tempo.
            L'elemento moralizzatore si può applicare a
            chi sviluppa, ma non è una caratteristica
            obbligata, è solo un effetto collaterale che
            si nota spesso.Che secondo me va mantenuto, perche` e` il vero *nucleo* di tutto il fenomeno e sarebbe ingiusto (e anche pericoloso per la sua sopravvivenza) snaturarlo! Qui si` che faccio e voglio fare del moralismo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
          Che la ricerca di giacimenti petroliferi sia un'attività spregevole è una tua opinione,altamente opinabile.La problematica dell'inquinamento e della ricerca di fonti di energia alternative, sicuramenteimportatntissima, prescinde nel modo più assoluto dall'uso di un sistema operativo.salutiProspero
        • Anonimo scrive:
          Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Vaira


          Come se gli altri produttori di sistemi

          aperativi negassero l'utilizzo dei loro

          prodotti all' industria petrolifera.

          Pare che la comprensione del testo non sia
          un vostro forte, ma posso capirvi, a forza
          di leggere delle man pages avete perso
          l'abitudine a comprendere costrutti del
          linguaggio piu` elaborati.

          Non e` ne` un discorso ipocrita ne`
          moralista. Tutti sappiamo quanto il petrolio
          sia indispensabile al mondo
          industrializzato, nostro malgrado (piu` o
          meno).

          Ciononostante, e` negativo che proprio per
          Linux (che riveste indubbiamente un ruolo di
          positivo "moralizzatore" nell'ambito
          dell'industria del software) si sbandieri
          un'applicazione del genere. Di solito quando
          si pubblicizza un prodotto si riporta un
          caso esemplare, non uno pressappoco
          spregevole, sebbene inevitabile.
          Ma che cavolo dici??? Linux è solo un SO che funziona, non è mica il salvatore del mondo. Semplicemente, paragonandolo a quella zozzeria di Windows Linux fa la figura del paladino sul destriero. Ma nessuno ha mai detto che Linux deve girare solo sui computer di Greenpeace.Però magari utilizza meno la CPU e fa risparmiare energia,così sei contento, no? :)
          Se poi non ci arrivate, e fate i paladini
          della liberta` e gli intransigenti della
          cultura "free" soltanto i giorni dispari,
          beh, mi dispiace, ma gli ipocriti siete voi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
      Soliti commenti ipocriti ala 'non usiamo Linux per salvare il mondo'.Come per Blender: invece di dare soldi a Blender.org dateli all'unicef :-)Certo poi avete il riscaldamento bello alto e la macchina parcheggiata in cortile, l'importante è fare un po' di demagogia da 300 lire :DQuante risate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
      - Scritto da: Anonimo
      E cosi` Linux e` usato dalle lobbies
      petrolifere che inquinano il pianeta e
      mantengono alla fame i paesi in via di
      sviluppo, grazie ai loro degni compagni di
      merende del FMI.

      Wow, che bello, vantatevi.Smetti di usare la macchina, p1rla.
    • Vertigo scrive:
      Re: Non c'e` niente di cui vantarsi
      - Scritto da: Anonimo
      E cosi` Linux e` usato dalle lobbies
      petrolifere che inquinano il pianeta e
      mantengono alla fame i paesi in via di
      sviluppo, grazie ai loro degni compagni di
      merende del FMI.

      Wow, che bello, vantatevi.Usi oggetti di plastica?la tua macchina e' a gasolio, benzina, gpl, metano?usi una auto elettrica (l'elettricita' la si ricava anche da centrali termoelettriche, che bruciano petrolio)?il riscaldamento in casa tua e' con caldaie a metano o gasolio?usi elettricita' (stesso discorso dell'auto elettrica)?se hai risposto "si" a una di queste domande, allora evita di sparare giudizi a destra e a manca, stai inquinando anche tu.
      • Vaira scrive:
        Re: Non c'e` niente di cui vantarsi

        usi elettricita' (stesso discorso dell'auto
        elettrica)?Non credo che il computer con cui ha scritto quel post funzioni a vapore, a carbonella o a pedali, quindi...
  • Anonimo scrive:
    windows non
    ce l'avrebbe fatta!!!4000 processori su server biprocessore = 2000 nodi in cluster parallelo.windows crolla a l 2° nodo, basta metterlo a fare un pò di conti in cluster parallelo.E sarebbe un sistema operativo?Ai winmaniac: ma vi rendete conto che quella ciofeca di sistema operativo non è tra i 500 computer, che sono in cluster parallelo, più potenti del mondo?Non tiene il cluster. Ma che cavolo di fiducia può dare questo sistema
    • fDiskolo scrive:
      Re: windows non
      - Scritto da: Anonimo
      Secondo me se qualcuno iniziasse seriamente
      a pensare a standardizzare le GUI su Linux,
      a render il sistema facile da usare così che
      un utente piuttosto che passare una
      settimana a cercare di configurare il modem
      con una settimana abbia appreso il
      funzionamento di tutto il SO...perche' secondo te chi parte da zero in win in una settimana apprende tutto. Ma ti rendi conto delle vaccate che dici?
      Per far funzionare
      "universalmente" un'applicazione GUI per
      Linux si incontrano quasi gli stessi
      problemi che si hanno per fare un porting su
      un'altra piattaforma e questo è assudro!1) sei monotono e quasi un po' global. Sei talmente abituato a non avere scelta che non la vuoi nemmeno sotto linux.2) si vede che non sai un cazzo. Le applicazioni gnome girano sotto kde e viceversa. Basa solo avere installate le librerie giuste.
      • Anonimo scrive:
        Re: windows non
        Io intendevo omogeineità a livello di codice, oltre che di interfaccia grafica (cosa che tuttora non esiste né in un senso e né nell'altro)Un'applicazione gnome gira sotto kde ma con l'interfaccia tipica di gnome o comunque col tema gtk selezionato per KDE.Se vuoi fare un programma che si adatta alla gui del window manager che vuoi non lo puoi fare e, come ho detto, l'unica opportunità che hai è fare il porting dell'applicazione da un WM ad un altro... (che sa un po' di ridicolo).Sono ANNI che gnome, kde & co non riescono ad accordarsi neanche per un sistema universale per gestire le iconette nelle aree di notifica nei diversi WM... figurarci se si raggiungerà un approccio universale almeno nell'estetica delle interfacce (dire nella programmazione vorrebbe dire troppo per gli sviluppatori linux, un po' troppo superstar ed egocentrici, specie i leader di progetti open source con scopo di lucro come KDE e GNOME... appro ma siete convinti che tutti i contributors vengano pagati, mi sa di no... leggetevi qualche news su linux.org degli abusi - tali da far attivare l'antitrust americano - del leader di KDE:..). Basterebbe poco, un common framework, magari sia in C che in C++ visto che di retrogradi il mondo linux è pieno, che poi abbia strategie implementative diverse a differenza dei vari WM... Anche se a parte guerre di religione non capisco come si possa ancora sostenere il C quando KDE ha dimostrato in pratica che un buon framework in C++ oltre che più veloce da programmare e mantenere (nell'ordine di 10:1) può essere anche molto più performante di un dinosauro scritto in C come Gnome... (mi spiace che chi sosterrà il contrario ma test obiettivi su siti e riviste di Linux hanno sempre sostenuto quello che sto dicendo... certo poi il gusto estetico e le esigneze personali possono far propendere per uno o per l'altro ma le cifre li stanno...)Chi è che non sa un cazzo? Invece di far finta di non capire e di girarti dall'altra parte abbi almeno il buon senso di capire quello che ti si dice, cocchetto!Ah, già tu sei uno di quelli che sostiene che se non hai il codice non ti fidi ma poi al massimo fai ./configure make e make install...
        • Anonimo scrive:
          Re: windows non
          - Scritto da: Anonimo
          Anche se
          a parte guerre di religione non capisco come
          si possa ancora sostenere il C quando KDE
          ha dimostrato in pratica che un buon
          framework
          in C++ oltre che più veloce da programmare e
          mantenere (nell'ordine di 10:1) può essere
          anche molto più performante di un dinosauro
          scritto in C come Gnome... NON è una novità che un programma ben *PROGETTATO* ed implementato in C++ può essere anche più performante di un arrosto di brontosauro scritto coi piedi in C. Come accadeva anni fa con i wannabe demomakerz che scrivevano sempre e solo in assembly-spaghetti, dove con trecento righe di C ben scritto e la birra delle ottimizzazioni Watcom o BC gli si volava sopra allegramente. Salvo poi metter mano all'assembly dove e quando ci vuole davvero, ZEN_TIMER alla mano.La differenza sta solo nel manico... e nella capacità di *PROGETTARE*, scegliere a monte gli algoritmi migliori, implementare con idiomi standard puliti e testare rigorosamente il tutto. In due parole, software engineering. Roba che, purtroppo, non fa proprio parte della tradizione opensource, a nessun livello. Altrimenti si scambierebbero la documentazione analitica e progettuale in qualche serio linguaggio formale come Trio, LOTOS, Z o VDM, e i sorgenti come optional, se avessero capito qualcosa. Peccato che l'80% di questi paladini della qualità (siamo buoni e crediamo a Pareto) non sappia neanche da che parte si legge un sistema di equazioni di Hoare.
    • Anonimo scrive:
      Re: windows non
      - Scritto da: Anonimo
      ce l'avrebbe fatta!!!Non ti viene in testa che win non c'entra un cazzo col supercalcolo, i cluster ed i supercomputer ?Qui linux+intel stanno facendo concorrenza a sistemi di nicchia e macchine dedicate di fascia alta, tutto qui. Qualcuno ha finamente scoperto che un PC offre ormai una potenza inutilmente esuberante. Mettendone assieme poche centinaia, possono fare (quasi) gli stessi lavori di un supercomputer, con tempi più lunghi, occupando molto più spazio, dissipando assai più calore e con qualche guasto in più; ma spendendo molti meno soldi, senza comprare un Cray, usando hardware da supermercato e un SO a costo (quasi) zero. Quantità e ridondanza controbilanciano la scarsa qualità intrinseca dei singoli componenti, come in tutti gli aggregati noti in natura ed emulati artificialmente.Normalissime leggi di mercato, ed una sana dose d'incoscienza proporzionale al risparmio immediato conseguito (tipo un ordine di grandezza o giù di lì).Non mi pare un trionfo di linux in particolare (e non sono affatto convinto che quel kernel sia il più adatto per questo tipo di applicazioni, anzi: un buon microkernel se lo mangerebbe vivo), è solo un'ennesima conferma della cialtroneria e della spinta al risparmio insite nell'uomo medio d'azienda o nel ricercatore burocrate con pochi soldi e tanti problemi.
    • Anonimo scrive:
      Re: windows non
      - Scritto da: Anonimo
      E pensa a due cose: in questo caso L sta la
      per i soldi, alla faccia di tutti i nobiliE chi lo vieta? E chi ha detto che deve essere usato solo per nobili scopi? E tu cosa usi per andare a lavoro, la bicicletta o la macchina?
      ideali di cui si ricopre (ce l'avete tanto
      con la MS perché è una multinazionale
      monopolista che vi snobba e poi le multi delIl monopolio fa MALE all'economia, ai consumatori e alle altre aziende (quindi pure ai loro dipendenti).
      petrolio ben + dannose all'economia e alla
      salute del mondo vi stanno bene?) e cheNo comment.
      siete comunque fermi all'1% dell'utenza
      mondiale.rotfl...
    • Anonimo scrive:
      Re: windows non
      Hai perfettamente ragione e chi ti da torto e' il solito estremista linuxaro che non fa altro che danneggiare linux.
    • maks scrive:
      Re: windows non

