Plutone, di nuovo un pianeta?

La comunità scientifica appare divisa. C'è chi lo vorrebbe di nuovo tra i grandi. Magari accompagnato

Roma – Plutone è stato un pianeta del sistema solare dal 1930, anno della sua scoperta, fino al 2006 quando la International Astronomical Union (IAU) ne aveva decretato il declassamento . Certo era il più piccolo, aveva un’orbita particolare ed era il più distante tra i nove che popola(va)no il nostro Sistema Solare.

Per Mark Sykes queste caratteristiche non avrebbero invece dovuto attentare al rango di Plutone come pianeta a tutti gli effetti. Secondo lo scienziato del Planetary Science Institute in Tucson in Texas, l’unica condicio sine qua non affinché un pianeta possa essere considerato tale è la forma sferica.

Nel proporre una sistema di classificazione planetaria più snello, Sykes confida nelle missioni scientifiche attualmente in rotta verso Plutone e Cerere , altro planetoide appartenente alla categoria dei nani , in cui Plutone era stato retrocesso tre anni fa. Gli studi potrebbero, secondo quanto affermato dallo scienziato, confermare che questi corpi celesti non siano esattamente degli ammassi rocciosi di scarso interesse come crede la maggior parte della comunità scientifica.

Qualche mese fa la questione riguardante la posizione sociale del piccolo pianeta aveva tenuto banco quando lo stato dell’Illinois (dove nacque Clyde Tombaugh, scopritore del pianeta) lo aveva simbolicamente riabilitato nel suo ruolo originale, anche per questioni di orgoglio nazionale.

Ad ogni modo nel 2015, quando la sonda New Horizons lanciata dalla NASA raggiungerà Plutone, si potrà assistere a nuovi sviluppi di questa vicenda di portata planetaria. Sykes è infatti convinto che i risultati delle ricerche condotte sul pianeta più lontano non faranno altro che rafforzare le sue credenziali in vista di un suo ipotetico reinserimento nel firmamento che conta.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fsdfs scrive:
    fsdfs
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • Learts scrive:
    Basta supporti
    È ora di firnirla con questi supporti fisici, che siano DVD, Blu-Ray, Penne USB ecc.Occupano spazio, generano spazzatura ed hanno costi di produzione.Penso si debba pensare all'acquisto tramite download da internet. Nessuna scatola, costo solo del film e non del supporto ecc.Potrà sembrare un'utopia, soprattutto qui in Italia visto la situazione delle nostre ADSL, ma sarebbe un'ottima strada per il futuro.
    • atomico scrive:
      Re: Basta supporti
      come hai giustamente detto.. come li scarichi 50GB da internet? prima di vederti il film passa uan settimana..
      • Learts scrive:
        Re: Basta supporti
        Adesso. In Italia.Ma in Giappone già non è così, ed in futuro (magari con tutto il mondo o quasi cablato in fibra ottica) sarà possibile scaricarsi 50GB in 1 minuto o anche meno.
  • anonymous scrive:
    strano
    che non si sia dipinto il formato diverso come un sistema di censura, qualcosa del tipo: così fornendo solo i lettori cbhd eviteranno che la gente veda i contenuti occidentali, dato il too degli ultimi post non mi stupirebbe
  • vero scrive:
    triste
    poverino
  • The Raptus scrive:
    Costi?
    Rende e vende di più perchè costa di meno!Se le major sanno che il costo è un problema, tanto che in Cina vendono a frazioni di prezzo del resto del mondo non capisco il perchè della notizia: A noi, che (in teoria) possiamo permetterci il lusso di 20 euro (già un ottimo prezzo, ma mettiamo anche 30 !) per un BR sanno che in cina non è così, allora s-vendono. Vedi MS che vende Office a 25 euro.Sono cose che sanno benissimo TUTTI ma continuiamo a parlare di HD-DVD, di BLU e quant'altro. Lì hanno questo formato perchè paga meno rojalties, ma togliamocelo dalla testa perchè NOI ALTRI DOBBIAMO PAGARLE.Io mi sento sempre più legittimato apiratare. Anche se da anni non compro più un dvd (se non a
    • attonito scrive:
      Re: Costi?

