PolPost identifica Cappato

Per azione di ieri


Roma – Si è tenuta ieri l’azione di disobbedienza civile di Marco Cappato, Deputato europeo della Lista Bonino, annunciata il giorno prima in violazione del “Decreto Urbani” in materia di diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’azione, sono intervenuti Fabrizio Veutro, Avvocato esperto in materia informatica, ed Emmanuele Somma, Direttore di Linux Magazine, che hanno illustrato le disposizioni contenute nel Decreto e gli effetti negativi per la legittima diffusione delle opere d’ingegno in rete, nonché i rischi per le libertà individuali di tutti i cittadini.

Dal canto suo Marco Cappato ha sottolineato come la decretazione d’urgenza in una materia così delicata sia non solo del tutto ingiustificata, ma anche illegittima sotto il profilo della legislazione comunitaria, che infatti prevede la previa notifica all’Unione europea, conformemente alla direttiva 98//34.

Secondo Cappato, la generalizzata criminalizzazione di un comportamento tanto diffuso quale lo scaricamento di materiale digitale in rete non servirà all’industria per recuperare il ritardo accumulato nell’adeguamento del proprio modello di business, e rischia invece di pregiudicare lo sviluppo di una Rete libera e aperta, in particolare relativamente alla diffusione di contenuti autoprodotti e di opere distribuite con il consenso dell’autore.

In chiusura della conferenza stampa, Cappato si è collegato con un normale PC attraverso una connessione remota telefonica ad una rete di scambio Peer-to-Peer, ha ricercato il film “Blade runner” nella versione non distribuita in Italia e ha iniziato a scaricarlo, mostrando poi al pubblico presente i primi fotogrammi.

