Priceline, un altro brevetto contro Apple

Cupertino è stata di nuovo chiamata in causa per una tecnologia sfruttata da alcune app in vendita sul suo App Store
Cupertino è stata di nuovo chiamata in causa per una tecnologia sfruttata da alcune app in vendita sul suo App Store

Jay S. Walker, fondatore dell’agenzia di viaggi Priceline.com , ha un nuovo asso nella manica nella sua partita contro i giganti dell’ICT: con la posta in gioco rappresentata dai rimborsi/danni/licenze per violazione di proprietà intellettuale ha estratto dal cilindro un nuovo brevetto, stavolta violato da alcune applicazioni in vendita su App Store.

L’invenzione del fondatore di Priceline stavolta coinvolta è quella rivendicata con il brevetto 6.253.505 , relativo ad un sistema e metodo per integrare informazioni aggiuntive a programmi video e concesso dall’Ufficio marchio e brevetti statunitense nel luglio 2001. Essa permette, secondo la denuncia, di “ricevere una richiesta da parte di uno spettatore per informazioni supplementari relative ad un programma televisivo (come foto o dietro le quinte)”.

Jay S. Walker agisce attraverso la società Walker Digital, creata per la gestione dei suoi brevetti e già protagonista di azioni legali contro praticamente tutte le grandi aziende dello scenario ICT.

Ad essere chiamata in causa è ora Apple, già denunciata da Walker per la presunta violazione un brevetto “sull’uso, l’importazione e la vendita di strumenti e servizi per la navigazione satellitare”. Ma stavolta Cupertino è stata coinvolta indirettamente per l’utilizzo della tecnologia incriminata da parte di app iPad come “From the Edge” e “ABC’S Grey’s Anatomy”.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti