Privacy, in Senato anche Facebook

I vertici in blu verranno interrogati da un gruppo di senatori a stelle e strisce, in particolare dopo le allarmate analisi pubblicate da Symantec. Richiamate in udienza anche Apple e Google, per le solite questioni di tracciamento

Roma – Al giro delle interrogazioni si uniranno anche i vertici di Facebook, richiamati all’ordine in seguito alle allarmate analisi pubblicate da Symantec . Bret Taylor, Chief Technology Officer (CFO) del sito in blu, si accomoderà dunque al cospetto del senatore democratico John D. Rockefeller, l’uomo scelto dal Senato statunitense per condurre una nuova udienza con alcuni tra i principali protagonisti del web.

Al CFO di Facebook si uniranno infatti il vicepresidente agli affari esteri di Apple Catherine A. Novelli, insieme al director of public policy di Google Alan Davidson. Gli alti rappresentanti di tre giganti della Rete – pare che Microsoft sia stata esentata – si sottoporranno così alle nuove domande della U.S. Senate Subcommittee on Consumer Protection, Product Safety, and Insurance . Ancora una volta su tematiche delicate come quelle legate alla privacy di milioni e milioni di utenti.

Il social network di Mark Zuckerberg dovrà così illuminare i senatori a stelle e strisce su quanto accaduto di recente, dopo che una presunta vulnerabilità delle API in blu aveva permesso ad un numero spropositato di applicazioni di accedere – in maniera quasi totale – alle informazioni contenute in milioni di profili. La stessa Facebook aveva già inviato un vero e proprio ultimatum ad un gruppo di sviluppatori, ritenuto unico responsabile del rilascio automatico dei token in migliaia di applicazioni .