La polizia postale era presente sin dall’inizio con otto funzionari, che hanno dettagliatamente verbalizzato sia gli interventi degli oratori sia la descrizione di ogni fase dell’azione di disobbedienza civile. Quanto accadeva sullo schermo del computer era visibile alle persone presenti attraverso lo schermo di un televisore collegato al PC. Dopo pochi minuti, mentre era ancora in corso lo scaricamento del film, i funzionari della Polizia postale hanno provveduto ad identificare Marco Cappato, per poi lasciare la sede del Partito radicale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Federica Prezzi scrive:
    richiesta informazioni copertura
    Anche qui purtroppo niente adsl...nella lettera che hai ricevuto dalla direzione generale telecom noto che voi siete risultati economicamente ok per ottenere la copertura...Volevo chiederti in quanti avete sottoscritto questa richiesta?Perché purtroppo noi siamo un piccolo comune e vorrei sapere se vale la pena fare raccolta firme per ottenere una copertura o se sarebbe tutto inutile perché siamo in pochi!Io ho già fatto la segnalazione...più volte al servizio 187... ma non so se questo possa bastare per attivare una segnalazione!
  • Francesco De Carolis scrive:
    Digital divide
    Sono senza parole, ma da gestore delle rete pubblica non ha l'obbligo di portare l'adsl, vera non la "light", in ogni abitazione? io risiedo a manziana e non sono raggiunto dall'adsl e spero vivamente di potermi collegare ad una rete wi fi, che è di prossima istallazione nella mia zona grazie ad un'azienda privata per liberaremi in un solo colpo del canone telefonico e della telecom; con me lo faranno potenzialmente, per far riferimento ai tanto sbandierati criteri economici, almeno 400 famiglie solo nel mio comune, a meno che la telecom non porti nelle nostre case la banda larga a 7 mega.Meno chiacchiere e più fatti in buona sostanza anche perchè non se ne può più di vedere la pubblicità di alice casa, offerta che come ben si capisce non è destinata a tutti gli utenti, ma solo per pochi elettiCcordiali saluti Francesco De Carolis, Manziana 5 Gennaio 2010.
  • mauro ciccioni scrive:
    clienti di seri "A" e "B"
    sono 8 anni che richiedo l adsl premetto che abito in una via periferica del comune di verucchio(via selvafosca) ,a quanto sapevo era una delle poche a non avere copertura del servizio . fin ora ero convinto che tutti in questa via fossimo scoperti dal servizio .. ma fatta una ricerca con sorpresa scopro che su 10 case 3 o 4 hanno ottenuto il collegamento adsl!!!! mi informo presso telecom e mi rispondono che :io non avro MAI LA COPERTURA ADSL per i seguenti motivi , la centralina non ha la capienza per inserire altri utenti ! :(((( ..ma in otto anni che la richiedo ,perche non mi è stata data? hanno preferito collegare i nuovi abitanti !...la mi domanda è questa: potrei chiudere linea attuale e richiedere nuovo allaccio ?(se fosse risolutivo)
  • Aniello Di Martino scrive:
    Mancata copertura ADSL
    Salve, siamo a fine 2008 e ci sono ancora zone scoperte dall'ADSL e Telecom Italia non ne vuole sapere di coprire tali zone. Nel mio paese ci sono solo 2 utenti raggiunti dal segnale ADSL. Il resto degli utenti, sia pure collegati sulla stessa centrale telefonica, non possono essere coperti per problemi tecnici. Domanda: i problemi tecnici non devono essere risolti dalla Telecom Italia? Il paese in cui vivo è totalmente scoperto anche dal segnale GSM/UMTS di tutti gli opertari di telefonia mobile. A nulla sono valse le proteste fatte alla Telecom e all'AGCOM. Abbiamo richiesto l'adsl agli altri operatori telefonici ma non siamo riusciti ad averla sempre perchè la Telecom, per problemi tecnici, ha risposto negativamente. Siamo destinati a non avere mail l'adsl? Io vivo inun piccolo paese turistico, di mare, in costiera amalfitana. E' possibile che ci siano ancora questi problemi. Tra l'altro lavoro nel settore informatico è l'ADSL tornerebbe molto utile per il lavoro. Inoltre tornerebbe molto utile anche per progetti di tele sorveglianza via Internet. Potremmo fare mai qualcosa per avere l'ADSL? Grazie
    • emilia marconi scrive:
      Re: Mancata copertura ADSL
      giustamente ti lamenti perchè vivi in un paese e non hai la copertura ADSL che dovrebbe essere, secondo me, al giorno d'oggi, disponibile per tutti i cittadini che pagano profumatamente i canoni alla Telecom.E io allora che vivo alla periferi di Roma- zona Casal Monastero (Tiburtina)- cosa devo dire che non abbiamo la copertura e che sono circa 5/6 anni che ci battiamo a livello di comitato di quartiere per questa richiesta? I vari candidati politici, sia di destra, che di sinistra, che di centro,succedutisi nelle ultime campagne elettorali, hanno sempre manifestato l'interessamento per questa problematica, ma ad oggi 8 settembre 2009, l'ADSL a casal Monastero ancora non c'è! Incredibile, ma vero!
  • Ciro Verde scrive:
    Copertura Adsl
    Sono un ragazzo di vent'ann, abito con i miei genitori in una zona periferica di un grosso paese alle porte di Napoli: Sant'Antimo; leggevo precedentemente la richiesta del Siognor Luciano Ardita e noto che purtroppo non siamo solo noi (residenti della mia zona) nell'anno 2008 dopo ,moltissimo tempo dalla nascita dell'Adsl a non averne copertura...è una vera tragedia, non poptete capire come è difficile non poter usufruire dei servizi on-line soprattutto per quanto riguarda l'università che oramai si svolge in ogni modo in maniera Telematica ... addirittura il mio docente di matematica Alla Sun ha predisposto una prova d'esame via internet, come farò a farla??? questo è solo uno dei tanti problemi ... Non me la prendo nemmeno più con quei poveri operatori del punto 187 che da cinque anni forse mi ripetono la stessa cosa: "provi tra qualche mese". Insomma fate qualcosa. La mia zona di riferimento abbraccia molte vie: Via delle orchidee; via delle Camelelie; via dei Gigli; via degli aranci; ... insomma la natura ci piace, ma penso che non si possa più continuara a vivere ai tempi dell'Aratro pesante... abbiamo bisogno di Internet!!!Sant'Antimo (Na)80029
  • anna scrive:
    copertura adsl
    VOGLIO L'ADSL AL MIO PAESE NN NE POSSO PIù!!!!!!!!!!!COSA DEVO FARE???
  • Domenico scrive:
    Adsl
    Io vivo nel comune di Casape in provincia di Roma,ormai son anni che chiediamo l'attivazione della Adsl ma Telecom non ne vuol proprio sapere,il comune limitrofo,S.Gregorio da Sassola che dista a soli 3 KM ha l'Adsl a 4 Mega,mi chiedo come mai non sia possibile che in tutti questi anni,la Telecom non abbia pensato comunque a questi paesi anche perchè se la situzione non cambia siamo pronti(e parlo di 500 persone a toglierci Telecom e passare al primo operatore che porti la Adsl)!!! Cordiali Saluti
  • Samuele scrive:
    niente adsl..
    Telecom dovete morire tutti...verrà il giorno k andrete a farvi fottere!!io è non so quanti anni che aspetto l'adsl e molto probabilmente sti bastardi non lo metteranno mai!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!quanto li odio...
  • Davide Palamara scrive:
    ADSL PER SOLI 134 PERSONE? e le altre?
    Tutto ciò che riguarda l'ADSL: politiche di guadagno, e anche circa i gli entroiti della TELECOM non so fino a che punto, le convenga. Infatti dopo svariate volte, che contattando il 187, per la verifica della copertura della larga banda, e dopo aver ricevuto sempre le stesse risposte:NON SI SA NULLA, TORNI A CHIAMARE TRA UN MESE, LAVORI IN CORSO, DOPO L'ESTATE; trovai via internet la modalità di eseguire questa procedura non solo sul mio numero ma anche su numeri di paesi limitrofi.SAPETE LA NOVITA: HO TROVATO UN COMUNE DI MONTAGNA DELLA BASSA COSTA IONICA CALABRESE, DI 134 ABBONATI(NON SO SE TUTTI TELECOM) MA CHE DISPONGONO DEL SERVIZIO ADSL.Non so fino a che punto la gente dovre aspettare invano la loro burocrazia che sta rovinando l'ITALIA.A parte che con un 56k il tempo è non il doppio ma almeno 10 volte il doppio, il tempo che uno deve trascorrere davanti a una macchina accesa x ore e ore. E MENO MALE CHE OGGI GIORNO SI PARLA DI RISPARMIO ENERGETICO.
  • ELIO104 scrive:
    si ma quando l'avete che risolvete ?
    Come dimostro con questa mia potrete sicuramente avere la copertura ADSL che funzionera' bene per i primi tempi e poi sarete costretti a lenti,anzi lentissimi passetti...... Sono ,da oltre 15 anni,un utente Telecom,non ho mai cambiato gestore.Pur avendo aderito allofferta alice 4 mega e alla possibilità di telefonare sempre in tutta lItalia,ho visto le mie bollette aumentare sempre di più.Oggi 31/5/2007 ho ricevuto una bolletta di 216 euro bimestrali (ma questa non è la più cara di quelle pagate in precedenza,anzi..) Ho sempre sopportato il tutto dicendomi: va bene ma la qualità Telecom è unaltra cosa,sono più esperti,hanno maggiori capacità Tutto,invece,è andato a rotoli i primi di questo mese: LADSL NON FUNZIONA,MARCIA A RILENTO e quando telefono per lassistenza..gentilmente prendono nota di tutto,la segnalazione parte e DOPO UNA SETTIMANA,con un semplice messaggio smsmi viene chiusa lassistenza con un perentorio PROBLEMA RISOLTO ! Nemmeno a chiedermi se è cambiato qualcosa.Dopo QUATTRO segnalazioni unoperatrice si incavola ed afferma CHE IO NON POTRO PIU VIAGGIARE A 4 MEGA ,NON RAGGIUNGERO NEMMENO MAIIL MEGA MA DOVRO CONTINUARE A PAGARE PER LALICE FLAT A 4 MEGA A 61 EURO IL BIMESTRE !!!!! Incavolatissimo ho inviato alla Telecom questo fax,rimasto logicamente come al solito senza risposta:Spett.le Telecom Italia Spa e p.c.Unione Consumatori e Utenti Con la presente Vi invito formalmente a ripristinare la piena operatività della mia linea ADSL che dallinizio di Maggio è LENTISSIMA, NON CONSONE A CIO CHE PAGO COME CANONE BIMESTRALE (EURO 61,58 corrispondenti alle ex lit.119.235 !!!!!!!!).Infatti a suo tempo aderii allofferta ALICE 4 MEGA.Espongo di seguito i fatti:Allinizio del mese di Maggio 2007 improvvisamente notai una lentezza insolita nei collegamenti ADSL;in particolare in internet le pagine dei siti si caricavano molto lentamente.Inutile dire,poi,che in caso di download si correva addirittura il rischio di addormentarsi vicino al PC.Ritenni che fosse un problema temporaneo della linea Adsl ma visto che,dopo alcuni giorni,nulla era cambiato,telefonai al 187 per segnalare il guasto della linea ADSL.Dopo circa una settimana e dopo alcuni miei solleciti fu incaricato un tecnico per accertare da che cosa dipendesse tale guasto.Il tecnico verificò,a suo dire,la linea dicendomi che era tutto a posto e che il guasto dipendeva dal MODEM NON FUNZIONANTE.Lo cambiai MA IL PROBLEMA NON SI RISOLSE, NAVIGARE è proprio impossibile con questa ADSL.Riesco ,dopo diverso tempo,a collegarmi con ALICE TI AIUTA (??????).Dagli esami che faccio dalla rete risulta che lUPLOAD è ok MENTRE IL DOWNLOAD E BASSISSIMO,SULLA SOGLIA ROSSA.Per avere la sicurezza matematica che sia la linea che non funziona ricorro ad un tecnico specializzato a pagamento (altri 30 euro) che,dopo aver sottoposto il mio PC a svariati tests nellarco di una settimana mi comunica ufficialmente che il mio collegamento ADSL HA UNA VELOCITA DI RICEZIONE DI 800 KBPS ED UNA VELOCITA DI TRASMISSIONE DI 320 KBPS.MENO DI 1 MEGA !!!!!!!!!!!!!!Rimane logicamente tutto semifermo,ciò che scorrono agevolmente sono solo i quattrini che pago per un servizio CHE NON USUFRUISCO.Quindi,con la presente,Vi invito formalmente a ripristinare la piena operatività della mia linea ADSL ed a restituirmi limporto da me pagato nel corso del mese di Maggio per il servizio non usufruito.Se non potrete,per vostri problemi tecnici,riportare la mia linea adsl a 4 mega, condurrete il mio abbonamento ad alice ad un importo inferiore e consone al servizio che potete prestare.La presente ha valore di messa in mora ai sensi di legge.Distinti saluti,Antonio.......QUIONDI NON AFFANATEVI A RICHIEDERE L'ADSL,L'AVRETE,LA PAGHERETE COME TALE MA IL VIAGGIARE SARA' SEMPRE MOLTO LENTO......
  • Anonimo scrive:
    Richiesta Copertura Adsl
    *A chi di ruolo*Buonasera scrivo da parte di tutti i cittadini che risiedono nel territorio comunale di Palombara Sabina [Rm].Telefonando ripetutamente per 4 anni al 187 ancora oggi mi dicono che la mia zona non è coperta dal servizio adsl.Avendo un officina meccanica richiedo il servizio adsl per conttattare i miei fornitori e cosi via dicendo, ora volevo sapere se avendo un attività commerciale era possibile dopo 4 anni di farmi attivare il servizio adsl nella mia zona "considerando che sempre nello stesso comune a 1Km da me il servizio è attivo"Ah, ricordo che telefonando al 187 gli operatori mi hanno detto al 90% xhe nemmeno mi potevano verificare la mia copertura perchè erano da poco assunti alla call center.Spero questo messaggio sia preso in considerazione;Distinti Saluti Luciano Ardito
  • Anonimo scrive:
    2006 ancora senza adsl.....
    come e possibbile che nel 2006!! la mia zona(casoria) provincia di (NA) e ancora oggi dopo tante lamentele,sprovvista della copertura,del"adsl??? come devo fare?? come posso fare?? sto solo pagando cifre astronomiche collegandomi con la linea analogica.... stacco tutto e nn mi collego piu da internet?? uno dei miei passatempo preferiti??
    • Anonimo scrive:
      Re: 2006 ancora senza adsl.....
      io sono ancora più stronzo !!!a 2 km da qui ce l'hanno e io no, e abito a genova, genova centro non provincia... sto impazzendo !
  • Anonimo scrive:
    ADSL ZONA MONTENERO
    Vorrei porre alla vostra attenzione il fatto che 2 paese dell'umbria uno 1 frazione di amelia ovvero Montenero e 1 altro paese che fa comune chiamato giove che in tutto faranno 4000 persone nn sono coperte dall'adsl se potete aiutarmi che sono disperato!!
  • Anonimo scrive:
    ADSL E INDIRIZZI
    al fine di sensibilizzare Telecomitalia, dopo una raccolta di firme di persone che sono interessate al servizio adsl presso il mio paese (Pozzolo di Marmirolo MN) avrei bisogno di conoscere l'indirizzo o gli indirizzi dei responsabili Telecomitalia della zona della provincia di Mantova, oppure numeri di fax, email, ecc...potete aiutarmi ??grazieconfido nel vostro aiutoBresciani E.emanuel.b@email.it
  • Teddy scrive:
    ADSL, 3 anni di attesa... nulla!
    Come molte persone che hanno scritto in questo sito, anche io soffro il disagio che telecom porta ancora a molti utenti non coperti dall'ADSL.Abito in una frazione di San Pietro in Casale (Poggetto), nella provincia di Bologna in aperta campagna; il paesino in questione è coperto da telecom! Ma la mia casa, che dista 2 km dal "piccolo centro" del paese, NO! Dopo mille telefonate e contatti con telecom non sono ancora riuscito ad ottenere qualcosa! Anzi... per tutto il 2005 non è in preventivo di coprire anche la mia zona! Com'è possibile che il mio vicino di casa che dista neanche 1km da me sia coperto e io no???? Mi hanno detto che probabilmente è un problema della centrale! Cosa posso fare??? Vorrei scrivere alla telecom e mandarle formalmente la mia protesta... ma resta il fatto che se devono attivare la copertura sulla mia linea devono avere un ricambio economico... ovvero potenziali clienti... solo che a parte io... abitando in campagna, attorno a me ho solo contadini!!!Mi serve! DEvo lavorare!Taddeo Zacchini
    • simotente scrive:
      Re: ADSL, 3 anni di attesa... nulla!
      ciao leggendo la tua mail di protesta, ti annuncio che io abito a Roma nella Capitale, ed indovina, nel mio quartiere non c'è la copertura adsl,di nessun gestore,figurati!!!!Io sto cercando di organizzare una petizione nel mio quartiere,con raccolta di firme e cercare di far capire alla gente anche non interessata alla linea a banda larga di unirsi alla protesta per poter riuscire a far valere i nostri diritti, capisco che non tutti sono interessati al problema, ma una firma non costa nulla!!! Visto e considerato che è abbastanza popolato,ci sono anche dei negozi,chiamando la telecom mi sento rispondere che esiste la copertuta satellitare,che tra l'altro si utilizza solo per il download,e quindi questo necessita la linea tradizionale per l'upload ma non posso e on voglio pagare una cifra esorbitante per ever prestazioni discontinue, a prezzi esorbianti. tu cosa ne pensi?Simone Tentellasimotente@tim.it
  • valerio49 scrive:
    petizione al governo per copertura adsl
    sottoscrivete la petizione al governo italiano per l'attivazione adsl dove non esiste copertura.http://www.petitiononline.com/digdivit/petition.html
  • Anonimo scrive:
    niente adsl in provincia di modena
    ciao raga vi capisco questa adsl non vuole arrivare e pensare che a 1.5km dal mio paese (Cavazzona)la copertura c'è.éuna vera sfiga comunque combattiamo e poi sembra che e gratis.ROBBA DA MATTI.ciao
  • Anonimo scrive:
    NON CE LA FACCIO PIU :'(
    ciao a tutti......qua nel mio paese ke si kiama terreti e da 3 anni ke mi dicono ke coprono la adsl: dicono: fra 1 mese circa sara copeta.... quando mai! sn passati 3 anni e ancora aspetto.....qui servono provvedimenti e subito!!!!!!!!!:p
    • Anonimo scrive:
      Re: NON CE LA FACCIO PIU :'(
      ed oggi siamo nel 2007 e l'adsl ancora non esiste..... p.s.(sono un abitante di terreti ank'io) Condor_N
  • Anonimo scrive:
    copertura ADSL
    La Telecom (e le altre compagnie) pubblicizzano in grande stile le linee ADSL ma dimenticano di far notare che ci sono molte ampie zone del paese non coperte dal servizio. Nel mio comune (Frosolone, in provincia di Isernia) siamo in attesa che venga estesa la copertura da almeno 2 anni. Da circa 2 anni scrivo alla TIN.IT per sollecitare l'attivazione e a volte (sporadicamente) mi viene risposto che l'attivazione avverrà a breve, con una lettera tipo che probabilmente hanno in arhivio per tutti gli utenti di zone scoperte. Essere preso in giro e discriminato rispetto ad utenti di altre zone d'Italia non mi va proprio giù e continuo a protestare contro il comportamento della telecom e delle altre compagnie. Tra l'altro esistevano degli incentivi statali per il passaggio alla banda larga ma noi non possiamo usufruirne, per colpa della telecom, che invece sarebbe obbligata a offrire un servizio universale. Sto primuovendo una raccolta firme tra le molte imprese della mia area discriminate per la mancanza di un accesso a internet a una velocità decente, vista l'assoluta inaffidabilità delle linee ISDN.Geremia Paolucci Coltellerie Paolucci
    • Anonimo scrive:
      Re: copertura ADSL
      senti, anch'io sono nella tua stessa situazione, e ho notato anche l'intrinseco menefreghismo del servizio clienti Tin (che si fa chiamare anche "servizio") :Dammi retta, non serve a niente insistere su persone che tanto hanno 5 o 6 frasi fatte da copiare come risposta. Piuttosto coinvolgi il paese e cerca di indirizzare le tue mail a qualcuno che dentro la società Telecom valga qualcosa in più di un semplice risponditore programmato...ciao!
  • Anonimo scrive:
    Adsl
    Gentile punto informatico vorrei sapere come mai la telecom non attiva l'adsl nell amia zona che è situata a 50 mt da un altra zona copertissima?GRAZIE
    • Anonimo scrive:
      Re: Adsl
      - Scritto da: Anonimo
      Gentile punto informatico vorrei sapere come
      mai la telecom non attiva l'adsl nell amia
      zona che è situata a 50 mt da un
      altra zona copertissima?GRAZIEhttp://punto-informatico.it/archivio/canali.asp?i=ADSLbuona lettura ;)
  • Anonimo scrive:
    Adsl?Coperta che tiene i piedi scoperti
    Girellando nella rete in cerca di siti che mi fornissero informazioni dettagliate sulla copertura dell'adsl prevista sul territorio italiano mi son imbattuto nel vostro sito.Ho letto l'intervento in cui era stata allegata la lettera inviata da telecom ad un utente in cui si spiegavan le ragioni della non copertura della sua zona per motivi puramente di marketing in quanto non era appetibile.Anche io son uno dei tanti che la aspetta da quando si chiamava ancora BBB quindi ormai son qualche anno che la attendo....Premetto non stò in un paese sperduto fra le montagne ma in una località distante 2 km dal centro città di Pisa località dove son presenti varie attività anche abbastanza grandi tra cui un supermercato e vari negozi, per la precisione Madonna dellìAcqua comune di San Giuliano Terme (PI), la mia curiosità mi ha portato a fare una ricerca sulle zone limitrofe visto che il mio comune appunto San Giuliano Terme risulta coperto dal servizio.... e sorpresa sorpresa ho scoperto che addirittura ci son 2 abitazioni nella stessa via di una località poco distante dalla mia in cui una è coperta dal servizio l'altra no, c'è da dire che una aveva il numero che iniziava x 81 l'altra come la mia per 89....Ora non penso che la Telecom abbia diversificato le zone anche in base al numero civico della via ma più probabilmente stia raggiungendo le zone in ordine crescente in base al numero telefonico tanto x capirsi 81 poi 82 poi 83 ecc ecc....Tra l'altro la mia zona è abitata da molti studendi universitari come il sottoscritto che di certo son più propensi alle nuove tecnologie che magari il paesino nella campagna toscana dove magari c'è di meglio da fare che navigare al pc, giustamente anche il paesino deve esser raggiunto dal servizio per non esser tagliato fuori dal mondo ma non mi vengano a raccontare che viene raggiunto dal servizio solo perchè son un bacino più numeroso di probabili utenti perchè allora si spiegherebbero tante cose sul non funzionamento del nostro paese non mi sembra bisogna esser laureati per capirlo....Comunque il colmo dei colmi l'ho scoperto 2 anni fa quando il mio prof di reti di telecomunicazioni parlando delle reti in italia ha fatto vedere la cartina della mia zona con le varie centrali e i bacini di utenti che vengon raggiunti dalle medesime e indovinate un pò a 100 metri da casa mia ho una delle più grandi che naturalmente raggiunge zone COPERTE DAL SERVIZIO.....Trovo vergognoso abitare in una zona dove sicuramente non ci son problemi tecnici per esser raggiunta e nemmeno come possibili probabili utenti,forse l'unica pecca che c'è è che non vi abitano personalità politiche dell'uno o l'altro schieramento non importa, cosa più vergognosa è non poter far previsioni su quanto dovrò ancora aspettare.Scusate lo sfogo ma navigare in gprs non è il massimo specie per chi come me ha bisogno di fare download di molti pdf anche molto pesanti causa studio.....Nella speranza che qualche dirigente telecom legga il mio sfogo e ci rifletta su....Cordiali saluti
  • Anonimo scrive:
    Ma che tecnologia è se non si può averla
    Ciao tutti,sono uno "sfortunato" appassionato di Internet, da anni che lotto per far portare la ADSL nel mio comune" Scandriglia in provincia di Rieti", ho raccolto piu di 150 firme"www.scandrigliaweb.it/lista.html", ho mandato mail a tutti da Telecom al Presidente della Regione Lazio On. Storace.Mi chiede perchè la telecom continua a proporre una adsl finta come il satellitare invece di sviluppare la rete terrestre?Paese come i nostri dove la maggior parte delle popolazione vuole questo servizio, cosa o a chi deve raccomandarsi per avere un servizio cosi importante?Possibile che in Italia non si riesca a far nulla senza proteste e raccomandazioni?Cmq non molleremo, se ci sarà bisogno romperemo le "scatole" a tutti i responsabili per portare questa tecnologia nel nostro territorio.SalutiBruno Stazib.stazi@katamail.com
  • peraspera scrive:
    ADSL? Una chimera!
    Ciao a tutti, ho letto con molto interesse alcune lettere sull'argomento ADSL e vorrei dare il mio contributo. Premetto che non vivo in cima ad una montagna ne in uno sperduto casolare di campagna, ma nella periferia di Roma. Da circa 3 (TRE!!!) anni sto cercando di ottenere una linea ADSL, ma non è possibile perchè la Telecom non vuole rimodernare la sub-centrale che serve la mia zona. A nulla sono valsi proteste e raccolte di firme, neanche è servita la disponibilità di cambiare numero per farsi attestare il doppino telefonico su un'altra centrale. Insomma da parte Telecom c'è un RIFIUTO TOTALE ! Tra l'altro non è neanche possibile avere la linea ISDN (per quel che ormai vale....).Insieme ad altri abitanti della zona abbiamo anche provato con FastWeb , che tramite un loro "funzionario" aveva promesso di installare una loro centralina se avessimo dimostrato di raggiungere un certo numero di contratti; lo abbiamo fatto ma anche FastWeb ci ha abbandonato.:'(Ho potuto anche sperimentare che in un piccolo paesino della Basilicata la velocità di connessione dial-up (modem 56k) era enormemente più alta di quella che normalmente riesco ad avere a casa mia.A questo punto mi chiedo se non è proprio il caso di trasferirmi in uno sperduto paesino dove la Telecom investe molto di più, invece di rimanere a ROMA!!!peraspera@iol.it
    • Anonimo scrive:
      Re: ADSL? Una chimera!
      (troll) Vorrei dare ragione all'intervento perchè la Telecom mi ha letteralmente "sfasciato" casa per poi darmi la bella notizia dicendomi "ci dispiace ma la tua abitazione non è collocata in una posizione dove ci siano cabine abilitate all'ADSL!"Anche io non abito in un eremo o nella foresta nera africana!!!Percio' invece di farmi quel lavoretto potevano avvertirmi prima!!!!:(
  • Anonimo scrive:
    Bisognerebbe far così
    Siccome la Telecom inizia a ragionare solo quando ci son di mezzo i suoi guadagni, bisognerebbe che chi non è coperto, in segno di protesta, disdica la propria linea telefonica. Perchè continuare a pagare il canone per avere uno schifoso 56K che per di più mi costa 1250 lire circa all'ora in fascia ridotta? Fosse almeno gratuita la telefonata..Questa telecom del c*zzo DEVE MORIRE. Se non fosse per il suo monopolio l'Italia sarebbe già tutta coperta dal servizio.Scusate lo sfogo.
  • Anonimo scrive:
    Aiutatemi per l'ADSL !
    Ciao a tutti ! Il mio problema è singolare :abito in provincia di Bologna, più precisamente a Funo di Argelato. Premetto che sono in una zona "parzialmente coperta" da servizio ADSL, e grazie ad un mio amico che fa il tecnico per la telecom sono riuscito a scoprire che il problema non è la copertura, bensì la centrale che risulta satura e senza posto per aggiungere numeri con i doppini di rame singoli. Assurdo no ? Ora vi chiedo : come faccio ad ottenere in tempi brevi (visto che ho bisogno di una connessione banda larga per il lavoro) la connessione, essendo semplicemente un problema di ampliamento di centrale ?Vi ringrazio tutti anticipatamente !Ciao e a presto !
  • Anonimo scrive:
    Ma come faremmo?
    Se dall'unita' d'Italia ad oggi non si fosse lasciato mezzo Paese privo di infrastrutture (ferrovie, strade, scuole, ospedali e ora internet) come farebbe l'Italia ad essere sempre in crisi? Saremmo un Paese ricco, ma pare che nei secoli si perpetui una specie di ideologia per cui cio' dev'essere impedito a tutti i costi.Le infrastrutture debbono essere garantite dallo Stato e non privatizzate, e pagare le tasse non dev'essere considerato dal CITTADINO come un'odiosa imposizione ma come una necessita' per potere vivere in un paese CIVILE.Se qualcuno non e' d'accordo si trasferisca a Milano centro per avere la metropolitana e Fastweb, sempre che abbia 3000 euro al mese per l'affitto di casa!
  • Anonimo scrive:
    x Domenico Panacea
    Come sei riuscito a farti scrivere da telecomitalia? Ti hanno contattato loro per il polverone che hai sollevato o ti sei rivolto a qualcuno in particolare?Facci sapere cosi' ci muoviamo anche noi seguendo i tuoi passi :)
  • Anonimo scrive:
    uniamoci e facciamoci sentire
    Che ne dite di unirci per incominciare a dare una dimensione ed una consistenza a noi esclusi dall'accesso a larga banda?Potremmo creare una community online per iniziare a contarci ed organizzarci, capito quanti siamo magari poi potremmo iniziare a far sentire il nostro malcontento in una forma piu' ufficiale rispetto al lamentarsi solo sui forum.Interessa la proposta, fatevi avanti :)
    • neoviruz scrive:
      Re: uniamoci e facciamoci sentire
      - Scritto da: Anonimo
      Che ne dite di unirci per incominciare a
      dare una dimensione ed una consistenza a noi
      esclusi dall'accesso a larga banda?
      Potremmo creare una community online per
      iniziare a contarci ed organizzarci, capito
      quanti siamo magari poi potremmo iniziare a
      far sentire il nostro malcontento in una
      forma piu' ufficiale rispetto al lamentarsi
      solo sui forum.
      Interessa la proposta, fatevi avanti :)Se il tempo me lo permette organizzo una raccolta di adesioni online, con relativo forum di discussione.Intanto ho iniziato a contattare diverse associazioni di consumatori.Ho scritto anche al garante per le telecomunicazioni ma (che strano) ha la casella di posta piena...Per chi ha idee, consigli, o semplicemente vuole contatattarmi l'indirizzo e' info@curatola.net
      • Anonimo scrive:
        Re: uniamoci e facciamoci sentire
        Già scritto 3 volte al Ministro delle Telecomunicazioni, hanno sempre risposto che non dipende più da loro perchè l'azienda ormai è privata. Scritto anche al Ministro delle Innovazioni Tecnologiche , stessa risposta con consiglio di scrivere al Garante ..... passati 4 mesi ma se ne sono ben guardati dal rispondere.Sono 4 anni che "imploro" Telecom (sono ormai ridotto a questo) ma anche oggi, all'ennesima richiesta, hanno proposto HDSL (spiritosi eh!! )Che si può fare? Devo organizzare una raccolta di firme nella mia frazione? Per eventuali scambi di opinioni .... cptwic@email.itUn saluto
        • Anonimo scrive:
          Re: uniamoci e facciamoci sentire
          dai dai facciamo un sito di raccolta firme virtuali.....poi mandiamo ognuno di noi una cinquantina di fax al giorno ai vari numeri verdi telecom... voglio propio vedere se x pieta o x altri motivi nn ci danno ascolto!!!Se mai cominciamo, mai avremo l'adsl!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: uniamoci e facciamoci sentire
          Salve a tutti sono un ragazzo di diciotto anni e da ormai 2 anni aspetto l'ADSL.Ma il mio problema non è di per se quello... il mio problema è che nel mio comune comprese le frazioni è presente la copertura ADSL , soltanto una centralina denominata "duplex" (perchè sdoppia i numeri della centralina principale) non può essere coperta.L'unico modo sarebbe cambiare la centralina "duplex" .Avete qualche idea da propormi?Se si o rispondete qui oppure mandatemi un email ad a.alessio@email.it
          • valerio49 scrive:
            Re: uniamoci e facciamoci sentire
            Esiste già una petizione online al governo italiano.sottoscrivetela http://www.petitiononline.com/digdivit/petition.html
    • Anonimo scrive:
      Re: uniamoci e facciamoci sentire
      Salve a tutti, mi chiamo Stefano......Nel mio comune l'adsl è un optional..... per me invece,una essenzialità!!!!Mi auguro che gli operatori telefonici, in particolar modo TELECOM riesca entro il 2035 a farci pervenire questa benedetta copertura!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: uniamoci e facciamoci sentire
      A me interessa eccome!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: uniamoci e facciamoci sentire
        SALVE A TUTTI RAGAZZI,HO VISTO KE VI STATE MOBILITANDO A DARE BATTAGLIA A TELECOM E PERCIò,PER LA SERIE"PIù SEMO E PIù SE DIVERTIMO"ECCOMI QUA E SONO PRONTO A DARE IL MIO AIUTO O IL MIO CONTRIBUTO.......ANKE PERKè MI SA KE SONO UNO DI QUELLI CHE STANNO MESSI MOLTO MALE.MI CONNETTO TRAMITE IL MODEM DEL MIO TELEFONINOCHE PERò A QUANTO HO VISTO E SPERIMENTATO,VA PIù VELOCE DELLA TRADIZIONALE LINEA 56KDETTO QUESTO IO SONO DELLA PROVINCIA DI ROMA E PER KI HA DEI RISVOLTI SULLA QUESTIONE COPERTURA ADSL,è PREGATO DI CONTATTARMI.onlyverdj79@yahoo.it
  • Anonimo scrive:
    Re: WTI... Qualcuno ha il link?
    se puoi essere piu esplicito su dove si trova la copertura, te ne sarei grato...
    • Anonimo scrive:
      Re: WTI... Qualcuno ha il link?
      - Scritto da: Anonimo
      se puoi essere piu esplicito su dove si
      trova la copertura, te ne sarei grato...vai nella homepage di quel sito, poi clicchi su accesso a banda larga (quadrante alto sinistra), poi adsl 640 Mbit, infine copertura ADSL. e poi o pianificata o attiva
  • Anonimo scrive:
    perche' non incentivare ISDN?
    ISDN e' gia' un miglioramento rispetto all'analogico...perche' se proprio non si aggiornano gli hardware con DSLAM etc. non vengono incentivati trasformazioni e allacci ISDN nelle zone "meno appetibili"?boh...misteri:s
  • Anonimo scrive:
    Tronchetti provera
    Se Tronchetto comprasse qualche bidone in meno all'inter insieme a Moratti, forse a quest'ora sarei coperto.bèh, tanto c'è quella satellitare........vaff..morì..str..:@
  • GoiMassimiliano scrive:
    Azienda feccia
  • picdp scrive:
    sti cavoli, stanno sempre in ritardo
    sul sito della telecom, l'attivazione della mia zona da novembre scorso è prevista per il marzo appena passato.la settimana scorsa hanno attivato le zone previste per gennaio.
    • Anonimo scrive:
      Re: sti cavoli, stanno sempre in ritardo
      potreste cortesemente postare il link della pagina con il piano di copertura da parte di Telecom Italia?grazie in anticipoGiovanni
  • gregoril scrive:
    I costi di Telecom
    Come molti lettori mi trovo in un comune "non coperto". Dal momento che i due dei tre comuni limitrofi sono serviti, spesso mi chiedo quali siano i "costi" che Telecom dovrebbe sostenere e soprattutto quale sia il "margine" di reddittività richiesta.Ovviamente un Comune con 6000 abitanti e non troppe attività produttive non rappresenta un cliente particolare, ma se ci fossero dei parametri obiettivi (es. avere prenotazioni per X connessioni) forse si potrebbe facilitare certe decisioni.Ringrazio chiuque possa fornirmi indicazioni in merito.LG
    • Anonimo scrive:
      Re: I costi di Telecom

