Privacy, violazione è segnalazione

Il Garante tricolore annuncia l'introduzione di un provvedimento che prevede l'obbligo di segnalazione dei cosiddetti data breach. Società telefoniche e fornitori di servizi Internet dovranno avvisare anche gli utenti entro 3 giorni

Roma – Un provvedimento generale al termine della consultazione pubblica avviata dal Garante per la protezione dei dati personali in attuazione della direttiva comunitaria sulla privacy nel settore delle comunicazioni elettroniche. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il testo del provvedimento obbliga società telefoniche e fornitori di servizi Internet alla tempestiva segnalazione di eventuali violazioni subite dai propri database .

“Scatta l’obbligo per società telefoniche e Internet provider di avvisare il Garante e gli utenti quando i dati trattati per fornire i servizi subiscono gravi violazioni a seguito di attacchi informatici o di eventi avversi, come incendi o altre calamità – si legge in una nota ufficiale diramata dall’Authority del Belpaese – che possano comportare perdita, distruzione o diffusione indebita di dati”.

Nella prevenzione dei cosiddetti data breach , l’obbligo di comunicare le violazioni dei dati personali – tra archivi elettronici o cartacei – spetterà in maniera esclusiva ai fornitori di servizi telefonici e di accesso alla Rete, non ai siti che diffondono contenuti o ai motori di ricerca. Sul sito garanteprivacy.it è stato così predisposto un modello per la segnalazione – entro 24 ore dalla scoperta – delle informazioni necessarie ad una prima valutazione dell’entità della violazione.

La stessa Authority tricolore ha predisposto , nei casi più gravi di violazione, l’obbligo di informare entro tre giorni “ciascun utente coinvolto, facendo riferimento ad alcuni parametri fondamentali”. Questi parametri riguardano il grado di pregiudizio che la perdita o distruzione dei dati possa comportare, ma anche i gradi di attualità, qualità e quantità di quest’ultimi. Questa forma di comunicazione ai singoli utenti non sarà obbligatoria qualora le stesse telco abbiano adottato specifiche misure di sicurezza oltre che sistemi di cifratura e anonimizzazione per rendere i dati inintelligibili .

“La mancata o ritardata comunicazione al Garante espone le società telefoniche e gli Internet provider a una sanzione amministrativa che va da 25mila a 150mila euro – avverte il comunicato diramato dal Garante – Sanzioni previste anche per la omessa o mancata comunicazione agli utenti che vanno da 150 euro a mille euro per ogni società, ente o persona interessata. La mancata tenuta dell’inventario aggiornato è punita con la sanzione da 20mila a 120mila euro”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • C.Pigna scrive:
    Google Glass
    Semplice tentativo di speculazione (Si chiamano in gergo "tentativi di Bolla Tecnologica)Se (Esplode)prende piede ...giùùùù con la produzione di massa...con guadagni stratosferici.. altrimenti ciao ciao!! Pochi dollari spesi in cambio di una possibile bolla...
  • saverio_ve scrive:
    le mie perplessita
    Ho avuto delle perplessità sui glass fin dall'inizio.1) <b
    Difficoltà di interazione: </b
    i soli comandi vocali sono limitanti, chiunque abbia provato ad usarli lo sa, senza contare che in treno o per strada o in un bar non posso mettermi a dettare i messaggi da mandare. Spero prevedano un uso combinato con la tastiera del cellulare (anche se uno a quel punto usa il cellulare e punto).2) <b
    Distrazione: </b
    una cosa che in qualsiasi momento e qualunque cosa tu stia facendo ti visualizza delle informazioni nel tuo campo visivo... non sarà pericolosa?3) <b
    Estetica: </b
    andare in giro con i google glass mi sembra un po' da nerd4) <b
    Qualità della riproduzione: </b
    abituati a degli smartphone con dei display fenomenali... ci adatteremo ad una riproduzione così limitata come quella che offrono i glass?5) <b
    Privacy: </b
    andare in giro puntando costantemente una telecamera in faccia è fastidiosissimo. Posso io conversare con una persona, raccontare delle cose con il dubbio che lui mi stia videoregistrando e condividendo? O gli chiederò sicuramente di toglierli?In conclusione non prevedo un grande sucXXXXX per questi affari. Diventeranno un acXXXXXrio per smartphone da indossare in circostanze limitate. Non certo una cosa che lo sostituisce.Questa è la mia opinione.
  • Aniello Caputo scrive:
    ma che me ne frega a me di gugol
    ma che me ne frega a me di gugol
    • marzio cane scrive:
      Re: ma che me ne frega a me di gugol
      chissà che palle che ti fai.cioè tipo che finisci qua, vai sul forum di quattroruote e dici, ma che me ne frega a me della mercedes, poi su quello di giallo zafferano e che me ne frega a me delle melanzane.Un lavoro certosino e che richiede una certa dedizione, anche se francamente mi sfugge il movente.- Scritto da: Aniello Caputo
      ma che me ne frega a me di gugol
      • Alfonso Maruccia scrive:
        Re: ma che me ne frega a me di gugol
        Aniello Capito è il Paolini di Punto Informatico. Va ignorato, sennò ci vogliono le mazzate XD
        • Mario Rossi scrive:
          Re: ma che me ne frega a me di gugol
          - Scritto da: Alfonso Maruccia
          Aniello Capito è il Paolini di Punto Informatico.
          Va ignorato, sennò ci vogliono le mazzate
          XDEsatto, la stessa cosa che si deve fare quando si vede che le iniziali dell'autore di un articolo sono A.M.Chiaramente non mi sto riferendo a PI, eh.
  • ottomano scrive:
    In Italia...
    C'è ancora un sacco di gente che mi prende per pazzo se mi vede parlare con l'auricolare bluetooth in bici. :(
    • panda rossa scrive:
      Re: In Italia...
      - Scritto da: ottomano
      C'è ancora un sacco di gente che mi prende per
      pazzo se mi vede parlare con l'auricolare
      bluetooth in bici.
      :(E l'italia che c'entra?Stiamo parlando di tecnologia avanzata e tu citi l'italia?
      • van derkul scrive:
        Re: In Italia...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: ottomano

        C'è ancora un sacco di gente che mi prende
        per

        pazzo se mi vede parlare con l'auricolare

        bluetooth in bici.

        :(

        E l'italia che c'entra?
        Stiamo parlando di tecnologia avanzata e tu citi
        l'italia? Dove sta' scritto Italia?
        • marzio cane scrive:
          Re: In Italia...
          - Scritto da: van derkul
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: ottomano


          C'è ancora un sacco di gente che mi prende

          per


          pazzo se mi vede parlare con l'auricolare


          bluetooth in bici.


          :(



          E l'italia che c'entra?

          Stiamo parlando di tecnologia avanzata e tu citi

          l'italia?

          Dove sta' scritto Italia?nell'oggetto del messaggio originale.
      • ceed scrive:
        Re: In Italia...
        bluetooth sarebbe tecnologia avanzata?
        • panda rossa scrive:
          Re: In Italia...
          - Scritto da: ceed
          bluetooth sarebbe tecnologia avanzata? <i
          Qualunque tecnologia sufficientemente avanzata e' indistinguibile dalla magia. </i
          (Cit.)
        • Mario Rossi scrive:
          Re: In Italia...
          - Scritto da: ceed
          bluetooth sarebbe tecnologia avanzata?Sicuramente, ma nello stesso modo in cui il termine viene inteso quando ci si riferisce al cibo(es: "Questa torta è avanzata").
    • tucumcari scrive:
      Re: In Italia...
      - Scritto da: ottomano
      C'è ancora un sacco di gente che mi prende per
      pazzo se mi vede parlare con l'auricolare
      bluetooth in bici.
      :(Non è che abbiano tutti i torti il dubbio su quanta attenzione fai alla strada è più che legittimo.
      • amldc scrive:
        Re: In Italia...

        Non è che abbiano tutti i torti il dubbio su
        quanta attenzione fai alla strada è più che
        legittimo.giusto, molto meglio quelli che guidano l'auto col telefono in mano e vanno anche di SMS! quelli sì che sono dei mostri di attenzione!
        • ndr scrive:
          Re: In Italia...

          giusto, molto meglio quelli che guidano l'auto
          col telefono in mano e vanno anche di SMS! quelli
          sì che sono dei mostri di
          attenzione!No, male anche loro, ma che commento è questo?Se io dico che una martellata sul dito fa male tu rispondi "Ma non fa mica male, pensa ai soldati che perdono una gamba in guerra"...Ma ci sei o ci fai?L'automobilista distratto non giustifica la distrazione del ciclista. Punto.
          • amedeo scrive:
            Re: In Italia...
            Se il codice stradale non vieta l'utilizzo dell'auricolare durante la guida, probabilmente è perché non viene considerato troppo pericoloso.Personalmente non mi è mai capitato di avere problemi con ciclisti che stessero telefonando con l'auricolare mentre mi è capitato molte volte di trovarmene davanti in contromano, di vederli sbucare dal nulla, senza luci, di sera o di notte. Quindi non lo considero un comportamento molto rischioso anzi, preferisco un ciclista che circoli con l'auricolare a quelli che non lo portano e poi chiamano o rispondono senza fermarsi e guidando con una sola mano (quando la usano); probabilmente è già in partenza più prudente degli altri.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: In Italia...
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: ottomano

        C'è ancora un sacco di gente che mi prende per

        pazzo se mi vede parlare con l'auricolare

        bluetooth in bici.

        :(
        Non è che abbiano tutti i torti il dubbio su
        quanta attenzione fai alla strada è più che
        legittimo.perché, quando parli al telefono ti si spengono gli occhi ed il cervello?
    • torino scrive:
      Re: In Italia...
      - Scritto da: ottomano
      C'è ancora un sacco di gente che mi prende per
      pazzo se mi vede parlare con l'auricolare
      bluetooth in bici.
      :(e fanno bene, se non puoi fare a meno del cellulare nemmeno in quei 10 menuti che passi sulla bici c'e' qualcosa che non va' nelle tue priorita', a meno che tu non sia un chirungo o svolga un altro lavoro nel quale la reperibilita' sia questione di vita o di morte. Per quanto mi riguarda il cellulare serve solo per trasferte fuori citta', in tutti gli altri casi possono tranquillamente aspettare di trovarmi in casa.Ci sarebbe anche il fattore privacy da considerare mentre parli degli affari tuoi in bici, magari per te non e' un problema ma chi guarda probabilmente lo fa anche perche' disturbato dal dovere ascoltare per forza la tua vita privata, un po' come la gente che fa telefonate private di mezz'ora sul treno
      • Pastoso scrive:
        Re: In Italia...

        e fanno bene, se non puoi fare a meno del
        cellulare nemmeno in quei 10 menuti che passi
        sulla bici c'e' qualcosa che non va' nelle tue
        priorita', a meno che tu non sia un chirungo o
        svolga un altro lavoro nel quale la reperibilita'
        sia questione di vita o di morte.Da questo si capisce che tu non vai mai in bici.1) se parli mentre sei in bici, nessuno ti ascolta, tu superi i pedoni, le macchine superano te. Intorno non c'è quasi mai nessuno e se c'è ci resta per pochi secondi.2) se vai in bici per sport, non pedali solo per 10 min, ma per qualche decina di minuti, se non ore: gli auricolari sono molto comodi per ascoltare la musica e rispondere al telefono, oltre che per sentire eventuali indicazioni via navigatore ed inviare qualche sms a mani libere
        • marzio cane scrive:
          Re: In Italia...
          - Scritto da: Pastoso

          e fanno bene, se non puoi fare a meno del

          cellulare nemmeno in quei 10 menuti che passi

          sulla bici c'e' qualcosa che non va' nelle tue

          priorita', a meno che tu non sia un chirungo o

          svolga un altro lavoro nel quale la
          reperibilita'

          sia questione di vita o di morte.
          Da questo si capisce che tu non vai mai in bici.

          1) se parli mentre sei in bici, nessuno ti
          ascolta, tu superi i pedoni, le macchine superano
          te. Intorno non c'è quasi mai nessuno e se c'è ci
          resta per pochi
          secondi.
          2) se vai in bici per sport, non pedali solo per
          10 min, ma per qualche decina di minuti, se non
          ore: gli auricolari sono molto comodi per
          ascoltare la musica e rispondere al telefono,
          oltre che per sentire eventuali indicazioni via
          navigatore ed inviare qualche sms a mani
          liberesì in effetti il tizio sopra non ha la mente molto aperta. "solo se fai il chirurgo ahahahah".... io sono disoccupato, sto mandando in giro CV e amo la bicicletta. che dici, me lo porto il cellulare o ci ho le priorità sballate?
        • ndr scrive:
          Re: In Italia...