      Io mi sento sempre più legittimato apiratare.
      Anche se da anni non compro più un dvd (se non a
      • markoer scrive:
        Re: Costi?
        - Scritto da: attonito[...]
        PS: spegnete la TV ed APRITE un libro.Il tuo discorso è invece elitario e presuntuso, sorry. Come se tu fossi l'unico a leggere libri, o guardare la TV escluda la lettura automaticamente.Poi detto fra noi, TV ne guardo poca. Io non ricevo nemmeno canali televisivi italiani, uso la mia bella TV LCD a non ricordo quanti pollici (comprata con i soldi della rilocazione, non so se li avrei mai spesi di tasca mia...) per vedere i film - che sono cultura altrettanto - se non di più nel 21mo secolo - dei libri, che comunque leggo...La TV LCD è molto meno dannosa per gli occhi di una vecchia TV a tubo catodico, e consuma una frazione dell'energia elettrica, è quindi più economico acquistare una TV nuova che tenersi quella vecchia, nonché migliore per la salute e più ecologico.Cordiali saluti
      • urrrr scrive:
        Re: Costi?
        - Scritto da: attonito

        Io mi sento sempre più legittimato apiratare.

        Anche se da anni non compro più un dvd (se non a


        adesso sarai subissato di critiche, del tipo "se
        fosse per quelli come te staremmo ancora nelle
        caverne", "ma come fai a vedere bene i film sul
        tubo catodico", etc
        etc.
        In conclusione, i soliti cerebrolesi che si fanno
        abbindolare dall'ultima XXXXXXXta tecnologica,
        pronti a mangiare pane e cipolle pur di avere l'
        "ometiater" da 52 pollici... per vederci il
        Grande Fratello,
        ovvio!.