      Dal momento che i due dei
      tre comuni limitrofi sono servitiA volte dipende da dove sta la centrale più vicina: ad esempio potebbe accadere che un piccolo comune non ha una sua centrale e si appoggi su quella del comune a fianco, che magari dista pochi chilometri, a quel punto magari quello giustificava la presenza e di MUX ADSL.Ora un terzo comune più grande, ma poco più distante potebbe essere tagliato fuori per queste strane logiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: I costi di Telecom
      - Scritto da: gregoril[cut]
      Ovviamente un Comune con 6000 abitanti e non
      troppe attività produttive non
      rappresenta un cliente particolare, ma se ci
      fossero dei parametri obiettivi (es. avere
      prenotazioni per X connessioni) forse si
      potrebbe facilitare certe decisioni.Lo abbiamo fatto anche noi, che nella nostra città viviamo una situazione ai limiti dell'assurdo.In pratica, la centrale Telecom si trova a sud della città, copre tutta la zona nord e addirittura un paesino a fianco, ma non copre il centro storico dove abito io perché Telecom ha messo una minicentrale nel centro storico ed ha pensato che centinaia di uffici e negozi non sono redditizi.Abbiamo inviato una petizione direttamente alla responsabile di Bari che si occupa della rete ADSL con oltre 100 firmatari. Risultato? L'ADSL non arriverà perché Telecom Italia, pur vedendo 100 potenziali clienti, non ha ritenuto opportuno coprire la zona.
      • Anonimo scrive:
        Re: I costi di Telecom
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: gregoril
        [cut]