          Da questo si capisce che tu non vai mai in bici....
          gli auricolari sono molto comodi per
          ascoltare la musica (...nonchè vietati dal codice della strada)Da questo si capisce che tu non hai la patente, o quantomeno il minimo senso civico, dato che ascoltare musica mentre vai in bici, con gli auricolari, equivale al tentato suicidio.
          • panda rossa scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: ndr

            Da questo si capisce che tu non vai mai in bici.
            ...

            gli auricolari sono molto comodi per

            ascoltare la musica

            (...nonchè vietati dal codice della strada)

            Da questo si capisce che tu non hai la patente, o
            quantomeno il minimo senso civico, dato che
            ascoltare musica mentre vai in bici, con gli
            auricolari, equivale al tentato
            suicidio.Qual e' l'articolo del codice della strada che vieta la libera circolazione ai non udenti?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ndr


            Da questo si capisce che tu non vai mai
            in
            bici.

            ...


            gli auricolari sono molto comodi per


            ascoltare la musica



            (...nonchè vietati dal codice della strada)



            Da questo si capisce che tu non hai la
            patente,
            o

            quantomeno il minimo senso civico, dato che

            ascoltare musica mentre vai in bici, con gli

            auricolari, equivale al tentato

            suicidio.

            Qual e' l'articolo del codice della strada che
            vieta la libera circolazione ai non
            udenti?Temo tu abbia difficoltà di comprensione del testo. Non mi sembra che <b
            ndr </b
            abbia fatto riferimento ai non udenti.A conferma di quanto sostiene riporto questo:"2. È vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle Forze armate e dei Corpi di cui all'articolo 138, comma 11, e di polizia, <nonché per i conducenti dei veicoli adibiti ai servizi delle strade, delle autostrade ed al trasporto di persone in conto terzi
            (5). È consentito l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare purché il conducente abbia adeguate capacità uditive ad entrambe le orecchie (che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani)."Fonte:http://www.aci.it/i-servizi/normative/codice-della-strada/titolo-v-norme-di-comportamento/art-173-uso-di-lenti-o-di-determinati-apparecchi-durante-la-guida.html
          • panda rossa scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ndr



            Da questo si capisce che tu non
            vai
            mai

            in

            bici.


            ...



            gli auricolari sono molto comodi
            per



            ascoltare la musica





            (...nonchè vietati dal codice della
            strada)





            Da questo si capisce che tu non hai la

            patente,

            o


            quantomeno il minimo senso civico, dato
            che


            ascoltare musica mentre vai in bici,
            con
            gli


            auricolari, equivale al tentato


            suicidio.



            Qual e' l'articolo del codice della strada
            che

            vieta la libera circolazione ai non

            udenti?
            Temo tu abbia difficoltà di comprensione del
            testo. Non mi sembra che <b
            ndr
            </b
            abbia fatto riferimento ai non
            udenti.No, ha fatto riferimento all'uso di cuffie auricolari.Ma se un non udente e' libero di circolare, anche un udente coi tappi nelle orecchie puo' farlo!
          • saverio_ve scrive:
            Re: In Italia...
            Non so se un non udente totale necessiti di una patente speciale... Ma penso di si. Tuttavia è una questione di buon senso. Se il volume degli auricolari ti consente di sentire un clacson o una sirena... Perché no? Però il @### che ti fa la multa ti può capitare.
          • ndr scrive:
            Re: In Italia...

            Ma se un non udente e' libero di circolare, anche
            un udente coi tappi nelle orecchie puo'
            farlo!Falso.Un non udente deve fare una visita apposita per l'abilitazione alla guida.E proprio per questo se un udente prende la patente con il normale iter e poi si tappa le orecchie commette un'infrazione, chiaramente spiegata dall'art. 173 del cds.
          • panda rossa scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: ndr

            Ma se un non udente e' libero di circolare,
            anche

            un udente coi tappi nelle orecchie puo'

            farlo!