        PS: spegnete la TV ed APRITE un libro.La spocchiosità dei tipi come te è molto peggio di chi si fa la corse all'ultima novità tecnologica.Il tuo suggerimento te lo potevi anche tenere e risparmiarti la figura da classico bacchettone-qualunquista
      • uuhhaa scrive:
        Re: Costi?
        ca**o è il primo commento sensato che leggo in questo posto negli ultimi 5 anni
    • fabiov scrive:
      Re: Costi?
      - Scritto da: The Raptus
      A noi, che (in teoria) possiamo
      permetterci il lusso di 20 euro (già un ottimo
      prezzo, ma mettiamo anche 30 !)Secondo me 20 è un ottimo prezzo ma per chi li produce e li vende...Secondo me dovrebbero costare almeno la metà, e l'iva andrebbe al 4% e non statemi a dire che non ci guadagnerebbero perchè non ci credo!
      • p4bl0 scrive:
        Re: Costi?
        l'iva non sarà MAI al 4% sui dvd ecc. semplicemente perchè non è un prodotto di prima necessità
        • fabiov scrive:
          Re: Costi?
          Non sarà un bene di prima necessità ma comunque secondo me andrebbe considerato come settore culturale, al pari dei libri. Certo mi rendo conto che sarebbe un calderone in cui andrebbero a finire insieme i film di Vanzina e quelli di Fellini o le musiche del Piotta o quelle di Mozart. Ma del resto anche per i libri l'iva è al 4 come per il libro di Totti o uno di Pirandello. Ma meglio secondo me agevolare tutti che penalizzare tutti. Poi se uno vuole leggere le barzellette di Totti va benissimo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2009 10.28-----------------------------------------------------------
          • okram69 scrive:
            Re: Costi?
            Parli di settore culturale e scrivi libbri con due "b"?Non è pignoleria, ma non puoi fare un errore del genere (tra l'altro ripetuto) e aspettarti che non ci si faccia caso.Lo dico solo perché un argomentazione che potrebbe essere condivisa, perde di credibilità e di sostanza a causa di un errore simile.Un po' più di attenzione la prossima volta... ;-)
          • markoer scrive:
            Re: Costi?
            Se uno non è in grado di capire l'ironia, perché non tace? me lo chiedo sempre...Cordiali saluti
        • Dadedilivor no scrive:
          Re: Costi?
          Ah, perché i libri invece sono un bene di prima necessità?- Scritto da: p4bl0
          l'iva non sarà MAI al 4% sui dvd ecc.
          semplicemente perchè non è un prodotto di prima
          necessità
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: Costi?
            Sono cibo anche loro. Ma per la mente. Il cinema, per quanto possa essere impegnato e artistico il film che si sta guardando, no.
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: Costi?
            dimenticavo: il caso difficile e' la musica: Beethoven e' cibo per la mente, anche De Andre' lo e', ma di certo non gigi dalessio, pino daniele, il piotta, claudio baglioni, XXXXXXX, michael jackson (minuscole tutte intenzionali), la Pausini o anche tutti i gruppi metal che adoro. E allora siccome distinguere e' difficile si conta sul fatto che cmq in percentuale la spazzatura e' preponderante rispetto a cio' che veramente arricchisce e si mette l'iva al 20%
          • urrrr scrive:
            Re: Costi?
            - Scritto da: Pippo Lacoca
            dimenticavo: il caso difficile e' la musica:
            Beethoven e' cibo per la mente, anche De Andre'
            lo e', ma di certo non gigi dalessio, pino
            daniele, il piotta, claudio baglioni, XXXXXXX,
            michael jackson (minuscole tutte intenzionali),
            la Pausini o anche tutti i gruppi metal che
            adoro. E allora siccome distinguere e' difficile
            si conta sul fatto che cmq in percentuale la
            spazzatura e' preponderante rispetto a cio' che
            veramente arricchisce e si mette l'iva al
            20%PErchè altri generi non sarebbero "cibo per la mente"???Ogni tipo di musica da diverse emozioni a seconda di chi l'ascolta. Cosa sarebbe questo "cibo per la mente"?Ascoltando Beethoven diventi più intellignetE?Ma fammi il piacere, vedo che il qualunquismo è di moda su questi forum...
          • il disinforma to scrive:
            Re: Costi?
            beh, sicuramente puoi analizzare gli spartiti di tutti i metallari o di tutte le canzoni di XXXXXXX..ma sequenze di natura matematica non le troverai mai.questo perche i grandi della musica classica erano dei GENI(qi superiore anche a 150) ed è dimostrato che ,in taluni, le note sul pentagramma sono una trasposizione in note di pura matematica(algebrica e geometrica lineare) a cui si aggiunge il senso artistico del autore.quindi niente qualunquismi, sorry!
          • Lord Kap scrive:
            Re: Costi?
            - Scritto da: Pippo Lacoca
            Sono cibo anche loro. Ma per la mente. Il cinema,
            per quanto possa essere impegnato e artistico il
            film che si sta guardando, no.E questo da quando?-- Saluti, Kap
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: Costi?
            daquando il cinema e' un medium assolutamente e totalment passivo e che non alimenta punto l'immaginazione del fruitore.
          • Lord Kap scrive:
            Re: Costi?
            - Scritto da: Pippo Lacoca
            daquando il cinema e' un medium assolutamente e
            totalment passivo e che non alimenta punto
            l'immaginazione del fruitore.Questo secondo un tuo personalissimo punto di vista.Io quando vedo un film e mi sento arricchito da esso dal punto di vista emozionale, oppure artistico, oppure delle idee suggerite, lo trovo una forma d'arte.A volte anche la mera soddisfazione di aver passato bene un paio d'ore ha un suo valore.-- Saluti, Kap
          • urrrr scrive:
            Re: Costi?
            - Scritto da: Lord Kap
            - Scritto da: Pippo Lacoca

            daquando il cinema e' un medium assolutamente e

            totalment passivo e che non alimenta punto

            l'immaginazione del fruitore.

            Questo secondo un tuo personalissimo punto di
            vista.
            Io quando vedo un film e mi sento arricchito da
            esso dal punto di vista emozionale, oppure
            artistico, oppure delle idee suggerite, lo trovo
            una forma
            d'arte.
            A volte anche la mera soddisfazione di aver
            passato bene un paio d'ore ha un suo
            valore.