        Ovviamente un Comune con 6000 abitanti
        e non

        troppe attività produttive non

        rappresenta un cliente particolare, ma
        se ci

        fossero dei parametri obiettivi (es.
        avere

        prenotazioni per X connessioni) forse si

        potrebbe facilitare certe decisioni.
        Lo abbiamo fatto anche noi, che nella nostra
        città viviamo una situazione ai
        limiti dell'assurdo.
        In pratica, la centrale Telecom si trova a
        sud della città, copre tutta la zona
        nord e addirittura un paesino a fianco, ma
        non copre il centro storico dove abito io
        perché Telecom ha messo una
        minicentrale nel centro storico ed ha
        pensato che centinaia di uffici e negozi non
        sono redditizi.
        Abbiamo inviato una petizione direttamente
        alla responsabile di Bari che si occupa
        della rete ADSL con oltre 100 firmatari.
        Risultato? L'ADSL non arriverà
        perché Telecom Italia, pur vedendo
        100 potenziali clienti, non ha ritenuto
        opportuno coprire la zona.Secondo te quanto è redditizio per telecom?mi spiego tu ti lamenti che ben e ripeto ben 100 poteziali clienti non abbiano ingolosito telecom, non ti sei informato sul perchè?45000 euro solo di attrezzature più costi di adeguamento centrale e manodopera mettimao 50000 euro. Se tutti i 100 potenziali clienti decidono di prendere una adsl base significa dividere brutalmente (le aziende fanno calcoli più raffinati) 50000 per 100 che fa 500 euro, solo di spese. Una adsl costa 40 euro ivata al mese, togliamo l'iva che va allo stato restano 33 euro. 500 diviso 33 = 15.15 sono quindi 15 mesi il tmepo per riprendersi solo l'investimento. Se poi devi farti debiti per finanziare questi investimenti hai ancora gli oneri bancari. Tu potrai dire, si però dopo 15 mesi inizia a guadagnare ma solo se tutti i 100 potenziali clienti prendono realmente la adsl e la prendono flat oltretutto e al prendono da telecom poi, altrimenti i tempi si allungano. E quando durerà ancora la attuale ADSL sul mercato prima di iniziare ad essere soppiampiata dalla versione 2? un apio di anni? 3? poi si ricomincia. Io sarei piuttosto curioso, a fronte dell'investimento di 1 miliardo di euro compiuto e delgi oneri bancari, di sapere quanto al telecom per ora ha guadagnato dalle adsl. Sarei curioso di sapere quando prevede la telecom di iniziare la conversione alla adsl 2. Sarei curioso di sapere secondo voi oltretutto cosa dovrebbe fare la telecom all'apparire di una nuova tecnologia come la adsl 2 appunto, se mantenesse le adsl 1 per ammortizzare i costi e guadagnare mi piacerebbe sapere se i clienti sarebbero d'accordo o inizierebbe una nuova cmapagna di rpessanti richieste per passare alla versione nuova e avere più velocità e banda. Sarei curioso in una citta come cuneo di 56 mila abitanti e coperta da adsl quanti sono quelli che la usano tutti i giorni e quanto telecom ha investito e quando sta ricavando.Se si vuole fare i conti in tasca aglia ltri si devono fare con i numeri reali in mano e non solo ipotizzando lauti guadagni che nella realtà potrebbero probabilemnte non esserci dato l'enorme massa di debiti della telecom stessa.
        • Anonimo scrive:
          Re: I costi di Telecom
          - Scritto da: Anonimo[cut]
          Secondo te quanto è redditizio per
          telecom?
          mi spiego tu ti lamenti che ben e ripeto ben
          100 poteziali clienti non abbiano ingolosito
          telecom, non ti sei informato sul
          perchè?