Ma non saranno solo i vertici di Facebook a dover affrontare le spinose domande dei senatori statunitensi – a cui si aggiungerà, nella seduta di domani, un rappresentante della Federal Trade Commission (FTC) – che si concentreranno questa volta sulle possibili strategie di tutela della privacy oltre che dell’intero mercato legato al mobile . Apple e Google torneranno a rispondere sulle attività di tracciamento degli utenti legate ai servizi di geolocalizzazione dei rispettivi apparecchi mobile .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Satan Power scrive:
    Cin cin cin diventeremo amici cin cin
    come da titolo ma che vi aspettavate da colpo grosso-romani?
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Cin cin cin diventeremo amici cin cin
      Che era meglio che con Colpo Grosso restasse... faceva più sucXXXXX ed era anche più utile. Come ministro delle telecomunicazioni vorrei qualcuno che male che vada abbia almeno il diploma Radioelettra... già faremmo progressi...
    • 6804 scrive:
      Re: Cin cin cin diventeremo amici cin cin
      - Scritto da: Satan Power
      come da titolo ma che vi aspettavate da colpo
      grosso-romani?nulla è un ex dipendente mediaset!l'unico dubbio legittimo è su quel "ex" prima di "dipendente".
  • Davide277 scrive:
    Si come no
    Perchè non viene dove abito io mille anime e viaggio a 640 Kbs altro che 7 MBTante parole e pochi fatti
  • ACAD scrive:
    assistenza adsl
    Io faccio assistenza per adsl a livello business... E l'unico fattore che non permette di buttarmi in ubgheria o in romania da parte del mio call center è il fatto che l'adsl persiste in italia quindi qualcuno deve rispondere... Io lavoro ancora... Con la fibra non si sà... Tutti hanno il loro rendiconto...
  • bubba scrive:
    l'ottimismo e i risparmi degli italiani
    Le "simpatiche" dichiarazioni di Romani sul digital divide ,secondo lui, ormai molto ridotto perche' "tanto ci sono 12milioni di smartphone" mi ricordano MOLTO le dichiarazioni del ministro delle finanze & affini, che giubilano dicendo che il tessuto sociale tiene (e quindi hanno fatto un ottimo lavoro).Poi qualcuno sommessamente gli ricorda che il "tessuto tiene (a stento) perche le famiglie degli italiani hanno dei RISPARMI PROPRI ai quali attingono (finche non finiscono)". Di meriti politici ce ne sono proprio ZERO. E qui e' uguale. Gioire del fatto che ti puoi prendere una connessione ballerina umts, castrata, e a prezzi piu' o meno folli (salvo inseguire continuamente gli sconti/offerte/pacchetti) NON e' aver ridotto il digital divide. Tirare cavi e buttare nel XXXXX quei cosi minidslam in overbooking che usa telecom e mettercene di nuovi, quello si' sarebbe migliorare il d.d.
  • Picchiatell o scrive:
    perdite pubbliche guadagni privati
    ed ecco ci siamo alla fine capiamo a cosa sono serviti tutti quegli articoli apparsi da vari mesi a sta parte per valorizzare gli aiuti pubblici ad un settore quello telefonico che di aiuti proprio non ha bisogno.tecoz & co. non solo riceveranno a quasi aggratis le infrastrutture pubbiche e noi pagheremo ancora una terza sip ?tanto alla fine sempre per il doppino dovranno passare il 99% dei clienti italiani eli 100 mb non ci arrivano di sicuro...
  • NotQuietDead scrive:
    about Punto Informatico
    Boh.... sono un po' di tempo che Punto Informatico mi sta davvero deludendo in termini di contenuti, sembra davvero vuoto, senza notizie interessanti (al contrario di altri siti italiani)... quasi quasi era MOOLTO meglio la versione precedente, che alla mezzanotte di ogni giorno cambiava e c'erano sempre cose interessanti da leggere...Teoricamente, il cambiamento del modus operandi della testata, avrebbe dovuto incentivarmi a "restare sempre incollato", in modo tale che maggiore numero di visite = maggiori banner visti = maggiori introiti pubblicitari, ma sinceramente è da un po' che leggo la testata in maniera sempre più svogliata... aggiornamenti sempre più rarefatti, articoli "vuoti" o "pseudo-pubblicitari"...Inoltre trovo sempre "in apertura" un articolo con dei forti riferimenti politici: adesso "Digital Divide alla Romani", ieri l'articolo sulle amministrative 2011... Sì ok non si può prescindere dalla politica... ma qui è davvero SEMPRE presente.E' una mia impressione?(era scritto un po' coi piedi ho fatto qualche correzione qua e là :D )-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 18.26-----------------------------------------------------------
    • Concordo scrive:
      Re: about Punto Informatico
      Sono d'accordissimo.Senza contare che, fino a qualche mese fa, Punto Informatico era quasi la prima testata a dare determinate notizie.Ora no, leggo quasi solamente cose che ho già letto durante la mattina o il pomeriggio stesso.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: about Punto Informatico
      non dovremmo parlare di fibra e della sua importanza per l'economia digitale (e non) del nostro paese?la politica non ci interessa direttamente, ma ci interessa come le istituzioni influenzano il nostro mondoe ragionare su come la politica si interfacci ai nuovi media, come questo impatti nell'universo digitale, mi pare la mission di questa testata
      • NotQuietDead scrive:
        Re: about Punto Informatico
        Considerazioni a braccio in risposta a Luca:1) La mia non vuole essere una contabilizzazione analitica degli articoli buoni/meno-buoni/bruttini/pessimi/da-buttare/ma-perchè-li-avete-pubblicati, ma solo uno spunto di riflessione, risultato di alcune considerazioni che mi porto dietro da un po'.2) Questione titoli: Luca tu mi chiedi dei titoli, questo significa che per te va tutto bene? Che non è cambiato nulla? Per me sono aumentati molto gli articoli di commento (che voglio dire, anche chi se ne frega) come pure articoli che sembrano interessanti dal titolo poi vai a leggere e non dicono NIENTE. Sinceramente dovrei andare a ricercarli nel sito, quindi prendi queste mie considerazioni come semplici riflessioni e non come un "j'accuse".3) Questione "aggiornamento": mi sembra che gli articoli vengano inseriti con una certa lentezza o comunque sembra essere molto lenta la capacità di aggiornamento della home, spesso gli articoli sono sempre gli stessi, quale dovrebbe essere il mio incentivo a frequentare maggiormente il sito?I miei due cents. ;)
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: about Punto Informatico
          1. non c'è problema2. non ho menzionato titoli, e in generale sono aumentati gli articoli (non i commenti) che pubblichiamo: che vuol dire che non dicono niente? cosa ti aspetteresti?3. nessuno ti vuole costringere a venire più volte: sappi che nel corso della giornata aggiorniamo più volte (da stamani credo siano stati pubblicati una decina di pezzi), ma puoi tranquillamente venire una volta al giorno e guardare cosa c'è in homepage: che ha solo una grafica diversa ma le stesse caratteristiche della precedente: ovvero mette in fila e in ordine di importanza le notizie del momento
          • 6874 scrive:
            Re: about Punto Informatico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            della precedente: ovvero mette in fila e in
            ordine di "importanza" le notizie del
            momentoFixed! ;)
  • Adriano Sartori scrive:
    Digital Divide...
    Abitando in un paese Digital Divide, e pagando l'abbonamento all'ADSL come coloro che come minimo hanno 7mg, mi sento discriminato come tanti altri sfortunati abitanti DGD. Invece di pensare ai 100mgb, mettano i DGD in condizioni di non vedersi considerati come cittadini di serie B o C, o almeno attuare una riduzione proporzionata dei canoni di abbonamento all'ADSL. Questo potrebbe essere un primo passo di giustizia verso tutti coloro che si trovano nelle mie stesse condizioni, considerando tutti i comuni DGDivide. Adriano Sartori
  • I did it for the lulz scrive:
    Non sono sicuro di aver capito bene
    Mah.. Ammessa la serietà degli intenti (cosa di cui dubito), nel progettodi collegare il 50% dei cittadini in fibra a 100Mb/s, sarebbe inclusa anche (cosa forse più importante) di collegare il 100% delle CENTRALINE in fibra ottica, in modo che tutti possano avere un vero collegamento adsl?
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Non sono sicuro di aver capito bene
      Ma non ha lo stesso impatto mediatico no... se devi spararle, sparale grosse... e in questo sono cinture nere di sparate...
  • Claudio scrive:
    100 MB??????????
    Io abito in un paese dove sono costretto a pagare la tariffa "Fino a 7 mega" ma a causa della tecnologia applicata non supero gli 0,6 mega (zero virgola sei per chi pensa abbia sbagliato a scrivere). Secondo voi non arrivando ancora nemmeno i 7 mega quando vedrò i 100 mega? Forse i miei pronipoti...
    • I did it for the lulz scrive:
      Re: 100 MB??????????
      stessa cosa che stavo scrivendo io (un post sotto) e stessa situazione
    • SCF IS EVIL scrive:
      Re: 100 MB??????????
      Guarda che 7 Mb/s (megabit) non è uguale a 7 MB/s (megabyte) ma 7 Mbit è uguale a 0.875 MB quindi se la tua line va a 0.6 (sempre e solo in download ovviamente) sei nella norma, anche la mia più di tanto non va.Quindi quando e se arriverà la 100 Mb/s si andrà al max 12.5 MB/s, quindi con la rete, ecc. sarà tanto se si andrà a 10 MB/s!!http://it.wikipedia.org/wiki/Megabit_per_secondo
      • Nome e cognome scrive:
        Re: 100 MB??????????
        Sembra strano, ma ha ragione.Rientra nella zona ADD: paga come la 7 mega ma va a 640 kilobit/secondo in DL e 256 kilobit/secondo in UL.Tranne quando la centrale si satura, che succede nella maggior parte delle volte.
      • Sauro scrive:
        Re: 100 MB??????????
        I maledetti però si guardano bene dal specifarlo.Questa frase, dal sito Telecom Italia, mi ha fatto ridere (per non piangere): "velocità di navigazione (download) fino a 7 Mega e di trasmissione (upload) fino a 384 Kbps "Secondo me ci sono gli estremi per pubblicità ingannevole.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: 100 MB??????????
          A me sembra sostanzialmente chiaro. Tutti gli operatori fanno altrettanto.
          • bubba scrive:
            Re: 100 MB??????????
            - Scritto da: Nome e cognome
            A me sembra sostanzialmente chiaro. Tutti gli
            operatori fanno
            altrettanto.sara' sostanzialmente chiaro, ma e' formalmente e logicamente errato."velocità di navigazione (download) fino a 7 Mega" tecnicamente NON vuol dire una mazza, perche manca l'unita' di tempo (oltre ad aver scritto l'unita di misura volutamente ambigua). Corrette sarebbero cose come "7 Megabit/s " o "7 Mbps"
        • Picchiatell o scrive:
          Re: 100 MB??????????
          - Scritto da: Sauro
          I maledetti però si guardano bene dal specifarlo.