            --
            Saluti, KapGuarda...non perdere neanche tempo a discutere con certa gente. La spocchia non gliela togli
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: Costi?
            Non e' spocchia. e' sicurezza e convinzione.
          • markoer scrive:
            Re: Costi?
            - Scritto da: Pippo Lacoca
            Non e' spocchia. e' sicurezza e convinzione.O tremenda e profonda ignoranza verso cui si è seriamente convinti. D'altronde è pieno di Scientologisti seriamente convinti che discendiamo dagli UFO...Cordiali saluti
          • jerry 1980 scrive:
            Re: Costi?
            Pippo Lacoca: non hai mai visto un film serio, allora. Guardati un film di Hanneke e dimmi se non ti stimola a discuterne con qualcuno.
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: Costi?
            Dammi un titolo che metto il mulo alla cavezza e poi ti sapro' dire
          • jerry 1980 scrive:
            Re: Costi?
            prova il settimo continente
          • markoer scrive:
            Re: Costi?
            - Scritto da: Pippo Lacoca
            Sono cibo anche loro. Ma per la mente. Il cinema,
            per quanto possa essere impegnato e artistico il
            film che si sta guardando,
            no.**BUM!**perché mai un film dovrebbe essere meno "cibo per la mente" di un libro?Al contrario, hai la possibilità di veicolare contenuti su un piano di efficacia diverso ed altrettanto valido di un libro.E detto fra noi, ci sono tante porcherie di libri... chiunque abbia frequentato un'università e conosciuto prof inutili che ti costringono a comprare il loro testo - ignorato altrimenti dal resto dall'umanità - ne sa qualcosa."Scrivere un libro? perché? lo sai quante pubblicazioni scientifiche si pubblicano al giorno? oltre 5000. Pensi che qualcuno le legga o che servano a qualcosa?"(Les invasions barbares, Canada, 2003, regia di Denys Arcand)Cordiali saluti
        • Gips scrive:
          Re: Costi?
          altri beni con l'iva al 4%:"dalle uova di struzzo ai francobolli da collezione, i tabacchi grezzi, dai prodotti editoriali su carta stampata al canone Rai" roba inutile direi... (non sto polemizzando... voglio solo deprimermi/vi)inutili più dei supporti... senza dimenticare che i supporti vergini sono sovratassati automaticamente.....ciaoooo
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: Costi?
            Le uova di struzzo sono cibo, quindi no inutiliI francobolli effettivamente..i tabacchi grezzi non si toccano, o mi inkazzo :P che gia' mi costano le pipe, non fatemi spendere un capitale sui tabacchi.....la carta stampata e' essenzile quanto il cibo e l'ariaIl canone RAI tanto chi lo paga? (e' l'unica tassa che evado persino io che sono comunistoide statalista estremo)
          • jerry 1980 scrive:
            Re: Costi?
            per chi non ha colto la citazione suggerisco:http://www.youtube.com/watch?v=xI4nNC_NQeAe scusate l'offtopic
      • The Raptus scrive:
        Re: Costi?
        I libri hanno anche l'iva al 4% (e ci rientrano cani e porci!) OKMa sono stracerto che con l'iva al 4 i prezzi rimangono quelli.I BR novità sono a 30 eurozzi. Non credo li metteranno a 28.8I BR di 6 mesi e dvd stanno messi a 20 euro. 10 i dvd da me acquistabili.Ma se li vendono in edicola per pagare l'iva al 10%. Hai mai visto una riduzione di prezzo? Si intascherebbero pure quella differenza lì!P.S.: Di un libro (di testo, di narrativa, di poesie) ne sento il bisogno, me lo posso studiare.Di un QUALSIASI film assolutamente NO: Posso farne a meno!(come sempre, IMHO)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2009 16.31-----------------------------------------------------------
  • Joliet Jake scrive:
    Il Blu-Ray non vende...
    Leggevo qualche giorno fa proprio un articoletto a proposito.Ovvero che qua in Finlandia (paese notoriamente pronto ad abbracciare le novità tecnologiche), il Blu-Ray non vende e i videonoleggiatori hanno smesso di comprarne, per ritornare al DVD.Questo perchè dicono la gente non capisce la differenza fra un Blu-Ray e un DVD e non vede perchè comprarsi un lettore nuovo solo per questo...Link:http://www.yle.fi/uutiset/news/2009/07/blu-ray_fails_to_impress_886150.html
    • markoer scrive:
      Re: Il Blu-Ray non vende...
      - Scritto da: Joliet Jake
      Leggevo qualche giorno fa proprio un articoletto
      a
      proposito.
      Ovvero che qua in Finlandia (paese notoriamente
      pronto ad abbracciare le novità tecnologiche), il
      Blu-Ray non vende e i videonoleggiatori hanno
      smesso di comprarne, per ritornare al
      DVD.
      Questo perchè dicono la gente non capisce la
      differenza fra un Blu-Ray e un DVD e non vede
      perchè comprarsi un lettore nuovo solo per
      questo...