      Io invece non mi fido di un chirurgo che
      taglia in un punto perchè ha letto che deve
      fare così, ma in realtà non sa bene quello
      che sta facendo...
      e questo sarebbe sinonimo di windows?metti linux sul 90% dei pc e avrai una marea di scimmie punta e clicca...la differenza non la fa l'os, ma il manico...

      con la MS perché è una multinazionale

      monopolista che vi snobba e poi le multi
      del

      petrolio ben + dannose all'economia e alla

      salute del mondo vi stanno bene?) e che

      No. Non perchè è una multinazionale. Ma
      perchè è monopolista e distrugge con i suoi
      metodi ogni forma di concorrenza. E questo a
      danno anche degli stessi utenti Microsoft.
      invece le multinazionali del petrolio sono meno distruttive...ricordate Mattei, ucciso dalle 7 sorelle del petrolio...ricordate che la guerra in Iraq si puo' fare perche' le multinazionali americane non hanno interessi li'...ma se sadahm fosse stato in arabia saudita, ce lo avrebbero spacciato come il nuovo messiah...sono quelle che hanno imposto a Bush il pagamento delle cambiali elettorali, con l'azzeramento del protocollo di kyoto, l'innalzamento delle tolleranze riguardo le emissioni di sostanze nocive e, dulcis in fundo, un'ampia revisione della normativa che impone l'obbligo dei filtri...considerando il fatto che gli USA sono responsabili almeno al 25% delle emissioni inquinanti da idrocarburi.....