          45000 euro solo di attrezzature più
          costi di adeguamento centrale e manodopera
          mettimao 50000 euro. Se tutti i 100
          potenziali clienti decidono di prendere una
          adsl base significa dividere brutalmente
          (le aziende fanno calcoli più
          raffinati) 50000 per 100 che fa 500 euro,
          solo di spese. Una adsl costa 40 euro ivata
          al mese, togliamo l'iva che va allo stato
          restano 33 euro. 500 diviso 33 = 15.15 sono
          quindi 15 mesi il tmepo per riprendersi solo
          l'investimento. Se poi devi farti debiti per
          finanziare questi investimenti hai ancora
          gli oneri bancari. Tu potrai dire, si
          però dopo 15 mesi inizia a guadagnare
          ma solo se tutti i 100 potenziali clienti
          prendono realmente la adsl e la prendono
          flat oltretutto e al prendono da telecom
          poi, altrimenti i tempi si allungano. E
          quando durerà ancora la attuale ADSL
          sul mercato prima di iniziare ad essere
          soppiampiata dalla versione 2? un apio di
          anni? 3? poi si ricomincia. Io sarei
          piuttosto curioso, a fronte
          dell'investimento di 1 miliardo di euro
          compiuto e delgi oneri bancari, di sapere
          quanto al telecom per ora ha guadagnato
          dalle adsl. Sarei curioso di sapere quando
          prevede la telecom di iniziare la
          conversione alla adsl 2. Sarei curioso di
          sapere secondo voi oltretutto cosa dovrebbe
          fare la telecom all'apparire di una nuova
          tecnologia come la adsl 2 appunto, se
          mantenesse le adsl 1 per ammortizzare i
          costi e guadagnare mi piacerebbe sapere se i
          clienti sarebbero d'accordo o inizierebbe
          una nuova cmapagna di rpessanti richieste
          per passare alla versione nuova e avere
          più velocità e banda. Sarei
          curioso in una citta come cuneo di 56 mila
          abitanti e coperta da adsl quanti sono
          quelli che la usano tutti i giorni e quanto
          telecom ha investito e quando sta ricavando.

          Se si vuole fare i conti in tasca aglia ltri
          si devono fare con i numeri reali in mano e
          non solo ipotizzando lauti guadagni che
          nella realtà potrebbero probabilemnte
          non esserci dato l'enorme massa di debiti
          della telecom stessa.Il tuo discorso non ha né capo né coda, altrimenti non si spiegherebbe perché Telecom Italia è andata a coprire un paesino chiamato Pietramelara (Caserta), che a malapena conta 5000 abitanti, la maggior parte over 65, che non ha nessuna attività economicamente rilevante e soprattutto che tale centrale copre unicamente quel paese. In questo caso Telecom Italia ha preso ? 50.000 e li ha gettati nel cesso? Se il tuo discorso facesse testo, Telecom Italia avrebbe sì e no coperto i capoluoghi di regione.Una domanda: lavori per Telecom Italia e la stai difendendo dai suoi deliri economici?
        • Anonimo scrive:
          Re: I costi di Telecom
          VORREI DIRE SOLO UNA COSA..........HO LETTO IL POST DI UNO CHE PARLAVA DEI COSTI DELLE ATTREZZATURE ECC.ORA PARLIAMOCI CHIARO.....LA TELECOM DA QUANDO SI CHIAMAVA SIP E PRIMA ANCORA... NON HA FATTO ALTRO CHE RUBARE SOLDI SU SOLDI....E DOPO ANNI E ANNI CHE NOI PAGHIAMO TANTI E FORSE ANCHE TROPPI SOLDI PER UN SERVIZIO TOTALMENTE PESSIMO.....TU MI FAI LA MORALE DELLE ATTREZZATURE QUANDO NOI ITALIANI DOVREMMO ESSERE TRATTATI DA RE PER QUELLO CHE ABBIAMO FRUTTATO A QUESTO GESTORE...INOLTRE CON L'AVVENTO DI TELE2, WIND, INFOSTRADA E TISCALI.....I FAMOSI PREZZI DOVREBBERO SCENDERE...NON RIMANERE UGUALI....E I COSTI DI GESTIONE, VISTO CHE ORMAI NON SIAMO TUTTI IN MANO ALLA TELECOM...DOVREBBERO ESSERE DIMINUITI....QUINDI....TUTTO IL GUADAGNATO POTREBBE ESSERE SPESO O PER COPRIRE LE ZONE CHE NON POSSONO USUFRUIRE DI QUESTO SERVIZIO LADRO.......CAPITO?
    • Anonimo scrive:
      Re: I costi di Telecom
      proprio se ci sono tante attività produttive non coprono cosi' gli vendono l'hdsl a traffico 100 lire al mega + 100 euro di canone mensile oppure flat a 700 euro al mese + iva naturalmente
      • Anonimo scrive:
        Re: I costi di Telecom
        - Scritto da: Anonimo
        proprio se ci sono tante attività
        produttive non coprono cosi' gli vendono
        l'hdsl a traffico 100 lire al mega + 100
        euro di canone mensile oppure flat a 700
        euro al mese + iva naturalmenteC'è una legge che impone a Telecom Italia di vendere l'HDSL solo se è presente anche l'ADSL, altrimenti non può vendere né l'una né l'altra.Una piccola software house che si trova nel mio quartiere ha chiesto l'HDSL e gli hanno detto che non possono portarla perché c'è la legge che lo vieta se non è possibile vendere anche l'ADSL.
    • antsori scrive:
      Re: I costi di Telecom
      Il mio intervento per dire soltanto che pur essendo a soli 500 mt da una centrale abilitata all'ADSL non possono usufruire di tale servizio disponibile da due anni e mezzo; mentre solo 11 abitanti su 8000, trovandosi in zone limitrofe ce l'hanno ma non ne hanno bisogno! Vi sembra giusto tutto ciò? Abito in provincia di Avellino e sono rimasto colpito dal discorso (siamo in periodo elettorale) del ministro Gasparri "Più investimenti al SUD, soprattutto per quanto concerne lo sviluppo tecnologico..."; mi viene da chiedere: i finanziamenti che ha avuto Telecom per diffondere la nuova tecnologia che fine hanno fatto? Chissà forse li ha usati per pagare i canoni arretrati del satellite per Alice SAT, una fregatura che gli ha dato Net-Sat e che adesso cerca di rifilare a coloro che non possono avere l'Adsl grazie allo suo strapotere. Così costringe i poveri ignari, in totale astinenza di Bps, a ripiegare su una tecnologia ormai obsoleta, in forte declino e più costosa di quanto vale realmente (Mi pare che Net-Sat non abbia avuto un gran successo, ma si sà Telecom è come re Mida: tutto quello su cui mette le mani...). Morale della favola "Vale l'articolo quinto, chi ha in mano il potere ha vinto!" . Ma sarà poi così? Staremo a vedere.==================================Modificato dall'autore il 17/05/2004 21.20.52
  • Anonimo scrive:
    E quelli come me...?
    Vorrei sapere cosa ci aspetta a quelli come me che per distanza e per scelta TI stiamo sotto quegli armadi elettronici, presenti anche nelle città sotto copertura, che non permettono (e mai lo permetteranno, ormai) l'attivazione di un abbonamento ADSL?Dovremo spendere 1000 Euro per farci attivare la parabola bidirezionale coi vicini che ti guardano malissimo per quel coso che spunta dal tuo balcone e spendere 100 Euro al mese per avere l'equivalente di una Alice? O restare perennemente a 56K?Saluti, FC
    • Anonimo scrive:
      Re: E quelli come me...?
      - Scritto da: Anonimo
      Vorrei sapere cosa ci aspetta a quelli come
      me che per distanza e per scelta TI stiamo
      sotto quegli armadi elettronici, presenti
      anche nelle città sotto copertura,
      che non permettono (e mai lo permetteranno,
      ormai) l'attivazione di un abbonamento ADSL?

      Dovremo spendere 1000 Euro per farci
      attivare la parabola bidirezionale coi
      vicini che ti guardano malissimo per quel
      coso che spunta dal tuo balcone e spendere
      100 Euro al mese per avere l'equivalente di
      una Alice? O restare perennemente a 56K?

      Saluti, FCPer quanto riguarda gli utenti che si trovano attesati su dei concetratori (causa distaza elevata dall c.le telecom italia)non ci sono notizie positive. Quindi bisognera aspettare l'avvento di nuove tecnologie che colmino questo gap.
    • Anonimo scrive:
      Re: E quelli come me...?
      - Scritto da: Anonimo
      Vorrei sapere cosa ci aspetta a quelli come
      me che per distanza e per scelta TI stiamo
      sotto quegli armadi elettronici, presenti
      anche nelle città sotto copertura,
      che non permettono (e mai lo permetteranno,
      ormai) l'attivazione di un abbonamento ADSL?

      Dovremo spendere 1000 Euro per farci
      attivare la parabola bidirezionale coi
      vicini che ti guardano malissimo per quel
      coso che spunta dal tuo balcone e spendere
      100 Euro al mese per avere l'equivalente di
      una Alice? O restare perennemente a 56K?

      Saluti, FCLa risposta di telecom mi pare sensata, loro agiscono sotto logica di mercato e remunerazione, 1 miliardo di euro di investimenti (2000 miliardi di lire) pe runa tecnologia già superata da ADSL 2 che quando verrà implementata porterà al rinnovo totale delle apparecchiature installate, il ritardo poi della privatizzazione della telecom e il relativo indebitamento per l'acquisto sicuramente portano a investimenti più lenti e tariffe più alte. Ma anche se le infrastrutture fossero state separate il gestore delle mere linee non farebbe diversamente. Una azienda privata punta al profitto, telecom punta al profitto per pagare i debiti. Certi comini o frazioni non verranno mai coperte dalle tecnologie attuali, non è lontamente pensabilesi investano migliaia di euro per permettere il collegamento di uno solo. Chi necessita di adsl dovrà spostarsi in zone coperte. Certediscussioni che volgiono telecom a coprire tutti i comuni e i cittadini sono ridicole, in nessunos tato si copriranno mai tutti i cittadini con la adsl 1. ADSL due ha già caratteristiche diverse ma forse quando sarà il momento sarà giunta la ADSl 3 non è pensabile che una azienda sia pronta a buttare a mare investimenti miliardi senza aver prima raggiunto un minimo di guadagno dall'investimento effettuato in precedenza e a telecom ancora brucia l'isdn.
      • Anonimo scrive:
        Re: E quelli come me...?