      Link:
      http://www.yle.fi/uutiset/news/2009/07/blu-ray_faiQuesto può essere vero per il consumatore medio. A me la riedizione dei film di Kubrik in BR piacerebbe eccome, visto che è stata rimasterizzata ed è stato ripristinato il formato originale e l'audio remixato in 7+1.Certo per vedere l'ultimo Blockbuster senza valore culturale, BR è un overkilling. E capisco anche che si tenti soltanto di spremere il limone, nella maggior parte dei casi. Per adesso mi risparmio i soldi...Cordiali saluti
      • Cino scrive:
        Re: Il Blu-Ray non vende...
        - Scritto da: markoer
        Questo può essere vero per il consumatore medio.
        A me la riedizione dei film di Kubrik in BR
        piacerebbe eccome, visto che è stata
        rimasterizzata ed è stato ripristinato il formato
        originale e l'audio remixato in
        7+1. sono ignorantissimo...ma kubrick avrà avuto la possibilità di queste definizioni o la pellicola è sempre superiore come qualità?
        • fred scrive:
          Re: Il Blu-Ray non vende...
          Normalmente la pellicola e' ottenuta per processi fotografici, mentre il dvd normale e la tv sono limitati allo standard televisivo che viene utilizzato a partire dagli anni 60.La differenza qualitativa e' innegabile e normalmente basta recuperare una qualsiasi pellicola da 35 di quelle che giravano nei cinema e riversarla in HD per ottenere qualcosa di meglio del formato video comune.Come dire che non serve molto, se gli originali esistono si sfruttano altrimenti le alternative ai master esistono.
      • urrrr scrive:
        Re: Il Blu-Ray non vende...
        - Scritto da: markoer
        - Scritto da: Joliet Jake

        Leggevo qualche giorno fa proprio un articoletto

        a

        proposito.

        Ovvero che qua in Finlandia (paese notoriamente

        pronto ad abbracciare le novità tecnologiche),
        il

        Blu-Ray non vende e i videonoleggiatori hanno

        smesso di comprarne, per ritornare al

        DVD.

        Questo perchè dicono la gente non capisce la

        differenza fra un Blu-Ray e un DVD e non vede

        perchè comprarsi un lettore nuovo solo per

        questo...



        Link:


        http://www.yle.fi/uutiset/news/2009/07/blu-ray_fai

        Questo può essere vero per il consumatore medio.
        A me la riedizione dei film di Kubrik in BR
        piacerebbe eccome, visto che è stata
        rimasterizzata ed è stato ripristinato il formato
        originale e l'audio remixato in
        7+1.

        Certo per vedere l'ultimo Blockbuster senza
        valore culturale, BR è un overkilling. E capisco
        anche che si tenti soltanto di spremere il
        limone, nella maggior parte dei casi. Per adesso
        mi risparmio i
        soldi...


        Cordiali salutiPer dirla tutta la vera differenza tra blue ray e dvd la si vede proprio negli ultimi "blockbuster" senza valore culturale.....Per notare la differenza tra blue ray e dvd in qualsiasi vecchio film devi stare con la lente d'ingrandimento tutto il tempo, non goderti il film e forse te ne accorgi...
        • markoer scrive:
          Re: Il Blu-Ray non vende...
          - Scritto da: urrrr[...]
          Per dirla tutta la vera differenza tra blue ray e
          dvd la si vede proprio negli ultimi "blockbuster"
          senza valore
          culturale.....