      Secondo me se qualcuno iniziasse
      seriamente

      a pensare a standardizzare le GUI su
      Linux,

      E perchè ?
      Il bello di Linux è appunto l'estrema
      configurabilità...
      Ogni window manager ha i suoi pregi e i suoi
      difetti, e ogni utente può scegliere il
      window manager che preferisce.
      Non vedo cosa ci sia di sbagliato in ciò.
      perche' c'e' gente che ha studiato delle regole base per l'utilizzabilita' delle guiseguire quegli standard sarebbe gia' cosa buona...

      è se si vogliono copiare dei file (ma

      nessuna shell explorer-like che ho usato


      messaggi che spiegano il perché un utente

      normale non può copiare e cancellare i
      file

      in "/bin" e non esiste un sistema rapido
      ed

      Beh, io mi sono sempre chiesto perchè un
      utente normale possa entrare nella directory
      c:winnt e spianare tutto...
      liberta' di scelta.... :)ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: windows non
      tu ed fdiskolo di sopra bisogna che iniziate a uscire dalla vostra spocchia di linux POWER USERS e iniziate ad entrare nei panni un po' più qualificanti di linux hackers.non mi riferivo al fatto che programmi di diversi WM non possano girare in altri WM ma che 1) non esiste alcuna interfaccia di programmazione comune tra diversi WM a meno che di non rimanere sulle basi estreme di XFree86 cosa ormai non considerata più fattibile tranne che dai retrogradi linux taleban (che anche se fossero windows taleban andrebbero eliminati lo stesso in quanto l'informatica è sinonimo di untensile e un utensile è per forza di cose definito dalla sua facilità d'uso).2) non esiste alcuna omogeneità se un binario si un WM viene eseguito su un altro WM: se uso un eseguibile KDE su gnome esso ha il L&F di KDE "secondo gnome" neanche il look and feel del KDE che ho installato su quella macchina, stessa cosa per come KDE gestisce i temi GTK. Se seleziono un tema gtk in gnome, le app gnome che girano in KDE non se lo cagano di pezza e usano quello di default per KDE3) portare un'applicazione da una gui ad un'altra è un vero e proprio porting. ogni WM ha una concezione radicalmente diversa di come programmare un'applicazione. Si va dall'approccio razionale, veloce e produttivo di KDE ad approcci + contorti e cervellotici in primis quello di GTK+ che non si è mai evoluto più di tanto da accozzzaglia ad un vero e proprio development framework (e infatti ancora paga un grosso peso in termini di velocità e produttività).Se si va a vedere, le (poche) applicazioni GUI di un certo peso per linux preferiscono sviluppare un loro framework piuttosto che appoggiarsi a quelli forniti dalle varie "alternative" come le chiamate voi. In realtà si tratta di guerre di potere vere e proprie che presto o tardi vedranno un unico vincitore a spartirsi la torta pay, sta già succendendo... Daltronde il gioco è semplice: si fa diventare la gente (in questo caso aziende che vorrebbero risparmiare, ma se così fosse IBM non avrebbe chiesto l'appoggio di suse per sostenere gli enormi costi di manutenzione e sviluppo per le piattaforme linux, cosa che tra le altre cose lo ha portato a dover guadagnare meno di quanto non faceva con MS, in quanto Suse costa un pelino in più di una licenza per un Win2000...) dipendente da te e poi, improvvisamente si chiede di essere pagati profumatamente. Non è una novità succede con tutto, perché Linux dovrebbe essere diverso?D'altronde un buon 1% dei suoi sviluppatori prospera (a livello di milonari in euro) sul lavoro gratuito di un buon 99% di illusi.Tornando al discorso dei WM: non ci vorrebbe tanto a mettersi d'accordo e creare un framework comune per la programmazione delel interfacce grafiche garantendo omogeneità visuale e a livello di codice, poi se proprio ci tengono ognuno potrebbe dare al framework una differente soluzione implementativa... Invece sono da anni a fare sterili discussioni su come gestire le iconette di notifica nei vari WM... ne devono fare di strada!Il problema secondo me è sulla scarsa attitudine dei programmatori OS a trattare problemi complessi. I tempi del tizio che si chiudeva in una stanza e dopo un paio di giorni tirava fuori l'applicazioncina carina e rivoluzionaria sono finiti, ora bisogna fare i conti con ergonomia, ingegneria del software, facilità di manutenzione e processi produttivi. Quando vedo qualcuno dei miei progetti OS preferiti che almeno una volta l'anno viene riscritto da capo piango al pensiero di come una progettazione accurata avrebbe potuto allocare molto meglio quei mesi sprecati a riscrivere qualcosa già fatto piuttosto che aggiungere nuove funzionalità... Ma sono cose che a boi non interessano vero? Sono discorsi campati in aria, meglio centinaia di progetti mediocri che una decina ben fatti e destinati a durare (anche perché la gente di rifare sempre le stesse cose aggratis si scazza sempre prima o poi). Voglio sviluppatori meno rockstar e più preparati.
      • Anonimo scrive:
        Re: windows non
        - Scritto da: Anonimo
        1) non esiste alcuna interfaccia di
        programmazione comune tra diversi WM a meno
        che di non rimanere sulle basi estreme di
        XFree86 cosa ormai non considerata piùCos'è XFree86?
    • AdessoBasta scrive:
      Re: windows non

