Precipita l'iniziativa Vola con Internet

Dal Ministero all'Innovazione ancora nessun commento dopo la sentenza definitiva del TAR del Lazio che boccia l'operazione per i computer ai 16enni. Il motivo è la ECDL
Dal Ministero all'Innovazione ancora nessun commento dopo la sentenza definitiva del TAR del Lazio che boccia l'operazione per i computer ai 16enni. Il motivo è la ECDL


Roma – Il Tribunale amministrativo del Lazio ha emesso nei giorni scorsi una sentenza definitiva di bocciatura dell’operazione “Vola con Internet” perché integrata alla certificazione ECDL.

Come a dare maggior peso al parere dell’Antitrust che ha giudicato poco salutare la preferenza data dalla pubblica amministrazione alla “European Computing Driving License”, ECDL appunto, il TAR ha ora delegittimato la valenza istituzionale di tale certificazione ( qui la sentenza del 14 giugno in.pdf).

Il TAR si è espresso sul ricorso presentato da Tesi Automazione che aveva denunciato l’operazione che, come noto, agevola ai 16enni l’acquisto di computer e dei corsi per la ECDL.

“Nello specifico – scrive con compiacimento Tesi Automazione – il TAR ha chiarito che il preteso riconoscimento che alla ECDL deriverebbe dall’Europe 2002 action line, operata dall’High Level Group on the Employment and Social Dimension of the Information Society (ESDIS), è un una mera Raccomandazione, del tutto generica, priva di qualsivoglia rilevanza pubblicistica, che opera senza pregiudizio per altri schemi nazionali esistenti, ovvero della possibilità di includere anche altri schemi di accreditamento “.

Nella sostanza, dunque, poiché la ECDL non ha il carattere di unicità , “non poteva essere assunta a parametro tecnico per una legittima deroga alle regole europee a tutela della concorrenza, della libertà di iniziativa economica e del mercato”

Secondo Tesi Automazione, la sentenza “chiarisce definitivamente che la Patente Europea del Computer non ha nessuna validità europea, né riconoscimenti pubblici in Italia e viene ricondotta a uno dei tanti sistemi di certificazione informatica esistenti sul mercato non dissimile da quelli distribuiti da Tesi Automazione e da altri operatori del settore”.

Al momento né il ministero all’Innovazione AICA , la società che gestisce l’ECDL, hanno rilasciato commenti sulla sentenza del TAR. Come noto, proprio pochi giorni prima della sentenza del TAR, il ministero ha rilanciato l’iniziativa.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 06 2004
Link copiato negli appunti