          Per notare la differenza tra blue ray e dvd in
          qualsiasi vecchio film devi stare con la lente
          d'ingrandimento tutto il tempo, non goderti il
          film e forse te ne accorgi...Non sono affatto un esperto dell'argomento ed è anche per questo che ho evitato di "upgradare". Anche non mi sembra che in generale per i miei gusti, avrei una esperienza molto migliore ascoltando Beethoven in 7+1 anziché 5+1 o vedere i "vecchi" film come li chiami tu, in BR anziché DVD.L'unica cosa che ho visto è che Kubrik è stato rimasterizzato per l'uscita in BR recuperando i filmati originali dei film, essendo lui stato un fanatico dell'immagine e della luce, penso che potrebbe esserci una esperienza migliore in BR.Ma in generale non mi sembra valga la pena far el'upgrade, al momento. I film di azione non mi interessano...Cordiali saluti
      • Vanamonde scrive:
        Re: Il Blu-Ray non vende...
        Non mi pare un grande guadagno usare il Blu-ray per ascoltare un finto audio in 7.1 che non c'entra nulla col film.Kubrick, è noto, ha girato quasi tutti i suoi film in mono, pur essendo disponibile la stereofonia, e finché era vivo ha preteso che uscissero in DVD con colonna sonora in mono.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2009 16.18-----------------------------------------------------------
        • markoer scrive:
          Re: Il Blu-Ray non vende...
          - Scritto da: Vanamonde
          Non mi pare un grande guadagno usare il Blu-ray
          per ascoltare un finto audio in 7.1 che non
          c'entra nulla col film.

          Kubrick, è noto, ha girato quasi tutti i suoi
          film in mono, pur essendo disponibile la
          stereofonia, e finché era vivo ha preteso che
          uscissero in DVD con colonna sonora in
          mono.Uh, i miei DVD di Kubrik sono tutti Dolby Surround/DTS. E Kubrik li ha supervisionati tutti fino ad Eyes Wide Shout, inclusa la prima release in BR.E ti stai sbagliando, Kubrik ha rilasciato i suoi film *almeno* in stereo *almeno* dal 1968 (A Space Odyssey) in poi.Quando ascolti Die Blaue Danau o Also sprach Zarathustra o la Nona di Beethoven in Dolby Surround anziché in mono, mi sembra un passo in avanti...I dialoghi sono in mono per definizione, anche nei CD musicali... i microfoni audio sono mono e la voce è una :-)Cordiali saluti
  • mario scrive:
    lotte di standard sensate ?
    chi vuole ancora lettori ottici ? io preferirei vedere un film memorizzato su una penna usb, è una tecnologia più comoda, più affidabile, più economica per il lettore, c'è meno consumo energetico e nessun rumore, perchè non ci sono parti in movimento. costerebbe di più una produzione di massa di memorie rom usb o di supporti ottici ? e per quanto tempo ancora ?
    • Giambo scrive:
      Re: lotte di standard sensate ?
      - Scritto da: mario
      costerebbe di più una
      produzione di massa di memorie rom usb o di
      supporti ottici ?Penso le memorie di massa costino di piu'.Pero', come ben dici, sono piu' versatili: Un lettore Blue Ray costa, in Svizzera, circa 65Euro. Un disco da 25GB costa circa 11Euro, un disco da 50GB circa 26Euro.Una USB da 32GB costa circa 65Euro, 110Euro per 64GB (Meno del prezzo prezzo di un lettore Blue Ray e un disco scrivibile da 25GB).Pero' sono meno ingombranti, sono riscrivibili, non necessitano di un lettore apposito, sono piu' veloci e non c'e' tutta la "paura" legata al DRM.Al giorno d'oggi per meno di 7Euro puoi comperare una USB da 2GB, credo che sia il modo migliore per passare le fotografie delle vacanze a amici e parenti.
Chiudi i commenti