        dall'investimento effettuato in precedenza e
        a telecom ancora brucia l'isdn.E perché mai a Telecom ancora brucerebbe l' isdn?Spiega, sono curioso.Io, non potendo avere adsl, ho isdn già da anni, epago quindi il canone per 2 linee + ovviamente il traffico(traffico che, con flat o a tempo, sempre caro è).Il mio collegamento isdn usa una sola coppia, non 2.Lo sdoppiamento del numero avviene in centrale, a costozero.isdn è una gallina dalle uova d' oro, per la telecom, altro che.Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: E quelli come me...?
          ...E se facessimo saltare in aria le centraline?....Voglio vedere poi se non sono costretti a cambiarle......
  • Anonimo scrive:
    QUALE E' IL LINK
    x vedere la copertura adsl pianificat? non che ci speri ma.....:@
    • Anonimo scrive:
      Re: QUALE E' IL LINK
      Purtroppo al link non è possibile vedere la copertura pianificata ma solo quella attuale.LC
    • Anonimo scrive:
      Re: QUALE E' IL LINK
      2 comuni pianificati, che culo! in tutto il piemonte!:'(:'(:'(
      • Anonimo scrive:
        Re: QUALE E' IL LINK
        - Scritto da: Anonimo
        2 comuni pianificati, che culo! in tutto il
        piemonte!:'(:'(:'(se selezionassi "tutti i comuni" anzichè "b" forse ne troveresti di più
  • Anonimo scrive:
    Per l'autore della lettera...
    ..Chiedo a quale Santo si è votato per ricevere tali informazioni da Telecom Italia, dato che 3 anni ci scontriamo con il classico MURO DI GOMMA all'italiana quando chiediamo previsioni di copertura nel nostro Comune........Nessuno sa niente, nessuno è responsabile, nessuno può aiutare....Insomma chi diavolo contattare per sapere qualcosa???Magari le aziende che ricevono in subappalto da Telecom i lavori di aggiornamento delle centrali sanno qualcosa......MA CHI SONO COSTORO??Sembra il dossier MITROKIN.......tutto segretato!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per l'autore della lettera...
      Se il tuo comune non e' nell'elenco prendi un dado e tiralo.Il numero che esce lo maggiori di "1" per ogni 10.000 abitanti che il tuo comune ha in meno rispetto a 50.000.Il numero finale e' il numero di anni che devi aspettare per aver il collegamento ADSL nel tuo comune.Se poi il numero totale di abitanti e' minore di 5.000 allora le tue speranze sono praticamente nulle.
  • Anonimo scrive:
    Ma anche la sinistra non ha fatto niente
    ...Si vabbè Governo incapace e Ministro Urbani da DEFENESTRARE senza meno.....Ma anche la sinistra quando stava al governo che c**zo ha fatto per favorire la larga banda e demolire CONCRETAMENTE il monopolio TELECOM??.......NIENTE......I politici son tutti uguali......Dagli una poltrona, uno stipendio milionario e tanti saluti al poveraccio che li ha votati.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma anche la sinistra non ha fatto ni
      ...beh sino a quando (spero ancora per poco) avremo come presidente del consiglio il caro cavaliere, i soldi pubblici (nostri) verranno spesi per "incentivare" l'acquisto (=truffa) di scatolotti "stupidi e per nulla interattivi" per il digitale terreste (senza copertura pure quello) .Con l'unico risultato? Aumentare le azioni Mediaset ovvero il patrimonio dell'uomo piu' ricco d'europa che ci governa...Altro che Bel Paese...Dimitri
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma anche la sinistra non ha fatto niente
      Siete penosi...il digitale terrestre è una cosa che sta camminando in tutti i paesi europei... non se l'è inventato l'attuale presidente del consiglio...unica pecca di tutta sta storia del digitale terrestre è che non è stato dato risalto al fatto che siamo ancora in fase SPERIMENTALE (quindi la copertura non è nazionale e i canali minori non si sono ancora attivati).Per quello che riguarda telecom... e la copertura adsl il problema è purtroppo vecchio... e risale alla privatizzazione della stessa telecom... (ricordate chi c'era al governo???) visto che oggi la rete è di telecom e che telecom è una società privata (= esiste per portare guadagno) perché dovrebbero fare investimenti in zone dove andrebbero in perdita??
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma anche la sinistra non ha fatto niente
        - Scritto da: Anonimo
        Siete penosi...
        il digitale terrestre è una cosa che
        sta camminando in tutti i paesi europei...
        non se l'è inventato l'attuale
        presidente del consiglio...
        unica pecca di tutta sta storia del digitale
        terrestre è che non è stato
        dato risalto al fatto che siamo ancora in
        fase SPERIMENTALE (quindi la copertura non
        è nazionale e i canali minori non si
        sono ancora attivati).Se noi siamo penosi tu hai le fette di salame sugli occhi: perchè negli altri paesi è previsto per il 2010 mentre in ITA si è affrettato a renderlo effettivo entro il 2006 (4 anni in meno) ed è stato pubblicizzato a manetta GUARDA CASO appena proima che rete 4 doveva chiudere baracca???Eh già è proprio vero si vede solo ciò che si vuole vedere... troppo comodo così non trovi? :)

        Per quello che riguarda telecom... e la
        copertura adsl il problema è
        purtroppo vecchio... e risale alla
        privatizzazione della stessa telecom...
        (ricordate chi c'era al governo???) La sinistra mi sembra, ha sbagliato in alcune cose, si sa
        visto che oggi la rete è di telecom e
        che telecom è una società
        privata (= esiste per portare guadagno)
        perché dovrebbero fare investimenti
        in zone dove andrebbero in perdita??Semplice: perchè è stata creata con i soldi dello stato (prima era statale) quindi non è un'azienda privata come le altre che è nata dal nulla.
    • Gallone scrive:
      Re: Ma anche la sinistra non ha fatto niente
      - Scritto da: Anonimo
      Ma anche la sinistra quando stava al governo
      che c**zo ha fatto per favorire la larga
      banda e demolire CONCRETAMENTE il monopolio
      TELECOM??.......NIENTE......Non so se non vedi la differenza solo perchè sei un po' ottuso come diversa gente che conosco che fa un po' il tuo discorso... ma cercherò di spiegartela:la sinistra come dici tu non ha fatto niente.la destra sta proprio andando nel senso opposto.vedi tu... :)
  • Anonimo scrive:
    e i soldi pubblici...
    ...a cosa sono serviti?
  • Anonimo scrive:
    Spaghetti, mafia e putt@ne
    Cosa pretendete? L'Italia e' un paese vecchio, guidato da gente vecchia eletta da vecchi, con idee vecchie princìpi vecchi, palazzi e cultura vecchi... Qui non devi chiedere tecnologia, ma spaghetti, mafia, prostituzione. E' questo che esportiamo da secoli.Ho girato il mondo e credo che il Ruanda e qualche altro paese sfigato sia messo peggio di noi in quanto a tecnologia.Abbiamo i telefonini ultima generazione che non possiamo usare oppure usiamo a prezzi proibitivi ma nulla di utile o utilizzabile da tutti.Ero un amazzonia e mi sono stupito di vedere fibre ottiche attive in città, wireless nei casi di poche case ma tutti o quasi tutti collegati. In Romania hanno il pavimento in terriccio ma l'adsl a richiesta c'e'), etc...Qui fanno i conti per avere un ritorno economico? Ma cavolo, l'adsl e' richiesto da tutti, c'e' un macello di gente inc@zzata che aspetta (me compreso) e non arriva mai, risposta tipica al 187 : "non e' ancora prevista, riprovi fra 3 mesi", da 4 anni che aspetto! Ma stiamo scherzando??? Un ex dipendente telecom, licenziato con famiglia a carico ( molto bravo che ora lavora in proprio grazie a Dio) mi ha detto che da noi c'e' la fibra ottica, ed e' li a marcire. Mi ha anche detto che come vanno le cose li da mamma telecoma, entro il 2006 chiudono baracca e venderanno o chissa' cosa (attenti investitori, valutate bene) perche' sono presi come quelli della parmalatta. Concludo... siamo messi male, gente vecchia ancora in poltrone che decidono cosa dobbiamo fare, mangiare e come dobbiamo vivere noi giovani.Io sto per spostarmi altrove, questo paese e' destinato a crepare e vendere spaghetti, mafia e putt@ne, e sono veramente dispiaciuto di vederne il degrado, ma ho solo una vita e voglio viverla meglio, se posso.Ciao a tutti, UCF
    • Anonimo scrive:
      Re: Spaghetti, mafia e putt@ne
      Confermo: sapete chi è il provider con più fibra ottica stesa? Da statistiche (non ufficiali) mi risulta Telecom Italia per l'appunto. Nel mio comune di residenza (ora studio a Milano per cui non ho problemi) l'Adsl è arrivata abbastanza puntuale, ma ho scoperto nel mentre una cosa stranissima. Telecom ha steso fibra sotto la città (presumo per cablarsi le sue centrali) ma tale fibra è utilizzata in quantità minima rispetto alla capacità totale. Ovvero telecom la fibra ce l'ha, ma ai privati (nemmeno alle aziende) non la da. C'è da chiedersi perchè, visto che fastweb (unico fornitore di fibra ai privati) ha una rete a tuttoggi molto sovradimensionata per il traffico che genera (forse per il futuro).Riguardo alla situazione di telecom dico solo che molte compagnie di telecomunicazioni se la passan male specie dopo il salasso per l'UMTS che però non hanno ancora implementato. Poi non mi parlino di return on investment...Per me va a finire che fa la fine di omnitel, ovvero che ce la scippa qlche gruppo straniero, che quindi esporta gli utili dall'italia. Ennesima azienda italiana che perdiamo. Tra un po' cosa ci resta? Vista ora sembra un po' catastrofista, ma tra qlche anno se si continua così finiamo peggio di uno stato del terzo mondo colonizzato da imprese straniere che ne drenano le risorse, impoverendolo sempre più.
      • Anonimo scrive:
        Re: Spaghetti, mafia e putt@ne
        - Scritto da: Anonimo
        Per me va a finire che fa la fine di
        omnitel, ovvero che ce la scippa qlche
        gruppo straniero, che quindi esporta gli
        utili dall'italia. Ennesima azienda italiana
        che perdiamo. Tra un po' cosa ci resta?
        Vista ora sembra un po' catastrofista, ma
        tra qlche anno se si continua così
        finiamo peggio di uno stato del terzo mondo
        colonizzato da imprese straniere che ne
        drenano le risorse, impoverendolo sempre
        più.Ah si, un'altra legislazione come questa e rischiamo di fare il crack come l'argentina!
      • Anonimo scrive:
        Re: Spaghetti, mafia e putt@ne

        ... Telecom ha
        steso fibra sotto la città (presumo
        per cablarsi le sue centrali) ma tale fibra
        è utilizzata in quantità
        minima rispetto alla capacità totale.
        Ovvero telecom la fibra ce l'ha, ma ai
        privati (nemmeno alle aziende) non la da.
        C'è da chiedersi perchè, visto
        che fastweb (unico fornitore di fibra ai
        privati) ha una rete a tuttoggi molto
        sovradimensionata per il traffico che genera
        (forse per il futuro)....Tlecom la fibra la da eccome: prova a telefonare al 191 e dire che vuoi una connessione a 34 Mbit o melgio 155 Mbit.Portarti a casa la fibra per i 2 MBit non serve a nulla, basta il rame per quello. Ovviamente se uno non ha il rame, scavo per scavo ti porta la fibra.Comque la risposa te la dai da solo: secondo te perchè Fastweb ha una banda sovradimensionata? Perchè la gente non ha ancora motivi sufficienti per pagare per quel servizio.Telecom lo sa bene ha smesso di cablare con la fibra quando hanno inventato l'ADSL: prima l'alternativa era fibra o modem 56 Kbit. Ora si considera l'ADSL come tecnologia che farà da ponte tra il vecchio modem e il futuro della fibra.Pazienza, date tempo al tempo, è vero l'italia sarà pure vecchia, ma non è così lenta come si crede...

        Riguardo alla situazione di telecom dico
        solo che molte compagnie di
        telecomunicazioni se la passan male specie
        dopo il salasso per l'UMTS che però
        non hanno ancora implementato. Poi non mi
        parlino di return on investment...