          Questa frase, dal sito Telecom Italia, mi ha
          fatto ridere (per non piangere): "velocità di
          navigazione (download) fino a 7 Mega e di
          trasmissione (upload) fino a 384
          Kbps "

          Secondo me ci sono gli estremi per pubblicitàdovrebbero sostituire la parola "fino a" con "potenzialmente" (molto meno pubblicitaria) d'altro canto non risulta che quel tipo di contratto sia mai andato a 7 Mega... quindi di per se se qualcuno volesse indagare ( polizia postale) potrebbe benissimo farlo.
          ingannevole.
          • Sauro scrive:
            Re: 100 MB??????????
            Infatti. Mega si può usare al bar con gli amici, non in un'offerta commerciale.Oltretutto l'italiano medio non conosce la differenza tra Megabyte (unità di misura dei dati e dei file) e Megabit (usata per calcolare la velocità di trasmissione).
          • Sauro scrive:
            Re: 100 MB??????????
            Ho sbagliato destinatario. Era per l'utente sopra.
  • esprit scrive:
    Cosa non si direbbe...
    sotto elezioni, e dopo la batosta di Milano, pur di pigliare (o ripigliare) qualche voto.Ma chi ci crede a questi ???
  • ciccio quanta ciccia scrive:
    Ma come si fa???
    Modello????Questi qua forse: http://punto-informatico.it/3152297/PI/News/lituania-avanti-massima-velocita.aspxNoi al max siamo modello Giuditta!
    • Caneblu scrive:
      Re: Ma come si fa???
      Ogni volta che questi del gov fanno una dichiarazione, sparano uno zaino di frottole, tanto chi potrà mai controllare...
    • 1xor1 scrive:
      Re: Ma come si fa???
      ops sbagliato scusate-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 19.16-----------------------------------------------------------
  • pippO scrive:
    dichirazione
    "il modello italiano rischia di diventare modello per altri"Per lo Zambia forse :Dcon tutto il rispetto per l'africa
    • Uno bianca scrive:
      Re: dichirazione
      L'Africa si arrangia benissimo da sola, senza modelli italiani per fortuna.Magari non ci sono le fognature, ma c'è già la connessione a Internet via fibra ottica!
Chiudi i commenti