            Falso.
            Un non udente deve fare una visita apposita per
            l'abilitazione alla
            guida.

            E proprio per questo se un udente prende la
            patente con il normale iter e poi si tappa le
            orecchie commette un'infrazione, chiaramente
            spiegata dall'art. 173 del
            cds.Quindi se un udente fa la apposita visita per i non udenti, poi puo' usare tranquillamente gli auricolari?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: panda rossa
            Quindi se un udente fa la apposita visita per i
            non udenti, poi puo' usare tranquillamente gli
            auricolari?No.Proprio non capisci, eh?Ti cito nuovamente l'articolo 173 del Codice della Strada."2. È vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle Forze armate e dei Corpi di cui all'articolo 138, comma 11, e di polizia, <nonché per i conducenti dei veicoli adibiti ai servizi delle strade, delle autostrade ed al trasporto di persone in conto terzi
            (5). È consentito l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare purché il conducente abbia adeguate capacità uditive ad entrambe le orecchie (che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani). (2)"Vengono fatte distinzioni tra udenti e non udenti?La fonte è sempre la stessa di prima
          • Steve scrive:
            Re: In Italia...
            I non udenti hanno una patente speciale con obbligo di avere gli specchietti retrovisori ambo i lati.Una st*** megagalattica. Alle visite per il rinnovo della patente speciale (ogni 5 anni) i medici ti fanno solo una visita oculistica (a prescindere se sei non udente o con problemi visivi).Altra st*** megagalattica.Siamo in Italia...ho detto tutto!
          • ceed scrive:
            Re: In Italia...
            cosa credi, che in america o nel resto d'europa sia diverso? ma uscite dalle vostre cantine ogni tanto!
          • Steve scrive:
            Re: In Italia...
            Certo che se io vado in America o nel resto dell'Europa mi vado ad informare se pure da loro hanno gli stessi problemi nostri? Ma chemmefrega a me scusa? Io vivo in Italia quindi parlo per l'Italia! Quello che succede in America o Europa non me ne frega niente. Se un giorno decido di trasferirmi in America a quel punto parlerà per i problemi dell'America! che centrano le cantine? Se hai la possibilità di girare mezzo mondo e conoscere tutti i problemi di mezzo mondo che dire...beato te che hai tempo e denaro per farlo!
          • Borgia scrive:
            Re: In Italia...

            A conferma di quanto sostiene riporto questo:
            "2. È vietato al conducente di far uso
            durante la marcia di apparecchi radiotelefonici
            ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione
            per i conducenti dei veicoli delle Forze armate e
            dei Corpi di cui all'articolo 138, comma 11, e di
            polizia, <nonché per i conducenti dei veicoli
            adibiti ai servizi delle strade, delle autostrade
            ed al trasporto di persone in conto terzi

            (5). È consentito l'uso di apparecchi a viva
            voce o dotati di auricolare purché il conducente
            abbia adeguate capacità uditive ad entrambe le
            orecchie (che non richiedono per il loro
            funzionamento l'uso delle
            mani)."Direi che la fonte migliore sia qui:http://www.mit.gov.it/mit/site.php?p=normativa&o=vd&id=1&id_dett=176Detto questo, l'art. 173 consente l'uso di apparecchi dotati di auricolare... quindi non vedo problemi.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: ndr

            Da questo si capisce che tu non vai mai in bici.
            ...

            gli auricolari sono molto comodi per

            ascoltare la musica

            (...nonchè vietati dal codice della strada)

            Da questo si capisce che tu non hai la patente, o
            quantomeno il minimo senso civico, dato che
            ascoltare musica mentre vai in bici, con gli
            auricolari, equivale al tentato
            suicidio.allora bisognerebbe abolire anche le autoradio
          • Mario Rossi scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: ndr


            Da questo si capisce che tu non vai mai
            in
            bici.