        Per me va a finire che fa la fine di
        omnitel, ovvero che ce la scippa qlche
        gruppo straniero, che quindi esporta gli
        utili dall'italia. Ennesima azienda italiana
        che perdiamo. Tra un po' cosa ci resta?
        Vista ora sembra un po' catastrofista, ma
        tra qlche anno se si continua così
        finiamo peggio di uno stato del terzo mondo
        colonizzato da imprese straniere che ne
        drenano le risorse, impoverendolo sempre
        più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Spaghetti, mafia e putt@ne
      clap! clap! Approvo in toto!!! :
    • Anonimo scrive:
      Re: Spaghetti, mafia e putt@ne
      ...
      Qui non devi chiedere tecnologia, ma
      spaghetti, mafia, prostituzione. E' questo
      che esportiamo da secoli.questo è una stupido luogo comune, certo dovremmo fare di più nella ricerca oltr che tanta buona cucina, ma non solo non abbiamo più alcun merito particolare nel campo della mafia (nel senso che ne fanno di molto migliore in altri paesi) ne mi pare abbiamo mai avuto meriti particolari nel campo della prostituzione.
      Ho girato il mondo e credo che il Ruanda e
      qualche altro paese sfigato sia messo peggio
      di noi in quanto a tecnologia.altro sciocchezza
      Abbiamo i telefonini ultima generazione che
      non possiamo usare oppure usiamo a prezzi
      proibitivi ma nulla di utile o utilizzabile
      da tutti.Ma quando mai: ma se siamo uno dei paesi a più alto tasso di penetrazione di telefonini. Ma se l'america ha dovuto copiare il GSM che è uno standard Europeo.
      Ero un amazzonia e mi sono stupito di vedere
      fibre ottiche attive in città,
      wireless nei casi di poche case ma tutti o
      quasi tutti collegati. Si va bene gli asini volavano? In amazzonia moltissima gente non ha manco l'elettricità e se in un posto c'è la fibra è perché probabiltmente ci passano i turisti americani con i $ che vogliono telefonare a casa.
      In Romania hanno il pavimento in terriccio
      ma l'adsl a richiesta c'e'), etc...si va bene ma vai a verificare la copertura, dimmi se nelle periferie o nella parte rurale arrivano e dimmi se esiste un !% almeno di popolazione che se lo può permettere.
      Qui fanno i conti per avere un ritorno
      economico? Ma cavolo, l'adsl e' richiesto da
      tutti, c'e' un macello di gente inc@zzata
      che aspetta (me compreso) Ah! Ecco il perché del tuo sproloquio: forse volevi dirci che vivi in un borgo circondato da persone vecchie e magari poco interessate dall'ADSL e che quindi a te non è possibile averlo. Perché misuri l'italia intera su quello che vedi ad un centimetro dal tuo naso?
      Un ex dipendente telecom, licenziato con famiglia
      a carico ( molto bravo che ora lavora in
      proprio grazie a Dio) mi ha detto che da noi
      c'e' la fibra ottica, ed e' li a marcire. La fibra non marcisce non ti preoccupare, se sei dispoto a pagare per il serviizo telfona al servizio business (non al 187) e chiedi un linea in fibra. Non ti preoccupare che te la portano, però poi non mi dire che non te la puoi permettere.
      Mi ha anche detto che come vanno le cose li
      da mamma telecoma, entro il 2006 chiudono
      baracca e venderanno o chissa' cosa (attenti
      investitori, valutate bene) perche' sono
      presi come quelli della parmalatta. Mi sa che questo tuo amico non esiste e tui fai brutti sogni. E' evidente che non sai minimamente di ciò di cui parli.
      Io sto per spostarmi altrove, questo paese
      e' destinato ....a vivere bene anche senza di te.Chi se ne va fa bene a stare zitto, chi parla parla poi sta qui e non fa nulla. C'è molta gente che ha scelto di andare a fare ricerca o nuove attività in altri paesi, ma credimi che ce ne sono molti che appena possono tornano e cercano di fare del proprio melgio qui.E' una lotta ogni giorno, contro la tradizione e tutti i freni dati da questo paese "vecchio" come dici tu, ma andarsene dall'Italia non è una riposta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Spaghetti, mafia e putt@ne
        "
        "perche' l'Italia e' il Paese piu' vecchio d'Europa, forse del Mondo. A maggior ragione dovrebbero essere fatte piu' campagne informative e meno pubblicite' di servizi a banda larga che non tutti possono avere.
    • Gallone scrive:
      Re: Spaghetti, mafia e putt@ne
      - Scritto da: Anonimo
      Io sto per spostarmi altrove, questo paese
      e' destinato a crepare e vendere spaghetti,
      mafia e putt@ne, e sono veramente
      dispiaciuto di vederne il degrado, ma ho
      solo una vita e voglio viverla meglio, se
      posso.

      Ciao a tutti, UCFMi associo al tuo stato di morale basso misto a pessimismo nel veder le cose del nostro paese. Tuttavia per quel poco (ma non proprio poco come può sembrare) che ho girato non ho ancora trovato un posto che mi faccia dire "però! qui ci vivrei".Non ho ancora trovato un posto per il quale rinuncerei a tutte le cose belle dell'Italia (nonostante eliminerei tutte le brutte alcune delle quali hai elencato tu)Forse quando troverò questo posto me ne andrò anche io, ma fino ad allora sono felice ed orgoglioso di vivere in questo paese, pur nonostante con tutte le brutte cose che "contiene"
    • speranza scrive:
      Re: Spaghetti, mafia e putt@ne
      Tutto questo comporta la classica fuga dei cervelli all estero é successo a me personalmente di poter toccare con mano tutto cio.Gli USA non sarebbero quelli che sono se non avessero concentrato la loro politica sui servizi e la tecnologia da fornire ai cittadini. Avere tecnologia a disposizione di ogni singolo individuo significa sviluppo di lavoro ,siamo un popolo che vanta secoli di conoscenze, ma non le sfruttiamo poiché siamo sempre ostacolati dall inefficenza di coloro che di servizi ai cittadini non sanno nemmeno da dove e cosa nascono. Forse si crede che si possa continuare a tollerare tutti questi sorprusi? Siamo un popolo di imprevedibili un giorno potremmo anche dire basta! Credo sia arrivato il momento che l unione faccia la forza , nel rispetto di coloro che dovrebbero servire, poiché noi li eleggiamo, e perché di diritti rispettino anche i nostri.Sono orgoglioso di essere un ITALIANO parte di quella RAZZA, che di cervello ne ha da vendere , pensate un po , all estero siamo elogiati e considerati per ingegneria tecnolologia fantasia cibo e chi ne ha piu ne metta, nella nostra Patria solo un branco di pecore con il capo chino a dire : evabbé cammafa!
    • Anonimo scrive:
      Re: Spaghetti, mafia e putt@ne
      Ho letto un po' tutti i commenti....ma di cosa ci stupiamo? Di che cosa ci stupiamo se contano di piu' calciatori e politici e mandiamo gli ingegneri a fare i commerciali (se va bene) per qualche filiale estera? Non tifo ne per il nano ne per il mortadella,questa cosa e fuorviante e ci distoglie dai reali problemi del paese.I pochi soldi che ci sono non vengono investiti per lo sviluppo della nazione,ma bensi' ingurgitati in una voragine di cui non ne conosciamo la profondita' da troppo tempo.Pensateci a fondo quando vi troverete con la scheda elettorale in mano.Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Airasca (TO)
    Quando si decideranno a coprirla?
    • Anonimo scrive:
      Re: Airasca (TO)
      - Scritto da: Anonimo
      Quando si decideranno a coprirla?Forse nel prossimo secolo, visto che casa mia - a Moncalieri - non è ancora coperta :-(Laura
  • neoviruz scrive:
    A parte che non sono romano
    E l'articolo citato e' il mio :PVorrei proprio conoscere quali sarebbero queste politiche di profitto e guadagno...Perche' non mi venite a dire che alzando le attuali offerte in TUTTA ITALIA di un paio di euro, non salterebbero fuori i fondi per coprire le eventuali zone mancanti...Volete sapere a quanto si aggira la mia bolletta da privato di media? Circa sui 200 al bimestre, euro piu' euro meno!Se vado avanti cosi' faccio prima a tirarmi da solo un cavo in fibra direttamente dal mix di milano.Ricordo inoltre che una politica del genere potrebbe EVENTUALMENTE andare bene per un privato (anche se non e' proprio cosi'), ma e' assolutamente inaccettabile per un utenza aziendale!Il digital divide, di cui si discute tanto, e' messo in opera da l'effettivo monopolista del settore tlc!Rimango dell'idea che ci vorrebbe un intervento esterno del governo, ma evidentemente sono troppo impegnati a fare leggi senza senso e a tarpare ogni nuova tecnologia, piuttosto che prendere in considerazione il problema...
    • Anonimo scrive:
      Re: A parte che non sono romano
    • avvelenato scrive:
      Re: A parte che non sono romano
      - Scritto da: neoviruz
      Perche' non mi venite a dire che alzando le
      attuali offerte in TUTTA ITALIA di un paio
      di euro, non salterebbero fuori i fondi per
      coprire le eventuali zone mancanti... col cacchio che noi fortunati pagheremmo volentieri per voi sfigati :D
      Volete sapere a quanto si aggira la mia
      bolletta da privato di media? Circa sui 200
      al bimestre, euro piu' euro meno! anche la mia. Prima che mettessi l'adsl.
      Se vado avanti cosi' faccio prima a tirarmi
      da solo un cavo in fibra direttamente dal
      mix di milano. che aspetti? lavora!
      Rimango dell'idea che ci vorrebbe un
      intervento esterno del governo, ma
      evidentemente sono troppo impegnati a fare
      leggi senza senso e a tarpare ogni nuova
      tecnologia, piuttosto che prendere in
      considerazione il problema... condivido. Al posto che dare contributi per chi la connessione adsl ce l'aveva comoda comoda, potevano usarli per creare nuove centraline.sarebbe anche molto semplice definire territorialmente aree "svantaggiose" e "vantaggiose" economicamente, e tariffarle diversamente... ma poi so già che qualcuno dei paladini del "digital divide" si lamenterebbe perché paga di più in quanto abita a Bisuschio (va) rispetto alle tariffe in centrocittà. avvelenato che apparte gli scherzi pur avendo l'adsl vorrebbe che anche i suoi amici parimenti l'avessero.
    • Anonimo scrive:
      Re: A parte che non sono romano

      Ricordo inoltre che una politica del genere
      potrebbe EVENTUALMENTE andare bene per un
      privato (anche se non e' proprio cosi'), ma
      e' assolutamente inaccettabile per un utenza
      aziendale!Allora ti informo che sei male informato: la coperdtura HDSL è molto più estesa, proprio per dare un servizio alle azinedela dove la copertura ADSL non arriva. Hai una azienda, una ttività che ne giustifica la spesa? Chiedi l'HDSL: 2 Mbit su un doppino di rame di qualità e molto probabilmente anche nel tuo comune.
      • avvelenato scrive:
        Re: A parte che non sono romano
        - Scritto da: Anonimo

        Ricordo inoltre che una politica del
        genere

        potrebbe EVENTUALMENTE andare bene per
        un

        privato (anche se non e' proprio
        cosi'), ma

        e' assolutamente inaccettabile per un
        utenza

        aziendale!