      Ogni cosa ha il suo utilizzo. Io non mi fiderei troppo di
      un chirurgo che opera con un coltello da tavola o di un
      ristorante che ti fa mangiare coi bisturi.Per mangiare il bisturi è ok. E' questa caXXo di mascherina sulla bocca, credimi, è insopportabile :)))
    • Anonimo scrive:
      Re: windows non
      - Scritto da: Anonimo
      ce l'avrebbe fatta!!!
      4000 processori su server biprocessore =
      2000 nodi in cluster parallelo.
      windows crolla a l 2° nodo, basta metterlo a
      fare un pò di conti in cluster parallelo.Scusa, sior SuperMCSE_Anonimo_dell'IperSpazio, e con quale prodotto riesci a costruire un cluster di calcolo parallelo con Windows 2000 ?Sarei interessato, grazie, perche' MS non l'ha nemmeno a listino ...Ops, avrai mica usato Windows95 e qualche sconosciuto accrocchio ??? ;-D
      E sarebbe un sistema operativo?Cavolo, non sapevo che , se un O.S. non supporta il cluster di calcolo parallelo, allora non puo' essere definito O.S. !!E saresti un sistemista, tu ?
      Ai winmaniac: ma vi rendete conto che quella
      ciofeca di sistema operativo non è tra i 500
      computer, che sono in cluster parallelo, più
      potenti del mondo?Ma se sei ignorante (nel senso che ignori la mancanza di un supporto MS per il cluster di calcolo parallelo ;-), perche' insisti in paragoni non pertinenti ?
      Non tiene il cluster.Analisi tecnica precisa e circoncisa, al limite della cripticita' e del ridicolo piu' assoluti ...
      Ma che cavolo di
      fiducia può dare questo sistemaPer come lo hai analizzato e valutato, la stessa fiducia che si dovrebbe avere nelle tue doti oggettive di consulente tecnico...Piantala di fare lo sponsor del mondo open source a questo modo, gli fai perdere punti... ;-)Gianluca70
  • enzogupi scrive:
    Lavaggio del cervello!
    Ottima strategia! Lavare il cervello in fase diapprendimento, per fare in modo che la capacitàdei nuovi professionisti dell'informatica sianofocalizzate all'arricchimento di una sola azienda.Diabolico! (Sigh! che tristezza!).
    • enzogupi scrive:
      Re: Lavaggio del cervello!
      - Scritto da: enzogupiGulp! E` mezzanotte e quaranta e mi sa che èche vada a nanna, perchè ho appena scritto uncommento alla notizia sbagliata!(Non ce la posso proprio fare!). :-))))))))
      • TeX scrive:
        Re: Lavaggio del cervello!
        - Scritto da: enzogupi
        - Scritto da: enzogupi

        Gulp! E` mezzanotte e quaranta e mi sa che è
        che vada a nanna, perchè ho appena scritto un
        commento alla notizia sbagliata!
        (Non ce la posso proprio fare!). :-))))))))E pensavo di essere io quello che doveva andare a nanna dopo aver passato 5 minuti a guardare il post cercando di capire cosa centrava con la notizia... :-)Comunque c'è un'altra cosa che non capisco: se io sto scrivendo il mio post a mezzanotte e venti...come hai fatto a scrivere il tuo secondo post a mezzanotte e quaranta ? :-)
Chiudi i commenti