            ...


            gli auricolari sono molto comodi per


            ascoltare la musica



            (...nonchè vietati dal codice della strada)



            Da questo si capisce che tu non hai la
            patente,
            o

            quantomeno il minimo senso civico, dato che

            ascoltare musica mentre vai in bici, con gli

            auricolari, equivale al tentato

            suicidio.

            allora bisognerebbe abolire anche le autoradioEcco il solito bene informato.Nell'articolo 155 del codice della strada viene trattato l'argomento:"3. Nell'usare apparecchi radiofonici o di riproduzione sonora a bordo dei veicoli non si devono superare i limiti sonori massimi di accettabilità fissati dal regolamento."Fonte: http://www.aci.it/i-servizi/normative/codice-della-strada/titolo-v-norme-di-comportamento/art-155-limitazione-dei-rumori.htmlIl regolamento al quale viene fatto riferimento recita:"1. Il livello sonoro emesso da apparecchi radio o di riproduzione sonora a bordo dei veicoli di cui all'articolo 155, comma 3, del Codice, non può superare nell'uso 60 LAeq dB (A) misurato a 10 cm dall'orecchio del guidatore con il microfono rivolto verso la sorgente e con il veicolo a portiere e finestrini chiusi, e, comunque, deve essere tale da non recare pregiudizio alla guida del veicolo."Fonte: http://www.patente.it/normativa/articolo-350-regolamento?idc=877
          • il solito bene informato scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: il solito bene informato

            - Scritto da: ndr



            Da questo si capisce che tu non
            vai
            mai

            in

            bici.


            ...



            gli auricolari sono molto comodi
            per



            ascoltare la musica





            (...nonchè vietati dal codice della
            strada)





            Da questo si capisce che tu non hai la

            patente,

            o


            quantomeno il minimo senso civico, dato
            che


            ascoltare musica mentre vai in bici,
            con
            gli


            auricolari, equivale al tentato


            suicidio.



            allora bisognerebbe abolire anche le
            autoradio
            Ecco il solito bene informato.
            Nell'articolo 155 del codice della strada viene
            trattato
            l'argomento:
            "3. Nell'usare apparecchi radiofonici o di
            riproduzione sonora a bordo dei veicoli non si
            devono superare i limiti sonori massimi di
            accettabilità fissati dal
            regolamento."
            Fonte:
            http://www.aci.it/i-servizi/normative/codice-della

            Il regolamento al quale viene fatto riferimento
            recita:
            "1. Il livello sonoro emesso da apparecchi radio
            o di riproduzione sonora a bordo dei veicoli di
            cui all'articolo 155, comma 3, del Codice, non
            può superare nell'uso 60 LAeq dB (A) misurato a
            10 cm dall'orecchio del guidatore con il
            microfono rivolto verso la sorgente e con il
            veicolo a portiere e finestrini chiusi, e,
            comunque, deve essere tale da non recare
            pregiudizio alla guida del
            veicolo."
            Fonte:
            http://www.patente.it/normativa/articolo-350-regolun'altra delle centinaia di migliaia di leggi italiane prive di senso? mettiamo che fermino un tizio con la musica UNZA UNZA eccessivamente alta: una volta fermato questi abbassa il volume e non c'é più l'infrazione. Poi riparte e, ovviamente, rimetterà la musica a tutto volume.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 aprile 2013 11.09-----------------------------------------------------------
          • ndr scrive:
            Re: In Italia...
            Modificato dall' autore il 30 aprile 2013 11.09
            --------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: ndr
            I tuoi commenti si limitano ad esprimere la tua
            frustrazione, a prescindere dall'oggettività dei
            fatti.Non mi pare.Ha descritto un esempio neanche troppo campato in aria che dimostra come la normativa sia banalmente aggirabile.
            Mi spiace farti notare che non sei tu a dove
            interpretare le norme: potrai non essere
            d'accordo con esse e ne hai pure il diritto, ma
            ti consiglio di trovare un'alternativa per
            sfogarti, invece che scrivere a vanvera
            qui...E invece e' proprio questo il problema.Le leggi sono faticosamente iterpretabili e poi la gente sbaglia o ne abusa.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: panda rossa
            Non mi pare.
            Ha descritto un esempio neanche troppo campato in
            aria che dimostra come la normativa sia
            banalmente
            aggirabile.Certo, prova ad occultare un cadavere in casa, poi quando ti entrano i carabinieri gettalo dalla finestra. Sono sicuro che non verrai neppure interrogato
          • il solito bene informato scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: ndr
            I tuoi commenti si limitano ad esprimere la tua
            frustrazione, a prescindere dall'oggettività dei
            fatti.come si fa a non sentirsi frustrati?a proposito... per caso ti sei installato da solo il router adsl? credo sia ancora illegale (da 15.000 a 150.000 euro di multa)
          • Mario Rossi scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: il solito bene informato
            un'altra delle centinaia di migliaia di leggi
            italiane prive di senso? mettiamo che fermino un
            tizio con la musica UNZA UNZA eccessivamente
            alta: una volta fermato questi abbassa il volume
            e non c'é più l'infrazione. Poi riparte e,
            ovviamente, rimetterà la musica a tutto
            volume.Quoto quanto scritto da <b
            ndr </b
            .Secondo la tua logica, ammesso che di logica si possa parlare, se fermano un tizio senza cintura, ma una volta fermato si mette la cintura non c'è più l'infrazione e non lo multano?
          • il solito bene informato scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: il solito bene informato