        Allora ti informo che sei male informato: la
        coperdtura HDSL è molto più
        estesa, proprio per dare un servizio alle
        azinedela dove la copertura ADSL non arriva.
        Hai una azienda, una ttività che ne
        giustifica la spesa? Chiedi l'HDSL: 2 Mbit
        su un doppino di rame di qualità e
        molto probabilmente anche nel tuo comune.
        ti sei dimenticato di dargli l'indirizzo di un chirurgo che possa piazzare i suoi reni sul mercato nero degli organi con un guadagno accettabile....
      • neoviruz scrive:
        Re: A parte che non sono romano
        Lavori per telecom o gli affitti soltanto il tuo fondoschiena?La copertura HDSL e' molto piu' estesa ma:- non copre la mia, come molte altre zone- ha comunque un limite di traffico irrisorio per chi fa un intenso di internet e download (driver, patch, windowsupdate, ecc.), oltre il quale paghi sempre e comunque dei bei soldoni.Prima che ti ritrovi a ribattere un'altra sparata:Si, esistono offerte flat senza limite di traffico, a partire dai 2000 euro in su.
    • Anonimo scrive:
      Re: A parte che non sono romano
      - Scritto da: neoviruz
      E l'articolo citato e' il mio :p
      Vorrei proprio conoscere quali sarebbero
      queste politiche di profitto e guadagno...
      Perche' non mi venite a dire che alzando le
      attuali offerte in TUTTA ITALIA di un paio
      di euro, non salterebbero fuori i fondi per
      coprire le eventuali zone mancanti...Allora si vede che tu non hai una azienda e non sai come si gestiscono, punto primo, Telecom ha investito un miliardo di euro, per coprire fino a oggi l'Italia, ti pare poco? Rammento che la telefonia mobile non copre tutta l'Italia e tutti gli italiani, una parte di zone e popolazione è socperta e tale rimarrà fino al satellitare proprio perchè non è remunerativo coprire certe zone rispetto all'investimento necessario.Certo chi oggi non ha la ADSL vorrebbe poterla avere, ma c'è chi a casa sua (ne consoco tanti) non prende con il cellulare che usa tutti i giorni e magari tutta la famiglia, non riceve la tv o alcuni canali di essa e necessita quindi di parabola satellitare per poter ovviare a un problema che la massa non ha. C'è chi non è raggiunto e ne mai lo sarà dalle fogne e deve farsi costosi pozzi neri, c'è chi deve mettere serbatoi esterni di gas da riempire periodicamente perchè non raggiunto dalla rete del gas e via dicendo.Di tutte queste cose che oggi poi influiscono sulla vita dei cittadini più che la adsl (per numero di cittadini utilizzatori) nessuno dice nulla è assodato che sia così e che non sia conveniente investire. Rammento che collegare la luce la fognatura o la conduttura dell'acqua per chi vive distante dalla rete ha un costo enorme sostenuto da chi costruisce la casa per buona parte, si parla di diverse migliaia di euro. Perchè per la adsl dovrebbe essere diverso?
      Volete sapere a quanto si aggira la mia
      bolletta da privato di media? Circa sui 200
      al bimestre, euro piu' euro meno!Perchè? se sei un privato che ci fai con il telefono? io prima dell'avvento della adsl spendevo, lavorando anche da casa, 30 mila lire al mese di internet massimo ora ne spendo 40 euro al mese e sono sempre connesso anche quando non ne avrei bisogno, eppure navigavo, scaricavo e chattavo, oggi faccio di più ma uso adsl per lavorare da casa principalmente. Ma abito anche in una città abbastanza grande, non sono immerso nel verde e nell'aria pura, ho i vicini che mi guardano in casa se lascio el tenede aperte e non posso girare nudo se lo desidero, se trombo devo tirare giù le tapperelle e i vicini sentono comunque, niente musica alta, niente suoni dolby digital che senno mi vengonoa suonare il campanello, ore a trovare un posteggio sottocasa o nei pressi della casa, multe perchè dimentico il giorno di lavaggio di una delel innumerevoli strade in cui cerco riparo per la macchina, 5 strade, 5 giorni al mese differenti. Traffico, rumore, smog, pubblicità in buca a tutte le ore, piazzisti ecc. insomma abbiamo al adsl ma abbiamo anche molte cose brutte che chi vive in comuni piccolini e non remunerativi non ha. Tu dici che basterebbe aumentare di 2 euro a tutti per avere soldi da investire, io non voglio pagare nemmeno 2 cent in più, la mia scelta di vivere in città la pago con qualche comodità in più tra cui l'adsl e molte scomodità in più, la tua scelta la paghi con qualche scomodità in più e molte comodità in più, oltretutto vivere in città è notoriamente molto più costoso che vivere in paesini fuori dalla città ma gli stipendi sono sempre li stessi, io pago 500 euro al mese per un monolocale e devo ancora stare zitto ma fuori città con 300 euro al mese hanno case di 2 o 3 stanze e spesso pure con garage. Troppo comodo ragionare come te e pretendere, se vuoi l'adsl di a telecom che la centralina te la paghi te.
      Se vado avanti cosi' faccio prima a tirarmi
      da solo un cavo in fibra direttamente dal
      mix di milano.
      Ricordo inoltre che una politica del genere
      potrebbe EVENTUALMENTE andare bene per un
      privato (anche se non e' proprio cosi'), ma
      e' assolutamente inaccettabile per un utenza
      aziendale!La stragrande maggiornaza delle piccole aziende con internet oggi ci scarica solo al posta e nemmeno tutti i giorni, hanno un sito aggiornato ogni 3 o 4 anni, i pochi grandi che necessitano di internet si possono pagare la hdsl.
      Il digital divide, di cui si discute tanto,
      e' messo in opera da l'effettivo monopolista
      del settore tlc!Io dividere la rete di infrastrutture dai servizi telecom, 2 aziende, uan fornisce solo servizi e una magari con padroni diversi solo il passaggio sulle linee, ma pensi che ciò cambierebbe le cose? la nuova azienda dovrebbe sempre e comunque far quadrare i conti, e sopratutto avere investimenti remunerativi. Tenendo conto della veloce obsolescenza di tecnologie di comunicazione, prima isdn ora adsl che si appresta ad essere sostituita da ADSL2 e un nuovo investimento totale per risostituire le centraline adsl cone le nuove e spesso manco ammortizzate.Gestire una società di telfonia come la volete voi significa spendere molti soldi, più di quelli incassati per tecnologie inncontinuo fermento. Manco fosse pubblica si poterebbe.
      Rimango dell'idea che ci vorrebbe un
      intervento esterno del governo, ma
      evidentemente sono troppo impegnati a fare
      leggi senza senso e a tarpare ogni nuova
      tecnologia, piuttosto che prendere in
      considerazione il problema...In nessun stato, nemmeno l'america si coprono tutte le aree, non è pensabile. In francia conosco gente che non ha ADSL e non l'avrà e los tesso in germania e in inghilterrà, perchè in italia dovrebbe essere diverso?
      • neoviruz scrive:
        Re: A parte che non sono romano


        Allora si vede che tu non hai una azienda e
        non sai come si gestiscono, punto primo,
        Telecom ha investito un miliardo di euro,
        per coprire fino a oggi l'Italia, ti pare
        poco? Evidentemente sei tu che non capisci la situazione.Quanto ha avuto di rientro telecom per questa copertura?Se ci fosse la liberalizzazione dell'ultimo miglio quante altre aziende potrebbero intervenire per far fronte alla copertura?
        C'è chi
        non è raggiunto e ne mai lo
        sarà dalle fogne e deve farsi costosi
        pozzi neri, c'è chi deve mettere
        serbatoi esterni di gas da riempire
        periodicamente perchè non raggiunto
        dalla rete del gas e via dicendo.
        Stiamo parlando di un aggiornamento a centrali GIA' ESISTENTI e non di cablare l'infrastruttura di COCCOMARO.
        Perchè? se sei un privato che ci fai
        con il telefono? io prima dell'avvento della
        adsl spendevo, lavorando anche da casa, 30
        mila lire al mese di internet massimo ora ne
        spendo 40 euro al mese e sono sempre
        connesso anche quando non ne avrei bisogno,
        eppure navigavo, scaricavo e chattavo, oggi
        faccio di più ma uso adsl per
        lavorare da casa principalmente. Se tu avevi la necessita' di scaricare esclusivamente la posta, non e' detto che questo rientri nelle MIE esigenze.Io lavoro nel campo dell'IT e spesso e volentieri ci sono AZIENDE che NECESSITANO di assistenza al di fuori del normale orario lavorativo, senza contare il fatto che esiste qualcuno che lavora piu delle 35 ore settimanali, ma preferisce farlo da casa quando possibile.
        io pago 500
        euro al mese per un monolocale e devo ancora
        stare zitto ecco meglio perche' la stessa tua cifra la pago pure io
        Troppo comodo ragionare come te e
        pretendere, se vuoi l'adsl di a telecom che
        la centralina te la paghi te.
        Questa alternativa non e' nemmeno presa in considerazione da telecom, che preferisce farmi pagare anche parte della TUA ADSL, cosa di cui farei volentieri a meno, visto i tuoi ragionamenti da malato di mente.
        La stragrande maggiornaza delle piccole
        aziende con internet oggi ci scarica solo al
        posta e nemmeno tutti i giorni, hanno un
        sito aggiornato ogni 3 o 4 anni, i pochi
        grandi che necessitano di internet si
        possono pagare la hdsl.
        Informati, ragiona, e POI scrivi pure quello che pensi.L'HDSL non arriva in ogni comune, e per avere dei contratti equiparabili all'ADSL si spendono oltre i 200 EURO.Inoltre la MIA azienda non "scarica esclusivamente la posta" e il fatto che tu non capisca cosa significa lavorare nel campo dell'IT, dimostra la tua ignoranza nella questione.
        Gestire una società di telfonia come
        la volete voi significa spendere molti
        soldi, più di quelli incassati per
        tecnologie inncontinuo fermento. Manco fosse
        pubblica si poterebbe.Hai idea della situazione negli altri stati?Evidentemente no.Che telecom non sia in grado ATTUALMENTE di amministrare la sua infrastruttura e' sotto gli occhi di tutti.

        In nessun stato, nemmeno l'america si
        coprono tutte le aree, non è
        pensabile. In francia conosco gente che non
        ha ADSL e non l'avrà e los tesso in
        germania e in inghilterrà,
        perchè in italia dovrebbe essere
        diverso?Perche' non e' cosi', in america FORSE non coprono con adsl perche' hanno tutto cablato in fibra, ma questo tu non lo capisci proprio...
        • neoviruz scrive:
          Re: A parte che non sono romano

          L'HDSL non arriva in ogni comune, e per
          avere dei contratti equiparabili all'ADSL si
          spendono oltre i 200 EURO.Refuso di battitura, per una HDSL senza limite di traffico ci vogliono almeno 2000 Euro/mese
Chiudi i commenti