            un'altra delle centinaia di migliaia di leggi

            italiane prive di senso? mettiamo che
            fermino
            un

            tizio con la musica UNZA UNZA eccessivamente

            alta: una volta fermato questi abbassa il
            volume

            e non c'é più l'infrazione. Poi riparte e,

            ovviamente, rimetterà la musica a tutto

            volume.
            Quoto quanto scritto da <b
            ndr </b

            .
            Secondo la tua logica, ammesso che di logica si
            possa parlare, se fermano un tizio senza cintura,
            ma una volta fermato si mette la cintura non c'è
            più l'infrazione e non lo
            multano?infatti una multa ricevuta perché sei "stato visto" dalla polizia senza cinture (cioè senza una prova fotografica o flagranza) è contestabile e si può facilmente vincere. Solo che le più recenti regole sulla contestazione la rendono spesso più costosa della multa stessa (che devi comunque pagare).
          • Mario Rossi scrive:
            Re: In Italia...
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: Mario Rossi

            Secondo la tua logica, ammesso che di logica
            si

            possa parlare, se fermano un tizio senza
            cintura,

            ma una volta fermato si mette la cintura non
            c'è

            più l'infrazione e non lo

            multano?

            infatti una multa ricevuta perché sei "stato
            visto" dalla polizia senza cinture (cioè senza
            una prova fotografica o flagranza) è contestabile
            e si può facilmente vincere. Solo che le più
            recenti regole sulla contestazione la rendono
            spesso più costosa della multa stessa (che devi
            comunque
            pagare).Chi ha parlato di essere stati visti? Ho detto se vieni fermato!Se invece fai abuso del clacson, devono essere pronti ad effettuare la registrazione?
          • ndr scrive:
            Re: In Italia...

            allora bisognerebbe abolire anche le autoradioEcco il commento fenomale della giornata.Non ti spiego cosa sbagli perchè dal commento si intuisce già che non capiresti la risposta.
        • torino scrive:
          Re: In Italia...
          - Scritto da: Pastoso
          Da questo si capisce che tu non vai mai in bici.

          1) se parli mentre sei in bici, nessuno ti
          ascolta, tu superi i pedoni, le macchine superano
          te. Intorno non c'è quasi mai nessuno e se c'è ci
          resta per pochi
          secondi.
          2) se vai in bici per sport, non pedali solo per
          10 min, ma per qualche decina di minuti, se non
          ore: gli auricolari sono molto comodi per
          ascoltare la musica e rispondere al telefono,
          oltre che per sentire eventuali indicazioni via
          navigatore ed inviare qualche sms a mani
          liberesei tu a non aver capito, lui si lamentava della gente che si gira se usa il bluetooth in bici come in italia fossimo all'eta' della pietra ma in realta' e' una cosa normalissima perche' come hai fatto notare anche tu i pedoni ti vedono solo per qualche secondo quindi e' normale girarsi se passa uno che parla da solo in bici ed e' ancora piu' normale prenderlo per pazzo se magari ha l'auricolare dal lato opposto a chi cammina.Poi la tua e' una difesa tirata per i capelli, ti assicuro che se fai due passi in centro di gente in bici col bluetooth ne vedi una marea e sono persone che fanno a malapena 1-2km, non certo ciclisti che passano ore sulla sella
    • ugao scrive:
      Re: In Italia...
      ma l'auricolare bluetooth ti risponde pure ?
Chiudi i commenti